Logo PaperseraPapersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
TopoOscar 2022
Le nostre recensioni
5 | |
3.5 | |
4.5 | |
3 | |
3.5 | |
4.5 | |
4.5 | |
3 | |
4 | |
4 | |
4.5 | |
3 | |

Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - luciochef

Pagine: [1]  2  3  ...  117 
1
Topolino / Re:Topolino 3506
« il: Oggi alle 11:10:38 »
Mi inchino..... :rolleyes:
...ad Artibani :D
....in quanto cantore. A te in quanto ad occhio critico sopraffino  ;D

2
Topolino / Re:Topolino 3506
« il: Oggi alle 07:37:59 »
Mi inchino..... :rolleyes:

3
Topolino / Re:Topolino 3506
« il: Lunedì 6 Feb 2023, 11:28:39 »
Era lui  che aveva messo sull'insegna di un negozio la scritta "Tacchi, dadi e datteri", vero?
Esatto
In "Pico de Paperis e il problema del blackout", altra grande perla  :heart:

4
Topolino / Re:Topolino 3506
« il: Lunedì 6 Feb 2023, 10:22:17 »
Chi non riesce a dare merito a Guerrini su questi aspetti (da cogliere aguzzando vista e curiosità), liquidando i suoi disegni come "strani", mi fa piangere il cuore e sentire in disaccordo con il cosmo  :rotfl:

5
Topolino / Re:Topolino 3506
« il: Domenica 5 Feb 2023, 16:22:05 »
Le storie di Area 15 spesso hanno il "potere" di dividere i gusti della platea.
Se da un lato concordo nettamente con @alby87 che alcuni temi devono essere necessariamente trattati da un settimanale come Topolino, non posso esimermi dal porre gli stessi dubbi di @FAB4MAS sul modo di narrare le vicende che non riscontra i miei gusti (cosa strettamente personale e che non inficia l'opinione comune).
Alcuni punti da analizzare nel dettaglio...
Quando tra i ragazzi c'è da decidere il soggetto del fumetto da proporre nel concorso, troviamo quel pizzico di sarcasmo che oramai sta diventando un orpello fin troppo abusato. Sacrosanto è il diritto alla critica ed altrettanto comprensibile è l'utilizzo di punzecchiture sarcastiche da parte degli autori di turno. Quando però queste diventano troppo frequenti....
Possiamo trovare questi riferimenti nel fatto che si canzonino alcuni fumetti come Area 15 ("Mi sale lo sbadiglio solo al pensiero"), la storia di Gastone in crisi esistenziale per essere sempre fortunato ("per carità").
La storia nel totale è pure carina ma ho sempre trovato sbagliato piegare i personaggi per veicolare il proprio messaggio o la propria idea: siamo concordi che Paperino è un personaggio sbadato e scanzonato ma vederlo nei panni di Paperinik con la manica larga a mostrare involontariamente il "tatuaggio" mi sembra uno stratagemma narrativo troppo semplice e svilente per l'eroe che combatte il crimine...
Entrambe disegnate benissimo (d'altronde stiamo parlando di Intini e della Ziche..), ho trovato un po' "sgonfie" le storie del ciclo Love Quack. Tra le due ho preferito nettamente la prima che mette in scena delle belle gag.
"Paperino e la moda del Pavone" si basa su una serie di imposizioni (quasi coercizioni) mentali e su situazioni al limite del grottesco che vengono amplificate da alcune azioni ricorrenti (vedi il contare i passi di Paperoga). Soliti disegni di Guerrini che sono densi di particolari (come mirabilmente riportato da @tang in precedenza), espressivi e ricchi di colori.
L'ultima parte della storia del Nautilus è interessante e racchiude miti e misteri della letteratura di genere.
Si nota che il disegno costruito da Artibani è profondo e con un preciso organigramma narrativo.
Bellissimi e solari i disegni di Pastrovicchio che, anche basandosi su uno stile tendente al classico, inseriscono elementi steampunk che impreziosiscono il tutto.
Ottimo il finale con la rivelazione su cui si basa l'evoluzione della Terra e per la decisione di Nemo che ci prepara a nuove avventure....
Deliziosa la one page finale di Alessio Coppola !

