Logo PaperseraPapersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
Le nostre recensioni
4 | |
5 | |
2.5 | |
4 | |
3.5 | |
4.5 | |
5 | |
4 | |
3 | |
4.5 | |
4 | |
3 | |
Topolino 3495 - Recensione di Andrea Pasti

Tra le tante saghe che affollano il settimanale degli ultimi anni, alcune sono soggette ad una cadenza meno regolare di altre. Caso fortuito ha voluto che due di queste apparissero contemporaneamente sull’albo 3495: quella dei mondiali di calcio di Qui, Quo e Qua e quella cosmica del Sole Nero. Fridonia’s World Cup 2022 è, infatti, l’ultima aggiunta al lungo ciclo di storie calcistiche di Marco Nucci iniziato nel 2020 con Il torneo delle cento porte e proseguita nel 2021 con la Calisota Summer Cup. Nel 2022 inizia quella che sembra essere l’ultima fase, quella dei mondiali, divisa in due parti. La prima, Road to World Cup, si è conclusa su Topolino 3491 e ora con Il futuro è qui entriamo nella seconda, con il testimone artistico che passa da Stefano Intini a Donald Soffritti. Come nei precedenti episodi, la formula è quella del parallelo tra il presente e il passato di uno dei personaggi in scena e, in onore della saga finale, al centro delle attenzioni torna Andrew D. Ribbling, colui che avviò il ciclo. Conosciamo meglio anche la stessa Fridonia, repubblica immaginaria fino ad ora solo citata, ma che ora scopriamo ricordare le ambientazioni dei giochi dei Pokémon: geografie pressoché isolate dal resto del mondo, ma in grado di contenere un vero e proprio micro ecosistema dal clima e dalla topografia variegati e spesso inconciliabili. Tra le squadre concorrenti, accanto alle improbabili Trussia e Brecia, sottolineiamo il cameo della Brutopia di barksiana memoria. La prima partita contro il Fridonia si conclude con una totale disfatta per il Calisota: il perfetto punto di partenza per la rimonta cui sicuramente assisteremo nei prossimi quattro episodi. O forse no. Chissà se hanno un Pokédex regionale La ciurma del Sole Nero giunge al suo giro di boa con Cuore nero, episodio cardine del ciclo che si impegna a rivelarci il mistero del fatidico fallimento del capitano Topolino Tomorrow. Per l’occasione Marco Gervasio, a questo giro autore unico, subentra a Cristian Canfailla, impegnato probabilmente da mesi nella realizzazione del nuovo capitolo della Spada di ghiaccio in arrivo su Topolino 3497. Ma il flashback di Topolino non è il vero fulcro dell’episodio, che si concentra più sulla redenzione verso sé stessi del personaggio. La fiducia dei suoi compagni, infatti, non viene minimamente scalfita dalla rivelazione e, alla fine, l’unico a dover superare i propri tentennamenti è proprio lui. Un cuore emotivo, dunque, che al netto di qualche prolissità nei dialoghi, funziona bene e porta a casa la storia. Sul lato grafico meritano menzione le tavole della discesa del protagonista verso il generatore. Una serie di vignette a tutta pagina (con qualche insert) di costruzione prevalentemente prospettica dall’effetto volutamente straniante e che sembrano ispirarsi ad alcuni grandi film di fantascienza, a partire da 2001: Odissea nello spazio di Stanley Kubrik. Il gioco cromatico, poi, fornisce anche un buon numero di vibes da Jack Kirby. La sequenza si chiude, infine, con un chiarissimo omaggio ad una delle più grandi serie televisive degli ultimi venti anni: Lost di J.J. Abrams, Damon Lindelof e Jeffrey Lieber. Tocca scendere quaggiù ogni 108 minuti? Alle due lunghe storie d’apertura seguono tre riempitive. Il nuovo duo Faraci/Faccini torna sulla serie Gli allegri mestieri di Paperino con Turno di notte, un delirante susseguirsi di gag situazionali alimentate da un MacGuffin robotico: il terreno ideale per far fiorire l’arte dell’“eccentrico” disegnatore. Gambadilegno e il fattore “Sgrinfia” e Paperino, Paperoga e la lista dei guai sono due storie che partono dallo stesso principio: data una coppia di combinaguai, affrontiamo chi dei due è la causa scatenante. Nella storia di Valentini e La Torre, Gambadilegno individua in Sgrinfia la fonte di tutti i fallimenti della propria carriera e cerca di sfruttare l’estromissione forzata del carcere: una storia con pochi guizzi e che ne ricorda molte altre simili, tra cui comunque non riesce a spiccare. Fontana e Usai tentano un approccio diverso e leggermente più innovativo alla questione. Paperino ha le idee chiare in merito alla natura entropica di Paperoga e fin dal primo momento chiede un risarcimento, anche non economico, attraverso una “lista dei guai” che ricorda esplicitamente la più notoria dei debiti con Paperone. Il vero colpo di coda arriva quando Paperoga, offeso dalle reazioni del cugino, si tira indietro e Paperino cede alla propria curiosità, cosicché i due si avviano verso l’ennesima, distruttiva, idea. Chiudere una pagina prima questa storia avrebbe forse giovato ai ritmi, lasciando nel non-detto il progetto del cugino bislacco in una scena che avrebbe funto da preludio a qualsivoglia folle caos li attende all’orizzonte.

