Uack! 6

19 AGO 2014
Voti del fascicolo: Recensore: Medio: (29 voti) Esegui il login per votare!

Ci risiamo! Due anni ed una manciata di mesi dopo la clamorosa svista operata sulle pagine del famigerato Tesori 14, ci tocca attribuire ancora una volta una valutazione estremamente negativa ad un albo potenzialmente ottimo.
Oltre alla riproposizione completa di Uncle $crooge 14 e a quella parziale (e, per la prima volta, non ordinata – probabilmente per esigenze di foliazione) del quindicesimo fascicolo della serie, pezzo forte di questo numero di Uack! è la pubblicazione dello storyboard realizzato da Carl Barks per King Scrooge The First, ultima storia del Maestro di Merril pubblicata sul trimestrale dedicato al suo personaggio più rappresentativo con i disegni di Tony Strobl.

Nel presentarlo, Luca Boschi riprende quanto scritto da Joseph Robert Cowles nella “Premiere issue” di The Carl Barks Fan Club Pictorial dello scorso dicembre (la cui versione digitale è disponibile qui), giovane collana di studi barksiani di cui probabilmente torneremo presto a parlare da queste parti.

Come accaduto anche per tutte le altre storie scritte dall’Uomo dei Paperi dopo il suo pensionamento, disegnate originariamente da Kay Wright, John Carey e dallo stesso Strobl, di King Scrooge The First esiste una seconda versione disegnata dall’autore olandese Daan Jippes nel 2007 e pubblicata in Italia l’anno successivo nel trentaduesimo volume della collana La Grande Dinastia dei Paperi.

Nelle intenzioni dei curatori della testata era proprio questa la versione della storia destinata ad essere riproposta in questa sede, in luogo di quella originale di Strobl poi effettivamente stampata. Un errore a dir poco grossolano che evidenzia ancora una volta come, nell’iter realizzativo di una testata, si incorra spesso in incidenti commessi per sciatteria e scarsa cura, oltre che per vera e propria incompetenza da parte di chi materialmente impagina e chi successivamente controlla (o dovrebbe controllare). E’ infatti oltremodo evidente in questo caso che chi ha dato l’ok per la stampa dell’albo non conosca affatto i due autori in questione, o non abbia letto con attenzione sommario ed articolo che si riferiscono inequivocabilmente alla versione di Jippes.

Chi scrive non ha mai fatto mistero di non apprezzare affatto la verve revisionistica dell’autore olandese. Ciò non toglie che, in questo contesto, la mancata pubblicazione della sua versione comprometta non solo la leggibilità dell’albo stesso (il confronto con lo storyboard originale, per come proposto, aveva senso proprio con la versione ad esso più fedele), ma il continuum stesso della testata, che si sarebbe dovuta trovare a ristampare questa versione di Strobl in sede di riproposizione del n.71 di Uncle $crooge.

Non aspettiamoci rettifiche o scuse a stretto giro: è noto che i tempi di realizzazione di un mensile di questo tipo non possono consentirle, in quanto i numeri immediatamente successivi saranno già in un’avanzata fase di realizzazione.

Autore dell'articolo: Marco Travaglini

Giornalista pubblicista, vivo e lavoro a L'Aquila. Appasionato e collezionista di fumetti, libri, film, audiovisivi e tutto quanto riporti il marchio Disney, incontro per la prima volta all'età di 7 anni sia il Mickey Mouse delle daily strips sui supplementi del quotidiano romano Il Messaggero, sia le storie di Carl Barks sul glorioso mensile Zio Paperone. Nel 2009 ho avuto la fortuna di lavorare per qualche mese presso la Nintendo of Europe a Francoforte. Dal 2006 contribuisco attivamente a tutti i prodotti editoriali e alle iniziative del Papersera.