Logo PaperseraPapersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
Le nostre recensioni
3 | |
4 | |
3 | |
4 | |
3 | |
3 | |
3 | |
3 | |
3 | |
3 | |
4 | |
3 | |

Storie Disney e DIRITTO!

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

ML-IHJCM
Diabolico Vendicatore
PolliceSu

  • ****
  • Post: 1876
  • Nuovo utente
    • Offline
    • Mostra profilo
PolliceSu
    Re: Storie Disney e DIRITTO!
    Risposta #15: Sabato 5 Nov 2016, 12:11:14
    Molto rapidamente, cerco di ricreare un mio precente contributo (andato perso causa i recenti problemi).

    Zio Paperone e la colossale calunnia (processo per truffa; calunnia; Perry Nason, "l'avvocato invincibile" [cito a memoria, non rispondo di errori])

    Zio Paperone e la parola al cannone (usucapione, andando a memoria; comunque la storia di giuridico ha ben poco)

    Zio Paperone e la parva charta di Paperuack (non so quanto sia rilevante; comunque la "parva charta" sarebbe una specie di proto-costituzione paperopolese, sulle orme della Magna Carta)
    « Ultima modifica: Domenica 6 Nov 2016, 11:02:43 da ML-IHJCM »

    *

    Gancio
    Dittatore di Saturno
    PolliceSu   (6)

    • *****
    • Post: 3193
      • Offline
      • Mostra profilo
    PolliceSu   (6)
      Re: Storie Disney e DIRITTO!
      Risposta #16: Lunedì 7 Nov 2016, 19:48:21
      I recenti problemi tecnici del forum han fatto sparire una breve disamina che avevo dedicato alla questione dell'usucapione per come rappresentata in Il matrimonio di Zio Paperone.
      Per quanto ricordo, provo a ricostruire il post perduto...

      Brevemente, questa la trama: Zio Paperone è intenzionato ad edificare un centro commerciale seguendo il consiglio di un famoso esperto di marketing ma, una volta individuato il terreno idoneo, sorge un problema mica da poco: una piccolissima, ma centrale, porzione di tale terreno appartiene a Brigitta! Paperone teme che la bionda papera possa chiedere cifre esorbitanti per quel fazzoletto di terra, cosi tenta di approfittare della "predisposizione" (cit. Paperino) della stessa nei suoi confronti per averlo in regalo; Brigitta, tuttavia, riesce a scoprire le vere intenzioni di Paperone (grazie all'aiuto di Filo Sganga) e, potendo giocare a carte scoperte, lo ricatta: se vuole il terreno dovrà sposarla! Quando è ormai quasi rassegnato a compiere il grande passo, tuttavia, Paperone intravede una possibile via di salvezza di tipo "legale": un avvocato lo informa che potrebbero esserci gli estremi per invocare l'usucapione del terreno, poichè parecchi anni prima proprio Paperone aveva smarrito una pallina golf proprio sul quel fazzoletto di terra. Da qui in poi la storia si sviluppa per lo più in divertenti gag, alla fine delle quali Paperone riuscirà a far valere l'istituto dell'usucapione e dunque ad impadronirsi del terreno.

      Questa storia si caratterizza per far di un istituto giuridico realmente esistente uno degli elementi principali della vicenda e lo fa, come vedremo, con un certo tasso di verosimiglianza.
      Innanzitutto cos'è l'usucapione: si tratta di una particolare modalità di acquisto della proprietà a titolo originario (nel senso che il diritto si acquista in maniera indipendente dal diritto del precedente proprietario) per effetto del possesso continuato ed ininterrotto per determinati periodi di tempo, stabiliti dalla legge.
      L'art. 1158 c.c. recita: "La proprietà dei beni immobili e gli altri diritti reali di godimento sui beni medesimi si acquistano in virtù del possesso continuato per venti anni."
      Il "possesso" in diritto civile non è un diritto, ma una situazione di fatto nella quale chi la esercita si comporta come se fosse il proprietario (o il titolare di un altro diritto reale), dunque per usucapire un bene è necessario che il soggetto interessato abbia posseduto quel bene, per un certo lasso di tempo, comportandosi come il proprietario dello stesso (o comunque come il titolare di un altro diritto); ma ciò ancora non basta.
      Infatti, come precisa l'art. 1163 c.c., il possesso deve essere "pubblico", cioè non conseguito di nascosto o in maniera clandestina; inoltre, per risultare idoneo all'usucapione, deve pure essere continuo (nel senso che il bene non viene abbandonato) e non interrotto da azioni giudiziarie di altri soggetti (ad esempio un'azione di rivendica da parte del proprietario).
      Se vengono rispettate queste condizioni, per usucapire un terreno servono 20 anni.
      Resta da precisare che l'istituto non opera automaticamente, poichè serve comunque una pronuncia di un giudice che la accerti, vale a dire una sentenza in esito ad una regolare causa civile intentata da chi è interessato a far valere l'eventuale usucapione.

