Logo PaperseraPapersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
Le nostre recensioni
4 | |
4 | |
4 | |
4 | |
4 | |
4 | |
5 | |
3 | |
2 | |
4 | |
3 | |
4 | |

Paperino e il capro di Acatapulco

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

Samu
Diabolico Vendicatore
PolliceSu   (2)

  • ****
  • Post: 1501
  • Amante del bel fumetto
    • Offline
    • Mostra profilo
PolliceSu   (2)
    Paperino e il capro di Acatapulco
    Mercoledì 3 Ago 2022, 20:09:55
    https://inducks.org/story.php?c=I+TL++348-A

    Frizzante e briosa storia a firma dei fratelli Barosso ai testi e del grande Romano Scarpa ai disegni.
    "Paperino e il capro di Acatapulco" è una vicenda che intrattiene il lettore con un piglio fresco e vivace dalla prima, simpaticissima, tavola (in cui si vede Paperino in tenuta da bagnante scorrazzare lieto per la spiaggia messicana) fino alla conclusione della storia, col giusto lieto fine per il protagonista che si rifà delle costrizioni cui lo Zione lo aveva forzato per tutta la storia.
    Paperino viene infatti obbligato dal ricco parente a sostituire il provetto tuffatore Pedro Mendoza, l'unico in grado di saltare da uno sperone che farebbe tremare chiunque per la sua imponente altezza e che difatti costituisce la più importante attrazione turistica per i visitatori del luogo che si fermano al ristorante dello Zione soprattutto per ammirare l'audace esecutore del temibile "tuffo della morte".
    La storia presenta un Paperino comprensibilmente testardo e restio ad eseguire il dovere imposto dal ricco magnate ma ancor più testardo e inflessibile del papero sembra essere il caprone del titolo.
    In realtà il "capro" comincerà sempre più a provare empatia per Paperino e sarà protagonista di sketch e azioni tanto generosi quanto divertenti nella propria simpatia grazie alla vis grafica con cui viene reso su carta dal Maestro Romano Scarpa che è un piacere e un godimento da leggere (per la bella storia dei Barosso) e da osservare di vignetta in vignetta, di tavola in tavola per l'espressività che tanto il "capro" quanto gli altri personaggi dimostrano nel corso della deliziosa avventura.
    Una storia che proprio quest'anno compie sessant'anni dalla prima pubblicazione ma che non è per niente invecchiata e che sa restituire, oggi come allora, un appagante senso di gradevolezza e di tanta simpatia a chi legge per merito di una vicenda che non concede momenti di stanca e che sa far ridere, divertire, coinvolgere, intrigare e donare al lettore un bellissimo ricordo di sé una volta che si arriva all'epilogo di tale, genuina, avventura.  ;;D

    *

    Paper_Butler
    Gran Mogol
    PolliceSu   (2)

    • ***
    • Post: 690
    • Soffia il vento del sud...
      • Offline
      • Mostra profilo
    PolliceSu   (2)
      Re:Paperino e il capro di Acatapulco
      Risposta #1: Giovedì 4 Ago 2022, 11:13:53
      Bella storia, in perfetto stile Barosso (una delle loro migliori, mi azzarderei a dire): spassosa, scorrevole, fantasiosa, di quelle che ti strappano tante risate genuine durante la lettura e alla fine ti lasciano di buonumore, con il sorriso stampato in faccia. Ovviamente, il merito è anche di Scarpa, che l'ha disegnata da par suo.
      La lessi per la prima volta nell'84 sul "Classico Olimpiadi", lo stesso sul quale ebbi modo di conoscere "Pippo e i parastinchi di Olympia", e devo dire che ci sono molto affezionato, mi richiama alla mente impagabili momenti di leggerezza.
      Concordo quindi con tutto quello che ha scritto Samu e lo ringrazio per avermela riportata alla mente!  :D

      *

      Samu
      Diabolico Vendicatore
      PolliceSu   (1)

