Logo PaperseraPapersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
20 anni
Le nostre recensioni
4.5 | |
4 | |
5 | |
3 | |
3 | |
4 | |
4 | |
5 | |
3 | |
3.5 | |
3 | |
2.5 | |

Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - Atius

Pagine: [1]  2  3  ...  68 
1
Topolino / Re:Topolino 3574
« il: Sabato 1 Giu 2024, 11:37:22 »
Andrea Malgeri posso dire che è la grande sorpresa, sul versante testi, dell'ultimo periodo. Anche in questa sua seconda storia riesce a costruire una vicenda non banale, che stimola riflessioni se vogliamo anche di una certa profondità e che ha il privilegio di non urlarle ai quattro venti, ma di limitarsi ad accennarle. Il tutto senza rinunciare a una buona dose di umorismo che rende questa storia, a mio avviso, una delle migliori dell'anno.

2
Dopo un periodo in cui mi aveva fatto temere, i Grandi Classici si sta riprendendo alla grande.

3
Topolino / Re:Topolino 3570
« il: Mercoledì 24 Apr 2024, 08:42:54 »
È bastata la prima tavola per farmi capire, anche parlando da un punto di vista umoristico, quanto mi mancasse Casty. Prima puntata che promette grandi cose.

4
Topolino / Re:Topolino Speciale Anteprime - 2024
« il: Lunedì 8 Apr 2024, 19:13:36 »
Si vede che sono felice? :D

5
Topolino / Re:Topolino 3566
« il: Venerdì 29 Mar 2024, 13:45:29 »
Ma quanto sono belle le ultime due vignette di pagina 48? In modo discreto, non sguaiato, riescono a descrivere in un semplice gesto (Pippo che chiude la porta) un rapporto di amicizia sincera, di fiducia che va oltre anche
Spoiler: mostra
al sospetto più che giustificato che fosse stato Topolino a commettere il crimine.

Artibani si conferma un grande narratore.

6
Il sito del Papersera / Re:Rieccoci!
« il: Lunedì 25 Mar 2024, 22:10:51 »
Bentornato Papersera!

7
Off Topic / Re:R.I.P.
« il: Lunedì 22 Gen 2024, 23:19:31 »
Non ho dubbi sul fatto che non sapessero chi fosse. E questo dà l'idea del prestigio di questa cornice di pubblico a cui ci si è svenduti.

8
Off Topic / Re:R.I.P.
« il: Lunedì 22 Gen 2024, 22:29:40 »
... e complimenti al civilissimo pubblico di Riyad per i fischi!

9
Toon Studios & altra animazione / Re:Disney in TV: Festività 2023/24
« il: Lunedì 1 Gen 2024, 20:53:05 »
Ho mai detto questo? È un intervento in cui sottolineo come ogni anno il numero di classici Disney riproposti sia sempre più basso: dunque, per chi vorrebbe gustarsi, durante il periodo natalizio, i film cardine della propria infanzia, la situazione è sempre peggiore di anno in anno (considerando anche che, in sostituzione di alcuni capolavori proposti negli anni passati, non vi sono neppure altri film, ma programmi senza né capo né coda). Mi infastidisce quando vengono rielaborate delle affermazioni attribuendo un significato differente da quello originariamente voluto dall'autore.

10
Toon Studios & altra animazione / Re:Disney in TV: Festività 2023/24
« il: Venerdì 29 Dic 2023, 17:16:06 »
Comunque, la proposta disneyana è forse ancora più scarna degli scorsi anni. Ricordo come non troppo tempo fa addirittura fossero in programmazione due o tre classici Disney in una stessa giornata. Ora bisogna accontentarsi di quattro o cinque film in tutto, peraltro concentrati tutti a dicembre. Addirittura neppure un classico (o comunque un remake) a gennaio. Ogni anno è sempre peggio, non c'è che dire.

11
Topolino / Re:Topolino Speciale Anteprime - 2023
« il: Lunedì 18 Dic 2023, 23:12:29 »
A occhio direi Usai.

12
Toon Studios & altra animazione / Re:Disney in TV
« il: Venerdì 15 Dic 2023, 13:49:19 »
https://www.zerounotv.it/cartoni-disney-natale-2023-quando-vanno-in-onda/

Da prendere con le pinze, ma lo stesso palinsesto lo trovo riportato su vari siti.

13
Topolino / Re:Topolino 3550
« il: Domenica 10 Dic 2023, 17:25:44 »
Dunque, paragonare i Beatles a Achille Lauro non ha senso, dato che, a parte fare musica, giocano in territori completamente diversi: hip pop contro pop, italiano contro inglese, gruppo contro autore singolo.

