Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
Le nostre recensioni
3 | |
4 | |
5 | |
4 | |
3 | |
3 | |
4 | |
3 | |
2 | |
4 | |
3 | |
4 | |

Andrea Fanton

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

Maximilian
Dittatore di Saturno

  • *****
  • Post: 3590
  • Innamorato di Bill Walsh
    • Offline
    • Mostra profilo

    Re: Andrea Fanton
    Risposta #165: Lunedì 11 Set 2017, 17:06:06
    una delle differenze forse fondamentali tra l'era Disney Classica (da Gottfredson agli anni Settanta) e quella moderna (però solo italiana): in molte delle migliori storie lunghe classiche (fa in parte eccezione Missaglia) l'umorismo è nei nodi della trama. In molte delle migliori storie lunghe moderne la trama, se riportata così com'è, è seria. E l'umorismo viene iniettato a corredo.
    Poichè su Gottfredson ho avuto un'impressione diversa che merita un approfondimento, ti rimando al suo topic.
    « Ultima modifica: Lunedì 18 Set 2017, 13:14:50 da Anton_Rebeliot »

    *

    Topolino08
    --
       (1)

       (1)
      Re: Andrea Fanton
      Risposta #166: Domenica 17 Set 2017, 20:18:47
      Ero piuttosto tentennante sull'avvicinarmi o meno all'operato di un autore tanto amato quanto discusso come Andrea Fanton, un autore del quale per alcune misteriose circostanze non possedevo la benché minima vignetta (coincidenze?  ;D) fino a qualche mesetto fa, quando all'intramontabile BdF trovai il 27° volume dell'Omnia di Scarpa nel reparto del nuovo, uno dei pochissimi che mi ero perso, all'interno del quale campeggiava e risiede tuttora la ristampa del Grande Concerto.

      Soltanto ieri però, dietro consiglio degli espertoni in materia molto attivi in queste pagine, ho deciso di intraprendere la mia "scalata" al vicentino. Già dalle prime pagine si intuisce chiaramente che il direttore d'orchestra in questione ha una bacchetta e uno stile decisamente differenti da quelli degli altri suoi contemporanei di maggior spessore. L'incipit, così immediato e a tempo stesso sincero, ce lo fa capire ed ecco la prima nota a favore: Fanton rientra a modo suo in quel risicato gruppetto di pionieri che hanno fatto di tutto per differenziare il loro stampo di scrittura da quello classico primitivo, creando infinite sfumature di fumetto. Dopo questo step di solito nascono i vari nuovi aggettivi destinati a passare alla storia: ciminiano, scarpiano, barksiano... ciascuno con un significato diverso. In un ipotetico dizionario marchiato Disney il lemma fantoniano potrebbe voler dire tante cose, ma forse la definizione più rappresentativa sarebbe "che collega il classico all'attualità con perfetta ironia".
      Sempre nell'introduzione appaiono già le prime frasi distintive dall'evidente senso pratico (darei un calcio a una palla di ferro... dovrò farmi risuolare la pantofola...) che pian piano ci trasportano insieme con le note del protagonista-spettatore Valentin allo snodo dell'intreccio, uno snodo tutt'altro che banale fra l'altro, non prima di averci regalato una vignetta in puro stile nonsense logistico-oggettivo, nella quale assistiamo attoniti al volo di un pianoforte in strada, evento ovviamente recepito con calma olimpica dai presenti. Altra nota a favore del "Maestro" è la sua personificazione stessa, probabilmente nel personaggio di Donald che ad ogni presenza pronuncia battute-chiave se non esplicative. Concludendo ecco un finale inusitato che inquadra Paperone onesto con sé stesso e con gli altri e la riappacificazione tra i characters in guerra nelle prime scene: il musico e il padrone (in un'altra ottica il presente e il passato).
      E che dire poi delle numerosissime citazioni alle terze parti come il penitenziario di San Terzino o al Vin Beaujolais di chiare origini transalpine. Musica per gli occhi.
      « Ultima modifica: Sabato 30 Dic 2017, 20:17:29 da Topolino08 »

      *

      Maximilian
      Dittatore di Saturno
         (3)

      • *****
      • Post: 3590
      • Innamorato di Bill Walsh
        • Offline
        • Mostra profilo
         (3)
        Re:Andrea Fanton
        Risposta #167: Sabato 30 Dic 2017, 19:16:52
        Vorrei provare per una volta a parlare di Fanton seriamente, per quanto tale accostamento di termini possa sembrare contraddittorio.


