Papersera.net

Altri argomenti => Non Solo Disney => Topic aperto da: Molleggiato - Giovedì 8 Lug 2004, 18:44:57

Titolo: Dylan Dog
Inserito da: Molleggiato - Giovedì 8 Lug 2004, 18:44:57
A me piace molto Dylan Dog (nota bene: si legge Dilan Dog e non Dailan Dog).

Però devo dire la verità...mi piaceva di più qualche anno fa. Ora c'è meno splatter ... le storie si basano più su fantasmi e streghe e meno killer spietati. Peccato.

Voi che ne pensate?
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Gorthan - Giovedì 8 Lug 2004, 20:01:29
Citazione da: Molleggiato  link=1089305097/0#0 date=1089305097
A me piace molto Dylan Dog (nota bene: si legge Dilan Dog e non Dailan Dog).

Uh... Ma veramente?  ::)

Citazione
le storie si basano più su fantasmi e streghe e meno killer spietati. Peccato.

Voi che ne pensate?

Che se le storie si basassero sui killer non sarebbe Dylan Dog.

Comunque è vero che le storie odierne sono molto spesso banali, prive di spessore, o addirittura con uno spessore fasullo. Senza Sclavi DD ripete solo la macchia di sé stesso...
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Giovedì 8 Lug 2004, 20:21:29
Citazione da: Molleggiato  link=1089305097/0#0 date=1089305097
Però devo dire la verità...mi piaceva di più qualche anno fa. Ora c'è meno splatter


Beh, la bravura di sclavi è stata proprio quella di riuscire ad infilarsi nel filone, che all'epoca andava per la maggiore non solo nei fumetti ma anche al cinema, dello splatter con un prodotto forte, maturo e originale, in cui lo splatter era solo un fatto estetico e non di contenuto. Passata la moda, mentre gli altri fumetti via via sparivano perchè per la maggior parte "vuoti", a lui sono rimaste comunque le belle storie ed eccolo ancora lì a quasi vent'anni dalla sua comparsa. E' anche vero che lo stile di sclavi è (era) troppo particolare perchè qualcuno potesse continuare sulla sua strada , però la Barbato attualmente a me non dispiace affatto: le sue storie sono diverse, ma al tempo stesso adatte al personaggio.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Gorthan - Venerdì 9 Lug 2004, 12:32:22
Citazione da: piccolobush  link=1089305097/0#2 date=1089310889
però la Barbato attualmente a me non dispiace affatto: le sue storie sono diverse, ma al tempo stesso adatte al personaggio.

La Barbato soffre ancora molto di non-professionalità: ovvero la tendenza a riempire tutte le ultime 10 tavole dell'albo con la logorroica spiegazione di ciò che è accaduto le 100 prima, col risultato di rendere antipatico tutto l'albo. Poi, se leggi nebbia, ti rendi conto di come regali perle di filosofia spicciola che poi non lo sono assolutamente, dato che sono insegnamenti assolutamente privi di morale e che ad un personaggio come Dylan Dog ci calzano sopra come un bikini su Ferrara...
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Molleggiato - Venerdì 9 Lug 2004, 16:04:01
Ecco a volte si perdono in queste stupidaggini :-/
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Warren - Venerdì 9 Lug 2004, 17:11:15
Non ho mai amato particolarmente Dylan Dog, e l'ho sempre considerato una lettura "da ombrellone"...
Però i numeri "memorabili" ho cercato di recuperarli, come "Memorie dall'invisibile", "Zed", "Il Cervello Di Killex", "Johnny Freak", "Finchè morte non vi separi"
e ovviamente i numeri 1, 100 e 200.
Però come personaggio continua a risultarmi antipatico, non so perchè...
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Molleggiato - Venerdì 9 Lug 2004, 17:19:27
Ripeto a me piaceva più come era una volta ;)

Sui numeri memorabili c'è Finchè morte non vi separi a colori, il numero 1, il numero 100 a colori e il 200 a colori.
Ci sarebba anche il numero 184 ambientato a Venezia, Dylan in Italia è rarissimo!

Questi grandi numeri li ho tutti più un altro centinaio. Ora non  li compro più frequentemente. Vedo chi li disegna, leggo il titolo..se mi attira bene sennò ciao! ;D
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Gorthan - Venerdì 9 Lug 2004, 17:32:07
Il 200 è scordabilissimo...  ::)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: MarcheseDelGrillo - Venerdì 9 Lug 2004, 18:19:56
Una volta compravo spesso dylan dog, soprattutto d'estate (un anno ci ero andato in fissa e ne avevo comprati parecchi in una bancarella vicino casa)...
Poi di punto in bianco le sue storie mi sono cominciate a sembrare ripetitive, insomma non mi ha più attratto e l'ho mollato (anche se non si può dire che l'abbia mai collezionato)...
Ultimamente ne ho ricomprato qualche numero, ma non mi ha particolarmente entusiasmato. ::)

Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Molleggiato - Venerdì 9 Lug 2004, 19:31:53
Già  :-/
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Molleggiato - Venerdì 9 Lug 2004, 19:33:11
Citazione da: Gorthan  link=1089305097/0#7 date=1089387127
Il 200 è scordabilissimo...  ::)


No dai...il 200 come il 100 e Finchè morte non vi separi rievocano il passato di Dylan che in altri albi non viene mai trattato.  ;)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Gorthan - Venerdì 9 Lug 2004, 19:55:01
Sì, ma se La Storia di Dylan Dog e Finché Morte Non Vi Separi avevano comunque tutte le caratteristiche per essere un albo di Dylan Dog, Il Numero 200 non le ha, e non ha aggiunto niente al personaggio.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Venerdì 9 Lug 2004, 20:59:52
Citazione da: Gorthan  link=1089305097/0#3 date=1089369142
La Barbato soffre ancora molto di non-professionalità: ovvero la tendenza a riempire tutte le ultime 10 tavole dell'albo con la logorroica spiegazione di ciò che è accaduto le 100 prima, col risultato di rendere antipatico tutto l'albo.

Questo è un difetto delle sue prime storie, ma d'altra parte doveva pure imparare il mestiere  ;). Mi sembra che ultimamente i suoi finali siano più snelli.
Citazione
Poi, se leggi nebbia, ti rendi conto di come regali perle di filosofia spicciola che poi non lo sono assolutamente, dato che sono insegnamenti assolutamente privi di morale e che ad un personaggio come Dylan Dog ci calzano sopra come un bikini su Ferrara...

