Logo PaperseraPapersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
Le nostre recensioni
3 | |
2 | |
3 | |
2 | |
5 | |
2 | |
4 | |
2 | |
4 | |
3 | |
3 | |
4 | |

Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - Max

Pagine: [1]  2  3  ...  95 
1
Le altre discussioni / Re:La Disney perde i diritti su Topolino nel 2024
« il: Mercoledì 18 Mag 2022, 11:35:00 »
L'argomento di questo topic e il leggere di un "rischio reale" mi fa sorridere. Sono più di 30 anni che la Disney avrebbe dovuto "perdere i diritti su Topolino", ma ci sono sempre state delle proroghe. Non credo ci sia ragione perché adesso si debba immaginare che il rischio di non ottenerne più sia concreto, tanto più se la "minaccia" viene dalla parte politica attualmente in minoranza.

2
Testate Regolari / Re:I Grandi Classici Disney - Annata 2022
« il: Mercoledì 18 Mag 2022, 11:27:44 »
Non è comunque un'operazione nata adesso; una versione in bianco e in nero alternata ai colori esisteva già ed era quella ristampata sui Classici Disney.

E' vero, ma se ricordo bene nei Grandi Classici in questi anni si è sempre cercato di presentare la storia nelle sue caratteristiche grafiche d'origine, compresi gli splash panel delle due puntate laddove esiste questa divisione.
Sì, quando poteva Boschi cercava sempre di mettere l'originale. Non so perché questa volta non sia andata così, credo che forse prevalgano questioni economiche/pratiche quando non si recupera la versione originale (che comunque l'originale in questo caso non era difficile da prendere, quindi non so)
In realtà, il fatto in sé che la storia sia stata pubblicata originariamente su Topolino nel 1974 non implica che sia "facile da prendere". Negli ultimi anni proprio sui Grandi Classici ci è capitato più volte di trovare storie, peraltro dello stesso periodo o quasi, che avevano solo una o poche pagine a colori mentre originariamente lo erano nella loro interezza. Evidentemente, c'era stato un problema con gli impianti per cui il colore era andato perso, e l'unica alternativa possibile (ma costosa e laboriosa) sarebbe stata effettuare delle scansioni, come avvenuto anche per storie famose come Le due tigri, di cui evidentemente non sono (più) disponibili in versione digitale gli impianti originali. Similmente, spesso abbiamo avuto per storie Superstar le versioni rimontate degli Albi della Rosa, oppure le versioni dei Classici mondadoriani con i "confini" tra una puntata e l'altra eliminati, dal momento che all'epoca si usava effettuare gli interventi grafici di questo tipo direttamente sulle patinate, perdendo così gli impianti originali che sono stati inevitabilmente digitalizzati nella versione rimaneggiata, ed anche lì ci si è dovuti accontentare.
Evidentemente, nel caso della storia in questione non era più disponibile la versione originale.

3
Testate Regolari / Re:I Grandi Classici Disney - Annata 2022
« il: Mercoledì 20 Apr 2022, 22:08:39 »
Secondo voi c'è una pur minima possibilità di veder completate sui Grandi Classici le saghe di Rebo (presupposto che questa sia ancora mancante del primo episodio) e delle Tops Stories? Sinceramente io non ci credo molto a meno di non aspettare ancora una cinquantina di numeri in modo da rendere ininfluente la loro pubblicazione in questa sede sull'acquisto dei Gold e Imperdibili...
Nel breve termine, ovviamente è molto difficile. Ma non credo occorra attendere 50 numeri. Comunque, si tratta di storie facilmente reperibili a basso costo con i Topolino originali.

4
Testate Speciali / Re:Nuove testate Disney - 2022
« il: Martedì 19 Apr 2022, 00:19:06 »
Arrivare a conclusioni certe così presto non è possibile, comunque tu stesso hai evidenziato una differenza essenziale fra le due testate, ovvero proprio gli editoriali e gli extra, molto più abbondanti ne "Le Serie Imperdibili". Non si può certo escludere che in futuro questa collana ospiterà serie più brevi, ma da come è stata impostata la collana e dall'avvio non me ne aspetterei di esauribili in due volumi, cosa che invece sta diventando consueta in Topolino Gold: credo sia logico aspettarsi un secondo volume di Reginella con cofanetto.
Quanto ai soggetti originali, non c'è motivo di temere. Pezzin, conservandoli nel suo archivio, non ha fatto nulla di fuori del consueto: di norma, la stragrande maggioranza degli sceneggiatori fa lo stesso con i propri soggetti e sceneggiature.   

