Logo PaperseraPapersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
Le nostre recensioni
4 | |
5 | |
2.5 | |
4 | |
3.5 | |
4.5 | |
5 | |
4 | |
3 | |
4.5 | |
4 | |
3 | |
Topolino 3493 - Recensione di Matteo Gumiero

Cosa rende memorabile una storia a fumetti? E in particolare una storia a fumetti di Topolino? La domanda potrebbe sembrare campata in aria, anche perché ovviamente non c’è una ricetta particolarmente “giusta” o “efficace”, solo, al limite, certune determinate combinazioni possono dare vita a storie indimenticabili.  La sceneggiatura e i disegni sono due facce di una medesima medaglia e una storia a fumetti non può e non deve prescindere né dall’aspetto grafico né da quello della scrittura: solamente quando entrambe sono “di livello” si può parlare di ottima storia. Il colore poi contribuisce senza dubbio al risultato finale: più è accurato, vitale, studiato più l’impressione che se ne deriva sarà intensificata. Ma d’altra parte ci devono essere anche altri elementi, a completamento: una trama in cui ci sia movimento, avvenimenti, pathos, epicità, sentimenti (e non sentimentalismi), divertimento, gag, rimandi al passato, commozione, paura e un bel messaggio di fondo certamente risponderebbe a molte delle caratteristiche che ci si aspetta da una storia che deve perpetuarsi nella memoria di chi la legge.  Ed è per questi ed altri motivi che non ci pentiamo di definire memorabile Topolino e il prigioniero di Verdemare. Francesco Artibani, Silvio Camboni e Irene Fornari danno vita a una storia eccezionale, che rende imperdibile questo numero del settimanale e che cercheremo di analizzare nelle prossime righe. Partendo dai testi, la prima cosa che colpisce un lettore esperto (che è solo un modo per dire “un lettore che inizia ad avere un trentennio di letture di Topolino sul groppone) è sicuramente il fatto che la storia rimandi esplicitamente a una avventura del periodo d’oro del fumetto Disney, per la precisione a Topolino e la scarpa magica di Bill Walsh e Floyd Gottfredson (e Bill Wright, in un pugno di strisce). La variant cover firmata da Silvio Camboni In questa storia, pubblicata per la prima volta tra il 22 giugno e il 28 ottobre del 1953 negli Stati Uniti, Topolino faceva un viaggio in Irlanda per cercare di curare il singhiozzo e si trovava ad avere a che fare con il meraviglioso mondo dei folletti (o dei “piccoletti” come definiti nella vecchia traduzione italiana) e in particolare con un bizzoso tiranno, Re Verdeverde, che aveva spodestato il legittimo monarca Verdino e si divertiva a trasformare le persone in animali, piante e oggetti inanimati. Il nostro eroe dalle grandi orecchie, nel corso della storia, era riuscito a battere l’usurpatore in una gara di ballo e a restaurare il buon Verdino dopo una piccola “guerra civile” tanto improvvisa quanto poco animosa. Dopo quasi settant’anni Artibani e Camboni, due autori fuoriclasse, ci riportano in quelle zone e in quelle atmosfere andando a costruirvi sopra un intreccio complesso, studiato e articolato, tanto da non sfigurare per nulla rispetto  a quello che aveva immaginato Walsh negli anni Cinquanta. La storia procede su binari rigorosi, al contrario di quella da cui prende spunto che, già come accadeva nelle prime strisce (e come spesso accade per i lavori di Walsh), aveva una certa tendenza a deragliare rispetto al percorso delineato. In questo caso l’avventura parte da uno spunto molto semplice: Verdino ha nuovamente bisogno di Topolino perché il suo trono è stato ancora spodestato, stavolta da Lady Moira, una folletta tanto spietata e terribile quanto ambiziosa: non solo il mondo dei “piccoletti” è in pericolo, ma anche il nostro. Stavolta accompagnato da un Pippo in stato di grazia sarà compito di Mickey cercare di riportare la serenità nel mondo dei folletti e di nuovo re Verdino al potere.  A volte ci vuole anche una sana risata L’abilità dello sceneggiatore è stata in particolare quella di riuscire ad alternare in maniera magistrale l’uso dei vari registri presenti nella storia. Si passa dall’inquietudine (a tal proposito, azzeccatissima la scena della cuccia per introdurre il lettore al pericolo imminente), alla comicità, alla commozione. E nessuna di queste soluzioni appare forzata o fa in modo che il tono della storia ne risulti svilito. I colpi di scena non mancano e funzionano così bene da sorprendere il lettore dando, allo stesso tempo, respiro e imprevedibilità alla narrazione. Le numerose gag e battute presenti sono funzionali alla vicenda, sono perfettamente inserite all’interno del contesto e arricchiscono senza impoverire, seguendo una tradizione che è l’essenza del fumetto Disney, partendo proprio da quel Gottfredson (e poi Walsh) che concludeva ogni striscia con un colpo di scena o una trovata divertente.  