Logo PaperseraPapersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
Le nostre recensioni
2 | |
3 | |
2 | |
4 | |
5 | |
2.5 | |
4 | |
3.5 | |
4.5 | |
5 | |
4 | |
3 | |
01
02
03
04
05
06
07
08
09
10

11

12

25
13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

01
02
03
04
05
06
07
08
09
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25


Topolino 3488 - Recensione di Federico Pavan

Uno degli obiettivi che da sempre Topolino si propone è quello di innescare nei suoi lettori la “curiosità”, lo stimolo ad approfondire quanto appena letto in una storia, la voglia di saperne di più, a partire solitamente dagli articoli interni del libretto.  Ecco, tale obiettivo è stato sicuramente centrato per quanto riguarda il sottoscritto (e spero non solo) con il primo episodio di Viaggio nella Luna, trasposizione a fumetti di una pietra miliare della cinematografia: il celebre film muto omonimo realizzato nel lontano 1902 da Georges Méliès, pioniere della Settima Arte e soprattutto dei suoi effetti speciali. Al termine della lettura, sono infatti andato su YouTube a recuperare la pellicola e l’effetto è stato molto particolare. La sceneggiatura di Bruno Enna, pur adattandoli al contesto disneyano, ricalca piuttosto fedelmente i passaggi fondamentali del cortometraggio e sembra regalare al lettore l’illusione di vedere svelati quei dialoghi inevitabilmente assenti nella fonte originale. Ottima la colorazione di Emanuele Virzì, che offre una resa anticata pur senza ricorrere all’uso del bianco e nero. Notevole, infine, il lavoro ai disegni di Alessandro Pastrovicchio, al ritorno sulle pagine di Topolino a dodici anni dalla sua ultima apparizione. Un lasso di tempo che però non ha intaccato la bravura del disegnatore friulano, che ci si augura pertanto di ritrovare in pianta stabile fra i collaboratori del settimanale. Ritornando ai giorni nostri, prosegue invece la sfida lanciata nello scorso numero al titolare della testata. La seconda puntata di Scacco Matto a Topolino – avventura che un tempo si sarebbe definita promozionale in quanto veicolo degli scacchi allegati al libretto – segue un impianto narrativo piuttosto classico che vede gli investigatori nella scomoda posizione di rincorrere le iniziative criminose dello Scacchista. Se lo svolgimento della partita “diretta” da Giovanni Di Gregorio sembra poter fornire comunque qualche spunto interessante, come la renitenza del campione arruolato dalla Polizia a sacrificare qualche pezzo in vista della vittoria finale, a mancare (complici anche i morbidi disegni di Ottavio Panaro) è una vera sensazione di pericolo, vista la messa in atto da parte del villain di quelli che finora non sono altro che modestissimi sabotaggi. Un sottile filo di inquietudine ce lo regala, tuttavia, la storia successiva. Già in altre occasioni Enrico Faccini ha imbastito le sue trame da autore completo a partire da alcuni oggetti misteriosi: lo possiamo immaginare un po’ come il venditore ambulante della storia, intento ad attingere al suo campionario di magici manufatti per offrirli di volta in volta a personaggi diversi, secondo suoi imperscrutabili fini. In Amelia e il folletto di Cartusio la beneficiaria (?) di un peculiare dono è appunto la fattucchiera partenopea, che si ritrova protagonista di un’avventura onirica non solo particolarmente riuscita, ma anche nascostamente istruttiva. Venghino, paperi, venghino! L’albo termina, infine, con due storie che avremmo potuto trovare in due precise testate del passato, senza notare la minima stonatura. Paperino e le indicazioni disastradali, pubblicata in Danimarca nel lontano 2007, sembra essere infatti uscita da un tardo numero di Zio Paperone: una ten-pager straniera senza infamia né lode, arricchita dai sempreverdi disegni di Marco Rota ma costretta nel piccolo formato del libretto. Più curioso il caso di Zio Paperone e lo zirlap appesantito: come evidenziato anche dal titolo della serie, il taglio dell’avventura riporta alla mente la più famosa collana di allegati ai quotidiani, L’Economia di Zio Paperone. Alessandro Sisti si inserisce dunque una volta di più sulla strada tracciata da Massimo Marconi negli anni Novanta: il risultato è una buona storia, piuttosto scorrevole alla lettura ma forse non del tutto chiara nell’esplicitare i meccanismi finanziari che portano il Vecchio Cilindro a ribaltare a suo favore una congiuntura negativa per le sue tasche. In conclusione, Topolino 3488 si caratterizza come un numero ben equilibrato nelle sue componenti, fra storie a puntate e autoconclusive, rimandi cinematografici e citazioni editoriali, proseguendo lungo la strada fortemente intrapresa e tracciata dal Direttore di consegnare al lettore un prodotto di alta qualità.

