Papersera.net

Fumetti Disney => Commenti sugli autori => Topic aperto da: Dippy Dawg - Mercoledì 22 Lug 2020, 17:55:18

Titolo: Marco Nucci
Inserito da: Dippy Dawg - Mercoledì 22 Lug 2020, 17:55:18
Vedo che non c'è una discussione su questo nuovo autore: mi sembra il caso di crearla (anche perché se ne sta parlando altrove)! :)

Siamo ancora agli inizi, visto che finora ha pubblicato 10 storie (di cui una in più puntate), però ha già convinto parecchi di noi delle sue qualità!
(C'è anche da dire che è molto "sponsorizzato" dal direttore nei suoi editoriali, quindi forse la cosa ci influenza un po'! ;D )

Comunque, la sua storia Le Giovani Marmotte in un'indagine da manuale (https://inducks.org/story.php?c=I+TL+3349-2) mi è piaciuta molto, e anche le altre mi sono sembrate fatte abbastanza bene.
Diciamo che, da quello che ho letto finora, mi sembra che abbia qualcosa da dire, e anche da quello che dice nelle interviste sembra avere delle buone idee!

Vedremo! :)
Titolo: Re:Marco Nucci
Inserito da: Garalla - Giovedì 23 Lug 2020, 14:20:55
Personalmente quando uno mi parla bene di qualcun altro parto prevenuto e coi piedi di piombo, sempre che non sia un amico di cui mi fidi molto.
Marco Nucci mi ha dato però modo di ricredermi abbastanza in fretta. Un autore che ha dalla sua delle solide basi di scrittura, una buona conoscenza dei personaggi e la voglia di usarli e scriverli, esplorando anche personalità poco note, e provando nel contempo a metterci del suo, del nuovo.
Per ora magari nessuna storia davvero imprescindibile, nessun vero capolavoro (e senza la pretesa di esserlo) ma una qualità medio-alta costante.
Di sicuro è stata una ventata d'aria fresca per il Topolino che speriamo possa portare a nuove dinamiche interessanti.
Titolo: Re:Marco Nucci
Inserito da: Filo Sganga - Giovedì 23 Lug 2020, 16:02:04
Io ho l'impressione che stia ancora prendendo confidenza con i personaggi e il capolavoro arriverà presto...probabilmente anche questo fantomatico Mr vertigo che è stato così celebrato sia da bertani sia da Nucci stesso, chissà. Per questo sono davvero curioso del prossimo numero.