      Veniamo ora alla storia.
      L'avvocato Bido De' Truffis cita un articolo del codice civile paperopole che recita: "Chiunque abbia occupato per vent'anni (con la propria persona o con cosa che gli appartiene) un terreno o altra proprietà lasciata abbandonata, ne diventa legittimo proprietario".
      Si tratta di uno dei pochissimi esempi di norma di legge citata in una storia che risulti molto aderente alla corrispondende norma "reale": infatti, al netto del riferimento tra parentesi - cioè quello che consente di occupare "con la propria persona o con cosa che gli appartiene" - la norma non ha nulla di assurdo o particolarmente insensato, fatta salva l'ovvia semplificazione del solo riferimento alla proprietà, dunque senza citare gli altri diritti reali.
      De Vita mette, dunque, in atto una sceneggiatura particolarmente realistica da questo punto di vista (magari meno nell'impossibilità di trovare altri terreni, il che avrebbe risolto tutto, ma vanificato l'idea), piegando ed adattando una norma realmente esistente alle necessità narrative solo nella parte in cui la norma citata dall'avvocato De' truffis fa riferimento alla "cosa che gli appartiene": in questo modo Paperone riesce ad invocare utilmente l'usucapione pur se il "possesso" ventennale è avvenuto mediante una... pallina da golf!

      In realtà ciò non potrebbe mai accadere, proprio perchè il possesso richiede una situazione di fatto corrispondente all'esercizio del diritto di proprietà, dunque Paperone si sarebbe dovuto comportare come proprietario di quel terreno, e certamente non gli sarebbe bastato dimostrare di avervi smarrito una pallina da golf venti anni prima. Peraltro, la situazione appena descritta, oltre a non integrare i requisiti del possesso, non è neppure pubblica perchè nessuno sapeva che la pallina fosse finita li; neppure lo stesso Paperone ne aveva inizialmente consapevolezza, e ciò basta per escludere alla radice ogni eventuale configurabilità di usucapione nella situazione descritta dalla storia.

      Ciò nonostante, "Il matrimonio di Zio Paperone" resta una storia molto divertente e che si caratterizza per un elevato tasso di corrispondenza ad un reale istituto giuridico, avendo quindi l'indubbio merito di aver spinto tanti giovani lettori ad andare a cercare questa strana parola (neppure tanto se vogliamo, poichè deriva dal verbo latino "usucapere", formato da "usu" e "capere", quindi prendere appunto "con l'uso"), apprendendone il significato.
      Tritumbani fritti!

      *

      Vito65
      Diabolico Vendicatore
      PolliceSu

      • ****
      • Post: 1461
      • ex Generale Westcock
        • Offline
        • Mostra profilo
      PolliceSu
        Re: Storie Disney e DIRITTO!
        Risposta #17: Martedì 8 Nov 2016, 09:52:18
        Caro Gancio, ti "pollicio" per la pazienza che hai dimostrato nel ricostruire il post di cui sopra, oltre che, nel merito, per la chiara e precisa argomentazione in materia di usucapione.

        *

        Dippy Dawg
        Dittatore di Saturno
        PolliceSu   (2)

        • *****
        • Post: 3044
          • Offline
          • Mostra profilo
        PolliceSu   (2)
          Re: Storie Disney e DIRITTO!
          Risposta #18: Martedì 8 Nov 2016, 10:57:32
          Ciò nonostante, "Il matrimonio di Zio Paperone" resta una storia molto divertente e che si caratterizza per un elevato tasso di corrispondenza ad un reale istituto giuridico, avendo quindi l'indubbio merito di aver spinto tanti giovani lettori ad andare a cercare questa strana parola (neppure tanto se vogliamo, poichè deriva dal verbo latino "usucapere", formato da "usu" e "capere", quindi prendere appunto "con l'uso"), apprendendone il significato.
          Ricordo che, durante una lezione di diritto alle superiori, quando il professore nominò l'usucapione, io e il mio compagno di banco ci siamo guardati e abbiamo ricordato entrambi questa storia, dicendo "ma allora era vero"! :P
          Io son nomato Pippo e son poeta
          Or per l'Inferno ce ne andremo a spasso
          Verso un'oscura e dolorosa meta

          *

          Alby87
          Pifferosauro Uranifago
          PolliceSu

          • ***
          • Post: 470
          • Avatar così provvisorio... da restare definitivo!
            • Offline
            • Mostra profilo
          PolliceSu
            Re: Storie Disney e DIRITTO!
            Risposta #19: Martedì 8 Nov 2016, 13:45:30
            Topolino e il cugino Samuele, storia disegnata da Scarpa, non riguarda la capacità del testimone di essere valido o meno?
            The Alby87 Project
            Pinball Own: T*Z

            *

            Aoimoku
            Diabolico Vendicatore
            PolliceSu

            • ****
            • Post: 1542
              • Offline
              • Mostra profilo
            PolliceSu
              Re: Storie Disney e DIRITTO!
              Risposta #20: Martedì 8 Nov 2016, 15:06:39
              Per "colpa" della storia di De Vita, da bimbo meditavo di lasciare in giro palline da golf per ripassare venti anni dopo a usucapionare terreni in tutta la città  ;D

