Logo PaperseraPapersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
Le nostre recensioni
2 | |
4 | |
5 | |
2.5 | |
4 | |
3.5 | |
4.5 | |
5 | |
4 | |
3 | |
4.5 | |
4 | |
01
02
03

04

05

06

07

08

09

10

11

12

25
13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

01
02
03
04
05
06
07
08
09
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25


Mickey Mouse Mistery Magazine 7 - Le brevi + cofanetto - Recensione di Amedeo Badini

Dopo poco più di un anno, la ristampa di Mickey Mouse Mistery Magazine (o MMMM) giunge al termine. Panini Comics ristampa in un settimo speciale volume le storie brevi che hanno accompagnata la serie nata nel 1999. Si tratta di una gradita pubblicazione, dato che queste storie non erano mai state ristampate integralmente (a parte due storie pubblicate sul volume Disney d’Autore dedicato a Silvia Ziche). Il caos in una sola vignetta, grazie a Silvia Ziche. Essendo un volume senza la presenza di Topolino, l’editore ha deciso di venderlo solo insieme al cofanetto per raccogliere tutti i sette volumi della ristampa, oppure insieme al cofanetto pieno. Si tratta di una scelta comprensibile, data la difficolta nel vendere un albo senza i classici personaggi Disney. E, in effetti, il volume stesso appare piuttosto povero. Nonostante i roboanti annunci su Anteprima di contenuti speciali, troviamo ben poco in questo numero finale. All’interno c’è una prefazione di Davide Catenacci e due ricordi personali di Francesco Artibani. Materiale interessante ma non molto di nuovo (specie se si conosce questo fondamentale articolo di Fumettologica). E si vede che, per avere sei pagine di “contenuti speciali”, hanno pubblicato gli articoli in una colonna singola, in modo da occupare maggiore foliazione. Meglio passare alla parte a fumetti. In maniera simile a quanto fatto con PKNA, anche MMMM si dotò di una storia breve in fondo all’albo. L’obiettivo era dare un piccolo spazio ai personaggi secondari, in modo da approfondirli un po’, oppure di dare un respiro comico e umoristico rispetto alla serietà della vicenda principale. E si tratta di una missione compiuta brillantemente. La prima serie risulta decisamente particolare. Tutta disegnata da Silvia Ziche con colori seppiati e smatitate (simile alle Angus Tales) in cui il protagonista è Chester Soup, un giornalista pasticcione e sconclusionato. Si tratta di un personaggio che appare in maniera anonima solo in Lost & Found, eppure è perfetto per recitare in storie umoristiche e per mostrarci un po’ Anderville. Anche la città risulta coprotagonista, tra i diversi quartieri e il sottobosco umano di contorno. True Stories! Real Life! è il titolo della serie di cinque episodi da otto tavole ciascuno. Ai testi abbiamo la stessa Ziche (il primo episodio), Artibani e Catenacci (due episodi a testa). Ogni episodio ha un canovaccio piuttosto simile – Chester a caccia di uno scoop che involontariamente genera lui stesso, senza però accorgersene – cui il lettore assiste con generosa ilarità vista la messe di disastri che Chester scatena. Artibani giustamente cita il modello di Hollywood Party, geniale commedia di Blake Edwards interpretata da un Peter Sellers in stato di grazia. Il crescendo di caos generato da un semplice guaio risulta semplicemente irresistibile per il lettore, che viene travolto da una caotica meraviglia di assurdità (Artibani ha citato direttamente il personaggio di Hrundi V. Bakshi nell’amico tassista di Chester Seymour Bakshi, che compare nel secondo episodio). Ad Anderville