Beh, i difetti ce l'hanno tutti, un'altra cosa che mi convince poco sono le sue spiegazioni scientifiche, però rispetto a chiaverotti (quanta inutile retorica nelle sue storie) o al ruju di qualche anno a questa parte credo sia due spanne sopra.  :D
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Gorthan - Venerdì 9 Lug 2004, 21:23:02
Citazione da: piccolobush  link=1089305097/0#12 date=1089399592
Questo è un difetto delle sue prime storie, ma d'altra parte doveva pure imparare il mestiere  ;).
Rileggiti Nebbia, per esempio, che è uno degli ultimi...

Io mi sono sconvolto quando ha messo in bocca a Dylan Dog la filosofia del contrappasso...
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: MarcheseDelGrillo - Venerdì 9 Lug 2004, 23:01:33
Citazione da: Gorthan  link=1089305097/0#3 date=1089369142
sono insegnamenti assolutamente privi di morale e che ad un personaggio come Dylan Dog ci calzano sopra come un bikini su Ferrara...


Ma che schifo!  ;D
Ho capito che parliamo di Dylan Dog, ma potevi scegliere un paragone meno macabro...   ;D
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Sabato 10 Lug 2004, 18:15:57
Citazione da: Gorthan  link=1089305097/0#13 date=1089400982
Rileggiti Nebbia, per esempio, che è uno degli ultimi...

Io mi sono sconvolto quando ha messo in bocca a Dylan Dog la filosofia del contrappasso...

??? In quale punto?
Comunque, limitatamente a "Nebbia", non credo sia una storia priva di morale, la morale ce l'ha, forse è diversa da quella che in genere si è disposti a tollerare, cioè può disturbare il fatto che siano messi allo stesso livello l'assassino e i testimoni omertosi, però girarsi da un'altra parte e far finta di niente è una delle cose peggiori che si possano fare e purtroppo una delle più diffuse. Secondo me lì'indifferenza è un crimine come gli altri. Chiaro che poi, vivendo in una società, è normale che i comportamenti vengano giudicati in base alla loro "concretezza" e quindi nessun giudice averbbe dato ai testimoni la stessa pena dell'assassino, ecco il perchè dell'intervento di una giustizia "altra" (non dico divina, quello sì stonerebbe). Inoltre non è certo la prima volta che Dylan si comporta così, arrogandosi il diritto di condannare salvo rimanerne poi disturbato (in uno dei dylandoggoni, ma a desso mi sfugge il titolo, quello in cui il ricco nobile trapiantato in un castello vuole uccidere la moglie, etc..., poi cerco di recuperarlo). Comuqnue per tornare alla Barbato (e poi chiudo, non sono mica il suo avvocato  ;)) hai letto "Necropolis", penso sia la sua storia migliore e non c'è la minima traccia dei suoi logorroici finali! Anzi non spiega quasi nulla!  ;D
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Gorthan - Sabato 10 Lug 2004, 20:40:15
Non spiega quasi nulla? Rileggiti le ultime tavole...  ::)


E per quanto riguarda Nebbia: sinceramente che DD si arroghi il diritto di giustificare la vendetta sui testimoni omertosi mi sembra contro il suo personaggio (e contro il senso morale comune...).
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Domenica 11 Lug 2004, 10:09:07
Citazione
author=Gorthan link=board=alfum;num=1089305097;start=0#16 date=07/10/04 alle ore 20:40:15]Non spiega quasi nulla? Rileggiti le ultime tavole...  ::)

Intendevo che non fornisce un perchè della messinscena, per quale motivo è stato architettato tutto e da chi (chi si nasconde dietro gordon & c.?) e qual è stato il ruolo di dd? In fondo le sue a fine albo sono solo supposizioni!  :)
Citazione
E per quanto riguarda Nebbia: sinceramente che DD si arroghi il diritto di giustificare la vendetta sui testimoni omertosi mi sembra contro il suo personaggio (e contro il senso morale comune...).

E' quello che ho detto, non è una storia senza morale, la morale c'è ma è diversa da quella che siamo normalmente portati a considerare come tale.  ::)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: conker - Domenica 11 Lug 2004, 15:22:03
mi piace il genere horror

e mi piace anche Dylan Dog,anche se oggi lo leggo solo previa verifica di chi scrive e chi disegna,pur essendo una testata molto in linea con i dettami classici Bonelli (niente continuity....se manchi un numero o più non ti perdi assolutamente niente)

come team creativo "perfetto" DD dovrebbe presentare Sclavi ai testi ed uno tra Dall'Agnol/Stano/Brindisi ai disegni

tra chi lo ha disegnato in passato,mi mancano Marco Soldi (disegnatore di un solo numero,"Oltre la Morte",secondo me uno dei più belli in assoluto) attuale copertinista di Julia ed Andrea Venturi (disegnatore di "Johnny Freak" più tardi passato a Tex)

tra i "nuovi"arrivi mi è piaciuto molto il "disneyano" Celoni
e non mi dispiace l'interpretazione di Nicola Mari

per i testi,tenendo conto dell'inarrivabilità di Sclavi,bene Ruju e Faraci

Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: MarcheseDelGrillo - Domenica 11 Lug 2004, 16:51:29
Citazione da: conker  link=1089305097/0#18 date=1089552123
e mi piace anche Dylan Dog,anche se oggi lo leggo solo previa verifica di chi scrive e chi disegna,



E' un po' quello che faccio anch'io ultimamente... ;)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: donocchio - Venerdì 16 Lug 2004, 14:04:51
Citazione da: Molleggiato link=board=alfum;num=1089305097;start=0#0 date=07/08/04 alle ore 18:44:57
A me piace molto Dylan Dog (nota bene: si legge Dilan Dog e non Dailan Dog).quote]

credetemi, molti sbagliano il nome...
vi giuro che ho sentito pronunciare wolverine in una cosa come...uolverain  :P
bleah...
ciao a tutti.
EMA
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Molleggiato - Venerdì 16 Lug 2004, 17:37:51
Citazione
vi giuro che ho sentito pronunciare wolverine in una cosa come...uolverain


In realtà si dovrebbe dire uolverain perchè la pronuncia perfetta dell'inglese richiede questo.
Come richiede Dailan Dog perchè la "y" si legge "ai"...

Però siamo in Italia e questi nomi sono stati italianizzati perciò bisogna leggerli all'italiana ;)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Gorthan - Venerdì 16 Lug 2004, 17:51:41
No. Dylan si legge Dylan. Anche all'inglese.


