Logo PaperseraPapersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
Le nostre recensioni
4 | |
4 | |
4 | |
4 | |
4 | |
4 | |
5 | |
3 | |
2 | |
4 | |
3 | |
2 | |
Topolino 3468 - Recensione di Guglielmo Nocera

È una copertina in qualche modo fuorviante quella del numero di questa settimana. E meno male, perché forse le storie che rivangano il rapporto fra Paperone e Doretta hanno fatto il loro tempo. Area 15: Sipario! di Marco Nucci e Libero Ermetti va su un’altra strada, sebbene i due personaggi in questione facciano capolino nelle pieghe emotive della storia. Al centro dell’attenzione, ovviamente, i ragazzini del lanciassimo gruppo di Area 15. Ma il protagonista vero è ben più antico e appassionante: il teatro. La scrittura calca da subito la mano, tramite le didascalie, su un tono avvolgente, quasi paterno, che è divenuto ormai un marchio di fabbrica di Nucci e che si carica qui di un necessario ruolo di guida in una storia di fatto corale, tanto nella gestione pratica dei personaggi quanto nell’intento di celebrare l’arte teatrale. Il risultato è eccellente, e i disegni di Ermetti veleggiano da par loro con eleganza. Forse, va detto, alcune inquadrature sono eccessivamente omologate alla media dei disegni di vari autori negli ultimi mesi. Il tratto più minuto e dinamico dell’Ermetti originario dovrà venir fuori con più prepotenza per dar vita a qualcosa di nuovo, ma per ora quantomeno l’alchimia con la materia narrata e, soprattutto, la cura dei dettagli fisionomico-espressivi funziona. Una certa linearità, un tono ovattato, una mancanza a tratti di movimento narrativo, in fondo, sono il prezzo da pagare per una trama incentrata su un gruppo di ragazzini che prepara un’interpretazione teatrale: una scelta fuori dai canoni dell’avventura disneyana e difficile da realizzare, che si spera possa aprire la strada a ulteriori puntate nel mondo delle arti vissute in prima persona. Tutt’altro tono per PippoSpot: Corso di pubblicità e Sopravvivi con Indiana: Nel deserto, rispettivamente di Roberto Gagnor/Mattia Surroz e Marco Bosco/Lucio Leoni. Le citiamo insieme perché la prima sembra un vero e proprio (riuscito) esercizio di stile sul modello della seconda e, in generale, delle brevi “elencative” di Bosco. Càpita La storia di Pippo è una ricerca dell’iperbole nel tentativo di far vestire al personaggio i panni del consulente di marketing per un malcapitato cliente, laddove quella di Indiana è un prontuario surreale su come sopravvivere nel deserto. Entrambe le storie soffrono la loro formula, difficile da ripetersi dopo decenni di uso, ma quella di Gagnor strappa qualche sorriso in più complici i disegni di un Surroz non trascendente ma birbone a sufficienza. Per nulla riuscita la storia successiva, Archimede e il profumo di guai, di Gorm Transgaard e Marco Rota, che si esaurisce improvvisamente nella propria stessa introduzione. Un peccato, perché i disegni di Rota, sebbene mostrino il segno degli anni, regalano sempre quella peculiare morbidezza e cura dei personaggi che non è facile trovare in altri. Ed eccoci finalmente al quarto episodio de Gli urbani paperi: Annus confusionis. La serie si pone come una sorta capitolo di una Storia e gloria della dinastia dei paperi allargata: se il ciclo marinano poneva sempre una corrispondenza fra episodio ed epoca storica, qui si fanno le cose in grande e si imbastiscono trame articolate in più tempi per ogni incarnazione storica dei paperi: prima i popoli italici, e ora Roma. Viene lecito domandarsi se gli eventuali successivi capitoli saranno ambientati a loro volta in Italia: se così fosse, sarà molto interessante conoscere i momenti e i luoghi della storia della Penisola presi in considerazione di volta in volta come teatro dell’azione. Le tortuose vie della congiura Certo è che il grande spazio di pagine a disposizione permette allo sceneggiatore, Matteo Venerus, di alzare il tiro rispetto alla media delle avventure “storiche” e imbastire una trama corposa che va assomigliando a una di quelle serie televisive ultracospirative (storiche o fantastiche) in voga negli ultimi anni: una scelta forse non molto disneyana, ma che ha il potenziale per portare aria fresca e buon intrattenimento. Il risultato, in termini di soggetto, è piuttosto valido: i rivolgimenti di trama sono non scontati, ben preparati, anche montati in maniera non superficiale sui passaggi istituzionali romani, e si organizzano molto attorno a personaggi alieni al cast dei paperi, come l’infido e pauroso Faberio Flaviano: altro fattore inusuale ma tutt’altro che fuori luogo. In termini di sceneggiatura, invece, il panorama a nostro parere peggiora: la lunghezza e l’insistenza di alcuni snodi, la pedanteria di alcuni lunghi monologhi interiori dei personaggi, l’ingenuità delle scelte lessicali “romanesche”, sono tutti fattori che allontanano il lettore da una fruizione convinta e dinamica della storia. Peccato, perché il progetto avrebbe invece lo spazio e il potenziale per rinverdire i fasti di perle del passato come l’indimenticabile La storia vista da Topolino. Venendo ai disegni, così come era stato ne Gli italici paperi Emmanuele Baccinelli si scatena. I risultati sono in linea con la sua esperienza, ancora poca, e il suo entusiasmo, intensissimo. Mille influenze si affiancano in questa prova, dalla (ancora pesante) egida frecceriana ai tocchi uderziani (soprattutto nei dettagli di postura e abbigliamento dei Romani). Molti scorci sono da antologia, alcuni passaggi (soprattutto nella rappresentazione dei personaggi secondari) pagano forse un debito alla tradizione topolinesca di omologazione delle comparse. Concludiamo quindi questa recensione con una tavola di Roma in notturna, perché un omaggio alla Città Eterna è sempre dovuto e perché verosimilmente saranno momenti come questo, memori della grande affezione romana alla congiura e alla raffinata macchinazione, che rimarranno nella memoria di questo ciclo.