non ci troviamo mai davanti al bianco o al nero, ma ad un’infinita scala di grigi. La Ziche realizza piccoli capolavori ad ogni episodio. Da un lato i colori seppiati esaltano le matite che, con i loro graffi, sottolineano tutte le linee di dinamismo in cui Chester, il gatto e i vari comprimari si dibattono per sventare a potenziali menomazioni fisiche, dall’altro la gamma espressiva che Ziche dona ai personaggi si presta alla perfezione alle vicende sopra le righe delle storie. Gli episodi hanno non solo una trama autoconclusiva, ma pure una trama orizzontale che lega in qualche modo tutte le vicende (il gatto, la ricerca della prima pagina da parte di Chester, la cotta dell’infanzia), dando piena soddisfazione al lettore. Ciliegina sulla torta è la presenza di alcuni camei di personaggi della storia principale (Muck Rackers o Gloria Gump), per dare piena solidità ad una serie brillante e fresca ancora oggi dopo tanti anni. Decisamente di taglio diversa la serie successiva, in soli due episodi da otto tavole ciascuno disegnate da Giuseppe Zironi e sceneggiate da Bruno Enna: Anderville Confidential. Nonostante il titolo citi esplicitamente il capolavoro neo – noir di James Ellroy L. A. Confidential, le vicende non hanno nulla di particolarmente noir. L’idea è quella di un dialogo tra il lettore e Little Caesar che ci racconta qualche retroscena del passato di alcuni personaggi co-protagonisti della serie. Nella prima storia vediamo i burrascosi e tosti inizi di carriera nella polizia da parte di Patty Ballestreros. Nella seconda invece abbiamo la ben riuscita storia d’amore tra Jan Clayton e la futura moglie Maryam, nello scenario storico delle rivolte studentesche e delle lotte per i diritti civili presenti in America tra gli anni 60 e 70. Enna in poche tavole realizza un affresco storico compiuto e mai banale, in cui vediamo le difficoltà dell’integrazione, le lotte di classe e i rapporti con i genitori. Figure insomma perfettamente umane e realistiche, adeguate alla realtà di Anderville, e della serie, altrettanto umana e realistica. Contesto storico in due vignette. I disegni di Zironi, insieme ai delicati e tridimensionali colori di Lorenzo Chiavini, rappresentano con precisione la sporca realtà metropolitana e donano a tutti i personaggi espressioni mai banali. Nonostante la sua brevità – non sappiamo se fossero previsti altri episodi con altri personaggi ma, vista la chiusura della testata, è probabile che sia stata fermata con anticipo – si tratta di una serie riuscita e decisamente coraggiosa, un esperimento simile a quanto fatto da Rodolfo Cimino con i Racconti attorno al fuoco, altre storie in cui i protagonisti sono personaggi non canonici. Il volume insomma risulta una pregevole chicca, specie nel presentare materiale raro (e che non era stato ristampato in occasione della edizione omnibus in due volumi). Dell’assurda censura in copertina, che riprende quella presente nel sesto volume, ne avevamo parlato qui. Infine, riserviamo due note positive sul cofanetto – solido e resistente – e sulla divertente lettera firmata da Tito Faraci di saluto ai lettori data a chi preordinava in anteprima il volume. La ristampa di Panini Comics di MMMM si conclude felicemente. Non possiamo negare però che, al netto della cartonatura, non ci sia nulla di interessante o di nuovo per chi riesce a trovare gli spillati originali. Spillati che, anche dopo 20 anni, con articoli di approfondimento curatissimi, restano ancora l’edizione migliore di quel capolavoro che è MMMM.

