Logo PaperseraPapersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato

Darkenblot - il futuro è già qui

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

PORTAMANTELLO
Visir di Papatoa
PolliceSu   (2)

  • *****
  • Post: 2065
  • MAI la Fine!
    • Offline
    • Mostra profilo
PolliceSu   (2)
    Re: Darkenblot - il futuro è già qui
    Risposta #15: Martedì 4 Nov 2014, 20:15:03
    Infatti Darkenblot 2.0, pur essendo sullo stesso livello della prima, è piaciuto di più proprio perché si sapeva cosa si sarebbe letto. ;)

    E' piaciuto di più... perché era migliore!

    La prima serie introduce questa convenientissima location futuristica... e non ci fa niente: è solo uno sfondo, un pretesto per giustificare le mazzate con i robbbottoni, che di per sé possono anche contribuire ad un action discreto ma che non possono da sole reggere una trama intera. Ed infatti è una storia che, al di là del guilty pleasure del vedere il nostro topo preferito emulare gli anime mecha, ha ben poco da offrire oltre gialletto centrale e alla questione delle leggi della robotica (che non gira neanche benissimo).
    Nemmeno i personaggi di contorno sono memorabili ed infatti Casty si è ben guardato dal far ritornare il tenente Zark e Roxanne nel sequel (anche se fa sicuramente piacere sapere che hanno messo su famiglia :P)... Roxanne scompare addirittura per quasi tutta la puntata finale e dovrebbe essere l'eroina della storia! Cosa ovviamente dovuta all'episodio tagliato, ma che la dice lunga sulle priorità della narrazione.

    Al contrario la seconda serie è 2.0 non solo nel titolo, ma proprio nella concezione alla base. Robopolis diventa una città credibile, non è un attrezzo scenografico ma fornisce un *contesto* alle vicende; robot&futurismi assortiti sono ben presenti e sono centrali, ma non sono il fine ultimo della storia e proprio per questo le scene action hanno tutto un altro peso; la trama è più elaborata e può permettersi anche componenti, come quella satirica, che donano personalità al mondo di Robopolis; i personaggi sono decisamente più memorabili e Macchia è sempre più figo.

    L'hype può pesare e sfalsare le prospettive, in un primo momento... però direi che non è un caso che il primo Darkenblot abbia deluso e non (solo) perché ci si aspettasse l'avventurona epica, ma perché, di fatto, il prodotto finito aveva i suoi momenti ma era decisamente poverello come narrazione a tutto tondo.
    No man commanded Jean Louise.
    Not on land and not on water.
    Jean did whatever he pleased,
    Until he kissed the gunners daughter.

    *

    Maximilian
    Dittatore di Saturno
    PolliceSu   (1)

    • *****
    • Post: 3864
    • Walsh volli, sempre volli, fortissimamente volli
      • Offline
      • Mostra profilo
    PolliceSu   (1)
      Re: Darkenblot - il futuro è già qui
      Risposta #16: Venerdì 7 Nov 2014, 10:01:41
      ha ben poco da offrire oltre gialletto centrale
      GIALLETTO CENTRALE? Cosa mi tocca sentire.
      La trama offre un mistero complicatissimo e perfettamente congegnato, mentre la sceneggiatura trasuda di inquietudine proprio dovuta all'oscurità dello stesso

      *

      PORTAMANTELLO
      Visir di Papatoa
      PolliceSu   (1)

      • *****
      • Post: 2065
      • MAI la Fine!
        • Offline
        • Mostra profilo
      PolliceSu   (1)
        Re: Darkenblot - il futuro è già qui
        Risposta #17: Venerdì 7 Nov 2014, 19:23:18
        Eeeeeh, addirttura complicatissimo?

        Direi che più che altro i pregi stanno nell'esposizione, nel senso che il puzzle finale è davvero semplice ma Casty sa giocarsi bene le varie tessere. Per esempio non capita spesso di vedere Topolino elaborare teorie intermedie per arrivare alla verità (è a questo che serve veramente Zark: a fare da contraddittorio) e ci scappa anche la trollata intelligente (©) allo stereotipo del covo che viene distrutto salvando provvidenzialmente un indizio chiave.