Leggi la recensione

Voto del recensore:
Voto medio: (31)
Esegui il login per votare

Topolino 3468

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

Samu
Diabolico Vendicatore
PolliceSu

  • ****
  • Post: 1501
  • Amante del bel fumetto
    • Offline
    • Mostra profilo
PolliceSu
    Re:Topolino 3468
    Risposta #15: Giovedì 12 Mag 2022, 16:15:13
    Ma sbaglio o nella (meravigliosa) storia di Area 15 compare il primo personaggio cieco della storia di Topolino?

    Ciao!

    Il Grande Tiranno
    A quale personaggio ti riferisci, Tiranno?
    Comunque io ricordo che già in questa storia, giusto per citare la prima che mi viene in mente, compariva un personaggio cieco.
    Nella fattispecie era un ragazzino, amichetto di Tip e Tap.

    *

    rikki-tikki-tavi
    Gran Mogol
    PolliceSu   (1)

    • ***
    • Post: 674
    • Esordiente
      • Online
      • Mostra profilo
    PolliceSu   (1)
      Re:Topolino 3468
      Risposta #16: Giovedì 12 Mag 2022, 22:48:22
      o solo due che seguivano la scia per verificare se un Meganoide li spiasse.

      "E difendiam la Terra dall'ombra della guerra.
      Il nostro cuore batterà per la Libertà..."
      Scusate, non ho resistito!  ;D

      Per tornare ad Area 15 secondo me Joseph Beckmann è ispirato al grande regista, sceneggiatore e drammaturgo svedese Ingmar Bergman, così come Eliza Hill ricorda Liv Ullmann, attrice norvegese con cui condivise lavoro e vita privata.
      Oltretutto un film di Bergman si intitola "Il silenzio", proprio come il monologo portato in scena da Beckmann.
      Altra notizia trovata cercando qua e là è che Bergman mise  in scena "Sei personaggi in cerca d'autore" di Pirandello, già citato nell'introduzione e fatto notare da Samu.
      L'altro personaggio riconoscibile anche per le folte sopracciglia scure  è il famoso regista teatrale italiano Giorgio Strehler.
      Poi una cosa...penso che Paperone abbia visto il quadretto  con  Doretta quando è entrato nel teatro per prendere le misure dell'immobile e anche successivamente quando è entrato/uscito dall'armadio, così si spiega il suo sogno ad occhi aperti ed anche la sua generosa donazione!

