Logo PaperseraPapersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
Le nostre recensioni
4 | |
5 | |
2.5 | |
4 | |
3.5 | |
4.5 | |
5 | |
4 | |
3 | |
4.5 | |
4 | |
3 | |
Topolino 3489 - Recensione di Matteo Gumiero

Correva l’anno 2012 quando, dopo alcune avventure preparatorie, usciva la prima storia della serie Le strabilianti imprese di Fantomius, ladro gentiluomo: nemmeno il suo autore Marco Gervasio si sarebbe aspettato che quasi dieci anni dopo saremmo stati ancora qui a parlare del “suo” personaggio. Virgolette d’obbligo poiché pur essendo il personaggio nato dalla fantasia di Guido Martina e graficamente dall’abilità di Romano Scarpa, in origine non era mai comparso “in becco e piume” ma solo come modello per la nascita di Paperinik, attraverso il suo diario, o come costume carnevalizio indossato da Gastone. Quindi possiamo considerare come la sua caratterizzazione sia stata tutta farina del sacco di Gervasio, che è stato in grado di assicurargli un successo tale da essere ancora sulla breccia dopo circa due lustri. Con una intuizione dello stesso Gervasio di oramai tre anni fa, poi, si è dato vita anche uno spin-off della serie principale in cui l’autore è andato gli anni della scuola del giovane Lord, e le varie vicissitudini che hanno portato John Quackett a diventare l’adulto che abbiamo imparato a conoscere nelle avventure della serie regolare. È nato così Paperbridge (un ponte di carta), dimostrandosi subito un grande successo per il settimanale: la struttura in cinque episodi che sembravano essere parte di una “prima stagione” a modello delle serie TV che oggigiorno godono di grande successo, ha contribuito a consegnargli i favori del pubblico. Non solo, anche la commistione tra mistero e dramma adolescenziale ha provveduto a far sì che gli utenti del Papersera la valutassero “miglior storia di Paperi” del 2020 e consegnassero così al suo autore il primo TopoOscar della sua carriera. Per certi versi, la struttura sembrava ripercorrere quella dei romanzi di Harry Potter, in cui il protagonista e i suoi amici procedono verso un percorso di crescita personale ma allo stesso tempo si trovano ad avere a che fare con misteri e pericoli che per ogni libro (o “stagione”) hanno circa la durata di un anno scolastico. La seconda stagione, che ha visto l’ingresso nel cast di un Cuordipietra Famedoro un po’ fuori ruolo, era stata in generale meno apprezzata rispetto alla prima, con un finale che era apparso lievemente affrettato (sole tre puntate, invece di cinque) e in un primo momento si era paventato che potesse essere la “stagione di chiusura” della serie, che però, utilizzando un gergo prettamente televisivo, è stata rinnovata per una terza stagione. L’originalità del non lieto fine Terza stagione che abbiamo potuto leggere interamente su questo numero del settimanale, essendo stata compressa in due soli episodi. I testi e i disegni sono dello stesso Gervasio che ha optato per dare un titolo diverso, o per meglio dire un “sottotitolo” a ciascuna delle due parti: La notte del vandalo e Il sogno di Beth. Lo scopo evidente di questa terza stagione è sembrato quello di mettere da parte complotti e misteri più accattivanti per concentrarsi maggiormente sullo sviluppo dei vari personaggi: era necessario districare quel “triangolo amoroso” venutosi a creare nella stagione precedente, tra Quackett, un altro giovane “nobilpapero” e la risoluta Beth. La soluzione ideata dall’autore consiste nel togliere di mezzo entrambi i comprimari dalla scena: il primo in quanto colpevole di un efferato crimine (vabbè, si fa per dire), la seconda in procinto di trasferirsi per coronare il suo sogno di divenire pittrice di successo. D’altronde, Gervasio sapeva bene di dover fare in modo che Quackett rimanesse solo in futuro per poi legarsi a quella che diventerà la sua partner in crime, Dolly Paprika. La storia si dipana con uno sviluppo lineare e coerente e il finale in stile “non vissero felici e contenti” è senz’altro originale e inusuale nella tradizione del fumetto Disney. D’altra parte chi scrive questa recensione non ha mai nascosto, e di persona nemmeno allo stesso Gervasio, di non apprezzare particolarmente lo stile un po’ retorico e didascalico che in questo episodio di Paperbridge è sicuramente grande protagonista. In più, il mistero sul quale è basata la stagione non è risultato essere particolarmente coinvolgente: è passato sicuramente in secondo piano rispetto alle varie implicazioni che avrebbe potuto avere nei confronti dei vari personaggi (l’espulsione di Tommy e tutto ciò che poteva conseguirne). Continua poi ad essere un fil rouge di tutta l’epopea quackettiana una fin troppo marcata retorica anti-ricchi e anti-nobiltà che inizia