        Insomma è raccontato bene. Ma nulla di più, come dimostrato da scene abbastanza ingenuotte: ad esempio il gioielliere corrotto che si fa vedere INSIEME proprio corruttore proprio DAVANTI alla stazione di polizia o, ancora, quando si prova a sviare un minimo i sospetti verso il poliziotto in pensione, con uno scambio di battute abbastanza posticcio.

        Di sicuro non ha giovato il fatto di dover costringere la vera sostanza del mistero in un episodio (vedasi, ancora, il contrasto con il 2.0 che può permettersi -anche per il numero di tavole- di disseminare indizi in modo più graduale) e il risultato non è certo BRUTTO, ma... è un gialletto.

        Ma anche al di là di quanto si voglia considerare riuscito il giallo, il problema (e il punto del mio post precedente) è: cosa carratterizza *davvero* Darkenblot? Macchia che truffa tutti? I robot?
        E' ben poca roba.
        Al contrario del 2.0 che è un'avventura con un suo perché, più sfaccettata ed anche più ispirata rispetto all' "1.0".
        No man commanded Jean Louise.
        Not on land and not on water.
        Jean did whatever he pleased,
        Until he kissed the gunners daughter.

        *

        Maximilian
        Dittatore di Saturno
        PolliceSu

        • *****
        • Post: 3864
        • Walsh volli, sempre volli, fortissimamente volli
          • Offline
          • Mostra profilo
        PolliceSu
          Re: Darkenblot - il futuro è già qui
          Risposta #18: Venerdì 7 Nov 2014, 20:48:04
          Ma anche al di là di quanto si voglia considerare riuscito il giallo, il problema (e il punto del mio post precedente) è: cosa carratterizza *davvero* Darkenblot? Macchia che truffa tutti? I robot?
          E' ben poca roba.
          Un'ardito e machiavellico piano di Macchia Nera che inganna tutti, al tempo stesso mostrandoci quanto è temibile e pericoloso. Altro che poca roba

          *

          PORTAMANTELLO
          Visir di Papatoa
          PolliceSu   (1)

          • *****
          • Post: 2065
          • MAI la Fine!
            • Offline
            • Mostra profilo
          PolliceSu   (1)
            Re: Darkenblot - il futuro è già qui
            Risposta #19: Venerdì 7 Nov 2014, 21:14:28
            Che è quello che succede in quasi tutte le storie con Macchia Nera? :P

            Ma comunque, mi sembra ti sfugga il punto della questione.
            Mi sembra anche che ti sfugga che "e invece no!" (perché sostanzialmente hai risposto così due volte) non è una controargomentazione molto convincente.
            No man commanded Jean Louise.
            Not on land and not on water.
            Jean did whatever he pleased,
            Until he kissed the gunners daughter.

            *

            Maximilian
            Dittatore di Saturno
            PolliceSu

            • *****
            • Post: 3864
            • Walsh volli, sempre volli, fortissimamente volli
              • Offline
              • Mostra profilo
            PolliceSu
              Re: Darkenblot - il futuro è già qui
              Risposta #20: Sabato 8 Nov 2014, 10:09:07
              Che è quello che succede in quasi tutte le storie con Macchia Nera? :P
              Il suo ruolo è quello. Cosa gli faresti fare tu, il lavoro a maglia? E come dire che in tutte le storie di Amelia succede sempre che vuole rubare la numero uno, in quelle di Zapotec c'è sempre la macchina del tempo, Paperone va sempre alla ricerca di tesori, Paperoga combina sempre disastri eccetera. Si tratta di filoni di storie, ognuno delle quali presenta stesso argomento principale con dinamiche più o meno diverse.
              A sentire la tua risposta sembri non amare particolarmente le storie con Macchia. Me ne dici una sua degli ultimi 10/15 anni che ti è piaciuta, giusto per fare un paragone, e dirmi cos'ha più di questa?

              Citazione
              Ma comunque, mi sembra ti sfugga il punto della questione.
              Comincio a pensarlo anch'io: se gentilmente me lo spieghi/ripeti poi ne discutiamo, perchè temo di non averlo capito. (E' senza ironia)

              *

              PORTAMANTELLO
              Visir di Papatoa
              PolliceSu

              • *****
              • Post: 2065
              • MAI la Fine!
                • Offline
                • Mostra profilo
              PolliceSu
                Re: Darkenblot - il futuro è già qui
                Risposta #21: Sabato 8 Nov 2014, 13:28:38
                Il suo ruolo è quello. Cosa gli faresti fare tu, il lavoro a maglia?