Leggi la recensione

Voto del recensore:
Voto medio: (6)
Esegui il login per votare

Mickey Mouse Mystery Magazine - Ristampa Panini 2021 (Bimestrale)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

Samu
Diabolico Vendicatore
PolliceSu   (5)

  • ****
  • Post: 1651
  • Impegnato a scrivere
    • Offline
    • Mostra profilo
PolliceSu   (5)
    Sommario del Numero 1 (Giugno 2021)

    Prefazione (Testo di Davide Catenacci)
    Le storie:
    Anderville (Soggetto e sceneggiatura di Tito Faraci; Disegni di Giorgio Cavazzano)
    The link (Soggetto di Ezio Sisto e Tito Faraci; Sceneggiatura di Tito Faraci; Disegni di Alessandro Perina e Andrea Cagol)
    Artwork Gallery

    L'albo è un cartonato di 142 pagine per un costo complessivo di 9,90 euro.

    Copertina (Disegno di Roberto Santillo; colori di Andrea Cagol):

      Re:Mickey Mouse Mystery Magazine - Ristampa Panini 2021 (Bimestrale)
      Risposta #1: Domenica 27 Giu 2021, 20:03:12
      Il formato è leggermente ridotto rispetto a quello originale.
      Avrei preferito una "MMMM Giant" o anche solo la grandezza originale.

      *

      hendrik
      Dittatore di Saturno
      PolliceSu   (2)

      • *****
      • Post: 3363
      • W Carlo Barx!
        • Offline
        • Mostra profilo
      PolliceSu   (2)
        Re:Mickey Mouse Mystery Magazine - Ristampa Panini 2021 (Bimestrale)
        Risposta #2: Domenica 27 Giu 2021, 23:17:45
        Il formato è leggermente ridotto rispetto a quello originale.
        La cura editoriale della Panini è, a mio modesto parere, imbarazzante. E pure in peggioramento.
        ... non ferma a Verkuragon!

        *

        Flash X
        Cugino di Alf
        PolliceSu   (2)

        • ****
        • Post: 1234
        • Mezzanotte: l'ora di Paperinik!
          • Offline
          • Mostra profilo
        PolliceSu   (2)
          Letto e devo dire che l'ho apprezzato veramente tanto. Se questo è il tenore di questa saga non vedo l'ora dei prossimi e spero poi facciano nuove storie su Topolino Fuoriserie magari.
          Le frasi tipo "sarebbe stato un buon piano... a Topolinia" o "crede di potersi liberare così facilmente" (su quest'ultima vado del tutto a memoria) sono geniali: fanno proprio capire come Anderville sia una città molto più "difficile" di Topolinia, in cui invece persino i cattivi non lo sono poi così tanto.
          La lotta tra Topolino e quel criminale (ora non ricordo il nome) alla fine della prima storia è secondo me l'insieme di una serie di scene stupende... poi sotto la pioggia: sembrava proprio un film!
          In generale sono soddisfatto dell'acquisto e della lettura: si tratta di un qualcosina di molto intrigante!
          Il formato è leggermente ridotto rispetto a quello originale.
          La cura editoriale della Panini è, a mio modesto parere, imbarazzante. E pure in peggioramento.
          Non so come fosse l'originale, però a me questo formato non dispiace affatto: molto maneggevole e bello cartonato che fa una figurona in libreria.

          *

          Garalla
          Flagello dei mari
          PolliceSu   (1)

          • *****
          • Post: 4313
          • ex Topo_Nuovo ex ASdrubale
            • Offline
            • Mostra profilo
            • La soffitta di Camera Mia
          PolliceSu   (1)
            Dovrei fare un check per verificare le dimensioni con PK - IL Mito ma direi che le dimensioni dovrebbero essere quelle e sinceramete non credo sia quel centimetro ad inficiarne la lettura.
            In ogni caso spero non l'abbiate scoperto acquistando il volume visto che era stato annunciato così.
            La Soffitta di Camera Mia è un canale youtube che tratta di fumetti.
            Ogni Venerdì il video sul Topolino della settimana.

            https://www.youtube.com/lasoffittadicameramia

            Oggetti in vendita su vinted: https://www.vinted.it/member/94384990-franzseraf

              Dovrei fare un check per verificare le dimensioni con PK - IL Mito ma direi che le dimensioni dovrebbero essere quelle e sinceramete non credo sia quel centimetro ad inficiarne la lettura.
              In ogni caso spero non l'abbiate scoperto acquistando il volume visto che era stato annunciato così.

              Questa nuova ristampa di MM ha lo stesso formato di Topolino Extra, Gold e Fuoriserie? Anche la cartonatura e la stessa?

