Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
Le nostre recensioni
2 | |
2 | |
3 | |
3 | |
5 | |
4 | |
4 | |
3 | |
3 | |
3 | |
2 | |
2 | |

Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - Paper_Butler

Pagine: [1]  2  3  ...  58 
1
Off Topic / Re:Fiocco Rosa
« il: Giovedì 8 Lug 2021, 11:06:44 »
Che bella notizia! Tante felicitazioni a Chen & Kim!
Ben arrivata, Bianca, abbi cura di mamma e papà! :)

2
Off Topic / Re:Buon compleanno 2021
« il: Sabato 5 Giu 2021, 11:07:57 »
Grazie, Samu! :)
In effetti credo che il riquadro dei compleanni sia fermo all'altro ieri...

3
Le altre discussioni / Re:The Fisbio Show LIVE
« il: Mercoledì 17 Mar 2021, 13:32:29 »
Con un po' di ritardo, avendola vista solo in differita, vorrei fare i complimenti a Fabio per l'idea e la realizzazione della live.
Bello il modo in cui i cinque autori si sono passati il testimone l'un l'altro, partendo da Bruno Enna fino a lasciare giustamente l'onore dello "sprint" conclusivo ad Alessandro Sisti.
Ammetto che negli ultimi anni il mio interesse per PK era calato, ma la storia celebrativa e questa live, a tratti emozionante, mi hanno colpito molto in positivo.
E sono andato subito a rileggermi "Metamorfosi"! ;)

4
Topolino / Re:Topolino 3400
« il: Sabato 23 Gen 2021, 12:01:06 »
A me "La Macchia invisibile" non è affatto dispiaciuta.

Nell'affacciarmi alla lettura, senza soffermarmi sul titolo, non avevo realizzato fosse la parodia de "L'uomo invisibile" (anche perché non c'è alcuna presentazione).
Fin dall'inizio, però, la storia mi ha richiamato alla mente il film del 1933, che vidi tempo fa, diretto da James Whale (regista anche di Frankenstein e La moglie di Frankenstein, che consiglio) con Claude Rains (che anni dopo sarebbe stato il magnifico villain di Notorious). La bufera di neve, l'ingresso del protagonista nella locanda di Clarabella, quella sottile inquietudine che da subito pervade il lettore... Tutto molto ben fatto, e così, dopo le prime pagine, mi sono goduto in pieno i riferimenti, oltre che l'avventura in sé.

Ho apprezzato anche la scelta del protagonista: Macchia Nera è perfetto per interpretare un personaggio del genere, con la sua "drammaticità" di fondo e la profonda solitudine che lo caratterizza. Bene anche l'utilizzo del cast di Topolinia: i personaggi sono tanti (inclusi alcuni simpatici camei) e ognuno con un ruolo ben definito, seppure logicamente non sempre approfondito.

Il finale con lo scioglimento della tensione, magari, è un po' affrettato, ma capisco che era difficile chiedere di più (vedi anche le solite censure su sigari & co.).
Con una colorazione di maggiore effetto si poteva ottenere un risultato ancora migliore, ma la storia, comunque, mi ha soddisfatto, sia dal punto di vista della sceneggiatura sia per i disegni (a partire dalla prima tavola, molto d'impatto).

5
Topolino / Re:Topolino 3398
« il: Lunedì 11 Gen 2021, 11:30:49 »
i vari ed espliciti riferimenti al mondo cinematografico di Hitchcock
All'ottima analisi "hitchcockiana" di Tang mi permetto di aggiungere i riferimenti a un altro capolavoro, Intrigo Internazionale (North by Northwest).
Il tale che in treno cerca la zia Alma dice di chiamarsi Toplan, ma scopriamo poi che il suo vero nome è Top Thornhill.
Nel film di Sir Alfred il personaggio interpretato da Cary Grant si chiama Roger Thornhill ma viene scambiato per un tale Kaplan... ;)

6
Le altre discussioni / Re:Albi natalizi del cuore
« il: Mercoledì 23 Dic 2020, 18:38:04 »
Per me, su tutti, Topolino 1412, un megalibretto di 288 pagine a prezzo raddoppiato rispetto alla norma (1500 lire contro le 700 dell'uscita precedente e le 800 da quella successiva in poi).

Valeva la pena, però: il numero si apriva con il "Canto di Natale", la magnifica storia scritta da Guido Martina con protagonista Paperone nei panni - che più azzeccati non potrebbero essere - di Scrooge. Settanta pagine (una lunghezza del tutto inconsueta per una storia non a puntate) intense ed emozionanti, con uno dei più bei ruoli mai interpretati da Rockerduck e il suo rapporto con il protagonista reso in modo quanto mai profondo.

A metà libretto si trovava la quarta e ultima parte di "La storia di Marco Polo detta Il Milione" di Romano Scarpa (coadiuvato dallo stesso Martina ai testi), una delle migliori parodie mai realizzate. Nella puntata conclusiva si sviluppava la romantica vicenda di "Paperino" con la principessa Kokacin, interpretata da una Paperetta al top quanto a fascino, che mi colpì particolarmente (e anche Paperina era dello stesso avviso, mi sa...).