Personalmente quando uno mi parla bene di qualcun altro parto prevenuto e coi piedi di piombo, sempre che non sia un amico di cui mi fidi molto.
Marco Nucci mi ha dato però modo di ricredermi abbastanza in fretta. Un autore che ha dalla sua delle solide basi di scrittura, una buona conoscenza dei personaggi e la voglia di usarli e scriverli, esplorando anche personalità poco note, e provando nel contempo a metterci del suo, del nuovo.
Per ora magari nessuna storia davvero imprescindibile, nessun vero capolavoro (e senza la pretesa di esserlo) ma una qualità medio-alta costante.
Di sicuro è stata una ventata d'aria fresca per il Topolino che speriamo possa portare a nuove dinamiche interessanti.
Titolo: Re:Marco Nucci
Inserito da: Samu - Lunedì 8 Mar 2021, 19:55:38
Di sicuro è stata una ventata d'aria fresca per il Topolino che speriamo possa portare a nuove dinamiche interessanti.
Concordo assolutamente con questo pensiero!
Io penso che Marco Nucci abbia apportato davvero una ventata di freschezza tra le pagine del Topo.
In tutte le sue storie che ho letto finora, si respira un clima di novità, di innovazione che è davvero palpabile.
Io penso che la sua più grande qualità, oltre alla capacità di saper strutturare storie molto valide e ben raccontate, sia quella di animare le sue sceneggiature di un piglio cinematografico (così come ho già detto sul topic dello scorso numero di Topolino).
Quello che mi colpisce di questo autore è la regia che sta alla base della sceneggiatura con delle inquadrature ben studiate, momenti che ritornano, suggestioni...
Anche lo stile di narrazione risente della sua abilità da regista (tant'è vero che a volte sembra che la sceneggiatura sia pronta per essere trasformata in un copione di un film, tanto è ben strutturata).
Un autore che ha dalla sua anche una ottima conoscenza dei personaggi (come scriveva lo stesso Francesco/Garalla poco sopra) e che sa come utilizzarli al meglio.
È di sicuro l'autore più presente tra le pagine di Topolino sin dal suo esordio, ma vista l'alta qualità delle sue storie, ciò è solo un bene.
Sono molto curioso di leggere la nuova storia di Mister Vertigo (che presumo sarà divisa in due puntate come le precedenti) e soprattutto il giallo con Topolino disegnato da Cavazzano.
In poco tempo, si è conquistato di diritto la mia fiducia e ogni volta che trovo una sua storia sul settimanale, so già che riuscirà ad appassionarmi e a sorprendermi.  O0
Titolo: Re:Marco Nucci
Inserito da: Samu - Giovedì 14 Ott 2021, 17:38:54
Sul Topolino di questa settimana, viene anticipata, attraverso un'intervista agli Autori, la storia di copertina del prossimo numero, vale a dire La Ballata di John D. Rockerduck.
Il direttore aveva già annunciato che questa storia sarebbe stata animata su carta dal Maestro Giorgio Cavazzano ma solo ora è stato reso noto il nome dello sceneggiatore, cioè quel Marco Nucci cui è dedicato questo topic che finora ha avuto pochi dibattiti.
Per quanto mi riguarda, come scrivevo nel mio messaggio precedente, apprezzo molto il suo stile e lo ritengo un autore davvero promettente, con uno stile di narrazione molto "cinematografico", che sa dosare le pause, i momenti di riflessione, l'azione e le introspezioni psicologiche.
Mi è piaciuta tantissimo la storia con protagonista Gastone da lui scritta e disegnata da Stefano Zanchi e anche se non oso sperare che questa nuova storia introspettiva riesca a configurarsi come una nuova Solitudine del Quadrifoglio, ho alte aspettative in merito a questa "Ballata".
D'altro canto, non ho problemi a dire che la precedente collaborazione tra Nucci e Giorgio Cavazzano non era riuscita per nulla a convincermi e ritengo quella storia la meno riuscita, per me, tra le sceneggiature dell'autore finora pubblicate.
Alla luce di tutto questo, mi aspetto un bel riscatto da parte di questi due autori e, data l'ottima "sonda" psicologica calata su Gastone, ho buone sensazioni riguardo a questa "Ballata", che mi ha già incuriosito molto dal teaser suggestivo che l'ha anticipata e dalla volontà di scavare più a fondo lo stesso personaggio di John Davison Rockerduck.  :)
Titolo: Re:Marco Nucci
Inserito da: Castyano - Mercoledì 27 Ott 2021, 14:51:50
L'attuale politica di Topolino con le nuove storie è allungare il brodo il più possibile per farne più puntate. Qualche anno fa una storia come "La Ballata" sarebbe stata raccontata in 30 pagine.
Titolo: Re:Marco Nucci
Inserito da: Volkabug - Domenica 5 Dic 2021, 12:05:53
Non è che se una storia non ha un finale univoco e definitivo la si può marchiare come sconclusionata.
Una storia è sconclusionata se non ha né capo né coda e Nucci, in questi suoi primi due anni di collaborazione con la Disney, ha dimostrato di sapere scrivere e bene.
Poi, tra le sue storie (a parte Mister Vertigo che è stata effettivamente pensata come saga più duratura e "seriale") l'unica storia che ha lasciato un finale aperto è proprio Io sono Macchia Nera.
Tutte (https://inducks.org/comp2.php?code=&keyw=&keywt=i&exactpg=&pg1=2&pg2=&bro2=&bro3=&exactparts=&parts1=&parts2=&kind=0&rowsperpage=0&columnsperpage=0&hero=&xapp=&univ=&xa2=&creat=&creat2=&plot=Marco+Nucci&plot2=&writ=&writ2=&art=&art2=&ink=&ink2=&excludeCZ=on&excludeUseDifferentCode=on&pub1=&pub2=&ser=&xref=&mref=&xrefd=&repabb=&repabbc=al&reppub1=&reppub2=&imgmode=0&vdesc2=on&vdesc=it&vit=on&sort1=auto) le altre storie che ha scritto e che sono state pubblicate finora hanno un inizio e una fine, sono comprensibilissime e le trovo pure parecchio intriganti e anche variegate.

