Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
Le nostre recensioni
2 | |
4 | |
2 | |
2 | |
5 | |
1 | |
5 | |
4 | |
3 | |
3 | |
2 | |
3 | |

Post recenti

1
Off Topic / Re:Buon compleanno 2022
« Ultimo post da Andy392 il Domenica 16 Gen 2022, 23:40:40 »
Auguri a cianfa88
2
Topolino / Re:Topolino 3451
« Ultimo post da Texor il Domenica 16 Gen 2022, 23:34:19 »
Quando un fumetto vale da solo il prezzo di un numero di Topolino, succede questa settimana con la prima puntata della spassosa storia di Silvia Ziche ..... da capottarsi dalle risate.... chapeau.
3
Topolino / Re:Topolino 3451
« Ultimo post da Cornelius Coot il Domenica 16 Gen 2022, 21:29:57 »
I ritorni di Silvia Ziche e Fausto Vitaliano danno una 'scossa' non indifferente a questo numero del Topo, aprendolo e chiudendolo con autentici fuochi d'artificio sparati a ritmi indiavolati, dove gag, battute e situazioni si alternano senza respiro. Abituati da tempo a ritmi più 'lenti', a lunghi prologhi e a plot dove gli avvenimenti girano su se stessi, magari con della suspence e dei colpi di scena finali ma senza un filo narrante particolarmente accattivante, ecco che il ritorno di certe narrazioni 'intense' ci provoca inaspettato piacere e autentico divertimento, sebbene certi ritmi non possano reggere tempi troppo lunghi. La storia di chiusura di Vitaliano è infatti un episodio unico mentre sarà curioso vedere come la Ziche riuscirà a tenere alta l'attenzione nel prosieguo della sua folle avventura.
Brigitta, Amelia e l'alleanza disastrosa   (primo episodio)
Un ritorno migliore non poteva esserci per l'autrice veneta che utilizza al meglio le due protagoniste e anche Paperone, tornato a vestire il ruolo di cinico profittatore, assolutamente senza scrupoli. Sia nei confronti della storica corteggiatrice che dei colleghi invitati ad una pantagruelica cena, gratuita nella richiesta ma non nell'offerta. Brigitta da... 'il peggio di se', per certi versi. Doppiamente e atrocemente beffata, da Paperone prima e da Amelia poi. E i guai per lei non sembrano affatto terminati: penso che sul Vesuvio ne vedremo delle belle nella prossima puntata. La prima è ricchissima di situazioni surreali: dalla 'cena delle beffe' ad una coabitazione totalmente diversa dalle aspettative, da un Deposito prima svuotato e poi di nuovo sorprendentemente affollato al prurito 'intenso' dello zione fino al confronto tra la mora e la bionda che si scrutano in 5 tavole, alternando proposte, provocazioni, silenzi, attese, pensieri, sonnellini e accordi finali assolutamente godibili (e imperdibili). Il tutto condito dalla presenza di un Gennarino protagonista suo malgrado, dalla postura apparentemente pacata ma sempre vigile sugli avvenimenti.
Il viaggio del Pippon-Tiki - In mezzo al nulla   (secondo episodio)
Come da titolo... proprio il nulla (o quasi) rispetto a ciò che abbiamo visto e letto prima di questa storia. Non che le cose non accadano:
in mezzo ad un oceano (non proprio Pacifico) a bordo di una zattera 'spartana' (o peruviana, secondo le ipotesi del navigatore) capitano diversi problemi ma del tutto 'scontati'. Il plot viene alternato con rimandi agli scettici soci del club di navigazione norvegese (di cui Pipperdahl fa parte) e i disegni di Bigarella svolgono egregiamente il compito di rendere più 'appetibile' questa storia che sicuramente rivedremo in edizione Deluxe, Gold o Extra. La rilettura disneyana di una avventura marina particolarmente interessante e curiosa è da elogiare (rimandi al Kon-Tiki c'erano stati anche da parte di Guido Martina mezzo secolo fa... dunque un cerchio che si chiude, se vogliamo) però, come a volte capita, certe avventure sono forse più accattivanti nella realtà che nel fumetto per ragazzi che rischia una certa scontatezza e prevedibilità.
Qui Quo Qua e il disaccordo musicale
Questa breve egmontiana disegnata da Marco Rota ribalta tutti i recenti sforzi della Panini nel differenziare i tre nipotini. Per decidere chi dei tre potrà usare per primo un lettore avuto come regalo Paperino organizza delle competizioni in cui QQQ ottengono sempre gli stessi risultati (una didascalia dice che "Paperino non ha tenuto conto delle somiglianze tra Qui Quo e Qua"). Alla fine una soluzione si trova ma ciò non toglie che questa storiellina del 2008 è una 'contro-narrazione' delle attuali vicende che riguardano i nipotini.
Cronache degli Antichi Regni - Del fuoco e nel ghiaccio   (Capitolo III)
Ricapitolando, abbiamo non più tre regni ma quattro: Vastiplano con i paperi, Flamoch con i topi, Ondalya con Reginella e Arialta con i pippidi (di quest'ultimo non sappiamo ancora la posizione geografica). Tra i primi due un deserto 'terra di nessuno' (o di tutti). Tra adulti aggressivi e pronti alla guerra, sembrano emergere le qualità pacifiche e più ragionevoli degli adolescenti: Qui Quo Qua, Tip e Tap e Gilberto (evito i loro nomi 'storici'). Intrighi e scontri geo-politici potrebbero essere stoppati dalle nuove generazioni. Accattivanti le tavole di D'Ippolito: anche per questi Antichi Regni prossima Deluxe, Gold o Extra in arrivo.
Zio Paperone e la minaccia alla Calisota Valley
Vitaliano cambia lo scenario delle sfide ZP-RK: i due tycoon sembrano aver cambiato le loro sedi tradizionali (Deposito e Grattacielo), trasferendosi entrambi nella nuovissima cittadella hi-tech dove possiedono le principali aziende. La guerra tra loro è sempre senza esclusione di colpi, arbitrata a fatica da un Giudice Gufo particolarmente aggressivo, anche nel look rinnovato. Protagonisti i giovani studenti pieni di idee e di entusiasmo e, in un contraltare del tutto diverso, un Dinamite Bla che dal suo Cucuzzolo sembra dominare tutta la scena anche geografica: una panoramica completa su Paperopoli, dal centro città al porto fino alla cittadella della Valley, come da didascalia iniziale. La cosa un po' mi sorprende perché, in genere, il Misantropo è piuttosto all'interno, lontano dalla costa e più vicino a Quack Town. Ma in questa divertente storia, brillante e ritmata, tutto è concesso: anche una digressione geografica.
4
Cinema, musica e letteratura / Re:Il romanzo giallo che preferite?
« Ultimo post da Ciube27 il Domenica 16 Gen 2022, 21:25:23 »
Grazie a tutti per i consigli ricevuti, pian piano il mio obiettivo è quello di recuperare tutto Poirot andando a aggiungere qualche classico alle mie letture gialle che, a dir la verità, non sono mai state molto frequenti. Infatti, prima di Poirot, avevo letto solo Montalbano (recuperato tutto l'anno passato e adorandone il finale) e il commissario Adamsberg creato da Fred Vargas. Dunque due esempi di giallo abbastanza recenti.
Probabilmente, la mia scarsa esperienza in materia ha fatto sì che non riuscissi a gustarmi veramente Assassinio sull'Orient Express forse anche a causa dei numerosissimi personaggi e della conoscenza pregressa del finale della storia. Come, già detto, mi hanno però piacevolemente sorpreso le due opere successive della Christie che ho letto, facendomi sperare bene per le prossime a cui vorrò approcciarmi.
Spero solo di non fare "indigestione" come successo negli scorsi con il genere fantasy a cui ora (ad eccezione di Harry Potter) mi avvicino con molto cautela.
5
Cinema, musica e letteratura / Re:Il romanzo giallo che preferite?
« Ultimo post da Maximilian il Domenica 16 Gen 2022, 21:00:30 »
L'orlo della Fondazione e Harry Potter e il calice di fuoco.

