Logo PaperseraPapersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
Le nostre recensioni
2 | |
3 | |
2 | |
5 | |
2 | |
4 | |
2 | |
4 | |
3 | |
3 | |
4 | |
3 | |
Topolino Gold 6 - Zio Paperone e il segreto di Cuordipietra - Recensione di Alessandro Mercatelli

La collana Topolino Gold si arricchisce di un nuovo volume dedicato a Zio Paperone e il segreto di Cuordipietra, storia in tre puntate originariamente pubblicata nel 2017 su Topolino 3230-3232 e qui raccolta in un’edizione pregiata acquistabile anche nella versione “cofanetto” assieme a Zio Paperone e l’ultima avventura. Scritta da Francesco Artibani e disegnata da Alessandro Perina, Il segreto di Famedoro è una storia dagli echi indubbiamente retrò, alla quale va il pregio di recuperare un vecchio personaggio ideato da Romano Scarpa. La sceneggiatura colloca i protagonisti all’interno di avventure dal sapore tipicamente barksiano, portando alcuni dei suoi protagonisti in terre lontane attraverso templi e antichità di vario genere. Strutturata come seguito ideale di Zio Paperone e l’ultima avventura, la storia di Artibani ripropone il personaggio di Famedoro in un’insolita versione filantropica. Una nemesi buona del celebre personaggio i cui intenti rappacificatori vengono sottolineati da un completo bianco, del tutto identico a quello classico, che lo fa apparire come l’esatto opposto di quel che siamo sempre stati abituati a vedere, una sorta di Yin e Yang sempre pronto a passare da una versione all’altra a seconda delle necessità. La storia si dipana in tre puntate, tre atti distinti in cui assistiamo al graduale cambio di intenti di Famedoro che passa da un eccesso di generosità alla massima espressione di cupidigia regalando al lettore un bellissimo riferimento ad una delle storie che più lo hanno reso celebre. Zio Paperone, Paperino, Qui, Quo e Qua vengono improvvisamente contattati da Cuordipietra. L’avido magnate li informa di aver cambiato vita grazie alla grande generosità che ha contraddistinto il suo compianto fratello Polidoro. Nel tentativo di espiare le colpe del proprio passato Cuordipietra si offre di ospitare Qui, Quo e Qua mentre Paperone e Paperino sono impegnati in una spedizione per salvare un loro parente. Un personaggio come Famedoro non può tradire le aspettative di cupidigia e spietatezza che lo caratterizzano; quindi, il ribaltamento di ruolo non tarderà ad arrivare anche grazie alla profonda diffidenza mostrata sin dal principio da Paperone che porterà a svelare il piano architettato dal suo acerrimo nemico. Il candido Cuordipietra Famedoro Il segreto di Cuordipietra è un dichiarato omaggio alle vecchie avventure di paperi scritte da Barks in cui gli stessi disegni di Perina cercano di rievocare il tratto più classico dei personaggi. Il disegnatore appare particolarmente ispirato e molto concentrato sull’espressività dei due protagonisti principali, ritratti in modo fedele alle loro originarie apparizioni, con un Paperone dalle basette più marcate e perennemente corrucciato ed un Famedoro la cui spietatezza viene enfatizzata da espressioni al limite del grottesco. Il tema portante del racconto è quello dei legami familiari, pretesto che permette ad Artibani di dare spazio a Gedeone de’ Paperoni, fratello del più celebre Paperone. Un personaggio poco noto ai più giovani, ideato da Romano Scarpa e apparso per la prima volta nel 1956 all’interno della storia Paperino e i gamberi in salmì, la cui presenza, seppur molto condensata, vale già di per sé la lettura della storia visto che è proprio attorno a questo personaggio che è veicolato il messaggio principale della trama. Purtroppo, è proprio il soggetto del racconto a presentare qualche piccolo difetto: i tre atti in cui si suddivide quest’avventura appaiono poco coesi tra di loro. In particolare, il secondo episodio, quello che peraltro ha i maggiori spunti barksiani, è strutturato quasi in maniera autonoma, come un racconto a sé che potrebbe funzionare benissimo a prescindere dalla conclusione, che giunge nell’episodio successivo in maniera molto repentina e del tutto slegata rispetto all’interessante e purtroppo poco sviluppato secondo atto. Un epilogo inedito per Famedoro Pur non avendo nulla da criticare riguardo gli splendidi scenari e contesti sviluppati da Artibani e magistralmente illustrati da Perina, un altro piccolo neo lo si trova nell’episodio conclusivo in cui, proprio quando si inizia a respirare un’atmosfera avventurosa degna di un racconto di Jules Verne, arriva un finale la cui scontatezza non può essere criticata in quanto pura espressione dei canoni disneyani, ma che sicuramente fa rimpiangere la mancanza di qualche sviluppo maggiore che non avrebbe certo guastato all’insieme del racconto. Non delude invece l’epilogo inedito, contenuto creato esclusivamente per questa edizione nel quale, in appena tre tavole, si respira di nuovo tutta la grinta e la determinazione del personaggio di Famedoro così come ritratto nelle sue più classiche apparizioni. In generale ci troviamo dinanzi una storia interessante, che ha il pregio di rievocare atmosfere e personaggi classici, condendo il tutto con un bel po’ di humor ed avventura senza però mai trovare il giusto trait d’union tra le varie vicende in cui si articola la trama. Ciò non toglie che Zio Paperone e il segreto di Cuordipietra sia un ottimo racconto, dal sapore volutamente classico e sapientemente disegnato, sorretto da un tema importane come quello della famiglia che indubbiamente tocca anche il cuore del lettore. A conclusione del volume un’interessante breve intervista a Francesco Artibani ci da l’idea che, come peraltro anticipato dall’epilogo inedito, il contenzioso tra i due protagonisti è ancora aperto e sicuramente a breve, com’è giusto che sia, ci sarà l’occasione per Cuordipietra di tentare l’ennesima vendetta ai danni del suo acerrimo rivale Paperone.