              Grazie mille,
              V
              « Ultima modifica: Sabato 8 Gen 2022, 10:10:17 da V »
              Quando hai capito che è tutto uno scherzo, essere Il Comico è l'unica cosa sensata.
              Watchmen, Alan Moore and Dave Gibbons

              Disney Compendium Floyd Gottfredson: http://www.ilsollazzo.com/c/disney/lista/fumetti-gottfredson

              Il mio mercatino: https://www.papersera.net/forum/index.php/topic,6635.0.html

              *

              Garalla
              Flagello dei mari
              PolliceSu   (1)

              • *****
              • Post: 4313
              • ex Topo_Nuovo ex ASdrubale
                • Offline
                • Mostra profilo
                • La soffitta di Camera Mia
              PolliceSu   (1)
                Dovrei fare un check per verificare le dimensioni con PK - IL Mito ma direi che le dimensioni dovrebbero essere quelle e sinceramete non credo sia quel centimetro ad inficiarne la lettura.
                In ogni caso spero non l'abbiate scoperto acquistando il volume visto che era stato annunciato così.

                Questa nuova ristampa di MM ha lo stesso formato di Topolino Extra, Gold e Fuoriserie? Anche la cartonatura e la stessa?

                Grazie mille,
                V

                No, è molto più piccolo. Ha lo stesso formato di Duckatales ed incativamente è grande quanto una Legendary/Definitive Collection.
                Sulla cartonatura sì è grossomodo sempre quella.
                La Soffitta di Camera Mia è un canale youtube che tratta di fumetti.
                Ogni Venerdì il video sul Topolino della settimana.

                https://www.youtube.com/lasoffittadicameramia

                Oggetti in vendita su vinted: https://www.vinted.it/member/94384990-franzseraf

                  Dovrei fare un check per verificare le dimensioni con PK - IL Mito ma direi che le dimensioni dovrebbero essere quelle e sinceramete non credo sia quel centimetro ad inficiarne la lettura.
                  Infatti non ho detto che inficia la lettura...

                  Citazione
                  In ogni caso spero non l'abbiate scoperto acquistando il volume visto che era stato annunciato così.
                  Invece l'ho scoperto così, perché francamente non sto a leggere il dettaglio di tutti gli annunci, ma nemmeno sono obbligato a farlo prima di poter evidenziare un determinato dettaglio.

                  *

                  V
                  Dittatore di Saturno
                  PolliceSu   (3)

                  • *****
                  • Post: 3801
                  • Torino
                    • Offline
                    • Mostra profilo
                  PolliceSu   (3)
                    Mickey Mouse Mystery Magazine 1 - Anderville / The Link
                    Risposta #8: Venerdì 2 Lug 2021, 18:41:22
                    Recensione Mickey Mouse Mystery Magazine 1 - Anderville / The Link


                     Il successo di PKNA sul finire degli anni Novanta fece nascere un analogo progetto per Topolino. Ma se gestire Paperinik era relativamente semplice, il Topo doveva passare tramite molteplici livelli di approvazione all’interno della Company.

                     Il difficile compito fu affidato a Tito Faraci che, con l’aiuto di Francesco Artibani e il supporto redazionale di Ezio Sisto, imbastì un solido soggetto che andava a demolire tutte le sicurezze di Topolino, complicandogli dannatamente la vita. Faraci guardava sicuramente al Floyd Gottfredson di Topolino giornalista, in cui mafia e tangenti la facevano da padrone, ma soprattutto alla scuola hard boiled di Dashiel Hammett e di Raymond Chandler e alle avventure ambientate nei distretti di polizia. Le storie sono infatti ricche di didascalie in cui è lo stesso Topolino a mostrarsi al lettore con i suoi dubbi e le sue paure, un tratto tipico dei romanzi degli scrittori citati.

