Disney d’Autore – Silvia Ziche 2

25 APR 2019
Voti del fascicolo: Recensore: Medio: (5 voti) Esegui il login per votare!

Il secondo e ultimo numero dedicato a Silvia Ziche promette il contenuto annunciato dal titolo, pubblicando varie storie di paperi, scegliendo tra sceneggiatori diversi e pescando in piccole cose meno note. Buona la scelta di proporre tre storie da due miniserie di PKNA, eguagliando quanto fatto per MMMM nel primo volume. Rumori di fondo presenta una gag sonora di Faraci resa in maniera geniale dall'autrice, portando il lettore a danzare al ritrmo della tavola, compatendo il povero Angus. Trip's strip presenta le idee di Enna che porta in Paperino Paperotto trasportandole nel personaggio di Trip e condendole di paradossi temporali e furbe gag. Il tutto reso in maniera metafumettistica, con la storia disegnata sul quadernetto dello stesso Trip. La Ziche si trova del tutto a suo agio nel trasporre le fantasie infantili, minimizzando gli sfondi e giocando con la fantasia dei bambini.
Le altre storie scelte, purtroppo, non sono dello stello livello, e impallidiscono di fronte a quelle del primo volume. Il roditorinco nordico ha numerose ristampe, mentre la sfida 2 a 2 era presente nel primo Disney d'Autore, senza essere molto aiutata da disegni troppo affrettati. Risulta valida invece Operazione Archimede, ristampata per la prima volta dal 1993. Corteggiani propone il suo tipico ritmo sincopato e dinamico, in cui la Ziche si cala alla perfezione. Corse e gag si susseguono con piacere.
Il volume ha parecchio materiale iconografico, articoli curati di Boschi e una discreta cartonatura (con un tipo di carta un po' troppo ruvido). Questo secondo volume non ha lo stesso peso del primo, e per questo diamo un giudizio minore, ma tutta l'iniziativa presenta bene le caratteristiche dell'autrice disneyana.

Autore dell'articolo: Amedeo Badini

Il fumetto è sempre stato una mia grande passione, sotto forma prima di un rassicurante Topolino a cadenza settimanale, per poi inoltrarsi nel terreno filologico-collezionistico. Questo aspetto critico mi ha permesso di apprezzare altri autori, da Alan Moore a Jeff Smith, e soprattutto di affinare la curiosità verso tutta la nona arte del fumetto. Disney è il mio primo campo, ma non disdegno sortite e passeggiate in territori vicini. Per il Papersera h0 scritto più di 100 recensioni, oltre ad aver curato una parte degli articoli sulle testate disney del passato. Inoltre, ho realizzato il Don Rosa Compendium, un'analisi dettagliata di tutte le storie del grande autore del Kentucky. Scrivo di fumetto e di cinema anche per il settimanale Tempi, per Lo Spazio Bianco e per la Tana del Sollazzo.