Logo PaperseraPapersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato

Post recenti

91
Il sito del Papersera / Re:Prenotazioni libri/quaderni/albetti Papersera
« Ultimo post da Paperinik23 il Venerdì 24 Mag 2024, 11:53:58 »
Io mi prenoto per il libro sui 75 anni di copertine.
92
Testate Regolari / Re:I Grandi Classici Disney (Seconda Serie) - Discussione Generale
« Ultimo post da raffa007 il Venerdì 24 Mag 2024, 10:38:45 »
Certamente nel numero non ci sono storie memorabili (tra l’altro anche Topolino e la corda del fachiro che qualcuno aspettava con gioia, è apparsa pure tagliata di un paio di strisce, ma comunque anch’essa secondo me una storia poco memorabile sia come disegni, con Topolino con un testone degno di uno di quei cosi che stavano sulle giostre per bambini, sia il testo abbastanza insulso). Io sono invece attaccato alle storie degne del loro tempo come zio Paperone e l’avventura in F1 o Paperino portaborse e ai grandi del fumetto Disney (Carl Barks e Floyd Gottfredson in cima a tutti). Certamente se il fumetto uscisse per accontentare ognuno di noi non andrebbe proprio in stampa….
93
Testate Regolari / Re:I Grandi Classici Disney (Seconda Serie) - Discussione Generale
« Ultimo post da MarioCX il Venerdì 24 Mag 2024, 09:34:05 »
Condivido in pieno questa recensione.
Di Bramante si poteva inserire una storia gialla a più alto tasso di inquietudine che pure non sarebbe mancata nel canone del poco ricordato artista pugliese, ad esempio "Topolino e i piselli sabotatori".

A mio modo di vedere la Ciminiana alleanza posticcia è l'unica storia memorabile di questo albo.
Decisamente un po' poco. 
94
Testate Regolari / I Grandi Classici Disney 100
« Ultimo post da Topdetops il Venerdì 24 Mag 2024, 09:22:05 »
Recensione I Grandi Classici Disney 100


Copertina regular di Giorgio Cavazzano

 E’ un traguardo particolarmente importante quello festeggiato dalla seconda serie de I Grandi Classici Disney nel mese di aprile 2024. La pubblicazione mensile, inizialmente curata da Luca Boschi e, in seguito alla tragica dipartita di quest’ultimo, da Pier Luigi Gaspa, raggiunge infatti il centesimo numero.

 Una meta non da poco per una pubblicazione a fumetti, soprattutto di questi tempi, che viene giustamente celebrata a partire dalla copertina, come sempre opera di Giorgio Cavazzano e che raffigura Topolino e Zio Paperone (inusualmente accostati in un’unica illustrazione). Data l’occasione speciale, però, questo numero celebrativo gode anche di una versione variant, firmata da Andrea Freccero e basata su un particolare effetto olografico che coinvolge una carrellata di componenti della banda Disney. Quest’ultima viene distribuita esclusivamente in fumetteria e sul sito di Panini Comics, al prezzo maggiorato di 8.00€ (contro i 5.50€ dell’edizione regolare).

 
Nel presente volume iniziano ad essere pubblicate nuovamente storie non ristampate da decenni

 Come viene evidenziato da Gaspa nel piacevole redazionale introduttivo, questo numero 100 potrebbe rappresentare in realtà un punto di partenza, piuttosto che un punto di arrivo. Negli ultimi mesi, infatti, è emersa la necessità di migliorare l’impostazione della testata che, dai fasti dell’era Boschi, era passata ad essere un generico contenitore di storie rivolte prevalentemente al lettore occasionale.

 Certo, in alcuni casi sono stati confezionati dei sommari molto piacevoli, ma il livello qualitativo del passato era ormai lontano. Gaspa, che si è trovato a raccogliere un difficile testimone, in questo numero getta le basi per una vera e propria nuova formula della testata, che consisterà nell’aumento del parco redazionale e nel recupero di storie del passato poco ristampate. In particolare, quando Boschi era al timone della pubblicazione, proprio queste ultime ne costituivano il fiore all’occhiello. E’ da premiare e da incoraggiare la buona volontà di Gaspa, che sta facendo del suo meglio per offrire ai lettori un prodotto di alto livello qualitativo.