                No, infatti. Macchia fa il piano. Niente di male.
                Ma se alla domanda "cosa caratterizza davvero questa storia" mi rispondi semplicemente "beh, il geniale piano di Macchia", allora ti faccio notare che è quello che succede in tutte le storie in cui è l'antagonista, quindi non vedo come la cosa renda Darkenblot diversa dalle altre storie in cui Macchia barbatrucca tutti quanti.

                E' perché il giallo è molto particolare e/o complicato? No, è raccontato bene ma di per sé è assai semplice, con momenti di stile ma anche momenti sempliciotti.
                Ma anche se così non fosse, Darkenblot voleva raccontarci un mistero? Il suo scopo è la storia con Topolino che indaga? No. Vuole essere una storia sì con elementi thriller, ma una storia d'azione, incentrata su Robopolis e sulle sue caratteristiche (e quindi robot, esoscheletri e compagnia bella). Peccato che alla fine di tutto questo si veda poco, la location è poco esplorata e spiegata (e... semplicemente c'è, esiste, così. In mezzo al deserto esiste la città del futuro e Topolino ci arriva per caso. Fine del contesto) e anche le scene action devono devono essere unite allo spiegone del mistero a causa dell'episodio tagliato.


                Citazione
                A sentire la tua risposta sembri non amare particolarmente le storie con Macchia.

                Lolll. Bello come da "Questa è una storia debole per motivo1 (esempio A, B) e motivo2 (esempio C, D)" in qualche modo quello che ti è arrivato è "Macchia Nera fa schifo!!1!". Vabbé, può essere un problema mio...

                Citazione
                Me ne dici una sua degli ultimi 10/15 anni che ti è piaciuta, giusto per fare un paragone, e dirmi cos'ha più di questa?

                ...o può essere un problema tuo. :P
                Darkenblot 2.0 mi è piaciuta. Tanto. Ha tutto quello che questa storia non ha. Trovi tutto nel primo post di questa pagina, a cui hai anche risposto.
                No man commanded Jean Louise.
                Not on land and not on water.
                Jean did whatever he pleased,
                Until he kissed the gunners daughter.

                *

                Maximilian
                Dittatore di Saturno
                PolliceSu

                • *****
                • Post: 3864
                • Walsh volli, sempre volli, fortissimamente volli
                  • Offline
                  • Mostra profilo
                PolliceSu
                  Re: Darkenblot - il futuro è già qui
                  Risposta #22: Sabato 8 Nov 2014, 16:25:35
                  Ma se alla domanda "cosa caratterizza davvero questa storia" mi rispondi semplicemente "beh, il geniale piano di Macchia", allora ti faccio notare che è quello che succede in tutte le storie in cui è l'antagonista, quindi non vedo come la cosa renda Darkenblot diversa dalle altre storie in cui Macchia barbatrucca tutti quanti.
                  Perchè la sceneggiatura è fatta divinamente, tiene col fiato sospeso dalla prima all'ultima vignetta, il mistero è molto più coinvolgente che nelle altre storie

                  Citazione
                  E' perché il giallo è molto particolare e/o complicato?
                  Anche

                  Citazione
                  No, è raccontato bene ma di per sé è assai semplice, con momenti di stile ma anche momenti sempliciotti.
                  Il fatto che sia raccontato bene non mi sembra poco. E poi non ci sono momenti di stile: tutto la storia lo è, dall'inizio alla fine. I momenti sempliciotti non li ho notati
                   
                  Citazione
                  Ma anche se così non fosse, Darkenblot voleva raccontarci un mistero? Il suo scopo è la storia con Topolino che indaga?
                  Certo, anche quello

                  Citazione
                  Vuole essere una storia sì con elementi thriller, ma una storia d'azione, incentrata su Robopolis e sulle sue caratteristiche (e quindi robot, esoscheletri e compagnia bella).
                  Se questo era lo scopo, per me l'ha centrato