In ciò, più che nelle citazioni, Topolino e il prigioniero di Verdemare è erede di quell’esperienza, partecipe di una epopea che continua ancor oggi. Il sense of wonder generato da queste 50 tavole è amplificato dai disegni di un Silvio Camboni eccezionale, che torna su Topolino corroborato dalle esperienze maturate in Francia con il fumetto non disneyano e, in particolare, con i due volumi editi da Glénat: Mickey et l’océan perdu e Mickey et la terre des anciens. La complessità delle ambientazioni e la sicurezza con la quale muove i personaggi arricchiscono la narrazione conferendo a Topolino e il prigioniero di Verdemare uno status superiore.  Contribuisce alla bellezza della parte grafica di questa storia anche la splendida colorazione di Irene Fornari che lo stesso Camboni ha supervisionato. Le tonalità del blu che imperversano nelle scene notturne e sottilmente inquietanti dell’incipit della storia lasciano presto spazio al calore del sole e al verde dell’Irlanda, passando poi per il grigio che caratterizza l’ambientazione del reame di Lady Moira e per il rosso e il viola che indicano il calore acceso degli ambienti interni e delle scene ambientate nella fornace.  Qui ogni didascalia sarebbe superflua La citazione necessaria è per due splash page eccezionali: Topolino che fugge nel bosco a pagina 43 e il regno dei “piccoletti” finalmente tornato agli antichi splendori, prima della tirannia, rappresentato nella meravigliosa quadrupla di pagina 62. Se proprio dobbiamo trovare un difetto lo riscontriamo nel formato di Topolino che non risulta adatto a tavole così ricche di particolari, che meriterebbero certamente una ristampa in un formato più consono alla loro bellezza e complessità. Questa storia è anche la dimostrazione di come non siano necessarie centinaia di tavole per raccontare una vicenda compiuta e complessa, di come la narrazione decompressa tanto in auge al giorno d’oggi possa lasciare spazio a una racconto che prende tutto il tempo di cui ha bisogno senza allungare più del dovuto. La storia è densa di avvenimenti eppure nulla sembra essere trattato troppo velocemente. Apprezzabile a tal proposito la scelta fatta anche stavolta dalla redazione di pubblicare entrambe le puntate nello stesso numero, essendo presente già una storia, Topolinia contro, spalmata su diversi numeri. Quest’ultima è presente in chiusura, con il secondo episodio dei tre previsti. Come preventivabile dalle premesse poste la scorsa settimana (e dal fatto di aver letto chi sono gli autori), è Paperinik il protagonista di questo episodio. Marco Gervasio e Alex Bertani spingono forte sul loro progetto di continuity inserendo riferimenti a storie passate e in particolare a Grosso guaio a Paperopoli, che rappresenta il punto di partenza di un filone che si va delineando in cui Topolino collabora con il vendicatore mascherato di Paperopoli. Lo spunto rimane interessante, ancorché non suoni completamente nuovo (dove l’esempio più eclatante della città che va contro il suo abitante più celebre è ovviamente Topolino contro Topolino). La dialettica tra i due protagonisti ha un ruolo centrale nella storia, come già nella precedente del filone, e il loro continuo punzecchiarsi può essere motivo di interesse, ma può stancare e soprattutto sviare dal focus che rimane lo scoprire come mai improvvisamente nessuno più sembra sopportare Topolino (e non perché è amico delle guardie). Rimane in ogni caso la curiosità di vedere come andrà a concludersi questa misteriosa vicenda. Marco Mazzarello ai disegni alterna cose buone e espressioni meno convincenti. C’è dello sporco a Paperopoli Paperino e la tenzone della spatola d’oro, di Pier Giuseppe Giunta e Valerio Held, è una breve innocua, abbastanza classica nello svolgimento, che però non presenta spunti di particolare interesse. Held ritorna dopo qualche tempo con uno stile lievemente mutato che non sfigura ma che sembra necessitare ancora di un certo affinamento, pur presentando caratteri di miglioria rispetto al recente passato. Chiudiamo la recensione con l’altra storia eccellente di un albo imperdibile: torna con una storia lunga (dopo la breve muta con Bum Bum della scorsa settimana) il Corrado Mastantuono autore completo, e lo fa con un nuovo appuntamento del suo ciclo sul Papersera. Papersera News presenta: Zio Paperone e il sapone truccato si trovava sulla carta nella scomoda situazione di dover essere il prosieguo della lettura dopo un’ottima storia di apertura. Non è riuscita, in ogni caso clamorosamente, a non sfigurare. Mastantuono imbastisce una trama vibrante e ricca di verve, con chiari intenti satirici.  Dietro l’apparente e discreta innocuità dei personaggi l’autore romano riesce a inserire una serie di riferimenti al libero mercato, ai regimi di monopolio, alla corruzione e al malaffare, al proibizionismo e al contrabbando. Una “sporca faccenda”, in tutti i sensi. Per quanto riguarda i disegni, l’autore è sempre al suo, altissimo, livello. Un tratto classico, ironico, tanto più adatto quando è lui stesso a scrivere i testi delle storie, mantenendo sempre quell’atteggiamento di bonario e divertito distacco dalle cose.  5 stelle piene, dunque, per un numero di Topolino che non può e non deve assolutamente essere lasciato in edicola.