Leggi la recensione

Voto del recensore:
Voto medio: (29)
Esegui il login per votare

Topolino 3488

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

Cornelius Coot
Imperatore della Calidornia
PolliceSu

  • ******
  • Post: 11707
  • Mais dire Mais
    • Offline
    • Mostra profilo
PolliceSu
    Topolino 3488
    Lunedì 26 Set 2022, 13:36:28
                                                                                                                          STORIE
    ______________________________________________________________________________________________________________________________________

    Viaggio nella Luna   (episodio 1 di 2)                                                                                                                                                            30  tavole
    Storia di Bruno Enna - Disegni e chine di Alessandro Pastrovicchio - Colore di Emanuele Virzì
    Scacco Matto a Topolino   (episodio 2 di 4)                                                                                                                                                22   tavole
    Storia di Giovanni Di Gregorio - Disegni e chine di Ottavio Panaro - Colore di Putra Shah Bin Bin Jalil
    Amelia e il folletto di Cartusio                                                                                                                                                                       30   tavole
    Storia, disegni e chine di Enrico Faccini - Colore di Giulia Paganelli
    Paperino e le indicazioni stradali                                                                                                                                                                  10   tavole
    Storia di Paul Halas - Disegni e chine di Marco Rota - Colore di Egmont
    Zio Paperone e lo zirlap appesantito                                                                                                                                                           22   tavole
    Storia di Alessandro Sisti - Disegni e chine di Vitale Mangiatordi - Colore di Irene Fornari
    Stile da vendere - Un papero qualunque   (One Page)                                                                                                                             1   tavola
    Storia disegni e chine di Enrico Faccini - Colore di Valentina Mauri
    ______________________________________________________________________________________________________________________________________

                                                                           COPERTINA    Disegni di Ivan Bigarella - Colori di Andrea Cagol


                                                                                                              SERVIZI  e  RUBRICHE
    ______________________________________________________________________________________________________________________________________

    Countdown per la Luna - Che cosa state per leggere   (Barbara Garufi)
    L'altra faccia della Luna - Dietro le quinte   (Barbara Garufi)
    Sfida a scacchi con l'evaso - Ricapitolando...   (Barbara Garufi)
    Tutti matti per gli scacchi - Alla scoperta di...   (Federico Taddia intervista Claudio Selleri)
    La principessa della pallavolo - Pallavolo   (Fabio Licari intervista Cristina Chirichella)
    Ciak! Si gira tra 'fili' e motori! - Mondo Disney   (Jacopo Iovannitti)
    E questa ti sembra una risposta? - Che cosa state per leggere   (Barbara Garufi)
    Spider-Man! 60 anni di successi - Supereroi
    Un nuovo Anno Accademico - Anteprima Fumetto   (Barbara Garufi intervista Marco Gervasio)
    _______________________________________________________________________________________________________________________________________
    « Ultima modifica: Lunedì 26 Set 2022, 14:09:50 da Cornelius Coot »

    *

    Photomas2
    Papero del Mistero
    PolliceSu   (1)

    • **
    • Post: 236
    • Fanatico di Goldrake e Mazinger
      • Online
      • Mostra profilo
    PolliceSu   (1)
      Re:Topolino 3488
      Risposta #1: Mercoledì 28 Set 2022, 10:36:19
      Grande ritorno per Alessandro Pastrovicchio, grande prova in questa prima parte di parodia cinematografica per Bruno Enna: voto sospeso, ma promette benissmo e ne ridiscuteremo alla fine, spero positivamente.

      Complimenti che, pur rinviando ancora il voto, non mi sento per ora di fare alla scacchistica, che sembra un "Die hard - Duri a morire" dei poveri, anche se ben disegnata. Non c'è nulla di sbagliato, per ora, intendiamoci, ma ribadisco che mi aspetto una soluzione puntuale e precisa di TUTTO, non lasciando in sospeso dei punti: se così sarà, potrà essere una grande storia.