Per qualche motivo, al di fuori del contesto calisotiano non riesco ad apprezzare i gialli puri. Forse non ho trovato quelli giusti.
6
Le altre discussioni / Re:Genealogia Bassotta
« Ultimo post da Spirito della Fattoria il Domenica 16 Gen 2022, 21:00:26 »
Grazie 176 x mille!
Le immagini di quelle dei numeri 527 e 231 sarebbero fantastiche ^^ Ho già le immagini delle altre di altre storie con le stesse sequenze, ma è fantastico poter completare la mia base ^^
Da 527


Da 531

Qui non vediamo in un unico pannello la completa targhetta 17-172, ma considerando entrambe le immagini è la conclusione più ovvia. Nella prima vediamo un bassotto con la completa 17-171, e l'altro è *-172, mentre nella seconda vediamo un bassotto con 17-17*(sembra un 2, ma potrebbe essere anche 3), e l'altro bassotto ha metà numero coperto, ma si capisce essere un 171. Quindi il 2 (o 3) del bassotto davanti nella seconda vignetta deve essere lo stesso che nella prima aveva *-172
7
Commenti sulle storie / Re:Storie... da paura
« Ultimo post da Maximilian il Domenica 16 Gen 2022, 20:55:00 »
Cioè questa?
E' una vicenda leggera e allegra, illustrata fra l'altro con uno stile rassicurante. Se provassi a leggerla, alla fine ti chiederesti tu stesso come mai l'hai evitato così tanto.
8
Walt Disney Animation Studios / Re:The Disney Compendium
« Ultimo post da Maximilian il Domenica 16 Gen 2022, 20:49:29 »
http://www.ilsollazzo.com/c/disney/scheda/Gottfredson_MickeyMouseThePlumbersHelper
Non dico nulla sui giudizi che esprimete. Chiedo solo questo:

"Per alcuni è qui che si conclude la fase eroica del Topolino a strisce"