Vedi Bob Dylan o il poeta Dylan Thomas, a cui il nome del personaggio si rifà.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Molleggiato - Venerdì 16 Lug 2004, 18:18:55
Mmmmh...vero ;)

Però la "y" si legge "ai"...com'è? ???
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Gorthan - Venerdì 16 Lug 2004, 18:36:59
Pensa da noi come si legge la "gl" e come leggi "glicine"...  ::)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Molleggiato - Venerdì 16 Lug 2004, 19:34:16
Questo è pure vero ;D
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: donocchio - Sabato 17 Lug 2004, 01:19:28
Citazione da: Molleggiato  link=1089305097/20#23 date=1089994735
Mmmmh...vero ;)

Però la "y" si legge "ai"...com'è? ???


l' inglese non ha regole di pronuncia precisa, alcune volte Y si pronuncia "ai,, mentre altre semplicemente "i,,

;D che espertone che sono... ;D ;D ;D
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Domenica 1 Ago 2004, 20:29:32
Citazione da: donocchio  link=1089305097/15#26 date=1090019968

l' inglese non ha regole di pronuncia precisa

E questa è una delle cose che odio! Ogni parola fa storia a sè: byron o dylan? Door (dor), room (rum) o blood (blad)?
Thanks Severgnini!  ;D
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: donocchio - Lunedì 2 Ago 2004, 16:23:40
non bisogna stare con il vocabolario, cioè, se da sola la "y" inglese si legge "uai" non è detto che in ogni parola con la y si legga uai
anche da noi, si pronuncia "ipsilon" ma non so dice ipsilon-omo per dire lo ipsilon-ogurt ;D
ciao. spero ci abbiate capito qualcosa
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Rado_il_Figo - Martedì 3 Ago 2004, 20:22:30
se posso dire la mia...

ho letto dylan dog circa dieci anni fa, in piena naja, pur conoscendolo anche prima che mi mettessi in divisa. insomma, credo di aver sfogliato una ventina fra numeri normali e "speciali", quindi credo di poter esprimere un giudizio "critico" non legato a qualche storia particolare.

devo confessare che il personaggio non mi sia mai e poi mai piaciuto, pur riconoscendo la "professionalità" di chi ci lavora (ovvero disegni, chine, sceneggiature e soggetti sono fatti come meglio non si potrebbe).
non è la mia una critica al genere "splatter", che, per inciso non mi entusiasma ma nemmeno mi disgusta, anche se non ho mai sopportato,da parte degli autori del "genere", una continua ricerca di "radici" che elevassero il loro prodotto, inuna sorta di autoincensamento. due esempi: nelle rubriche di risposta ai lettori, una volta un redattore arrivò a definire come padre dello splatter italiano addirittura benitone jacovitti (uargh! :P), un'altra volta (e proprio in dylan dog) un altro redattore definì la storia del numero precedente come "la migliore storia a fumetti di tutti i tempi" (e non era in senso ironico).

diciamo che quello che non gradisco in dylan dog, anche se poi è un lato comune in altri personaggi e opere (ad esempio, il primo batman e la prima arma letale) è il concetto di fondo che al protagonista, e a chi gli sta vicino, e per il fine della storia, è concesso di tutto, anche al punto di "sacrificare" (spesso lasciando uccidere) comprimari e seconde figure, in una sorta di egoismo strisciante assai inquietante.

per dire: addirittura il monco in "per qualche dollaro in più" ha degli scrupoli di coscienza quando, pur sapendo che l'hindio ha progettato una rapina alla banca, chiedendo al colonello, una volta che tale rapina si è compiuta lasciando sul terreno le guardie uccise, se forse non sarebbe stato meglio avvertire chi ora sta cadavere. in dylan dog e negli esempi citati ciò non accade mai, ed è questo che non mi è mai piaciuto.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: MarcheseDelGrillo - Martedì 24 Gen 2006, 21:06:14
 Ripesco il topic dal fondo della lista per segnalare che, secondo quanto riportato dal Giornale della Sergio Bonelli Editore di questo mese (gennaio 2006) entro l'anno partirà una "nuova ristampa delle prime avventure di Dylan Dog".
Di cosa si tratti effettivamente ancora non si sa, qualcuno ipotizza una sorta di "Nuova Ristampa" sul modello di quella intrapresa per Tex una decina di anni fa.  
Bah, chi vivrà vedrà!
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Pacuvio - Mercoledì 25 Gen 2006, 08:52:48
Citazione da: MarcheseDelGrillo  link=1089305097/25#30 date=1138133174
Di cosa si tratti effettivamente ancora non si sa, qualcuno ipotizza una sorta di "Nuova Ristampa" sul modello di quella intrapresa per Tex una decina di anni fa.

Toglimi una curiosita', io non lo compro ormai da anni, ma sai a che numero della serie regolare sono arrivati? (dovrebbero aver superato abbondantemente il 200...)

Saro' distratto ma quando vado in edicola non lo vedo mai... :P

Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: MarcheseDelGrillo - Mercoledì 25 Gen 2006, 10:43:42
Anch'io non lo compro da secoli, cmq l'ultimo uscito è il 232. ;).
Quest'anno si festeggia il ventennale della testata e, forse, è proprio a questa ricorrenza che dobbiamo l'ennesima ristampa...
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Donocchio - Mercoledì 25 Gen 2006, 20:33:03
io ho "ereditato" da poco l' intera serie aggratis da mio zio...mi piace 'sta cosa, lui legge i fumetti rari e poi li scarica a me...

cmq l' ultimo è il 232
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: deluso - Giovedì 26 Gen 2006, 10:54:16
Citazione da: MarcheseDelGrillo  link=1089305097/25#30 date=1138133174
Di cosa si tratti effettivamente ancora non si sa, qualcuno ipotizza una sorta di "Nuova Ristampa" sul modello di quella intrapresa per Tex una decina di anni fa.
Chissà chi è così ottimista!  ;D ;D ;D ::) ;D ;D ;D

Per la pronuncia di Dylan: cambia di zona in zona (basta vedere in Italia! Chiedete come si dice "cosa"! Vi risponderanno: còsa, cósa, òsa, ...), ma Bob Dylan (Robert Zimmermann) lo pronunciano (almeno nel Live Aid) "Bob Dilen"
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: conker - Sabato 28 Gen 2006, 14:42:23
ed in occasione del ventennale tornerà ai testi Sclavi!!!!    :)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Donocchio - Sabato 28 Gen 2006, 19:24:28
SCLAVI!!! :o :o :o
cavolo...cmq oggi è uscito il 233, "ospite Sgradito"  
Stano (!!!), Medda