      Nulla di nuovo per la semistraniera, che per essere tale si lascia leggere ed è ottima cosa.

      Facciniana che... mah, non è riuscita ad entusiasmarmi. Da un lato forse mi aspettavo gag in una storia non fatta per avercele, e dall'altro l'aura di vera tensione che si voleva creare non c'è in fondo mai stata... Mah e rimah.

      Ottima la sistiana finale, un po' penalizzata da disegni che, senza offesa per nessuno, sfigurano rispetto a quelli delle storie precedenti: Mangiatordi ha un gran potenziale, ma secondo me ha ancora bisogno di molta freccerizzazione, soprattutto nei becchi dei paperi, del tutto anonimi anziché espressivi. Non so, c'è sempre qualcosa nel suo tratto che non mi convince... troppo anonimo, troppo standard, troppo "piatto" per uno che potrebbe dare sicuramente molto di più. Bella la trama, che prova a spiegare uno dei più grandi misteri dell'umanità. In realtà, non risolve il mistero, nel senso che non ti dice perché le monete abbiano un tasso di cambio variabile tra loro, ma, dando per scontato questo presupposto, ben spiega come ci si possa giocare e speculare sopra, seppur con gli eccessi paperoniani che da soli bastano a cambiare l'economia di una micronazione. Comunque promossa.

      Topo in fondo bello grazie a Sisti e a Enna: se sarà epocale per via della prima storia, è cosa che sapremo la prossima settimana.

      *

      Atius
      Gran Mogol
      PolliceSu   (4)

      • ***
      • Post: 723
        • Offline
        • Mostra profilo
      PolliceSu   (4)
        Re:Topolino 3488
        Risposta #2: Mercoledì 28 Set 2022, 22:03:20
        Semplicemente una cosa: più Faccini sul Topo.
        O Patria, mia solleva il capo affranto / Sorridi ancora, o bella tra le belle / o madre delle madri asciuga il pianto! / Il ciel per te s'accenda di fiammelle / Splendenti a rischiarar ancor la via / Sì che tu possa riveder le stelle! / Dio ti protegga Italia, così sia.

        *

        Grande Tiranno
        Cugino di Alf
        PolliceSu   (4)

        • ****
        • Post: 1125
        • Trollacci sono io!
          • Offline
          • Mostra profilo
        PolliceSu   (4)
          Re:Topolino 3488
          Risposta #3: Mercoledì 28 Set 2022, 22:09:11
          Ma quanto è bella la storia di Faccini? Si discosta molto dalla produzione dell' autore (almeno con i Paperi). Inquietantissima.

          Ciao!

          Il Grande Tiranno
          Catturamento Catturamento!

          *

          Bunz
          Giovane Marmotta
          PolliceSu

          • **
          • Post: 173
          • Esordiente
            • Offline
            • Mostra profilo
          PolliceSu
            Re:Topolino 3488
            Risposta #4: Giovedì 29 Set 2022, 01:29:04
            Facciniana che... mah, non è riuscita ad entusiasmarmi.
            Ma quanto è bella la storia di Faccini?

            Decidetevi...  ;D

            *

            brigo
            Visir di Papatoa
            PolliceSu   (1)