Il numero, infine, si concludeva con la seconda delle tre parti di "Topolino e la spada di ghiaccio" di Massimo De Vita, che non credo abbia bisogno di presentazioni... L'Argaar sarebbe tornato a farci lietissima compagnia anche nei due Natali seguenti.

All'epoca ero un bambino, ricordo bene la gioia nel tenere fra le mani quel "numerone" e poi i momenti fantastici trascorsi nel leggerlo a più riprese. Pur non avendo ovviamente grande esperienza di fumetti, avevo la sensazione tangibile che si trattasse di qualcosa di davvero unico e importante.

7
Topolino / Re:Topolino 3394
« il: Martedì 15 Dic 2020, 12:13:26 »
A me la storia di Casty è piaciuta. D'accordo, non sarà al livello dei kolossal e neanche della più recente "casa dei dipinti che fingono", soprattutto per profondità, ma non credo fosse quella l'intenzione dell'autore. Penso che abbia voluto semplicemente regalarci un'avventura divertente, frenetica, piena di situazioni brillanti e con dialoghi gustosi, dal sapore un po' scarpiano. Secondo me è riuscito in pieno nell'intento.

Inoltre, pur essendo d'accordo sull'assurdità di certi "divieti", non mi sembra che si possa parlare di "censura" per la scena di Gamba e Trudy con le dita puntate a mo' di pistola. In questo caso mi è parso un modo simpatico e intelligente per prendere in giro i cosiddetti "paletti", in maniera palese ma al contempo, in un certo senso, velata (l'inquadratura è da lontano, quindi il dettaglio può sfuggire se non si osserva la vignetta con attenzione). A me la cosa ha strappato un gran sorriso.

8
Off Topic / Re:Buon compleanno 2020
« il: Martedì 10 Nov 2020, 15:54:20 »
Auguri, "cugino"! ;)

9
Topolino / Re:Topolino 3389
« il: Venerdì 6 Nov 2020, 11:19:57 »
Così si rischia di non ricordare bene tutti i particolari da un episodio all'altro (io poi non ho la collezione facilmente accessibile, quindi sarebbe una seccatura recuperare i vecchi numeri, ma questo ammetto che è un problema mio) e l'attenzione potrebbe venir meno.
Sono pienamente d’accordo. A questo riguardo, ammetto di aver avuto qualche difficoltà anche con la recente doppia storia gialla di Alessio Coppola: contrariamente a molti qui sul forum, non ho apprezzato il fatto che la seconda avventura sia stata pubblicata diverse settimane dopo la prima, e senza annunciarne il collegamento. Non ricordavo più bene la prima storia, che per quanto ne sapevamo era a sé stante e non mi aveva particolarmente colpito, e così non sono riuscito a godermi nemmeno la seconda: se le avessero inserite un numero dopo l’altro, la cosa sarebbe stata ben diversa.

Riguardo a Mister Vertigo, devo dire che la faccenda mi sta annoiando: l’idea di base sembrava molto valida, ma la realizzazione così diluita mi ha fatto perdere gran parte dell’interesse. Se fosse stato un altro genere avrei sopportato di più, ma è un giallo, non è possibile attendere mesi e mesi per comprendere i fatti e scoprire l'identità del colpevole. Un giallo, per sua natura, non può essere "una soap opera infinita": come vi sentireste se, senza avvisarvi (perché, almeno nel caso della prima storia, questo è accaduto), nell'ultima pagina di un appassionante libro di Agatha Christie, Poirot o Miss Marple non avessero chiarito nulla e foste rimandati a una pubblicazione successiva? E se poi, nel libro seguente, avvenisse di nuovo la stessa cosa?

10
Topolino / Re:Topolino 3378
« il: Venerdì 21 Ago 2020, 12:15:00 »
Per quanto la cosa ormai appaia quasi prevedibile, non posso fare a meno di restare stupito ogni volta dal talento e dall’abilità di Casty. Gli spunti che crea, il modo in cui li sviluppa, il ritmo che dà alla narrazione, i tanti piccoli dettagli divertenti e significativi, i personaggi secondari che tratteggia in profondità con poche pennellate ben mirate… E poi il suo Topolino, umano, reale, amabile, con il quale è impossibile non empatizzare. “Le giornate malfunzionanti” è un nuovo brillante capitolo di un romanzo che si vorrebbe infinito.

In questo caso, fra l’altro, mi piace sottolineare un particolare che potrebbe sembrare da poco ma non lo è.
Spoiler: mostra
Lo “scambio” tra Parigi e New York di Tour Eiffel e Statua della Libertà ha un suo perché, in quanto, oltre alla torre che porta il suo nome, Gustave Eiffel contribuì anche al progetto della Statua, che fu donata dai francesi agli americani. Dunque, in una realtà alternativa che si discosta ma in fondo neanche troppo da quella a noi nota, potrebbe essere accaduto che, per qualche motivo sconosciuto, anziché la Statua, i nostri cugini d’Oltralpe abbiano offerto in dono la torre…


Per ciò che riguarda il resto del numero, pur riconoscendo qualche forzatura nella sceneggiatura, vorrei complimentarmi con Vito Stabile. Per un super-appassionato di Paperone come lui, scrivere una storia in stile barksiano e trovarla sul libretto disegnata (pur con le incertezze già segnalate) da Marco Rota,  a sua volta barksiano più che mai, dev’essere stata la realizzazione di un sogno. Una soddisfazione enorme, di quelle da raccontare un giorno ai nipotini.

