Logo PaperseraPapersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
Le nostre recensioni
3 | |
4 | |
3 | |
4 | |
3 | |
3 | |
3 | |
3 | |
3 | |
3 | |
4 | |
3 | |

Guido Martina

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

Gongoro
Visir di Papatoa
PolliceSu

  • *****
  • Post: 2195
  • 0-0
    • Offline
    • Mostra profilo
PolliceSu
    Re:Guido Martina
    Risposta #870: Venerdì 1 Mag 2020, 17:40:22
    Geografia storica a fumetti? Ma in che senso? Tipo un atlante storico?

    Probabilmente una serie di storie con protagonisti i personaggi Disney che avrebbe dovuto ripercorrere la storia d'Italia. Sarebbe interessante sapere qualche particolare in più su come avrebbe dovuto svilupparsi.

    *

    luciochef
    Cugino di Alf
    PolliceSu   (1)

    • ****
    • Post: 1117
      • Offline
      • Mostra profilo
    PolliceSu   (1)
      Re:Guido Martina
      Risposta #871: Venerdì 1 Mag 2020, 18:59:06
      Sarebbe interessante sapere qualche particolare in più su come avrebbe dovuto svilupparsi.
      Da quel che mi sembra di ricordare, in un incontro con amici del forum ed un autore disneyano, quest'ultimo ci raccontò questo aneddoto.
      Martina, arrivato ormai quasi a fine carriera, presentò al direttore dell'epoca (non ricordo precisamente quale...) il soggetto di un'opera mastodontica che ripercorreva, attraverso i fumetti, tutta la storia italiana. Praticamente dai Romani fino al dopoguerra.
      Si dice che fossero centinaia e centinaia di pagine.
      Ci fu un tentativo di cominciare ad "attualizzare" il progetto (parliamo tra gli anni 80 e 90) ma poi, per non meglio precisati motivi, la cosa si areno' nuovamente.
      Queste opere non furono "commissionate" al Professore ma erano progetti autonomi che Martina presentava al Direttore per continuare a guadagnare delle commissioni e che la Disney pagava per riconoscere a lui una sorta di "rendita" di merito.
      Fatto sta che si parlerebbe (non si può essere sicuri della piena veridicità di ogni elemento e quindi ci si deve andare cauti con le supposizioni) di un tesoro immane che rappresenterebbe un sacrilegio non sfruttare....
      Io sono un cattivo... e questo è bello! Io non sarò mai un buono e questo non è brutto! Io non vorrei essere nessun altro... a parte me.

      *

      Cornelius Coot
      Imperatore della Calidornia
      PolliceSu   (1)

      • ******
      • Post: 11356
      • Mais dire Mais
        • Offline
        • Mostra profilo
      PolliceSu   (1)
        Re:Guido Martina
        Risposta #872: Venerdì 1 Mag 2020, 20:11:19
        Probabilmente una serie di storie con protagonisti i personaggi Disney che avrebbe dovuto ripercorrere la storia d'Italia. Sarebbe interessante sapere qualche particolare in più su come avrebbe dovuto svilupparsi.
        Tutti questi faldoni, se mai ancora esistenti, potrebbero trovarsi a casa di di un parente del Professore oppure lasciati in quache scantinato della Disney Italia che magari, nel passaggio alla Panini, li avrebbe potuti dare alla casa edtrice modenese. Non so quanto attuali potrebbero essere e quanto pubblicabili per i lettori di oggi. Martina è comunque un maestro evergreen, senza tempo, a parte qualche 'caratteristica' di linguaggio che, se edulcorata nelle sue storie normali, lo potrebbe essere anche in un'opera mastodontica (purtroppo ma potrebbe essere un 'compromesso' per la eventuale pubblicazione).