Leggi la recensione

Voto del recensore:
Voto medio: (6)
Esegui il login per votare

Asterix

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

rikki-tikki-tavi
Gran Mogol
PolliceSu   (1)

  • ***
  • Post: 668
  • Esordiente
    • Offline
    • Mostra profilo
PolliceSu   (1)
    Re:Asterix
    Risposta #300: Venerdì 21 Mag 2021, 14:22:23
    Non ricordo di aver mai letto Asterix, mi ha incuriosita ma non so se sia nelle mie corde.
    Infatti ci sto facendo un pensierino quantomeno per la prima doppia uscita anche se convengo con SilverPk, non sembra il top delle edizioni
    Se non hai mai letto nulla di Asterix è il momento buono per rimediare, cerca magari una collana adeguata alle tue aspettative.
    Non puoi farti mancare un pilastro del fumetto mondiale come questo...Ti avviso però che se cominci col primo volume, Asterix il Gallico, questo  è distante come grafica dai successivi, risultando un po' legnoso come tratto, i personaggi sono alla loro prima rappresentazione che evolverà poi col tempo. Se non hai modo di farti prestare degli albi per farti un'idea se ti potrebbe piacere o meno leggi qualche anteprima su Google Play libri, mi sembra siano tutti disponibili, così poi puoi decidere.

    P.s. per curiosità, c'è qualcuno qui che oltre ad Asterix ha anche i tre volumi di Umpa-pà il pellerossa?

