Logo PaperseraPapersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato

Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - Cornelius

Pagine: [1]  2  3  ...  828 
1
Topolino / Re:Topolino 3573
« il: Oggi alle 14:14:53 »
Io credo che questa storia sia da considerarsi un'eccezione comica. Abbiamo già avuto modo di notare che la nuova strada è proprio quella di far uscire molti personaggi dalla stagnazione del loro ruolo di macchietta che si sono costruiti nel corso di decenni. L'esempio principe è Macchia Nera, ma lo stesso più recentemente si è visto con Gambadilegno e Bassotti. Anche Rockerduck ha avuto storie più introspettive per metterlo in risalto e non credo che sia destinato a rimanere un mangia-bombette.
Sicuramente La Ballata di John D. e il Bombetta Business rappresentano due situazioni opposte e 'limite', se vogliamo:
una certa introspezione e una demenzialità a go-go. Se dalla prima spero possano seguire delle storie che tengano conto di quel passaggio (oltre a quello ormai decennale del confronto-scontro con Cuordipietra, dove una certa 'umanità' di RK era venuta fuori), anche con soli accenni all'interno di un plot riguardante una classica sfida all'ultimo minuto, dalla seconda spero che questi 'accenni' non vadano oltre una certa percentuale. Fermo restando che, a proposito di percentuali, queste vittorie al 100% dello zione dovrebbero un po' riequilibrarsi: io farei almeno 80 e 20, tanto per cominciare. Meno bombette e più vittorie per Rockerduck!  ;D
Altrimenti, come fece Paperino, dovrà trovarsi anche lui un alter ego per potersi vendicare. E già ci sarebbe: Roller Dollar! :-0

2
Topolino / Re:Topolino 3573
« il: Oggi alle 13:43:50 »
Un conto è criticare la bombetta mangiata in quanto 'diseducativa' per i bambini che potrebbero imitare tale gesto (e comunque non mi trovo d'accordo in tal senso).
Un altro conto è criticare il gesto ripetuto e continuativo di Rockerduck in quanto diseducativo per se stesso, per il personaggio in se.

Il gesto è sicuramente divertente non più nella sua origine ormai lontana ma nella sua 'evoluzione' recente, con diverse situazioni 'variant'. Però lo sarebbe ancor di più se queste situazioni si ripetessero una tantum e non ad ogni storia se non (quasi) ad ogni tavola. La 'degustazione' della bombetta non è solo materialmente illustrata ad un dato punto della sceneggiatura (in passato solo nel finale) ma c'è tutto un prologo, un'attesa, una 'preparazione' affinché l'evento si manifesti. Complici anche il 'provocatore' Paperone, fin da subito, e  Lusky, quasi che evocare un tale 'sfogo culinario' fosse una specie di 'tranquillante' per il suo superiore, un 'porto sicuro' dove andare a sfogare le proprie frustazioni. Se non avesse pronta una bombetta di qualsiasi tipo su un vassoio d'argento andrebbe fuori di matto.

Tutto ciò è stato sicuramente acuito ancora di più nel 'Bombetta Business', storia  che fin dal titolo si sapeva dove sarebbe andata a parare. Ma al di là di un soggetto anche divertente (come ho scritto in precedenza) dove le trovate sembrano davvero infinite riguardo questa situazione patologica, il personaggio di Rockerduck rischia una deriva demenziale che potrebbe coinvolgere anche le storie di eterne disfide con il rivale che non avrebbero più interessanti plot con i due miliardari, come accadeva in passato e accade di rado oggi. I soggetti avrebbero dei continui rimandi al copricapo di RK , rubando tempo e spazio a tutte le altre situazioni sicuramente più interessanti riguardanti i due tycoon. Spero solo che dopo un Bombetta Business non salti fuori un Bombetta Gate. Magari non a breve, fra un paio d'anni, please. Perché, come in tutte le cose, il troppo stroppia.