Leggi la recensione

Voto del recensore:
Voto medio: (24)
Esegui il login per votare

Topolino 3495

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

Bunz
Giovane Marmotta
PolliceSu

  • **
  • Post: 172
  • Esordiente
    • Offline
    • Mostra profilo
PolliceSu
    Re:Topolino 3495
    Risposta #15: Venerdì 18 Nov 2022, 22:50:38
    non vorrei mai vedere insegne di negozi in italiano in storie ambientate negli USA (per quanto fittizi) :)
    Ti stupiresti di sapere invece quanti negozi con insegne italiane ci sono in USA.
    Perché poi non dovrebbe esserci una Little Italy a Paperopoli? C'è persino a Springfield...

    *

    Bunz
    Giovane Marmotta
    PolliceSu

    • **
    • Post: 172
    • Esordiente
      • Offline
      • Mostra profilo
    PolliceSu
      Re:Topolino 3495
      Risposta #16: Venerdì 18 Nov 2022, 22:59:10
      e come la mettiamo con Holly e Benji che giocavano con stadi da 100.000 spettatori pieni? Con tanto di telecronista e telecamere ovunque? Ci sta nella finzione scenica.
      Infatti hai tirato in ballo uno dei punti più bassi della storia della storia dell'animazione, abbastanza preso in giro da tutti. Mai guardato quell'autentico orrore.

      Che poi tanto finzione non è. In Italia è impensabile, ma in USA le partite di football americano tra squadre universitarie (mi viene in mente Michigan contro Ohio State) si giocano regolarmente con più di 100.000 spettatori.
      E infatti... hai tirato in ballo football e baseball, per di più universitario. Qui si parla di calcio, giocato da bambini per di più...
      Ripeto: assolutamente impossibile, in Italia e in Europa, figuriamoci negli USA.

      *

      conker
      Diabolico Vendicatore
      PolliceSu

      • ****
      • Post: 1971
      • Listen to many, speak to a few.
        • Offline
        • Mostra profilo
      PolliceSu
        Re:Topolino 3495
        Risposta #17: Sabato 19 Nov 2022, 12:47:15
        Ti stupiresti di sapere invece quanti negozi con insegne italiane ci sono in USA.
        Perché poi non dovrebbe esserci una Little Italy a Paperopoli? C'è persino a Springfield...

        eh, ma sarebbe l’eccezione, non la regola  :-)
        "Si 50 millions de personnes disent une bêtise, c'est quand même une bêtise." - Anatole France

        *

        Ciube27
        Papero del Mistero
        PolliceSu   (1)

        • **
        • Post: 244
        • Citazione aggiunta
          • Offline
          • Mostra profilo
        PolliceSu   (1)
          Re:Topolino 3495
          Risposta #18: Sabato 19 Nov 2022, 14:18:15
          Sempre molto bella la saga calcistica di Nucci/Soffritti/Intini che introduce quest'ultimo arco narrativo con un ottimo episodio. Azzardo una piccola previsione per il futuro:
          Spoiler: mostra
          Il Calisota arriva in finale del Mondiale (magari proprio con questa Fridonia che li ha asfaltati). Allo scadere dei tempi regolamentari le due squadre si trovano in parità. Calcio d'angolo per il Calisota, Freddie lascia la porta per dar man forte ai propri compagni e segna di testa come il suo idolo Anatrulli risolvendo, di fatto, la partita.

          Una cosa è certa, in qualunque modo finirà, vorrei ringraziare gli autori per questa loro opera che, di settimana in settimana, leggo sempre con piacere  ;D
          Lettore convinto...

