Deluxe Edition 3: Le avventure di Topalbano

16 GIU 2015
Voti del fascicolo: Recensore: Medio: (13 voti) Esegui il login per votare!

E dopo i primi due numeri, ecco che subito arriva un terzo volume di questa prestigiosa collana. Questa volta ci si dedica al mini ciclo dedicato a Topalbano, parodia del celebre commissario Montalbano creato da Andrea Cammilleri. Francesco Artibani ha avuto il difficile compito di realizzare una storia che fosse un omaggio, ma andasse al di là della semplice parodia. La mossa vincente è quella di creare un personaggio apposito che, con i suoi modi spicci, la sua esperienza sul campo e il suo colorito linguaggio, si contrapponesse ad un più rigido e tutto sommato più semplice Topolino.
Il tono della prima storia, la promessa del gatto, ricorda molto MMMM e l'atmosfera noir: lo sceneggiatore non esita nei particolari, mostrando una Sicilia vera e un mondo criminale duro e spietato: racket, pizzo, abusi edilizi, omertà, nulla è tralasciato. A contrastare è la purezza e la forza dei buoni: il commissariato di Vigatta è un luogo di eroi comuni che continua a combattere ogni giorno, e il puro Topolino si trova in una difficile realtà. Artibani realizza un giallo forse non completamente solido (il problema delle stanze d'albergo), ma ciò che conta sono le atmosfere e i dettagli. Cavazzano realizza da par suo delle tavole incredibili, valorizzate dal grande formato: le espressioni, gli sfondi, i dettagli, tutto è curato con passione.
La seconda avventura, lo zio d'America, sposta Topalbano in America, mettendo lui a dover lottare in una realtà estranea. Anche qui Artibani gestisce bene tutti i personaggi, a partire da Gambadilegno, omaggiando Pirandello e mostrando il pericolo del gioco d'azzardo e criminali veri. Topolino è qui un perfetto sodale, mai in secondo piano, ma dinamico e attivo, capace di mettere il suo intuito al servizio di certe spericolatezze del commissario siciliano. Ai disegni questa volta c'è Soldati, che realizza un buon lavoro sui personaggi modellati dall'autore veneziano.
Il volume valorizza due buone storie, che sono esaltate dal formato e da un set prezioso di contenuti speciali. Dieci pagine di schizzi e di commenti di Artibani, che approfondiscono le scelte artistiche, una bella introduzione di Cammilleri e i bozzetti dei due artisti, che mostrano il complesso lavoro che c'è dietro una storia. Un'ottima edizione insomma, il miglior numero della Deluxe edition, e che permette di rileggere due ottime vicende.

Autore dell'articolo: Amedeo Badini

Il fumetto è sempre stato una mia grande passione, sotto forma prima di un rassicurante Topolino a cadenza settimanale, per poi inoltrarsi nel terreno filologico-collezionistico. Questo aspetto critico mi ha permesso di apprezzare altri autori, da Alan Moore a Jeff Smith, e soprattutto di affinare la curiosità verso tutta la nona arte del fumetto. Disney è il mio primo campo, ma non disdegno sortite e passeggiate in territori vicini. Per il Papersera ho scritto più di 100 recensioni, oltre ad aver curato una parte degli articoli sulle testate disney del passato. Inoltre, ho realizzato il Don Rosa Compendium, un'analisi dettagliata di tutte le storie del grande autore del Kentucky. Scrivo di fumetto e di cinema anche per il settimanale Tempi, per Lo Spazio Bianco e per la Tana del Sollazzo.