        Se mai questi faldoni esistessero ancora e fossero in possesso della Panini, esorto Alex Bertani a tirarli su dagli scantinati, a dargli una spolverata e a vedere come proporli al meglio per il pubblico attuale. O, magari, per i lettori collezionisti che gradirebbero moltissimo una serie di uscite in volumi speciali con testi e sceneggiature il più possibile originali (sempre che il Prof avesse terminato i suoi scritti perché potrebbero anche essere in una fase intermedia e, dunque, difficilmente pubblicabile anche per questi motivi). Qualora ci fosse la possibilità di intervistarlo di nuovo (come fatto di recente nel Fisbio Show) questa dovrebbe essere una delle prime domande da rivolgere al direttore di Topolino.
        « Ultima modifica: Venerdì 1 Mag 2020, 20:15:52 da Cornelius Coot »

        *

        dr. Paperus
        Diabolico Vendicatore
        PolliceSu

        • ****
        • Post: 1864
        • working on siero di lunga pace and Immergrün
          • Offline
          • Mostra profilo
        PolliceSu
          Re: Guido Martina
          Risposta #873: Sabato 2 Mag 2020, 12:47:50
          Ho letto rapidamente (nei limiti delle umane possibilità) le precedenti pagine di questo thread, che penso essere quello più ricco di OT della storia (e ogni due per tre c'è un post di qualche moderatore che dice di aver cancellato pagine OT, acci e poi denti). Sono anche io un ammiratore dell'opera martiniana, e vorrei recuperare qualche questione lasciata in sospeso:

          Sbagli. ZP E IL BENEMERITO DEL LAVORO l'ho anch'io, in una pessima ristampa su DISNEYBIG. Mi riferivo a una cosa che ha detto Scarpa stesso in un'intervista: "mi sono rifiutato di disegnare una sua storia in cui Paperone e Rockerduck, per vincere una gara, praticavano ogni sorta di nefandezze". Mi interesserebbe sapere se poi qualcuno l'ha disegnata, ' sta storia (Cavolo! Scarpa doveva fare il suo lavoro e disegnarla! - detto affettuosamente)

          Comunque la storia che Scarpa si rifiutò di disegnare dovrebbe essere una in cui Zio Paperone e Rockerduck commettevano ogni maramalderia possibile per vincere una gara, che mi sembra fossse una gara attraverso la California. Non ricordo il titolo, ma mi sembra che fu poi disegnata da Bottaro, il quale però ne addolcì la trama. Notare che è tutto al condizionale!!

          Sapreste dirmi se alla fine è stata svelata l'identità di questa fantomatica storia martiniana rifiutata da Scarpa?

          Martina è comunque un genio nel creare tutte queste situazioni che, sfruttando la simpatia dei lettori verso Paperinik e zio Paperone e l'antipatia nei confronti di Rockerduck e Gastone, fanno sembrare giusto ciò che è sbagliato. Anatrone ha ragione quando scrive che questa vicenda non ha una sua logica e anche io mi sorprendo di come tutto ciò abbia potuto superare il vaglio redazionale dell'epoca (e mi chiedo come la proba e attenta Elisa Penna, coautrice del personaggio mascherato insieme a Carpi e allo stesso Martina, abbia  digerito ciò). Non tanto per una questione 'morale' (negli anni precedenti abbiamo letto ben altro e questo del Doppio Trionfo è un Martina più 'moderato' rispetto al passato) ma proprio per una questione di legalità.

          Cornelius, a quale vaglio redazionale ti riferisci, che ci sarebbe potuto/dovuto essere nei confronti della storia del doppio trionfo di Paperinik? Non ho mai saputo ci fosse tutto questo controllo nei primi anni '70 su Topolino, in particolare nei confronti delle sceneggiature di Martina; me la immagino una redazione anni luce diversa da quella anche solo di vent'anni dopo, proprio con un modo differente di impostare il lavoro. Ed Elisa Penna ebbe l'idea, ma poi Paperinik divenne subito "cosa" di Martina, non appena egli fu incaricato di sceneggiarne le storie.

          Poi... non ho la storia sottomano al momento, ma... secondo voi Topolino e la trottola del tempo è di Martina? Perché il ricordo che ho di questa avventura, sia come vicenda in sé che come sceneggiatura, non corrisponde affatto a una storia del professore. O forse mi sono fumato qualcosa? ;D

          Inoltre, si è accennato, molte pagine or sono, alla peculiarità delle storie natalizie di Martina anni '50, coinvolgenti e suggestive quanto poco ricollegabili a quell'idea dello "spirito del Natale" delle coeve barksiane... ma qualcuno sa dirmi qualcosa del Canto di Natale molto più tardo che lui ha scritto (e che purtroppo non posseggo)? Nel 1982 il Paperone di Martina ha avuto la sua redenzione, seppur in parodia, come Ebenezer, o la vicenda dickensiana viene rielaborata per riportare tutto allo status quo martiniano?