      *

      Anapisa
      Cugino di Alf
      PolliceSu   (2)

      • ****
      • Post: 1224
        • Offline
        • Mostra profilo
      PolliceSu   (2)
        Re:Topolino 3468
        Risposta #17: Giovedì 12 Mag 2022, 23:40:44
        Avete già scritto molto su Sipario! avete trovato citazioni,aneddoti e ispirazioni.Mi limiterò ad unirmi alla vostra soddisfazione per un'altra piacevole storia dei paperotti di Area 15.Una storia poetica che ha confermato anche questa volta il mio apprezzamento alla serie.Non ho letto tutte le storie che fin'ora la compongono, ma delle ultime ne ho un bellissimo ricordo (Vent'anni dopo in primis).Un ulteriore appunto sulla mia soddisfazione di vedere Paperino non sempre carino e accomodante ma arrabbiato (e nonostante il broncio fa comunque quello che non voleva fare  ;D ). Comunque trama scorrevole, con molti intrecci ma facili da sciogliere (tutto il contrario rispetto agli urbani paperi).Anche coinvolgente perché ci si riesce ad immedesimare nei protagonisti della storia che riescono a coinvolgerti e a farti appassionare. E anche annoiare, perché Si, han fatto annoiare pure a me quando dovevano imparare a memoria le battute :crazy:
        Ah, non da poco conto il tratto morbido ma deciso di Libero Ermetti,si sposa splendidamente con questa serie!

        Molto molto carina anche la breve di Pippospot, sia ai testi che ai disegni,morbidi e delicati.

        Questa settimana devo dire che ho trovato azzeccatissime tutte le matite, perché anche per la breve sopravvivi con Indiana (che mi è piaciuta molto ) Lucio Leoni si presta benissimo a questa serie.

        Per finire anche la breve di Archimede mi è piaciuta,per essere una breve è stata carinissima.

        Gli Urbani Paperi non li commento neanche, anche se ho trovato leggermente migliore in termini di noia questo episodio rispetto agli altri.Non mi sono sforzata di ricordare tutti i vari personaggi, e quindi non ho dato peso( e non ho voluto darci peso) alla completa comprensione della lettura.
        Sempre ottimi i disegni, come non darne merito, sono la cosa migliore di questa lunghissima storia.
        « Ultima modifica: Giovedì 12 Mag 2022, 23:50:55 da Anapisa »

        *

        tang laoya
        Cugino di Alf
        PolliceSu   (1)

        • ****
        • Post: 1219
        • Mano rampante in campo altrui
          • Offline
          • Mostra profilo
        PolliceSu   (1)
          Re:Topolino 3468
          Risposta #18: Venerdì 13 Mag 2022, 07:05:11

          leggermente migliore in termini di noia
          Commento bellissimo Anapisa :))))
          Mi avevano dato le mappe del percorso, ma nessuna idea circa i bizzarri paesaggi che avremmo attraversato durante lunghi mesi. - Per Nettuno Capitano! Con questa luna di sghimbescio gli sgombri cremisi fluttuano flessi!