Leggi la recensione

Voto del recensore:
Voto medio: (37)
Esegui il login per votare

Topolino 3493

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

SalvoPikappa
Ombronauta
PolliceSu

  • ****
  • Post: 964
  • Potere e Potenza!
    • Offline
    • Mostra profilo
PolliceSu
    Topolino 3493
    Mercoledì 2 Nov 2022, 09:26:58
    STORIE
    - Topolino e il prigioniero di Verdemare (Episodi 1+2)
    Storia di Francesco Artibani
    Disegni e chine di Silvio Camboni
    Colore di Irene Fornari
    25 + 25 tavole

    - Papersera News presenta: Zio Paperone e il sapone truccato
    Storia, disegni e chine di Corrado Mastantuono
    Colore di Barbara Casiraghi
    24 tavole

    - Paperino e la tenzone della spatola d'oro
    Storia di Pier Giuseppe Giunta
    Disegni e chine di Valerio Held
    Colore di Gaetano Gabriele D'Aprile
    14 tavole

    - Topolinia Contro (Episodio 2 di 3)
    Storia di Alex Bertani e Marco Gervasio
    Disegni e chine di Marco Mazzarello
    Colore di Putra Shah Bin Bin Abd Jalil
    26 tavole

    - Re di pasticci - Problemi di cuore
    Storia, disegni e chine di Enrico Faccini
    Colore di Valentina Mauri
    1 tavola

    COPERTINA

    Disegni di Corrado Mastantuono - Colori di Andrea Cagol

    SERVIZI e RUBRICHE
    - Chi è il più verde del reame? - Che cosa state per leggere (Barbara Garufi)
    - Tra elfi e portali magici - Topoleggende (Francesca Agrati)
    - Alla scoperta della Basilicata! - Informazione Pubbliredazionale (Francesca Agrati)
    - È uno scherzo? - Ricapitolando... (Barbara Garufi)
    - Puzzle che passione! - Intervista (Federico Taddia)
    « Ultima modifica: Mercoledì 2 Nov 2022, 13:14:33 da SalvoPikappa »

    Nessuno è povero, quando può fare ciò che gli piace quando gli piace!... A me piace tuffarmi nel denaro, come un pesce baleno, e scavarci gallerie, come una talpa, e gettarlo in aria e farmelo ricadere sulla testa!

    *

    il Tommi
    Evroniano
    PolliceSu

    • **
    • Post: 86
      • Offline
      • Mostra profilo
    PolliceSu
      Re:Topolino 3493
      Risposta #1: Mercoledì 2 Nov 2022, 11:41:52
      Perbacco, “Topolinia contro” è sempre più entusiasmante! L’unico dubbio resta che la soluzione dell’enigma
      Spoiler: mostra
       non sia attualmente accessibile ai lettori perché la storia dà pochissimi elementi su sui ragionare, ora come ora è più thriller che giallo
      , vedremo mercoledì prossimo se sarà stata la scelta giusta. Comunque non mi aspettavo che Gervasio
      Spoiler: mostra
       infilasse Paperinik anche qui
      , teoricamente era concepibile ma lo spoiler sul Topo della scorsa settimana mi faceva pensare a qualcosa di più banale  :D

      *

      Photomas2
      Papero del Mistero
      PolliceSu   (2)

      • **
      • Post: 222
      • Fanatico di Goldrake e Mazinger
        • Offline
        • Mostra profilo
      PolliceSu   (2)
        Re:Topolino 3493
        Risposta #2: Mercoledì 2 Nov 2022, 12:30:02
        "Topolinia contro" procede benissimo: voto riservato, ma promette scintille, con un Mazzarello molto al di sopra del suo solito. Ottimo così, sperando di non essere traditi.