un po’ a segnare il passo. Zooooooooooooommmmmm Sul lato visivo lo stile di Gervasio è sempre il medesimo: semplice, decifrabile, ricco di particolari e povero di orpelli e decorazioni non necessarie. Il lavoro eseguito sui disegni è quindi coerente con le ben note capacità grafiche dell’autore romano pur presentando talvolta delle perplessità. Una punta di delusione, in questo senso, è stata generata nello scrivente dalla quadrupla che rappresenta forse il fulcro della narrazione e della vicenda. In questa, Quackett spiega finalmente al fratello le conclusioni e i cambiamenti che l’amore per Beth, l’amicizia per Tommy e in generale l’esperienza a Paperbridge hanno suscitato nel suo animo. La soluzione stilistica adottata, tuttavia, non sembra essere andata di pari passo con l’importanza del racconto e la presenza di una semplice visuale zoomata dei personaggi, senza guizzi grafici di sorta, manca di arricchire quella che poteva essere a tutti gli effetti una scena cardine della mitologia di Fantomius. Rimane il fatto che schiere di lettori di Topolino sono entusiaste di leggere queste storie ed è giusto che il settimanale e Gervasio continuino a riproporle secondo taluni canoni che hanno già portato l’autore a numerosi riconoscimenti e a un inequivocabile successo editoriale. Nota di colore: il cameo della Bella addormentata nell’aula di pittura. Ormai non c’è storia di Gervasio in cui il dipinto non sia presente, a questo punto riteniamo sia una operazione di scaramanzia. Il numero prosegue con la terza puntata di Scacco matto a Topolino (Di Gregorio e O. Panaro): in attesa della conclusione della prossima settimana la sfida scacchistica continua ma non coinvolge. Il tratto del buon Ottavio Panaro non sembra essere poi adatto a questo tipo di narrazione: al di là delle considerazioni stilistiche sembra mancare completamente quel plus di pathos che sarebbe necessario in una storia del genere. Una strana accoppiata troviamo all’opera su Pioggia, pioggia che cadi: Enrico Faccini scrive il soggetto e lo disegna, Gaja Arrighini gli dà una mano in fase di sceneggiatura. La storia non fa gridare al miracolo, ma se nei disegni e nello svolgimento, classico, ha un suo perché, le didascalie con la poesiola non aggiungono nulla e anzi l’impressione è che tolgano (più di) qualcosa al risultato complessivo. Troppe didascalie, ce n’era bisogno? Ad esclusione della didascalia presente in ultima pagina, che fornisce una chiosa necessaria, avrebbe probabilmente giovato alla storia se, come spesso accade con Faccini, si fosse lasciato l’intento descrittivo e poetico alla sensibilità dei disegni. Chiude il numero la seconda ed ultima puntata di Viaggio nella Luna: Bruno Enna e il più giovane dei fratelli Pastrovicchio portano a compimento l’adattamento di ciò che a tutti gli effetti è considerato il primo film di fantascienza della storia. L’artista parigino Georges Méliès, il cui lavoro mi sono convinto a recuperare leggendo questa storia, è considerato l’inventore degli effetti speciali cinematografici e ne fa grande uso nel “film” (che dura circa 15 minuti) da lui diretto e interpretato. Nella pellicola abbondano stramberie varie (si pensi alla faccia della luna, agli abitanti della stessa, all’ignorare ogni singola legge della fisica e le nozioni di astronomia allora note) ma nel complesso il risultato è incredibilmente intrattenente, per un prodotto cinematografico che risale a 120 anni fa e agli albori del cinema. La soluzione adottata da Enna e Pastrovicchio consiste nel cercare di “razionalizzare” tutte le assurdità e i “buchi di trama”, se così vogliamo definirli, del film naïf di Méliès. Zio Paperone sulla Luna Così facendo la storia torna maggiormente su canoni di disneyanità, e dubito in effetti che Zio Paperone (al modo del protagonista del film) avrebbe potuto decimare metà della popolazione lunare a colpi di ombrello, ma perde parte di quella stralunata stravaganza che rende così peculiare la pellicola. Ne consegue una storia paradossale ma non troppo che vuole stupire e allo stesso tempo prendersi sul serio. Si perde dunque un poco di quella trasognata assurdità che ben era presente nella prima puntata. Qualche critica va mossa al personaggio di Brigitta che forse monopolizza troppo la seconda parte di questo ultimo episodio. Nel complesso comunque un buon lavoro, che ha il merito di far riscoprire un gioiello che ha fatto la storia della cinematografia. Alessandro Pastrovicchio si supera nelle ambientazioni fantascientifiche e nella rappresentazione di personaggi vivaci e vitali. In conclusione un numero che vorrebbe essere ottimo ma che per un motivo o per l’altro non raggiunge mai quel livello, andandosi a posizionare nella media.

