Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
Le nostre recensioni
2 | |
4 | |
3 | |
4 | |
3 | |
3 | |
5 | |
4 | |
4 | |
3 | |
3 | |
4 | |

Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - Vito

Pagine: [1]  2  3  ...  417 
1
Il Mercatino / Re:[VENDO] Tutto Scarpa (Le grandi storie Disney) - Completa
« il: Venerdì 25 Giu 2021, 13:29:41 »
up!

2
Il Mercatino / [VENDO] Tutto Scarpa (Le grandi storie Disney) - Completa
« il: Venerdì 28 Mag 2021, 15:02:14 »
Come da titolo.

Devo liberarmi di un po' di cose e metto in vendita tutti e 51 i volumi della collana, in condizioni da edicola.

350 euro + spedizioni.

Se siete interessati scrivete a s_vito_89@live.it

Ciao :)

3
Topolino / Re:Topolino 3416
« il: Sabato 15 Mag 2021, 14:11:47 »

Sinceramente, insieme a tutti quei parenti di Pippo, avrei avuto piacere nel ritrovare il personaggio di Walter de Pippis, il nonno di Pippo, comparso nella bella Pippo e l'asso dei cieli.
Certamente, non mi aspettavo di trovare tutti i parenti di Pippo apparsi, negli anni, nelle storie Disney, ma mi sarebbe piaciuto ritrovarlo in quella sentita "riunione di famiglia".  :inLove:

C'è :)


4
Commenti sugli autori / Re:Vito Stabile
« il: Giovedì 25 Mar 2021, 11:43:30 »
Certo, sono in programma altri episodi di Pianeta Paperone che dovrebbero uscire prossimamente, anche se non so quando di preciso. :)

5
Commenti sugli autori / Re: Vito Stabile
« il: Mercoledì 24 Mar 2021, 18:46:59 »
Avendo un paio di giorni piuttosto liberi, ho ben pensato di fare una "maratona" di rilettura di quanto prodotto finora da Vito Stabile su Topolino.
...
Riprendo questo commento del buon Bramo sulla produzione di Vito Stabile.
L' ho letto oggi, a quasi cinque anni di distanza da quando è stato pubblicato, ma, secondo me, rimane molto attuale e mi trova d'accordo circa i punti distintivi che caratterizzano l'autore.
Per quanto mi riguarda, devo ammettere che Vito Stabile ha saputo dare un'impronta personale e riconoscibile alla sua produzione.
Ma andiamo con ordine.
Ricordo che il 2014 fu l'anno del mio rinato interesse nei confronti del Fumetto Disney,  che tornai a seguire dopo un periodo di digiuno interrotto soltanto da qualche sporadico acquisto disneyano.
Fu in quell'anno che ricominciai a comprare Topolino (e sempre in quell'anno ho conosciuto questo bellissimo forum di cui ora faccio orgogliosamente parte) e il nome di Vito Stabile era spesso presente.
Ricordo che la sua prima storia che ho letto è stata Qui, Quo, Qua e gli spettacoli al buio, che, a differenza di Bramo, ho sempre trovato molto divertente e genuina.
Credo che proprio questo sia uno dei tratti distintivi della produzione di Vito, la genuinità.
Le sue storie infatti partono da spunti semplici e realistici ma non sono mai banali o poco ispirati.
Io apprezzo davvero tanto l'abilità di un autore che parte da una situazione ordinaria, quotidiana (la sparizione di un carillon cui Nonna Papera era molto legata, il ritrovamento di un vecchio cucù nella soffitta di Pippo...) e che riesce a sviluppare una trama sempre più coinvolgente e che conduce il lettore verso una nuova ambientazione, densa di avventura, mistero e colpi di scena.
Come riporta giustamente Bramo, i suoi personaggi sono estremamente spontanei, naturali ed è facile empatizzare con loro e ritrovarsi nelle situazioni da loro vissute.
Come dimenticare la terribile sensazione del vuoto provata da Paperino mentre sta scendendo le scale?  ;D
Mi piace molto l'umorismo che l'autore infonde nelle sue storie (che, per certi versi, mi ricorda quello irresistibile di Fausto Vitaliano) perché contribuisce a renderle più vivaci e briose.
Ma oltre a tutto questo, ciò che apprezzo di più di Vito Stabile è il taglio introspettivo che spesso assumono le vicende da lui raccontate.
Poco sopra ho citato il 2014 come anno del mio rinato interesse verso il mondo Disney.
Proprio in quell'anno ho letto una storia che mi è sempre rimasta nel cuore e che ha contribuito ad alimentare la mia passione per il fumetto Disney.
Una storia introspettiva, che scava dentro ai personaggi e non soltanto dello Zione.
Una storia che pone degli interrogativi esistenziali a Paperone e che lo toccano nel profondo.
Davvero il denaro rappresenta ciò che voglio inseguire per tutta la vita?
Che cosa rappresenta il Deposito per me?
È davvero questa la vita che volevo vivere?
.
Dei pensieri e delle riflessioni che mi hanno colpito sin dalla prima lettura perché, dopo un periodo di allontanamento dal Topo, mi ri-presentava quei personaggi conosciuti da bambino in un'ottica più intimistica e personale.
E con ciò non voglio dire che prima non ci fossero storie introspettive ma quella storia lì ha sempre significato molto per me.
Ma come dicevo non c'è solo lo Zione in quella storia.
Non è solo lui a vivere dei travagli interiori.
È la stessa coscienza del suo storico rivale a rimordere e a presentargli il conto della sua cattiva azione.
Spetterà a Rockerduck scegliere a quale parte di sé dare ascolto, se all'istinto truffaldino o se alla parte migliore e genuina del suo animo.
E come ho già avuto modo di dire a proposito di quest'altra storia, il suo Rockerduck rispecchia quella che, da sempre, è la mia personale visione del papero in bombetta.
Un personaggio che è da sempre animato da una voglia di rivalsa nei confronti di Paperone ma che sa riconoscere il valore del suo avversario e rendersi capace di azioni tanto buone quanto inaspettate.