          *

          Filo Sganga
          Gran Mogol
          PolliceSu

          • ***
          • Post: 559
          • Esordiente
            • Offline
            • Mostra profilo
          PolliceSu
            Re:Topolino 3468
            Risposta #19: Venerdì 13 Mag 2022, 12:33:36
            Storia di Nucci e ermetti incredibile. Sugli italici paperi attendo il finale, dove spero tutti i fili vadano al loro posto!




            leggermente migliore in termini di noia
            Commento bellissimo Anapisa :))))

            *

            Samu
            Diabolico Vendicatore
            PolliceSu

            • ****
            • Post: 1501
            • Amante del bel fumetto
              • Offline
              • Mostra profilo
            PolliceSu
              Re:Topolino 3468
              Risposta #20: Venerdì 13 Mag 2022, 17:00:26
              Come Anapisa ha scritto nel suo commento, anch'io ho molto apprezzato la breve di PippoSpot di questo numero, firmata dal duo Gagnor/Surroz.
              Molto graziosa sia dal punto di vista grafico che narrativo perché è vero che si tratta di una storia semplice ma l'ho letta davvero con piacere e per me, che non sono un esperto della "macchina della pubblicità" che si mette in moto per portare sotto gli occhi di tutti il prodotto che poi si deve provare a vendere, è stato interessante leggere delle varie figure professionali che stanno dietro a tutto questo.
              Molto simpatico il momento dello scambio di opinioni tra il pubblicitario Pippo e se stesso!  :D

              Per il resto, concordo anche sulla gradevolezza dello stile di Lucio Leoni che accompagna in maniera ottima una tipica (e per questo ben riuscita) storia didascalica di Marco Bosco nel nuovo episodio di "Sopravvivi con Indiana".
              Sarebbe molto piacevole, per me, rivedere Leoni anche con storie più lunghe sul libretto, tanto con i Paperi quanto con i Topi che il suo è uno dei tratti che più mi fa divertire e che più mi ispira simpatia e spensieratezza da quando leggo Disney.

              Carina ma al contempo dimenticabile la storia di quattro pagine disegnata da Rota mentre per quanto riguarda il penultimo episodio degli "Urbani Paperi" posso dire che l'ho apprezzato di più del precedente.
              Aspetto con curiosità di leggere il suo ultimo episodio sul numero della prossima settimana anche se devo dire che il mio gradimento della serie in generale sarebbe stato più alto se la narrazione fosse stata meno frammentaria ed episodica e più lineare.
              I troppi cambi repentini di scenario e di ambientazione da un lato e di personaggi protagonisti del "focus" nel momento dell'azione dall'altro mi rendono la lettura meno fluida e scorrevole di quanto vorrei che fosse.

              *

              AxelAlpha
              Bassotto
              PolliceSu

              • *
              • Post: 15
              • Esperto in doppio e triplo gioco.
                • Offline
                • Mostra profilo
              PolliceSu
                Re:Topolino 3468
                Risposta #21: Venerdì 13 Mag 2022, 20:19:44
                Speravo nella comparsa di Doretta Doremi.  Ad una prima occhiata superficiale la copertina sembra simile a certi video clickbait,una analisi più approfondita e lo sguardo dello zio,permettono di capire già che la figura di Doretta è frutto più di un pensiero o di una suggestione momentanea.
                Come al solito gradevolissima la serie di Pippospot cambia autore e disegnatore (solitamente la cura l'autore Alessio Coppola) ma resta sempre una valida serie sia per humour sia per contesti.
                La breve di Archimede,opinione personale,credo sarebbe potuta essere sviluppata in modo più esteso.
                Urbani paperi si conferma al top come disegni ed un plauso ai coloristi(non so se ne occupa Baccinelli) davvero eccezionali soprattutto per le ambientazioni notturne. Come intrecci invece ogni tanto mi perdo in questo,perdonatemi, zapping tra una vicenda e l'altra. Quindi la prossima settimana credo di rileggere le precedenti parti e poi il doppio episodio conclusivo.
                Per quanto concerne il prossimo numero sono in trepida attesa dell'alba di Fantomius.
                Scusate,sono stato più prolisso del solito.
                AxelAlpha

                *

                valearlert
                Bassotto
                PolliceSu   (1)

                • *
                • Post: 2
                • Esordiente
                  • Offline
                  • Mostra profilo
                PolliceSu   (1)
                  Re:Topolino 3468
                  Risposta #22: Sabato 14 Mag 2022, 01:57:46
                  "Eppur nell'aria già si avverte la presenza di una storia..."