Leggi la recensione

Voto del recensore:
Voto medio: (30)
Esegui il login per votare

Topolino 3489

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

Cornelius Coot
Imperatore della Calidornia
PolliceSu

  • ******
  • Post: 11674
  • Mais dire Mais
    • Offline
    • Mostra profilo
PolliceSu
    Topolino 3489
    Lunedì 3 Ott 2022, 12:51:39
                                                                                                                            STORIE
    ______________________________________________________________________________________________________________________________________

    PaperBridge - La Notte del Vandalo                                                                                                                                                          26   tavole
    Storia e disegni di Marco Gervasio - Chine di Alessandro Zemolin - Colori di Irene Fornari
    PaperBridge - Il Sogno di Beth                                                                                                                                                                   28   tavole
    Storia e disegni di Marco Gervasio - Chine di Alessandro Zemolin - Colori di Irene Fornari
    Scacco Matto a Topolino   (episodio 3 di 4)                                                                                                                                              22   tavole
    Storia di Giovanni Di Gregorio - Disegni e chine di Ottavio Panaro - Colori di Nicole Serra
    Pioggia, pioggia che cadi                                                                                                                                                                               5   tavole
    Storia di Enrico Faccini e Gaja Arrighini - Disegni di Enrico Faccini - Colori di Barbara Casiraghi
    Viaggio nella Luna   (episodio 2 di 2)                                                                                                                                                          32   tavole
    Storia di Bruno Enna - Disegni e chine di Alessandro Pastrovicchio - Colori di Emanuele Virzì
    Minima Paperalia - Il Naufrago   (One Page)                                                                                                                                               1   tavola
    Storia, disegni e chine di Enrico Faccini - Colori di Valentina Mauri
    ______________________________________________________________________________________________________________________________________

                                                             COPERTINA         Disegni di Corrado Mastantuono - Colori di Andrea Cagol


                                                                                                                 SERVIZI  e  RUBRICHE
    ______________________________________________________________________________________________________________________________________

    Per il buon nome del College - Ricapitolando...   (Barbara Garufi)
    Greg Paltrineiri e la Grande Italia del Nuoto! - Nuoto   (Fabio Licari)
    Visto da... lassù! - Spazio
    Topolinia è... a pezzi! - Ricapitolando...   (Barbara Garufi)
    A scuola di Scacchi! - Il Mondo degli Scacchi   (Federico Taddia)
    Quando si ha la Luna... storta! - Ricapitolando...   (Barbara Garufi)
    Dimmi cosa disegni e ti dirò chi sei! - L'angolo dei lettori   (Barbara Garufi)
    Benvenuto tra noi, TopoPrincipe! - Anteprima Fumetto   (Barbara Garufi)   Intervista a... Augusto Macchetto
    ______________________________________________________________________________________________________________________________________

    « Ultima modifica: Lunedì 3 Ott 2022, 13:21:46 da Cornelius Coot »

    *

    fab4mas
    Pifferosauro Uranifago
    PolliceSu

    • ***
    • Post: 480
    • Swim-Bike-Run-Disney
      • Offline
      • Mostra profilo
    PolliceSu
      Re:Topolino 3489
      Risposta #1: Mercoledì 5 Ott 2022, 09:13:12
      Parziale recensione ma mi sa che quello che volevo leggere l ho letto.

      La 3 dello scacco matto è quella che mi è piaciuta di meno. Forse esagero ma l impressione di una vicenda che si sarebbe potuta gestire con due episodi non me la levo dalla testa, poi capisco che sia funzionale al gadget ma il brodo temo sia un po' allungato. Spero in un bel finale perchè quello potrebbe spostare l'ago della bilancia.