          *

          Cornelius Coot
          Imperatore della Calidornia
          PolliceSu   (1)

          • ******
          • Post: 11674
          • Mais dire Mais
            • Offline
            • Mostra profilo
          PolliceSu   (1)
            Re:Topolino 3495
            Risposta #19: Sabato 19 Nov 2022, 19:25:31
            Marco Nucci sempre più protagonista del Topo: dopo aver scritto e sceneggiato diverse storie molto variegate ecco che si 'allarga' alle rubriche di presentazione delle medesime (il 'Dove eravamo rimasti') sostituendo (temporaneamente?) Barbara Garufi che in effetti aveva preso qualche 'sfondone' ultimamente. Nucci potrebbe essere più 'incisivo' e convincente nell'invitare alla lettura di storie sue e di altri dei lettori magari più inclini alle storie brevi o singole, tralasciando quelle a puntate (soprattutto se ne hanno perduta qualcuna). Sicuramente anche le vignette didascaliche appuntate con dello scotch sono più 'appetibili' di uno 'spiegone' che in fondo ripeteva in maniera più ampia ciò che era scritto nella didascalia più stringente della prima tavola successiva. Il 'vecchio metodo' non mi dispiaceva, comunque: mi ricordava alcune strisce di Gottfredson che nella prima vignetta riassumevano ciò che era capitato prima e che nelle tavole degli albi non facevano altro che ripetere cose già note. Se vogliamo un modo per sottolineare ancor meglio certi 'concetti'

            Fridonia's World Cup 2022   (prima puntata)
            Alcune cose non mi tornano, magari smemore della serie precedente: il Villaggio delle Cento Porte non è stato aperto da poco?
            In questo episodio sembra che l'inaugurazione sia avvenuta al momento dell'appesa al chiodo degli scarpini di Ribbling, quando era ancora giovane. Dunque molti anni fa. Poi mi chiedo: possibile che un giocatore europeo all'apice del successo vada a giocare negli States? Di solito lo si fa per soldi, a fine carriera (come accadde a Pelè e Chinaglia, per esempio). Oggi si va in Cina e nei paesi del Golfo ma il concetto resta quello: vai lì solo per prendere più soldi e ci vai da giovane se non sei al top in Europa o a fine carriera se lo sei stato. Che Andrew D. Ribbling dalla natià Scozia abbia scelto l'America piuttosto che l'Inghilterra mi pare strano: un conto è che lo faccia Paperone per motivi completamente diversi, altro conto è che lo faccia un giocatore di successo (come è stato Ribbling). Comunque che le cose siano andate così è un bene per Paperopoli e l'intero Calisota.
             La Ciurma del Sole Nero - Cuore Nero
            Topolino affronta una delle due problematiche 'croniche' (il suo passato e l'ignoranza della sua squadra riguardo il futuro) e quella momentanea (ma non meno pericolosa). Se l'equipaggio comprende e perdona il comandante per gli avvenimenti passati, lo stesso Tomorrow non riesce a togliersi dalla mente il destino che una sua decisione ritardata ha procurato al tenente Musone. Però anche da quel punto di vista sembrano esserci delle novità. Verrà mai a saperle il comandante? Questa serie, per quanto sporadica, senza una cadenza regolare, ogni volta che ritorna riesce comunque a prendere l'interesse del lettore che, riassuntino a parte, ha ben memorizzate le varie situazioni (parlo per me ma penso per molti altri).
            Gli allegri mestieri di Paperino - Turno di Notte
            Credo che Faccini non si limiti a disegnare ma che influenzi in qualche modo la sceneggiatura di Tito Faraci. Breve gradevole e vagamente noir.
            Gambadilegno e il fattore Sgrinfia
            Altra breve scorrevole dove Sgrinfia, fin dal titolo, assume sempre più il ruolo di protagonista. E' arrivato al successo e alla popolarità piuttosto tardi, considerando un curriculum che parte 71 anni fa (l'anno scorso è stato il suo 70°: dovrebbe essere stato festeggiato visto il momento ma non ricordo bene)
            Paperino, Paperoga e la lista dei guai
            Quest'ultima storia l'ho solo sfogliata, capendo fin da subito dove andava a parare: Paperoga (e Paperino) possono risultare tanto divertenti quanto noiosi nel loro ripetersi. Sicuramente troppo sfruttati da parte sia della Disney Italia ieri che della Panini oggi. Credo che solo la Mondadori (l'altro ieri) abbia davvero colto il meglio dei due, fra le storie americane di Kinney e Hubbard e quelle italiane di Pezzin e Cavazzano.   
            « Ultima modifica: Domenica 20 Nov 2022, 12:29:33 da Cornelius Coot »