        Fantastico ritorno per Camboni, ottimamente supportato da un Artibani epico. Non adoro il genere follettistico, ma questa storia è un fuoco di fila immenso di trovate, che è impossibile non godersela tutta anche ridendo di gusto. Stupenda.

        Ottima sarebbe anche la nuova del "Papersera news", rientrato nei ranghi dopo le (a mio avviso inutili) parentesi fantasy. Gag a raffica, splendidi disegni, grandi spunti di riflessione, ma... Paperone non si preoccupa del monopolio anche per le sue industrie di detersivi??? Boh, questa cosa mi ha fatto così strano...

        Nulla da dire sulla "spatola d'oro", giusto leggibile, con un ottimo Held a supporto.

        Signori, che numero! Che numero veramente! Imperdibile, e nel più categorico dei modi.

        *

        Cornelius Coot
        Imperatore della Calidornia
        PolliceSu

        • ******
        • Post: 11670
        • Mais dire Mais
          • Offline
          • Mostra profilo
        PolliceSu
          Re:Topolino 3493
          Risposta #3: Giovedì 3 Nov 2022, 13:26:33
                                                                                               Topolino e il prigioniero di Verderame
          Storia che avrebbe meritato la copertina, se non altro per la sua particolarità e il ritorno di Silvio Camboni al Topo dopo sei anni. Non amo il fantasy e per questo non ho mai letto la storia di Gottfredson a cui questa di Artibani si ricollega. Lo farò quanto prima visto che Verderame mi è piaciuta non poco, per una serie di situazioni, battute, personaggi convincenti. E per una certa atmosfera sicuramente fantasy ma che, con i ricordi 'realistici' di Topolino, assume una dimensione di quasi 'normalità'.
                                                                                                   Zio Paperone e il sapone truccato
          Scorrevole soggetto legato al Papersera News, sebbene Paperopoli sembri una contea indipendente, non legata (anche economicamente) allo stato cui appartiene e i giornalisti Paperino e Paperoga, nonostante le ristrettezze del giornale in cui lavorano, riescano a scoprire certi intrallazzi politici precedendo colleghi sicuramente più professionali e pagati. L'affaire del bucato ha tenuto banco per giorni nella metropoli calisotiana e delle altre testate o emittenti cittadine non vi è traccia (dal Grillo della Sera alla Tromba fino a 00 Channel). Certi risultati sono più facili da ottenere quando la concorrenza latita. Paperoga un po' troppo ripetitivo in domande a mitraglia che dovrebbero far ridere ma che non sono all'altezza del suo proverbiale umorismo.
                                                                                         Zio Paperone e la tenzone della spatola d'oro
          Quando si tratta di buttarsi nella mischia lo zione non ci pensa due volte, anche in situazioni apparentemente lontane dalla sua portata. E invece anche in gare gastronomiche, grazie alla sua esperienza di cercatore d'oro (quando la necessità faceva virtù) riesce ad avere la meglio (l'accoppiata con Gastone dovrebbe comunque aver 'influito' sul risultato finale).
                                                                                                Topolinia contro   (seconda puntata)
          Nonostante il plot sia stato già utilizzato diverse volte, Bertani e Gervasio riescono a rendere comunque particolare e diverso questo soggetto, tra mascheramenti e interventi non previsti (che non è la prima volta che accadono, invero). Riguardo il misterioso responsabile di tutto ciò (immaginato tra i possibili nemici di Mickey usciti dal carcere) avevo pensato al grigio Miklos che già in passato aveva procurato guai simili. Però il fatto che un testimone descriva l'ipotetico furfante come più robusto rispetto a Topolino mi fa recedere da questa ipotesi.

          « Ultima modifica: Sabato 5 Nov 2022, 14:50:42 da Cornelius Coot »

          *

          Fantasio
          Bassotto
          PolliceSu   (3)

