Logo PaperseraPapersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
Le nostre recensioni
2 | |
4 | |
5 | |
2.5 | |
4 | |
3.5 | |
4.5 | |
5 | |
4 | |
3 | |
4.5 | |
4 | |

Topolino 3486

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

Paolo
Flagello dei mari
Moderatore
PolliceSu   (2)

  • *****
  • Post: 4603
  • musrus adroc
    • Offline
    • Mostra profilo
PolliceSu   (2)
    Topolino 3486
    Risposta #45: Mercoledì 21 Set 2022, 17:12:15
    Recensione Topolino 3486


     Si conclude una delle saghe più lunghe degli ultimi anni su Topolino e il giudizio su Minaccia dallo spazio, pur non essendo negativo, non permette di gridare al capolavoro: le storie corali quasi mai riescono ad avere una trama che scorre in maniera fluida e credibile, e spesso soffrono di forzature e cambi di ritmo che ne disturbano la lettura.

     La saga del Pianeta Ramingo non fa eccezione, sviluppando su un canovaccio di trama ispirato al film Don’t Look Up! una serie di eventi che portano in gioco – come abbiamo visto nelle settimane scorse – un gran numero di personaggi: per ovvi motivi di spazio e di struttura narrativa, molti di loro sono destinati ad un ruolo marginale, ed altri la cui presenza sembra un po’ forzata (esatto, sto pensando all’intervento delle streghe vulcaniche!).

     Non mancano di contro gli spunti positivi: il coinvolgimento dell’interno pianeta nell’emergenza, la disperazione e la preoccupazione dei personaggi che già dall’inizio sapevano il rischio che si stava correndo, quindi un rischio reale che può essere percepito e magari condiviso dal lettore, non come le fruste imprese dei Bassotti o di Gambadilegno.

     Di grande effetto l’utilizzo delle vignette mute raffiguranti l’orologio della catastrofe destinate a scandire il passare del tempo. Ripreso dal Nuclear Doomsday Clock di Watchmen (a sua volta citazione del simbolico Doomsday Clock nel mondo reale, che ha appunto il compito di indicare la vicinanza del genere umano all’Armageddon indicato dal raggiungimento della mezzanotte) l’orologio immaginato da Francesco Vacca ha un doppio registro di movimento: dilatato nella percezione di noi lettori destinati ad aspettare di settimana in settimana gli sviluppi degli eventi, veloce o addirittura frenetico nei tempi di narrazione della storia.

     Oltre alla citazione esplicita di Watchmen, la coralità della storia non può non ricordare, pur con le difficoltà del caso, Crisis on Infinite Earths del recentemente scomparso George Pérez, con l’effetto di avvicinare il mondo dei fumetti Disney a quello DC, e i lettori a tematiche più adulte, abbandonando – si spera in maniera definitiva – il target dei “bambini svegli delle elementari.

     
    Epica e retorica insieme per un maggior effetto di coinvolgimento del lettore

     I disegni di Casty, che abbiamo scoperto essere a suo agio anche con i Paperi, fatta salva qualche espressione che non riesce ad avere la stessa forza di impatto di quelle che l’autore ci ha abituato a conoscere ed amare, svolgono egregiamente la funzione di coinvolgere emozionalmente il lettore grazie a spettacolari illustrazioni a tutta pagina (o comunque con vignette più ampie alternate a pagine con quattro righe di vignette per velocizzare ulteriormente l’azione) e a non appesantire la lettura, impegnativa per il numero di pagine che compone la storia, riuscendo a comunicarci le sensazioni dei personaggi senza abusare di primi piani.

     Tornando al parallelo tra questa storia e il film di Adam McKay, ripetiamo la considerazione già fatta in occasione di altre recensioni, e cioè come si sia intrapresa in modo sempre più deciso la strada per collegare il contenuto del settimanale alle preferenze e tendenze dell’intrattenimento televisivo, in modo tale da non restare anacronisticamente legati a modelli di narrazione che evidentemente non hanno più il ritorno di pubblico desiderato.

     
    Ma che davero?

    Per questo forse stonano un po’ le storie seguenti, dove il “teatrino senza memoria” dei personaggi Disney torna ad essere quello disimpegnato e libero da vincoli di qualche anno fa, come nel caso della storia di Massimiliano Valentini e Andrea Malgeri Indiana Pipps e la legenda del tulipano nero.