3
Le altre discussioni / Re:Disney nella nostra cultura...
« il: Oggi alle 11:41:03 »
Copertina del supplemento Robinson allegato a la Repubblica al costo di 2.50 euro, uscito questa mattina.
Ai 90 anni di Paperino sono dedicate 7 pagine

https://www.youtube.com/watch?v=53avrmoqXF4


4
Fosse solo il Castello...  ;D

5
Alessandro Sisti e Marco Gervasio interagiscono con il Castello   ;D

https://www.facebook.com/watch?v=430423673059676

6
Topolino / Re:Topolino 3572
« il: Venerdì 17 Mag 2024, 19:55:43 »
E' passata una settimana dall'uscita del numero, per cui non dovrei preoccuparmi, ma metto lo stesso sotto...
Spoiler: mostra
Ah, se qualcuno dovesse storcere il naso a vedere Paperino bravo giocatore di tennis, sappia, o si ricordi, che lui una volta l'Open di Paperopoli l'ha addirittura vinto! :D
Di fronte alla continuity (anche 'indiretta', visti i 40 anni passati) alzo le mani e 'riaddrizzo' il naso: le mie dita stavano già fremendo riguardo una situazione che ritenevo assurda e invece si sono calmate visto che la situazione ha comunque un suo perché  :innocent:
D'altronde sarebbe stato l'unico 'neo' di un ritorno alle medio-lunghe vippaiole dal momento che questa storia con protagonista la versione papera di Sinner non mi è dispiaciuta: non è detto che in futuro questo nuovo personaggio non ritorni, come è capitato a PaperTotti, forse il Vip più utilizzato a livello sportivo (visto che in generale quello più famoso e importante dovrebbe essere Vincenzo Paperica).

Alessandro Perina disegna ottimamente il tutto ed è doppiamente protagonista di questo numero visto che ha messo le matite anche sulla Regale Ispirazione di Alessandro Sisti, ennesima storia spot per il turismo italiano che questa volta si occupa della Reggia di Caserta. Per quanto non mi pare sia mai stato ufficializzato, evidentemente esiste un accordo fra la Panini e il Ministero del Turismo visto che mai come in questi ultimi anni paperi e topi sono di casa nel nostro paese. Sperando che un po' tutti guadagnino da questa situazione: le località coinvolte con un numero più alto di visitatori, il libretto con un numero più alto di lettori.

7
Topolino / Re:Topolino 3573
« il: Giovedì 16 Mag 2024, 23:46:01 »
Quando ho appreso di un nuova storia ambientata nell'800 con i soliti alter ego di Topolino e Pippo (a che numero saremo arrivati? Sicuramente a due cifre) non ho certo fatto salti di gioia pensando addirittura di saltarla. Ma poi il riferimento ad Holmes, le meravigliose tavole di Mottura e, non ultima, la firma di Bruno Enna (che inizialmente non avevo notato) mi hanno fatto cambiare idea e non me ne sono certo pentito.

In una sola sola storia, divisa in due puntate, l'autore ha già creato un ambiente con personaggi e situazioni che promettono bene anche per l'avvenire. Pippo è davvero insuperabile nella sua interpretazione di Holmes con comportamenti, reazioni, dialoghi assorbiti di una comicità involontaria che è per me la tipologia migliore.
Forse questo di Enna e Mottura è il miglior Pippo di sempre in versione alter ego in costume.

Topolino fa da spalla e, al solito, gli riesce bene, nelle storie in costume come in quelle del presente: da Eta Beta ad Atomino fino al primo Gancio (per non parlare di personaggi minori o one shot). Una spalla che, ovviamente, sa prendersi anche il centro del palco, da attore navigato abituato comunque ad essere protagonista di primissimo piano.

Mottura ad un certo punto trasforma il fumetto in una quasi graphic novel ambientata nel West (temporalmente coerente con la Londra vittoriana) e l'effetto è davvero spettacolare, da cartonato deluxe che sicuramente a breve coinvolgerà anche questa nuova saga. Nuova saga che, considerando l'opera originale di Arthur Conan Doyle, la rivisitazione disneyana di Bruno Enna e le illustrazioni di Paolo Mottura, potrebbe avere una lunga e prospera vita.
__________________________________________________________________________________

Riguardo il Bombetta Business, la storia non è certo nuova nel sottolineare la 'debolezza' di Rockerduck ma lo fa trasformando una gag (solitamente finale) in un plot decisamente approfondito e variegato, interessante da seguire pur nella sua demenzialità di base. La cosa è sicuramente divertente se non fosse ripetuta e sottolineata in troppe storie, con una costanza assente in passato: anche in una delle one page di Battista maggiordono esistenzialista John D. non resiste di fronte ad un dolce a forma di bombetta.