Next: L' ultimo Arcano
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: conker - Lunedì 30 Gen 2006, 14:28:20
oggi è uscito il 233, "ospite Sgradito"  
Stano (!!!), Medda

era da parecchio che non leggevo un numero di DYD di così buona fattura... a parte gli usuali splendidi disegni di Stano c'è da sottolineare anche l'ottima storia di Medda  :)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Donocchio - Lunedì 30 Gen 2006, 19:14:50
sìsì molto bello, di ottima fattura...Io adoro Stano... e mi ha stupito Medda!!!!
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: conker - Domenica 10 Set 2006, 21:21:04
ed in occasione del ventennale tornerà ai testi Sclavi!!!!    :)

solo per ricordare che è in edicola "Ucronìa" di Sclavi/Saudelli

storia allucinante a dir poco  :o

bene bene, si preannunciano buone cose nei mesi a venire per il nostro indagatore dell'incubo... subito Barbato/Brindisi con DYD a colori e poi ancora Sclavi  :D
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Tek - Lunedì 11 Set 2006, 10:13:42
Voglio ricordare che da Venerdì 6 Ottobre in edicola uscirà il primo numero de: DYLAN DOG GRANDE RISTAMPA. Una collana bimestrale che ristampa a tre numeri la volta. Si parte con i primi tre numeri, 296 pagine a soli €5,50.
Inoltre copertine inedite realizzate da Corrado Roi, l'ex copertinista di Brendon.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: paperino - Martedì 12 Set 2006, 17:45:02
Ucronia è molto bella, non direi 'bellissima' però....

Riguardo alla storia del ventennale, la mia preoccupazione è che la Barbato abbia fatto uno dei suoi soliti 'raschiamenti di fondo barile' come sta facendo ultimamamente...e che rendono alcune sue storie veramente brutte!
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: conker - Martedì 12 Set 2006, 19:39:56
Ucronia è molto bella, non direi 'bellissima' però....
bisogna vedere qual'è il termine di paragone  ::)

IMHO paragonata alla media delle storie di DYD degli ultimi 5 anni è un capolavoro  8-)

Citazione
Riguardo alla storia del ventennale, la mia preoccupazione è che la Barbato abbia fatto uno dei suoi soliti 'raschiamenti di fondo barile' come sta facendo ultimamamente...e che rendono alcune sue storie veramente brutte!
aspettiamo di leggerla almeno!  :o

(preoccupazioni legittime comunque  ;) )
Titolo: Dylan Dog 244 - Marty
Inserito da: paperino - Sabato 23 Dic 2006, 21:39:27
Dylan Dog 244 - Marty

Un numero stupendo!!!
Dylan Dog è ritornato a farmi piangere a quasi trenta anni suonati!!!!

Grazie Tiziano...
Titolo: Re: Dylan Dog 244 - Marty
Inserito da: Zimm - Mercoledì 3 Gen 2007, 14:33:32
Ucronia pur piacendomi non mi aveva convinto al massimo. Era il grande ritorno di Sclavi dopo anni di silenzio! Mi aspettavo una di quelle storie indimenticabili come Il lungo addio, Johnny Freak, La dama in nero, I segreti di Ramblyn, Accadde domani  solo per citare i miei preferiti. E anche la penultima opera L’assassino è tra noi non mi era affatto dispiaciuta, come non mi erano dispiaciute le citazione da Psycho (uno dei miei film preferiti di Hitch) e il ritorno dello splatter, anche se il tono era minore rispetto ai primi albi.
Marty rappresenta invece il grande ritorno dello Stephen King italiano. E’ lo Sclavi che amiamo. Profondo e sensibile. Qui è la solitudine il vero mostro. Inoltre si ribadisce una volta ancora la lezione di Golding: “l’uomo produce il male come le api producono il miele”. Quanta gente, solo con il pensiero abbiamo giudicato e condannato a morte? Noi gente normale, gente comune. Gente…
Il male nell'ultimo capolavoro di Tiziano è solo a livello inconscio, ma dopo la lettura diventeremo senz'altro più gentili ed educati con le persone!  
Titolo: Re: Dylan Dog 244 - Marty
Inserito da: Pegleg - Venerdì 5 Gen 2007, 15:42:12
Uh dopo questi commenti credo che lo comprerò senz'altro! L'avevo visto in edicola e avevo pensato "ormai Dylan Dog non è più così bello", ma visto quello che dite lo compro!
Titolo: Tito Faraci e Dylan Dog
Inserito da: Zniga - Giovedì 8 Feb 2007, 11:04:05
Ho iniziato ieri a leggere "Dylan Dog - Sulla rotta di Moby Dick", con testi di Tito Faraci. Qualcuno di voi l'ha già letto? E in generale, cosa ne pensate del Faraci bonelliano?
Titolo: Re: Tito Faraci e Dylan Dog
Inserito da: Pegleg - Giovedì 8 Feb 2007, 13:23:39
E in generale, cosa ne pensate del Faraci bonelliano?
Faraci è un grande, (quasi) qualsiasi cosa scriva.
Titolo: Re: Tito Faraci e Dylan Dog
Inserito da: MarcheseDelGrillo - Giovedì 8 Feb 2007, 13:59:26
E in generale, cosa ne pensate del Faraci bonelliano?

Che finora, per quel che ne ho potuto leggere, non mi ha convinto quanto quello disneyano. Da aprile sarà la volta di Tex, vedremo quello che saprà fare...
Titolo: Re: Tito Faraci e Dylan Dog
Inserito da: FL0YD - Giovedì 8 Feb 2007, 15:17:03
Faraci è un grande, (quasi) qualsiasi cosa scriva.
Sono d'accordo!  
Mi è piaciuto quasi tutto quello che ha scritto, dall'uomo ragno a "infierno!", passando per "jungle town" e tutta la produzione disneyana... lo conosco poco nelle produzioni Bonelli, ma c'è sempre tempo per rimediare! :)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Zniga - Venerdì 9 Feb 2007, 11:20:08
Ho finito di leggere "Sulla rotta di Moby Dick". Molto bello, originale, coinvolgente. Un'ottima prova di un ottimo autore.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Tek - Martedì 27 Feb 2007, 15:41:42
DYLAN DOG GRANDE RISTAMPA N. 3 (3)
LA ZONA DEL CREPUSCOLO (7), IL RITORNO DEL MOSTRO (8), ALPHA & OMEGA (9)