 La prima storia ristampata è Paperino e il treno scomparso, una piacevole avventura firmata da un Rodolfo Cimino e da un Massimo De Vita agli albori della propria carriera e per questo ancora piuttosto acerbi. L’opera risente del peso del tempo ma la trama risulta certamente godibile.

 
Soluzioni innovative per difendere il deposito

 Segue un redazionale di una pagina incentrato su Onofrio Bramante, un autore che, nel corso degli anni, è stato molto poco approfondito e che non ha mai goduto di monografie. Gaspa rimarca efficacemente la poliedricità del fumettista, in grado di passare abilmente da un genere ad un altro. Ad arricchire questa micro-sezione segue una breve storia disegnata proprio dall’autore preso in esame e sceneggiata da Osvaldo Pavese, ovvero Topolino e i furti acrobatici, in realtà poco brillante e priva di elementi capaci di intrattenere.

 Benché la produzione di Onofrio Bramante spesso non venga ricordata con particolare affetto dagli appassionati, approviamo la volontà di Gaspa di dedicargli uno spazio di rilievo, in modo da onorare la sua memoria e ricordare di come il fumetto Disney non sia fatto solo dai nomi più blasonati. Data l’occasione, però, forse sarebbe valsa la pena scegliere una storia più memorabile.

 Si prosegue con Pippo e la bottiglia messaggio, breve storia nata dalla collaborazione tra i fratelli Barosso e Giuseppe Perego, adatta forse come “riempitivo” ma che stona un po’ in questo numero celebrativo. Molto piacevole invece Paperino e il forziere a bilanciere, sceneggiata da Michele Gazzarri (altro autore che sta venendo pubblicato di frequente sulla testata) e disegnata da Luciano Gatto. Nonostante i cinque decenni e mezzo alle spalle, la trama risulta ancora molto fresca e i dinamici disegni del maestro veneziano impreziosiscono l’ottimo spunto iniziale.

 
Classico stilema ciminiano nella popolazione aggressiva ed isolata, qui presentata come la Brutopia di barksiana memoria

 La sezione Superstar presenta solamente storie selezionate da numeri celebrativi di Topolino e introduce una delle caratteristiche più importanti della nuova formula, ovvero il già accennato recupero di lavori caduti nell’oblio da decenni. Si comincia con Topolino e la corda del fachiro, firmata da Guido Martina e Giuseppe Perego e pubblicata originariamente sul n. 200. Da allora, è stata ristampata solamente una volta sugli Albi della Rosa nel 1962, e dunque assente dalle edicole da ben sessantadue anni.

 La storia in sé, diciamocelo, non è affatto memorabile e risente moltissimo dei numerosi decenni trascorsi dalla sua pubblicazione. Tuttavia, si è trattata di una scelta “obbligata”, in quanto la sezione Superstar, come si è detto precedentemente, è incentrata solo sui numeri “tondi” di Topolino. Esistono perle di produzione nostrana mai più ristampate certamente più considerevoli; tuttavia, è apprezzabile lo sforzo nel proporre qualcosa di appetibile a livello filologico e, come punto di partenza, è sicuramente accettabile.

 Peccato per le numerose e deturpanti censure presenti nel volumetto. Tralaltro, la versione utilizzata per la ristampa non è nemmeno quella del Topolino originale, ma quella degli Albi Della Rosa.

 
Immagine promozionale per celebrare il centesimo numero e la copertina variant di Andrea Freccero

 La lunga Zio Paperone e l’alleanza posticcia (Rodolfo Cimino/ Giorgio Bordini) è certamente la storia principe di questo numero celebrativo. Una classica “ciminiana”, pregevole alla lettura e imbevuta di trovate originali.

 Dal numero 1200 del settimanale è stata selezionata Topolino e la statua d’oro (Luca Vizzotto/ Pier Lorenzo De Vita), giallo urbano dall’impianto classico, che scorre facilmente ma non lascia particolari ricordi.