     Non so da quale anfratto sia spuntata fuori una storia del genere che sebbene parta da uno spunto storico interessante come la crisi dei tulipani, e da una trovata comica valida con Gambadilegno che tenta goffamente di farsi passare per il cugino di Indiana, si sviluppa come l’ennesima caccia al tesoro dagli enigmi risolti in quattro e quattr’otto.

     Ma la spallata decisiva alla storia la fornisce “Kranz con la pistola”™, paradigma del finale scontato ed inutile; forse andrebbe bene come tormentone comico, ma né lo “spessore” del personaggio, né lo svolgimento degli eventi che hanno ripetutamente portato ad assistere a questa scena possono essere considerati tali, facendo sembrare anzi che l’autore possa ritenere che i lettori prendano sul serio la minaccia del sedicente avversario di Indiana.

     Naviga tra alti e bassi Zio Paperone e la pace preistorica, storia scritta da Vito Stabile per celebrare l’ottantesimo compleanno di Marco Rota, presentando alcuni spunti interessanti, a partire dalla resa dei capelli dei tre nipotini dal taglio barksiano una volta tornati indietro nel tempo (si veda l’immagine da Paperino e la gara di nuoto) ed alcune vignette panoramiche che si alternano – ahimè – ad alcune un po’ più legnose; spunti piacevoli anche nella trama grazie all’ormai noto gusto della citazione di Stabile, che riesce ad inserire nella storia una citazione della tavola del potenziale esordio di Rota su Topolino, come descritto nell’interessante articolo che segue la storia.

     Peccato relativamente all’articolo, l’aver dimenticato l’assegnazione del Premio Papersera all’autore avvenuta nel 2011, compensata però dalla possibilità di osservare – anche se un po’ di sbieco – le illustrazioni realizzate tra il 1978 e il 1980 per tre copertine de Gli Albi di Topolino (i numeri sono 1255, 1359 e 1360). Immancabile, infine, l’autocitazione del disegnatore milanese con il suo “Marks” (date un’occhiata a pagina 47 se non l’avete ancora trovato).

     
    Nel 1946 questo taglio era preistorico…

     Arriviamo quindi a quelle che ritengo le storie più deboli dell’albo: con Zio Paperone e la ricerca a tempo (di Alberto Savini e Marco Mazzarello ed ottimamente colorata da Valeria de Sanctis) la considerazione che viene in mente è che è vero che Paperone è tale perché esagerato, testardo e contro ogni logica quando si mette in testa qualcosa (oddio, mi sembra di parlare di mia moglie…), ma il rischio di trasformarlo da castigamatti a una macchietta comica è sempre presente.

     E in questa avventura dal ritmo veloce, ma dagli esiti forzati e prevedibili, vedere un Paperone che abbandona per una giornata intera i suoi affari per dedicarsi alla ricerca di un’oggetto “misterioso” (ma che qualunque lettore sa già non essere quello che immaginano Amelia e i Bassotti) non con la sua verve che ne fa un pericolo pubblico, ma con il sorriso sulle labbra, una lieta pedalata e un Paperino che passivamente lo segue senza nemmeno accennare un contrasto con lo Zione… beh, fa crescere il rimpianto per lo Zione esagerato anche nelle sue azioni!

     Nettamente nella nuova direzione del settimanale Pico de Paperis e l’aggiornamento vocabolarico (di Davide Aicardi e Federico Maria Cugliari). Pensata per sostenere il ruolo e la presenza dei nuovi personaggi come Newton, non riesce però a replicare i successi delle precedenti vicende del duo Pico-Newton, risultando l’ennesimo tentativo di inquadrare/classificare il gergo giovanile, fenomeno che (ammesso lo si riesca a definire e circoscrivere) è in tale e costante mutazione da… sempre, che qualsiasi tentativo di venirne a patti finisce con l’esserne frustrato, a meno che non si tratti di Ragazzi di vita di Pier Paolo Pasolini o dei personaggi di Carlo Verdone (si parva licet componere magnis).

     Aggiungo – in coda alla recensione – come il voto finale, mai semplice da esprimere, sia stato arrotondato per eccesso grazie alla tavola conclusiva realizzata da Enrico Faccini con il suo illogico, inspiegabile, irrazionale ma splendido stile!

