Logo PaperseraPapersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
Le nostre recensioni
4 | |
3 | |
4 | |
3 | |
5 | |
4 | |
3 | |
2 | |
5 | |
5 | |
4.5 | |
2 | |

Il Ritorno di Mary Poppins

0 Utenti e 2 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

*

Giona
Visir di Papatoa
PolliceSu   (2)

  • *****
  • Post: 2551
  • FORTVNA FAVET FORTIBVS
    • Offline
    • Mostra profilo
PolliceSu   (2)
    Re:Il Ritorno di Mary Poppins
    Risposta #15: Martedì 4 Gen 2022, 10:15:23
    Ho visto per la prima volta questo film ieri sera in occasione della prima TV su Rai 1.
    Condivido in parte quanto già scritto da Bramo e da Kim nei loro interventi. Io comunque ho apprezzato molto l'interpretazione di Emily Blunt, che ho ritrovato più simile a come caratterialmente era stata delineata nelle pagine della Travers . Ho trovato però deludenti diversi episodi, in particolare quello con "la cugina sottosopra" (anche se ispirata a un personaggio presente nel secondo libro della serie). Le "controparti animate" dei "cattivi" della storia mi sono sembrate "buttate lì", tanto che secondo me sarebbe stato persino difficile cogliere il nesso tra loro e i personaggi "in carne e ossa", se Georgie non avesse gridato "al lupo!".
    Il ruolo che avevano gli spazzacamini nel primo film è qui ricoperto dai lampionai, chiamati gergalmente "acciarini", che avevano il compito di accendere e spegnere l'illuminazione a gas; tuttavia, l'illuminazione elettrica a Londra, all'epoca della vicenda, era in uso già da molti anni.
    Un'altra cosa che ho trovato abbastanza fastidiosa è stata l'"inclusività a tutti i costi" nei confronti di minoranze etniche e/o sessuali praticata dall'attuale industria cinematografica, che non ha un corrispettivo reale coi luoghi e l'epoca in cui sono ambientati i fatti: un lattaio di colore ci può stare, ma un avvocato (Frye), che per di più non sembrava un "semplice novellino", ma un socio (per quanto sicuramente junior) dello studio "Gooding & Frye" mi è sembrato altamente improbabile.
    « Ultima modifica: Giovedì 6 Gen 2022, 13:16:31 da Giona »
    "Coi dollari, coi dollari si compran le vallate / Così le mie ricchezze saran settuplicate" (da Paperino e l'eco dei dollari)

    *

    Bunz
    Giovane Marmotta
    PolliceSu

    • **
    • Post: 156
    • Esordiente
      • Offline
      • Mostra profilo
    PolliceSu
      Re:Il Ritorno di Mary Poppins
      Risposta #16: Mercoledì 5 Gen 2022, 13:07:01
      Ho visto per la prima volta questo film ieri sera in occasione della prima TV su Rai 1.
      Condivido in parte quanto già scritto da Bramo e da Kim nei loro interventi. Io comunque ho apprezzato molto l'interpretazione di Emily Blunt, che ho ritrovato più simile a come caratterialmente era stata delineata nelle pagine della Travers. Ho trovato però deludenti diversi episodi, in particolare quello con "la cugina sottosopra" (anche se ispirata a un personaggio presente nel secondo libro della serie).
      Un'altra cosa che ho trovato abbastanza fastidiosa è stata l'"inclusività a tutti i costi" nei confronti di minoranze etniche e/o sessuali praticata dall'attuale industria cinematografica, che non ha un corrispettivo reale coi luoghi e l'epoca in cui sono ambientati i fatti: un lattaio di colore ci può stare, ma un avvocato (Frye), che per lo più non sembrava un "semplice novellino", ma un socio (per quanto sicuramente junior) dello studio "Gooding & Frye" mi è sembrato altamente improbabile.
      Anch'io sono stato un neofita del film, l'altra sera.
      Beh, che dire?
      La cosa buffa è che condivido tutti i post fin qui scritti, sia quelli negativi che quelli positivi.
      Anch'io mi sono chiesto il perché dell'operazione; anch'io ho trovato che le canzoni fossero troppe e nessuna memorabile (forse quella vaudeville al music hall); che il film era troppo lungo (Stevenson lo avrebbe condensato magicamente dandogli maggior ritmo); anch'io ho reputato la trama ricalcata su quella del film originale con tanto di episodi sovrapponibili; anch'io mi sono domandato come mai gli episodi restassero un po' fini a sé stessi senza un effettivo filo che li collegasse; anch'io mi sono stupito della longevità dell'Ammiraglio Boom e della invece prematura dipartita dei coniugi Banks; anch'io ho trovato fuori luogo e del tutto improbabile un giovane avvocato di colore (A QUEI TEMPI?!? assurdo) senza che la cosa sia indice di razzismo, sia ben chiaro... insomma, ce n'era ben donde per storcere la bocca.
      Tuttavia non mi sento di gettare la croce su questo film: la Blunt è tutto sommato brava nel ruolo e, anche se lontana dalla Andrews, è più vicina alla Mary Poppins originale; ho apprezzato il rimando ai libri originali con la cugina sottosopra e ho fatto un balzo sulla sedia al breve cameo di Karen Dotrice; ho apprezzato moltissimo la sequenza "nel vaso" (niente battute  ;D ) che tuttavia, contrariamente a quel che ho letto, NON è animazione tradizionale al 100% e nemmeno al 50%, ma deve molto grazie alle magie del computer: tuttavia le finezze usate come la grana della ceramica craquelée messa dappertutto e un segno grafico vintage, con tanto di "filamenti" della matita, sono da incorniciare.
      Vabbè che manca un attore carismatico come il compianto David Tomlinson, tuttavia l'apparizione di un pimpante Dick Van Dyke fa emozionare.
      Il cameo della quasi centenaria Angela Lansbury (sembrerebbe quasi cieca, però) la ciliegina della torta.
      (Per la cronaca: la breve ripresa esterna della facciata della banca è stata davvero filmata davanti alla vera banca: io ci sono stato e l'ho riconosciuta!).