      Viaggio nella Luna la promuovo appieno, ammetto di esser molto condizionato dai disegni che trovo davvero belli (a differenza di scacco matto). Non ricordo praticamente nulla del film per cui non ho davvero idea se sia un omaggio 'fedele' o no.

      Ho l abbonamento in scadenza, vedo che tra i gadget da scegliere pe ril rinnovo c'è la scacchiera e ne approfitterò. Mi son reso conto solo ora che sotto Natale saran 3500 i numeri  :gift:
      « Ultima modifica: Mercoledì 5 Ott 2022, 09:15:43 da fab4mas »
      Grazie Babbo anche per quella volta nel 1980 in cui sei tornato a casa con un Topolino in mano chiedendomi se mi andava di leggerlo...non ho più smesso.

      *

      Frame
      Papero del Mistero
      PolliceSu

      • **
      • Post: 202
      • Esordiente
        • Offline
        • Mostra profilo
      PolliceSu
        Re:Topolino 3489
        Risposta #2: Mercoledì 5 Ott 2022, 13:57:36
        Parziale recensione ma mi sa che quello che volevo leggere l ho letto.

        La 3 dello scacco matto è quella che mi è piaciuta di meno. Forse esagero ma l impressione di una vicenda che si sarebbe potuta gestire con due episodi non me la levo dalla testa, poi capisco che sia funzionale al gadget ma il brodo temo sia un po' allungato. Spero in un bel finale perchè quello potrebbe spostare l'ago della bilancia.

        Viaggio nella Luna la promuovo appieno, ammetto di esser molto condizionato dai disegni che trovo davvero belli (a differenza di scacco matto). Non ricordo praticamente nulla del film per cui non ho davvero idea se sia un omaggio 'fedele' o no.

        Ho l abbonamento in scadenza, vedo che tra i gadget da scegliere pe ril rinnovo c'è la scacchiera e ne approfitterò. Mi son reso conto solo ora che sotto Natale saran 3500 i numeri  :gift:

        Si il numero 3500 coincide con il numero natalizio del 21 dicembre. Chissà se dedicheranno la copertina a questo importante traguardo o al Natale.

        *

        Geronimo
        Ombronauta
        PolliceSu

        • ****
        • Post: 783
          • Offline
          • Mostra profilo
        PolliceSu
          Re:Topolino 3489
          Risposta #3: Mercoledì 5 Ott 2022, 14:16:29
          Parziale recensione ma mi sa che quello che volevo leggere l ho letto.

          La 3 dello scacco matto è quella che mi è piaciuta di meno. Forse esagero ma l impressione di una vicenda che si sarebbe potuta gestire con due episodi non me la levo dalla testa, poi capisco che sia funzionale al gadget ma il brodo temo sia un po' allungato. Spero in un bel finale perchè quello potrebbe spostare l'ago della bilancia.

          Viaggio nella Luna la promuovo appieno, ammetto di esser molto condizionato dai disegni che trovo davvero belli (a differenza di scacco matto). Non ricordo praticamente nulla del film per cui non ho davvero idea se sia un omaggio 'fedele' o no.

          Ho l abbonamento in scadenza, vedo che tra i gadget da scegliere pe ril rinnovo c'è la scacchiera e ne approfitterò. Mi son reso conto solo ora che sotto Natale saran 3500 i numeri  :gift:

          Si il numero 3500 coincide con il numero natalizio del 21 dicembre. Chissà se dedicheranno la copertina a questo importante traguardo o al Natale.
          Secondo me non può mancare la copertina legata al n.3500, Natale c'è tutti gli anni, il 3500 solo una volta. Il Natale troverà sicuramente spazio nelle storie del numero insieme magari alla tematica del 3500.







          Luca Giacalone

          *

          fab4mas
          Pifferosauro Uranifago
          PolliceSu

          • ***
          • Post: 480
          • Swim-Bike-Run-Disney
            • Offline
            • Mostra profilo
          PolliceSu
            Re:Topolino 3489
            Risposta #4: Mercoledì 5 Ott 2022, 14:26:05
            Voto per un 'capra&cavoli' tipo piazzare il numero in contesto natalizio. credo che questo escluderebbe un eventuale doppia copertina come quelle che mi son tanto piaciute ma non è certo una regola fissa.
            Grazie Babbo anche per quella volta nel 1980 in cui sei tornato a casa con un Topolino in mano chiedendomi se mi andava di leggerlo...non ho più smesso.

