Logo PaperseraPapersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
TopoOscar 2022
Le nostre recensioni
4.5 | |
3 | |
3.5 | |
4.5 | |
4.5 | |
3 | |
4 | |
4 | |
4.5 | |
3 | |
4 | |
5 | |

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

Doctor Einmug
Visir di Papatoa
PolliceSu

  • *****
  • Post: 2765
    • Offline
    • Mostra profilo
PolliceSu
    Re: Bill Walsh
    Risposta #15: Venerdì 14 Mar 2008, 18:15:20
    Come si fa ad averlo? È in vendita da qualche parte?
    Rinnovo la domanda di Guiderdone ;)
    W la Disney e Dumas!
    EFFEGGI

    *

    Paolo
    Flagello dei mari
    Moderatore
    PolliceSu

    • *****
    • Post: 4621
    • musrus adroc
      • Offline
      • Mostra profilo
    PolliceSu
      Re: Bill Walsh
      Risposta #16: Venerdì 14 Mar 2008, 19:02:10
      Rinnovo la domanda di Guiderdone ;)
      Pazientate, di copie ne ho solo una, per me!

      Pero' con la nuova versione del Papersera (che prima o poi arrivera'...) potrebbe esserci una "sorpresa"... ;-)

        - Paolo

      *

      Doctor Einmug
      Visir di Papatoa
      PolliceSu

      • *****
      • Post: 2765
        • Offline
        • Mostra profilo
      PolliceSu
        Re: Bill Walsh
        Risposta #17: Venerdì 14 Mar 2008, 20:04:13
        Pazientate, di copie ne ho solo una, per me!

        Pero' con la nuova versione del Papersera (che prima o poi arrivera'...) potrebbe esserci una "sorpresa"... ;-)

          - Paolo
        Allora paziento 8-) ;)
        W la Disney e Dumas!
        EFFEGGI

        *

        Doctor Einmug
        Visir di Papatoa
        PolliceSu

        • *****
        • Post: 2765
          • Offline
          • Mostra profilo
        PolliceSu
          Re: Bill Walsh
          Risposta #18: Sabato 15 Mar 2008, 16:12:09

          Per quanto molte di quelle storie siano splendide, ho trovato il leggerle in ordine cronologico (sui libroni della Mondadori) un'esperienza decisamente malinconica: la lenta decadenza di un eroe. Anche prima della sedentarizzazione, della sostituzione di lunghe avventure con episodi di quotidianita', quel Topolino perde l'entusiasmo e l'iniziativa che lo contraddistinguevano con gli sceneggiatori precedenti. Non da' piu' l'impressione di dominare le circostanze, ma di subirle, in vari casi quasi passivamente (ad esempio - ma e' un po' che non le rileggo - nella storia sottomarina o in quella della dea dorata). La riduzione a protagonista di umili vicende "giorno dopo giorno" mi sembra il coerente sviluppo di questa involuzione.
          Secondo me, il Topolino perfettino so tutto-io è nato sopratutto per colpa di Walsh, lui naturalmente rese Topolino confidente della polizia e lo trasmise da eroe avventuroso a uomo medio per tutti i motivi sopraelencati ottimamente da Paolo. Ma io credo che la scuola italiana, all' epoca nascitura e di cui il pricipale (unico :question) espoente era Martina fraintese i motivi di Walsch, e, anche se le sue storie erano molto particolari fece più riferimento a Walsch che al Topolino anteguerra. I Disney italiani venuti dopo, (o almeno la gran parte) senza porsi troppi problemi si adattarono al Topolino urbano e investigatore, e ormai fu per tutti l'amico della polizia che rispetta minuziosamnte le leggi e che non sbaglia mai. Ultimamente alcuni autori cercarono di riportarlo alle vecchie avventure: come Pezzin, anche se non era proprio Topolino il protagonista delle Tops Stories e delle Storie d'America; come De Vita (anche se non sulla Terra); e come Sarda, che tuttavia dovewtte affiancargli una spalla come Indiana Pipps che lòo spingesse all' avventura. Questi tentativi non ebbero successo perchè gli altri autori non li seguirono, e non ci saraà una ripresa del vecchio topolino se non si metta d'accordo almeno gran parte degli autori italiani, cosa che credo non accadrà almeno finchè non ci sarà un autore molto migliore degli altri che guidi i colleghi, il che vuol dire non per il momento, o mai (e forse è meglio così :P :-X) (tutto IHMO)
          Citazione
          Fortuna che mentre negli Stati Uniti conosceva questo declino, in Italia Scarpa trovava il modo di ridargli vita.
          Scarpa fece capolavori assoluti col topo, ma neanche lui riuscì a ridargli nuovamente vita IHMO, perchè per spingerlo all' aventura dovette sempre affiancargli nuove spalle: che sia Atomino Bip-Bip, che sia Ben Bubbola, che sia Gancetto, che sia Zenobia.
           