                  Ho ripreso recentemente a leggere e supportare Topolino. Area 15 - Sipario è la storia che mi è piaciuta di più tra gli ultimi 6-7 numeri.
                  Non pensavo che la piacevole lettura dell'avventura di Amelia potesse essere superata tanto presto da un'altra storia, ma l'atmosfera delicata e introspettiva della protagonista di questo numero è intimamente nelle mie corde.
                  Ho avvertito qualcosa di simile a quel tipo di dolcezza, di riflessione e amore per la cultura e le sue citazioni che si colgono anche nelle storie di Teresa Radice e Stefano Turconi.
                  Suggestiva, e le frasi come quella che ho inserito in cima mi sono a loro modo rimaste impresse, facendomi sorridere.
                  Mi spiace molto aver perso la possibilità di leggere anche le altre storie di questa serie, precedenti a questa...

                  Un altro dispiacere va anche alla presenza-assenza di Doretta, dalle premesse sembrava potesse avere un ruolo molto più di rilievo, ma dalla conclusione mi sembra che qualcosa possa bollire in pentola, qualcosa destinato a sviluppi futuri (certo, magari fuori dal contesto teatrale di questa storia).
                  Certo che, se le hanno dedicato la copertina per una fugace apparizione, chissà cosa ci faranno quando ricoprirà maggiore importanza...  :P

                  Forse sono solo un po' perplessa per questo "improvviso" riaccendersi dell'interesse di Paperone per Doretta, qualcosa che assomiglia forse anche a un espediente narrativo; del resto non ho ancora letto la storia sul suo passato e dunque potrebbero essermi sfuggiti degli antefatti. Sicuramente non mi è dispiaciuto.
                  « Ultima modifica: Sabato 14 Mag 2022, 02:30:33 da valearlert »

                  *

                  tang laoya
                  Cugino di Alf
                  PolliceSu   (1)

                  • ****
                  • Post: 1219
                  • Mano rampante in campo altrui
                    • Offline
                    • Mostra profilo
                  PolliceSu   (1)
                    Re:Topolino 3468
                    Risposta #23: Sabato 14 Mag 2022, 04:36:54
                    Mi unisco al plauso corale per Sipario, per il profondissimo amore per il teatro che vi si respira, per il campo lungo dove trovano spazio armonicamente vicende attuali e collegamenti a variegati passati, per il perfetto equilibrio fra intrattenimento e divulgazione, per il sempre coinvolgente gusto per la citazione di Nucci, assecondato pienamente anche in questo dalle gustosissime matite di Ermetti.
                    Fra le fonti di ispirazione di Beckmann, aggiungerei al già citato Bergman, anche Samuel Beckett e il suo teatro dell'assurdo (oltre all'assonanza del nome vi è anche una certa somiglianza iconografica), più ancora che a En attendant Godot, penserei, per l'ambientazione a Fin de partie (Finale di partita), fra l'altro portata proprio in Scala di recente nell'anteprima mondiale nella sconvolgente partitura di György Kurtág. Se dovessi invece pensare più allo stile effettivo del monologo di Beckmann, credo di intravedere una vicinanza alla prosa civile di Stefano Massini.
                    Titolo e trama della "commedia surreale" di Black sono ovviamente un omaggio a El ángel exterminador di Luis Buñuel, inquietante capolavoro del maestro surrealista in cui al termine di un ricevimento in una villa tutti gli invitati restano inspiegabilmente bloccati nel salotto senza alcuna possibilità di uscirne.
                    Alcuni dettagli sono dei veri gioiellini: "E come avete trovato l'area 15?" (gustoso riferimento alla fantomatica area 51), la gelateria che si chiama "Wilder ice cream" (tributo al grande Billy, come d'altra parte in un'area 15 precedente sempre di Nucci un'altra gelateria si chiamava "Lubitsch’s touch"), durante la visita dietro le quinte si può ammirare lo stesso abito di Eliza Hill già presente nella locandina di Rodeo e Silvietta; nel museo di Paperopoli vari Leonardo e Botticelli e un Michelangelo nascosto in una delle locandine sulle scale del teatro e poi ancora una natura morta á la Modigliani "dal vivo" in pizzeria; un "Qui comincia un'avventura" quasi un omaggio al Signor Bonaventura; stuzzicante l'apparente contraddizione della tesi decisamente naturalistica della "storia quale corollario della realtà", ovvero quale conseguenza necessaria della vita, quando la commedia si basa su un dichiarato impianto surrealista.
                    Una festa per l'intelligenza a tutto tondo!
                    « Ultima modifica: Sabato 14 Mag 2022, 04:38:37 da tang laoya »
                    Mi avevano dato le mappe del percorso, ma nessuna idea circa i bizzarri paesaggi che avremmo attraversato durante lunghi mesi. - Per Nettuno Capitano! Con questa luna di sghimbescio gli sgombri cremisi fluttuano flessi!