     P.S.: nessun dubbio: in edicola va scelta la versione in abbinamento con il primo numero della grande collana Disney appena lanciata!



    Voto del recensore: 3/5
    Per accedere alla pagina originale della recensione e mettere il tuo voto:
    https://www.papersera.net/wp/2022/09/21/topolino-3486/


    Ora è possibile votare anche le singole storie del fascicolo, non fate mancare il vostro contributo!


    *

    Bunz
    Giovane Marmotta
    PolliceSu   (1)

    • **
    • Post: 172
    • Esordiente
      • Offline
      • Mostra profilo
    PolliceSu   (1)
      Re:Topolino 3486
      Risposta #46: Mercoledì 21 Set 2022, 19:57:41
      Pensata per sostenere il ruolo e la presenza dei nuovi personaggi come Newton...
      "NUOVI"?!?  :embarrassed:
      Newton è degli anni '60, molto prima di Paperinik, di Reginella e di tanti altri.

      *

      Tenebroga
      Papero del Mistero
      PolliceSu   (1)

      • **
      • Post: 214
        • Offline
        • Mostra profilo
      PolliceSu   (1)
        Re:Topolino 3486
        Risposta #47: Mercoledì 21 Set 2022, 23:58:16
        Penso che quel "nuovo" andasse inteso come "rinnovato".

        *

        Paolo
        Flagello dei mari
        Moderatore
        PolliceSu   (2)

        • *****
        • Post: 4603
        • musrus adroc
          • Offline
          • Mostra profilo
        PolliceSu   (2)
          Re:Topolino 3486
          Risposta #48: Giovedì 22 Set 2022, 09:22:10
          Pensata per sostenere il ruolo e la presenza dei nuovi personaggi come Newton...
          "NUOVI"?!?  :embarrassed:
          Newton è degli anni '60, molto prima di Paperinik, di Reginella e di tanti altri.

          Sì, ovviamente Newton è un personaggio nato negli anni Sessanta, mi è noto.

          Ovviamente il senso della frase è da intendersi in maniera più ampia, intuendo che il nuovo Newton è un personaggio *diverso* dal precedente da un punto di vista di ruolo, personalità, rilevanza e anche di aspetto, se vogliamo.

          Grazie comunque per aver letto la recensione! :-) Non so mai quanto la copia della recensione postata sul sito all'interno del forum sia cosa gradita/utile per i forumisti!

            -Paolo

          *

          Tenebroga
          Papero del Mistero
          PolliceSu

          • **
          • Post: 214
            • Offline
            • Mostra profilo
          PolliceSu
            Re:Topolino 3486
            Risposta #49: Giovedì 22 Set 2022, 10:41:42
            Per me lo è molto, anzi temevo non arrivasse più per questo numero.

            *

            Bunz
            Giovane Marmotta
            PolliceSu

            • **
            • Post: 172
            • Esordiente
              • Offline
              • Mostra profilo
            PolliceSu
              Re:Topolino 3486
              Risposta #50: Giovedì 22 Set 2022, 16:50:35
              Ovviamente il senso della frase è da intendersi in maniera più ampia, intuendo che il nuovo Newton è un personaggio *diverso* dal precedente da un punto di vista di ruolo, personalità, rilevanza e anche di aspetto, se vogliamo.
              Ah, ora mi torna.  :-)
              Per quanto non mi sembra poi così tanto diverso some personalità rispetto a quello tratteggiato da Tony Strobl.
              Anche l'aspetto mi sembra praticamente lo stesso.

              Sul fatto che le recensioni si leggano non devi dubitarne, però...  :thankYou:

              *

              Dippy Dawg
              Dittatore di Saturno
              PolliceSu   (1)

              • *****
              • Post: 3190
                • Offline
                • Mostra profilo
              PolliceSu   (1)
                Re:Topolino 3486
                Risposta #51: Lunedì 3 Ott 2022, 13:34:51
                Grazie comunque per aver letto la recensione! :-) Non so mai quanto la copia della recensione postata sul sito all'interno del forum sia cosa gradita/utile per i forumisti!
                Scherzi?
                Se così non fosse, la leggerei molto più a fatica (è non è detto che la leggerei!)...