Ecco, come si dice? Il tempo vola. Sono passati già sei mesi da quando Dylan Dog ha compiuto vent'anni e sono già passati sei mesi da quando la Sergio Bonelli Editore ha deciso di ristampare "tutte" le storie di Dylan Dog in un formato maxi proponendo tre storie a soli 5,50 Euro, un affarone insomma, se solo si considera che una singola storia inedita o finora ristampata nello stesso formato costa Euro 2,50.
Ma veniamo a noi: nel terzo balenottero di ristampe Dylandoghiane troviamo tre storie magnifiche, tre storie che vi faranno venire la voglia di leggere mooolto Dylan Dog.
Tutte e tre le storie sono scritte da Tiziano Sclavi, uno Sclavi in gran forma se si leggono le tre storie che ha proposto lo scorso anno, uno Sclavi che sfornava storie "orribili", eccelse dato che parliamo di Dylan Dog. Ma analizziamole una ad una.
In "La Zona del Crepuscolo", la prima parte di una trilogia "terminata" nello scorso giugno/luglio, vediamo la trasferta nella zona di Inverary di Dylan Dog e del suo assistente Groucho. La storia è disegnata da Montanari & Grassani ed è davvero una bella storia. Dylan viene chiamato da una ragazzina di nome Mabel che ha scoperto l'orrendo segreto del suo strano paese. A livello di testi troviamo uno Sclavi in forma ma che non raggiunge la completezza delle prossime due storie. Montanari & Grassani, nella loro prima apparizione, dimostrano di essere abili con il personaggio ma di non averne ancora preso possesso, come si vede in alcune tavole.
Nella storia che segue, "Il ritorno del mostro", Dylan dovrà risolvere un vero e proprio mistero e questo è uno dei più begli albi di Dylan Dog dove troviamo tutti gli ingredienti per un'ottima storia horror con quel buon pizzico di mistero. Alle matite Luigi Piccatto che ci mostra un Dylan molto più giovane di quello dei Montanari & Grassani ed è molto bravo sia nelle ambientazioni che nel caratterizzare ottimamente i personaggi in continuo svolgimento della storia.
La terza e ultima avventura di questo numero della "Grande Ristampa", storia sempre scritta da Tiziano Sclavi, troviamo alle matite Corrado Roi, il copertinista ufficiale di questa serie di ristampe ed ex copertinista di Brendon, che già mostra di essere un ottimo disegnatore di ambientazioni horror. Molto bravo nei personaggi, Roi ci mostra un Dylan Dog diverso, non il Dylan bello di Piccatto ne il Dylan riceratore di Montanari & Grassani ma il Dylan riflessivo. Questa terza storia "Alpha e Omega" è una storia molto poetica che riscopre le radici del mondo e in particolare dell'America e della sua storia e che, per la prima volta e non so se l'ultima, vedrà un personaggio molto, molto caro a Dylan in grande pericolo di vita.
In conclusione quindi un ottimo numero che consiglio a tutti di prendere.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Lady_Evron91 - Mercoledì 28 Feb 2007, 21:34:41
Non conosco molto Dylan Dog, ho solo letto qualche numero qua e là. Comunque a me piace molto come fumetto, e il mio personaggio preferito è Groucho!
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: conker - Lunedì 30 Apr 2007, 22:32:19
Dylan Dog 248 - Anima d'acciaio  (Bruno Enna/Fabio Celoni)

uscito da pochi giorni in edicola

che dire... da pdv prettamente grafico è davvero un bel lavoro, personaggi molto caratterizzati, inquadrature sempre varie, molto meno "statico" rispetto alla "media Bonelli"

la storia... uh, quante storie simili sono già state pubblicate su DYD?  :-?
IMHO davvero poco ispirata... peccato  :(

Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Zimm - Martedì 1 Mag 2007, 09:34:53
Dylan Dog 248 - Anima d'acciaio  (Bruno Enna/Fabio Celoni)

uscito da pochi giorni in edicola

che dire... da pdv prettamente grafico è davvero un bel lavoro, personaggi molto caratterizzati, inquadrature sempre varie, molto meno "statico" rispetto alla "media Bonelli"

la storia... uh, quante storie simili sono già state pubblicate su DYD?  :-?
IMHO davvero poco ispirata... peccato  :(

 

Appena ho letto vicino al titolo il nome di Bruno Enna mi stavo già preparando per uscire a comprarlo. Il tuo commento sulla storia mi ha un pò scoraggiato, però non vedo comunque l'ora di leggerlo. Se c'è da tener fede al tuo commento, è un peccato che sia una sceneggiatura di routine.
Da Enna mi aspettavo una storia di poesia e lacrime (come solo lui è capace di scrivere) in stile Il Lungo addio
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Zimm - Martedì 1 Mag 2007, 09:40:07
DYLAN DOG GRANDE RISTAMPA N. 3 (3)
LA ZONA DEL CREPUSCOLO (7), IL RITORNO DEL MOSTRO (8), ALPHA & OMEGA (9)


Ecco, come si dice? Il tempo vola. Sono passati già sei mesi da quando Dylan Dog ha compiuto vent'anni e sono già passati sei mesi da quando la Sergio Bonelli Editore ha deciso di ristampare "tutte" le storie di Dylan Dog in un formato maxi proponendo tre storie a soli 5,50 Euro, un affarone insomma, se solo si considera che una singola storia inedita o finora ristampata nello stesso formato costa Euro 2,50.
Ma veniamo a noi: nel terzo balenottero di ristampe Dylandoghiane troviamo tre storie magnifiche, tre storie che vi faranno venire la voglia di leggere mooolto Dylan Dog.
Tutte e tre le storie sono scritte da Tiziano Sclavi, uno Sclavi in gran forma se si leggono le tre storie che ha proposto lo scorso anno, uno Sclavi che sfornava storie "orribili", eccelse dato che parliamo di Dylan Dog. Ma analizziamole una ad una.
In "La Zona del Crepuscolo", la prima parte di una trilogia "terminata" nello scorso giugno/luglio, vediamo la trasferta nella zona di Inverary di Dylan Dog e del suo assistente Groucho. La storia è disegnata da Montanari & Grassani ed è davvero una bella storia. Dylan viene chiamato da una ragazzina di nome Mabel che ha scoperto l'orrendo segreto del suo strano paese. A livello di testi troviamo uno Sclavi in forma ma che non raggiunge la completezza delle prossime due storie. Montanari & Grassani, nella loro prima apparizione, dimostrano di essere abili con il personaggio ma di non averne ancora preso possesso, come si vede in alcune tavole.
Nella storia che segue, "Il ritorno del mostro", Dylan dovrà risolvere un vero e proprio mistero e questo è uno dei più begli albi di Dylan Dog dove troviamo tutti gli ingredienti per un'ottima storia horror con quel buon pizzico di mistero. Alle matite Luigi Piccatto che ci mostra un Dylan molto più giovane di quello dei Montanari & Grassani ed è molto bravo sia nelle ambientazioni che nel caratterizzare ottimamente i personaggi in continuo svolgimento della storia.
La terza e ultima avventura di questo numero della "Grande Ristampa", storia sempre scritta da Tiziano Sclavi, troviamo alle matite Corrado Roi, il copertinista ufficiale di questa serie di ristampe ed ex copertinista di Brendon, che già mostra di essere un ottimo disegnatore di ambientazioni horror. Molto bravo nei personaggi, Roi ci mostra un Dylan Dog diverso, non il Dylan bello di Piccatto ne il Dylan riceratore di Montanari & Grassani ma il Dylan riflessivo. Questa terza storia "Alpha e Omega" è una storia molto poetica che riscopre le radici del mondo e in particolare dell'America e della sua storia e che, per la prima volta e non so se l'ultima, vedrà un personaggio molto, molto caro a Dylan in grande pericolo di vita.
In conclusione quindi un ottimo numero che consiglio a tutti di prendere.