      • ****
      • Post: 1501
      • Amante del bel fumetto
        • Offline
        • Mostra profilo
      PolliceSu   (1)
        Re:Paperino e il capro di Acatapulco
        Risposta #2: Giovedì 4 Ago 2022, 20:27:20
        Bella storia, in perfetto stile Barosso (una delle loro migliori, mi azzarderei a dire): spassosa, scorrevole, fantasiosa, di quelle che ti strappano tante risate genuine durante la lettura e alla fine ti lasciano di buonumore, con il sorriso stampato in faccia. Ovviamente, il merito è anche di Scarpa, che l'ha disegnata da par suo.
        La lessi per la prima volta nell'84 sul "Classico Olimpiadi", lo stesso sul quale ebbi modo di conoscere "Pippo e i parastinchi di Olympia", e devo dire che ci sono molto affezionato, mi richiama alla mente impagabili momenti di leggerezza.
        Concordo quindi con tutto quello che ha scritto Samu e lo ringrazio per avermela riportata alla mente!  :D
        Ciao Paper_Butler!  ;;D
        Mi fa piacere averti fatto ricordare, col mio commento, una così bella storia che - a differenza tua - ho avuto modo di conoscere solo ieri su un Grande Classico che ho recuperato da poco in un mercatino dell'usato.
        I fratelli Barosso riescono quasi sempre a "prendermi" con le loro storie frizzanti, dinamiche e improntate ad un umorismo e ad un piglio allegro e vivace che è un godimento, per me, fare conoscenza di storie come questa di Acatapulco oppure dell'altrettanto divertente e briosa vicenda di Paperino e l'orso ballerino (sempre disegnata dall'immenso Romano) o ancora delle simpaticissime prime storie italiane di Paperoga da loro firmate come "L'esperto del bosco", "Il singhiozzo a martello", "Il piede sinistro", "La difesa personale" e via dicendo...
        Tornando alla storia oggetto del topic, ribadisco quanto la lettura risulti essere dinamica e vivace nella propria simpatia dall'inizio al suo epilogo ma devo dire che la parte più divertente che ho trovato è stata nel cambio di atteggiamento del capro nei confronti di Paperino quando quest'ultimo se lo fa amico dandogli da mangiare il sale da cucina!
        Impagabile la scena in cui Giacobbe - il nome del caprone ed altro elemento che mi ha veramente fatto simpatia non appena l'ho letto - si mette a leccare il papero mentre lui fa una faccia schifata e si ritrae dall'animale perché è salato!  ;D
        Così come trovo irresistibile il tentennamento del capro al lasciarsi corrompere e pensarsi imputato davanti ad un giudice suo pari che gli impone di fare il proprio dovere prima di ogni piacere che sicuramente proverebbe nel farsi elargire - a convenienza - il suo amato sale dal papero che dovrebbe tenere costantemente sott'occhio ed impedirne qualsiasi tentativo di fuga e sottrazione dal suo obbligo di "sostituito tuffatore".

        *

        galerius
        Sceriffo di Valmitraglia
        PolliceSu

        • ***
        • Post: 278
        • W questo FORUM!!!
          • Offline
          • Mostra profilo
        PolliceSu
          Re:Paperino e il capro di Acatapulco
          Risposta #3: Domenica 7 Ago 2022, 15:28:00
          L'avevo a suo tempo letta su Paperone alle Olimpiadi, anche se non ricordo praticamente nulla, non essendomi mai più capitata sott'occhio da allora.
          Una cosa però la rammento: questo fatto di dover saltare dalla rupe, anziché divertirmi, mi metteva addosso un'ansia tremenda !

           

          Dati personali, cookies e GDPR

          Questo sito per poter funzionare correttamente utilizza dati classificati come "personali" insieme ai cosiddetti cookie tecnici.
          In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni.
          Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai trovare il dettaglio di quanto riassunto in queste righe.

          Per continuare con la navigazione sul sito è necessario accettare cliccando qui, altrimenti... amici come prima! :-)