                     Coprotagonista della serie è Anderville, la città in cui è catapultato Mickey. Un luogo tentacolare, enorme, fatto di quartieri pericolosi e personaggi infidi. A marchiare la serie, con il mitico #0, è un Giorgio Cavazzano in stato di grazia, mai così in forma. Grazie a questa collaudata coppia di autori, Anderville risulta un capolavoro, un perfetto episodio pilota di una serie in dodici storie in cui ogni personaggio nuovo, luogo inedito e situazione particolare si incastra come un collaudato meccanismo, a partire dall’anomala – ma eccezionale – prima tavola muta (descritta con cura nel libro Tito Faraci per scrivere fumetti. Teorie e tecniche. Diabolik, Dylan Dog, Lupo Alberto, Topolino, a cura di Davide Barzi, Coniglio Editore 2004): in un pugno di vignette la città si mostra impietosamente per quello che è al lettore, un luogo in cui il passato non importa per nulla e non ha alcun valore, solo il presente basta, a patto di essere sufficientemente forti e cinici per agguantarlo.

                     La storia è un lungo flashback che Topolino racconta al duro ispettore Clayton. Vediamo così dispiegarsi davanti a noi un microcosmo perfettamente credibile e istantaneamente coinvolgente: il bar di zoticoni sfaccendati, il tassista indisciplinato, feroci gangster in ville lussuose, femme fatale dai capelli a caschetto blu elettrico, la scuola di ladri con il saggio professore, sicari micidiali, armi letali e tutto il repertorio da film noir. A brillare è il personaggio assente, ovvero Sonny Mitchell, l’investigatore privato scomparso attorno al quale tutto ruota: fantastici i ricordi di Topolino all’università con un personaggio che ha qualche reminiscenza del John Belushi di Animal House. E poi ancora i poliziotti che trattano Topolino senza alcuna riverenza, oppure il chiodo che dovrebbe segare le corde liberando il protagonista: l’accusa a tutti i topoi vecchi e stantii che avevano fatto di Mickey Mouse e delle sue storie gialle un personaggio noioso e al limite del sopportabile.

                     
                    Non è come a Topolinia

                     Faraci e Cavazzano creano un capolavoro, in cui nessun dialogo risulta fuori posto, nessuna vignetta appare di troppo. Memorabile la doppia pagina muta in cui Topolino si ambienta nella piccola agenzia investigativa di Sonny, travolto dai ricordi. Oppure la sparatoria in stazione, con il campo lungo tra i binari, in cui la nuvola di un’esplosione domina la scena. In 64 tavole Topolino riacquista tutta la sua statura, e promette un mondo nuovo di affascinanti avventure.

                     Con The Link abbiamo di nuovo Faraci alla sceneggiatura, con un apporto al soggetto di Ezio Sisto, mentre Alessandro Perina firma i disegni. La storia prosegue sulla falsariga di Anderville, con un’ambientazione noir ben collaudata che ci guida in territori nuovi ed inesplorati: vediamo il carcere di Older arroccato sull’isolotto nella baia, circuiti di bische clandestine, complessi ricatti e altro ancora. La storia mostra anche l’intimità di Jan Clayton, in modo da aumentare l’umanità del freddo ispettore che ha una famiglia composta da moglie e figli, un’iniezione di realtà nel mondo del fumetto Disney. Interessante come Faraci utilizzi la prima tavola come una sorta di prologo metafumettistico, con la frase “Lo spettacolo comincia” che fa riferimento alla storia stessa. Notevole infine la scena ambientata nella palestra, in cui Topolino si dedica al savate, dando pugni e calci sul ring in maniera plastica e dinamica, ma soprattutto realistica.

                     Bisogna infine spendere due parole sull’ultima tavola, in cui sembra che tutta la vicenda sia solo un film visto da Topolino al cinema. Simili stratagemmi saranno usati anche negli albi successivi, fino al numero 6. Si tratta di una richiesta, ineludibile, fatta dai vertici francesi della Disney: alla fine degli anni Novanta, la sede parigina del Centro Creativo Europeo approvò il coraggioso progetto di MM, a patto di rendere la storia parte di finzione cinematografica. Non una buona soluzione, ma la redazione italiana dovette accettarla pur di evitare eventuali altri cambiamenti più impattanti. In questo articolo su Fumettologica viene ottimamente raccontata la genesi del progetto.