              *

              Dippy Dawg
              Dittatore di Saturno
              PolliceSu

              • *****
              • Post: 3044
                • Offline
                • Mostra profilo
              PolliceSu
                Re: Storie Disney e DIRITTO!
                Risposta #21: Martedì 8 Nov 2016, 15:35:12
                Un'altra storia con processo finale: ZP e il fumo della discordia

                Se non sbaglio, la sentenza finale si ispirava addirittura a Salomone...
                Io son nomato Pippo e son poeta
                Or per l'Inferno ce ne andremo a spasso
                Verso un'oscura e dolorosa meta

                *

                ML-IHJCM
                Diabolico Vendicatore
                PolliceSu

                • ****
                • Post: 1876
                • Nuovo utente
                  • Offline
                  • Mostra profilo
                PolliceSu
                  Re: Storie Disney e DIRITTO!
                  Risposta #22: Mercoledì 9 Nov 2016, 13:02:04
                  Se non sbaglio, la sentenza finale si ispirava addirittura a Salomone...
                  Probailmente lessi la storia in questione, ma non ne ricordo nulla. Pero' sull'Inducks leggo
                  Spoiler: mostra
                  Paperino vende il fumo (e viene condannato a pagare col suono delle monete)
                  , che piu' che a Salomone, mi fa pensare ad un famosa sentenza dell'Egitto faraonico (
                  Spoiler: mostra
                  un tizio ha goduto in sogno delle grazie di una cortigiana e, quando lei chiede di essere pagata per la "prestazione", la rimborsa col suono delle monete
                  ), riportata, credo, da Plutarco (a memoria, direi nella Vita di Demetrio).
                  « Ultima modifica: Mercoledì 9 Nov 2016, 13:54:15 da ML-IHJCM »

                  *

                  Dippy Dawg
                  Dittatore di Saturno
                  PolliceSu

                  • *****
                  • Post: 3044
                    • Offline
                    • Mostra profilo
                  PolliceSu
                    Re: Storie Disney e DIRITTO!
                    Risposta #23: Giovedì 10 Nov 2016, 10:30:08
                    Può darsi! L'ho letta svariati anni fa, e i ricordi potrebbero essere sbagliati...
                    Ricordo che l'avvocato difensore mostrava qualcosa al giudice*, e potrebbe essere proprio quello che dici tu! ;)

                    * di sicuro, non entrava nel merito della sentenza originale! ;D

                    Ricordavo bene!
                    Evidentemente quella di Plutarco era troppo scabrosa e hanno preferito mettere in mezzo Salomone! ;D
                    « Ultima modifica: Giovedì 10 Nov 2016, 10:32:05 da Dippy_Dawg »
                    Io son nomato Pippo e son poeta
                    Or per l'Inferno ce ne andremo a spasso
                    Verso un'oscura e dolorosa meta

                    *

                    ML-IHJCM
                    Diabolico Vendicatore
                    PolliceSu

                    • ****
                    • Post: 1876
                    • Nuovo utente
                      • Offline
                      • Mostra profilo
                    PolliceSu
                      Re:Storie Disney e DIRITTO!
                      Risposta #24: Venerdì 5 Gen 2018, 13:26:30
                      Tra le storie che ho avuto modo di rileggere nell'ultimo rientro, c'e' Zio Paperone e il cerchio della salute, dove i Bassotti sfruttano leggi desuete per farsi dare ragione da un giudice (con interessante commento di quest'ultimo sulla differenza tra la giustizia "legale" e quella "morale").
                      Gia' che ci sono: sempre in tema di leggi strane e vetuste, ci sarebbe Zio Paperone e l'usanza dei Kuang. E stranamente nessuno ha ancor menzionato un capolavoro assoluto, la cui trama si basa su un arcaico diritto di proprieta' (con un avvocato truffaldino in un ruolo fondamentale).

                      *

                      Maximilian
                      Dittatore di Saturno
                      PolliceSu

                      • *****
                      • Post: 3634
                      • Innamorato di Bill Walsh
                        • Offline
                        • Mostra profilo
                      PolliceSu
                        Re:Storie Disney e DIRITTO!
                        Risposta #25: Venerdì 5 Gen 2018, 15:15:52
                        Proprio da poco ho letto una storia che tra ordinanze comunali, emendamenti e cavilli vari va a nozze:
                        https://inducks.org/story.php?c=YM+049

                        *

                        Pap
                        Ombronauta
                        PolliceSu

                        • ****
                        • Post: 841
                        • Uack!
                          • Offline
                          • Mostra profilo
                        PolliceSu
                          Re:Storie Disney e DIRITTO!
                          Risposta #26: Venerdì 5 Gen 2018, 16:00:56
                          E stranamente nessuno ha ancor menzionato un capolavoro assoluto, la cui trama si basa su un arcaico diritto di proprieta' (con un avvocato truffaldino in un ruolo fondamentale).
                          Da citare quindi anche il suo seguito da parte di Don Rosa, che si basa sullo stesso concetto.

                           

                          Dati personali, cookies e GDPR

                          Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

                          Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

                          Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.