5
li comprerebbe talmente poca gente che l'investimento non varrebbe, anche perché solitamente alla fine delle serie degli allegati arriva solo meno del 10% rispetto al totale che ha iniziato la collezione, quando il numero di uscite si aggira intorno alle 50, con ulteriori uscite la percentuale sarebbe ancora più bassa.
Anche di Diabolik dovevano essere solo i primi 50 numeri, ma poi si è stabilito di proseguire fino al 100, perché evidentemente il successo è stato talmente buono da poter prevedere, al netto degli abbandoni fisiologici di cui parli, ancora una quantità minima di vendite sufficiente per altri 50 numeri. E non è detto che non prosegua ancora fino al 150, pur essendo tutti, fin dal primo numero, episodi ristampatissimi in varie salse negli anni, sebbene non in una forma così fedele alla prima edizione. Non vedo perché ci debba essere tutto questo pessimismo riguardo l'ipotesi di una iniziativa analoga dedicata al Topolino libretto, visto che è proprio dopo il 50 che ci sono i numeri meno o per nulla ristampati.

6
Potrebbe, nel caso, coprire tutti i numeri mensili e quindicinali e arrestarsi al 1960, con l'inizio dei numeri settimanali. Sarebbero sempre 235 numeri (non pochi).

Io non vedo molto il senso di ristamparli oltre i primi 100-150, sinceramente. Gli originali sono facilmente reperibili, e se uno non pretende che siano in condizioni da edicola, si trovano anche a prezzi molto decenti. Chi spenderebbe magari 5-6 euro per una ristampa, quando con pochi euro in più può comprare l'originale?
È un senso di praticità e regolarità. È vero che i numeri della fascia 200 sono comuni, ma per collezionarli occorre un paziente lavoro di ricerca e, appunto, a quei prezzi non si trovano esemplari ottimi e bisogna pagare anche le spedizioni. Invece con 5-6€ a settimana si troverebbero in edicola ristampe perfette e in ordine cronologico, a cadenza fissa. Sarebbe quindi un prezzo a numero certamente competitivo rispetto agli originali.

7
Testate Speciali / Re:Nuove testate Disney - 2022
« il: Domenica 17 Apr 2022, 19:09:06 »
Secondo me Topolino Gold ha senso nel ristampare storie autoconclusive ma piuttosto lunghe, che nell'uscita del topolino furono suddivise in più parti.
Cicli di storie come quelle su Rebo oppure Reginella secondo me andavano publicate sotto la collana "Le serie imperdibili"
Mi sembra che "Le serie imperdibili" sia una collana dedicata a cicli un po' più lunghi, non esauribili in solo un paio di volumi come quelli scelti per la Gold.

Forse le serie imperdibili è nata un anno e mezzo dopo rispetto al Gold...
Che c'entra? Ha comunque uno scopo diverso.

8
Nel caso uscisse una ristampa del genere, un problema 'pratico' per chi, come me, ha i primi 38 numeri del libretto usciti con l'omnia di Gottfredson, sarebbe quello di 'attendere' l'arrivo del 39° numero per 'iniziare gli acquisti'. Sempre che nel frattempo l'edicolante riesca ad 'inserirmi' nel ristretto gruppo dei prenotati che hanno cominciato dal 1° Numero.

A parte questo e le altre considerazioni 'contro' sicuramente valide, una iniziativa del genere, qualora partisse, fino a dove potrebbe arrivare? Considerando un certo successo di vendite dovuto a interesse, curiosità, passione, nostalgia... quanto potrebbe durare mai una collana anastatica quasi 'infinita'? E quale prezzo dovrebbero avere i singoli pezzi?