          E in ultimo...

          Ho visto anche che a Torino esiste una VIA GUIDO MARTINA. E' forse dedicata a lui? :)

          Ho visto anche che a Torino esiste una VIA GUIDO MARTINA. E' forse dedicata a lui? :)
          Non lo so, ma di certo a Roma esiste un Largo Guido Martina (e se non ne eri a conoscenza proprio tu, vergogna). :)

          Su questo cosa sappiamo? ;D perché una via o un largo dedicati a lui smentirebbero in parte la teoria della damnatio Martinae, magari non quella da parte della redazione verso i suoi classici, ma almeno quella che vuole Martina uno sconosciuto per la società, giacché i media non lo celebrarono in alcun modo in occasione del ventennale dalla scomparsa nel 2011.
          ex Paperinik il Templare e Volkabug, inventore dell'Immergrün; prima niubbo, poi lurkatore, adesso utente affezionato; secondo la monetazione antica TEMPLI*PAPERINICUS*E*PAPERIBUS*MIRUM

          *

          Cornelius Coot
          Imperatore della Calidornia
          PolliceSu   (1)

          • ******
          • Post: 11356
          • Mais dire Mais
            • Offline
            • Mostra profilo
          PolliceSu   (1)
            Re: Guido Martina
            Risposta #874: Sabato 2 Mag 2020, 19:09:12
            Martina è comunque un genio nel creare tutte queste situazioni che, sfruttando la simpatia dei lettori verso Paperinik e zio Paperone e l'antipatia nei confronti di Rockerduck e Gastone, fanno sembrare giusto ciò che è sbagliato. Anatrone ha ragione quando scrive che questa vicenda non ha una sua logica e anche io mi sorprendo di come tutto ciò abbia potuto superare il vaglio redazionale dell'epoca (e mi chiedo come la proba e attenta Elisa Penna, coautrice del personaggio mascherato insieme a Carpi e allo stesso Martina, abbia  digerito ciò). Non tanto per una questione 'morale' (negli anni precedenti abbiamo letto ben altro e questo del Doppio Trionfo è un Martina più 'moderato' rispetto al passato) ma proprio per una questione di legalità.
            Cornelius, a quale vaglio redazionale ti riferisci, che ci sarebbe potuto/dovuto essere nei confronti della storia del doppio trionfo di Paperinik? Non ho mai saputo ci fosse tutto questo controllo nei primi anni '70 su Topolino, in particolare nei confronti delle sceneggiature di Martina; me la immagino una redazione anni luce diversa da quella anche solo di vent'anni dopo, proprio con un modo differente di impostare il lavoro. Ed Elisa Penna ebbe l'idea, ma poi Paperinik divenne subito "cosa" di Martina, non appena egli fu incaricato di sceneggiarne le storie.
            Bè, una direzione e dei redattori a controllare comunque il tutto c'era allora come c'è sempre stata. Per quanto le maglie della censura fossero più larghe (ed oggi ci possono sembrare più larghe di quanto in realtà non fossero), dieci anni prima, agli inizi dei '60, sull'onda delle clamorose e 'pittoresche' proteste di molti genitori americani (in genere fanatici religiosi e politici) che condannavano i "Maledettei Fumetti" con grandi falò dove venivano bruciati centinaia di volumi di vario genere, rei di illustrare storie di violenza, crimine e sesso (non nei fumetti Disney, ovviamente, ma in quelli realistici di altre case editrici), anche la Mondadori in Italia decise di mettere un bollino GM (Garanzia Morale) ai suoi albi a fumetti Disney per tranquillizzare eventuali genitori italiani preoccupati dalle reazioni dei loro colleghi americani.

