Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
Le nostre recensioni
2 | |
4 | |
2 | |
2 | |
3 | |
3 | |
5 | |
4 | |
4 | |
3 | |
3 | |
3 | |

Consigli Cinematografici

0 Utenti e 2 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

*

Warren
Diabolico Vendicatore

  • ****
  • Post: 1561
  • Non chiamarmi nipote, chiamami vendetta!
    • Offline
    • Mostra profilo

    Re: Consigli Cinematografici
    Risposta #15: Sabato 4 Feb 2006, 14:21:49
    Shaolin Soccer



    con Stephen Chow, Zhao Wei, Man Tat Ng, Kai Man Tit, Wong Kai Yue

    regia di Stephen Chow

    Un film da non perdere per gli amanti dei cartoni giapponesi, per i fan di Holly e Benji, o semplicemente per coloro cui piace il grande cinema comico/grottesco.
    È possibile applicare i principi della disciplina Shaolin al gioco del calcio? È quello che si chiede lo sfigatissimo protagonista, che mette insieme una scalcinata squadra con i suoi fratelli...
    Ma quando le loro arti mistiche si risvegliano, saranno pronti a vincere il campionato trovando sulla loro strada in finale l'Evil Team composto da atleti convertiti al male da una combinazione di doping e magia nera.

    Stratosferico, imperdibili i portiere Bruce Lee e una specie di "Ed Warner" dei cattivi...

    Un avvertimento: evitare come la peste la squallida edizione italiana, il film e' purtroppo da vedere in originale sottotitolato.
    Questo posto è semplicemente perfetto! Aria pura, sassi e rape!

    Il mio blog: http://morellogiak.splinder.com/

    *

    Duck Luca
    Gran Mogol

    • ***
    • Post: 720
    • Pedrocchi nei Maestri Disney! Ward su Zio Paperone
      • Offline
      • Mostra profilo

      Re: Consigli Cinematografici
      Risposta #16: Sabato 4 Feb 2006, 14:34:25


      Un avvertimento: evitare come la peste la squallida edizione italiana, il film e' purtroppo da vedere in originale sottotitolato.

      Ecco perchè io non l'ho trovato granchè...ma dove si può pescare l'originale? :o
      Wir fahr'n fahr'n fahr'n auf der Autobahn

      *

      Warren
      Diabolico Vendicatore

      • ****
      • Post: 1561
      • Non chiamarmi nipote, chiamami vendetta!
        • Offline
        • Mostra profilo

        Re: Consigli Cinematografici
        Risposta #17: Sabato 4 Feb 2006, 14:40:25

        Ecco perchè io non l'ho trovato granchè...ma dove si può pescare l'originale?

        Mi prendo tutta la responsabilita' ma...

        scaricatelo.

        Non vedo perche' dovrei dire di comprare il DVD per scegliere l'opzione in lingua originale, d'altronde finche' in Italia si violenteranno questi film sicuramente non mi sento di offrirgli pure dei soldi.
        Questo posto è semplicemente perfetto! Aria pura, sassi e rape!

        Il mio blog: http://morellogiak.splinder.com/

        *

        Duck Luca
        Gran Mogol

        • ***
        • Post: 720
        • Pedrocchi nei Maestri Disney! Ward su Zio Paperone
          • Offline
          • Mostra profilo

          Re: Consigli Cinematografici
          Risposta #18: Sabato 4 Feb 2006, 21:40:07

          Mi prendo tutta la responsabilita' ma...

          scaricatelo.

          Non vedo perche' dovrei dire di comprare il DVD per scegliere l'opzione in lingua originale, d'altronde finche' in Italia si violenteranno questi film sicuramente non mi sento di offrirgli pure dei soldi.

          Ok, grazie Warren :). Spero di trovarci anche i sottotitoli :P
          Wir fahr'n fahr'n fahr'n auf der Autobahn

          *

          arvard
          Bassotto

          • *
          • Post: 14
          • Alè Genoa
            • Offline
            • Mostra profilo

            Re: Consigli Cinematografici
            Risposta #19: Sabato 24 Feb 2007, 23:45:24
            "BUON COMPLEANNO MR GRAPE"

            Titolo originale: "What's eating Gilbert Grape?"

