Logo PaperseraPapersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato

Topolino e il campionissimo

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

Samu
Visir di Papatoa
PolliceSu   (2)

  • *****
  • Post: 2592
  • Appassionato scarpiano
    • Offline
    • Mostra profilo
PolliceSu   (2)
    Topolino e il campionissimo
    Martedì 26 Set 2023, 14:41:57
    Vi ricordate di quella volta in cui Pippo assunse casualmente una forza sovrumana e divenne ben presto un campione di pugilato?
    E di quel Jim Parrucca che, ufficialmente, era soltanto il suo manager ma che in realtà, sotto traccia, covava dei piani ben più loschi e nefandi, tra cui un incessabile desiderio di vendetta?

    Su questi e tanti altri elementi si incentra la splendida storia di Topolino e il campionissimo, una delle più belle avventure del Maestro Romano Scarpa che si dipanano in un tempo soltanto ma intrisa di una bellezza indimenticabile.
    A questa storia ho dedicato un contributo per l'iniziativa atta ad omaggiare l'opera del grande cartoonist veneziano, di cui vi lascio qui sotto il link.

    Buona lettura e... prendete posto sugli spalti: siete tutti invitati all'exploit del Campionissimo, talento unico e irripetibile nella storia della boxe!  :D

    https://www.papersera.net/wp/2023/09/26/topolino-e-il-campionissimo/

    *

    Topdetops
    Visir di Papatoa
    PolliceSu   (1)

    • *****
    • Post: 2131
    • Amante del Disney classico
      • Offline
      • Mostra profilo
    PolliceSu   (1)
      Re:Topolino e il campionissimo
      Risposta #1: Martedì 26 Set 2023, 17:47:56
      Ringrazio Samuele per questo ennesimo, eccellente contributo all'iniziativa Romano Scarpa Forever.
      Topolino e il campionissimo è una storia che ho riletto innumerevoli volte con immenso piacere e che mi ha conquistato fin da quando l'ho scoperta, proprio per la magistrale abilità di Scarpa di caratterizzare dei personaggi "umani" in tutto e per tutto, con dei valori e degli ideali che dovremmo portare dentro di noi ed applicare nella nostra quotidianità. Condivido anche l'affetto per il volumetto "Topolino white edition", per me una Bibbia fumettistica da avere assolutamente nella propria libreria e al quale sono fortemente legato. Lo considero un vero e proprio punto di riferimento quando ho voglia di leggere del buon Fumetto.
      Come ho già detto più di una volta, sono fermamente convinto che una delle qualità maggiori dei "grandi" sia proprio quella di veicolare dei valori imprescindibili e degli insegnamenti di vita, pur partendo da un mezzo di intrattenimento in grado di regalarci piacevoli momenti di spensieratezza, e senza cadere nella retorica o nel falso moralismo.
      Scarpa riesce a fare tutto questo, e Topolino e il campionissimo è un ottimo esempio di questa sua grande abilità. Senza nulla togliere agli altri autori, che amo e leggo con piacere da sempre, i suoi personaggi hanno spesso quel qualcosa in più che li fa assomigliare ad ognuno di noi. Una dote che, secondo il mio punto di vista, possiedono molti giganti della letteratura, ai quali Romano non ha nulla di invidiare.
      Non posso fare altro che consigliare caldamente il recupero di questa storia a chi ancora non la conoscesse, sperando che l'articolo di Samuele possa costituire un valido imput.
      « Ultima modifica: Martedì 26 Set 2023, 17:52:06 da Topdetops »

      *

      Samu
      Visir di Papatoa
      PolliceSu   (1)

      • *****
      • Post: 2592
      • Appassionato scarpiano
        • Offline
        • Mostra profilo
      PolliceSu   (1)
        Re:Topolino e il campionissimo
        Risposta #2: Martedì 26 Set 2023, 18:19:55
        Ringrazio Samuele per questo ennesimo, eccellente contributo all'iniziativa Romano Scarpa Forever.
        Topolino e il campionissimo è una storia che ho riletto innumerevoli volte con immenso piacere e che mi ha conquistato fin da quando l'ho scoperta, proprio per la magistrale abilità di Scarpa di caratterizzare dei personaggi "umani" in tutto e per tutto, con dei valori e degli ideali che dovremmo portare dentro di noi ed applicare nella nostra quotidianità. Condivido anche l'affetto per il volumetto "Topolino white edition", per me una Bibbia fumettistica da avere assolutamente nella propria libreria e al quale sono fortemente legato. Lo considero un vero e proprio punto di riferimento quando ho voglia di leggere del buon Fumetto.
        Come ho già detto più di una volta, sono fermamente convinto che una delle qualità maggiori dei "grandi" sia proprio quella di veicolare dei valori imprescindibili e degli insegnamenti di vita, pur partendo da un mezzo di intrattenimento in grado di regalarci piacevoli momenti di spensieratezza, e senza cadere nella retorica o nel falso moralismo.
        Scarpa riesce a fare tutto questo, e Topolino e il campionissimo è un ottimo esempio di questa sua grande abilità. Senza nulla togliere agli altri autori, che amo e leggo con piacere da sempre, i suoi personaggi hanno spesso quel qualcosa in più che li fa assomigliare ad ognuno di noi. Una dote che, secondo il mio punto di vista, possiedono molti giganti della letteratura, ai quali Romano non ha nulla di invidiare.
        Non posso fare altro che consigliare caldamente il recupero di questa storia a chi ancora non la conoscesse, sperando che l'articolo di Samuele possa costituire un valido imput.
        Caro Tommaso, le tue parole rispecchiano pienamente ciò che penso io di questa meravigliosa storia scarpiana e, in generale, dell'intramontabile valore artistico della sua opera.
        La sua maestria nel tratteggiare dei personaggi che non sono affatto delle stanche macchiette di situazioni già viste e ripetute ma che, al contrario, sono interpreti più che mai vividi e tridimensionali di quelle dinamiche in cui si ritrovano ad agire li rende delle creature talmente realistiche ed umane con cui il lettore può empatizzare fin dal primo momento.
        E come ho scritto nell'articolo, nel momento in cui Topolino e Pippo, l'uno fuori dal campo e l'altro sul ring, sono impegnati a vincere due battaglie diverse ma finalizzate al conseguimento dello stesso obiettivo (ovvero quello di far trionfare, ancora una volta, la giustizia, tanto nella vita quanto nella sua declinazione di lealtà sportiva) viene spontaneo tifare per questi due genuini personaggi. Insieme a loro, si soffre, si teme per la loro sorte, ci si dibatte per non credere che alla fine possa averla finta l'ingiustizia e, finalmente, si esulta in un clima di ritrovata serenità che scalda il cuore.