Potrebbe, nel caso, coprire tutti i numeri mensili e quindicinali e arrestarsi al 1960, con l'inizio dei numeri settimanali. Sarebbero sempre 235 numeri (non pochi). Che, uscendo settimanalmente (al contrario di quelli originali), andrebbero a coprire un periodo di 4 anni e mezzo. Se uscissero in coppia, la durata dell'operazione si dimezzerebbe (poco più di due anni).

Più 'realisticamente' (virgolettato perché di realistico c'è, forse, solo la non uscita di questa collana) si potrebbe arrivare al numero 100, per fare cifra tonda e superare l'unica collana del genere uscita fino ad oggi (fatta da un privato o qualcosa di simile) arrivata al numero 80. Durata dell'operazione, quasi due anni. Se fosse stata di successo, potrebbe prorogarsi di 25 in 25 numeri.
Iniziare la collezione in corso d'opera non è difficoltoso. Basta avvisare l'edicolante con un po' di anticipo. Non sarebbe però una grande idea perché, come detto sopra, le ristampe 1-38 RCS sono pessime, mentre una nuova ristampa avrebbe senso solo se di qualità. Sarebbe diverso il caso di chi possiede già le ristampe Nerbini, e perciò non avrebbe motivo di seguire una nuova anastatica se non dopo il numero 80.
Il prezzo per ogni uscita potrebbe essere di 5€, magari da portare a 6 a partire dal numero 75, il primo brossurato. Si potrebbe partire da 100 numeri per poi prolungare di 50 in 50, se l'iniziativa va bene. Stante il fatto che simili iniziative non sono penalizzate dalle rese, mi sembra un sogno realizzabile. In generale, Disney o meno, mi sembra che si stia aprendo una sorta di nuova frontiera nel campo degli allegati ai quotidiani: non più volumi di vario tipo ma
ristampe anastatiche delle pubblicazioni a fumetti storiche italiane.

9
Testate Speciali / Re:Nuove testate Disney - 2022
« il: Domenica 17 Apr 2022, 14:10:20 »
Secondo me Topolino Gold ha senso nel ristampare storie autoconclusive ma piuttosto lunghe, che nell'uscita del topolino furono suddivise in più parti.
Cicli di storie come quelle su Rebo oppure Reginella secondo me andavano publicate sotto la collana "Le serie imperdibili"
Mi sembra che "Le serie imperdibili" sia una collana dedicata a cicli un po' più lunghi, non esauribili in solo un paio di volumi come quelli scelti per la Gold.

10
Sfide e richieste di aiuto / Re:GDDP... Incompleta?
« il: Lunedì 11 Apr 2022, 11:19:45 »
Impossibile. Non so se lo sapete, ma in uno degli ultimi volumi della ristampa hanno eliminato una storia di Benny Burro e l'intera scheda finale sul Gongoro, sostituito da... Brigitta.

Quindi se proprio devono fare un edit è per togliere qualcosa invece che aggiungerla... ???
In realtà di modifiche "positive" ne è stata già fatta almeno una, aggiornando un articolo ai giorni nostri con una citazione di storie ancora di là da venire all'epoca della prima edizione. Non ho controllato con cura, ma potrebbe non essere un caso isolato. La storia nella versione ridisegnata da Jippes, già pronta, non avrebbe alcun motivo di essere evitata, se non una dimenticanza. È diverso il caso della storia dell'Orso Candido, per cui la Disney non possiede i diritti, e non va certo a pagarne di nuovo solo per ripubblicare un piccolo extra: la sua sostituzione è perfettamente comprensibile. Così pure la scheda del Gongoro, oggettivamente inopportuna: un conto è ripubblicare inevitabilmente la storia (peraltro, con le vistose ed assurde censure dell'Another Rainbow), un altro è dedicare ulteriore spazio al personaggio senza necessità, offrendo spazio a possibili polemiche.