Purtroppo il volume terzo l'ho perso (chiederò alla mia fumetteria se è avanzata una copia) e mi devo affrettare a prendere almeno il 4 anche se le storie di quel volume dovrei averle tutte e tre.
Comunque confermo, sono tutte è tre ottime storie anche se il terzo episodio della trilogia iniziata con "la zona del crepuscolo" non mi è piaciuto affatto. Sclavi ha lasciato il compito ad un altro autore, e si vede...
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: conker - Martedì 1 Mag 2007, 10:30:58

Appena ho letto vicino al titolo il nome di Bruno Enna mi stavo già preparando per uscire a comprarlo. Il tuo commento sulla storia mi ha un pò scoraggiato, però non vedo comunque l'ora di leggerlo. Se c'è da tener fede al tuo commento, è un peccato che sia una sceneggiatura di routine.
Da Enna mi aspettavo una storia di poesia e lacrime (come solo lui è capace di scrivere) in stile Il Lungo addio
lacrime ne vedrai  ::)    
;)

comunque delle belle scene, dei bei tocchi, ci sono... è solo che la storia è IMHO decisamente "straight" e stracolma di cliché "dylandoghiani"

su DYD mi piacciono invece le cose un po' contorte  8-)


Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Simone -MxM- - Mercoledì 2 Mag 2007, 16:38:28
Dylan Dog #248

Testi: Bruno Enna
Disegni: Fabio Celoni
------------------------
ANIMA D'ACCIAIO

IO-ADORO-BRUNO-ENNA!!!!!!
L'acclamato autore di Pkna #20, Pkna #22, Pk2 #14, PK 005 e tanti altri lavori in e out Disney ha colpito ancora!
Il negoziante dell'armeria che ha in custodia il ferrovecchio di DyD si suicida proprio con questo. La causa? Una vecchia Colt maledetta, che causa nei possessori il riaffioramento dei ricordi peggiori, causando furia suicida. Mentre DyD e una nuova ragazza (come farà quello lì...) cercano di fermare l'artefatto, un promane dà fuoco ai magazzini di Harrods a Londra...
Questa storia è poesia allo stato puro. Leggendola ho ritrovato un pò della magia di Mekkano e Frammenti d'Autunno, una storia cruenta ma che lo è poeticamente, il nuovo trionfo del nostro Enna! E come non elogiare i manifici disegni adesso incasinati, adesso puliti, ma sempre chiari e bei disegni di Fabietto Celoni? Insomma...affretatevi a comprarlo...LA VITA E' SOLO UN'ALTRA ILLUSIONE...

da www.pkfanzone.forumcommunity. net
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nestore - Giovedì 3 Mag 2007, 16:32:02
Per tutti quelli che continuano a dire: "ma Dylan Dog non è più quello di una volta!" beh, Anima d'acciaio è un Dylan Dog come "Come quelli di una volta."
Attima storia, assolutamente non noiosa (che non è poco), accompagnata dal segno oscuro dell'ottimo Celoni.

Bravo Enna

P.S.
Mi sa che se la Disney vorrà riprendere il filo di PK (come era una volta, esattmente come per Dylan Dog), non è nè a Cordara nè ad Ambrosio che dovrà rivolgersi per delle buone storie.
(Scusate il commento off topic, ma quando ci vuole ci vuole)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Guiderdone - Sabato 30 Giu 2007, 10:52:23
Ho letto Dylan Dog per qualche anno, ora non più per mancanza di spazio e per tagli alle spese.
Il mio personaggio preferito è Hamlin, l'antiquario. Trovo fantastico il suo carattere misterioso e inquietante nascosto dietro un manto di ironia molto concreta e terrena. Mi piacciono quasi tutte le battute che gli autori gli assegnano, appunto perché sono al tempo stesso ironiche e dirette. E poi mi piace da matti il suo negozio, se facesse dei buoni prezzi sarei un suo cliente abituale.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Pegleg - Sabato 30 Giu 2007, 14:08:51
Per tutti quelli che continuano a dire: "ma Dylan Dog non è più quello di una volta!" beh, Anima d'acciaio è un Dylan Dog come "Come quelli di una volta."
Attima storia, assolutamente non noiosa (che non è poco), accompagnata dal segno oscuro dell'ottimo Celoni.

Bravo Enna

Sono d'accordo: ho letto anch'io questo Dylan Dog e devo dire che mi è piaciuto molto, più di quelli recenti scritti da Sclavi in persona! Enna si riconferma come uno dei migliori sceneggiatori italiani!
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Samuele - Martedì 6 Nov 2007, 10:57:19
Dylan Dog sta diventando la mia lettura da treno ;D.
Mi stanno prestando vari numeri, dal primo in poi, alternando a qualche speciale\raccolta (non essendoci una così marcata continuity non ci sono grossi problemi di trama).

Sclavi parte sempre da un film, un racconto horror e lo interpreta a suo modo.
Così cita Spielberg, Argento, Fulci, Poe, Romero e chi più ne ha ne metta.

Non così originale (ho letto solo numeri ante 100) ma comunque godibile.
Probabilmente, se lo avessi letto da ragazzino mi sarebbe piaciuto di più.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Pallone_Wafer - Martedì 6 Nov 2007, 12:52:33
Io preferisco nettamente il Dylan Dog attuale (diciamo dal 150 circa in poi) rispetto a "quello di una volta", troppo psicologico, introspettivo e spesso incasinato al punto che non si capiva niente.

Ricordo che le storie diciamo intorno al numero 100 erano più quelle che non avevano un senso che quelle sensate.