          W la Disney e Dumas!
          EFFEGGI

          *

          Mickey Mouse
          Sceriffo di Valmitraglia
          PolliceSu

          • ***
          • Post: 332
          • Gottfredson e Walsh = Epopea
            • Offline
            • Mostra profilo
          PolliceSu
            Bill Walsh
            Risposta #19: Giovedì 23 Set 2010, 16:53:16
            Non mi pare ci sia una discussione su Bill Walsh quindi comincio:
            personalmente lo considero un vero e proprio Maestro diseny. Le sue storie sono avventurose, comiche e non dobbiamo dimenticare che fu proprio quando lui arrivò alla Disney che cominciò il "periodo aureo" del Topolino quotidiano.
            Forse l'unico difetto che gli si puo'  attribuire è il fatto che troppo spesso le spalle da lui create rubano la scena a Topolino.
            Ma data l'enorme qualità delle sue storie, gli si può  perdonare... credo.
            15 novembre 1976: l'ultima striscia di Floyd Gottfredson, l'Uomo dei Topi.
            Grazie, Floyd.


            *

            Brigitta MacBridge
            Flagello dei mari
            Moderatore
            PolliceSu

            • *****
            • Post: 4732
            • Paperonuuuuccciooooo....
              • Offline
              • Mostra profilo
            PolliceSu
              Re: Bill Walsh
              Risposta #20: Giovedì 23 Set 2010, 17:11:41
              Citazione da: Death_Note link=1285253596/0#0 date=1285253596
              Non mi pare ci sia una discussione su Bill Walsh quindi comincio:

              E invece c'è... ... come riportato nel topic "ELENCO THREAD DEGLI AUTORI".

              Unisco.
              « Ultima modifica: Giovedì 23 Set 2010, 17:13:14 da Brigitta_McBridge »
              I miei teSSSSori: http://tinyurl.com/a3ybupd

              "You must be the change you want to see in the world" -- Gandhi

              *

              cianfa88
              Diabolico Vendicatore
              PolliceSu   (1)

              • ****
              • Post: 1417
              • SI...è Siena!
                • Offline
                • Mostra profilo
              PolliceSu   (1)
                Re: Bill Walsh
                Risposta #21: Giovedì 23 Set 2010, 17:45:47
                . non dobbiamo dimenticare che fu proprio quando lui arrivò alla Disney che cominciò il "periodo aureo" del Topolino quotidiano.

                Bum! Per me il periodo aureo inizia da subito (apprezzo già molto Topolino nella valle infernale), e gli anni trenta ospitano capolavori massimi. Bill Walsh è stato un grande sceneggiatore, ma non disconosciamo i meriti di Osborne e De Maris.

                *

                Special Mongo
                Diabolico Vendicatore
                PolliceSu   (1)

                • ****
                • Post: 1738
                • Sapiente Martiniano. (Martina era edgy?)
                  • Offline
                  • Mostra profilo
                  • Disney Comic Guide - La guida ai fumetti Disney
                PolliceSu   (1)
                  Re: Bill Walsh
                  Risposta #22: Giovedì 23 Set 2010, 17:50:10

                  Bum! Per me il periodo aureo inizia da subito (apprezzo già molto Topolino nella valle infernale), e gli anni trenta ospitano capolavori massimi. Bill Walsh è stato un grande sceneggiatore, ma non disconosciamo i meriti di Osborne e De Maris.