In conclusione, penso che Vito Stabile sia un autore veramente in gamba che ha saputo distinguersi per uno stile personale e riconoscibile.
Un autore che ama profondamente i personaggi che scrive e che ha dato prova di mostrare appieno lo spirito disneyano ereditato dai Maestri, tra umorismo, gusto dell'avventura e affascinanti analisi introspettive.  :inLove:

Mi sento un po' in imbarazzo quando devo rispondere a dei complimenti indiretti e quindi se posso leggo, gradisco e taccio.

Ma stavolta come si fa a non dirti grazie?

6
Topolino / Re:Topolino 3389
« il: Domenica 8 Nov 2020, 02:00:37 »
Grazie a Andy e a Flash per i gentili commenti.

Riguardo alla domanda di Flash, mai dire mai... intanto, al di fuori di DD c'è tanto "Zio Scrooge" in arrivo. :)

A presto!

7
Topolino / Re:Topolino 3389
« il: Sabato 7 Nov 2020, 21:25:49 »
Sono tre settimane che vai avanti con questa illazione mascherata da opinione secondo la quale esiste la possibilità che avrei copiato* in gran segreto l'idea di un progetto pubblicato 4 anni dopo il mio, con tanto di battuta sul mio imbarazzo nel vederlo ora uscire alla luce.

Potresti finirla, gentilmente?

Grazie.


* fermo restando che nessuno ha copiato nessuno e restano due progetti distinti e separati


8
Testate Speciali / Re:Paperino & Zio Paperone - Disney Team 77
« il: Lunedì 18 Mar 2019, 17:28:45 »
Grazie! :)

9
Toon Studios & altra animazione / Re:DuckTales - Avventure di Paperi
« il: Giovedì 24 Gen 2019, 19:07:36 »
In lingua originale c'è tutta, compreso l'ultimo cofanetto che è un'esclusiva Disney Movie Club (andrebbe cercato su ebay o altrove). Se non hai problemi con la lingua inglese e hai un lettore region free...

10
Topolino / Re:Topolino 3287
« il: Sabato 24 Nov 2018, 23:10:55 »
Ha senso perché lo stile da piangina ti è rimasto, e personalmente trovo faccia perdere di potenza ogni tuo pensiero. Ti concentri su un elemento e lo ribadisci in maniera melodrammatica ogni volta che puoi, era così quando c'era stato il periodo dei "crolli di Paperone" dove montavi su una tragedia ogni volta che in mezza vignetta facevo piagnucolare ZP, lo è adesso con la fase infantilizzazione dei personaggi, tirando fuori per la millesima volta la psicologia di Rockerduck.

Non c'è nulla da chiedere scusa, ma capisci che l'effetto è quello che è

11
Topolino / Re:Topolino 3287
« il: Sabato 24 Nov 2018, 22:42:23 »
Quanto sei melodrammatico, al limite del ridicolo, mamma mia...
Parliamo dello stesso utente che una volta ha dato fuoco a una storia che non gli era piaciuta, lasciamo perdere e andiamo avanti.
Personalmente credo che ognuno si guadagni la credibilità che merita. Ci sono opinioni, anche feroci, che prendo molto sul serio (accadeva per esempio con Grrodon); nel caso di Andy quello che scrive non mi lascia né caldo né freddo.