          • *
          • Post: 16
          • Eterno Esordiente
            • Offline
            • Mostra profilo
          PolliceSu   (3)
            Re:Topolino 3493
            Risposta #4: Giovedì 3 Nov 2022, 16:01:02
            - Topolinia contro.
            Seconda puntata che segna un po' il passo. Gli amici di Topolino e i loro comportamenti strani non ritornano, e così viene a mancare la sensazione di angoscia e di mistero che si era imposta nella prima puntata. Il ritmo ne risente (anche se la sceneggiatura di Gervasio non delude mai). Paperinik è un pesce fuor d'acqua (d'accordo con chi ritiene che troppe storie con Topi e Paperi insieme non vadano bene), specialmente adesso che è ancora vivo il ricordo de "l'isola di Corallo", con Topolino che usciva praticamente da solo da una situazione altrettanto difficile (se non peggiore).
            Incerto il disegno di Mazzarello, che fa quello che può, ma non è Casty. Quando sarà che Gervasio prenderà il coraggio a quattro mani e tornerà a disegnarsi da solo una storia importante, ma senza Fantomius o Paperinik?
            - Il prigioniero di Verdemare.
            Artibani osa dare un seguito a uno dei capolavori di Bill Walsh, e tutto sommato riesce a non sfigurare. Anche se il livello raggiunto dall'autore americano è quasi inavvicinabile, Artibani dimostra, ancora una volta, di essere tra i pochissimi sceneggiatori in grado di scrivere, a dispetto di censure e di politically correct, storie degne dei grandi del passato. Altalenante il disegno di Camboni: molto efficace con Pippo e Topolino, inespressivo sui folletti. Colorazione eccellente e suggestiva, ma non adatta a disegni troppo ricchi di dettagli. Comunque una storia che verrà ricordata.
            She's going on, without even looking back!

            *

            Samu
            Diabolico Vendicatore
            PolliceSu   (1)

            • ****
            • Post: 1640
            • Impegnato a scrivere
              • Offline
              • Mostra profilo
            PolliceSu   (1)
              Re:Topolino 3493
              Risposta #5: Giovedì 3 Nov 2022, 18:11:35
              Mi è piaciuta molto la prima storia dell'albo, Topolino e il prigioniero di Verdemare.
              Non sono affatto un amante dei racconti di stampo immaginifico né di quelli di carattere fantasy e prediligo nettamente lo sfondo quotidiano e di taglio spiccatamente realistico nelle mie letture, tuttavia la storia di Artibani e Camboni di questa settimana è stata davvero un bel leggere e l'ho apprezzata appieno.
              Il racconto tiene molto bene l'attenzione del lettore, con un ritmo che non ha fasi di stanca e che al contrario invita a proseguire nell'addentrarsi nei risvolti della trama.
              "Topolino e il prigioniero di Verdemare" sa unire ad un'ambientazione fantastica una narrazione molto intrigante, con personaggi ben caratterizzati, una buona verve con delle situazioni che mi hanno strappato dei sorrisi ed un taglio sentimentale che non è inserito a forza, ma ben preparato nel corso del racconto e che soprattutto risulta credibile e molto umano.
              Ottimi i disegni di Silvio Camboni e la colorazione di Irene Fornari, la cui combinazione dà risalto alla storia anche dal punto di vista grafico restituendo al lettore delle tavole suggestive, particolari e che ben trasmettono l'atmosfera "magica" sapientemente descritta dalla sceneggiatura di Francesco Artibani.
              Ed a proposito della coppia di protagonisti della storia, ho trovato brillanti le caratterizzazioni di entrambi con un Topolino spigliato, generoso, comprensivo e audace al tempo stesso (molto d'effetto la doppia in cui si getta dalla vetrata della prigione, infrangendo il vetro) ed un Pippo inizialmente scettico, sincero e spiazzante in modo efficace nel momento topico del racconto.

              A seguire, un'altra ottima storia: "Zio Paperone e il sapone truccato" di Corrado Mastantuono autore completo.
              La vicenda si legge bene dall'inizio alla fine, con il trio di giornalisti + direttore del Papersera impegnati a seguire un'inchiesta nell'interesse di tutti i cittadini agendo sul campo.
              Dal canto mio, posso fare notare che mi aspettavo che nella storia trovassero spazio anche delle vivaci proteste da parte dei titolari delle aziende produttrici dei detersivi esclusi - di colpo - dal mercato paperopolese e che Paperone si mostrasse punto dalla questione del monopolio delle vendite non solo come direttore di un giornale ma anche e soprattutto in quanto imprenditore in ogni settore.
              Ma la storia, al netto di questi mancati approfondimenti, l'ho apprezzata parecchio comunque.
              Un po' sacrificato l'aspetto umoristico della vicenda, relegato quasi tutto ad un Paperoga che - quando non indaga - sa solo fare domande incalzanti prive di ragione e senso per essere così ansioso.  :laugh:

              Graziosa la breve di Giunta e Held - che ho trovato in forma migliore rispetto ad alcune prove precedenti, mi basta pensare a quanto non mi avessero del tutto convinto alcuni suoi disegni nella storia di Rockerduck e la bombetta prediletta - e che presenta una simpatica sfida ai fornelli che riecheggia le sfide culinarie che si vedono in programmi televisivi come "MasterChef" e simili.