            • *****
            • Post: 2123
              • Offline
              • Mostra profilo
            PolliceSu   (1)
              Re:Topolino 3488
              Risposta #5: Giovedì 29 Set 2022, 12:29:13
              Primo episodio del "Viaggio nella luna" stre-pi-to-so! Non vedo l'ora di leggere la seconda parte. Con l'occasione mi sono visto anche il corto originale, presente su YT in entrambe le versioni (b/n e colori). Enna ci regala echi ciminiani che ben si sposano con l'opera originale di Melies (il congresso dei saggi già varrebbe da solo l'intero episodio) e Alessandro Pastrovicchio realizza delle tavole da incorniciare. A condire il tutto, un sentore meta-cinematografico, che non guasta mai. Ho aspettative altissime per il finale, speriamo bene!
              Prosegue Die Hard con gli scacchi. In realtà, oltre alla pellicola, mi è ritornata alla mente anche la storia di MMMM "Run run run". Non che questo sia un male, avendo apprezzato sia storia che film. Ma ancora navighiamo un po' troppo sul già visto. Vedremo come proseguirà. Panaro ha un tratto morbido. Troppo. Su gialli come questo o Mr Vertigo sinceramente fatico ad apprezzarlo.
              Con Faccini pensavo di leggere qualcosa di demenziale, e invece mi ritrovo con un bel thriller onirico. Personalmente ho molto apprezzato, specialmente la sensazione di smarrimento che il finale lascia in bocca (un po' come quando ti svegli da un brutto sogno, e ti ci vuole qualche secondo per realizzare che non stai più dormendo). Settimana prossima doppia razione facciniana (anzi, presumibilmente tripla, se includiamo la strip conclusiva).
              Rota per me potrebbe disegnare qualsiasi cosa. Salvo la storia per questo motivo, e per il finale.
              Riguardo l'ultima storia, solo un piccolo appunto: ma perché Mangiatordi non disegna più come ai tempi di Brigittik? Mi piaceva molto di più, ora il suo tratto mi sembra troppo semplificato. Non che la storia richiedesse chissà quali 'effetti speciali', ma è un difetto che ho riscontrato anche nel PK da lui realizzato (e lì mi ha dato molto più fastidio). Per il resto, io e l'economia viaggiamo su due binari paralleli: forse è per questo che il mio portafogli è sempre vuoto.  :cry:

              Per concludere, un plauso all'articolo dedicato a "Le Voyage dans la Lune", davvero interessante ed esaustivo (e ha sicuramente contribuito a farmi recuperare il film di Melies).
              In sostanza, buon numero.
              « Ultima modifica: Giovedì 29 Set 2022, 12:31:56 da brigo »

              *

              rikki-tikki-tavi
              Gran Mogol
              PolliceSu   (1)

              • ***
              • Post: 705
              • Esordiente
                • Offline
                • Mostra profilo
              PolliceSu   (1)
                Re:Topolino 3488
                Risposta #6: Giovedì 29 Set 2022, 13:15:23
                Ma quanto è bella la storia di Faccini? Si discosta molto dalla produzione dell' autore (almeno con i Paperi). Inquietantissima.

                Ciao!

                Il Grande Tiranno
                Anche a me è veramente piaciuta.
                Quando ho visto che si rifaceva al diavoletto di Cartesio ero proprio curiosa di vedere come si sarebbe svolta la vicenda.
                Pienamente promossa, l'unica cosa che forse non è stata di mio gradimento è stata vedere Amelia con un cambio di acconciatura una volta diventata ricca ereditiera.
                Il finale, come già rimarcato,  è sottilmente
                inquietante, più che altro perché lascia alla nostra immaginazione cosa accade, non riportando visivamente ciò che succede ma usando solo  degli indizi uditivi.
                Mi ha fatto pensare un po' alla fine di un'altra storia disegnata da Faccini di stampo horror con Lord Hatequack e Paperoga.

                *

                Gumi
                Diabolico Vendicatore
                Moderatore
                PolliceSu   (3)

                • ****
                • Post: 1474
                  • Offline
                  • Mostra profilo
                PolliceSu   (3)
                  Re:Topolino 3488
                  Risposta #7: Giovedì 29 Set 2022, 15:07:44
                  Faccini 'ccezzionale

                  *

                  il Tommi
                  Evroniano
                  PolliceSu   (1)

                  • **
                  • Post: 90
                    • Offline
                    • Mostra profilo
                  PolliceSu   (1)
                    Re:Topolino 3488
                    Risposta #8: Giovedì 29 Set 2022, 16:03:54
                    Stavo notanto la storia di Sisti/Mangiatordi. Nipotini con le magliette colorate. Due settimane fa Paperino in blusa azzurra. Semplici casi, o c'è di più? Bertani (o chi per lui) vuole avvicinarsi, pian piano, alle colorazioni dei cartoni animati? (Spero di sì ché a me la palandrana di Paperone piace di più blu e rossa...)