    *

    Anapisa
    Cugino di Alf
    PolliceSu

    • ****
    • Post: 1170
      • Offline
      • Mostra profilo
    PolliceSu
      Re:Asterix
      Risposta #301: Venerdì 21 Mag 2021, 14:33:34
      Rikki-tikki-tavi grazie per i consigli.
      Io non ho grandi pretese collezionistiche, per le mie esigenze penso andrebbe bene per me come collana quella che sta uscendo,perché il formato brossurato recupera un pochino di spazio rispetto al cartonato, è lo spazio un grosso problema  ^-^
      Non credo farò tutta la collezione,era per togliermi la curiosità dato lo stanno riproponendo dalla prima uscita.

      *

      Giona
      Visir di Papatoa
      PolliceSu

      • *****
      • Post: 2542
      • FORTVNA FAVET FORTIBVS
        • Offline
        • Mostra profilo
      PolliceSu
        Re:Asterix
        Risposta #302: Venerdì 21 Mag 2021, 15:54:00
        Io possiedo le storie "classiche" di Asterix; mi mancano quasi tutte quelle da "La traviata" in poi. Però le ho disperse su una quantità di pubblicazioni di formato diverso: ho un paio di cartonati, i due Supermiti Mondadori (che per guardarli ti ci vuole la lente d'ingrandimento, e non sto scherzando!) e gli albi brossurati di grande formato con la copertina flessibile come quelli di questa collana (che si era appunto fermata prima de "La traviata"). Penso che di questa collana potrei comprare quelli che mi mancano in questo formato, in modo da averli tutti dello stesso tipo.
        "Coi dollari, coi dollari si compran le vallate / Così le mie ricchezze saran settuplicate" (da Paperino e l'eco dei dollari)

        *

        Dippy Dawg
        Dittatore di Saturno
        PolliceSu   (1)

        • *****
        • Post: 3081
          • Offline
          • Mostra profilo
        PolliceSu   (1)
          Re:Asterix
          Risposta #303: Venerdì 21 Mag 2021, 16:50:36
          ... perché il formato brossurato recupera un pochino di spazio rispetto al cartonato, è lo spazio un grosso problema  ^-^
          Parole santissime! ;D

          Io ho fatto la collana (credo) precedente, quella con le copertine rosse, che forse è la migliore, sia per il motivo qui sopra, sia perché comprende anche dei bei redazionali! Poi, ho la "Figlia di Vercingetorige" in cartonato, e non so cos'altro è uscito...

          Comunque, mi unisco al consiglio di lettura: Asterix è uno dei migliori fumetti di sempre! :)

          P.s. per curiosità, c'è qualcuno qui che oltre ad Asterix ha anche i tre volumi di Umpa-pà il pellerossa?
          Tre volumi? Io ricordo UN volume, che ho anche letto (e poi ho dato via), ma non ricordo proprio che edizione fosse...
          Io son nomato Pippo e son poeta
          Or per l'Inferno ce ne andremo a spasso
          Verso un'oscura e dolorosa meta

          • ***
          • Post: 668
          • Esordiente
            • Offline
            • Mostra profilo
          PolliceSu
            Re:Asterix
            Risposta #304: Venerdì 21 Mag 2021, 17:24:25

            P.s. per curiosità, c'è qualcuno qui che oltre ad Asterix ha anche i tre volumi di Umpa-pà il pellerossa?
            Tre volumi? Io ricordo UN volume, che ho anche letto (e poi ho dato via), ma non ricordo proprio che edizione fosse...

            No, sono proprio tre volumi del 1998/1999/2000 nella stessa edizione Mondadori degli Asterix bianchi.

            *

            Solomon Cranach
            Gran Mogol
            PolliceSu   (1)

            • ***
            • Post: 670
            • Spero che i buddisti si sbaglino.
              • Offline
              • Mostra profilo
            PolliceSu   (1)
              Re:Asterix
              Risposta #305: Venerdì 21 Mag 2021, 20:56:41
              Ristampati anche da Nona Arte in un unico integrale (con una traduzione molto migliore rispetto ai volumi Mondadori).