Dì pure musica buona contro spazzatura. Lo so che non ha senso, però nei forum a carattere musicale si legge proprio quello, e con le tue stesse parole: "il rap è il futuro, i Beatles sono retrogradi rimasugli di un passato morto e sepolto". La cosa non potrebbe trovarmi più in disaccordo, ma molti spingono affinché passi questa idiozia come ufficiale.

In ogni caso, allora, io mi onoro di appartenere alla categoria dei dinosauri retrogradi, insieme a tutti gli altri che hanno apprezzato il post da te tanto deprecato. Me ne faccio un vanto, anzi. Contento? i dinosauri si saranno pure estinti ma hanno regnato sul pianeta per centinaia di milioni di anni, e ci si ricorda tuttora di loro. Ripeto: tu hai offeso mezzo forum.

Altro che novantadue, qui ce ne vogliono millemila di minuti di applausi, caro Andy...
Temo che siamo in molti a ritenere che di applausi non ne merita nemmeno mezzo secondo.
Oltretutto citare una citazione che ne cita un'altra per mezza pagina appesantisce la lettura e indispone chi la deve leggere.

Beh, vedo che ti indisponi con molto poco, dato che nessuno dei moderatori ha ritenuto opportuno farmi notare la cosa...

Detto questo, numero da cinque stelle. Nucci è un narratore straordinario, ma anche Badino, Fontana e Arrighini sono bravi a recepire il tutto e a creare storie diversissime per toni e registri. Pensare che Topolino possa essere identico a come era anche solo a dieci anni fa è utopico, sono cambiati i gusti dei lettori e se un tempo poteva andare bene avere una storia portante autoconclusiva e riempitivo monocorde, oggi non è più così. E questo non vuol dire che Scarpa, Barks, Gottfredson e Casty non vanno più bene, come qualcuno fa finta di non capire. Autori del genere erano/sono dei geni e i geni non hanno tempo. Ma il fulcro del discorso non è questo.

14
Topolino / Re:Topolino 3550
« il: Domenica 10 Dic 2023, 11:40:14 »
Non capirlo significa voler arrendersi a storielle banali, stracotte, ammuffite e vecchie di decenni. Se volete questo genere di storie, e pieno di volumi di ristampe in edicola.

Credo che il cervello umano sia all'altezza di leggere storie un po' piu complesse, un po' piu elevate. Il fatto che questo commento retrogrado e rivolto al passato abbia cosi tanto apprezzamento (almeno a vedere le polliciate, ad ora ben 10), mi rattrista. Probabilmente e simbolo di un'Italia arretrata, vecchia dentro e fuori (e le battaglie contro qualsiasi innovazione ne e esempio plastico), incapace di capire trame un minimo piu innovative rispetto alla minestra riscaldata servita per decenni.

Peccato per voi, che invito a volare alto e ad elevarvi dalle tritte narrazioni banali e tutte uguali.
>:(( >:(( >:(( >:(( >:(( >:(( >:(( >:(( >:(( >:(( >:(( >:(( >:(( >:(( >:(( >:((

Ohé, prima di offendere l'autore del post e tutto un forum mi farei un bell'esame di coscienza.

Quindi tutte le storie tipo i cicli di Casty, di Gervasio, di Artibani e via deliziando sarebbero "retrograde, poco elevate, simbolo di un'Italia banale e ammuffite"? COMPLIMENTONI, proprio un grande intenditore di fumetti, eh. Avvisaci quando tu passerai alla storia, mi raccomando.

Barks, Gottfredson, Scarpa... tutta roba da gettare?

Un po' come quelli che invitano a buttare dalla finestra i Beatles per esaltare achillelauro o sferaebbasta.

Eccomi :) Dunque, paragonare i Beatles a Achille Lauro non ha senso, dato che, a parte fare musica, giocano in territori completamente diversi: hip pop contro pop, italiano contro inglese, gruppo contro autore singolo.

Nel mio commento, non ho buttato dalla finestra tutte le storie del passato, ma quelle banali, trite e ritrite. Penso sarai d'accordo con me che Barks (ultima storia da autore completo nel 1966), Gottfredson (ultima storia in continuity nel 1955), e gli altri esempi che fai (casty, scarpa, artibani) siano le eccezioni e non la regola. Perchè, se vogliamo valutare il fumetto disney, ahinoi ci tocca considerare tutto: le storielle di Lockman, le brevi dello Studio Jamie Diaz, le storie insipidi che hanno ammorbato, e ammorbano, le pagine del settimanale in ogni numero, e tutte le storie, valide se prese singolarmente la prima volta, ma in poco tempo che diventano manieriste e stilemi di se stesse. In questo ultimo folto gruppo, posso inserire agevolmente i gialletti di Topolino anni 70 e 80, le vicende sempre uguali di Panaro o anche certe storie di Pezzin, in cui la geniale invenzione di Archimede crea confusione a Paperopoli. Parliamo di centinaia di vicende che non sono innovative, ma semplici prodotti da catena di montaggio.