            *

            Anapisa
            Cugino di Alf
            PolliceSu

            • ****
            • Post: 1339
              • Offline
              • Mostra profilo
            PolliceSu
              Re:Topolino 3495
              Risposta #20: Sabato 19 Nov 2022, 23:13:57
              Fridonia's World Cup 2022 - da non estimatrice di storie calcistiche che ha apprezzato fin ora  l'intero ciclo, devo purtroppo fare un passo indietro perché questo episodio, soprattutto nella parte iniziale e di mezzo,mi ha un pochino annoiata; ho apprezzato la parte meno "calcistica" (forse mi ha annoiata appunto perché qui più presenti telecronache interviste azioni di gioco..) legata al messaggio di rivalsa e a quello che si potrebbe riuscire ad ottenere grazie alla determinazione e agli obiettivi che ci si prepone.

              Sempre bella la ciurma del sole nero, anche se non vorrei esser nei panni del capitano Tomorrow, troppi pensieri e preoccupazioni, per fortuna a fine vicenda una bella sorpresa che ci lascia con la voglia di leggere immediatamente il seguito (e chissà quando ci sarà,il prossimo episodio)
              Molto apprezzati i fumettini post-it utilizzati come riassunto delle puntate precedenti  ;D

              Gli allegri mestieri di Paperino - Turno di Notte
              Questa breve mi ha fatto veramente divertire! Vengono intavolate in poche pagine delle situazioni di incomprensioni che sfociano  in vicende comiche  ;D i bassotti - con i relativi dialoghi fra di loro - danno il meglio di loro stessi

              Gambadilegno e il fattore Sgrinfia altra breve divertente, son poche pagine ma fanno divertire,trovare delle brevi così è un piacere.

              Purtroppo non posso avere la stessa opinione riguardo a Paperino, Paperoga e la lista dei guai, a differenza delle due precedenti , non ho trovato divertente il tipo di umorismo utilizzato, rendendomi la vicenda scontata e noiosa.

              *

              Fantasio
              Bassotto
              PolliceSu

              • *
              • Post: 18
              • Eterno Esordiente
                • Offline
                • Mostra profilo
              PolliceSu
                Re:Topolino 3495
                Risposta #21: Domenica 20 Nov 2022, 13:38:36
                Che Andrew D. Ribbling dalla natià Scozia abbia scelto l'America piuttosto che l'Inghilterra mi pare strano: un conto è che lo faccia Paperone per motivi completamente diversi, altro conto è che lo faccia un giocatore di successo (come è stato Ribbling).
                Ti è sfuggita la finezza di Nucci a questo proposito. :-)
                Guarda:

                Ribbling è il miglior giocatore del "continente", non dell'America. Ovviamente tutti diamo per assodato che il Calisota sia in America, ma Nucci ha scelto questo modo per ricordarci che il Calisota e il mondo disneyano in generale non sono reali, e quindi nulla è scontato: né che il Calisota sia davvero in America (e infatti la mappa sul trofeo non corrisponde, diversamente da quella del "mondo intero"), né che in questo mondo l'America esista, né che sia un continente in cui si va a giocare solo per fare soldi.
                En passant, sequenza eccezionale per la capacità di arrivare con poche parole alla conclusione di una vicenda - il passato di Ribbling - tutt'altro che semplice da illustrare.
                She's going on, without even looking back!

                *

                InfinityDuck
                Evroniano
                PolliceSu

                • **
                • Post: 100
                • "Come si fa a chiedere tempo... al tempo?"
                  • Offline
                  • Mostra profilo
                PolliceSu
                  Re:Topolino 3495
                  Risposta #22: Domenica 20 Nov 2022, 13:57:33
                  Che Andrew D. Ribbling dalla natià Scozia abbia scelto l'America piuttosto che l'Inghilterra mi pare strano: un conto è che lo faccia Paperone per motivi completamente diversi, altro conto è che lo faccia un giocatore di successo (come è stato Ribbling).
                  Ti è sfuggita la finezza di Nucci a questo proposito. :-)
                  Guarda:

