Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
In edicola
4 | |
4 | |
4 | |
3 | |
4 | |
4 | |
3 | |
3 | |
4 | |
3 | |
3 | |
3 | |
Uack! 40 - Vita da paperi 6 - Recensione di scrooge4

Dopo quattro anni e mezzo, quaranta uscite e tre diverse incarnazioni, cala il sipario su una delle testate Disney dell'era Panini maggiormente apprezzate dagli appassionati più esigenti. E lo fa in grande stile, con la riproposta di una delle storie più evocative e affascinanti di Carl Barks: Paperino, Zio Paperone e il ventino fatale. La storia non ha certo bisogno di presentazioni, essendo certamente tra le primissime che qualunque fan dell'Uomo dei Paperi citerebbe tra le preferite. Pur avendo avuto negli anni tante ristampe (anche con il titolo Zio Paperone e il trenino della felicità) la storia mancava in edicola da ben dieci anni. Resta nella memoria principalmente per il fatto che affronta un tema assolutamente raro all'interno del fumetto disneyano, pur essendo profondamente presente in qualunque realtà urbana degli Stati Uniti degli anni '50 del '900 così come in quella italiana dei giorni nostri: la povertà più nera, l'esclusione sociale, il degrado delle periferie e dei quartieri popolari, la forbice tra ricchezza più sfrenata e indigenza estrema. Come tradizione, la storia viene accompagnata da tutti i contenuti presenti nell'originale albo americano che l'ha ospitata all'esordio (Four Color 367 del gennaio 1952): tre tavole auto-conclusive disegnate da Carl Barks a tema natalizio, pubblicate nella versione italiana del 1991, senza riproporre il bianco e nero di quelle originariamente poste in seconda e terza di copertina, come avveniva nei primi tempi di questa testata.
L'altra metà dell'albo ospita due storie tratte da altrettanti albi giant natalizi del 1956 e del 1958: Archimede e il regalo della nonna e Paperino e la sfida natalizia. Quest'ultima, in particolare, si contraddistingue per una divisione delle tavole in tre strisce, poco consueta per l'opera di Barks, e per la presenza di un nuovo antagonista per Paperone, Girolamo Girello, in un ruolo tradizionalmente interpretato da Rockerduck (si veda anche la penitenza del mangiare indumenti) nelle storie italiane.
Per Walt Disney's Comics and Stories è il turno del numero 64 (gennaio 1946) con Paperino e i buoni propositi anticipata dal rimontaggio della sunday page di Karp e Taliaferro del 22 dicembre 1940, già vista in Italia sul volume Mondadori Paperino 365 sketches 1936-1945 storie per un anno e in poche pubblicazioni amatoriali.
La riproposizione delle storie di Barks tratte dal periodico USA più importante si conclude così in una fase certamente embrionale, mancando ben vent'anni di ten pages che hanno continuato a costruire e definire l'identità della famiglia dei paperi per come oggi la conosciamo. Resta l'amaro in bocca per la chiusura di una testata che, tra le tante difficoltà testimoniate dal ridimensionamento della foliazione, dall'aumento di prezzo e dalla riduzione dell'apparato redazionale, ha proposto nel suo primo ciclo l'intera cronologia delle storie di Barks pubblicate su Uncle $crooge in una veste il più possibile fedele all'originale, ha tentato di fare lo stesso per buona parte degli storici albi Four Color ripubblicando tanti altri capolavori, ha indagato sui pochissimi inediti ancora rintracciabili all'interno dell'opera dell'Uomo dei Paperi, ha offerto in un caso (Zio Paperone e l'elefante picchiettato sul numero 19) una traduzione fedele in luogo della versione stravolta proposta negli anni precedenti.
Ringraziando ancora una volta Luca Boschi ed Alberto Becattini per la passione con la quale ci hanno accompagnato in questi quattro anni, ci auguriamo che nel prossimo futuro possa esserci ancora spazio per pubblicazioni Disney di questo livello.