6
Testate Regolari / Re:Il club dei supereroi - Discussione Generale
« il: Giovedì 2 Feb 2023, 21:54:21 »
Il numero 10 del Club dei Supereroi decolla con il redazionale di apertura che, oltre ad illustrare le storie che da lì a poco si leggeranno, "insegna" ai bambini (o ai meno inseriti nell'argomento) anche la comprensione degli "S-Code": una perfetta commistione tra svago fumettistico ed "indottrinamento" disneyano !
- La prima storia "Super Pippo e i pirati della laguna" si basa sui testi di Dalmasso e le matite di Romano Scarpa. L'avventura ambientata a Venezia gode proprio della presenza del Maestro veneziano che immortala perfettamente alcuni scorci della propria città natale: il campanile di Piazza San Marco, il ponte dei Sospiri, alcune calle formano lo scenario in cui Super Pippo deve vedersela con un nuovo piano criminoso dei Bassotti. Una narrazione serrata con le giuste situazioni comiche offre al lettore una storia semplice ma molto piacevole.
- "Super Pippo e il museo delle statue di cera" non si vede assegnare un autore per i testi ed il soggetto ma si corrobora della magnifica matita di GB Carpi ! La storia non avrebbe niente di nuovo in quanto a trama ma sono i disegni del Maestro che la fanno balzare in alto nel gradimento: espressioni stralunate, occhiaie marcate, distruzione pippesca all'ennesima potenza ed una recitazione visiva che ispira ilarità ad ogni singola vignetta. Insomma uno degli innumerevoli esempi dell'arte grafica di Carpi  ;;D
- A seguire troviamo 7 one-page tratte da Disney Megazine (tutte pubblicate nel 1997) che ci offrono una visione comica sia del classico Paperinik che di Pk. La maggior parte sono ad opera dell' accoppiata Artibani/Guerrini e strappano un sorriso con situazioni alquanto grottesche. Peccato che almeno due pagine siano fortemente sfocate disturbandone la fruizione.
- "Andiamo al cinema ? - Il film di supereroi" è una simpatica storia di Marco Bosco che mette nel calderone tutti i cliché super-abusati nei film dei supereroi, facendoli "parlare" in innumerevoli fuoricampo, salvo poi smontarli con altrettante vignette umoristiche (al limite della parodia) disegnate dall'ottimo Giorgio Di Vita. Riuscita la "recitazione" di Topolino nei panni del super !
- "Paper bat Il Film" è una delle storie del filone "La storia del cinema di Topolino" ad opera di Roberto Gagnor e Valerio Held.
La storia mette in campo Paper Bat, Paperinik e Spennacchiotto alle prese con una trama che, a mio parere, si arena troppo tra il serio ed il faceto. Inizia con uno spirito completamente parodistico per poi deviare, in modo poco logico e coerente, verso una deriva supereroistica in cui si fatica a capire bene il tenore della vicenda. Ottima la parte ritagliata a Brigitta.
- "Il club dei supereroi e il ballo in costume" è la classica storia di matrice brasiliana che basa il racconto su eventi sconclusionati e privi di una costruzione coerente. Il mistero rappresentato è scialbo e raffazzonato in poche tavole. Insomma...na mezza ciofeca  :sad:
- La terza parte di Darkwing Duck ci fa inoltrare ancor di più nel multiverso disneyano con ulteriori versioni alternative di DD.
Questa parte vive di una narrazione più caotica delle puntate precedenti ma l'aspetto negativo è la poca chiarezza delle tavole che, spiace ancora rimarcarlo, sono davvero troppo risicate per poter esaltare gli splendidi disegni di James Silvani
- Nella sezione inedite troviamo anche "Una nuova vita per Pippo", prova d'autore di Corteggiani che si avvale delle matite di Rachid Nawa.
L'autore francese, da poco scomparso, vive la ribalta in questo numero del Club dopo aver avuto lo stesso onore nell'ultimo numero dell'Almanacco Topolino.
La storia mette in campo un cambio di personalità in Pippo che, a prima vista, risulta inspiegabile. La soluzione del caso è piuttosto classica ma la parte che esalta la trama è rappresentata dal tratto di Nawa che ritrae un Pippo "gangster" molto credibile e "cattivo" !
- Chiude l'albo "Super Pippo e il grande segreto" in cui il nostro eroe si trova davanti ad una delle sfide più difficili da superare : essere impassabile al fascino ed all'insistenza di una procace reporter.
Nel totale un albo che intrattiene ma che ho trovato leggermente inferiore rispetto agli ultimi numeri, pur contenendo alcuni piccoli gioiellini.
Copertina di Donald Soffritti quasi statuaria con Paperinik e Paper Bat in pose molto seriose ed eroiche.
Grossa curiosità ed aspettative per il prossimo numero in cui avremo i festeggiamenti per il compleanno di Paperinika, una storia di William Van Horn ed il finale di DD.