11
Mi chiedo come mai nessuno recentemente abbia in mente di ristampare sia il Topolino giornale che il Topolino libretto...
Attualmente in edicola con la Gazzetta dello Sport viene venduta "Diabolik Anastatika" la ristampa fedele dei primi 100 numeri...
Perchè nessuno pensa al Topo? perchè non hanno fatto le ristampe invece delle cover di latta? (che ho anche comprato!)  :'(

Della collezione di Topolino mi mancano 78 numeri... Ora diciamo non è la stessa cosa che completarla però mi potrei anche accontentare delle ristampe... Ho le ristampe 1-38 de Gli anni d'oro ma le restanti fino all'80 non riesco a trovarle (o se si trovano non sono a buon prezzo).

TOPOLINO GIORNALE
E' stato ristampato:
- in 29 volumi dalla Comic Art ma si trova a cifre folli (comprende numeri 1-641 https://inducks.org/publication.php?c=it%2FTGRCA)
- da Camillo Conti in 68 numeri sfusi (comprende numeri 642-709 https://inducks.org/publication.php?c=it%2FTGRCC)
- dal 710 al 738 credo che nessuno l'abbia ristampati.

TOPOLINO LIBRETTO
Le ristampe arrivano fino al numero 80.
-1-38 allegate a Gli anni d'oro di Topolino (https://inducks.org/publication.php?c=it%2FTLCS)
-1-80 Nerbini (https://inducks.org/publication.php?c=it%2FTLN) (LA RISTAMPA PIU' COMPLETA)
-1-22 Disney nel 2002 (non so allegate a cosa) (https://inducks.org/publication.php?c=it%2FTLRD)

Voi cosa ne pensate?

Io sinceramente penso che non ci sia alcun bisogno di ristampare di nuovo il Topolino giornale. Esistono già, e con buona reperibilità, eccellenti  ristampe che vanno fino a metà del 1947, sia sciolte che in volumi, e i prezzi non sono affatto folli! Non lo sono nemmeno per i successivi numeri originali, se ci si accontenta di volumi rilegati. Certo, sarebbe stupendo che la serie di volumi Comic Art venisse conclusa da qualcun altro dopo più di vent'anni, ma non credo sia realistico aspettarsi qualcosa del genere. Non considero le ristampe che vanno da metà 1947 fino al numero 713 (mi pare sia stato quello il conclusivo), dal momento che la loro reperibilità sembra assai ridotta. Stranissimo, comunque, che quell'iniziativa non abbia previsto da subito anche la ristampa degli ultimi numeri fino al 738.
L'offerta, in conclusione, è ben proporzionata alla domanda (piuttosto limitata) e con un po' di pazienza si possono reperire anche ottime occasioni.

Il discorso è invece abbastanza diverso per le ristampe del libretto. Esistono solo due edizioni di una certa qualità (Epierre e Nerbini), ma la prima si è fermata al numero 22 e la seconda è arrivata sì al numero 80, ma ormai risulta abbastanza poco reperibile, specialmente oltre il numero 40. Al contempo, però, esistono anche le ristampe 1-38 RCS, le più diffuse ma anche quelle di peggiore qualità, sia dal punto di vista del confezionamento che della fedeltà agli originali (la maggior parte delle storie risulta ricolorata digitalmente in malo modo). Di conseguenza un'anastatica non potrebbe prescindere dal ripartire da 1 e al tempo stesso, per poter attrarre i tanti che possiedono i 38 numeri RCS o i 22 Epierre, dovrebbe essere la ristampa migliore mai uscita finora, imprescindibile quindi per il panorama degli appassionati e definitiva. E visto il recente successo delle strisce di Tex e dell'anastatica di Diabolik, che sono pure dei prodotti di qualità molto elevata, sembra un sogno realizzabile.

