Deluxe Edition 17: Le strabilianti papere di Fantomius

05 MAR 2018
Voti del fascicolo: Recensore: Medio: (16 voti) Esegui il login per votare!

Non c'è molto da dire su questo nuovo numero della Limited Deluxe. Si tratta infatti della ristampa, a breve distanza dall'uscita sulla Definitive Collection, di tre storie della serie di Fantomius, legate labilmente dalla presenza di figure femminili, ovvero Dolly Paprika e Lady Senape. Dato che si tratta di avventure uscite al massimo due anni fa, rimandiamo alle ottime recensioni realizzate nella nostra edicola. La copertina inedita è abbastanza povera, con volti e pose quasi riciclate, mentre i contenuti speciali sono alcuni commenti dell'autore e un po' di schizzi e bozzetti. Totale? Due pagine-due.
Fine. La recensione del volume termina qui. Spiace però notare come la Panini abbia preso storie a caso, sotto un titolo improbabile, per un volume poco interessante e che non aggiunge molto a quanto detto in pubblicazioni molto recenti. Inoltre, questo svaluta la collana, che nasce per pubblicare materiale di qualità (parodie, PKNE, Casty) e sostanzialmente autoconclusivo o alla sua prima ristampa, e che ora si trova ad ospitare materiale seriale, che già ha il suo giusto spazio nella buona collana della Definitive. Dato che questa deriva è presente anche nel futuro n. 19 dedicato a DoubleDuck appare del tutto evidente come l'editore rischi di sciupare una collana elegante e compiuta con materiale del tutto fuori luogo.
È vero, questo numero nasce come rapida sostituzione della pubblicazione di Ducks on the Road, prevista per Cartoomics e poi rimandata. Ma la scelta di DoubleDuck, insieme alle future Super Deluxe di Dracula e Topalbano, proietta un'ombra sulla futura qualità di questa testata.

Autore dell'articolo: Amedeo Badini

Il fumetto è sempre stato una mia grande passione, sotto forma prima di un rassicurante Topolino a cadenza settimanale, per poi inoltrarsi nel terreno filologico-collezionistico. Questo aspetto critico mi ha permesso di apprezzare altri autori, da Alan Moore a Jeff Smith, e soprattutto di affinare la curiosità verso tutta la nona arte del fumetto. Disney è il mio primo campo, ma non disdegno sortite e passeggiate in territori vicini. Per il Papersera ho scritto più di 100 recensioni, oltre ad aver curato una parte degli articoli sulle testate disney del passato. Inoltre, ho realizzato il Don Rosa Compendium, un'analisi dettagliata di tutte le storie del grande autore del Kentucky. Scrivo di fumetto e di cinema anche per il settimanale Tempi, per Lo Spazio Bianco e per la Tana del Sollazzo.