                  Ribbling è il miglior giocatore del "continente", non dell'America. Ovviamente tutti diamo per assodato che il Calisota sia in America, ma Nucci ha scelto questo modo per ricordarci che il Calisota e il mondo disneyano in generale non sono reali, e quindi nulla è scontato: né che il Calisota sia davvero in America (e infatti la mappa sul trofeo non corrisponde, diversamente da quella del "mondo intero"), né che in questo mondo l'America esista, né che sia un continente in cui si va a giocare solo per fare soldi.
                  En passant, sequenza eccezionale per la capacità di arrivare con poche parole alla conclusione di una vicenda - il passato di Ribbling - tutt'altro che semplice da illustrare.
                  Beh, dovresti tenere conto che la storia non l'ha disegnata Nucci e che quindi quella possa essere solo una scelta del disegnatore... :-?
                  $Fortuna Favet Fortibus$

                  *

                  Karabandagore
                  Evroniano
                  PolliceSu

                  • **
                  • Post: 83
                  • Esordiente
                    • Offline
                    • Mostra profilo
                  PolliceSu
                    Re:Topolino 3495
                    Risposta #23: Domenica 20 Nov 2022, 13:58:49
                    Marco Nucci sempre più protagonista del Topo: dopo aver scritto e sceneggiato diverse storie molto variegate ecco che si 'allarga' alle rubriche di presentazione delle medesime (il 'Dove eravamo rimasti') sostituendo (temporaneamente?) Barbara Garufi che in effetti aveva preso qualche 'sfondone' ultimamente. Nucci potrebbe essere più 'incisivo' e convincente nell'invitare alla lettura di storie sue e di altri dei lettori magari più inclini alle storie brevi o singole, tralasciando quelle a puntate (soprattutto se ne hanno perduta qualcuna). Sicuramente anche le vignette didascaliche appuntate con dello scotch sono più 'appetibili' di uno 'spiegone' che in fondo ripeteva in maniera più ampia ciò che era scritto nella didascalia più stringente della prima tavola successiva. Il 'vecchio metodo' non mi dispiaceva, comunque: mi ricordava alcune strisce di Gottfredson che nella prima vignetta riassumevano ciò che era capitato prima e che nelle tavole degli albi non facevano altro che ripetere cose già note. Se vogliamo un modo per sottolineare ancor meglio certi 'concetti'

                    Fridonia's World Cup 2022   (prima puntata)
                    Alcune cose non mi tornano, magari smemore della serie precedente: il Villaggio delle Cento Porte non è stato aperto da poco?
                    In questo episodio sembra che l'inaugurazione sia avvenuta al momento dell'appesa al chiodo degli scarpini di Ribbling, quando era ancora giovane. Dunque molti anni fa. Poi mi chiedo: possibile che un giocatore europeo all'apice del successo vada a giocare negli States? Di solito lo si fa per soldi, a fine carriera (come accadde a Pelè e Chinaglia, per esempio). Oggi si va in Cina e nei paesi del Golfo ma il concetto resta quello: vai lì solo per prendere più soldi e ci vai da giovane se non sei al top in Europa o a fine carriera se lo sei stato. Che Andrew D. Ribbling dalla natià Scozia abbia scelto l'America piuttosto che l'Inghilterra mi pare strano: un conto è che lo faccia Paperone per motivi completamente diversi, altro conto è che lo faccia un giocatore di successo (come è stato Ribbling). Comunque che le cose siano andate così è un bene per Paperopoli e l'intero Calisota.
                     La Ciurma del Sole Nero - Cuore Nero
                    Topolino affronta una delle due problematiche 'croniche' (il suo passato e l'ignoranza della sua squadra riguardo il futuro) e quella momentanea (ma non meno pericolosa). Se l'equipaggio comprende e perdona il comandante per gli avvenimenti passati, lo stesso Tomorrow non riesce a togliersi dalla mente il destino che una sua decisione ritardata ha procurato al tenente Musone. Però anche da quel punto di vista sembrano esserci delle novità. Verrà mai a saperle il comandante? Questa serie, per quanto sporadica, senza una cadenza regolare, ogni volta che ritorna riesce comunque a prendere l'interesse del lettore che, riassuntino a parte, ha ben memorizzate le varie situazioni (parlo per me ma penso per molti altri).
                    Gli allegri mestieri di Paperino - Turno di Notte
                    Credo che Faccini non si limiti a disegnare ma che influenzi in qualche modo la sceneggiatura di Tito Faraci. Breve gradevole e vagamente noir.
                    Gambadilegno e il fattore Sgrinfia
                    Altra breve scorrevole dove Sgrinfia, fin dal titolo, assume sempre più il ruolo di protagonista. E' arrivato al successo e alla popolarità piuttosto tardi, considerando un curriculum che parte 71 anni fa (l'anno scorso è stato il suo 70°: dovrebbe essere stato festeggiato visto il momento ma non ricordo bene)
                    Paperino, Paperoga e la lista dei guai
                    Quest'ultima storia l'ho solo sfogliata, capendo fin da subito dove andava a parare: Paperoga (e Paperino) possono risultare tanto divertenti quanto noiosi nel loro ripetersi. Sicuramente troppo sfruttati da parte sia della Disney Italia ieri che della Panini oggi. Credo che solo la Mondadori (l'altro ieri) abbia davvero colto il meglio dei due, fra le storie americane di Kinney e Hubbard e quelle italiane di Pezzin e Cavazzano.   
                    Il campo delle cento porte non è stato aperto di recente: riguardando "Il torneo delle cento porte" del 2020, viene detto come l' impianto calcistico fosse stato finanziato e edificato da Ribbling dopo il suo ritiro calcistico; è opera invece di Paperone, dopo la vittoria conseguita dalla sua squadra nel suddetto torneo, l'ampliamento dell'impianto affinché sia comprensivo del doppio dei campi da calcio rispetto al precedente, divenendo così il Villaggio delle 200 porte: è quest'ultimo avvenimento ad essere recente, mentre l'edificazione del Villaggio originario risale presumibilmente ad anni addietro.
                    Oh! Date un posto al cimitero...Yùuuuuu! Al mio cuore di vaquero...Yùuu! Egli è morto e lascia sola, uèeeee! La sua casa, la cavalla e la pistola, uèeee!