        La sue storie per certi versi sono molto realistiche.
        Per farvi capire cosa intendo, prendiamo come la struttura classica di un racconto (molto distante dall'autore succitato). Essa è tipicamente divisa in fasi:
        - situazione di quiete
        - presentazione di un problema
        - svolgimento: sequenza di varie peripezie durante le quali si cerca di porre rimedio al problema
        - fine: vittoria (o sconfitta) dell'eroe e ritorno allo stato iniziale.

        Tuttavia nella vita raramente accade così. Spesso infatti, prima di risolvere un problema, se ne presenta un altro, poi un altro ancora, dopo magari si risolve il secondo e alla fine se ne aggiunge un quarto.
        Fanton, inserendo sottotrame non pertinenti (o poco) alla storia principale ci fa rendere conto di ciò: nella realtà infatti succede quasi sempre che mentre facciamo una cosa ce ne capita un'altra che non ha legami con la prima.

        Inoltre Fanton ci fa capire che i personaggi stanno vivendo davvero ciò che fanno: non sono lì per rendere conto al lettore. Molte volte infatti avvengono fatti che non si capiscono: ciò non significa che accadano senza una spiegazione, ma che a noi non è dato conoscerla.
        Talvolta si salta invece da una scena all'altra in modo repentino: durante questa ellissi è (evidentemente) successo qualcosa e ciò ci fa capire che, anche se noi non li abbiamo visti, i personaggi hanno agito. Questo ci comunica il fatto che essi vivono anche al di fuori delle vignette e, poichè non sanno (nè possono) che il lettore non li ha seguiti, non sentono il bisogno di spiegargli ciò che hanno scoperto nel frattempo.
        Discorso analogo si può fare per i suoi inizi in media res. Questi ci fanno comprendere che, per avvenire, hanno avuto un antefatto, il quale quindi è da posizionarsi temporalmente prima che la storia cominciasse. Quando essa inizia non significa che prima c'era il vuoto e ora ambientazione e personaggi esistono. No; c'erano anche prima e vivevano la loro vita normalmente, cosa che continueranno a fare quando non sono inquadrati e anche al termine della vicenda. Similmente, quando compare la scritta fine non implica che ci sia una vera conclusione e che l'universo intero sparisca: i personaggi continueranno a esserci indipendentemente da ciò.

        Le storie di Fanton sono insiemi di frammenti della vita dei personaggi, i quali si presentano difficili nella misura in cui essi si trovano alle prese con varie situazioni. D'altronde è impossibile che il narratore ci mostri tutto (dovrebbe partire dal big bang e arrivare ai giorni nostri, seguendo le vicissitudini di ogni singolo atomo contenuto nel cosmo) e quindi dovrà per forza operare delle scelte.
        Decidendo di non narrare passaggi importanti, il lettore si rende conto che tali passaggi esistono.

        Passiamo ora ad un aspetto particolare della sua produzione: le onomatopee. Ripensando a quelle degli altri autori, ho riscontrato che, utilizzando più o meno sempre le stesse (sgrunt per gli arrabbiati, sob per gli intristiti, eccetera) esse si ripetono talmente tanto da divenire automatiche. Quelle di Fanton, invece, proprio in virtù della loro originalità, sono più espressive (e divertenti) in quanto rendono meglio il fatto che una persona le pronuncia in modo spontaneo, senza averci pensato.