Si tratta di materiale essenziale e inevitabile, se si vuole pubblicare ogni settimana 120 tavole inedite. Ma mi pare il minimo sindacabile pretendere, ogni tanto, qualcosa di più. Questo è appunto il caso di Topolino 3550. Chi lo respinge per volere la tranquilla narrazione monocorde, mi dispiace, ma farebbe meglio a leggersi qualche pubblicazione realizzata per un pubblico prescolare: si troverà sicuramente a proprio agio.

Ti invito comunque a dare un'occhiata a due indici a caso del passato: https://inducks.org/issue.php?c=it%2FTL+2769 e https://inducks.org/issue.php?c=it%2FTL++597. Per ogni numero, si salva una sola storia (e le 10 tavole della ziche), il resto è davvero robaccia, indegna di essere letta più di una volta.

Infine, e per fortuna, una cosa non esclude l'altra. Mantenere l'innovazione è difficile e costoso, per cui inevitabilmente si ritornerà al tran tran di storielle più o meno standard. Io accetto senza problemi entrambi gli approcci, sarebbe bene che la cosa fosse reciproca :)

Premesso che respingo ogni accusa di essere ammuffito, dato che sono uno dei dieci polliciatori del post incriminato giacché mi permetto di avere grosse perplessità sino alla conclusione dell'operazione, CUT

I finali sono ampiamente sopravvalutati ;) Scherzi a parte, restando in ambito cinematografico disney, sappiamo già come andranno a finire, ma poco importa: il viaggio per arrivare al lieto finale risulta sempre meraviglioso.

Credo che quello che V voglia intendere sia diverso. Le opere di quegli autori sono geniali perché hanno rappresentato una novità o il frutto di un'idea brillante.
Se però ci si fossilizza lì e si producono storie sempre su quei canoni allora non c'è più niente di geniale ma solo ripetitività.
Prendi una storia bellissima del tuo autore preferito, riscrivila da capo sostituendo qualche personaggio, cambiando le parole dei dialoghi e ridisegnando tutto. Secondo te il risultato sarà un capolavoro degno dell'originale? Io ho forti dubbi.

Esatto, e ti ringrazio per aver espresso il mio pensiero in maniera perfetta :) Purtroppo tendo ad usare un approccio piuttosto ruvido, ma contro l'incapacità di comprendere l'esistenza del nuovo, spesso si impone.

Sono in buona parte d'accordo, meno col tono con cui è espresso il concetto.
Credo che operazioni come questa siano frutto del tentativo di trovare una nuova strada al settimanale, affiancando a storie più semplici adatte a un pubblico più giovanile, altre più complesse e dalle sceneggiature più cupe adatte a un target più adulto.
In ogni caso va riconosciuto a Bertani il merito di provare a innovare. Confesso che all'inizio la sua direzione non mi entusiasmava, adesso mi devo ricredere, nel bene o nel male sta dando una precisa connotazione che per un giornale come Topolino non è scontata.
Certo ad alcuni non piacerà (non si può piacere a tutti), ma dobbiamo ammettere che ha coraggio e in un modo o nell'altro lascerà il segno.

Secondo me ti sbagli. O meglio, sbagli il bersaglio. Il pubblico più giovanile legge manga, usa videogiochi con una narrativa potente e stratificata, vede su schermi di tutte le dimensioni immagini complesse e robuste. Topolino per loro deve essere innovativo. Al contrario, il target più adulto è spesso composto da timorosi pusillanimi desiderosi di bersi la solita minestra riscaldata, e questa conversazione ne è la prova, dato che, chi si lamenta qui sul forum, è sicuramente uscito da un pezzo dal target giovanile.

Di base, ho scarsa fiducia nelle future generazioni, ma ne ho ancora di meno per la mia generazione, e soprattutto per quelle più vecchie, composte in larga parte da rimbambiti impauriti da qualsiasi cosa nuova possa arrivare (e molti avvenimenti italiani ne sono un'ottima dimostrazione).

In ogni caso, sono contento si sia creata una buona discussione. Invito tutti a farsi un giro nel medium fumetto fuori da Topolino e, Bonelli a parte, troverà materiale intrigante, innovativo e coinvolgente.

Novantadue minuti di applausi.

15
Commenti sugli autori / Re:Carlo Panaro
« il: Venerdì 8 Dic 2023, 14:11:55 »
Auguri!

Pagine: [1]  2  3  ...  68 

Dati personali, cookies e GDPR

Questo sito per poter funzionare correttamente utilizza dati classificati come "personali" insieme ai cosiddetti cookie tecnici.
In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni.
Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai trovare il dettaglio di quanto riassunto in queste righe.

Per continuare con la navigazione sul sito è necessario accettare cliccando qui, altrimenti... amici come prima! :-)