Topolino 3128

08 NOV 2015
Voti del fascicolo: Recensore: Medio: (20 voti) Esegui il login per votare!

Un numero di Topolino che si presenta nei migliori dei modi non tradendo le aspettative, come un po’ aveva fatto il numero precedente.
Già dalla copertina si intuisce cosa ci aspetta, un PK pronto ad agire e a appassionare i lettori di vecchia data e non; Pikappa – Il raggio nero ad opera di Artibani/Pastrovicchio/Monteduro fa breccia nel cuore anche di chi Pk non lo ama, come la sottoscritta: infatti non si limita a raccontare una storia, ma descrive degli stati d’animo e delle vite.

Solo a saga conclusa sarà possibile dare un giudizio completo e preciso, ma fin da adesso sembra che anche questa nuova saga riesca a colpire nel segno.
Da sottolineare la dolcezza delle immagini casalinghe, soprattutto la camera di Qui, Quo, Qua mentre dormono, placidi, immersi nel disordine adolescenziale e la vivacità, la mattina dopo che li avvolge; l’epicità dell’azione è smorzata da questi piccoli scorci di vita familiare che scaldano il cuore.
Nella storia successiva Paperino& la luna verde di Panaro/Guerrini troviamo sempre i nipotini sullo sfondo della vicenda.
Il soggetto è molto semplice, una variazione sul tema della caccia al tesoro, ma Panaro riesce a dare corpo ai personaggi delineando uno Zio Paperone davvero molto particolare, ma senza dubbio adorabile
Le matite di Guerrini poi fanno il resto, la vivacità, la dinamicità che caratterizzano rendono il tutto davvero molto piacevole.
Manetta, Rock Sassi e la talpa misteriosa è una bella sorpresa in cui Valentini/Usai realizzano una storia divertente con protagonisti i due poliziotti.
La particolarità non sta nella trama, ma nell’atmosfera creata e nell’indagine condotta un po’ ad intuito, un po’ con mestiere, fa sì che si giunga alla cattura del colpevole.
Da segnalare l’utilizzo molto appropriato dei social network.
Quelle che rimangono sono le due brevi: una dimenticabile con protagonista Indiana Pipps ad opera di Sarda/Di Vita e l’altra Paperoga in: gentilezze e disastri (Zemelo/Rigano) che fa il suo dovere, diverte e non annoia.
In conclusione buon numero che lascia molta attesa per la prosecuzione della saga Pikappica.
Buona lettura.

Autore dell'articolo: Nebulina