            Regia: Lasse Hallstrom
            Interpreti: Johhny Depp, Leonardo Di Caprio, Juliet Lewis, John C. Really, Mary Straasburger, Darlene Cates,

            Si tratta della storia di Gilbert Grape (Depp), alle prese con una situazione familiare non proprio "normale": la madre obesa che non esce più di casa da quando diciassette anni prima il marito si è suicidato; il fratellino minorato (Di Caprio), che ha il vizio di arrampicarsi sulla torretta che regge la cisterna dell'acqua di Endora - il monotono paese in cui la famiglia Grape abita - creando scompiglio in città; il lavoro non proprio gratificante; la monotonia della vita di provincia; la solita gente priva di fantasia. Per fortuna che arriva Becky (Lewis), a portare un po' di allegria in città....

            Ho trovato questo film estremamente romantico e all'antica. L'ho apprezzato a tal punto da farlo schizzare in vetta assoluta della mia classifica personale. Intensa l'interpretazione di Johnny Depp (che rivelò in un'intervista di essersi calato perfettamente in parte per il fatto che quel periodo della sua vita era raratterizzato dalla malinconia). Ma è Di Caprio la sorpresa per questo film del 1993. L'allora ventenne californiano si era meritato una no mination all'oscar, che poi non andò in porto. L'oscar come miglior attore non protagonista gli fu "rubato" da Tommy Lee Jones, che quell'anno interpretò il poliziotto che dava la caccia a Harrison Ford ne "Il fuggitivo". la verità è che già Tom Hanks si guadagnò la statuetta come protagonista per un celebre film sulla vita di un diabile: "Forrest Gump". A parte tutto, in questo film il regista Hallstrom dimostra di saper individuare ancora i problemi della società odierna e del disagio giovanile, mettendo in primo piano quella che è una famiglia le cui condizioni - come già detto  - non sono proprio "normali", senza tuttavia presentarcela come una situazione tragica da compatire. Nell'insoddisfazione sessuale della vedova Carver (Straasburger) - che tra l'altro trova sfogo nella storia clandestina con il giovane e altruista protagonista Gilbert - nell'egoismo del signor Carver, nella bassezza culturale degli amici del protagonista...Hallstrom ci mostra come, inn fondo, anche quelle situazioni che sembrano "normali", in realtà non sono meno tragiche di quella dei Grape, ognuna a suo modo, ognuna per i suoi motivi.
            Hallstrom dipinge perfettamente sull'immagine di Depp la sagoma  dell'antieroe (qualcosa che forse mancava dai tempi di James Stweart in "La vita è meravigliosa") ma che prestoquest'ultimo si scrollerà di dosso in favore di quella di "bello e dannato" che lo accompagnerà in molti suoi films.
            La colonna sonora non è eccezionale, ma suggestiva, soprattutto la parte "sussurrata" al pianoforte, tra le suggestive immagini dei tramonti di Endora e dei rosseggianti cieli che si riflettono sui campi di grano giallastri, che sembrano tratti da un quadro. In realtà sono frutto della buona direzione della fotografia di Sven Nikvist, che contribuiscono a fare dell'atmosfera retrò di questo film (che ritroveremo anche in "Chocolat", l'ultimo celebre film di Hallstrom) un elemento di melodrammatica romanticità.
            Lo consiglio caldamente.

            arvard.
            "Quella ha il più bel prendi sedani che io abbia mai visto"

            *

            Gio
            Cugino di Alf

            • ****
            • Post: 1264
            • Mangiati il cappello povero pivello!
              • Offline
              • Mostra profilo

              Re: Consigli Cinematografici
              Risposta #20: Domenica 25 Feb 2007, 14:16:52

              L'esercito delle dodici scimmie
              (Twelve Monkeys)



              Un film di Terry Gilliam.
              Con Bruce Willis, Brad Pitt, Madeleine Stowe, Christopher Plummer, Jon Seda, Frank Gorshin, Bill Raymond, David Morse.
              Genere Fantascienza,
              colore,
              131 (125) minuti.
              Produzione USA 1995.