                  Personalmente non ho mai condiviso l'opinione diffusa che le primissime storie di Topolino siano così inferiori e che allontanerebbero non solo il pubblico occasionale, ma anche gli appassionati.
                  Forse non sarà per tutti i gusti L'Isola Misteriosa, ma già La Valle Infernale per me è una storia piena di pathos.
                  Disney Comic Guide - La guida ai fumetti Disney: https://disneycomicguide.wordpress.com/


                  *

                  Grrodon
                  Flagello dei mari
                  PolliceSu   (3)

                  • *****
                  • Post: 4058
                  • Potere e Potenza!
                    • Offline
                    • Mostra profilo
                  PolliceSu   (3)
                    Re: Bill Walsh
                    Risposta #23: Giovedì 23 Set 2010, 18:06:07
                    Più che altro i due periodi si compensano. Prima vengono i kolossal realistici, mentre poi quando scatta Walsh arriva la poetica dell'assurdo ma anche tanta sconclusionatezza e approssimazione. Rilette col senno di poi non c'è una storia di Walsh che sia una che non mostri cambi in corsa o cazzonate assortite, e Boschi lo stigmatizza nelle introduzioni. Il tutto ovviamente in maniera genialissima, per cui non si cade mai troppo nel difetto, ma anzi si tace sbalorditi (emblematica la sottotrama della bimba autistica che si esaurisce nelle ultime tre strisce del Processo a Eta Beta, sequenza buttata là all'improvviso e nel contempo da venerare). Ma ricordiamocela questa differenza, specie quando poi facciamo il confronto con certi kolossal realistici tipo Re Sorcio, Enigm, Orango etc.

                    *

                    Mickey Mouse
                    Sceriffo di Valmitraglia
                    PolliceSu

                    • ***
                    • Post: 332
                    • Gottfredson e Walsh = Epopea
                      • Offline
                      • Mostra profilo
                    PolliceSu
                      Re: Bill Walsh
                      Risposta #24: Giovedì 23 Set 2010, 18:13:00

                      Bum! Per me il periodo aureo inizia da subito (apprezzo già molto Topolino nella valle infernale), e gli anni trenta ospitano capolavori massimi. Bill Walsh è stato un grande sceneggiatore, ma non disconosciamo i meriti di Osborne e De Maris.

                      Ovviamente. osborne e De Maris sono conosciuti grazie  a capolavori come il pirato Ornago, Macchia nera, ecc. ma intendo dire che il periodo di massimo successo è quello con Bill walsh.
                      Io non ho comprato i volumi dal numero 11 in poi e di ciò sono dsipiaciuto. vedrò di recuperarmeli.
                      15 novembre 1976: l'ultima striscia di Floyd Gottfredson, l'Uomo dei Topi.
                      Grazie, Floyd.


                      *

                      alec
                      Dittatore di Saturno
                      PolliceSu

                      • *****
                      • Post: 3883
                      • Novellino
                        • Offline
                        • Mostra profilo
                      PolliceSu
                        Re: Bill Walsh
                        Risposta #25: Giovedì 23 Set 2010, 20:12:48

                        Ovviamente. osborne e De Maris sono conosciuti grazie  a capolavori come il pirato Ornago, Macchia nera, ecc. ma intendo dire che il periodo di massimo successo è quello con Bill walsh.
                        Io non ho comprato i volumi dal numero 11 in poi e di ciò sono dsipiaciuto. vedrò di recuperarmeli.
                        Osborne e De Maris sono Grandi Classici dell'avventura.  Walsh è più originale ed inquietante.  Personalmente preferisco quest'ultimo, ma oggettivamente siamo a tali livelli che non esito a classificarli ex aequo. ;)

                        *

                        Mickey Mouse
                        Sceriffo di Valmitraglia
                        PolliceSu