Samu vorrei risponderti ma lo faccio qua perché nel thread su Topolino 3445 mi sembra si stesse andando troppo OT...

Mi trovo del tutto d'accordo sulla questione dei finali: anche se l'autore li lascia in sospeso e non realizza delle storie veramente autoconclusive ma tende alla serialità, questo non può assolutamente essere considerato un problema in sé. Tuttavia quello che mi è mancato nella maggior parte delle sue storie più "kolossal" (Vertigo e i vari assoli di personaggi, in particolare Gastone e Rockerduck) è stata una trama davvero convincente: penso che Nucci sia un maestro nel creare le atmosfere giuste, ma più di una volta è mancato il "succo" della storia, un Topolino veramente sé stesso, un caso poliziesco veramente credibile e interessante; ma non dimenticherò mai la goduria provata di fronte alle pagine più "oniriche" della saga di Vertigo, o quelle più riflessive con Gastone pensieroso.
Titolo: Re:Marco Nucci
Inserito da: Samu - Domenica 5 Dic 2021, 15:37:24
Samu vorrei risponderti ma lo faccio qua perché nel thread su Topolino 3445 mi sembra si stesse andando troppo OT...

Mi trovo del tutto d'accordo sulla questione dei finali: anche se l'autore li lascia in sospeso e non realizza delle storie veramente autoconclusive ma tende alla serialità, questo non può assolutamente essere considerato un problema in sé. Tuttavia quello che mi è mancato nella maggior parte delle sue storie più "kolossal" (Vertigo e i vari assoli di personaggi, in particolare Gastone e Rockerduck) è stata una trama davvero convincente: penso che Nucci sia un maestro nel creare le atmosfere giuste, ma più di una volta è mancato il "succo" della storia, un Topolino veramente sé stesso, un caso poliziesco veramente credibile e interessante; ma non dimenticherò mai la goduria provata di fronte alle pagine più "oniriche" della saga di Vertigo, o quelle più riflessive con Gastone pensieroso.
È vero, alcune storie di Nucci sono più incentrate sull'introspezione dei personaggi rispetto che ad una trama sostanziosa e pregna di avventura.
Il "cuore" di alcune delle vicende che ha scritto (vedi le storie che citavi tu, con Gastone e Rockerduck, o la stessa Io sono Macchia Nera) è focalizzato maggiormente sulle atmosfere, le riflessioni, le analisi introspettive...
E quindi risultano storie più sfumate, dai contorni magari più onirici ed emotivi e capisco che alcuni lettori possano non apprezzare questo tipo di approccio.
Anch'io ho piacere nel leggere una bella storia sostanziosa, pregna di trama e di eventi che accadono però, allo stesso tempo, apprezzo molto anche quelle storie che hanno un ritmo più compassato e calmierato per la necessità di descrivere in maniera più approfondita i turbamenti di quel dato personaggio, le sue sensazioni, i suoi travagli interiori...

Ma comunque questo approccio alla sceneggiatura non è sempre riscontrabile nella produzione dello stesso Nucci, perché ha scritto diverse storie che hanno i contorni ben definiti, che portano avanti la trama in modo compatto e che giungono ad un finale ben definito.
Basta pensare alle storie del ciclo di Newton Pitagorico, al Torneo delle Cento Porte, a Zio Paperone e il giro del mondo in 80 secondi (https://inducks.org/story.php?c=I+TL+3344-6), alla storia delle Giovani Marmotte (https://inducks.org/story.php?c=I+TL+3349-2), alle sue due storie (https://inducks.org/story.php?c=I+TL+3404-1P) precedenti di Area 15...