Logo PaperseraPapersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
Le nostre recensioni
4 | |
3 | |
3 | |
4 | |
3 | |
4 | |
3 | |
3 | |
3 | |
3 | |
3 | |
3 | |

Topolino e lo spettro fallito

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

Astrus
Diabolico Vendicatore
PolliceSu

  • ****
  • Post: 1616
  • Affamato di grandi storie
    • Offline
    • Mostra profilo
PolliceSu
    Topolino e lo spettro fallito
    Sabato 17 Gen 2009, 14:10:54
    Topolino e lo spettro fallito Walsh/Gottfredson
    Molto strano che non ci fosse già un topic dedicato.
    Ma, tant'è,
    Sicuramente, la suddetta storia del leggendario duo merita la lettura, posizionandosi tra le migliori avventure dell'ultimo Mickey Mouse giornaliero.
    La sola caratterizzazione di Black Brian basterebbe a sostenere un'avventura del genere; ma Walsh e Gottfredson non si contentanto di questo, e ci costruiscono sopra una trama molto più complessa, a metà tra giallo e fantascienza.
    E si ripropone (seppur in maniera meno profonda) la figura del pesce fuor d'acqua, del disadattato, già utilizzata dai due autori per la caratterizzazione della loro creatura più famoso: Eta Beta.

    *

    Quaquarone93
    Diabolico Vendicatore
    PolliceSu

    • ****
    • Post: 1749
    • Il gentile fantasma del castello De' Paperoni
      • Offline
      • Mostra profilo
    PolliceSu
      Re: Topolino e lo spettro fallito
      Risposta #1: Sabato 17 Gen 2009, 16:12:29
      Se non sbaglio è l'ultima storia di Gottfredson apparsa sui Grandi Classici e la ricordo con piacere per l'ottima atmosfera, la caratterizzazione dei personaggi e il disegno che amo da matti. Lo svolgimento della trama è molto particolare, poichè vede lo spettro cercare di rifarsi una vita cominciando da zero, scontrandosi col sospetto della gente tanto che alla fine preferisce rinunciare. Fortuna che ci sono Topolino e Pippo ad aiutarlo. Simpaticissimo il finale in cui Topolino credendo i possedere in ogni momento i poteri dei fantasmi, va a sbattere contro il muro!
      "A man who wins is a man who thinks he can" - RF my hero...

        Re: Topolino e lo spettro fallito
        Risposta #2: Lunedì 19 Gen 2009, 17:30:41
        Storia molto bella, almeno alla lettura da inesperto. Poi, quando hai letto quasi tutto Walsh, trovi un po' ripetitiva la parte iniziale col fantasma disadattato. La storia ripeto, è comunque costruita ottimamente ed è una delle migliori storie di Topolino di Walsh.
        « Ultima modifica: Lunedì 19 Gen 2009, 17:31:18 da Doctor_Einmug »
        W la Disney e Dumas!
        EFFEGGI

        *

        valsedre
        Pifferosauro Uranifago
        PolliceSu

        • ***
        • Post: 411
        • Nuovo utente
          • Offline
          • Mostra profilo
        PolliceSu
          Topolino e lo spettro fallito
          Risposta #3: Lunedì 3 Mag 2010, 21:33:24
          Storia classica del mitico duo Wlas-Gottfredson datata 1951,la trama(sopratutto per la figura di Karaban Dragore ) ricorda quella della scatola elettrica.

          *

          alec
          Dittatore di Saturno
          PolliceSu

          • *****
          • Post: 3883
          • Novellino
            • Offline
            • Mostra profilo
          PolliceSu
            Re: Topolino e lo spettro fallito
            Risposta #4: Lunedì 3 Mag 2010, 22:08:45
            Una delle mie storie preferite.  Esilarante il fantasna che va a provarsi il vestito.  Il commesso, quando lo spettro infila i calzoni esclama Dovreste vedere come cadono a piombo, dietro.  Barbanera risponde
            Posso benissimo vedere! E girando la testa a 360 gradi  Si', mica male!
            Inquietante e very Walsh la figura del Prof. Destiny. Atttendo di vederla pubblicata sul TuttoGott.