                  Citazione
                  la location è poco esplorata e spiegata (e... semplicemente c'è, esiste, così. In mezzo al deserto esiste la città del futuro e Topolino ci arriva per caso. Fine del contesto)
                  Dov'è il problema? In tantissime storie di topolino ci sono vari luoghi strani e alcuni sono molto meno plausibili. E poi l'ubicazione precisa di Avangard City non è precisata: fosse stata sempre a 100 metri Topolinia avresti ragione, ma così non è.
                  Sul fatto che Topolino ci arriva per caso, è ovviamente un'escamotage per dare l'avvio alla vicenda: non dirmi che è forzato, altrimenti l'80% di cinema, letteratura, ecc. lo è
                  « Ultima modifica: Sabato 8 Nov 2014, 16:25:51 da Anton_Rebeliot »

                  *

                  PORTAMANTELLO
                  Visir di Papatoa
                  PolliceSu   (2)

                  • *****
                  • Post: 2065
                  • MAI la Fine!
                    • Offline
                    • Mostra profilo
                  PolliceSu   (2)
                    Re: Darkenblot - il futuro è già qui
                    Risposta #23: Sabato 8 Nov 2014, 17:46:33
                    E poi l'ubicazione precisa di Avangard City non è precisata: fosse stata sempre a 100 metri Topolinia avresti ragione, ma così non è.
                    Sul fatto che Topolino ci arriva per caso, è ovviamente un'escamotage per dare l'avvio alla vicenda

                    E' ad un paio di ore di volo da Topolinia.
                    Ma non è questo il problema. Non è il pretesto, ma il contesto.
                    Topolino sbaglia fermata della metro ed arriva nella CITTA' DEL FUTURO, che è futuristica perché, uh, beh... è la città del futuro! A quanto pare ha una sua storia, non è sempre stata così avanzata, ma ora è così. In pratica, la giustificazione è "STACCE".
                    In 2.0 si scopre invece di più sulla storia della città. Scopriamo che ha problemi climatici (venti caldi d'estate e molto freddo d'inverno), cosa che ha presumibilmente forzato la città ad avanzare le proprie tecnologie. Tra l'altro non solo il problema del clima non è ancora risolto, ma per farvi fronte ne spunta un altro, quello energetico. In questo caso vengono fornite al lettore delle coordinate che non solo rendono CREDIBILI la location e il suo mondo "a parte", non solo rendono la città più viva ed interessante, ma che sono persino utili a muovere la trama E ad introdurre tematiche un attimino più elevate del piano del cattivone o delle mazzate con l'esoscheletro.
                    Ci vedo una bella differenza.

                    Per il resto, credo che ripeterei le stesse cose già dette in precedenza, tu pure, diventerebbe una discussione a due e già vedo i mod che si avvicinano minacciosi.

                    Chiudo con uno spunto di riflessione. Se a

                    Citazione
                    Questa è una storia debole per motivo1 (esempio A, B) e motivo2 (esempio C, D)

                    rispondi con

                    Citazione
                    Perchè la sceneggiatura è fatta divinamente, tiene col fiato sospeso dalla prima all'ultima vignetta, il mistero è molto più coinvolgente che nelle altre storie

                    o con

                    Citazione
                    E poi non ci sono momenti di stile: tutto la storia lo è, dall'inizio alla fine.

                    senza spiegare *perché* tu ritenga così buona la sceneggiatura o senza ribattere agli esempi che invece aveva fatto il sottoscritto per indicarne i punti deboli... sostanzialmente mi stai rispondendo ancora con un "e invece no!".
                    Motivo in più per lasciar cadere qui la discussione, prima che inizino a cadere parti del corpo di chi ci sta leggendo. :)
                    No man commanded Jean Louise.
                    Not on land and not on water.
                    Jean did whatever he pleased,
                    Until he kissed the gunners daughter.

                      Re: Darkenblot - il futuro è già qui
                      Risposta #24: Venerdì 2 Gen 2015, 23:32:23
                      [media]http://youtu.be/Bw8uohe3-HI[/media]

                      Giuro dopo questa non spammo più. Mia videorecensione di Darkenblot.
                      « Ultima modifica: Venerdì 2 Gen 2015, 23:35:59 da Topo_Nuovo »

                      *

                      Maximilian
                      Dittatore di Saturno
                      PolliceSu

                      • *****
                      • Post: 3864
                      • Walsh volli, sempre volli, fortissimamente volli
                        • Offline
                        • Mostra profilo
                      PolliceSu
                        Re:Darkenblot - il futuro è già qui
                        Risposta #25: Lunedì 3 Giu 2019, 14:32:32
                        Ora che la saga è conclusa, si possono tirare le somme.