                    *

                    Xaen
                    --
                    PolliceSu   (1)

                    PolliceSu   (1)
                      Re:Topolino 3468
                      Risposta #24: Sabato 14 Mag 2022, 09:04:00
                      "Eppur nell'aria già si avverte la presenza di una storia..."
                      [...]

                      Benvenuta sul forum!
                      La storia tra Paperone e Doretta è uno dei temi più caldi ed evergreen tra noi appassionati e appassionate. Cerco di riassumere il discorso, perché se ne potrebbe potenzialmente parlare a lungo, per quante cose si potrebbero dire.
                      Doretta Doremì compare per la prima volta nella storia del 1953 Zio Paperone e la Stella del Polo (Carl Barks), in cui viene presentata questa papera che in passato aveva rubato il cuore di Paperone, che le aveva anche dato il soprannome di "Stella del Polo". La sua storia con lo Zione viene approfondita in quella che viene conosciuta come Saga di Paperon de' Paperoni (Life and Time of Scrooge McDuck, di Don Rosa), in particolare nelle storie aggiunte dopo e numerate come 13/C e 13/D: in queste si vede proprio la passione bruciante tra i due, mentre in quelle ordinarie Paperone abbandona questo suo amore per proseguire nella corsa all'oro nel Klondike per poi tornare a Paperopoli (come ambientazione siamo nel 1899-1930).
                      Inoltre, Doretta compare anche in Le strabilianti imprese di Fantomius, Ladro Gentiluomo - I due vendicatori (prima e seconda parte).
                      P.S. Carina la scelta di Paperilla Starry come avatar  :)
                      « Ultima modifica: Sabato 14 Mag 2022, 09:09:57 da Xaen »

                      *

                      Anapisa
                      Cugino di Alf
                      PolliceSu   (1)

                      • ****
                      • Post: 1224
                        • Offline
                        • Mostra profilo
                      PolliceSu   (1)
                        Re:Topolino 3468
                        Risposta #25: Sabato 14 Mag 2022, 13:45:09
                        Ciao Valealert e benvenuta!Riguardo al tuo intervento

                        Citazione
                        Mi spiace molto aver perso la possibilità di leggere anche le altre storie di questa serie, precedenti a questa...
                        Probabilmente lo saprai già, c'è la possibilità di recuperare buona parte delle storie qui
                        https://inducks.org/issue.php?c=it%2FTXTR++3#p007
                        In qualche fumetteria potrebbero averlo ancora, o ordinarlo.
                        Peccato che i tempi della pubblicazione siano recenti, perché ci vedrei bene anche un classico d'autore dedicato ad area15.