                        • ***
                        • Post: 332
                        • Gottfredson e Walsh = Epopea
                          • Offline
                          • Mostra profilo
                        PolliceSu
                          Re: Bill Walsh
                          Risposta #26: Mercoledì 17 Nov 2010, 20:51:28
                          Riesumo questo topic per farvi un lungo discorso.
                          Innanzitutto, come ho scritto nella mia firma, io ADORO Bill Walsh. Quell'uomo era veramente dotato di un enorme talento. Oggi, ad esempio, sono molti gli autori che provano a portare Topolino in un mondo fantastico e del tutto creato dalla fantasia, ma alla fine esagerano e ne escono storie al massimo gradevoli, ma che potevano dare di più. Walsh è diverso: quando leggiamo le sue storie fantascientifiche e al limite della realtà, sappiamo subito che Walsh ha dato il meglio di sé per quella storia, e si capisce.
                          Poi le gag. Molti, qui nel Papersera, idolatrano Guido Martina per le gag prive di politically correct, ma da chi ha preso Martina? Da Walsh.
                          Altro lato ammirevole è lo sviluppo caratteriale che ha dato a Topolino: lo ha reso, a mio parere, un uomo vero, più reale e sopratutto con i suoi limiti: nonostante sia amico di Basettoni, chi ha provato a contare le strisce in cui Topolino viene sbattuto in gattabuia per aver maltrattato, sia pure involontariamente, un poliziotto?
                          In conclusione, le sue storie erano davvero un mix fra umorismo e avventura, miscelate sapientemente, a livelli superiori dei comunque talentuosi Osborne e De Maris.
                          Concludo dicendo che tutto quello che ho detto è totalmente IMHO.
                          15 novembre 1976: l'ultima striscia di Floyd Gottfredson, l'Uomo dei Topi.
                          Grazie, Floyd.


                          *

                          Paperino by Cavazzano
                          Papero del Mistero
                          PolliceSu

                          • **
                          • Post: 260
                            • Offline
                            • Mostra profilo
                          PolliceSu
                            Re: Bill Walsh
                            Risposta #27: Mercoledì 17 Nov 2010, 21:39:34
                            ma da chi ha preso Martina? Da Walsh.

                            Cosa ti porta a dare questa affermazione? :-?
                            Spiegati meglio.

                            *

                            Mickey Mouse
                            Sceriffo di Valmitraglia
                            PolliceSu

                            • ***
                            • Post: 332
                            • Gottfredson e Walsh = Epopea
                              • Offline
                              • Mostra profilo
                            PolliceSu
                              Re: Bill Walsh
                              Risposta #28: Mercoledì 17 Nov 2010, 22:24:08
                              Non c'è una fonte ufficiale, perché si vede: le gag di Walsh, sono, a mio parere, un'ottimo punto di partenza se si vuole entrare nello stile "unpolitically correct". Poi può darsi anche che Martina non abbia dato mai troppa importanza a Walsh, però l'influenza si nota. (O sono io che vedo queste influenze inesistenti?)
                              15 novembre 1976: l'ultima striscia di Floyd Gottfredson, l'Uomo dei Topi.
                              Grazie, Floyd.


                              *

                              ML-IHJCM
                              Diabolico Vendicatore
                              PolliceSu   (2)

                              • ****
                              • Post: 1882
                              • Nuovo utente
                                • Offline
                                • Mostra profilo
                              PolliceSu   (2)
                                Re: Bill Walsh
                                Risposta #29: Giovedì 18 Nov 2010, 12:11:02
                                Altro lato ammirevole è lo sviluppo caratteriale che ha dato a Topolino: lo ha reso, a mio parere, un uomo vero, più reale e sopratutto con i suoi limiti

                                Come in parte ho gia' scritto sopra, non riesco ad apprezzare (se non a livello cerebrale) questa evoluzione (o meglio, involuzione). Si discute spesso della simpatia o meno di Topolino: per me la versione piu' simpatica e', senza nessuna incertezza, quella delle grandi avventure degli anni 30. E' l'unico Topolino che mi scateni, quando lo leggo, un pieno processo di identificazione: processo che si basa non nel riconoscervi quello che sono, coi miei difetti e le mie inettitudini, bensi' quello che desidero trovare nell'eroe d'una storia avventurosa.

                                 

                                Dati personali, cookies e GDPR

                                Questo sito per poter funzionare correttamente utilizza dati classificati come "personali" insieme ai cosiddetti cookie tecnici.
                                In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni.
                                Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai trovare il dettaglio di quanto riassunto in queste righe.

                                Per continuare con la navigazione sul sito è necessario accettare cliccando qui, altrimenti... amici come prima! :-)