              A chiusura del numero la seconda parte di Topolinia contro, la quale si avvale di un layout originale e fuori dal canone classico del libretto che contribuisce a conferire alla storia un clima di inquietudine e di mistero che ben si addice al racconto straniante scritto da Gervasio e Bertani.
              La storia mi ha inevitabilmente ricordato "Grosso Guaio a Paperopoli" che molto mi era piaciuta lo scorso anno ed anche la vicenda di Topolinia Contro - con la lettura di questa seconda parte - la accolgo in maniera positiva ed interessata, curioso di conoscere i risvolti della storia e di capire chi c'è dietro ad una situazione tanto assurda che vede Topolino disprezzato e tenuto a distanza da tutti i suoi più cari affetti.

              Molto interessante è stata anche la componente redazionale del numero, specie negli approfondimenti delle leggende sulle creature fantastiche di derivazione celtica e sui i pozzi dei desideri più celebri al mondo e nel servizio dedicato alla regione Basilicata, alla città di Matera e al Parco Nazionale del Pollino.

              *

              Karabandagore
              Evroniano
              PolliceSu

              • **
              • Post: 80
              • Esordiente
                • Offline
                • Mostra profilo
              PolliceSu
                Re:Topolino 3493
                Risposta #6: Giovedì 3 Nov 2022, 19:52:56
                Numero perfettamente riuscito, a mio riguardo. A partire dal "prigioniero di Verdemare", tutte le storie dell'albo mi hanno saputo intrattenere, se non avvincere e intrigare. E proprio la vicenda di apertura, "Topolino e il prigioniero di Verdemare" si rivela essere un vero gioiello, grazie alla narrazione avvincente e alla trama perfettamente congegnata di Francesco Artibani, capace di coniugare avventura, magia, mistero, umorismo e poesia come pochi altri autori nell'odierno panorama autoriale su Topolino. A impreziosire ulteriormente la già bella avventura, contribuiscono i superlativi disegni di un Camboni in forma smagliante, che, grazie al tratto iperdettagliato che avevo ammirato in Mickey e l'oceano perduto, fa rivivere sulla carta le suggestioni dei film di Hayao Myazaki, coadiuvato in questo dai colori dell'ottima Irene Fornari.
                Segue la bella "Zio Paperone e il sapone truccato", appartenete al ciclo Papersera News presenta; questa volta Mastantuono abbandona il consueto umorismo per confezionare una vicenda che affronta temi delicati come la corruzione e il monopolio economico, introducendo su Topolino argomenti inediti come il concetto del rispetto del consumatore e il mercato nero e offrendoci uno spaccato a tinte abbastanza fosche della classe politica ed economica di Duckburg. Questa volta i protagonisti paiono non essere i soliti Zio Paperone, Paperino e Paperoga, ma i paperopolesi stessi: una scelta non inedita, ma certo interessante che contribuisce a far immedesimare il lettore nella quotidianità della città.
                "Paperino e la tenzone della spatola d'oro" è una simpatica riempitiva, senza troppe pretese ma capace di intrattenere il giusto, grazie anche ai disegni di un Valerio Held in netta ripresa rispetto alle sue ultime prestazioni.
                Infine, "Topolinia contro": giudizio sospeso in attesa del finale, ma posso intanto dire che Gervasio si sta rivelando davvero abile nello scrivere un ottimo thriller, non troppo precipitoso nella successione degli avvenimenti ma che si prende i giusti tempi per far progressivamente lievitare la suspense. Unica pecca l'inserimento forzoso, di Paperinik, che appare alquanto innaturale. Buoni i disegni di Mazzarello: non mi convincono appieno, specie in alcune pose ed espressioni, ma sta sperimentando con la griglia della tavola, proponendo soluzioni grafiche nuove che sarebbe stato bello vedere anche nella recente Makemake di stampo pikappico.
                Oh! Date un posto al cimitero...Yùuuuuu! Al mio cuore di vaquero...Yùuu! Egli è morto e lascia sola, uèeeee! La sua casa, la cavalla e la pistola, uèeee!

                *

                Geronimo
                Ombronauta
                PolliceSu   (1)

                • ****
                • Post: 780
                  • Offline
                  • Mostra profilo
                PolliceSu   (1)
                  Re:Topolino 3493
                  Risposta #7: Giovedì 3 Nov 2022, 20:47:11
                  E dopo tanti mesi di digiuno dal Topo, nonostante più volte avessi tentennato, ho ceduto solo oggi di fronte a una storia che richiamava il Topolino delle storie a strisce che adoro e che era firmata da una coppia d'assi: il grandissimo Artibani, tra i migliori degli ultimi decenni, e l'altrettanto grande Camboni, che non ha resistito a riproporre alcune delle sue prodezze viste nei volumi Glenat. Le aspettative non sono affatto deluse, la storia è ovviamente molto diversa da La Scarpa Magica ma non avevo dubbi, essendo lo stile di Walsh più unico che raro. Non aggiungo niente di più perché avete già detto tutto quello di buono che penso di questa storia, in particolare molto d'accordo sulla bella caratterizzazione di Topolino e Pippo e sulle battute che allegeriscono una storia potenzialmente "cupa". Forse alcuni passaggi potevano essere più approfonditi e spiegati con più pagine a disposizione, o forse no, perché così prevale maggiormente l'aspetto magico e fiabesco della storia.