              Trama

              Attenzione: di seguito viene rivelata, del tutto o in parte, la trama dell'opera.

              Siamo nel 2035 e James Cole è un detenuto che, con la promessa della grazia, viene inviato nel passato per indagare sui fatti che hanno portato all'estinzione del 99% dell'umanità e costretto i sopravvissuti a vivere nel sottosuolo per sfuggire al contagio di un virus letale. I detenuti svolgono il lavoro "sporco" di salire di tanto in tanto in superficie con speciali tute ermetiche, correndo il rischio di venire contagiati a loro volta, per raccogliere le prove riguardo la responsabilità di una tale catastrofe. I capi di queste comunità sotterranee paiono essere degli scienziati, che fanno di tutto per poter, un giorno, avere le mani sul virus originale, che intanto è mutato, per creare un antidoto e riconquistare la superficie.

              Tutte le prove portano ad un sedicente gruppo ecologista, l'esercito delle dodici scimmie, che avrebbe diffuso il contagio per liberare la Terra da quel cancro che sono gli esseri umani. Particolarmente un murales apparso pochi giorni prima della tragedia porta la scritta "L'abbiamo fatto noi".

              Al suo arrivo nel 1990 (sarebbe dovuto giungere nel 1996 ma c'è stato un malfunzionamento nella macchina del tempo), Cole viene arrestato e detenuto in una clinica psichiatrica, dove incontra Jeffrey Goines, anch'egli detenuto e la dottoressa Kathryn Railly, un'esperta di malattie mentali caratterizzate da presunte capacità profetiche. Inizialmente ritiene Cole malato, ma successivamente inizia a prenderlo sul serio. Goines e Cole stringono una strana amicizia, e quest'ultimo, a causa degli psicofarmaci che gli venivano somministrati, rivela a Goines la sua storia. Goines non crede alle parole di Cole, ma rimane colpito dalla storia della distruzione della maggior parte dell'umanità.

              Cole sembra scomparire nel nulla, ma è stato in realtà riportato nel futuro. Dopo un altro errore (viene inviato al tempo della prima guerra mondiale), viene finalmente mandato nel 1996, cioè al tempo del primo contagio.

              Qui rapisce la dottoressa Reilly, che dopo gli iniziali momenti di terrore, inizia a collaborare, dopo che James gli ha rivelato i dettagli di un caso di cronaca che lo aveva colpito da bambino, cioè nel 1996. Insieme scoprono che Jeffrey è il fondatore de l'esercito delle dodici scimmie, nonché figlio di un noto biologo. L'indagine continua, ma Cole viene richiamato dal futuro.

              Intanto la dottoressa, ancora scossa dall'esperienza, riconosce in una foto della prima guerra mondiale, riguardante il mistero di un uomo comparso all'improvviso nelle trincee francesi, proprio Cole.

              Questi viene di nuovo inviato nel 1996, ma stavolta scopre l'amore, corrisposto, per la dott.ssa Reilly e fa di tutto per rimanere dov'è. Decidono che, se il mondo sarebbe dovuto finire ineluttabilmente, avrebbero aspettato la fine nelle Key Island.

              Si dirigono verso l'aeroporto e nel taxi scoprono che il piano di Goines era quello di liberare gli animali dello zoo (l'abbiamo fatto noi). Tirano un sospiro di sollievo, ma arrivati all'aeroporto un araldo del futuro (un tal Josè, compagno di cella di Cole) gli intima di trovare il vero responsabile e di prendere il virus. Si scoprirà essere un biologo, dipendente del padre di Goines, anch'egli (secondo la chiave di lettura nell'intervista a Gilliam nel making of nella versione DVD) facente parte del gruppo. Nel tentativo di prenderlo prima che prenda l'aereo e sparga il virus per il mondo, Cole viene ucciso dalla sicurezza dell'aeroporto davanti a sé stesso da bambino.

