Omaggio Abbonati

23 GEN 2018

Introduzione

I nipoti in maschera celebrano il volume a loro dedicato, omaggio per gli abbonati del 1974.

Collana costituita per la maggior parte di volumi cartonati in bianco e nero che ristampavano storie già apparse sugli Albi d’Oro o sull’Almanacco Topolino, dei quali riprendevano le dimensioni. I volumi, non in commercio, venivano inviati dalla Mondadori solamente a chi si abbonava al settimanale.

L’iniziativa durò sino a metà degli anni Ottanta; oggi, nonostante la distribuzione non capillare, i volumi in questione sono abbastanza facilmente reperibili sul mercato del collezionismo, con prezzi che raggiungono punte verso l’alto solo per i numeri conclusivi della serie.

Storia

La copertina del volume pubblicato nel 1976.

Nel 1960 gli abbonati a Topolino ricevettero, oltre ad un’annata di fascicoli dal livello quantitativo altissimo, un omaggio consistente in sei stampe a colori disegnate da Romano Scarpa ed inchiostrate da Giorgio Bordini.
Forse non strettamente da considerarsi alla stregua degli “Omaggi Abbonati” apparsi negli anni successivi, ma tradizionalmente sono indicati come i capostipite della serie che negli anni ha alternato volumi di altissimo interesse ad altri più raffazzonati e messi insieme alla bell’e meglio.

Stesso discorso per le copertine: si va dalle dinamicissime realizzazioni di Giovan Battista Carpi e Marco Rota alle… particolari realizzazioni di Giancarlo Gatti.

Fino al 1983 i volumi sono stati tutti dello stesso formato (19,7 x 26,8 cm), tranne “Oggi lavoro io” del 1981, leggermente più grande (22,7 x 31,7). Nel 1984 “Io Topolino” riprende addirittura le dimensioni delle strenne natalizie Mondadori (quelle dei libroni bianchi, per capirci).

Un po’ più complicata sembra essere l’individuazione dei volumi che effettivamente dovrebbero comporre la serie: assieme a quelli citati come tali sull’INDUCKS, se ne dovrebbero aggiungere altri dati come omaggio per abbonamenti diversi da quelli standard annuali:

  • Due albetti intitolati “Le ministorie“, che vennero dati in omaggio nel 1969 e nel 1970 a fronte di un abbonamento di soli nove mesi a Topolino o a Gli Albi della Rosa.
  • Super Zorro“, volume cartonato previsto come omaggio agli abbonati Mondadori nel 1979 (e quindi in contemporanea con Paperino Western), con storie di Zorro sia italiane (disegnate da Pier Lorenzo de Vita), sia straniere (Alex Toth).
  • Nel 1984 gli abbonati a “I Classici” ricevettero in omaggio il volume “Superclassico” con la ristampa di Paperino di Münchhausen

Curiosità

  • Non tutti gli anni hanno visto un libro a fumetti come gadget collegato all’abbonamento: nel 1962 c’è stato il libro “Automobili, ieri oggi e domani”, nel 1967 la scelta era tra un atlante geografico e il gioco da tavola “Battaglia sul mare”, nel 1968 il volume era “Il Guinness dei primati” e il gioco da tavola il “Gioco del calcio”, nel 1970, infine le alternative erano tre: “Il grande libro dei giochi”, un dizionario Inglese-Italiano e tre stampe “Auto, aerei, navi”.
  • Nel 1982 e 1983 vennero riproposti rispettivamente “Le nostre prime leggendarie imprese” e “Trilogia di Topolino”, ristampa a colori dei due volumi proposti nel 1966 e 1969. Tra il maggio 1983 e l’aprile 1984 furono proposte in vendita delle ristampe, con copertine nuove, dei volumi “Paperino Superstar”, “Topolino Story” e “I trilioni di Paperone”.
  • L’articolo introduttivo del primo volume della serie, intitolato “La storia della mia vita” è firmato “Topolino”.
  • “Le nostre prime leggendarie imprese”, che raccoglie delle grandissime storie anni Trenta, è stato citato da Casty come fonte di ispirazione in una sua intervista.

Statistiche

  • Floyd Gottfredson è il disegnatore più presente in questa collana, con 22 storie (escludendo ovviamente le raccolte di daily strip), seguito da Carl Barks con 16 titoli e Giovan Battista Carpi con 10.
  • Nella collana sono state ristampate 296 strisce quotidiane, 159 tavole domenicali, 53 storie italiane, 24 statunitensi e solamente due dello Studio Program.

Autore dell'articolo: Paolo Castagno

Sono appassionato lettore e collezionista di fumetti Disney sin da quando ho imparato a... guardare le figure. Il Papersera - sia il sito sia l'associazione - sono per me motivo d'orgoglio!