                     
                    Una soluzione di compromesso

                     Riguardo questa nuova edizione di MM da parte di Panini Comics, dopo la zoppicante ristampa in Omnibus senza le storie brevi, non abbiamo molto da dire, in verità.

                     Il formato e la cartonatura sono uguali a quelli di DuckTales, riducendo di poco le dimensioni originali della tavola. Le due paginette con gli studi dei loghi e di una copertina alternativa risultano buone nella loro semplicità, ma sono un totale riciclo dall’edizione Omnibus. Molto buona la scelta di pubblicare le copertine degli albi originali su due pagine, nella loro interezza. Si spera questo approccio possa essere usato in tutti i numeri successivi. Altrettanto buono è l’annuncio della futura pubblicazione, a luglio 2022, di un cofanetto per contenere i sei albi con le dodici storie principali più un settimo per le avventure brevi e un po’ di contenuti speciali. Un ottimo modo per informare il lettore che la ristampa sarà completa e accurata.

                     Infine, nota di merito per la MMMM card realizzata per chi prenotava in fumetteria prima del 30 aprile. Molto gradevole e di un buon materiale.



                    Voto del recensore: 5/5
                    Per accedere alla pagina originale della recensione e mettere il tuo voto:
                    https://www.papersera.net/wp/2021/07/02/mickey-mouse-mystery-magazine-1-anderville-the-link/
                    Quando hai capito che è tutto uno scherzo, essere Il Comico è l'unica cosa sensata.
                    Watchmen, Alan Moore and Dave Gibbons

                    Disney Compendium Floyd Gottfredson: http://www.ilsollazzo.com/c/disney/lista/fumetti-gottfredson

                    Il mio mercatino: https://www.papersera.net/forum/index.php/topic,6635.0.html

                      Re:Mickey Mouse Mystery Magazine - Ristampa Panini 2021 (Bimestrale)
                      Risposta #9: Martedì 10 Ago 2021, 12:30:36
                      Qualcuno sa quando esce il prossimo numero? Poiché è bimestrale e il primo numero è uscito a giugno mi aspetto che il secondo arrivi adesso in agosto ma sul sito della Panini non trovo niente.
                      In un'anteprima ho visto anche un cofanetto dedicato alla raccolta ma non c'è traccia nemmeno di questo.
                      Mi potete aiutare?

                      *

                      V
                      Dittatore di Saturno
                      PolliceSu   (1)

                      • *****
                      • Post: 3801
                      • Torino
                        • Offline
                        • Mostra profilo
                      PolliceSu   (1)
                        Re:Mickey Mouse Mystery Magazine - Ristampa Panini 2021 (Bimestrale)
                        Risposta #10: Martedì 10 Ago 2021, 12:40:59
                        Qualcuno sa quando esce il prossimo numero? Poiché è bimestrale e il primo numero è uscito a giugno mi aspetto che il secondo arrivi adesso in agosto ma sul sito della Panini non trovo niente.
                        In un'anteprima ho visto anche un cofanetto dedicato alla raccolta ma non c'è traccia nemmeno di questo.
                        Mi potete aiutare?

                        mi piacerebbe risponderti con certezze, ma purtroppo non si sa nulla. Il secondo volume dovrebbe uscire la prossima settimana, ma magari slitta di qualche giorno.
                        Riguardo al cofanetto, dovrebbe uscire a giugno 2022, o completo di tutti i numeri oppure vuoto con incluso il settimo numero con le storie brevi e alcuni contenuti speciali.

                        Altro per ora non si sa.