              Una possibile interpretazione potrebbe essere la seguente: il mondo sembra essere segnato da un destino ciclico (del tipo eterno ritorno all'uguale di Friedrich Nietzsche), ma in aereo l'untore viene avvicinato da una scienziata proveniente dal futuro (la stessa che parla con Cole nel futuro), la quale tenterà forse di salvare l'umanità. Un'altra interpretazione è invece che la suddetta scienziata non venga dal futuro, ma che diventi dopo una scienziata (infatti sull'aereo dice di occuparsi di assicurazioni): il virus è ormai diffuso (all'aeroporto l'untore apre una fiala contenente il virus) e la missione di Cole non è servita a salvare l'umanità, ma solo per capire che le 12 scimmie non sono colpevoli della fine. Un'ulteriore possibilità interpretativa ritiene in fondo riuscita la missione di Cole: la donna, infatti, si finge assicuratrice, in realtà è la scienziata tornata nel passato e che riesce a mettere le mani sul virus originario, non ancora modificato. Nel futuro, dunque, l'umanità riuscirà a trovare un antidoto, e uscirà nuovamente in superficie a "riveder le stelle".

              "DENTRO, spazzatura!"
              "UEF!"
              "FUORI, iettatura!"
              "UOFFF!"

              (G. Martina)

              *

              Brigitta MacBridge
              Flagello dei mari
              Moderatore

              • *****
              • Post: 4730
              • Paperonuuuuccciooooo....
                • Offline
                • Mostra profilo

                Re: Consigli Cinematografici
                Risposta #21: Domenica 25 Feb 2007, 15:44:25
                Una possibile interpretazione potrebbe essere la seguente: il mondo sembra essere segnato da un destino ciclico (del tipo eterno ritorno all'uguale di Friedrich Nietzsche), ma in aereo l'untore viene avvicinato da una scienziata proveniente dal futuro (la stessa che parla con Cole nel futuro), la quale tenterà forse di salvare l'umanità. Un'altra interpretazione è invece che la suddetta scienziata non venga dal futuro, ma che diventi dopo una scienziata (infatti sull'aereo dice di occuparsi di assicurazioni): il virus è ormai diffuso (all'aeroporto l'untore apre una fiala contenente il virus) e la missione di Cole non è servita a salvare l'umanità, ma solo per capire che le 12 scimmie non sono colpevoli della fine. Un'ulteriore possibilità interpretativa ritiene in fondo riuscita la missione di Cole: la donna, infatti, si finge assicuratrice, in realtà è la scienziata tornata nel passato e che riesce a mettere le mani sul virus originario, non ancora modificato. Nel futuro, dunque, l'umanità riuscirà a trovare un antidoto, e uscirà nuovamente in superficie a "riveder le stelle".
                Secondo me l'interpretazione giusta e': la donna sull'aereo dice di essere una assicuratrice perche' E' una assicuratrice (fra l'altro appare anche sensibilmente piu' giovane di come la ha conosciuta Cole, quindi l'ipotesi che sia ritornata dal futuro non regge), e solo in seguito diventera' uno degli "scienziati" che mandano Cole nel passato. In realta' tali  "scienziati" sono una massa di incompetenti arruffoni, ma a causa dell'epidemia sono, per cosi' dire, il "meglio" che l'umanita' del futuro possa mettere in campo. Ah, e l'epidemia si diffonde, nel futuro non arrivera' neppure la consapevolezza che le 12 scimmie non c'entrano nulla, e  tutto resta come prima (l'eterno ritorno). Penso che fra le interpetazioni possibili sia quella che piu' si adatta allo stile di Gilliam.
                I miei teSSSSori: http://tinyurl.com/a3ybupd

                "You must be the change you want to see in the world" -- Gandhi

                *

                marisa
                Gran Mogol

                • ***
                • Post: 706
                • Che splendida papera!Come ho fatto a non notarla?
                  • Offline
                  • Mostra profilo