                      Topolino 3495
                      Risposta #24: Domenica 20 Nov 2022, 15:04:38
                      Recensione Topolino 3495


                       Tra le tante saghe che affollano il settimanale degli ultimi anni, alcune sono soggette ad una cadenza meno regolare di altre. Caso fortuito ha voluto che due di queste apparissero contemporaneamente sull’albo 3495: quella dei mondiali di calcio di Qui, Quo e Qua e quella cosmica del Sole Nero.

                       Fridonia’s World Cup 2022 è, infatti, l’ultima aggiunta al lungo ciclo di storie calcistiche di Marco Nucci iniziato nel 2020 con Il torneo delle cento porte e proseguita nel 2021 con la Calisota Summer Cup. Nel 2022 inizia quella che sembra essere l’ultima fase, quella dei mondiali, divisa in due parti. La prima, Road to World Cup, si è conclusa su Topolino 3491 e ora con Il futuro è qui entriamo nella seconda, con il testimone artistico che passa da Stefano Intini a Donald Soffritti.

                       Come nei precedenti episodi, la formula è quella del parallelo tra il presente e il passato di uno dei personaggi in scena e, in onore della saga finale, al centro delle attenzioni torna Andrew D. Ribbling, colui che avviò il ciclo. Conosciamo meglio anche la stessa Fridonia, repubblica immaginaria fino ad ora solo citata, ma che ora scopriamo ricordare le ambientazioni dei giochi dei Pokémon: geografie pressoché isolate dal resto del mondo, ma in grado di contenere un vero e proprio micro ecosistema dal clima e dalla topografia variegati e spesso inconciliabili.

                       Tra le squadre concorrenti, accanto alle improbabili Trussia e Brecia, sottolineiamo il cameo della Brutopia di barksiana memoria. La prima partita contro il Fridonia si conclude con una totale disfatta per il Calisota: il perfetto punto di partenza per la rimonta cui sicuramente assisteremo nei prossimi quattro episodi. O forse no.

                       
                      Chissà se hanno un Pokédex regionale

                       La ciurma del Sole Nero giunge al suo giro di boa con Cuore nero, episodio cardine del ciclo che si impegna a rivelarci il mistero del fatidico fallimento del capitano Topolino Tomorrow. Per l’occasione Marco Gervasio, a questo giro autore unico, subentra a Cristian Canfailla, impegnato probabilmente da mesi nella realizzazione del nuovo capitolo della Spada di ghiaccio in arrivo su Topolino 3497.

                       Ma il flashback di Topolino non è il vero fulcro dell’episodio, che si concentra più sulla redenzione verso sé stessi del personaggio. La fiducia dei suoi compagni, infatti, non viene minimamente scalfita dalla rivelazione e, alla fine, l’unico a dover superare i propri tentennamenti è proprio lui. Un cuore emotivo, dunque, che al netto di qualche prolissità nei dialoghi, funziona bene e porta a casa la storia.