                        Edit delle 15.07: panini ha aggiornato le pagine e il volume dovrebbe uscire il 19 agosto: https://www.panini.it/shp_ita_it/mickey-mouse-mystery-magazine-2-1wmmmm002-it08.html

                        V
                        « Ultima modifica: Martedì 10 Ago 2021, 15:08:08 da V »
                        Quando hai capito che è tutto uno scherzo, essere Il Comico è l'unica cosa sensata.
                        Watchmen, Alan Moore and Dave Gibbons

                        Disney Compendium Floyd Gottfredson: http://www.ilsollazzo.com/c/disney/lista/fumetti-gottfredson

                        Il mio mercatino: https://www.papersera.net/forum/index.php/topic,6635.0.html

                          Re:Mickey Mouse Mystery Magazine - Ristampa Panini 2021 (Bimestrale)
                          Risposta #11: Giovedì 19 Ago 2021, 15:32:49
                          Finito di leggere questa mattina il primo volume, per me la prima volta non avendo letto in passato le storie in prima edizione.
                          Sono rimasto folgorato, non avevo mai letto Topolino in questa versione più "noir".
                          Trovo ben realizzato anche il cartonato nella sua interezza. In questi giorni è prevista la seconda uscita, spero di recuperarla presto.

                            Anch'io non avevo mai letto questo saga e sono rimasto piacevolmente stupito dalla qualità della storie e dei disegni.
                            Sono invece rimasto un po' deluso dai contenuti extra perché mi aspettavo qualcosa di più. Ad esempio: un editoriale, un'intervista agli artisti, qualche bozzetto, ecc.
                            I loghi e le copertine sono interessanti ma è poco a mio modesto parere.

                            *

                            Venos
                            Evroniano
                            PolliceSu   (1)

                            • **
                            • Post: 115
                            • Mantello tarlato
                              • Offline
                              • Mostra profilo
                            PolliceSu   (1)
                              Re:Mickey Mouse Mystery Magazine - Ristampa Panini 2021 (Bimestrale)
                              Risposta #13: Domenica 22 Ago 2021, 09:13:38
                              Anch'io non avevo mai letto questo saga e sono rimasto piacevolmente stupito dalla qualità della storie e dei disegni.
                              Sono invece rimasto un po' deluso dai contenuti extra perché mi aspettavo qualcosa di più. Ad esempio: un editoriale, un'intervista agli artisti, qualche bozzetto, ecc.
                              I loghi e le copertine sono interessanti ma è poco a mio modesto parere.

                              Storie brevi e contenuti extra avranno un volume dedicato (il 7°) alla fine della ristampa

                               
                              Cerco gadgets e materiale su , per informazioni o foto cliccate qui: LINK
                                   

                              *

                              V
                              Dittatore di Saturno
                              PolliceSu   (1)

                              • *****
                              • Post: 3801
                              • Torino
                                • Offline
                                • Mostra profilo
                              PolliceSu   (1)
                                Mickey Mouse Mystery Magazine 2 – Estrelita / Lost & Found
                                Risposta #14: Mercoledì 6 Ott 2021, 17:07:55
                                Recensione Mickey Mouse Mystery Magazine 2 – Estrelita / Lost & Found


                                 La saga di MM continua con questa nuova ristampa Panini in volumi cartonati, ognuno con la riproposizione di due storie alla volta.

                                 Estrelita è il terzo numero uscito, all’epoca come #2, visto che Anderville è lo 0: come impostazione editoriale, la strategia fu simile a quella di PKNA, i cui primi tre numeri zero fecero da sperimentali apripista. Estrelita fu poi l’ultimo albo senza editoriali, con la sola storia a fumetti.

                                 Si tratta anche di un’avventura leggermente più corta – 60 tavole contro le abituali 64 – per la prima volta con una sceneggiatura di Francesco Artibani, dopo la partenza affidata a Tito Faraci, e i disegni di Giuseppe Zironi.

                                 Estrelita presenta una trama complessa, tra passaggi di nascosto al confine messicano, contrabbando di animali, federali onnipresenti e procure corrotte.

                                 La trama risulta dinamica e ricca di mistero, scatenata dal ritrovamento di una recente foto con un redivivo, all’apparenza, Sonny Mitchell. Topolino dovrà sbrogliare una matassa intricata, con il parziale aiuto di Vera Ackerman.