      Insomma, un film tutto sommato promosso, anche se non con i voti del primo, entrato nell'immaginario collettivo e, diciamolo pure, nella storia del cinema.

      Una notazione a margine, una mia impressione: Dawes Jr sembra sapere più cose di quanto dovrebbe, nessuno ci ha fatto caso? Lo sguardo d'intesa con il pappagallo dell'ombrello prima e con la stessa Mary poi sembrerebbe dire che forse non è "solo" Dawes... se poi ci si ricollega a quanto detto da Jack ("il vecchio Bert, sempre a giro per il mondo!") insomma, un sospetto viene. Forse è stata un'idea di scena aggiunta all'ultimo momento, magari dallo stesso Van Dyke, chissà. Un'ambiguità simpatica, però.
      Una strizzata d'occhio non solo a Mary Poppins, ma anche a noi spettatori.
      « Ultima modifica: Mercoledì 5 Gen 2022, 13:13:05 da Bunz »

      *

      Bunz
      Giovane Marmotta
      PolliceSu

      • **
      • Post: 156
      • Esordiente
        • Offline
        • Mostra profilo
      PolliceSu
        Re:Il Ritorno di Mary Poppins
        Risposta #17: Martedì 11 Gen 2022, 16:15:02
        Doverosa aggiunta a quanto detto nel mio post precedente.
        Se è verissimo che le canzoni non possono reggere il confronto con quelle leggendarie originali, è pur vero che risentendole in lingua originale, il giudizio cambia.
        Sul Tubo ho avuto modo di ascoltare l'intera colonna sonora originale, con le canzoni interpretate dagli stessi attori, e sono rimasto piacevolmente sorpreso: infatti scompare l'effetto "fastidio" provocato dagli imbarazzanti testi italiani che per di più cozzano con le melodie e la metrica.
        Molto buona la sezione strumentale, con un bel tema ricorrente che fa bella mostra di sé un po' dappertutto, mentre le interpretazioni vocali mirano a ricreare le atmosfere del music hall inglese di inizio '900. E chi se lo sarebbe aspettato che Emily Blunt avesse quella voce intonatissima da cantante provetta?

        Insomma, pur mancando una Spoonful of Sugar, soundtrack promossa a pieni voti.
        A proposito: i temi originali dei fratelli Sherman fanno capolino qua e là spessissimo: in particolare la citata Spoonful e anche la commovente Let's Go Fly a Kite nel finale.

         

        Dati personali, cookies e GDPR

        Questo sito per poter funzionare correttamente utilizza dati classificati come "personali" insieme ai cosiddetti cookie tecnici.
        In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni.
        Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai trovare il dettaglio di quanto riassunto in queste righe.

        Per continuare con la navigazione sul sito è necessario accettare cliccando qui, altrimenti... amici come prima! :-)