12
Collezionabili Disney / Re:Carte da gioco
« il: Domenica 10 Apr 2022, 22:53:21 »
Per chi non conoscesse le carte originali, ecco un confronto!
Proprio dal confronto con le carte napoletane tradizionali, e specialmente per chi ha molta pratica con esse, si nota una differenza cromatica sostanziale: mentre nelle napoletane storiche la colorazione è basata sul contrasto di quattro tinte (giallo, rosso, verde e blu), ciascuna delle quali associata ad un seme e quindi prevalente sulle altre nelle rispettive carte, nelle carte di Pisapia troviamo invece sia tinte aggiuntive come il viola, sia una prevalenza della tinta principale assai più schiacciante rispetto a quanto si vede, ad esempio, nei costumi delle figure tradizionali. A mio avviso questa scelta non è molto felice perché vanifica in parte quanto ben fatto coi disegni, relativamente al rispetto dei canoni napoletani. Abbiamo quindi un mazzo che richiama e rielabora in modo estremamente efficace i 40 soggetti tradizionali ma che vi si discosta nei colori, dando la sensazione non di stare giocando con un mazzo di tipo napoletano ma solo con un più generico "Disney a semi spagnoli", e ciò mi sembra un peccato. Questo potrebbe però essere stato espressamente voluto dall'autore o dal committente, magari anche per evitare proteste da parte delle maggiori ditte nazionali del settore. Sarebbe bello poter conoscere le ragioni effettive di questa scelta.

13
Cadranno tutti e tre a dicembre questi importanti appuntamenti 'tondi': il compleanno dello zione il 14, il n. 3500 del Topo il 21 mentre il 90° del fumetto Disney in Italia con il debutto del Topolino Giornale cadrà il 31. Dunque l'ultimo mese di questo anno sarà particolarmente intenso riguardo l'uscita di pubblicazioni varie concernenti le tre tematiche. Non solo in albi speciali come saranno sicuramente quei numeri di 'Topolino' e 'Zio Paperone' ma anche, si spera, in volumi specifici cartonati e in gadget.

Riguardo questi ultimi immagino una serie di francobolli delle Poste Italiane sulla falsariga di quelli usciti per il 90° di Mickey Mouse (il personaggio) e l'85° di Donald Duck. Sia in versione cartacea che metallica, come già avvenuto nelle due precedenti occasioni. Riguardo i volumi cartonati, ricordo quello di dieci anni fa (Topolino 80 anni insieme 1932-2012) che potrebbe essere riproposto con una sezione aggiornata riguardo l'ultimo decennio. E anche quello di 5 anni fa (ZP Un patrimonio di storie) uscito per il 70° del personaggio.

Considerando il poco tempo trascorso non so se la Giunti deciderà di riproporre questi due tipi di volumi. Anche la Panini potrebbe far uscire qualcosa di specifico al riguardo, arricchendolo magari di contenuti particolari non presenti nei volumi detti prima. Nell'ultima intervista rilasciata a Fisbio, il direttore Bertani ha detto che stanno già pensando a cosa far uscire in occasione di questi appuntamenti.

Come sarà il numero speciale 3500? In passato mi pare che i numeri 'più tondi' (500-1000-2000-3000) siano stati più curati rispetto ai 'semi tondi' (1500-2500). Staremo a vedere. Nel frattempo mi piacerebbe leggere qualche vostro pensiero riguardante copertina (rigida, luccicante, con tanti personaggi o pochi disegnati da chi?) e albo n. 3500 (voluminoso, normale, con quante storie e di chi?).
[...]
Riguardo i francobolli, se verrà molto enfatizzato il 75° compleanno di Zio Paperone può essere logico aspettarsi un terzo foglietto di Cavazzano sulla falsariga dei primi due; in ogni caso, non si può prescindere dall'emissione di almeno un francobollo commemorativo del 90° anniversario del Topolino Giornale ovvero delle pubblicazioni a fumetti Disney in Italia. Il minimo sarebbe un memorabile francobollo riproducente la copertina di quel primo numero del 1932, ma si potrebbe anche decidere di dedicare all'anniversario un intero foglietto con francobolli tutti diversi, magari dedicati anche a numeri epocali del Topolino libretto (es. 1, 500, 1000, 1500, 2000, 2500, 3000 e il contingente 3500). Riguardo volumi celebrativi, non credo se ne senta un gran bisogno essendone usciti tanti finora, ma certo non avrebbe senso "aggiornare" quello del 2012. Semmai, si potrebbe fare qualcosa di nuovo ma che sia filologico, ovvero riprenda le storie così come sono uscite alla loro prima edizione italiana.
Per quanto riguarda il Topolino 3500, credo sia logico aspettarsi qualcosa in meno rispetto ai numeri multipli di 1000, e quindi che non sia un numero doppio. Conseguentemente, non ci vedrei bene una copertina metallizzata, ma magari una con delle parti in rilievo ed una plastificazione a zona. Per quanto riguarda i contenuti, si potrebbero fondere le due importantissime ricorrenze e quindi farne un numero celebrativo anche del 90° anniversario delle pubblicazioni Disney italiane, con un ampio revival e ricchi servizi dedicati all'interno. Mi viene in mente qualcosa di simile a quanto venne fatto nel numero 2264. Diversamente, il numero a ciò dedicato sarebbe il 3501 o il 3502: ci sarebbero quindi due numeri specialissimi a brevissima distanza l'uno dall'altro. E non dimentichiamo che nel 2012 uscì una storia celebrativa appositamente realizzata: non sarebbe male se ne stessero preparando un'altra.