Questo 'vizietto' un tempo relegato (quando compariva) nell'ultima vignetta dell'ultima tavola di una storia, adesso appare ovunque e viene costantemente evocato non solo dal rivale Paperone ma anche dal segretario Lusky oltre che dal diretto interessato, masochisticamente al top. Tutto ciò rende il personaggio una macchietta e questo non fa bene neanche allo ziastro: se i Bassotti ormai lo sono da tempo immemore e Amelia lo è diventata più recentemente, Paperone ha vita fin troppo facile con avversari del genere e il suo prestigio potrebbe risentirne.

Fantasio trova giustamente stucchevole il ripetersi sistematico di questa 'debolezza' di RK ma io trovo noioso anche il finale scontato della vittoria paperoniana pure in contesti nei quali l'avversario sembra prevalere, magari con merito. Una maggiore alternanza tra i successi e le sconfitte di entrambi susciterebbe maggior interesse nei lettori che magari si chiederebbero all'inizio di una storia come questa potrebbe andare a finire, chi alla fine potrebbe essere il vincente e chi il perdente.

D'altronde se Rockerduck continua ad essere il secondo (o terzo, vero Cuordipietra?) papero più ricco al mondo, e con una distanza dal primo posto non così grande, un motivo ci sarà. Prevarrà sugli altri sicuramente ma negli scontri diretti potrebbe farlo anche nei confronti di Paperone. Tutto avrebbe più senso e sarebbe anche più divertente. Spero che gli autori pensino a ciò, magari scrivendo una storia dove Paperone è sconfitto e umiliato e nella successiva prepara la sua vendetta (che sicuramente arriverà). Nella tradizione della più recente continuity.

8
Le altre discussioni / Re:Il Salone del libro di Torino 2024 - chi ci va?
« il: Giovedì 16 Mag 2024, 19:14:28 »
Ciao Alby, che statuette sono quelle dell'AstroTopo?
E' possibile avere delle foto?  :-)

9


Un fascicolo spillato di 50 pagine (costo 5 euro, 10 cent a pagina) che è un unicum nella variegata editoria paniniana.
Forse potrebbe ricordare i vecchi Albi della Rosa però in versione deluxe. Troviamo le 18 one page di Simone Tempia (probabile nuovo autore disneyano) in collaborazione con Roberto Gagnor oltre ad una storia che non mi aspettavo di 18 tavole intitolata "Battista e l'apprendista impeccabile", uno dei primi soggetti di Gagnor che esplorava la vita del maggiordomo fuori dal Deposito.

I disegnatori di questo fascicolo che è quasi una chicca editoriale, se vogliamo, sono Carlo Limido per le one page, Salvatore Deiana per la storia e Blasco Pisapia per la copertina e le illustrazioni interne Troviamo 10 pagine di redazionali con una prefazione di Marco Lupoi, due interviste alla coppia di autori (che pregustano nuove storie, anche lunghe, con il maggiordomo) e un breve resoconto finale sul personaggio in questione, dai suoi esordi ciminiani ad oggi.

10
Testate Speciali / Re:Disney Special Book Panini
« il: Giovedì 16 Mag 2024, 13:01:22 »
E' da mesi che sto aspettando che rendano disponibile sul sito il volume sulle carte d'autore. Era stato annunciato l'autunno scorso, poi è sparito, inoltre i prezzi annunciati sono variati più volte (19€, poi 25€ e ora di nuovo 19€). Ora dovrebbe essere la volta buona, speriamo che in settimana lo mettano sul sito (che aspettino la fine del salone del libro?)
Io l'ho ordinato su Star Shop e penso fosse l'ultimo perché al momento non è più disponibile. Dovrebbe ancora esserlo su Feltrinelli.