                  Storia dunque molto classica come classica è gran parte del numero. Un numero che può soddisfare i nostalgici.
                  A proposito di nostalgia, il Federico Taddia dell'intervista è quello di Screensaver?
                  E sempre in ambito nostalgia, è tornata la mitica miss Bon Bon Labelle  :D (anche se in maniera un po' sottotono rispetto alle vecchie one-shoot di Faccini)

                  PS chiudo il lungo intervento con un plauso alla nuova grafica che trovo più "professionale" e meno "giocattolosa".
                  Luca Giacalone

                  *

                  Samu
                  Diabolico Vendicatore
                  PolliceSu

                  • ****
                  • Post: 1640
                  • Impegnato a scrivere
                    • Offline
                    • Mostra profilo
                  PolliceSu
                    Re:Topolino 3493
                    Risposta #8: Giovedì 3 Nov 2022, 22:55:38
                    E dopo tanti mesi di digiuno dal Topo, nonostante più volte avessi tentennato, ho ceduto solo oggi
                    Il tuo commento mi ha suscitato curiosità, per cui ti chiedo: da quanto non compravi un numero di Topolino, Geronimo?

                    Citazione
                    E sempre in ambito nostalgia, è tornata la mitica miss Bon Bon Labelle  :D (anche se in maniera un po' sottotono rispetto alle vecchie one-shoot di Faccini)
                    Era già apparsa in precedenza?
                    Io pensavo che fosse una creazione ex-novo per questa tavola autoconclusiva....

                    *

                    Agresti
                    Brutopiano
                    PolliceSu

                    • *
                    • Post: 63
                    • Amatore della Nona Arte.
                      • Offline
                      • Mostra profilo
                    PolliceSu
                      Re:Topolino 3493
                      Risposta #9: Venerdì 4 Nov 2022, 07:43:16
                      A proposito di nostalgia, il Federico Taddia dell'intervista è quello di Screensaver?.

                      Sì, Geronimo, è proprio lui!
                      Scrive per "Topolino" ormai dal 1994.

                      -Leonardo
                      ''Un cappello pensatore può aiutarmi a creare un cappello spensatore?''

                      *

                      Geronimo
                      Ombronauta
                      PolliceSu   (2)

                      • ****
                      • Post: 780
                        • Offline
                        • Mostra profilo
                      PolliceSu   (2)
                        Re:Topolino 3493
                        Risposta #10: Venerdì 4 Nov 2022, 08:34:18
                        Grazie a Leonardo "Agresti", non ricordavo che collaborasse da così tanti anni.

                        Samu non ricordo con esattezza, dovrei controllare, ma credo sia stato il numero con la prima storia di Hatequack e con l'ultima puntata della storia di Casty, però qualcos'altro pubblicato dopo l'ho letta sicuro senza avere però la copia cartacea, per esempio la seconda di Hatequack e qualcos'altro che al momento non ricordo   :laugh:

                        Miss Bon Bon apparve nella serie di one-shoot chiamata Colpi di sole nel 2001, dove c'erano varie storie con Paperoga in spiaggia:

                        https://inducks.org/story.php?c=I+TL+2387-04

                        https://inducks.org/story.php?c=I+TL+2388-04

                        https://inducks.org/story.php?c=I+TL+2389-03



                        « Ultima modifica: Venerdì 4 Nov 2022, 13:36:29 da Geronimo »
                        Luca Giacalone

                        *

                        il Tommi
                        Evroniano
                        PolliceSu

                        • **
                        • Post: 86
                          • Offline
                          • Mostra profilo
                        PolliceSu
                          Re:Topolino 3493
                          Risposta #11: Venerdì 4 Nov 2022, 10:03:56
                          Spoiler: mostra
                          Paperinik