                       Sul lato grafico meritano menzione le tavole della discesa del protagonista verso il generatore. Una serie di vignette a tutta pagina (con qualche insert) di costruzione prevalentemente prospettica dall’effetto volutamente straniante e che sembrano ispirarsi ad alcuni grandi film di fantascienza, a partire da 2001: Odissea nello spazio di Stanley Kubrik. Il gioco cromatico, poi, fornisce anche un buon numero di vibes da Jack Kirby. La sequenza si chiude, infine, con un chiarissimo omaggio ad una delle più grandi serie televisive degli ultimi venti anni: Lost di J.J. Abrams, Damon Lindelof e Jeffrey Lieber.

                       
                      Tocca scendere quaggiù ogni 108 minuti?

                       Alle due lunghe storie d’apertura seguono tre riempitive. Il nuovo duo Faraci/Faccini torna sulla serie Gli allegri mestieri di Paperino con Turno di notte, un delirante susseguirsi di gag situazionali alimentate da un MacGuffin robotico: il terreno ideale per far fiorire l’arte dell’“eccentrico” disegnatore.

                       Gambadilegno e il fattore “Sgrinfia” e Paperino, Paperoga e la lista dei guai sono due storie che partono dallo stesso principio: data una coppia di combinaguai, affrontiamo chi dei due è la causa scatenante. Nella storia di Valentini e La Torre, Gambadilegno individua in Sgrinfia la fonte di tutti i fallimenti della propria carriera e cerca di sfruttare l’estromissione forzata del carcere: una storia con pochi guizzi e che ne ricorda molte altre simili, tra cui comunque non riesce a spiccare.

                       Fontana e Usai tentano un approccio diverso e leggermente più innovativo alla questione. Paperino ha le idee chiare in merito alla natura entropica di Paperoga e fin dal primo momento chiede un risarcimento, anche non economico, attraverso una “lista dei guai” che ricorda esplicitamente la più notoria dei debiti con Paperone. Il vero colpo di coda arriva quando Paperoga, offeso dalle reazioni del cugino, si tira indietro e Paperino cede alla propria curiosità, cosicché i due si avviano verso l’ennesima, distruttiva, idea.

                       Chiudere una pagina prima questa storia avrebbe forse giovato ai ritmi, lasciando nel non-detto il progetto del cugino bislacco in una scena che avrebbe funto da preludio a qualsivoglia folle caos li attende all’orizzonte.



                      Voto del recensore: 2.5/5
                      Per accedere alla pagina originale della recensione e mettere il tuo voto:
                      https://www.papersera.net/wp/2022/11/20/topolino-3495/


                      Ora è possibile votare anche le singole storie del fascicolo, non fate mancare il vostro contributo!


                      *

                      Cornelius Coot
                      Imperatore della Calidornia
                      PolliceSu

                      • ******
                      • Post: 11674
                      • Mais dire Mais
                        • Offline
                        • Mostra profilo
                      PolliceSu
                        Re:Topolino 3495
                        Risposta #25: Domenica 20 Nov 2022, 19:16:42
                        Che Andrew D. Ribbling dalla natià Scozia abbia scelto l'America piuttosto che l'Inghilterra mi pare strano: un conto è che lo faccia Paperone per motivi completamente diversi, altro conto è che lo faccia un giocatore di successo (come è stato Ribbling).
                        Ti è sfuggita la finezza di Nucci a questo proposito. :-)
                        Guarda:

                        Ribbling è il miglior giocatore del "continente", non dell'America. Ovviamente tutti diamo per assodato che il Calisota sia in America, ma Nucci ha scelto questo modo per ricordarci che il Calisota e il mondo disneyano in generale non sono reali, e quindi nulla è scontato: né che il Calisota sia davvero in America (e infatti la mappa sul trofeo non corrisponde, diversamente da quella del "mondo intero"), né che in questo mondo l'America esista, né che sia un continente in cui si va a giocare solo per fare soldi.
                        Però subito prima della striscia che hai fatto vedere ci sono queste vignette che provano che Ribbling "volerà negli Stati Uniti" acquistato dal Paperopoli dopo essere già diventato miglior giocatore scozzese ed europeo. Poi diventerà il migliore del Calisota (credo non ci sia voluto molto), del continente (nordamericano, vista la precisazione della vignetta precedente) e del mondo. In genere per diventare i migliori del mondo i calciatori giocano in Europa (un tempo anche in Sud America) mentre il nostro Ribbling lo è diventato restando a Paperopoli (dove tutto può succedere, evidentemente).
                        « Ultima modifica: Domenica 20 Nov 2022, 19:19:34 da Cornelius Coot »