14
Sfide e richieste di aiuto / Re:GDDP... Incompleta?
« il: Mercoledì 6 Apr 2022, 17:43:59 »
[...] solo nel caso di Le Giovani Marmotte improvvisate salvatrici è stata inserita la versione disegnata originariamente da Strobl, perché quella di Jippes è stata pubblicata nel 2008 e non era evidentemente ancora disponibile.
Infatti. Ma ora è disponibile, e sarebbe corretto inserire quella nella nuova edizione.

15
Commenti sugli autori / Re:Casty
« il: Domenica 27 Mar 2022, 15:21:00 »
Se una sua storia è impossibile che venga pubblicata su Topolino, è così anche per altre testate, al di fuori dell'edicola o meno. Non è appunto una questione di pubblico ma di contenuti.
Secondo me no. E' chiaro che i paletti ci saranno sempre però su Topolino questi sono più stringenti in quanto testata di punta e con maggiore visibilità. Per esempio la frame story di Pezzin sui Classici dedicati alle Top's stories
Spoiler: mostra
con tanto di tomba dell'antenato di Topolino
non so se avrebbe avuto l'autorizzazione ad essere pubblicata su Topolino.

Penso anche ai volumi d'autore Glenat. in particolare la Gioventù di Mickey, uno dei pochi pubblicati in Italia dalla stessa Giunti. E' una storia molto divertente e abbastanza innocua tuttavia vi compare un Topolino anziano, mezzo svitato e anche un po' scorretto, molto diverso da quello che conosciamo. Anche in questo caso dubito che avremmo potuto leggere una storia simile su Topolino.
Non è questione di paletti più e meno stringenti. Le storie francesi atipiche vengono pubblicate al di fuori di Topolino per valorizzarle e perché più "di nicchia", quindi adeguandole al loro pubblico, senza proporle in un contenitore dove non renderebbero graficamente a causa delle dimensioni ridotte o comunque rischierebbero di snaturarlo. È lo stesso motivo per cui all'epoca le storie di Don Rosa non uscirono certo su Topolino, ma erano comunque ampiamente accettate e conseguentemente, grazie al loro successo, anche pluriristampate ad esempio nel caso della Saga.
Ma qui la questione è molto diversa. Si tratterebbe di storie di produzione italiana molto "impegnate" che toccherebbero temi assai delicati, i quali comprensibilmente l'editore (e probabilmente anche la casa
madre) non vuole che vengano toccati. Fino a qualche anno fa ciò è stato possibile ed è avvenuto più di una volta, in maniera più o meno esplicita (es. "La marea dei secoli", non a caso mai ristampata), perché c'era meno attenzione e di certe questioni ancora non si parlava più di tanto, ma adesso è impensabile criticare lo schieramento politico dell'editore sulle sue stesse testate, siano esse a larga tiratura per il grande pubblico o a diffusione più limitata. La Panini sa benissimo che un "Topolino extra" o una "Deluxe" con un kolossal inedito di Casty andrebbe a ruba, ma ovviamente non può pubblicarne, a meno che non si tratti di storie del tutto scevre da certi contenuti, come quelle che appunto Casty sta scrivendo  attualmente per Topolino.

Pagine: [1]  2  3  ...  95 

Dati personali, cookies e GDPR

Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.