                          Io direi che questo è uno spoiler...
                          Citazione
                          (d'accordo con chi ritiene che troppe storie con Topi e Paperi insieme non vadano bene)
                          Ma chi lo dice?  :confused2:
                          Citazione
                          specialmente adesso che è ancora vivo il ricordo de "l'isola di Corallo",
                          Ma lì era una storia di stampo fantasy, qui spero si cerchi una soluzione logica...
                          Citazione
                          Incerto il disegno di Mazzarello, che fa quello che può, ma non è Casty.
                          Vedendo la scarsa empatia mostrata coi paperi in "Minaccia dallo spazio", direi che è meglio così...
                          Citazione
                          Quando sarà che Gervasio prenderà il coraggio a quattro mani e tornerà a disegnarsi da solo una storia importante, ma senza Fantomius o Paperinik?
                          Be', non credo che si possa parlare di coraggio. Ci sono autori divenuti famosi per un determinato genere di storie, poi ognuno può uscire dalla propria comfort zone ma dire più per sfida personale che per coraggio. Già il fatto che ora maneggi Topolino fa pensare, comunque, che Gervasio abbia voglia di cose nuove. Vedremo.

                          *

                          Photomas2
                          Papero del Mistero
                          PolliceSu

                          • **
                          • Post: 222
                          • Fanatico di Goldrake e Mazinger
                            • Offline
                            • Mostra profilo
                          PolliceSu
                            Re:Topolino 3493
                            Risposta #12: Venerdì 4 Nov 2022, 12:51:39
                            Peraltro, proprio nell'editoriale di questo numero si dice che Gervasio disegnerà in prima persona la prossima del "Sole Nero"...

                            *

                            Samu
                            Diabolico Vendicatore
                            PolliceSu

                            • ****
                            • Post: 1640
                            • Impegnato a scrivere
                              • Offline
                              • Mostra profilo
                            PolliceSu
                              Re:Topolino 3493
                              Risposta #13: Venerdì 4 Nov 2022, 15:00:13
                              Samu non ricordo con esattezza, dovrei controllare, ma credo sia stato il numero con la prima storia di Hatequack e con l'ultima puntata della storia di Casty, però qualcos'altro pubblicato dopo l'ho letta sicuro senza avere però la copia cartacea, per esempio la seconda di Hatequack e qualcos'altro che al momento non ricordo   :laugh:
                              Quindi dal 3458 uscito il 2 Marzo...sono trascorsi parecchi mesi dal tuo Topo cartaceo precedente.
                              Comunque, anch'io nelle ultime settimane ho preso pochi numeri del settimanale in rapporto alla costanza con cui lo avevo seguito per tutto il 2020 e il 2021.
                              Però, le storie annunciate per i prossimi numeri nella conferenza di Lucca riscuotono il mio interesse quindi penso lo seguirò con maggiore curiosità.
                              Citazione
                              Miss Bon Bon apparve nella serie di one-shoot chiamata Colpi di sole nel 2001, dove c'erano varie storie con Paperoga in spiaggia:

                              https://inducks.org/story.php?c=I+TL+2387-04

                              https://inducks.org/story.php?c=I+TL+2388-04

                              https://inducks.org/story.php?c=I+TL+2389-03
                              Me la ricordo la serie "Colpi di sole" di Faccini con la testatina del ciclo di ciak con Paperoga senza cappello intento a fare un castello di sabbia e con lo sguardo mezzo folle.  :rotfl:
                              Quindi si tratta di un recupero "storico" - se tale lo si può chiamare parlando di semplici tavole autoconclusive - e mi stupisce il fatto che dopo vent'anni l'autore ligure abbia riproposto una sua vecchia creazione quando ne poteva tranquillamente inventare una nuova.
                              Sarebbe interessante da vedere in una storia più lunga questa avvenente Miss Labelle, chissà cosa ne verrebbe fuori con un Paperoga cotto di lei!  ;D

                              *

                              Fantasio
                              Bassotto
                              PolliceSu

                              • *
                              • Post: 16
                              • Eterno Esordiente
                                • Offline
                                • Mostra profilo
                              PolliceSu
                                Re:Topolino 3493
                                Risposta #14: Venerdì 4 Nov 2022, 16:58:08
                                Citazione
                                Citazione
                                (d'accordo con chi ritiene che troppe storie con Topi e Paperi insieme non vadano bene)
                                Ma chi lo dice?  :confused2:
                                Un utente in questo thread, altri due perplessi, sia in questo thread che in quello del numero precedente.
                                She's going on, without even looking back!

                                 

                                Dati personali, cookies e GDPR

                                Questo sito per poter funzionare correttamente utilizza dati classificati come "personali" insieme ai cosiddetti cookie tecnici.
                                In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni.
                                Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai trovare il dettaglio di quanto riassunto in queste righe.

                                Per continuare con la navigazione sul sito è necessario accettare cliccando qui, altrimenti... amici come prima! :-)