                    *

                    Cornelius Coot
                    Imperatore della Calidornia
                    PolliceSu   (1)

                    • ******
                    • Post: 11707
                    • Mais dire Mais
                      • Offline
                      • Mostra profilo
                    PolliceSu   (1)
                      Re:Topolino 3488
                      Risposta #9: Giovedì 29 Set 2022, 18:38:18
                      Con il nuovo look di servizi e rubriche l'attuale libretto è, secondo me, il più bello che sia mai esistito nei suoi 73 anni di vita editoriale:
                      i colori pastello che hanno sostituito quel 'profondo rosso' precedente e la grafica più lineare e pulita sono solo la ciliegina su una torta che già vedeva da tempo delle meravigliose copertine, dei redazionali interessanti, approfonditi e da 'adulti', delle storie con una nuova narrazione caratterizzata da una certa continuity e quasi tutte precedute da introduzioni curate, dei nuovi autori e disegnatori davvero bravi e portatori di 'nuova linfa', con personaggi nuovi da introdurre e classici da guardare sotto altre angolazioni. Se, come scritto nel nostro volumone 'Topolino Tremila', gli anni della Mondadori sono stati quelli d'oro ('50) e d'argento ('60/70) e quelli della Disney Italia 'rivoluzionari' ('90), questi della Panini oserei definirli di 'platino', non solo per il Topo ma anche per tutte le altre testate di vario genere che hanno invaso edicole e fumetterie. Tutto questo meriterebbe un pubblico numericamente 'adeguato', quasi 'milionario' come quello dei periodi ricordati, ma non è detto che lo 'zoccolo duro' di lettori sempre più ridimensionato non si stia allargando un po' alla volta, in tempi 'complicati' per la lettura cartacea in generale.


                                                                                                           

                      Viaggio nella Luna   (prima puntata)
                      Il fumetto disneyano non poteva omaggiare meglio il primo classico di fantascienza cinematografica (strano non lo abbia fatto prima) con tavole di Pastrovicchio molto belle ed eleganti colorate con i classici colori 'seppia' di Virzì (tipici del periodo fine '800/primo '900 che vediamo anche in Fantomius). A dire il vero gli scienziati hanno un look più medioevale e stregonesco che novecentesco (siamo nel 1902) ma tutto quanto fa spettacolo. Da notare che il Pastro non ha voluto 'infierire' sull'occhio della Luna.
                      Scacco Matto a Topolino   (seconda puntata)
                      Coinvolgente questa sfida a distanza tra uno scacchiere ancora misterioso per noi lettori (ma chiamato Lehman e conosciuto nell'ambiente carcerario) e un altro sicuramente più noto (Farnesio, il miglior giocatore di Topolinia) che dopo una iniziale sicurezza e baldanza sta cominciando ad avere i primi dubbi e le prime insicurezze. Non so quanto la presenza di Pippo (pronipote del famoso Pipparov, idolatrato anche da Farnesio) possa essergli di aiuto. Il tratto di Ottavio Panaro sembra più da commedia sofisticata che da giallo (sarà per quegli sguardi altezzosi e sarcastici che tutti i più svariati personaggi prima o poi assumono).
                      Amelia e il folletto di Cartùsio
                      Faccini al suo meglio in una storia piuttosto dark e horror. Tra sogno e (ir)realtà Amelia riesce a gestire bene una situazione che sta degenerando (d'altronde è una strega), nonostante anche lei ne resti turbata, coinvolgendo (in)direttamente anche Paperone. Le vie verso il decino possono essere più complicate e sorprendenti del previsto, al punto da farla recedere dal suo storico obbiettivo (ma solo momentaneamente).
                      Paperino e le indicazioni stradali
                      Breve egmontiana in cui Paperino sembra aver evitato una denuncia per procurato incidente stradale. E' vero che ha voluto proseguire il lavoro degli 'accidentati' ed ha chiamato un'ambulanza ma così facendo ha abbandonato il luogo del misfatto e la sua situazione penale dovrebbe essersi aggravata.
                      Zio Paperone e lo zirlap appesantito
                      Soggetto della serie ZP e l'Alta Finanza dove lo zione sa come far muovere l'economia a suo vantaggio, soprattutto quando riguarda una misteriosa isoletta. Cuordipietra sarebbe potuto risalire all'origine di certi 'strani movimenti' o questi, difficilmente rintracciabili, avrebbero condotto qualunque tycoon a fare quello che Famedoro ha fatto? Me lo chiedo da ignorante della materia. Contento di aver rivisto i disegni di Mangiatordi dopo un tempo decisamente lungo.
                      « Ultima modifica: Giovedì 29 Set 2022, 20:47:14 da Cornelius Coot »