                        *

                        valearlert
                        Bassotto
                        PolliceSu   (1)

                        • *
                        • Post: 2
                        • Esordiente
                          • Offline
                          • Mostra profilo
                        PolliceSu   (1)
                          Re:Topolino 3468
                          Risposta #26: Sabato 14 Mag 2022, 18:41:40
                          Grazie mille per il benvenuto!
                          Ecco, la saga di Don Rosa ce l'ho in lista da un bel po' di tempo e mi manca. Mi incuriosisce molto, e sicuramente il leggerla potrà contribuire a farmi apprezzare maggiormente le future apparizioni di Doretta.
                          Non avevo idea che le storie dell'Area 15 fossero già state raccolte in un volume a parte, ma ci speravo! :)

                          *

                          Samu
                          Diabolico Vendicatore
                          PolliceSu   (1)

                          • ****
                          • Post: 1501
                          • Amante del bel fumetto
                            • Offline
                            • Mostra profilo
                          PolliceSu   (1)
                            Re:Topolino 3468
                            Risposta #27: Sabato 14 Mag 2022, 19:24:51
                            "Eppur nell'aria già si avverte la presenza di una storia..."

                            Ho ripreso recentemente a leggere e supportare Topolino. Area 15 - Sipario è la storia che mi è piaciuta di più tra gli ultimi 6-7 numeri.
                            Non pensavo che la piacevole lettura dell'avventura di Amelia potesse essere superata tanto presto da un'altra storia, ma l'atmosfera delicata e introspettiva della protagonista di questo numero è intimamente nelle mie corde.
                            Ho avvertito qualcosa di simile a quel tipo di dolcezza, di riflessione e amore per la cultura e le sue citazioni che si colgono anche nelle storie di Teresa Radice e Stefano Turconi.
                            Suggestiva, e le frasi come quella che ho inserito in cima mi sono a loro modo rimaste impresse, facendomi sorridere.
                            Mi spiace molto aver perso la possibilità di leggere anche le altre storie di questa serie, precedenti a questa...
                            Ciao Vale e benvenuta anche da parte mia sul Forum!  :)
                            Ho già avuto modo di parlare di quanto la nuova storia di Area 15 mi ha lasciato durante ed a conclusione della sua lettura ma voglio sottolineare anch'io quanto abbia apprezzato l'elemento che costituisce l'esordio del tuo messaggio, la narrazione per didascalie del monologo sul "Silenzio".
                            Ebbene, è stato veramente un bel leggere, enfatico e teatrale al punto giusto, con le giuste pause e delle riflessioni su ciò che c'è dietro ad una storia che sono valide per ogni ambito artistico, tanto per il Teatro quanto per il Fumetto.
                            Ed io, da appassionato di Fumetto fin da bambino, non ho potuto non "vivere" questo monologo che interseca silenzio e creazione, momento di pausa da un lato e propulsione creativa dall'altro e che si lasciano reciprocamente spazio l'uno all'altro proprio dal punto di vista del piacere che provo nel leggere una nuova - e bella - avventura a fumetti.
                            Perché quando una storia finisce è vero che c'è la pausa, il silenzio.
                            Ma al silenzio segue poi una nuova storia, l'inizio di qualcos'altro, una nuova spinta creativa.
                            E questo è un passaggio che ho particolarmente apprezzato di Sipario !,  perché reso con passione e vitalità e poi mi piace molto vedere come una situazione che accade in un certo momento della storia (in questo caso, il suddetto monologo) viene poi ripresa alla fine della storia, dando così l'idea di una ciclicità compiuta e ben dosata e che si abbina deliziosamente con lo sfondo teatrale della vicenda.

                            *

                            Photomas2
                            Evroniano
                            PolliceSu   (1)

                            • **
                            • Post: 118
                            • Fanatico di Goldrake e Mazinger, Pker supremo
                              • Online
                              • Mostra profilo
                            PolliceSu   (1)
                              Re:Topolino 3468
                              Risposta #28: Domenica 15 Mag 2022, 01:15:06
                              "Eppur nell'aria già si avverte la presenza di una storia..."

                              Ho ripreso recentemente a leggere e supportare Topolino. Area 15 - Sipario è la storia che mi è piaciuta di più tra gli ultimi 6-7 numeri.
                              Non pensavo che la piacevole lettura dell'avventura di Amelia potesse essere superata tanto presto da un'altra storia, ma l'atmosfera delicata e introspettiva della protagonista di questo numero è intimamente nelle mie corde.
                              Ho avvertito qualcosa di simile a quel tipo di dolcezza, di riflessione e amore per la cultura e le sue citazioni che si colgono anche nelle storie di Teresa Radice e Stefano Turconi.
                              Suggestiva, e le frasi come quella che ho inserito in cima mi sono a loro modo rimaste impresse, facendomi sorridere.
                              Mi spiace molto aver perso la possibilità di leggere anche le altre storie di questa serie, precedenti a questa...