            *

            Cornelius Coot
            Imperatore della Calidornia
            PolliceSu   (1)

            • ******
            • Post: 11674
            • Mais dire Mais
              • Offline
              • Mostra profilo
            PolliceSu   (1)
              Re:Topolino 3489
              Risposta #5: Mercoledì 5 Ott 2022, 14:33:49
              Il numero tondo e il Natale possono convivere nella stessa copertina (anche se potrebbe esserci una variant). Immagino un abete con appesi i quattro numeri 3500 rossi e scintillanti e i personaggi principali festeggiare tutti intorno i due 'lieti eventi'  ;D

              *

              Melus
              Gran Mogol
              PolliceSu   (3)

              • ***
              • Post: 700
              • Ehilà, parentame! Come butta?
                • Offline
                • Mostra profilo
              PolliceSu   (3)
                Re:Topolino 3489
                Risposta #6: Mercoledì 5 Ott 2022, 15:07:56
                Senza dimenticare che anche il numero precedente e quello successivo al 3500 saranno numeri importanti: il n.3499 sarà quello in cui ricadranno i 75 anni di zio Paperone, mentre sul n.3501 ricadranno i 90 anni dal primo numero di Topolino giornale, quindi probabilmente avremo tre numeri celebrativi uno dietro l'altro.😁

                *

                Photomas2
                Papero del Mistero
                PolliceSu   (1)

                • **
                • Post: 224
                • Fanatico di Goldrake e Mazinger
                  • Offline
                  • Mostra profilo
                PolliceSu   (1)
                  Re:Topolino 3489
                  Risposta #7: Mercoledì 5 Ott 2022, 17:17:15
                  Sulla scacchistica mi astengo fino alla fine, mentre la facciniana non mi ha detto nulla di nulla.

                  Molto, ma molto meglio la fine del "Viaggio nella Luna" che disneyanizza alla grandissima tutto quello che si vede nel film, dando pure un senso logico a cose che erano inspiegate, con dialoghi briosi e divertenti sempre. Enna al suo top, nulla da dire, con un Alessandro Pastrovicchio da applauso sempre, in ogni vignetta, in ogni inquadratura, in ogni dettaglio, in tutto e per tutto: un fenormeno totale che deve restare sul settimanale molto a lungo! Grandissimi. Giù il cappello e annodiamo le barbe, in attesa dei capolavori prossimi venturi. Una sola cosa non ho compreso: nelle vignette all'interno del vascello, dove i suoni non si sentono, come capiscono i personaggi ciò che si dicono tra loro??? :-? :-? :-? :-? Sembrano parlarsi senza problemi lo stesso...

                  E col botto torna anche Paperbridge, col botto veramente grosso, perché uno dei personaggi che pensavamo ci avrebbe accompagnati a lungo sembra uscire dalla trama. Non muore, tranquilli: se ne va e basta. Ma è un signor colpo di scena, narrato con poesia e delicatezza nelle motivazioni, e... e... e... Ma a chi vuoi darla a bere, Gervasio? :rotfl: :rotfl: :rotfl: Sì, hai scritto un grande addio, ma tanto ho letto le righe piccole dell'ultima di Fantomius, e so che quel personaggio sta probabilmente per tornare e fare un bel caos! Bella trovata aver messo proprio questo splendido Paperbridge tra due Fantomius che gli si ricollegano! Due splendide puntate a prescindere dal fatto di averci indovinato o meno su quel ritorno!

                  Gran numero. Grandissimo numero con un Paperbridge e un Viaggio che non dimenticheremo presto. Anzi, li ricorderemo molto, ma molto a lungo.

                  *

                  Samu
                  Diabolico Vendicatore
                  PolliceSu

                  • ****
                  • Post: 1642
                  • Impegnato a scrivere
                    • Offline
                    • Mostra profilo
                  PolliceSu
                    Re:Topolino 3489
                    Risposta #8: Mercoledì 5 Ott 2022, 17:55:40
                    Non ho seguito i due episodi precedenti di "Scacco Matto a Topolino" e quindi, alla luce della "sola" lettura di questo terzo episodio di quattro, ho una visione parziale dell'andazzo della storia.
                    Ma l'episodio che ho trovato in questo numero posso dire che mi è piaciuto.
                    A conti fatti mi sono ritrovato una vicenda gradevole, che si è fatta leggere bene e in cui mi è piaciuto il modo con cui ne esce fuori Pippo nella sua dote di rimanere sereno e pacato anche quando la situazione della partita tra lo scacchista e la polizia sta prendendo sempre più una brutta piega.