                        Si tratta di un progetto che richiama in alcuni punti MM e, come questa, introduce un alto tasso di innovazione nel fumetto disney. Innovazione non tanto in riferimento all'argomento tecnologico quanto proprio in una tipologia di narrazione più moderna che differisce dalle storie di stampo classico. Entrambe le saghe si riconducono a generi (il noir l'una, la robotica l'altra) non nuovi per il fumetto disney, ma mai così esplorati e presenti in maniera così viscerale.

                        Gli elementi scientifici vengono gestiti con elevato tasso di verosimiglianza e traendo ispirazione a diverse soluzioni tecnologiche realmente esistenti; non a caso chi scrive è Casty, autore che qui come in altri casi inserisce nelle sue opere elementi di attualità.

                        Le storie facenti parte la saga, pur godibili anche a sè stanti, formano un blocco compatto in cui le situazioni evolvono in modo naturale ed aggiungendo sempre qualcosa di nuovo, evitando che ciascun seguito risulti inutile, ingiustificato o ripetitivo.

                        Le vicende offrono ampie dosi di thriller e azione, i quali però restano al servizio della trama, sempre ben congegnata dallo sceneggiatore. Tuttavia il piatto forte restano i personaggi: Topolino e Macchia Nera. Le azioni, gli atteggiamenti e i dialoghi di entrambi vengono gestiti molto bene tanto che i due oscurano facilmente i comprimari creati per l'occasione fra i quali infatti, eccetto Zark e mister Me, non ho scorto figure di particolare rilievo.

                        *

                        Maximilian
                        Dittatore di Saturno
                        PolliceSu

                        • *****
                        • Post: 3864
                        • Walsh volli, sempre volli, fortissimamente volli
                          • Offline
                          • Mostra profilo
                        PolliceSu
                          Re:Darkenblot - il futuro è già qui
                          Risposta #26: Mercoledì 1 Mag 2024, 17:51:54
                          Nel complesso la saga mi è piaciuta molto, per svariati motivi:
                          - la caratterizzazione di Topolino
                          - l’ingegno delle trame
                          - alcuni dei nuovi personaggi (mister Me in primis)
                          - l’alta tensione che si respira
                          - Minni nel 2.1 (probabilmente la migliore in tutta l’opera castyana)
                          - l’argomento robotico trattato in modo nuovo rispetto al solito, in particolare nella descrizione degli automi come oggetti e non come esseri senzienti.

                          Tuttavia, se un punto debole si vuole trovare, lo riscontro proprio in colui a cui l’opera è intitolata (e per cui essa doveva costituire un rilancio in grande stile): Macchia Nera.
                          Intendiamoci: egli qui è più ambizioso che mai, machiavellico e avvolto nel mistero; ma dal punto di vista della personalità (ciò che in personaggio mi interessa maggiormente) credo che ci sia ancora strada da fare.
                          Forse un tempo sarei inorridito a leggere un’opinione del genere (ma poiché ora la penso, non vedo perché farmi scrupoli a scriverlo), però rispetto a quello di Gottfredson mi sembra oltremodo carente: gli mancano gli scrupoli morali, che lo rendono contradditorio e perciò più complesso; nonché unico e diverso da qualunque altro criminale. Così invece, mi viene da pensare che avrebbe potuto essere sostituito da un cattivo di un qualsiasi film d’azione senza che la storia subisse modifiche sostanziali.   

                          Poi esistono aspetti che mi hanno appagato in tal senso, come il fatto che quando tiene un prigioniero non gli fa del male perché non è il tipo che usa la violenza senza motivo, oppure il contributo da parte sua nel salvataggio della città poiché non ricaverebbe niente dalla sua distruzione.
                          Tuttavia secondo me siamo ancora lontani da quello che Macchia può offrire.

                           

                          Dati personali, cookies e GDPR

                          Questo sito per poter funzionare correttamente utilizza dati classificati come "personali" insieme ai cosiddetti cookie tecnici.
                          In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni.
                          Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai trovare il dettaglio di quanto riassunto in queste righe.

                          Per continuare con la navigazione sul sito è necessario accettare cliccando qui, altrimenti... amici come prima! :-)