7
Testate Regolari / Re:Il club dei supereroi - Discussione Generale
« il: Giovedì 2 Feb 2023, 17:41:44 »
Salve a tutti , una domanda per chi ha comprato il n 10 del club . Ma anche a voi alcune pagine sono fallate ? Ci sono alcune pagine con inchiostro giallo che sporcano il fumetto .

Lo sto leggendo proprio adesso e ti posso dire che la mia copia non riscontra questi problemi.
Probabilmente è la tua ad essere fallata  :sad:

8
Ma che per caso è uscito il numero di Dicembre dell'Almanacco ?  :rotfl:
Sì, lo so....sono più in ritardo del solito ma cerco di lasciare ugualmente le mie impressioni su questo undicesimo numero  :thankYou:
Questo di Dicembre è un albo che, nel migliore dei modi, celebra il periodo natalizio e i concomitanti anniversari di Zio Paperone e Gastone.
Per ottenere ciò si è deciso di stravolgere appositamente (solo per questa volta..) la costruzione dell'ormai ben rodato sommario.
Ma per capire il perché è giusto analizzare le storie nel dettaglio.
- In "Topolino e il ritorno di Babbo Natale" possiamo vedere, come ben evidenziato da Davide Del Gusto nell'editoriale di apertura, una sincera e sentita manifestazione di stima professionale e vicinanza umana ad un vero alfiere della produzione artistica disneyana francese, quel Claude Marin ritratto con aria simpatica e paffuta da Cavazzano.
La lettura della storia, grazie alle ripetute gag di Corteggiani, risulta piacevole e disincantata.
La fantastica verve comica del tratto di Cavazzano (tra figure dinamiche, espressioni vulcaniche e dentoni in bellavista) contribuisce ad ottenere un prodotto fresco ed allegro.
- "La Leggenda di Topoletto e Pippozzo" è la classica storia natalizia da far leggere ai bambini in cui viene sottolineato il "bisogno" di credere in un qualcosa che, alle volte, è più potente della comprovata esistenza stessa. Le atmosfere medievali rimandano immediatamente ad alcuni corti animati tra i quali "Il principe ed il povero".
Disegni di Marin estremamente rotondi e carichi di una simpatia ai limiti del "caricaturale".
La sezione inedite ci regala 5 avventure che spaziano in generi e personaggi differenti, dando un'ottima visuale sulla eterogenea produzione europea.
- "Topolino, Pippo e lo speciale incontro natalizio" parte con una colorazione talmente luminosa ed accesa da sembrare quasi "brillantinata", i fiocchi di neve fitti come se uscissero dalle tavole.
La storia è disseminata di piccole ma divertenti gag che ne allietano la fruizione: deliziosa la gag in cui Gamba ed il compare si trovano faccia a faccia con una miriade di "Topolino peluche" di varia grandezza, quando si dice una ossessiva ossessione  ;D !
- "Le gioie della slitta" propone una ulteriore visione delle consuete peripezie di Paperino in cui si possono notare le classiche, ma ilari e cinetiche, matite di Henrieke Goorhuis.
- "Gastone e i riflettori invernali" mette a confronto lo spirito affaristico di Paperone con la proverbiale fortuna di Gastone. La rapidità degli eventi è ben raccontata visivamente dalle abili matite del Maestro Rota ed il finale a "sorpresa" ci offre una risoluzione divertente e ben gestita.
- Francisco Rodriguez Peinado è un artista che mi sta impressionando sempre di più ! Il suo utilizzo del chiaroscuro, i suoi tagliati primi piani ricchi di ghigni "cattivi", le sue espressioni facciali "esplosive" offrono una gamma di sensazioni diverse tra loro ma perfettamente in linea con il soggetto della storia.
In "Paperino una vacanza sul Monte Orso" tutto ciò è tangibile e si lega in modo indissolubile alla bellissima trama imbastita dai coniugi McGreal: l'evoluzione di Paperone, sulla scia del "Canto di Natale", porta il lettore a credere che, anche questa volta, l'opera di dissuasione dello spirito arrivi a compimento. Fino alle ultime pagine in cui, con l'espediente di un Paperino calato alla perfezione nei panni dello Zione (con comportamenti e tagliente linguaggio di chiara impronta martiniana), il riccastro riprende il suo ruolo da avaro riuscendo anzi a trovare nuova "linfa spilorcica".
