Logo PaperseraPapersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
20 anni
Le nostre recensioni
4.5 | |
4 | |
5 | |
3 | |
3 | |
4 | |
4 | |
5 | |
3 | |
3.5 | |
3 | |
2.5 | |

Zio Paperone e la città satellite

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

Colo
Giovane Marmotta
PolliceSu

  • **
  • Post: 157
  • Forever Criminal Minds, Diabolik, Tex e Disney..
    • Offline
    • Mostra profilo
PolliceSu
    Zio Paperone e la città satellite
    Venerdì 6 Apr 2012, 00:11:40

    http://coa.inducks.org/story.php?c=I+TL+1324-A

    Una storia splendida, scritta e disegnata da un De Vita nel suo periodo migliore con i paperi.
    Rockerduck costuisce una citta satellite vicino a Paperopoli, Pap 2, creando grande entusiasmo nella cittadinanza e profondo sconforto in Paperone.
    La situazione prende una brutta piega quando il vecchio cilindro scompare misteriosamente e viene trovata la sua tuba vicino a una palude.
    Saranno Paperino e QQQ a risolvere il mistero della scomparsa dello zione e della città satellite con l'aiuto di Archimede.....
    "Tutti noi abbiamo qualche sogno nel cassetto e tu non butteresti mai via qualcosa di cosi prezioso" 

    In loving memory di Rodolfo Cimino ( 1927 - 2012 )

    *

    Ruhan
    Evroniano
    PolliceSu

    • **
    • Post: 109
    • Eremita dell'Airone
      • Offline
      • Mostra profilo
    PolliceSu
      Re:Zio Paperone e la città satellite
      Risposta #1: Sabato 6 Gen 2024, 03:15:17
      Una storia splendida che ho potuto leggere su Big di Gennaio.

      È, secondo me, un esempio di come dovrebbe essere scritta una storia. In poche tavole iniziali, già accadono molte cose, cosa che dona (di tavola in tavola) un senso di ricchezza d'esperienza narrativa molto ampia. Scorre veloce, anzi, velocissimo, ma ti pare di aver visto un episodio animato di 20 minuti. L'intreccio degli eventi non è scontato. Per nulla. E questo perché la vicenda si delinea lentamente. Non fin dai primordi della storia. Quel che accade non è un riempitivo rispetto all'incipit (come spesso accade in alcune storie). No. Quello che accade è fondamentale. Non un solo avvenimento è inutile. Addirittura un microevento (come il pentafoglio) servirà per l'incastro complessivo. Accadimenti, pure se posizionati oltre la metà della storia, risulteranno fondamentali per decifrare la trama. Cosa che regala, come detto, il senso di essere davanti ad una vicenda reale, che si svolge in maniera credibile, ovvero come ogni vicenda reale che si rispetti: NEL TEMPO!
      Non siamo davanti ad una idea bruciata tutta all'inizio e di cui si può capire benissimo la conclusione fin dalle prime vignette. De Vita, qui, fa una lectio magistralis su cosa voglia dire "narrare" nel fumetto.

      Ricchezza di eventi (fin dalle prime pagine), ma svolgimento graduale del loro intreccio. Così andrebbe scritta una storia!

      Molto bello l'approfondimento psicologico di Rockerduck. Un De Vita nel pieno delle sue forze.
      « Ultima modifica: Sabato 6 Gen 2024, 03:20:26 da Ruhan »

       

      Dati personali, cookies e GDPR

      Questo sito per poter funzionare correttamente utilizza dati classificati come "personali" insieme ai cosiddetti cookie tecnici.
      In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni.
      Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai trovare il dettaglio di quanto riassunto in queste righe.

      Per continuare con la navigazione sul sito è necessario accettare cliccando qui, altrimenti... amici come prima! :-)