                Commento ritardatario e veloce sul numero:
                - per il pianeta Ramingo, mi unisco a chi ha apprezzato la storia, nonostante i suoi evidenti difetti! I disegni "paperi" di Casty erano un po' balbettanti nelle prime puntate, ma ora mi sembra che abbia raggiunto un ottimo livello: lo aspettiamo sulle prossime storie! :-)
                - la storia di Stabile/Rota è piacevole, ma quando vedo certi disegni non posso non pensare a Gatto e a chiedermi "Perché?"...
                - la Ricerca a tempo è una storia promozionale più o meno leggibile che fa il suo lavoro!
                - la storiella con Pico e Newton non cerca, come temevo, di rincorrere il gergo giovanile, ma lo inventa di sana pianta, in modo molto più divertente!
                - quella robaccia con Indiana Pipps penso che la strapperò via e la brucerò! >:( :boia: :ko:
                Io son nomato Pippo e son poeta
                Or per l'Inferno ce ne andremo a spasso
                Verso un'oscura e dolorosa meta

                *

                emmevi
                Evroniano
                PolliceSu   (1)

                • **
                • Post: 113
                  • Offline
                  • Mostra profilo
                PolliceSu   (1)
                  Re:Topolino 3486
                  Risposta #52: Lunedì 3 Ott 2022, 14:07:44
                  - quella robaccia con Indiana Pipps penso che la strapperò via e la brucerò! >:( :boia: :ko:

                  Il corso di buona educazione inizia domani mattina. C'è un posto prenotato per te e per il recensore del numero.
                  Accomodatevi, ne avete bisogno.
                  emmevi

                  *

                  Andy392
                  Ombronauta
                  PolliceSu   (2)

                  • ****
                  • Post: 929
                    • Offline
                    • Mostra profilo
                  PolliceSu   (2)
                    Re:Topolino 3486
                    Risposta #53: Lunedì 3 Ott 2022, 15:58:19
                    Posso capire il commento di Dippy ,probabilemente di pancia, come il tuo, ma non vedo perchè Paolo dovrebbe fare un corso di educazione dopo questa recensione.

                    *

                    Dippy Dawg
                    Dittatore di Saturno
                    PolliceSu   (7)

                    • *****
                    • Post: 3190
                      • Offline
                      • Mostra profilo
                    PolliceSu   (7)
                      Re:Topolino 3486
                      Risposta #54: Lunedì 3 Ott 2022, 16:21:13
                      Inizia anche il corso "Come evitare di prendere inutilmente come offesa personale qualsiasi critica ad una singola storia", ma, chissà perché, va sempre deserto... :thankYou:

                      Comunque, la buona educazione mi impedisce di parlare come dovrei di un certo personaggio inutile e dannoso da quando è nato, e che, dopo trent'anni, viene ancora testardamente e malamente utilizzato, rovinando inevitabilmente ogni storia anche carina (come questa, fino a quel momento!) dove appare!
                      Io son nomato Pippo e son poeta
                      Or per l'Inferno ce ne andremo a spasso
                      Verso un'oscura e dolorosa meta

                      *

                      emmevi
                      Evroniano
                      PolliceSu

                      • **
                      • Post: 113
                        • Offline
                        • Mostra profilo
                      PolliceSu
                        Re:Topolino 3486
                        Risposta #55: Lunedì 3 Ott 2022, 17:11:33
                        Comunque, la buona educazione mi impedisce di parlare come dovrei di un certo personaggio inutile e dannoso da quando è nato, e che, dopo trent'anni, viene ancora testardamente e malamente utilizzato, rovinando inevitabilmente ogni storia anche carina (come questa, fino a quel momento!) dove appare!

                        Ecco. Questa sarebbe stata una buona motivazione e un ottimo spunto da cui partire per imbastire una discussione in merito. Peccato esserci arrivati tardi.
                        Invece l'immagine di una storia, che si vorrebbe strappata e data alle fiamme, non lo è affatto.

                        Così come, per rispondere al commento precedente, non lo è nemmeno domandarsi da quale anfratto sia sbucata fuori una storia del genere (cito testualmente). Ma tant'è.