12
Il sito del Papersera / Re: Votazione dei post
« il: Mercoledì 23 Gen 2013, 21:28:12 »
Al liceo c`era una ragazza di nome Danila che mi piaceva tanto. Aveva 14 anni. Un giorno decisi di far colpo su di lei regalandole un peluche. Andai in un negozio e scelsi un enorme coniglietto che le avrei donato la mattina seguente in piazza, dove di solito ci lasciava il pulmino.
Quel giorno il cuore mi palpitò in gola più volte, al pensiero di dover affrontare la ragazza e darle il mio regalo pubblicamente (non potevo fare altrimenti, visto che andare a cercarla per la scuola con il peluche in mano e irrompere durante le lezioni sarebbe stato infattibile). Il pulmino si fermò e noi tutti scendemmo in piazzetta. Ed ecco Danila, con i suoi capelli color grano scuro e le amichette al seguito. Mi avvicinai col peluche gigante incartato sfoggiando un timido sorrisino, porgendolo verso di essa speranzoso, convinto di aver compiuto un gesto da Principe Disney. Danila mi vide, adocchiò il paccone e filò sbuffante a nascondersi dietro le sue amiche, snobbandomi con aria decisamente seccata.
Rimasi inerme davanti a tutti con il pupazzo in mano e dovetti portarlo in classe per tutto il giorno, tra il pat-pat degli amici che assistettero alla pessima figura. Quel pomeriggio, rincasando, regalai il pupazzo a mia sorella dicendole di averlo "comprato apposta per lei", mentendole spudoratamente per tutti questi anni.

Ecco, io oggi volevo dire a quella stronza che ho una stellina dorata. Tiè.

13
Citazione da: Figaro link=1281115497/600#610 date=1328555589
Veramente no . La storia, la letteratura e la filosofia sono caratteristiche e materie intrinseche nell` uomo . Non sono solo materie teoriche ma pragmatiche Sono condizioni nelle quali l`uomo è sempre vissuto, non può fare a meno . E lo status nerd non è una condizione ontologica dell`essere .
Una lettera così avrebbe fatto la fortuna di tutta la pkmail.

14
E` impressionante come io sia ammirato al limite dell`applauso in solitaria da ogni post di Piccolobush.

15
A me sembra che il post di Grrodon sia uno degli interventi più intelligenti e riflessivi degli ultimi tempi.

Lasciando perdere i toni arroganti (che diamine, tanti anni di forum non vi hanno fatto capire che lo fa apposta? :P), mi sembra limitante e controproducente buttarla sempre sulla sfida, sul "giovani vs vecchi" come fossimo il pubblico di una puntata di Ciao Darwin.

Qui NESSUNO e dico NESSUNO ha detto che il vecchio è brutto, o da rinnegare. Special Mongo, mettitelo in testa, ché la tua continua battaglia al plurale che inneggi in ogni topic cercando di sfogarti contro un certo tipo di utenza che ti infastidisce, non sussiste.

La riflessione di Grrodon potrebbe essere davvero un punto d`inizio per togliersi i paraocchi e rimuginare un po` sulle proprie posizioni, invece di continuare a giocare a chi ha più ragione (esempio edulcorato, così qualcuno non si disgusta).

Poi scusa ma quando dici:

Citazione
Una cosa può essere dell`800 o di oggi, può riflettere gli umori del tempo in cui fu scritta oppure essere `estendibile a oggi` (secondo i vostri equivoci e palettari criteri), ma se io la leggo ed è bella/piacevole/divertente/coinvolgente.. mi piace e punto. Non mi faccio i pipponi nerdistici o di continuity alla similgrrodon o fobie perché non si tratta di roba recente o che va per la maggiore.

mi pare che tu prenda un granchio grosso quanto una casa.

Se una cosa è bella/piacevole/divertente/coinvolgente lo è proprio perché non risente di nessun invecchiamento, essendo fruibile perfettamente ieri come oggi. Non voglio credere che cose come Zio Paperone e Archimede nell`isola di Capitan Uncino contro i Bassotti siano cose belle e proponibili. C`è un certo tipo di fumetto Disney che non è affatto "umoristico" come dici (proprio perché superatissimo, noioso al primo sguardo), né tantomeno giustificabile dal periodo in cui è stato concepito. E` semplicemente roba di nicchia, per intenditori i cui scopi vanno oltre la lettura, come il collezionismo o la filologia.

Ci sono per fortuna anche tante vecchie storie belle e piacevoli, ma se bisogna ragionare in ottica di pubblico di massa, moderno e smaliziato è a cose come PKNA, o Don Rosa, che bisogna puntare. Altro che il TuttoMurry.

Le "pippate nerdistiche e di continuity" che citi, oltre a sembrarmi paroloni a caso detti giusto per bollare qualcuno a nerd da 4 soldi, non hanno consistenza perché il succo del discorso è un altro. Non si tratta di apprezzare solo il "moderno", si tratta di apprezzare il "bello". E buona parte delle cose proposte in questo intero thread non lo sono.

E sì, vedere gente che scarta con tanta superficialità un`opera come PKNA mentre si esalta alla prima occasione di una ristampa di una storiella anni 60 con Topolino e Basettoni che sventano il colpo del diamantone di McMoney, fa riflettere.

Pagine: [1]  2  3  ...  417 

Dati personali, cookies e GDPR

Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.