            In effetti qualcosa produsse questo bollino, ma più nella forma che nella sostanza: Martina (e forse altri) dovette rinunciare a dialoghi abbastanza 'forti', Chierchini e altri a scene di violenza piuttosto 'grintose' (con fruste, catene, asce, coltelli che poi ogi tanto rifacevano capolino). Però, al di là di queste forme eccessive nei dialoghi come nei disegni, rimasero di base tutta una serie di situazioni (sfruttamento del nipotame, affari non proprio leciti, alleanze illecite, oltre ad alcolici e fumo) che per i tempi sembravano comunque accettabili. Liberato da dialoghi troppo forti (a volte anche volgari) Martina diede il meglio di se nei decenni '60 e '70 con storie indimenticabili e dialoghi brillanti, ironici e spumeggianti.

            Tra questi pure quello della storia di Paperinik presa in esame dove, più che altro, sorprendeva la facilità con la quale il mascherato compiva dei reati dandone la colpa a Rockerduck, con un Giudice Gufo adesso consenziente, prima frettoloso e nel frattempo troppo coinvolto nel caso che aveva svolto (partecipava alla festa di uno dei due imputati - RK - fatta proprio contro l'altro imputato incarcerato - ZP). Probabile che Martina volesse criticare una certa magistratura - precedendo Berlusconi di qualche decennio - ma in questo modo metteva in cattiva luce (o in una luce ambigua) lo stesso Paperinik che comunque, in quei primi anni, ladro lo era, seguendo le orme di Fantomius.

            Elisa Penna è stata per molti anni redattore capo e poi vice direttore del libretto e quindi un'ultima parola (magari non decisiva) sulla produzione settimanale sicuramente l'avrà data. Ecco perché mi sorprendo che una donna che negli anni seguenti dimostrerà di essere più censoria in talune situazioni, in questa o altre della prima metà dei '70 non lo fu o non riuscì ad esserlo (e magari è stato meglio così).
            « Ultima modifica: Sabato 2 Mag 2020, 21:26:02 da Cornelius Coot »

            *

            Dippy Dawg
            Dittatore di Saturno
            PolliceSu   (1)

            • *****
            • Post: 3045
              • Offline
              • Mostra profilo
            PolliceSu   (1)
              Re: Guido Martina
              Risposta #875: Lunedì 4 Mag 2020, 11:28:34
              Inoltre, si è accennato, molte pagine or sono, alla peculiarità delle storie natalizie di Martina anni '50, coinvolgenti e suggestive quanto poco ricollegabili a quell'idea dello "spirito del Natale" delle coeve barksiane... ma qualcuno sa dirmi qualcosa del Canto di Natale molto più tardo che lui ha scritto (e che purtroppo non posseggo)? Nel 1982 il Paperone di Martina ha avuto la sua redenzione, seppur in parodia, come Ebenezer, o la vicenda dickensiana viene rielaborata per riportare tutto allo status quo martiniano?
              E' una trasposizione vera e propria, e anche abbastanza fedele, del Canto di Natale originale.
              Ci sono alcune semplificazioni come la mancanza di Tiny Tim e la parte del fantasma del futuro accorciata, ma il racconto di Dickens è rispettato in pieno!
              Io son nomato Pippo e son poeta
              Or per l'Inferno ce ne andremo a spasso
              Verso un'oscura e dolorosa meta

              *

              doppio segreto
              Gran Mogol
              PolliceSu   (1)

              • ***
              • Post: 673
              • Topolino primo amore che non si scorda mai
                • Offline
                • Mostra profilo
              PolliceSu   (1)
                Re: Guido Martina
                Risposta #876: Mercoledì 6 Mag 2020, 19:08:35
                Sbagli. ZP E IL BENEMERITO DEL LAVORO l'ho anch'io, in una pessima ristampa su DISNEYBIG. Mi riferivo a una cosa che ha detto Scarpa stesso in un'intervista: "mi sono rifiutato di disegnare una sua storia in cui Paperone e Rockerduck, per vincere una gara, praticavano ogni sorta di nefandezze". Mi interesserebbe sapere se poi qualcuno l'ha disegnata, ' sta storia (Cavolo! Scarpa doveva fare il suo lavoro e disegnarla! - detto affettuosamente)

                Comunque la storia che Scarpa si rifiutò di disegnare dovrebbe essere una in cui Zio Paperone e Rockerduck commettevano ogni maramalderia possibile per vincere una gara, che mi sembra fossse una gara attraverso la California. Non ricordo il titolo, ma mi sembra che fu poi disegnata da Bottaro, il quale però ne addolcì la trama. Notare che è tutto al condizionale!!