                        Per chiudere, tornando al corso che mi proponi, mi spiace deluderti ma (e chi mi conosce bene lo sa), non sono una persona che si offende facilmente. Tutt'al più mi infervoro un po' quando si parla del Toro. Ma questa è un'altra storia.
                        Stammi bene.  o:)

                         
                        emmevi

                        *

                        brigo
                        Visir di Papatoa
                        PolliceSu   (1)

                        • *****
                        • Post: 2122
                          • Offline
                          • Mostra profilo
                        PolliceSu   (1)
                          Re:Topolino 3486
                          Risposta #56: Martedì 4 Ott 2022, 11:56:39
                          Così come, per rispondere al commento precedente, non lo è nemmeno domandarsi da quale anfratto sia sbucata fuori una storia del genere (cito testualmente). Ma tant'è.

                          Probabilmente in molti siamo rimasti suggestionati quando Bertani parlò di diverse storie di magazzino da smaltire, e- ironia della sorte- la nostra mente dev'essere subito volata alla scena finale de "I predatori dell'arca perduta". O sono l'unico che l'ha pensato?  :laugh:
                          Scherzi a parte, non che Paolo o chiunque altro abbia bisogno della mia difesa, ma credo sia stato un modo 'colorito' (evidentemente troppo) per affermare che la storia aveva davvero tanto in comune con le classiche avventure anni '90, che ad oggi risultano ripetitive e inesorabilmente datate per chi le ha seguite tutte e in diretta, ma scommetto che i bambini invece si divertono. E contenti loro, contenti tutti, dai.  ;)

                          Nota a margine: comunque il villain impugnava una pistola, oh!  :-0

                          *

                          Cornelius Coot
                          Imperatore della Calidornia
                          PolliceSu

                          • ******
                          • Post: 11674
                          • Mais dire Mais
                            • Offline
                            • Mostra profilo
                          PolliceSu
                            Re:Topolino 3486
                            Risposta #57: Martedì 4 Ott 2022, 13:33:58
                            Risulta curiosa la distanza fra l'inutilità del personaggio Kranz e il fatto che sia l'unico, di questi tempi, ad avere in mano una pistola.
                            La 'trasparenza' del character potrebbe essere vista dagli autori come un escamotage far rientrare 'usi e costumi' oggi politicamente scorretti. Tanto chi vuoi che si accorga del nemico di Indiana?  :-?

                            *

                            Luxor
                            Dittatore di Saturno
                            PolliceSu   (6)

                            • *****
                            • Post: 3891
                            • Supremo Organizzatore, Folle Ideatore!
                              • Offline
                              • Mostra profilo
                            PolliceSu   (6)
                              Re:Topolino 3486
                              Risposta #58: Martedì 4 Ott 2022, 15:05:19
                              Io però eviterei di rimarcare ogni volta se compare una pistola, una bistecca o altro, altrimenti mi viene da dire che ce le cerchiamo.

                              Limitiamoci a segnalare le magagne, non le cose che dovrebbero essere più che naturali.
                              The Rabbit Hunter! (Copyright by Gancio 08.II.16)


                              *

                              emmevi
                              Evroniano
                              PolliceSu   (1)

                              • **
                              • Post: 113
                                • Offline
                                • Mostra profilo
                              PolliceSu   (1)
                                Re:Topolino 3486
                                Risposta #59: Martedì 4 Ott 2022, 17:40:12
                                Probabilmente in molti siamo rimasti suggestionati quando Bertani parlò di diverse storie di magazzino da smaltire

                                Peccato che questa non lo fosse...  :-)
                                Era una storia classica, questo sì. Ma in un magazine come Topolino devono trovare posto anche storie più classiche rispetto ad altre, è fisiologico. 

                                Nota a margine: comunque il villain impugnava una pistola, oh!  :-0

                                Qui bisogna trovare una mediazione.
                                Se il villain non è armato, tutti a scagliarsi contro la censura.
                                Se invece è armato, ecco che saltano fuori quelli che sostengono come il personaggio non sia credibile.
                                Delle due, l'una. Suvvia.
                                emmevi

                                 

                                Dati personali, cookies e GDPR

                                Questo sito per poter funzionare correttamente utilizza dati classificati come "personali" insieme ai cosiddetti cookie tecnici.
                                In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni.
                                Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai trovare il dettaglio di quanto riassunto in queste righe.

                                Per continuare con la navigazione sul sito è necessario accettare cliccando qui, altrimenti... amici come prima! :-)