Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
Le nostre recensioni
4 | |
2 | |
2 | |
3 | |
3 | |
5 | |
4 | |
4 | |
3 | |
3 | |
3 | |
2 | |

Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - Cometa

Pagine: [1]  2  3  ...  14 
1
felicissima del suo esito, e spero di trovarlo come singolo piuttosto che come allegato, anche se sarà difficile riuscire a trovarlo come vorrei.

2
sposto la citazione qui, e mi scuso (di nuovo) per gli errori grammaticali

Stavo dando un'occhiata ad INDUCKS e tra le Serie mi salta l'occhio sulla serie dedicata ad Ernest Hemingway, ed ho pensato che potrebbe essere un'idea carina un piccolo libretto con la ristampa di tutte le storie della serie. Premetto che il totale delle pagine è di 93 quindi un po' troppo piccolo, considererei l'opzione di aggiungere l'introduzione dei vari autori, già presente, che hanno lavorato alle storie e una breve presentazione dei libri di Hemingway a cui le brevi storie si sono ispirate, che sia lettura pesante o meno, per invogliare i lettori a cimentarsi in una lettura diversa o, chi ha già letto i libri, di trovare l'effettivo collegamento.

(preciso che mi piacerebbe leggere tutte le storie, nonostante io ne possieda già due)

3
Topolino / Re:Topolino 3422
« il: Mercoledì 23 Giu 2021, 11:50:36 »
scusate ma ho scoperto appena sveglia che sarebbe uscita una piccola ristampa sulle mini storie dedicate a Hemingway (praticamente una mia idea), è vero?

4
Giochi / Re:La Tombola Disney
« il: Mercoledì 23 Dic 2020, 21:20:01 »
niente, non azzecco l'ora della tombola neanche se sbaglio

5
Walt Disney Animation Studios / Re:Censura cartoni
« il: Domenica 18 Ott 2020, 17:33:20 »
Solo recentemente ho visto per la prima volta "I racconti dello zio Tom" e sinceramente, tralasciando la mentalità europea, non ho trovato nulla che scaturisca la minaccia di una discriminazione o offesa nei confronti del popolo afroamericano. Infatti resto ferma sul concetto che più risulta fedele il contesto storico, per quanto l'evento in questione possa essere stato crudele e terribile nei confronti delle vittime all'epoca, meglio si riesce a realizzare e riflettere su quanto è accaduto, per evitare che possa accadere una seconda, terza, quarta volta (lo stesso discorso vale anche per la trasposizione cinematografica dei romanzi, storici e non).

Da una parte, per rendere giustizia alle comunità vittime di carneficine o soprusi o discriminazioni, più se ne parla più ci si rende consapevoli del passato sanguinoso, che non deve essere ripetuto; dall'altra, per raccontare dalla prospettiva delle vittime le ingiustizie che devono arrivare al pubblico di massa, quello privilegiato, per sensibilizzare sui drammi vissuti e sui torti subiti dalle comunità minori più colpite.

Non riesco proprio a capire il perché si debba necessariamente insabbiare certi lavori di più di quaranta, cinquant'anni fa solo perché adesso sono ritenuti offensivi quando apparentemente non si nota niente di strano (eccetto "nascita di una nazione" e la blackface), ma ripeto, è la mia mente europea che non recepisce il problema.

è ovvio che una volta si ragionava così, c'era una comicità diversa, c'era un modo di raccontare le storie in modo diverso, c'era un modo di fare satira diverso, allora perché non realizzare che era un ragionamento diverso da quello attuale? A questo punto chiediamo di censurare il padrino perché rappresentano l'italia fuori dal paese come mafiosa ("italy? ah, pizza, pasta, mafia") e quindi gli italiani sono tutti cattivi e corrotti.
Oppure di censurare il proprietario del ristorante e il suo aiutante ne "Lilli e il vagabondo" perché rappresentano l'italiano medio che pensa solo a cucinare la pasta nel suo ristorante italiano e a suonare la bella notte con la fisarmonica, come un provinciale qualsiasi (mio nonno suonava la fisarmonica).
Eppure nessun italiano si è offeso a tal punto da lamentarsi, quindi non vedo perché bisogna per forza censurare qualcosa di qualche anno fa quando esso fa parte della cultura pop dell'epoca, cioè i personaggi che nel bene o nel male rappresentano una certa etnia esistono, le etnie non sono sbucate di colpo che non possono aver subìto torti e sono là già pronte a contribuire all'integrazione di comunità diverse mescolandosi tra loro.

Per quanto possano essere i personaggi positivi, di supporto o complessi antagonisti, per quanto possano essere eccessivamente stereotipati o meno, disneyani o no, i personaggi come i gatti si e am, zio remus, gli amici di romeo (ma anche josè e panchito) sono una rappresentazione più eterogenea di un mondo altrimenti composto solo da bianchi. E penso che nelle epoche antecedenti si sognava l'eterogeneità e rispetto reciproco tra supremazia bianca e le tante minoranze che avevano bisogno di emergere.

6
Le altre discussioni / Re:Disney nella nostra cultura...
« il: Lunedì 7 Set 2020, 14:34:45 »

D’altro canto chi non mastica il fumetto Disney potrebbe storcere il naso al pensiero che sia popolato da monotoni personaggi positivi come quelli de La casa di Topolino, mentre il paragone coi politici contribuisce a far sorgere il dubbio che sia una lettura piacevole con personaggi più somiglianti alla sfaccettata realtà.

Sul primo forse, ma sul secondo non sono proprio d'accordo. Non puoi sapere fino a che punto il cittadino medio (non lettore) possa avere pregiudizi a riguardo.