        Non voglio convincere nessuno a farsi piacere questo autore, tuttavia mi piacerebbe che coloro che lo detestano, la prossima volta che lo incontrino, riescano a capirne lo spirito tenendo conto del punto di vista diverso contenuto in questo commento (e magari ad apprezzarlo).

        Infine, approfitto di questo spazio per ringraziare Gumi, il Dominatore e Pacuvio che me l'hanno fatto conoscere
        « Ultima modifica: Sabato 30 Dic 2017, 19:53:02 da Eli »

        *

        Dominatore delle Nuvole
        Diabolico Vendicatore
           (3)

        • ****
        • Post: 1415
        • Guazzabù!
          • Offline
          • Mostra profilo
           (3)
          Re:Le strabilianti storie di Andrea Fanton
          Risposta #168: Sabato 3 Mar 2018, 16:08:05
          Ho fatto una promessa a molte persone... E mai sia detto che io non mantengo le promesse!



          Riepilogo: dopo una farsesca colluttazione, i diciottesimi di finale hanno partorito le loro imprevedibili vincitrici. La fase successiva, denominata in memoria dei celebri chiodi giargianesi, si interrompe sul più bello nel pieno stile di Fanton, approfittando dell'irrompere del mastodontico sondaggio su Rodolfo Cimino. Ed è pertanto con gioia somma ineguagliabile (ignifuga e sommergibile) che vi annunzio la resurrezione (breve e indolore) del Fantoncino. Ma come riprendere? Riacchiappare i giargianesimi là dove li avevamo lasciati? E chi li rimembra più? Però spiaceva dimenticarli.

          Bene, nel post seguente la soluzione architettata da una mente in astinenza fantoniana aggravata di quattordici mesi.
          Buon divertimento! (...) ;)
          « Ultima modifica: Sabato 3 Mar 2018, 16:10:01 da Dominatore delle Nuvole »

          *

          Dominatore delle Nuvole
          Diabolico Vendicatore

          • ****
          • Post: 1415
          • Guazzabù!
            • Offline
            • Mostra profilo

            Re:Andrea Fanton
            Risposta #169: Sabato 3 Mar 2018, 16:10:27

            Vi chiedo uno sforzo. Vi chiedo di capovolgere la Vostra immaginazione, e pensare a un sondaggio come a qualcosa di trascendente e non immanente. Vi chiedo di rinunziare alla tensione, alla direzionalità agonistica di una competizione, e di sublimare questa esperienza in una nuova visione dell'esistenza. Una visione in cui il Fanton di Latta non si è mai interrotto, in cui il 2017 è stato denso di un ineguagliabile niente costruttivo, e siamo or ora giunti alla fase finale.

            Depressione da Inquinamento vs Gioco Made in Japan
            .

            Chi vincerà? Ma soprattutto, chi ha perso? Domanda sibillina, risposta doverosa. A fra qualche ora, nella sezione Sondaggi, una sorpresa per tutti.

             ;) ;D
            « Ultima modifica: Sabato 3 Mar 2018, 16:26:31 da Dominatore delle Nuvole »

              Un autore fuori dal Cimino - Così fuori dal Cimino che è Fantôn
              Risposta #170: Domenica 4 Mar 2018, 14:54:32
              E... ci siamo! Il glorioso non-daggio risorge dalle proprie ceneri!

              *

              Tapirlongo Fiutatore
              Pifferosauro Uranifago
                 (5)

              • ***
              • Post: 492
              • Orrido bestio!
                • Offline
                • Mostra profilo
                 (5)
                Re:Un autore fuori dal Cimino - Così fuori dal Cimino che è Fantôn
                Risposta #171: Domenica 4 Mar 2018, 15:03:56
                E... ci siamo! Il glorioso non-daggio risorge dalle proprie ceneri!

                Rodolfo Cimino muore, e dalle sue ceneri nasce Andrea Fanton, il diabolico sceneggiatore!  ;D
                Sérait-t-il impossible de vivre debout?