                Sapreste dirmi se alla fine è stata svelata l'identità di questa fantomatica storia martiniana rifiutata da Scarpa?
                La storia a cui Scarpa si riferì non fu mai pubblicata.


                Quella  disegnata da Bottaro è invece Zio Paperone e il benemerito del lavoro, storia che ruota attorno al segretario Casimir che è licenziato da Paperone e, opportunisticamente assunto da Rockerduck. Entrambi i magnati  umiliano pesantemente il povero disgraziato che Martina presenta come un vero e proprio oggetto nelle loro mai. Bottaro si rifiutò di disegnare tre tavole perché il professore dipinse dei disoccupati come scansafatiche soddisfatti del loro stato di esclusi dal mondo del lavoro.
                « Ultima modifica: Mercoledì 6 Mag 2020, 19:11:45 da doppio segreto »
                Sei una brava persona Topolino. E' questo il tuo guaio (Vera Ackerman)

                *

                gaston
                Bassotto
                PolliceSu

                • *
                • Post: 11
                • Esordiente
                  • Offline
                  • Mostra profilo
                PolliceSu
                  Re:Guido Martina
                  Risposta #877: Martedì 12 Mag 2020, 07:34:02
                  Non si postano link a scansioni complete di storie, grazie.

                  questo benemerito utente ha fatto la scansione di quasi tutte le storie del professore  :inLove:
                  « Ultima modifica: Mercoledì 13 Mag 2020, 12:49:34 da Paolo »

                  *

                  Andy98
                  Giovane Marmotta
                  PolliceSu

                  • **
                  • Post: 136
                    • Offline
                    • Mostra profilo
                  PolliceSu
                    Re:Guido Martina
                    Risposta #878: Martedì 12 Mag 2020, 12:18:06


                    questo benemerito utente ha fatto la scansione di quasi tutte le storie del professore  :inLove:

                    Con questa deliziosa scoperta hai rallegrato la giornata ad un povero tapino, ti ringrazio!  ;D
                    « Ultima modifica: Mercoledì 13 Mag 2020, 12:49:41 da Paolo »

                    *

                    dr. Paperus
                    Diabolico Vendicatore
                    PolliceSu

                    • ****
                    • Post: 1864
                    • working on siero di lunga pace and Immergrün
                      • Offline
                      • Mostra profilo
                    PolliceSu
                      Re: Guido Martina
                      Risposta #879: Martedì 12 Mag 2020, 16:01:05
                      La storia a cui Scarpa si riferì non fu mai pubblicata.

                      In realtà ho letto su facebook che si suppone che l’idea originale di quella storia si sia poi concretizzata nella storia Paperino “cugino Duck”, parodia del telefilm Hazzard. Del resto la sceneggiatura è di Alessandro Sisti, che pure si occupò di rivedere almeno uno degli ultimi lavori del maestro, Paperino e il veloce velocipede.
                      ex Paperinik il Templare e Volkabug, inventore dell'Immergrün; prima niubbo, poi lurkatore, adesso utente affezionato; secondo la monetazione antica TEMPLI*PAPERINICUS*E*PAPERIBUS*MIRUM

                      *

                      thomas87
                      Brutopiano
                      PolliceSu

                      • *
                      • Post: 36
                      • Esordiente
                        • Offline
                        • Mostra profilo
                      PolliceSu
                        Re:Guido Martina
                        Risposta #880: Domenica 16 Gen 2022, 17:05:13
                        Recentemente ho letto "Paperino e il natale natalizio" con disegno di gatto.
                        Davvero una bella storia old-style.
                        L'unico che stona è forse Pippo, appare più "rintronato" del solito e poco costruttivo, ma forse ai tempi veniva caratterizzato cosi.

                         

                        Dati personali, cookies e GDPR

                        Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

                        Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

                        Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.