7
Le altre discussioni / Re:Disney nella nostra cultura...
« il: Lunedì 7 Set 2020, 10:15:18 »
Gamba è troppo onesto per essere paragonato a... quel difensore degli insaccati.

Non so quanto possa contare la mia opinione, ma mi si storce il naso quando leggo certi paragoni politico-disneyani. Anche se alcuni sono più che corretti, perché alla fine, se visti con un occhio più maturo, fanno satira sull'attualità politica, economica, sociale e culturale, altri li trovo offensivi perché non sono proprio azzeccati ai politici in questione (giustizia agli abitanti di Topolinia e Paperopoli!), e quindi chi non mastica il fumetto Disney potrebbe disprezzare ancora di più i personaggi paragonati.

8
Topolino / Re:Topolino Speciale Anteprime - 2020
« il: Martedì 1 Set 2020, 18:42:15 »
Qualcuno che abiti in una città dove Topolino arriva di martedì saprebbe dirmi se le agende sono giornaliere oppure con pagine neutre e se a righe, quadretti o bianche?
non ho il numero però stamani, dando un'occhiata al retro di tv sorrisi e canzoni, ho visto la promo del notebook, che mostra che è un semplice blocchetto note, ovvero non vi sono date. ed è a righe

9
I Sondaggi / Re:Eventuale nuova omnia: Cimino o Martina?
« il: Martedì 18 Ago 2020, 11:32:50 »
Ma magari vorrei leggere ciò che Martina scriveva prima dell'invasione delle censure, è così sbagliato cercare di capire il suo operato?

10
I Sondaggi / Re:Eventuale nuova omnia: Cimino o Martina?
« il: Giovedì 18 Giu 2020, 11:42:11 »
Quale delle due mi piacerebbe leggere senza censure o rimaneggiamenti vari? Martina
Quale delle due avrebbe un'alta possibilità di uscire seppur contenuta in poche opere significative? Cimino

11
Le altre discussioni / Re:Zio Paperone, grande affarista o incapace?
« il: Lunedì 15 Giu 2020, 10:51:36 »
Infatti, senza contare che Paperone è anche "ecologista", riciclando tutto quello che è possibile (es il papero del mistero o quando ricicla la stessa bustina del tè), maggiore guadagno con il minor investimento

12
Le altre discussioni / Re:Periodo preferito storie Disney
« il: Domenica 7 Giu 2020, 10:45:22 »
Proprio per l'appunto che sono gusti personali, sono più affezionata alle storie che ai decenni. Anche se sono cresciuta con le storie che comprendono il decennio del 2000, sono più affezionata a quelle che ho recuperato recentemente, che vanno dalla seconda metà degli anni 90 ai primissimissimi anni 2000 (e a WOM, ma è un discorso che non vorrei approfondire perché preferisco tenerlo per me così com'è)

13
Le altre discussioni / Re:Il Personaggio di Paperino e le Sue Identità
« il: Mercoledì 3 Giu 2020, 20:08:49 »
Sarò breve: se non prendiamo in considerazione l'originale slegatura delle testate, definirei Paperinik e PK due identità distinte (alla faccia vostra  ^-^). Perché: nonostante l'inizio che si lega all'universo principale, con qualche sprazzo qua e là di effettiva familiarità, ad un certo punto si entra in un universo parallelo che porta a destra e a manca, avanti e indietro nel tempo, un universo talmente futuristico che non permette di collegare alcun elemento al mondo "pacifico" e maledettamente nostrano che conosciamo. Salvo Paperino stesso, che però si vede che non è più quel papero sfortunato, irascibile e affettuoso tanto adorato. è più maturo, consapevole dei pericoli, della morte, del fatto che le situazioni possano cambiare in un niente, e che non esistono solo ladri.
PK, anche se recentemente è entrato sulle pagine del topo con PKNE, non è facilmente definibile come l'evoluzione di Paperinik. Cosa intendo dire: nelle classiche storie recenti non vedo alcun elemento che possa collegare l'effettiva crescita personale di Paperino/Paperinik, è come se si discostasse ancora da ciò che è un universo a sé (es. tutto ciò che ricorda le sue avventure nell'universo, o nel futuro, le armature aggiornate, Lyla, Angus. Tutte le esperienze che PK ha vissuto dovrebbero averlo forgiato nel carattere, cosa che nelle storie classiche mi è risultato difficile intravederlo). Tuttavia mi sono ricordata che in qualche storia con Paperinik dell'ormai decennio scorso si è vista una sorta di crescita personale, sembra rendersi conto del continuo contrasto con Paperino, rischiando di rovinare per sempre tutto quello che ha costruito per i suoi nipotini e la sua famiglia in generale.
Se fosse stata una sorta di continuity si sarebbe notata la sensibile differenza del carattere di Paperino, almeno nelle storie autoconclusive. Tutto questo IMO.

14
Le altre discussioni / Re:I peggiori personaggi apparsi su Topolino
« il: Domenica 24 Mag 2020, 10:26:00 »
A me sembra più una lista dei personaggi più odiati che dei peggiori. Se avessero stilato una classifica (condivisa) dei personaggi più odiati avrei compreso che è tutta una questione di gusti. Ma come si fa a definire un personaggio il peggiore, senza prendere in considerazione la presenza o il suo status di personaggio (principale, secondario o semplice comparsa) e soprattutto senza farsi condizionare dalle proprie preferenze?
Es. ho sempre detestato Pennino, stando alle poche storie che ho letto è fastidioso come pochi, ma non è sufficiente per definirlo il peggiore. Forse per me lo è, ma questo non vuol dire che lo sia per tutti.

15
Giochi / Re:La Tombola Disney
« il: Martedì 31 Dic 2019, 19:31:59 »
modestamente  :)) :))

Pagine: [1]  2  3  ...  14 

Dati personali, cookies e GDPR

Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.