        Grande, grandissimo Romano e un grazie speciale a te, Tommaso, per quanto hai scritto in risposta al mio articolo e che condivido dalla prima all'ultima riga!  ;)

        *

        Dippy Dawg
        Dittatore di Saturno
        PolliceSu   (1)

        • *****
        • Post: 3669
          • Offline
          • Mostra profilo
        PolliceSu   (1)
          Re:Topolino e il campionissimo
          Risposta #3: Lunedì 2 Ott 2023, 18:17:44
          Sono andato a riprendere il commento che avevo scritto ai tempi del sondaggio sulla migliore storia di Pippo, e lo riporto qui leggermente modificato! :crazy:

          Questa storia è bella, geniale, divertente, e anche commovente!

          E' bella: non mi sembra che ci siano dubbi, sia per la trama, sia per le situazioni che si creano nella storia, sia per l'uso divino dei personaggi!
          E' geniale: pensare a Pippo nei panni di un pugile è quanto di più lontano ci sia dallo stereotipo di questi sportivi! Pensare ad un Tyson, per esempio, e paragonarlo al personaggio buono e ingenuo per eccellenza del mondo Disney, vale da solo come colpo di genio!
          E' divertente: contiene un cumulo di gag come se ne sono viste raramente!
          E' commovente: le vignette riportate nell'articolo, in particolare la terza ("Evviva, Pippo! Diventerai un grande campione!" "Bene, io... sono contento per te, Topolino!"), dove si vede come Pippo si sta impegnando non tanto per il suo successo personale, ma per la gioia del suo amico! :inLove:

          Aggiungo che è anche una storia universale e senza tempo, perfetta oggi come lo era settant'anni fa!
          E pensare che è stata scritta da un autore agli inizi della sua carriera, che solo qualche anno dopo sfornerà i capolavori immortali che conosciamo tutti... eppure, non sembra! :D
          Io son nomato Pippo e son poeta
          Or per l'Inferno ce ne andremo a spasso
          Verso un'oscura e dolorosa meta

          *

          Samu
          Visir di Papatoa
          PolliceSu   (1)

          • *****
          • Post: 2592
          • Appassionato scarpiano
            • Offline
            • Mostra profilo
          PolliceSu   (1)
            Re:Topolino e il campionissimo
            Risposta #4: Lunedì 2 Ott 2023, 19:09:10
            E' commovente: le vignette riportate nell'articolo, in particolare la terza ("Evviva, Pippo! Diventerai un grande campione!" "Bene, io... sono contento per te, Topolino!"), dove si vede come Pippo si sta impegnando non tanto per il suo successo personale, ma per la gioia del suo amico! :inLove:
            Infatti, allorquando è giunto il momento di decidere le vignette che considero più rappresentative della storia da inserire ad integrazione dell'articolo la scelta è ricaduta sulla succitata in maniera spedita.
            Una sola immagine, una grande forza comunicativa: il candore del campionissimo racchiuso nella sua espressione bonaria e disinteressata al successo, fiero soltanto di vedere il proprio amico fervente di entusiasmo nel fare il tifo per lui.
            Ed anche a livello di recitazione dei personaggi e della loro espressività l'immagine segue di pari passo il tenore dei balloon di testo di Topolino e Pippo, con il primo che esulta di gioia fin dall'entusiasmo che gli si legge in viso e nella stretta vigorosa dei pugni stretti e alzati al cielo in segno di "conquista'', in netto contrasto con la mitezza del futuro campione il quale, mani in tasca, rivolge uno sguardo di dolce accondiscenza nei confronti di Mickey.
            Un entusiasmo travolgente raccolto con l'atteggiamento serafico di chi non si monta la testa e mantiene il proprio, intatto, candore.

            La sintesi di come Scarpa riuscisse, con una sola immagine, a tratteggiare personaggi vividi e tridimensionali instaurando tra loro delle dinamiche relazionali perfettamente in linea con le loro personalità e che danno appieno l'idea di quanto siano umani gli interpreti dei suoi racconti e di come sia semplice per il lettore, già al solo osservarli nella loro meravigliosa espressività, identificarsi con questi immortali interpreti della narrativa disneyana!

             

            Dati personali, cookies e GDPR

            Questo sito per poter funzionare correttamente utilizza dati classificati come "personali" insieme ai cosiddetti cookie tecnici.
            In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni.
            Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai trovare il dettaglio di quanto riassunto in queste righe.

            Per continuare con la navigazione sul sito è necessario accettare cliccando qui, altrimenti... amici come prima! :-)