            *

            Brigitta MacBridge
            Flagello dei mari
            Moderatore
            PolliceSu   (2)

            • *****
            • Post: 4732
            • Paperonuuuuccciooooo....
              • Offline
              • Mostra profilo
            PolliceSu   (2)
              Re: Topolino e lo spettro fallito
              Risposta #5: Lunedì 3 Mag 2010, 22:36:39
              Figura anche fra le mie preferite, come ebbi a spiegare in occasione del sondaggio sulla miglior storia di Gttfredson... mi autocito ;) :

              Topolino e lo spettro fallito è una avventura che miscela magistralmente humor, una spruzzata di horror, avventura nel più puro stile topoliniano ed un messaggio interessante. Lo spettro che cerca di adeguarsi ai canoni di malvagità e terrore che il suo ruolo di ectoplasma imporrebbe, ma che finisce per capire che la sua vera natura è un'altra, e la società che impara a comprenderlo e ad accettarlo per quello che è (fino a fargli fare da baby sitter) sono un bel messaggio sul non farsi condizionare dai pregiudizi e sull'integrazione di chi non è come noi. Potremmo vederlo come una metafora dei problemi di integrazione fra diverse culture che il nostro paese sta affrontando in questo periodo, con gli "spettri" (immigrati? rom?) che vengono respinti e temuti in quanto tali, la effettiva presenza di un problema di sicurezza dato da una associazione a delinquere (quella del malvagio professore, che - si noti - non è neppure uno spettro lui stesso ma sfrutta i poveri spettri a loro stesso svantaggio), che porta la gente comune a sviluppare avversità e pregiudizi anche nei confronti di chi non porta nessun problema... insomma, una storia molto attuale.
              I miei teSSSSori: http://tinyurl.com/a3ybupd

              "You must be the change you want to see in the world" -- Gandhi

              *

              Giona
              Visir di Papatoa
              PolliceSu

              • *****
              • Post: 2538
              • FORTVNA FAVET FORTIBVS
                • Offline
                • Mostra profilo
              PolliceSu
                Re: Topolino e lo spettro fallito
                Risposta #6: Venerdì 7 Mag 2010, 12:55:25
                Potremmo vederlo come una metafora dei problemi di integrazione fra diverse culture che il nostro paese sta affrontando in questo periodo, con gli "spettri" (immigrati? rom?) che vengono respinti e temuti in quanto tali, la effettiva presenza di un problema di sicurezza dato da una associazione a delinquere (quella del malvagio professore, che - si noti - non è neppure uno spettro lui stesso ma sfrutta i poveri spettri a loro stesso svantaggio), che porta la gente comune a sviluppare avversità e pregiudizi anche nei confronti di chi non porta nessun problema... insomma, una storia molto attuale.
                Mah, quest'interpretazione mi sembra un po' forzata. Tanto più che anche il "malvagio professore" indiano è rappresentato in modo "diverso", e non tanto per la sua origine etnica quanto nel modo in cui è disegnato: la spigolosità dei suoi arti lo distingue da tutti gli altri personaggi e a me dà un'impressione di "disumanità".
                Quando lessi questa storia da piccolo sul cartonatone "Io Pippo" ne fui piuttosto spaventato, e a farmi paura fu più il piano del professore che le prime apparizioni dello spettro.
                « Ultima modifica: Lunedì 28 Set 2020, 13:58:34 da Giona »
                "Coi dollari, coi dollari si compran le vallate / Così le mie ricchezze saran settuplicate" (da Paperino e l'eco dei dollari)

                *

                Brigitta MacBridge
                Flagello dei mari
                Moderatore
                PolliceSu   (2)

                • *****
                • Post: 4732
                • Paperonuuuuccciooooo....
                  • Offline
                  • Mostra profilo
                PolliceSu   (2)
                  Re: Topolino e lo spettro fallito
                  Risposta #7: Venerdì 7 Mag 2010, 13:46:08
                  Mah, quest'interpretazione mi sembra un po' forzata.
                  Ma ne sono consapevole. Anche perché è una lettura che ha senso "qui ed oggi", e non so quanto senso potesse o meno avere negli USA degli anni '50. È una lettura che quindici anni fa non mi sognavo di fare, mentre adesso mi viene spontanea. Più che altro può essere un indizio di come alle volte le storie possano portare a riflessioni che vanno al di là delle intenzioni di chi le ha fatte. O di come, invece di invecchiare, le storie "buone" si attualizzano con il passare del tempo.
                  I miei teSSSSori: http://tinyurl.com/a3ybupd

                  "You must be the change you want to see in the world" -- Gandhi

                  *

                  Gongoro
                  Visir di Papatoa
                  PolliceSu

                  • *****
                  • Post: 2195
                  • 0-0
                    • Offline
                    • Mostra profilo
                  PolliceSu
                    Re: Topolino e lo spettro fallito
                    Risposta #8: Venerdì 7 Mag 2010, 14:20:52
                    Andando OT, una metafora più chiara dell'America anni '50 (e non solo di essa) può essere questa tavola:
                    http://coa.inducks.org/story.php?c=ZM+51-04-22
                    Gancio e i suoi amici (forse non a caso neri) entrano in un ristorante dove non si servono gli uccelli, come era normale per gli afroamericani e altre minoranze in molte parti degli USA.