Leggi la recensione

Voto del recensore:
Voto medio: (15)
Esegui il login per votare

I Classici Disney (Nuova serie) - Discussione generale

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

ilFumettista
Sceriffo di Valmitraglia

  • ***
  • Post: 333
  • Non prendetevi troppo sul serio...
    • Online
    • Mostra profilo

    Re:I Classici Disney (Nuova serie) - Discussione generale
    Risposta #15: Sabato 10 Ago 2019, 19:20:27
    Io proprio quello avevo scritto, lo apro io?
    -ilFu
    « Ultima modifica: Sabato 10 Ago 2019, 19:26:50 da ilFumettista »

      Re:I Classici Disney (Nuova serie) - Discussione generale
      Risposta #16: Sabato 10 Ago 2019, 21:37:09
      Scusate, ma non sarebbe meglio aprire il topic apposito con numero e mese, così da poterlo trovare subito? Altrimenti con l'andare del tempo non si riusciranno più a trovare facilmente i numeri se si continua qui...

      giusto, chiedo scusa per aver postato qui foto della copertina e indice, che qualcuno ha già provveduto a spostare in un apposito topic (compresa la mia foto... diamo a cesare quel che è di cesare... o meglio della fumetteria perché la mia copia deve ancora arrivarmi in abbonamento e ho fotografato quella arrivata in fumetteria)

      *

      ilFumettista
      Sceriffo di Valmitraglia

      • ***
      • Post: 333
      • Non prendetevi troppo sul serio...
        • Online
        • Mostra profilo

        Re:I Classici Disney (Nuova serie) - Discussione generale
        Risposta #17: Sabato 10 Ago 2019, 22:13:13
        Io ti chiedo scusa perché l'avevo attribuita a SalvoPikappa...  :-[
        Com'è mio solito...
        Se vuoi puoi rifare un post nel mio topic con l'indice e io elimino il messaggio...
        -ilFu

          Re:I Classici Disney (Nuova serie) - Discussione generale
          Risposta #18: Lunedì 12 Ago 2019, 12:31:18
          Ho letto entrambi i numeri dei nuovi classici e non sono entusiasta di questa nuova versione. Non mi piace guardare al fattore costo per pagine, ma credo che il problema ormai si ponga, perché questi volumi di meno di 200 pagine costano ormai 4,50 euro. Bellissime le copertine di Freccero, ma il costo non si giustifica per la frame story - che lega in modo a volte poco convincente le storie. Io francamente non amo, poi, proprio l'idea delle storie di raccordo e non capisco chi ne celebra i fasti nei vecchi Classici Dinsey; spesso erano storie molto sconclusionate e disegnate in modo approssimativo. Francamente, le vecchie Topostorie offrivano di più (come pagine) a un minor prezzo; avrei preferito che i nuovi classici proponessero magari una selezione di maggiore qualità, senza nuove tavole.

          *

          paolobar
          Diabolico Vendicatore
             (1)

          • ****
          • Post: 1496
            • Offline
            • Mostra profilo
             (1)
            Re:I Classici Disney (Nuova serie) - Discussione generale
            Risposta #19: Lunedì 19 Ago 2019, 22:30:14
            me ne sono accorto solo oggi che mi è arrivato il numero 2 in abbonamento. Sul retro hanno cambiato grafica, inserendo anche il logo, ma la cosa che mi sorprende e mi lascia di stucco è che il prezzo del numero 1 in Germania era di 7,50 euro e in Svizzera era di 7,70 franchi. Ebbene, in soli due mesi il prezzo in Germania è salito a 10,60 euro (+3,10 euro ossia +41,3%) e in Svizzera è salito a 10,90 euro (+3,20 euro ossia +41,6%), altro che inflazione galoppante!
            « Ultima modifica: Martedì 20 Ago 2019, 22:25:30 da paolobar »

            *

            Topdetops
            Diabolico Vendicatore

            • ****
            • Post: 1949
            • Amante del fumetto
              • Offline
              • Mostra profilo

              Re:I Classici Disney (Nuova serie) - Discussione generale
              Risposta #20: Martedì 20 Ago 2019, 07:07:50
              Anch'io continuo ad essere poco convinto da questo nuovo corso dei Classici.
              Da un lato penso che con il volume di Fantomius si possa alzare l'asticella, dall'altro invece no.
              È un vero peccato: secondo me i Classici (parlo ovviamente dei primi numeri) sono una di quelle serie "intoccabili": nel senso che la famosa prima serie secondo me è sufficiente.
              Piuttosto avrei preferito delle ristampe in volumi eleganti (dei cartonati con due numeri interi per uscita), ma fatti bene, con tanti redazionali.
              Appassionato del fumetto e amante della buona tavola.

               

              Dati personali, cookies e GDPR

              Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

              Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

              Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.