                  Re: Consigli Cinematografici
                  Risposta #22: Martedì 6 Mar 2007, 22:11:45
                  Solo ora ho letto il Topic, ma ho deciso di intervenire perchè "L'esercito delle 12 scimmie" è un film che amo molto, anche per l'ottima interpretazione degli attori. Magari non tutto quadra alla perfezione, ma il meccanismo è così complicato che glielo si può perdonare. Insomma avercene!
                  Anch'io credo che l'interpretazione giusta del finale sia quella data da Brigitta. Comunque un bell'esempio di tenacia: davvero un salto notevole, da assicuratrice a scienziata (che salva il mondo, per giunta!  8-))

                  *

                  Giacomo
                  Brutopiano

                  • *
                  • Post: 32
                  • Sarò più duro dei duri e più furbo dei furbi...
                    • Offline
                    • Mostra profilo

                    Re: Consigli Cinematografici
                    Risposta #23: Domenica 29 Apr 2007, 23:28:12


                    The Prestige
                    Regia di Christopher Nolan
                    Con Christian Bale, Michael Caine, Hugh Jackman, Scarlett Johansson, Andy Serkis, David Bowie

                    Un tragico incidente rompe un'amicizia e dà inizio ad una sfida, ad una battaglia per stabilire chi fra due maghi sia il migliore. Attori molto bravi, fotografia e sconografie fantastiche ci trascinano in una Londra di fine '800 "magica" dove Angier (Hugh Jackman) e Borden (Christian Bale), dopo reciproci sabotaggi,  stanno per sfidarsi nel loro numero più difficile: il trasporto umano.

                    Sicuramente uno dei più bei film del 2006! L'ho visto per 3 giorni di fila e non mi ha ancora stufato (ora però guardo anche dell'altro  :P)
                    Grandissimo Tesla (scienziato straordinario) interpretato da David Bowie!
                    Il talento non esiste! Esistono soltanto l'ispirazione e l'ambizione, e le mie sono roventi!

                    *

                    Zimm
                    Sceriffo di Valmitraglia

                    • ***
                    • Post: 280
                    • Nuovo utente
                      • Offline
                      • Mostra profilo

                      Re: Consigli Cinematografici
                      Risposta #24: Domenica 6 Mag 2007, 18:28:50
                      1) La città incantata di Hayao Miyazaki
                      perchè è magico e poetico.
                      2) Bianca di Nanni Moretti
                      secondo me un piccolo capolavoro, un gioiellino che guardo e riguardo senza mai stancarmi. Un giallo anomalo con scene da antologia, come quella dell'interrogatorio: "una volta era più facile giudicare, come con le scarpe..."  e poi la mitica sachertorte!
                      3) Brisby e il segreto di Nimh di Don Bluth
                      Dal migliore allievo Disney, una storia poetica, commovente, gotica, insuperabile per la qualità dei disegni di Don Bluth, il creatore di Fievel, e della Ricerca della valle incantata. Il suo miglior film.
                      4) Amarcord di Federico Fellini
                      Perchè fa sognare, e poi attinge alla memoria e alle emozioni suscitate dai ricordi, forse sono troppo manzoniano!
                      5) La guerra lampo dei fratelli Marx di Leo McCarey
                      Perchè insieme a Berlinguer ti voglio bene è il film che guardo più spesso quando sono giù
                      6) Novecento di Bernardo Bertolucci
                      Perchè ha ispirato la mia fantasia e i miei deliri, sconvolgendomi tutte le volte che lo vedevo.
                      « Ultima modifica: Domenica 6 Mag 2007, 18:29:51 da Zimm »

                      *

                      peppe89.
                      Evroniano

                      • **
                      • Post: 84
                      • Nuovo arrivato
                        • Offline
                        • Mostra profilo

                        Re: Consigli Cinematografici
                        Risposta #25: Domenica 6 Mag 2007, 21:17:07
                        Novecento l'ho visto e proprio non mi è piaciuto(una vera palla!),con tutto rispetto per il cast.l'unica cosa che mi è piaciuta è la colonna sonora di Morricone.E' molto noioso e troppo di parte.
                        Mi è molto piaciuto invece Million dollar baby:un film bello e commovente.
                        « Ultima modifica: Domenica 6 Mag 2007, 21:17:57 da giuseppe »