10 pagine di puro godimento e di ottima conoscenza del media !
- Di parere opposto invece sono orientato per "I diari di Paperone : La prima avventura".
Korhonen mi aveva sempre coinvolto alla grande in questi suoi progetti "revisionistici" ma questa volta ho captato una tendenza troppo marcata nell'accelerare la narrazione. Eventi i quali potevano essere dipanati con maggiore respiro, sono invece confluiti in pochissime pagine che hanno tarpato le ali a queste imprese giovanili di Paperone (curioso il fatto che a breve le rivedremo narrate, da un altro autore, nella collana Glenat). A far scemare ulteriormente il mio gradimento ci sono anche dei disegni che, stranamente, ho trovato tirati via e poco curati.
Molto carino invece l'incontro sul treno con Arthur Conan Doyle al quale Paperone "profetizza" il nome della sua futura creazione, spingendolo proprio ad intraprendere una carriera da scrittore di racconti polizieschi....
Dopo la sezione inedite abbiamo quella dedicata all'anniversario dello Zione che viene introdotta da un articolo di presentazione su due pagine: editoriali sempre più interessanti, ricchi di notizie e scritti in modo amabile nell'uso del linguaggio e delle figure retoriche.
- "Zio Paperone le candele di compleanno" è una one-page di Barks che mostra una furba intuizione di Paperone al fine di ottenere il sempre sospirato risparmio ! (meglio non soffermarsi eccessivamente sulla data di creazione della storia e sul compleanno che lo Zione dice di voler festeggiare....si potrebbero aprire numerosi flame  :laugh:)
- "Nonna Papera e la trappola" mette in campo la versione più sadica e arrivista del vecchio papero scozzese. Così tra minacce senza ritegno ("Perché ho qui l'ipoteca sulla tua fattoria"), freddure pungenti ("Specie di usuraio impiccione" - "L'adulazione con me non attacca"...) e situazioni rocambolesche per lo Zione si materializza una sonora lezione morale ed economica ("Comprate un gatto per un cent e ne avrete in regalo un vagone"). Bellissima !
- Nelle due storie seguenti vediamo il "confronto" tra due mostri sacri del reportorio disneyano: Carl Barks e Guido Martina (coadiuvato dalle splendide matite di Bottaro).
Il punto di partenza è simile per entrambe le avventure ma mentre in quella di Barks si assiste più che altro ad un one-man show di Paperone, nella storia di Martina (forte anche di un maggiore numero di pagine a disposizione) è la coralità dei personaggi ad esaltare la trama. Il risultato finale è sempre lo stesso ma il percorso per arrivarci ci permette di godere davvero di due fantastiche rappresentazioni.
- L'ultima storia prosegue la riproposizione degli omaggi a Carl Barks tratti dal volume "Bark's Friends" che, simultaneamente, serve anche a celebrare il personaggio di Gastone nel suo 75esimo compleanno. Questa volta è il turno di Cesar Ferioli Pelaez che in "Gastone in Ritratto di un papero" ricalca fedelmente la "lezione" del grande Maestro sia nell'interazione tra i personaggi che nei tratti del disegno. Inoltre la trama mette in risalto quelle componenti narrative che hanno creato un marchio di fabbrica barksiano, spesso emulato dai suoi epigoni (anche senza arrivare alle sue vette artistiche).
Nel totale siamo dinnanzi ad un albo davvero molto bello, con una costruzione particolare rispetto al solito (ma adatta nell'intento di toccare ed esaltare i vari punti) ed una scelta di storie interessanti e mai banali. Conferma di una impennata qualitativa che, viva Dio, non conosce sosta.
Chiudo omaggiando la cover di Baccinelli che unisce e celebra i due protagonisti del numero in una immagine semplice, pulita e ben impostata  :heart:

9
Le altre discussioni / Re:Acquisti Online sito Panini
« il: Martedì 31 Gen 2023, 20:53:01 »
Vedendola dal loro punto di vista probabilmente è giusto così: magari non il topolino da 3 euro, ma ci sono volumi da 50/100 euro che, se fallati, per l'editore valgono zero, e che io invece potrei vendere a prezzo ridotto privatamente.
Sono d'accordo che la modalità "distruggilo e inviaci le prove" è strana da sentire (e non so quanto legale), però evidentemente è il modo meno costoso che hanno per rimediare

Non saprei se è proprio così....
Altri editori, cito ad esempio Biblioteca Culinaria, a fine anno vendono i volumi dichiaratamente fallati a prezzi fortemente scontati. In questo modo recuperi parte dell'investimento. Perché se poi si "bruciano" capitali in questo modo è normale che andare in crisi è molto più semplice  :innocent:

10
Le altre discussioni / Re:Acquisti Online sito Panini
« il: Martedì 31 Gen 2023, 20:30:11 »
Eppure @bunny777 lo stanno facendo già da Novembre 2022.
Lo fanno per centinaia di articoli che potrebbero essere donati ad enti benefici o no profit. Veramente un sistema scandaloso e villico  :ashamed2:

11
Off Topic / Re:Buon compleanno 2023
« il: Lunedì 30 Gen 2023, 10:48:51 »
Augurissimi a Lost Kitten  :inLove:

12
Le altre discussioni / Re:Disney e il giorno della memoria- Dina Babbit
« il: Sabato 28 Gen 2023, 23:16:49 »
La storia a fumetti riportata nell'articolo è presente, come specificato, nel volume degli X-men "Magneto-Testamento"

13
Testate Speciali / Re:Nuove testate Disney — 2023
« il: Sabato 28 Gen 2023, 11:11:02 »
Posso stappare lo champagne?

Per scaramanzia teniamolo ancora un po' in fresco, non si sa mai.... :innocent:

14
Le altre discussioni / Re:Acquisti Online sito Panini
« il: Giovedì 26 Gen 2023, 11:28:12 »
Esiste già da tempo questa modalità ma, come dice Tenebroga, non è in funzione su tutti gli articoli.
Praticamente si mette tutto nel carrello (compresi gli articoli in prenotazione), si paga tutto subito al momento del check-out e il pacco viene inviato solo quando tutti gli articoli sono disponibili.

15
Off Topic / Re:Buon compleanno 2023
« il: Mercoledì 25 Gen 2023, 10:32:18 »
Tantissimi auguri  !

Pagine: [1]  2  3  ...  117 

Dati personali, cookies e GDPR

Questo sito per poter funzionare correttamente utilizza dati classificati come "personali" insieme ai cosiddetti cookie tecnici.
In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni.
Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai trovare il dettaglio di quanto riassunto in queste righe.

Per continuare con la navigazione sul sito è necessario accettare cliccando qui, altrimenti... amici come prima! :-)