                      *

                      Loregbs
                      Sceriffo di Valmitraglia
                      PolliceSu   (1)

                      • ***
                      • Post: 367
                      • Dario Fo approved!
                        • Offline
                        • Mostra profilo
                      PolliceSu   (1)
                        Re:Topolino 3488
                        Risposta #10: Giovedì 29 Set 2022, 22:30:48
                        Faccini ci illumina d'immenso.
                        "Ma sì Manetta! Arrestami pure! Solo questo ti mancava di combinarmi nella tua carriera!"
                        (da "Topolino e la Dimensione Delta")

                        *

                        Bunz
                        Giovane Marmotta
                        PolliceSu   (3)

                        • **
                        • Post: 173
                        • Esordiente
                          • Offline
                          • Mostra profilo
                        PolliceSu   (3)
                          Re:Topolino 3488
                          Risposta #11: Giovedì 29 Set 2022, 22:38:47
                          gli anni della Mondadori sono stati quelli d'oro ('50) e d'argento ('60/70) e quelli della Disney Italia 'rivoluzionari' ('90), questi della Panini oserei definirli di 'platino'
                          Beh, che l'attuale corso sia migliore del periodo storico d'oro mi sembra un'affermazione quantomeno azzardata e, ti assicuro, condivisa da pochissimi.

                          *

                          Photomas2
                          Papero del Mistero
                          PolliceSu

                          • **
                          • Post: 236
                          • Fanatico di Goldrake e Mazinger
                            • Online
                            • Mostra profilo
                          PolliceSu
                            Re:Topolino 3488
                            Risposta #12: Giovedì 29 Set 2022, 23:30:58
                            Domanda crudele e cattiva per il nostro Cornelius Coot: è di platino il periodo Panini, o il periodo Bertani?

                            Sembra una sottigliezza, ma non lo è affatto: pensateci bene. E ancor più rifletta l'interessato, se vorrà rispondere al quesito che gli ho posto (non c'è alcun obbligo, sia chiaro)...

                            *

                            Cornelius Coot
                            Imperatore della Calidornia
                            PolliceSu   (3)

                            • ******
                            • Post: 11707
                            • Mais dire Mais
                              • Offline
                              • Mostra profilo
                            PolliceSu   (3)
                              Re:Topolino 3488
                              Risposta #13: Venerdì 30 Set 2022, 09:39:11
                              Domanda crudele e cattiva per il nostro Cornelius Coot: è di platino il periodo Panini, o il periodo Bertani?
                              Non crudele e cattiva ma interessante la tua domanda, Avvocato.  ;D
                              Riguardo il libretto settimanale sicuramente l'ingresso di Bertani ha provocato una scossa: nuovi autori, nuovi disegnatori, nuove narrative, continuity rafforzata in verticale e creata ex novo in orizzontale. Ma è con la Panini che c'è stato un autentico 'terremoto' riguardo il modo di concepire alcune testate e di crearne molte altre che, per la prima volta, hanno finalmente invaso quelle fumetterie che prima relegavano le poche pubblicazioni disneyane presenti in angoli angusti mentre oggi sono esposte all'ingresso e nelle vetrine principali.

                              Con questo non voglio sottovalutare la direzione DePoli che pure ha fatto tanto nel periodo a cavallo tra la fine di Disney Italia e l'inizio di Panini. Sicuramente migliore il suo primo periodo (con il ritorno di autori in fuga e la ripresa di vecchi personaggi) mentre nel secondo avrà probabilmente avuto delle divergenze con le nuove politiche editoriali che hanno portato alla sua sostituzione con Bertani.
                              Beh, che l'attuale corso sia migliore del periodo storico d'oro mi sembra un'affermazione quantomeno azzardata e, ti assicuro, condivisa da pochissimi.
                              Sicuramente azzardata (sapendolo ho scritto 'oserei', come hai sottolineato) ma non del tutto fuori luogo, per le ragioni descritte prima. Certo, negli anni dorati e argentati c'erano ('in diretta') Gottredson, Barks, Scarpa, Martina, Cimino, Carpi, Hubbard, Cavazzano, Pezzin (questi ultimi due ancora 'in azione' ). Oltre al Don Rosa del 'rinascimento disneyano' dei '90 allargato ad una rivoluzionaria (pikappica) produzione italiana. Però il mio discorso sul 'platinato' deriva anche dall'offerta editoriale extra libretto che oggi abbiamo rispetto a quella del passato, qualitativamente eccellente (Classici, Almanacco, Albi, Oscar, Cartonatoni...) ma quantitativamente minore oltre che concepita diversamente.