                    Anche la seconda parte di "Viaggio nella Luna" mi ha saputo intrigare nel corso della narrazione nonostante mi mancasse l'episodio precedente come base per apprezzare appieno la storia nella sua interezza.
                    Bruno Enna, come sottolinea giustamente l'avvocato, si dimostra sempre un autore bravissimo nel muovere i personaggi e le sue storie con brio e freschezza.
                    Ed anche questa volta è riuscito a farmi calare nelle atmosfere del racconto facendomi sentire affianco al protagonisti della vicenda nel corso dei suoi sviluppi.
                    Impagabile poi la reazione di Zio Paperone (alias Paperon de Papériès) nel momento in cui respinge con sdegno i salamelecchi del barbuto comitato di bentornato di ritorno dall'esplorazione del satellite lunare!  ;D

                    La breve di Enrico Faccini e Gaja Arrighini si inserisce nella scia positiva che questo Topolino mi ha restituito.
                    Una storia molto semplice, quasi una filastrocca sulla pioggia, la quale mi ha donato un bel senso di tenerezza.
                    Merito, questo, non solo della parte scritta ma anche dei disegni di un Enrico Faccini che sa far parlare i personaggi che disegna già solo con le loro espressioni.
                    Le sue matite le trovo adatte - tra le altre cose - ad animare le vicissitudini dei quadrupedi disneyani e tanto mi era piaciuto nella serie delle Cronache Feline, tanto l'ho apprezzato in questa breve di cinque pagine con protagonista Pluto.

                    La mia preferita dell'albo è però la storia d'apertura, introdotta peraltro da una bellissima illustrazione di Corrado Mastantuono.
                    Questi due nuovi episodi della serie Paperbridge confermano la bravura di Marco Gervasio nel sapere muovere con abilità e destrezza le vicissitudini del giovane John Quackett prima che diventasse il famoso ladro gentiluomo.
                    Il racconto che nasce dalla penna dell'autore romano ha saputo tenere alta la mia attenzione ed il mio interesse dall'inizio alla fine, la sua narrazione si è rivelata fluida e gestita molto bene nel dipanarsi della vicenda e i momenti più "pieni" dal punto di vista emotivo ed anche riflessivo li ho davvero apprezzati.
                    Non mi hanno dato per nulla l'impressione di essere stati costruiti con leggerezza né tantomeno con retorica ed anzi, di questi, mi è piaciuto proprio il modo naturale e "sentito'' con cui vengono comunicati al lettore.

                    In definitiva, si tratta di un numero che mi è piaciuto in ogni sua componente e che si è rivelato un'ottima lettura anche negli interessanti articoli di approfondimento, dall'intervista al giovane campione di scacchi all'anteprima del Topo Principe.

                    *

                    Photomas2
                    Papero del Mistero
                    PolliceSu   (1)

                    • **
                    • Post: 224
                    • Fanatico di Goldrake e Mazinger
                      • Offline
                      • Mostra profilo
                    PolliceSu   (1)
                      Re:Topolino 3489
                      Risposta #9: Giovedì 6 Ott 2022, 08:54:34
                      Ma per curiosità, quanti numeri ha in arretrato da leggere John Lamont Quackett di "Provolino"?

                      In ogni vignetta della camera ce ne sono quattro o cinque diversi...  ;D

                      *

                      fab4mas
                      Pifferosauro Uranifago
                      PolliceSu

                      • ***
                      • Post: 480
                      • Swim-Bike-Run-Disney
                        • Offline
                        • Mostra profilo
                      PolliceSu
                        Re:Topolino 3489
                        Risposta #10: Giovedì 6 Ott 2022, 10:14:11
                        Bello che rileggendo le vs recensioni ho scoperto che mi ero scordato quella di Faccini, gli indici servirebbero anche a questo, ma vabbeh. Carina senza lasciare il segno però l'ultima vignetta da sola la trovo bellissima.
                        Grazie Babbo anche per quella volta nel 1980 in cui sei tornato a casa con un Topolino in mano chiedendomi se mi andava di leggerlo...non ho più smesso.