11
Collezionabili Disney / Re:Statuine
« il: Giovedì 16 Mag 2024, 00:51:32 »
Abbiamo anche le misure!   ;D


12
Testate Speciali / Re:Nuove testate e Anteprime Disney - 2024
« il: Mercoledì 15 Mag 2024, 23:23:53 »
Non sopporta qualunque fumetto che non sia Batman, se è per questo.
Seriamente, ogni mese sempre la solita polemica, semplicemente non legge Disney e non gliene importa granché, le battute sono ironiche e le fa su tutti i tipi di fumetti, per me è sbagliato fare i permalosi con una persona che offre una servizio a noi impazienti curiosi. Avesse realmente un atteggiamento ostile verso Topolino non perderebbe manco tempo per scannerizzare le pagine di Anteprima dedicate.
Potete anche togliere l'audio e guardare le immagini se vi dà così tanto fastidio.
Sinceramente non mi pare così ironico. Si vede che è proprio scocciato. Non lo nasconde. Lo ritengo un atteggiamento poco professionale. Se nel web hai questa possibilità di anticipare l'Anteprima di tutti i tipi di fumetti della Panini, dovresti quanto meno tenere un atteggiamento più consono. Anche per rispetto verso la casa editrice.

13
Collezionabili Disney / Re:I Love Paperopoli - Plastico da collezione
« il: Mercoledì 15 Mag 2024, 17:53:45 »
Giusto, Notre Duck è forse il gadget assente più rilevante. Se si pensa che la Centauria ha considerato il castello del Duca Pazzo, sembra davvero strano che si sia dimenticata della cattedrale, oltretutto monumento 'centrale' della città sia geograficamente che storicamente. Io ho 'rimediato' sostituendola con il Dom di Colonia, ritrovato dopo anni da un viaggio fatto in Germania e 'riqualificato' come duomo paperopolese   ;D

L'idea di un abbonamento preventivo non sarebbe male riguardo l'ipotetico Plastico di Topolinia. In teoria l'unica via perseguibile dalla Centauria o altra casa che non volesse rischiare il flop. Ovviamente dovrebbero stendere un programma in almeno 50 capitoli (la metà di quelli paperopolesi) da presentare ai lettori aspettando la loro risposta. Non credo sia stata mai fatta una cosa del genere, almeno a livello di grandi gadget. Nel fumetto francese qualcosa di simile è successo, con il Journal che mi pare sia diventato quindicinale per i normali lettori ma rimasto settimanale per i vecchi e nuovi abbonati, dividendosi in due tronconi e salvando almeno in parte la sua periodicità storica.

14
Ecco dove ho posizionato il Castello, per mancanza di altri spazi: sopra una stretta e alta libreria all'angolo di una mia Topoteca. Delle Tre Torri se ne vedono solo due ma tant'è. Data l'altitudine (comunque 'coerente' con un castello) ho spostato 313 X e statuine, difficilmente visibili lassù, nel Plastico di Paperopoli, vicino Villa Rosa e ad un altro castello:
quello del Duca Pazzo. Guardare per credere   ;D

15
Collezionabili Disney / Re:I Love Paperopoli - Plastico da collezione
« il: Mercoledì 15 Mag 2024, 16:33:13 »
Alla fine sia la 313 X che le statuine-ine-ine si sono trasferite dal Castello delle Tre Torri (che ho dovuto posizionare in alto sopra una libreria per mancanza di spazio) al Plastico di Paperopoli, vicino Villa Rosa, la location che alcuni speravano essere il misterioso gadget in uscita. E' anche vero che Paperinik non ha mai potuto godere di questa magione nella sua integrità per colpa di una 'disattenzione' del cuginastro Gastone, però in questo Plastico i vari livelli temporali si sovrappongono (per fortuna).

Non ricordavo che il castello che si vede dietro la dimora che fu di Fantomius fosse quello del Duca Pazzo, tratto dalla omonima storia di Barks. Strano che non sia stato considerato anche il castello delle Tre Torri per il Plastico, dal momento che aveva una certa fama anche prima di questa sua 'riscoperta' recente. Non sarebbe male un Tre Torri piccolo, in scala: potrebbe essere un gadget 'aggiuntivo' per il Plastico, un extra che potrebbe allargarsi ad altre cose 'dimenticate' dalla Centauria (a cominciare dalla statuina di Miss Paperett).

Pagine: [1]  2  3  ...  828 

Dati personali, cookies e GDPR

Questo sito per poter funzionare correttamente utilizza dati classificati come "personali" insieme ai cosiddetti cookie tecnici.
In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni.
Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai trovare il dettaglio di quanto riassunto in queste righe.

Per continuare con la navigazione sul sito è necessario accettare cliccando qui, altrimenti... amici come prima! :-)