                        *

                        Anapisa
                        Cugino di Alf
                        PolliceSu

                        • ****
                        • Post: 1339
                          • Offline
                          • Mostra profilo
                        PolliceSu
                          Re:Topolino 3495
                          Risposta #26: Martedì 22 Nov 2022, 10:10:32
                          Curiosità, non so se possa tornare utile a qualcuno (per me ad esempio non è rilevante)
                          Stavo archiviando le mie due copie (una abbonamento e una edicola per acquisto gadget) e per puro caso mi sono accorta che la pagina promozionale sugli abbonamenti fatta a cartolina,in una copia si trova prima del che aria che tira, mentre nell'altra subito dopo la One Page finale.

                          *

                          paolobar
                          Visir di Papatoa
                          PolliceSu

                          • *****
                          • Post: 2232
                            • Offline
                            • Mostra profilo
                          PolliceSu
                            Re:Topolino 3495
                            Risposta #27: Martedì 22 Nov 2022, 10:45:01
                            Curiosità, non so se possa tornare utile a qualcuno (per me ad esempio non è rilevante)
                            Stavo archiviando le mie due copie (una abbonamento e una edicola per acquisto gadget) e per puro caso mi sono accorta che la pagina promozionale sugli abbonamenti fatta a cartolina,in una copia si trova prima del che aria che tira, mentre nell'altra subito dopo la One Page finale.

                            nelle mie due sono entrambe all'inizio... per chi colleziona variant sarà necessario allora trovarle entrambe!

                            *

                            LCV.11
                            Evroniano
                            PolliceSu   (1)

                            • **
                            • Post: 111
                            • Esordiente
                              • Offline
                              • Mostra profilo
                            PolliceSu   (1)
                              Re:Topolino 3495
                              Risposta #28: Giovedì 24 Nov 2022, 07:26:49
                              La Ciurma del Sole Nero è una vicenda secondo me davvero riuscita ed appassionante; come detto da un altro utente, nonostante la cadenza irregolare e dilatata della pubblicazione è quasi immediato farsi tornare alla mente quanto avvenuto nelle puntate precedenti. Per una, forse quasi esclusiva volta, addirittura il tempo che intercorre tra un episodio e l'altro quasi fa immaginare il lungo peregrinare della ciurma stessa sperduta nello spazio.
                              Nota "di colore" davvero poi per la colorazione di "Paperino, Paperoga e la lista dei guai": la colorista Barbara Casiraghi ha saputo tinteggiare a colori accesi e vivaci una storia dove questi toni sono veramente azzeccati.

                              *

                              fab4mas
                              Pifferosauro Uranifago
                              PolliceSu

                              • ***
                              • Post: 480
                              • Swim-Bike-Run-Disney
                                • Offline
                                • Mostra profilo
                              PolliceSu
                                Re:Topolino 3495
                                Risposta #29: Lunedì 28 Nov 2022, 16:30:30
                                E' un numero che promuovo sicuramente. Mi è piaciuta Sole Nero e la copertina ad essa dedicata. Non sono una grande fan della tecnica di colorazione usata ma non cambia di molto il mio giudizio. Una delle meglio riuscite della serie per me.

                                La calcistica prosegue bene con questo 'anticipo di finalissima' (almeno così credo), spero in altre squadre 'particolari' nei prossimi episodi, le squadre così dan un tocco in più al proseguo e infatti lo 'squadrone' di questa puntata è quello che ho trovato più anonimo e meno interessante ma vedremo che succede poi.

                                Il turno di notte l ho trovata piacevole e i disegni di faccini non mi deludono mai.

                                Il voto più basso lo do forse all'ultima sulla lista delle stranezze di paperoga , non mi ha divertito molto , la vedevo più piacevole con qualche tavola in meno.

                                Poi una mia impressione ma nel 'che aria tira' trovo i ruoli un po' "scambiati". Mi pare che la risposta di Topolino sia invece molto più nello stile di Pippo.
                                Grazie Babbo anche per quella volta nel 1980 in cui sei tornato a casa con un Topolino in mano chiedendomi se mi andava di leggerlo...non ho più smesso.

                                 

                                Dati personali, cookies e GDPR

                                Questo sito per poter funzionare correttamente utilizza dati classificati come "personali" insieme ai cosiddetti cookie tecnici.
                                In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni.
                                Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai trovare il dettaglio di quanto riassunto in queste righe.

                                Per continuare con la navigazione sul sito è necessario accettare cliccando qui, altrimenti... amici come prima! :-)