No no, preferisco nettamente le storie attuali, più scorrevoli e lineari e meno psicodramma
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: conker - Martedì 6 Nov 2007, 19:16:53
No no, preferisco nettamente le storie attuali, più scorrevoli e lineari e meno psicodramma
sì, ma spesso sono più scontate di un paio di mutande ai saldi  ::)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: frizzafrizza - Mercoledì 14 Nov 2007, 20:17:19
Devo confessare che ho smesso di leggere Dilan Doc intorno al n. 40, mi sembrava sempre di leggere qualcosa di già letto. Stessa sensazione con N. Never. Saranno state le troppe citazioni da letture degli autori?
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: gongoro72 - Giovedì 15 Nov 2007, 22:22:42
i primi 20-25 numeri sono insuperabili, con la presenza di alcuni CAPOLAVORI (vedi Memorie dall'Invisibile)
poi quando Sclavi ha mollato un po' il timone (attorno al 2001) il livello è un po' calato...
di recente comunque ci sono diversi numeri degni di nota, soprattutto le storie firmate da Paola Barbato.
http://rossanorossini.blogspot.com/2007/11/dylan-dog.html ;)
Titolo: dylan dog  n. 254
Inserito da: raselli - Domenica 16 Dic 2007, 13:54:47
A chi sono piaciuti i disegni del suddetto dylan dog? io sinceramente li ho trovati orribili. Qualcun altro la pensa come me?
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Domenica 30 Dic 2007, 08:53:50
Rispolvero questo topic spinto dalla lettura dell'ultimo numero, dopo che i penultimi mi avevano lasciato abbastanza indifferente: decisamente quando medda mette mano a dylan dog si dimostra sempre pieno di idee (anche se devo dire che la sua produzione è stata sempre mediamente di buona qualità sui vari personaggi bonelli escluso quella specie di esperimento di gregory hunter). Nonostante infatti il rancore verso la stupidità delle nuove generazioni e dei nerd in generale (che ha già esternato più volte su internet) presente quasi in ogni pagina, una volta di più (dopo il battito del tempo e altre) si dimostra l'unico altro autore insieme alla barbato, capace di scrivere storie non banali su dylan dog, attualmente almeno. Irriconoscibile saudelli :o, se non ci fosse stato scritto nei credits non l'avrei mai e poi mai indovinato (e avrei pensato anche ad un errore nei credits se non fosse stato annunciato nella presentazione)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: superchimicus - Giovedì 10 Gen 2008, 21:04:24
Mia zia aveva un cassetto pieno di magazine Dylan Dog! Me li sono letti tutti! Straordinari!
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Pallone_Wafer - Giovedì 10 Gen 2008, 21:48:02
Sincreamente non so come giudicarla l'ultima storia...

Da una parte ritrovo pienamente il discorso che ho fatto anch'io sul rapporto tra i bambini e la considerazione che gli danno gli attuali mass media.

Dall'altro però comincio a pensare che Dylan Dog comincia a stare messo male se bisogna ricorrere a trame simili
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: PK_ever - Martedì 27 Mag 2008, 04:05:49
Ricordo che quando frequentavo i primi anni delle superiori, ci fu il boom di Dylan Dog; io ed un'altro amico leggevamo Martin Mystère ed eravamo considerati un po' i secchioni fra i fumettari. Oggi dei dylandoghiani di allora sono rimasti pochi a leggere i fumetti, e per sfizio ho voluto comprare la grande ristampa con i primi tre numeri. L'introduzione di Bonelli mi ha fatto tornare indietro a quegli anni, ed ho letto con piacere quelle prime storie.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: conker - Giovedì 25 Dic 2008, 10:31:21
Dylan Dog umoristico? (http://www.comicus.it/view.php?section=news&id=5540)

come numero speciale sarebbe davvero interessante  :)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: conker - Lunedì 12 Gen 2009, 21:39:46
Dylan Dog umoristico? (http://www.comicus.it/view.php?section=news&id=5540)

come numero speciale sarebbe davvero interessante  :)
Tito conferma (http://titofaraci.nova100.ilsole24ore.com/2009/01/stracci-di-idee.html)  8-)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Rat-Man - Giovedì 15 Gen 2009, 10:16:13
Tito conferma (http://titofaraci.nova100.ilsole24ore.com/2009/01/stracci-di-idee.html)  8-)
E siamo a due, ora speriamo bene per Leo
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Damon_Lindelof - Sabato 17 Gen 2009, 16:57:37
Ho sempre rispetto per il lavoro di tutti, ma mi è incomprensibile come Sclavi abbia così tanta fiducia in Paola Barbato, affidandole anche alcuni speciali-chiave... in lei non vedo niente che faccia gridare al genio, anzi. Dialoghi banali, finali spesso troppo "spiegativi", con vignette spesso "piene" (lo Sclavi dei grandi anni riusciva a fare storie riducendo i dialoghi, e guardate anche un piccolo capolavoro abbastanza recente come "L'assassino è tra noi"...). Credo che il vero erede di Sclavi sia Chiaverotti ed è un peccato che si sia allontanato dalla testata.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Lunedì 26 Gen 2009, 15:38:36
Ho sempre rispetto per il lavoro di tutti, ma mi è incomprensibile come Sclavi abbia così tanta fiducia in Paola Barbato, affidandole anche alcuni speciali-chiave... in lei non vedo niente che faccia gridare al genio, anzi. Dialoghi banali, finali spesso troppo "spiegativi", con vignette spesso "piene" (lo Sclavi dei grandi anni riusciva a fare storie riducendo i dialoghi, e guardate anche un piccolo capolavoro abbastanza recente come "L'assassino è tra noi"...). Credo che il vero erede di Sclavi sia Chiaverotti ed è un peccato che si sia allontanato dalla testata.
Chiaverotti non era l'erede di sclavi, era il clone, con più retorica, meno originalità e neanche un'oncia del talento di sclavi
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: conker - Venerdì 14 Ago 2009, 13:10:07
il terzo color fest, attualmente in edicola, vanta una splendida copertina del maestro Toppi... all'interno le usuali 4 storie, quest'anno opera di Faraci/Camuncoli, Enna/Roi, Mastantuono e Chiaverotti/Evangelisti

da un punto di vista prettamente visivo non credo ci si possa lamentare, per le storie... be', niente di trascendentale

personalmente, ho molto apprezzato la Sposa del Diavolo ad opera, in toto, del Masta... cavolo, non mi dispiacerebbe certo ritrovarlo su DD in una storia più lunga  :)
Titolo: Interviste agli autori di Dylan Dog..
Inserito da: RiZzUs - Lunedì 16 Nov 2009, 19:17:17
 :D

Paola Barbato e Angelo Stano hanno rilasciato due interviste recenti, quella della sceneggiatrice è persino di oggi:

Angelo Stano: http://ddcomics.blogfrog.it/2009/11/13/intervista-ad-angelo-stano/

Paola Barbato: http://ddcomics.blogfrog.it/2009/11/16/intervista-a-paola-barbato/
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: RiZzUs - Sabato 28 Nov 2009, 19:14:53
 ;) Letto  e recensito l'ultimo Dylan Dog.. n.279!