                              Un altro dispiacere va anche alla presenza-assenza di Doretta, dalle premesse sembrava potesse avere un ruolo molto più di rilievo, ma dalla conclusione mi sembra che qualcosa possa bollire in pentola, qualcosa destinato a sviluppi futuri (certo, magari fuori dal contesto teatrale di questa storia).
                              Certo che, se le hanno dedicato la copertina per una fugace apparizione, chissà cosa ci faranno quando ricoprirà maggiore importanza...  :P

                              Forse sono solo un po' perplessa per questo "improvviso" riaccendersi dell'interesse di Paperone per Doretta, qualcosa che assomiglia forse anche a un espediente narrativo; del resto non ho ancora letto la storia sul suo passato e dunque potrebbero essermi sfuggiti degli antefatti. Sicuramente non mi è dispiaciuto.

                              Come però rammentavo nel topic dedicato ad Area15, raccomanderò sempre di recuperare il volume che le ha riunite, e non la prima stampa su T3355 e seguenti.

                              Questo perché l'ultimo episodio del primo ciclo contiene un errore, se così lo vogliamo chiamare (è sinceramente una vicenda talmente assurda che parrebbe invece un cambio in corsa dell'ultimo minuto, ma più deleterio che altro), poi sistemato appunto nel volume (si spera anche nelle eventuali successive ristampe).
                              « Ultima modifica: Domenica 15 Mag 2022, 01:31:18 da Photomas2 »

                              *

                              Alkja
                              Brutopiano
                              PolliceSu

                              • *
                              • Post: 39
                              • Esordiente
                                • Offline
                                • Mostra profilo
                              PolliceSu
                                Re:Topolino 3468
                                Risposta #29: Domenica 15 Mag 2022, 09:26:00
                                Da parte di alcuni c'è la tendenza a considerare Nucci un po' inflazionato, ma per quel che mi riguarda se il risultato sono storie come "Sipario" ben venga questa forte presenza!

                                Una storia eccellente, con l'unico rammarico di non aver visto la Doretta Doremì che la copertina sembrava promettere. Ma anche qui il semplice ricordo serve egregiamente e resta la speranza di una comparsa futura, di cui in quel caso avremo posto solide basi. D'altro canto posso anche capire come, nel momento in cui si decidesse di ripescare un personaggio di tale importanza, si possa preferire andare coi piedi di piombo e costruirle attorno una storia adatta, piuttosto che infilarla in un ciclo già avviato e fortemente caratterizzato.

                                Da persona molto critica sul lavoro fatto con Reginella, preferisco che un simile ripescaggio venga fatto bene o piuttosto per nulla: meglio accontentarsi di sporadici ricordi o immagini piuttosto che un lavoro raffazzonato indegno della storia di Paperone e Doretta.

                                Comunque, se un simile ripescaggio dovesse accadere, particolarmente nel Nucci-verse, mi farebbe piacere se questo significasse anche una comparsa - o magari ripresa - di un altro personaggio legato a Doretta, l'altra nipotina Paperetta YèYè: in effetti in una serie come Area 15 potrebbe essere funzionale inserire almeno occasionalmente un simile personaggio di raccordo tra il mondo degli ancora ragazzini e quello degli adulti conclamati.

                                 

                                Dati personali, cookies e GDPR

                                Questo sito per poter funzionare correttamente utilizza dati classificati come "personali" insieme ai cosiddetti cookie tecnici.
                                In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni.
                                Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai trovare il dettaglio di quanto riassunto in queste righe.

                                Per continuare con la navigazione sul sito è necessario accettare cliccando qui, altrimenti... amici come prima! :-)