                        *

                        rikki-tikki-tavi
                        Gran Mogol
                        PolliceSu   (1)

                        • ***
                        • Post: 702
                        • Esordiente
                          • Offline
                          • Mostra profilo
                        PolliceSu   (1)
                          Re:Topolino 3489
                          Risposta #11: Giovedì 6 Ott 2022, 14:11:36
                          Bello che rileggendo le vs recensioni ho scoperto che mi ero scordato quella di Faccini, gli indici servirebbero anche a questo, ma vabbeh. Carina senza lasciare il segno però l'ultima vignetta da sola la trovo bellissima.
                          Ricorda molto il classic cartoon "Qua la zampa", dove appunto Pluto salva un gattino abbandonato dentro ad un sacco e gettato in un fiume in inverno.
                          In più questo corto(del 1941) è stato dedicato ad una Fondazione che si occupa di animali e il 4 ottobre viene celebrata la loro giornata mondiale.

                          *

                          Anapisa
                          Cugino di Alf
                          PolliceSu

                          • ****
                          • Post: 1339
                            • Offline
                            • Mostra profilo
                          PolliceSu
                            Re:Topolino 3489
                            Risposta #12: Giovedì 6 Ott 2022, 23:16:29
                            Questo 3489 si è rivelato un ottimo numero!
                            Paperbridge, che fin'ora ho sempre apprezzato molto,non ci pensa neppure minimamente a deludermi! Per me solo questa storia vale tutto il numero, a parte che me la son letta tutta d'un fiato (meno male che è stato deciso si pubblicare in un numero solo entrambi gli episodi) perché ha un modo di raccontare i fatti che ti prende e non ti molla, è coinvolgente, tratta molti temi pure delicati, come gelosie, disparità sociali, ingiustizie, sospetti,pregiudizi..e porta a conclusioni che indirizzano il lettore ad empatizzare con i personaggi, facendogli distinguere il bene dal male.Poi non mancano amori,amicizie, la capacità di riuscire a fare gruppo nonostante i caratteri differenti..c', è davvero tanto in questa storia,oltre che la storia stessa.
                            Un piacere sia per la mente che per gli occhi, perché oltretutto vanta degli azzeccati disegni che complice anche la colorazione ti trasportano direttamente indietro nel tempo.
                            E anche la mia seconda storia preferita dell'albo vanta disegni incantevoli, anche qui azzeccatissimi,rendono perfettamente l'atmosfera vintage che la storia vuole avere.Storia che anche qui coinvolgente, nonostante non sia una delle prime storie sulla Luna,ti rapisce e ti fa venir voglia di metterti lì, a fissare la luna (che qui è una signora luna).Non ho mai visto il corto ma mi è venuta voglia di rimediare questo mini film ispiratore.
                            Poetica la storia di Faccini,ricorda tanto un corto animato di molti anni fa,dove il protagonista era Pluto che cercava di salvare un gattino.

                            *

                            Cornelius Coot
                            Imperatore della Calidornia
                            PolliceSu   (2)

