Deluxe Edition 4: PK – Gli Argini del Tempo

08 OTT 2015
Voti del fascicolo: Recensore: Medio: (10 voti) Esegui il login per votare!

In questa collana il giudizio va distinto tra la bellezza della storia e la cura profusa nella sua edizione. Per gli Argini del Tempo, nuovo numero della Deluxe edition, il discorso è più complesso e non c'è una risposta netta per entrambi gli aspetti.
Partiamo dalla cura editoriale. La cartonatura e il grande formato rendono il volume bello e possente, capace di valorizzare alla grande i disegni e gli sperimentalismi grafici di Sciarrone. Molto azzeccata e divertente la prefazione di Zerocalcare, un ottimo nome da coinvolgere con Pk. Gli articoli sono ben realizzati e ricchissimi di materiale iconografico, specie negli schizzi e nelle prove di copertina di Sciarrone, così come per i colori di Monteduro. Spiace però constatare che nulla è stato fatto in fase di editing per correggere piccoli errori e stonature che erano state notate a suo tempo su Topolino e che, per un edizione simile, potevano essere facilmente corretti senza nessuna difficoltà. Stiamo parlando dell'errore di lettering (XXIII vs XXI secolo) e dei balloon non seghettati del Razziatore. Aspetti minimi, ma non così marginali, specie in un edizione che pretende di essere curata.
Riguardo alla storia, Sisti imbastisce una complicata vicenda temporale in quattro puntate, in bilico tra lunghi spiegoni e scene action. Se si aggiungono anche certe inesattezze e discordanze con Potere e Potenza, la seconda storia di Paperinik New Era ha generato delle perplessità. Presa invece singolarmente la vicenda si rivela ricca di idee e di bei dialoghi, intrigante nel dipanarsi della vicenda. Non mancano comunque delle stonature e degli aspetti poco chiari, nonostante le molte spiegazioni. Sciarrone realizza delle bellissime vignette, utilizzando al massimo gli spazi e divertendosi, tra citazioni e movimenti. I colori di Monteduro fanno il resto, e donano forza al lavoro.
Insomma, un buon numero della Deluxe, ma che avrebbe potuto essere molto meglio, per una storia di Pk valida ma zoppicante, più di transizione verso il Raggio Nero, ora in edicola.

Autore dell'articolo: Amedeo Badini

Il fumetto è sempre stato una mia grande passione, sotto forma prima di un rassicurante Topolino a cadenza settimanale, per poi inoltrarsi nel terreno filologico-collezionistico. Questo aspetto critico mi ha permesso di apprezzare altri autori, da Alan Moore a Jeff Smith, e soprattutto di affinare la curiosità verso tutta la nona arte del fumetto. Disney è il mio primo campo, ma non disdegno sortite e passeggiate in territori vicini. Per il Papersera ho scritto più di 100 recensioni, oltre ad aver curato una parte degli articoli sulle testate disney del passato. Inoltre, ho realizzato il Don Rosa Compendium, un'analisi dettagliata di tutte le storie del grande autore del Kentucky. Scrivo di fumetto e di cinema anche per il settimanale Tempi, per Lo Spazio Bianco e per la Tana del Sollazzo.