                                 Non ci si può fidare di nessuno, in una caccia tra gatto e topo costante. Anche la spiegazione finale non pesa, perché risulta fondamentale nello spiegare passaggi volutamente ambigui disseminati tra le tavole. Brillante la parte finale, con l’arrivo della banda di Little Caesar e una drammatica sparatoria.

                                 
                                Un tocco di stile cavazzaniano

                                 I disegni di Zironi risultano piacevolmente sporchi e graffianti, anche se a volte fanno fatica a inseguire i personaggi segnati dallo stile di Cavazzano.

                                 Con Lost & Found torna Tito Faraci, con i disegni di Claudio Sciarrone per la prima volta all’opera sulla serie. La storia uscì in edicola con un albo dalla foliazione più generosa, dato che presentava anche una breve di Silvia Ziche e un apparato redazionale ricco e curato: il segno che MM si era ormai attestato e stava diventando una collana regolare a tutto tondo, con una periodicità bimestrale.

                                 La storia risulta ottima, in linea con quanto finora uscito. Topolino viene coinvolto da una bella ragazza nella ricerca di uno scapestrato scommettitore che è scappato con una valigia contenente un milione di dollari. La vicenda si dipana in almeno tre binari: la ricerca del fuggitivo, un’altra valigia scomparsa di un ingenuo ragazzone di campagna, la vicenda Lasswel, che comincia ad incastrarsi con Millighan di The Link e con la new entry Gloria Gump, spietata direttrice del carcere di Older.

                                 Faraci è abile a gestire le trame, lanciando indizi sulla macrotrama verticale che attraversa MM fino al #6. Il processo Lasswel presenta interessanti aspetti procedurali, a partire dal rapporto con la stampa rappresentato dalla figura, delineata in maniera eccellente, di Muck Rackers, astuto e brillante giornalista.

                                 
                                La giornata tipo dell’investigatore privato

                                 La sua presenza ci mostra anche, in un cameo nella serie principale, la buffa figura di Chester Soap, protagonista delle storie brevi comiche True Stories! Real Life! di cui parleremo a proposito del settimo numero di questa ristampa.

                                 Faraci delinea numerosi luoghi di Anderville grazie all’apporto grafico di Sciarrone. Dal quartiere degli affari al porto, dalle sale giochi fino alle lotte clandestine, le viscere metropolitane si dispiegano sotto gli occhi del lettore.

                                 Sciarrone si diverte invece a citare Pulp Fiction e a realizzare un Topolino deciso e appuntito, tra cappucci e mazze da baseball. Un Mickey davvero grintoso finito in un luogo decisamente pericoloso.

                                 La ristampa ci offre solo due pagine di materiale extra, composto da una sorta di riassunto dell’ambientazione di MM e della sua anomalia rispetto al resto della pubblicazione disneyana.

                                 Brillano due immagini: la copertina originale del sesto numero in bianco e nero realizzata da Sciarrone e un dettagliato schizzo a colori di Zironi della copertina del quarto numero. Le cover degli albi sono sempre pubblicate a tutta pagina.



                                Voto del recensore: 4/5
                                Per accedere alla pagina originale della recensione e mettere il tuo voto:
                                https://www.papersera.net/wp/2021/10/06/mickey-mouse-mystery-magazine-2-estrelita-lost-found/
                                Quando hai capito che è tutto uno scherzo, essere Il Comico è l'unica cosa sensata.
                                Watchmen, Alan Moore and Dave Gibbons

                                Disney Compendium Floyd Gottfredson: http://www.ilsollazzo.com/c/disney/lista/fumetti-gottfredson

                                Il mio mercatino: https://www.papersera.net/forum/index.php/topic,6635.0.html

                                 

                                Dati personali, cookies e GDPR

                                Questo sito per poter funzionare correttamente utilizza dati classificati come "personali" insieme ai cosiddetti cookie tecnici.
                                In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni.
                                Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai trovare il dettaglio di quanto riassunto in queste righe.

                                Per continuare con la navigazione sul sito è necessario accettare cliccando qui, altrimenti... amici come prima! :-)