                        *

                        joe mango
                        Gran Mogol

                        • ***
                        • Post: 570
                        • un viaggiatore esteta che ha per casa la strada
                          • Offline
                          • Mostra profilo

                          Re: Consigli Cinematografici
                          Risposta #26: Lunedì 14 Mag 2007, 14:18:24
                          Consiglio vivamente a tutti i cinefili buongustai:
                          IL SOLE di Aleksandr Sokurov (2005)
                          Uno straordinario film d'autore sugli ultimi tempi dell'imperatore giapponese Hirohito (Tokyo, 1945) che va idealmente a concludere la cosiddetta "trilogia del potere" di cui fanno parte Moloch (su Adolf Hitler) e Taurus (su Lenin, inedito in Italia).
                          Rockstar Chef
                                                         <><>Blog-scritti-liriche-ricette

                          *

                          Zimm
                          Sceriffo di Valmitraglia

                          • ***
                          • Post: 280
                          • Nuovo utente
                            • Offline
                            • Mostra profilo

                            Re: Consigli Cinematografici
                            Risposta #27: Mercoledì 20 Giu 2007, 22:41:27
                            Uccellacci e uccellini di Pierpaolo Pasolini, un piccolo film della vita, un'ideofiaba (come la chiamava lo stesso Pasolini) poetica e divertente e che risalta il pensiero politico del suo autore.Due grandissimi attori: Totò e Ninetto Davoli. Quest'ultimo si è esposto anche in favore di Tarantino nella polemica mossa sul cinema italiano.
                            "Tanto ormai non me lo dite più dove andate. E io che so tante cose questo non la saprò mai! Il viaggio incomincia ed è già finito" dice il buon corvo che viene da un paese chiamato Ideologia e che abita in via Carlo Marx al 70 volte 7.
                            « Ultima modifica: Mercoledì 20 Giu 2007, 22:42:03 da Zimm »

                            *

                            Brigitta MacBridge
                            Flagello dei mari
                            Moderatore

                            • *****
                            • Post: 4730
                            • Paperonuuuuccciooooo....
                              • Offline
                              • Mostra profilo

                              Re: Consigli Cinematografici
                              Risposta #28: Giovedì 21 Giu 2007, 09:47:46
                              Uccellacci e uccellini di Pierpaolo Pasolini, un piccolo film della vita, un'ideofiaba (come la chiamava lo stesso Pasolini) poetica e divertente e che risalta il pensiero politico del suo autore.Due grandissimi attori: Totò e Ninetto Davoli. Quest'ultimo si è esposto anche in favore di Tarantino nella polemica mossa sul cinema italiano.
                              "Tanto ormai non me lo dite più dove andate. E io che so tante cose questo non la saprò mai! Il viaggio incomincia ed è già finito" dice il buon corvo che viene da un paese chiamato Ideologia e che abita in via Carlo Marx al 70 volte 7.
                              Lo vidi molti anni fa, ancora ero al liceo, e sinceramente non lo capii più di tanto (mea culpa).
                              Ciononostante mi piacque moltissimo la parte su Frate Antonio e Fra Ninetto, che trovai deliziosamente ironica e poetica al tempo stesso. Credo che il film meriterebbe di essere visto anche solo per quella.
                              I miei teSSSSori: http://tinyurl.com/a3ybupd

                              "You must be the change you want to see in the world" -- Gandhi

                              *

                              joe mango
                              Gran Mogol

                              • ***
                              • Post: 570
                              • un viaggiatore esteta che ha per casa la strada
                                • Offline
                                • Mostra profilo

                                Re: Consigli Cinematografici
                                Risposta #29: Sabato 30 Giu 2007, 19:22:27
                                Consiglio La cena dei cretini di Veber.
                                Bella commedia con un buon successo.
                                Il cinema francese d'oggi che funziona (fatto assai raro).
                                « Ultima modifica: Sabato 30 Giu 2007, 20:27:10 da cuginosgrizzo »
                                Rockstar Chef
                                                               <><>Blog-scritti-liriche-ricette

                                 

                                Dati personali, cookies e GDPR

                                Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

                                Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

                                Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.