Fase eroica? Cosa intendete con questa espressione?
9
Topolino / Re:Topolino 3451
« Ultimo post da Samu il Domenica 16 Gen 2022, 20:41:00 »
Non so voi ma per me la storia più debole del numero è quella del Pippon-Tiki.
Pagine, pagine e pagine in cui non accade davvero nulla. Ogni avversità
Spoiler: mostra
(esempi: il marciume della zattera e la turbolenza oceanica nella parte finale dell'episodio)
appare e scompare nel giro di due pagine (forse anche meno).
Pippo troppo filosofeggiante, lo trovo abbastanza out of character. Chiariamoci: odio le storie in cui viene trattato come un completo imbecille e capisco che la miniserie non rappresenti il Pippo "canonico" ma bensì, essendo una storia in costume, un Pippo nei panni di una persona realmente esistita. Nonostante questo, lo trovo comunque un accostamento poco azzeccato, troppe battute che sembrano uscire dai Baci Perugina o da qualche saggio di self-help.
Specificando che le storie di mare non siano tra le mie preferite, penso che questo secondo episodio sia stato molto più debole rispetto al primo.
Ciò che però mi ha spinto a finire la lettura è senz'altro il bellissimo tratto di Bigarella, vignette davvero ben realizzate, spero di rivederlo presto sul Topo. Davvero tanti complimenti!
Sinceramente con la storia del Pippon-Tiki ho avuto le tue stesse impressioni, Davison.
Le aspettative che avevo nei confronti di questa storia erano abbastanza alte, soprattutto per il fatto di rendere protagonista un quartetto molto interessante quale quello formato da Topolino, Pippo, Orazio e Gancio.
Eppure, in queste prime due puntate ho avuto la tua stessa sensazione di ricavare poco dalla lettura della storia, non riuscendo a sentirmi coinvolto da quanto avviene e con una narrazione che, per quanto mi riguarda, trovo priva di brio e di mordente.
Aspetto la puntata conclusiva per giudicarla nella sua interezza ma per quello che ho letto finora, ad essere onesti, mi è rimasto poco di questa vicenda.
10
Topolino / Re:Topolino 3451
« Ultimo post da Davison il Domenica 16 Gen 2022, 20:09:23 »
Non so voi ma per me la storia più debole del numero è quella del Pippon-Tiki.
Pagine, pagine e pagine in cui non accade davvero nulla. Ogni avversità
Spoiler: mostra
(esempi: il marciume della zattera e la turbolenza oceanica nella parte finale dell'episodio)
appare e scompare nel giro di due pagine (forse anche meno).
Pippo troppo filosofeggiante, lo trovo abbastanza out of character. Chiariamoci: odio le storie in cui viene trattato come un completo imbecille e capisco che la miniserie non rappresenti il Pippo "canonico" ma bensì, essendo una storia in costume, un Pippo nei panni di una persona realmente esistita. Nonostante questo, lo trovo comunque un accostamento poco azzeccato, troppe battute che sembrano uscire dai Baci Perugina o da qualche saggio di self-help.
Specificando che le storie di mare non siano tra le mie preferite, penso che questo secondo episodio sia stato molto più debole rispetto al primo.
Ciò che però mi ha spinto a finire la lettura è senz'altro il bellissimo tratto di Bigarella, vignette davvero ben realizzate, spero di rivederlo presto sul Topo. Davvero tanti complimenti!

Il resto del Topolino è ok.
La Ziche quando è autrice completa ha sempre ventinove marce in più. Alcune vignette mi hanno fatto davvero ridere, una delle sequenze più belle è sicuramente
Spoiler: mostra
 quella in cui Brigitta cucina una vagonata di roba con il sorriso sul becco e il cuore pieno di speranza, per poi caricare tutto in macchina e presentarsi con la piramide di pentolame davanti al portone del Deposito  ;D ;D
. Attendo i prossimi episodi.

L'episodio di Cronache degli Antichi Regni l'ho letto molto volentieri, nel complesso mi sta piacendo. Alcune vignette mi lasciano un po' perplesso e, soprattutto negli episodi precedenti, un po' di proporzioni le trovo azzardate o poco convincenti. Nota positiva: trovo molto ben riuscito (graficamente) il mio adorato Gastone e, tutto sommato, i disegni sono molto piacevoli.

La storia della Calisota Valley mi ha lasciato indifferente. Qualche bella uscita comica, si vede Vitaliano alla sceneggiatura ma, ogni volta che mi capita di leggere una storia del Topo incentrata sulla tecnologia, sulle app e compagnia bella, non riesco a non sbadigliare e a trovare tutto poco riuscito.
Ho sempre l'impressione che i target di riferimento di tali storie siano quello dei bambini o quello degli anziani a cui devi spiegare cosa sia un cellulare. Sempre lo stesso umorismo basato su robottini simpatici, app inutili dal nome buffo e sulla dipendenza dai social o dal mezzo tecnologico di turno. Per non parlare della continua ripetizione dei vari termini gergali legati a Internet e alla tecnologia che trovo sempre abbastanza stonanti, ridondanti e fini a se stessi, come se ciò dovesse fare sorridere...




Dati personali, cookies e GDPR

Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.