 Si chiude la carrellata con Zio Paperone e il segno premonitore (Guido Martina/ Giovan Battista Carpi). La storia appartiene alla produzione crepuscolare del “professore” disneyano e non raggiunge certo i picchi di creatività dei suoi grandi capolavori. La trama è un insieme di vari elementi, anche piacevoli se presi singolarmente, ma un po’ confusionari nell’insieme. Comunque, il tratto di Giovan Battista Carpi è eccellente ed è una perfetta espressione del suo raro talento.

 A conti fatti, anche data l’occasione celebrativa, questo centesimo Grande Classico lascia forse un po’ di amaro in bocca, sia per le storie selezionate, non sempre sopraffine, sia per un’impostazione ancora da limare e da definire nei suoi dettagli. Ci teniamo comunque a sottolineare la buona volontà del curatore, che sta facendo del suo meglio per accontentare gli appassionati. Ci rendiamo inoltre conto del fatto che una nuova formula necessità sempre di un po’ di rodaggio, pertanto è normale non riuscire a centrare il punto al primo tentativo . In questo numero abbiamo già individuato i prodromi di una notevole crescita e rimaniamo sintonizzati, fiduciosi e curiosi di scoprire come si evolveranno I Grandi Classici Disney nei prossimi mesi.



Voto del recensore: 3/5
Per accedere alla pagina originale della recensione e mettere il tuo voto:
https://www.papersera.net/wp/2024/05/24/i-grandi-classici-disney-100/
95
Off Topic / Re:Buon compleanno 2024
« Ultimo post da luciochef il Venerdì 24 Mag 2024, 00:38:18 »
Anche se in ritardo auguri a Topdetops  :thankYou:
96
Off Topic / Re:Le vostre opere
« Ultimo post da Samu il Giovedì 23 Mag 2024, 22:32:03 »
Dovevo.
97
Mostre, Fiere e esposizioni / Re:Bologna ANAFI 1 giugno 2024
« Ultimo post da Giona il Giovedì 23 Mag 2024, 20:33:00 »
Io ci sarò all'80%, probabilmente alla mattina.
98
Collezionabili Disney / Re:Monete
« Ultimo post da Paperdano il Giovedì 23 Mag 2024, 15:54:35 »
ma sono bellissimi, sai dove trovarne altri ??



Salve, ho trovato questi 37 (forse ne manca qualcuno, non so...) strani gettoni blu con i ritratti di alcuni personaggi Disney, qualcuno li possiede o sa a cosa servano, quando sono stati fatti o dove si potevano trovare, forse in un gioco da tavola?
In più ho notato anche delle particolarità:Indiana Pipps è indicato solo con il nome "Pipps"Spennacchiotto è verdeInvece di Ely, Emy ed Evy c'è scritto Eli, Emi ed EviC'è un gettone con rappresentato la numero unoNel gettone di Cip & Ciop c'è solamente Cip (o Ciop)
Grazie
P.S. avevo aperto un topic apposito ma ora  :-?
credo che questo sia quello giusto.
[size=0.85em][/size]
[/b][/size]
Li trovai in un mercatino tempo fa...
99
Off Topic / Re:Buon compleanno 2024
« Ultimo post da Topdetops il Giovedì 23 Mag 2024, 14:19:12 »
Grazie a tutti per gli auguri!
100
Commenti sugli autori / Re:Luciano Gatto
« Ultimo post da bunny777 il Giovedì 23 Mag 2024, 09:50:22 »
Con un po' di ritardo auguri al Maestro Gatto e i più vivi complimenti per il suo tratto ancora fresco e nitido, che mi è sempre piaciuto fin da bambino.

Dati personali, cookies e GDPR

Questo sito per poter funzionare correttamente utilizza dati classificati come "personali" insieme ai cosiddetti cookie tecnici.
In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni.
Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai trovare il dettaglio di quanto riassunto in queste righe.

Per continuare con la navigazione sul sito è necessario accettare cliccando qui, altrimenti... amici come prima! :-)