                *

                Dominatore delle Nuvole
                Diabolico Vendicatore
                   (1)

                • ****
                • Post: 1415
                • Guazzabù!
                  • Offline
                  • Mostra profilo
                   (1)
                  Re:Andrea Fanton
                  Risposta #172: Venerdì 13 Apr 2018, 19:41:59
                  Eccoci qua, a pubblicare con grande ritardo il tabellone delle semifinali:

                  DEPRESSIONE DA INQUINAMENTO vs STROLOGONE... BUM! vs EFFETTO BOMBA

                  GIOCO MADE IN JAPAN vs GALASSIA DELLE SFERE ESSENZIALI vs EFFETTO BOMBA

                  Appena possibile la fase conclusiva definitiva e riconnettiva, valida per l'accesso (retroattivo) ai noni di finale.




                  Nota tecnica: ci si stupirà del tabellone. Anzitutto, le semifinali semifinali non erano, bensì terzi di finale. Doveva apparire chiaro dal fatto che si era partiti con i diciottesimi, ma come resistere alla tentazione di confondere le acque? Poi, la scelta del terzo concorrente: visto il pesante ex aequo nel girone depressivo, ho optato schizofrenicamente per l'ultima classificata dei due gironi, che è, curiosamente... sempre l'effetto bomba.

                  Tutto chiaro, vero?
                  State tonnati!

                  *

                  Volkabug
                  Diabolico Vendicatore

                  • ****
                  • Post: 1704
                  • ex Paperinik il Templare
                    • Offline
                    • Mostra profilo

                    Re:Andrea Fanton
                    Risposta #173: Martedì 20 Apr 2021, 18:18:32
                    Vi chiedo uno sforzo. Vi chiedo di capovolgere la Vostra immaginazione, e pensare a un sondaggio come a qualcosa di trascendente e non immanente. Vi chiedo di rinunziare alla tensione, alla direzionalità agonistica di una competizione, e di sublimare questa esperienza in una nuova visione dell'esistenza. Una visione in cui il Fanton di Latta non si è mai interrotto, in cui il 2017 è stato denso di un ineguagliabile niente costruttivo, e siamo or ora giunti alla fase finale.

                    Depressione da Inquinamento vs Gioco Made in Japan
                    .

                    Chi vincerà? Ma soprattutto, chi ha perso? Domanda sibillina, risposta doverosa. A fra qualche ora, nella sezione Sondaggi, una sorpresa per tutti.

                    Ma... alla fine chi ha vinto il sondaggione??

                    Ma soprattutto, che peccato che nessuno abbia mai cercato di rintracciare Fanton in dieci anni di esistenza del thread!
                    E paperibus unus

                    *

                    Castyano
                    Sceriffo di Valmitraglia
                       (1)

                    • ***
                    • Post: 352
                    • Tripomponato
                      • Offline
                      • Mostra profilo
                       (1)
                      Re:Andrea Fanton
                      Risposta #174: Martedì 20 Apr 2021, 21:34:00
                      Dopo aver letto una storia di Fanton
                      "Chissà che cosa stava cercando Moby Dick?"

                      *

                      Dominatore delle Nuvole
                      Diabolico Vendicatore
                         (1)

                      • ****
                      • Post: 1415
                      • Guazzabù!
                        • Offline
                        • Mostra profilo
                         (1)
                        Re:Andrea Fanton
                        Risposta #175: Martedì 27 Lug 2021, 14:42:07
                        Ma... alla fine chi ha vinto il sondaggione??

                        Ma soprattutto, che peccato che nessuno abbia mai cercato di rintracciare Fanton in dieci anni di esistenza del thread!

                        Questa è una eccellente domanda.

                        Risponderò con le parole di Alessandro Barbero.

                        ECCHILOSAH?

                         

                        Dati personali, cookies e GDPR

                        Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

                        Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

                        Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.