              Nona Arte che ha pubblicato pure un altro personaggio di Goscinny e Uderzo, Jehan Pistolet.
              « L'UNICA DIFFERENZA FRA LA FOTOCAMERA E NOI
              È CHE LA FOTOCAMERA, QUESTA STUPIDA, NON SBAGLIA MAI,
              MENTRE NOI SBAGLIAMO IN CONTINUAZIONE, IN OGNI DISEGNO.
              ED È QUESTO CHE CREA LA MAGIA!
              »

              J. Giraud

              *

              rikki-tikki-tavi
              Gran Mogol
              PolliceSu   (2)

              • ***
              • Post: 668
              • Esordiente
                • Offline
                • Mostra profilo
              PolliceSu   (2)
                Re:Asterix
                Risposta #306: Lunedì 8 Nov 2021, 16:26:39
                Asterix e il grifone
                Nonostante io aspetti sempre Dicembre per non farmi mancare il nuovo albo di Asterix quest'anno l'ho acquistato in anticipo, approfittando della promo di 4 sottobicchieri in omaggio con l'ordine su Panini.
                Bene, la storia mi è piaciuta tanto, i nostri tre eroi Asterix, Obelix e Panoramix accompagnati dal fido Idefix si avventurano nelle terre all'estremo Est di Roma, in aiuto di un druido amico della tribù dei Sarmati.
                Sono tallonati da una legione di Romani, mandati da Cesare a catturare il mitico grifone, animale sacro e venerato appunto dai Sarmati.
                La storia mi ha fatto ridere in più punti, grazie anche alla riuscita caratterizzazione dei vari personaggi ed alle battute veloci e con un collegamento comico alla realtà del nostro tempo.
                Ho trovato anche una citazione relativa a Game of Thrones!
                Non mancano le caricature di persone conosciute, come lo scrittore francese Michel Houellebecq ed un piccolo cameo dedicato al grande Charles Aznavour.
                Una nuova bella avventura che, non lo nascondo, a me ha fatto venire voglia di ricominciare a leggerla da capo una volta finita! :)
                « Ultima modifica: Lunedì 8 Nov 2021, 16:29:47 da rikki-tikki-tavi »

                *

                Ivan
                Evroniano
                PolliceSu   (1)

                • **
                • Post: 113
                • Yuk Yuk!
                  • Offline
                  • Mostra profilo
                PolliceSu   (1)
                  Re:Asterix
                  Risposta #307: Martedì 14 Giu 2022, 23:23:50
                  Anche se ho letto questo nuovo albo già da alcuni mesi mi sono reso conto che non avevo mai condiviso le mie impressioni.
                  Come scritto nel post precedente anche io ho trovato Asterix e il Grifone una storia qualitativamente buona, che mi ha coinvolto fino alla fine.
                  Ho notato che riescono ad appassionarmi maggiormente le storie ambientate al di fuori del villaggio, forse si riesce a dar maggior respiro alla trama e agli eventi.
                  Asterix e la figlia di Vercingetorige ad esempio non mi era piaciuta granché.
                  Metto questo albo forse al pari di Asterix e la corsa d'Italia. Entrambi li considero personalmente i migliori lavori del duo Ferri-Conrad.
                  Tornando al Grifone devo spendere una parola sulla gran qualità dei disegni. Sarà che a me la neve piace e qui ce n'è tanta. Su tutte cito la vignetta a pagina 40 (il triceratopo sul fondo del lago ghiacciato) e la vignetta a pagina 26 (i romani inondati dal fiume).
                  Infine complimenti per il gran lavoro fatto con i colori a Thierry Mébarki, notevole dal mio punto di vista nelle vignette "notturne" la resa delle atmosfere attraverso l'uso dei colori blu e viola. Ma anche "colorare" tutta quella neve non deve essere una passeggiata  :thankYou:
                  Insomma un albo che mi sento di consigliare assolutamente.
                  Me misero, me tapino!

                   

                  Dati personali, cookies e GDPR

                  Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

                  Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

                  Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.