                    *

                    raes
                    Gran Mogol
                    PolliceSu

                    • ***
                    • Post: 563
                    • Nuovo utente
                      • Offline
                      • Mostra profilo
                    PolliceSu
                      Re: Topolino e lo spettro fallito
                      Risposta #9: Martedì 11 Mag 2010, 20:42:01
                      anche ha me è piaciuta molto, se non ricordo male la lessi nell' oscar mondadori "i pensieri di pippo"

                      *

                      Juro
                      Diabolico Vendicatore
                      PolliceSu

                      • ****
                      • Post: 1491
                      • Gradite del tè?
                        • Offline
                        • Mostra profilo
                      PolliceSu
                        Re: Topolino e lo spettro fallito
                        Risposta #10: Mercoledì 12 Mag 2010, 09:04:25
                        Io invece ho sempre trovato incongruenti le spiegazioni iniziali del fantasma.Non saprei se considerarle errori di traduzioine o proprio errori nella sceneggiatura ma ho avuto l'impressione che all'inizio il fantasma parli un pochino a vanvera.
                        Oddio,150 anni chiuso in un muro in effetti farebbero delirare chiunque,però mi è sempre sembrato un passaggio poco chiaro.

                        *

                        nidice
                        Bassotto
                        PolliceSu

                        • *
                        • Post: 14
                        • Novellino
                          • Offline
                          • Mostra profilo
                        PolliceSu
                          Re: Topolino e lo spettro fallito
                          Risposta #11: Domenica 27 Giu 2010, 11:34:11
                          Grande storia di livello 8-)

                          *

                          Maximilian
                          Dittatore di Saturno
                          PolliceSu   (1)

                          • *****
                          • Post: 3635
                          • Innamorato di Bill Walsh
                            • Offline
                            • Mostra profilo
                          PolliceSu   (1)
                            Re:Topolino e lo spettro fallito
                            Risposta #12: Lunedì 28 Set 2020, 13:48:00
                            Questa è presumibilmente la storia in cui Walsh critica più aspramente la sua patria.

                            Anzitutto la polizia torna, com’era caratteristica dei primi anni ’30, ad un ruolo negativo. Tuttavia, mentre i rappresentanti delle forze dell’ordine dell’epoca erano semplicemente sciocchi, vili oppure venivano tratti in inganno sull’identità del colpevole, qui la questione assume connotati più profondi.
                            Il primo agente che compare nella vicenda rifiuta – consapevolmente - di arrestare un pericoloso pluriomicida, lasciandolo a piede libero e impunito, mentre svolge efficacemente il proprio mestiere quando si tratta di multare un cittadino onesto, il quale resta senza protezione ne confronti del criminale. Si tratta dell’ennesima stoccata all’ipocrisia dilagante del tempo.
                            In seguito, quando la popolazione si sente minacciata e preme per l’intervento della polizia, essa, non potendo catturare il colpevole, decide di imprigionare qualcuno che non c’entra niente, in quella che può essere vista come una ricerca di un capro espiatorio per placare l’opinione pubblica. Lo stesso avveniva nei veri USA del Maccartismo, con l’unica differenza che in questo caso i perseguiti erano i presunti simpatizzanti sovietici.

                            Inoltre gli emarginati, non trovando altro posto nella comunità e non avendo niente da perdere, vengono attirati nelle spire del crimine e sfruttati a tal fine. I fantasmi rappresentano coloro che per lo stato non esistono, così come chi, in alcuni paesi del terzo mondo, non essendo registrato all’anagrafe non può vantare il riconoscimento di alcun diritto e viene schiavizzato senza scrupoli*; gli spettri, purchè con il certificato di nascita, posseggono anche quello di morte, dunque per quanto diversi dagli schiavi attuali, ricadono nella medesima situazione.
                            Si noti che, malgrado il governo non consideri questi reietti, pretende comunque che essi paghino le tasse (si veda la striscia con un ispettore fiscale che si reca da Topolino calcolare quanto Black Brian deve all’erario).
                            Ma soprattutto, mentre ufficialmente lo stato non sa e non si cura dei fantasmi, sotto sotto approva la loro condizione: il dottor Doom li asserve tramite regolare contratto, suggerendo così che la legge sia in combutta con chi lucra sulla pelle degli esclusi.

                            Infine lo stesso Topolino, per tornare a vivere nella società normale (rappresentata in questo caso da Minni), deve sottostare al conformismo che la governa: oltre a congedarsi con gli ectoplasmi dichiara la loro inesistenza, così come rinnega la vicenda appena vissuta.

                            Ho notato che in questo periodo gli argomenti trattati dalle varie storie cominciano a diventare meno espliciti, in un contrasto abbastanza netto rispetto alle prime opere del divino.

                            *Mentre scrivevo mi sono reso conto che si possono fare parallelismi anche con aspetti dei paesi cosiddetti civili o avanzati, non ultima l’Italia.

                             

                            Dati personali, cookies e GDPR

                            Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

                            Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

                            Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.