Simpatiche la storia di Badino (ma è vero, come diceva Dippy Dawg, che Mazzarello sta trasformandosi in Freccero...) e la "quasi muta" di Paperoga, attendiamo fiduciosi il prosieguo di "Fast Track Mickey". Aggiungo che mi hanno divertito parecchio sia il "Che aria tira" di Silvia Ziche sia il "Minima Paperalia" di Enrico Faccini, in apertura e in chiusura di un gran bel numero, reso a mio parere imperdibile dalla presenza del nuovo lavoro di Casty.

11
Topolino / Re:Topolino 3376
« il: Domenica 9 Ago 2020, 11:08:31 »
Ma di preciso, cosa avrebbe di deludente il secondo episodio di Mr Vertigo?
Da parte mia, rimando al post che ho scritto nella prima pagina.
Qui aggiungo solo che la delusione è commisurata all'aspettativa che si crea. Di recente, mi è accaduto l'inverso con la nuova saga di "Star Top": è passata sul libretto del tutto in sordina, senza il minimo accenno di presentazione, ma, nonostante non sia un super-appassionato del genere, l'ho trovata magnifica.

12
Topolino / Re:Topolino 3376
« il: Venerdì 7 Ago 2020, 15:38:26 »
Attendevo con forte curiosità la storia di Mr. Vertigo e devo dire che, al contrario di quanto leggo qui in larga maggioranza, sono rimasto piuttosto deluso.

Avevo trovato molto valida la prima parte, ma nella seconda, a parer mio, tutto si è svolto in maniera troppo rapida e senza che mai si percepisse una reale sensazione di pericolo per Topolino. Non scendo nei dettagli per evitare quanto possibile i tanto temuti spoiler e rendere più leggibile il post, ma il finale della scorsa puntata lasciava presagire situazioni "thriller" che poi non si sono verificate. Non può davvero essere
Spoiler: mostra
Manetta che vuole "parlargli"
a far temere per la sorte di Mickey. Il colpevole, poi, si scopre immediatamente, anche qui senza suspence.

Il finale "aperto" lascia ben sperare per il futuro, sappiamo che Mr. Vertigo tornerà e che si punta a farlo diventare un personaggio stabile. Secondo me, però, sarebbe stato meglio andare avanti già in questa sede ed evitare di concludere repentinamente l'avventura senza, di fatto, concluderla davvero. Così com'è, a sé stante, la storia non mi ha detto granché. Come parte di un progetto più ampio, probabilmente, assumerà un significato ben diverso, ma non mi piace che si debbano attendere settimane o mesi per chiarire i reali retroscena e assistere alla vera conclusione. D'accordo (più o meno...) le tante storie a puntate, ma almeno che finiscano davvero e non lascino il lettore con una fastidiosa sensazione di incompiuto.

13
Off Topic / Re:Buon compleanno 2020
« il: Venerdì 5 Giu 2020, 10:57:04 »
Grazie a tutti e auguri al Savini!

14
Le altre discussioni / Re:I peggiori personaggi apparsi su Topolino
« il: Lunedì 25 Mag 2020, 17:48:52 »
Si, però attenzione perché quella storia letta dopo i 10 anni perde inevitabilmente molto del fascino e si potrebbe restare delusi.
Il motivo per cui io continuo a preferire un "Ladri D'Ombre" od un "Occhio parlante" alla "Collana", anche se razionalmente ne comprendo perfettamente tutto il valore.
Le altre due storie citate piacciono anche a me, ma personalmente quando ho letto per la prima volta "La collana Chirikawa" (ne ho parlato anche nella sezione "Romano Scarpa Forever"), sono rimasto a dir poco incantato. E di anni ne avevo trenta... ;)

(perdonate l'OT)

15
Commenti sugli autori / Re:Carl Barks
« il: Giovedì 21 Mag 2020, 15:17:32 »
L'ho recuperato anche io su RaiPlay. È stata una mezz'ora ben spesa, molto interessanti i racconti di Luca Boschi e le parole di Don Rosa sui propri riferimenti cinematografici. Belli gli spezzoni: logico che fossero diversi quelli da "Quarto potere", ho gradito anche in particolare quelli da "Sfida infernale" di John Ford e da "Ho camminato con uno zombi" di Tourneur, un film che ho visto, quasi per caso, appena un paio d'anni fa.

Nemmeno a me è piaciuta la chiosa di Raffaelli su Paperone ai giorni nostri. Il concetto andava chiarito meglio e soprattutto, a mio parere, non posto alla fine, come una "sentenza": mi ha lasciato una sensazione "amara" al termine di una visione per il resto piacevole. E comunque Scrooge è ben altro.

Pagine: [1]  2  3  ...  58 

Dati personali, cookies e GDPR

Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.