                            • ******
                            • Post: 11674
                            • Mais dire Mais
                              • Offline
                              • Mostra profilo
                            PolliceSu   (2)
                              Re:Topolino 3489
                              Risposta #13: Venerdì 7 Ott 2022, 11:47:56
                              PaperBridge - La Notte del Vandalo + il Sogno di Beth
                              Un doppio ritorno scoppiettante, con una serie di situazioni interessanti e coinvolgenti, di nuovi ingressi e di inaspettate uscite di scena. L'affresco sociale di una Inghilterra 'belle epoque' si evince anche da certi ragionamenti e da certe mentalità 'classiste', più evidenti nei personaggi anziani che in quelli giovani che sembrano aver superato alcune barriere iniziali. In effetti i rapporti tra i ragazzi del college sono molto curati, nei dialoghi come nelle relazioni e negli sguardi che si danno. E' il fumetto che preferisco, quello senza sbavature demenziali, 'serio' e coerente, dove le parentesi comiche (quando ci sono) hanno un senso e sono più che altro ironiche, sarcastiche. Questi anni collegiali ci permettono di vedere John interagire anche con i suoi familiari fra cui il famoso fratello Henry, futuro 'fantasma' di Notre Duck. Un 'fratellone' più filosofo che architetto, secondo il giudizio del 'fratellino'. Da notare il cambio di look di Beth: via il caschetto (che la faceva sembrare una copia di Dolly, visto anche il taglio di occhi simile) per dei capelli intrecciati e oliati con 'effetto bagnato'. Sia lei che 'Quacky' hanno carattere e gli scontri sono all'ordine del giorno per i motivi più vari, al punto che neanche i loro amici riescono più a seguirli. Sentimenti, gelosie, sotterfugi adolescenziali si intrecciano fino a sfociare pericolosamente in situazioni illegali che coinvolgono una scuola già provata dalle recenti esperienze negative dei professori Krimen e Famedoro. 
                              Scacco Matto a Topolino   (terza puntata)
                              Serietà e coerenza apprezzate in PaperBridge si dissolvono in questa lunga partita a scacchi i cui contorni non sono mai veramente drammatici come il soggetto di per se dovrebbe suggerire: sembra che Di Gregorio faccia di tutto per smorzare qualsiasi tendenza al pericolo con sketch che lasciano il tempo che trovano (quello dell'agente che non si tiene un cecio in bocca è 'deprimente'). Se questo scacchista dovesse essere il nuovo pericolo pubblico di Topolinia in storie a seguire, il suo esordio non è dei migliori: nonostante un aspetto 'temibile', le sue azioni sono piuttosto innocue, per quanto elaborate. Non credo che l'ultima puntata potrà cambiare le carte in tavola: si spera solo che alla demenzialità corrente verrà affiancata l'ironia di Pippo, probabile degno erede del suo bis bis Pipparov (anche perché tutti i migliori scacchisti sono stranamente reticenti all'idea di contrapporsi a Lahman)
                              Viaggio nella Luna   (seconda e ultima puntata)
                              Non conoscendo il breve film originale non so quanto 'fuori strada' sia andato questo finale disneyano: probabilmente il 'tutto è possibile' ha sviluppato la fantasia di Enna con nuove situazioni francamente imprevedibili (tra cui il 'cameo' di Paperetta Yé Yé, se è lei la 'sorellina' di Brigitta). Parodia da ricordare sicuramente per le magnifiche tavole di Pastrovicchio mentre riguardo la sceneggiatura resto perplesso pur riconoscendo che è proprio il genere a non avermi mai particolarmente ispirato (e 'in genere' Enna non sbaglia un colpo). Dopo il viaggio lunare ci sarà quello solare: non so quanto legato a classici fantascientifici ma sicuramente interessante, quantomeno a livello estetico ma spero (per me) anche narrativo.
                              « Ultima modifica: Lunedì 10 Ott 2022, 10:51:54 da Cornelius Coot »

                              *

                              Tenebroga
                              Papero del Mistero
                              PolliceSu

                              • **
                              • Post: 214
                                • Offline
                                • Mostra profilo
                              PolliceSu
                                Re:Topolino 3489
                                Risposta #14: Venerdì 7 Ott 2022, 16:29:49
                                Pur capendo che siamo di fronte a un'opera di valore a me "Viaggio nella Luna" non è piaciuto. Ho aspettato di leggere entrambe le parti prima di esprimere un giudizio ma quello che già mi sentivo leggendo la prima parte è stato confermato nella seconda.
                                La trama, se non nelle primissime pagine, proprio non mi ha preso. E anche i personaggi in costume non hanno catturato il mio interesse.
                                La giustificazione finale di tutte le stranezze l'ho trovata inoltre un po' sbrigativa anche se funge da
                                Spoiler: mostra
                                cliffhanger per altre avventure che però almeno per ora non mi suscitano attesa.

                                Peccato perché spesso le storie di Enna mi piacciono e Pastrovicchio ha fatto un lavoro super.

                                PaperBridge davvero ottima sotto ogni aspetto. Avevo aspettative alte e sono state pienamente soddisfatte. A mio parere vale l'intero numero.
                                "Scacco Matto a Topolino£ mi coinvolge abbastanza anche se pecca di qualche ingenuità. Nel complesso mi sembra abbastanza buona.
                                Un po' deluso dall'opera di Faccini stavolta che tuttavia non è malaccio ma lo preferisco nelle storie comiche e/o inquietanti.

                                 

                                Dati personali, cookies e GDPR

                                Questo sito per poter funzionare correttamente utilizza dati classificati come "personali" insieme ai cosiddetti cookie tecnici.
                                In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni.
                                Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai trovare il dettaglio di quanto riassunto in queste righe.

                                Per continuare con la navigazione sul sito è necessario accettare cliccando qui, altrimenti... amici come prima! :-)