                              Anche a livello saggistico oggi abbiamo una conoscenza e una cultura del fumetto disneyano che prima era limitata al nulla se non a poche pagine introduttive di volumi speciali. Ovviamente abbiamo alle spalle nove decenni e una infinità di storie e di autori su cui 'giocare' a livello editoriale mentre nel periodo dorato del libretto (anni '50) c'era una fase antecedente più ristretta (praticamente il fumetto americano dei '30/40) che oltretutto non veniva ancora riscoperta se non alla fine del decennio successivo. Anche se personaggi dei '30 come Macchia Nera e il Dottor Enigm furono ripresi con successo, ancora nella memoria dei lettori più grandi ma del tutto sconosciuti a quelli più piccoli.

                              Dunque tra i nuovi filoni narrativi del libretto (che a livello estetico è sicuramente nel suo periodo migliore) e le altre offerte editoriali ampie, variegate e per tutte le tasche (con le fumetterie come nuove 'location' di vendita) gli anni '10 ma soprattutto '20 possono definirsi (nel mio personale giudizio) come un periodo di platino in un discorso non prettamente legato al Topolino settimanale ma allargato a tutta l'offerta fumettistica disneyana. Sicuramente questi tempi non sono platinati riguardo il parco lettori ma speriamo che molti di loro non continuino ad essere indifferenti di fronte a tutto ciò che potrebbero leggere e vedere.
                              « Ultima modifica: Venerdì 30 Set 2022, 10:10:27 da Cornelius Coot »

                              *

                              SilverPK
                              Giovane Marmotta
                              PolliceSu

                              • **
                              • Post: 182
                              • Esordiente
                                • Offline
                                • Mostra profilo
                              PolliceSu
                                Re:Topolino 3488
                                Risposta #14: Venerdì 30 Set 2022, 11:14:24
                                Personalmente questa grafica mi piace decisamente più della precedente, ma continuo a ritenere la migliore quella degli anni '90, quando veniva pubblicata la papernovela per intenderci (ma non c'è un topic che mostra ogni tipo di grafica avuta dal settimanale?). E non riesco  minimamente ad essere d'accordo con Cornelius Coot sul periodo di "platino". Sul settimanale e le sue storie attuali ne ho già parlato pure troppo, ma per quanto apprezzi molte delle testate attualmente in edicola, ci vedo comunque troppa confusione, con Gold, Le Imperdibili, Le Grandi Saghe, Humor e Thriller con intenti fin troppo simili e che mi sembra siano uscite troppo in fretta ancor prima di avere un idea ben delineata dietro, Classici che pubblicano finali di serie che finali non sono dato che poi vengono proseguite comunque, troppe testate superflue di straniere (Papersera era un'azzardo, ha funzionato, ma Giovani Marmotte e il Club dei Supereroi mi sembrano di troppo, e le loro storie potevano finire senza problemi sull'almanacco, specie visto il formato delle inedite straniere), Fuoriserie che esiste solo perché Bertani non voleva PK sul settimanale (difatti finito Wizard of Mickey prosegue da solo)... anche qui eleggerei gli anni '90 come miglior periodo di testate extra disney, con Giovani marmotte, Minni, PK, MMMM a raccogliere inedite italiane perlopiù, oltre che una migliore selezione di Grandi Classici (ma non di Classici). Meno testate certo, ma ognuna con un senso (e prezzi più contenuti).

                                 

                                Dati personali, cookies e GDPR

                                Questo sito per poter funzionare correttamente utilizza dati classificati come "personali" insieme ai cosiddetti cookie tecnici.
                                In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni.
                                Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai trovare il dettaglio di quanto riassunto in queste righe.

                                Per continuare con la navigazione sul sito è necessario accettare cliccando qui, altrimenti... amici come prima! :-)