Purtroppo ancora non si è raggiunto il livello di molti anni fa..tuttavia l'ho trovato molto bello soprattutto nei disegni di Soldi..

SPOILER
http://ddcomics.blogfrog.it/2009/11/23/il-giardino-delle-illusioni-paola-barbato-confessione
/SPOILER
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Bramo - Lunedì 28 Dic 2009, 23:37:14
Dylan Dog # 280 - Mater Morbi (Roberto Recchioni, Massimo Carnevale)

(http://www.comicus.it/images/news/2009/DylanDog28.jpg)

Io di Dylan ho letto ben poco, nella mia vita.
Giusto 3 o 4 numeri che presi in prestito un'estate di alcuni anni fa nella biblioteca della mia città, per curiosità di leggere qualche avventura di un personaggio che conoscevo comunque di fama.
Poi più nulla.
Di Roberto Recchioni ho letto molto poco, praticamente solo i 4 numeri che compongono la miniseria Panini David Murphy 911. E' stato subito amore con la scrittura del Rrobe, ma da allora non ho più avuto l'occasione di leggere nessun'altra opera dell'autore. Ciononostante ho preso a seguire con una certa attenzione il suo bel blog.

Detto questo, mi sono approcciato a questo numero per il nome dello sceneggiatore e perchè dal succitato blog avevo carpito quello di cui si sarebbe parlato in questo albo.
Il tema è la malattia. Un tema intrigante, interessante, che se usato bene può creare una signora storia a fumetti (come un signor romanzo, un signor film ecc). Un tema che spesso desta il mio interesse personale.
E' con queste "molle" che quindi mi sono approcciato a Mater Morbi. E non me ne sono affatto pentito.
Recchioni riesce in modo decisamente mirabile a gettare in questa storia tutto il dolore che ha provato sulla sua pelle, tutte le riflessioni che ne sono scaturite di conseguenza, tutto quello che ha provato e che pensa sulla malattia. Lo fa facendo rivivere le sue esperienze a Dylan Dog, che riesce a incarnare perfettamente la vittima ideale di una malattia misteriosa. Più volte durante la lettura (e rilettura: l'ho già letto una seconda volta, il che non capita spesso) mi sono messo a pensare a come tutto sommato la storia poteva funzionare con qualunque altro personaggio, salvo i siparietti con Groucho. Ma non è del tutto vero: solo utilizzando un uomo abituato a scontrarsi quotidianamente con mostri e misteri, si poteva esplorare la spirale di paura e dolore derivata da un orrore che è dentro di te, che comanda il tuo corpo dall'interno senza che tu possa poi far molto per salvarti.
Tutti i pensieri sui medici, i pazienti, gli ospedali di Dylan, che scrive fedelmente nel suo diario, sono quasi piccoli aforismi, riflessioni che sono spesso molto condivisibili, come quella (bellissima) sulla distanza incolmabile tra i sani e i malati. Ma ovviamente il fulcro della storia è la rappresentazione di madama malattia, Mater Morbi: l'interpretazione che Recchioni ne dà (di lei in sè e per sè, dei suoi rapporti con l'umanità, la morte e con i medici - quasi come se ci fosse un patt segreto e raggelante tra questi e Mater Morbi) è decisamente affascinante e quasi disturbante, oltre che utile a gettare una veloce riflessione sull'eutanasia, argomento toccato appena senza avere pretese di denuncia sociale o altro, solo perchè era naturale parlarne in questo contesto.
Che poi Mater Morbi sia una donna bellissima e che l'accettazione della malattia da parte di Dylan (uno dei grandi "messaggi" che la storia lancia) passi per il fare l'amore con la malattia stessa, sono segnali di stile della scrittura di Recchioni, che a me piacciono assai. Unico neo, un ravvedersi tropo in fretta e facilmente di Mater Morbi, ma una velocizzazione che si può facilmente perdonare.
I disegni di Carneavale sono letteralmente da sbavo: non posso essere un esperto di disegni di Dylan Dog, ma l'indagatore dell'incubo mi sembra molto ben ritratto, così come tutti i comprimari e soprattutto come la fatale Mater Morbi. Applausi poi per le tavole che raccontano di flashback, disegnate con uno stile diverso, molto particolare e affascinante. Anche la parte visiva mi ha quindi molto piacevolmente colpito.

La malattia è un argomento doloroso. Come viene scritto nell'ottimo e completo editoriale di presentazione, per Recchioni questa è stata la stora più dolorosa da scrivere. Ma probabilmente anche una delle migliori dell'autore, che mi invoglia a cercare altre cose scritte da lui.
Credo che rileggerò spesso questa storia, mi ha appassionato, affascinato, fatto riflettere e anche fatto commuovere nelle ultime due tavole, finale stupendo dell'avventura.

E ora... fra qualche mese sarò pronto a ritornare nel mondo di Dylan Dog, dato che farò mio lo Speciale che uscirà nel 2010, dato il fior fiore di autori che ci lavoreranno e la tematica "sperimentale" con cui verranno trattate le 4 storie contenute. Ma nell'editoriale si parla di primavera, altrove di estate: quando dovrebbe uscire?
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: conker - Martedì 29 Dic 2009, 17:34:37
E ora... fra qualche mese sarò pronto a ritornare nel mondo di Dylan Dog, dato che farò mio lo Speciale che uscirà nel 2010, dato il fior fiore di autori che ci lavoreranno e la tematica "sperimentale" con cui verranno trattate le 4 storie contenute. Ma nell'editoriale si parla di primavera, altrove di estate: quando dovrebbe uscire?

è uno speciale del Dylan Dog Color Fest che uscirà in primavera, con la peculiarità di disegni umoristici... il Dylan Dog Color Fest "canonico" esce invece in estate
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Bramo - Martedì 29 Dic 2009, 18:59:53

è uno speciale del Dylan Dog Color Fest che uscirà in primavera, con la peculiarità di disegni umoristici... il Dylan Dog Color Fest "canonico" esce invece in estate
Ah ecco cosa mi era sfuggito. Grazie mille per il chiarimento. :)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: RiZzUs - Mercoledì 30 Dic 2009, 16:44:42
L”uscita è prevista nell’Agosto 2010..

Da poco sono disponibili gli autori, o che dir si voglia, gli ormai mesmerizzati realizzatori di questo numero tutto a colori:

Storia I: Tito Faraci e Giorgio Cavazzano;

Storia II: Bruno Enna e Fabio Celoni;

Storia III: Giovanni Gualdoni e Corrado Mastantuono;

Storia IV: Lorenzo Bartoli e Massimo Carnevale;


Viene anche svelato il “taglio” che caratterizzerà quest’albo: l’interpretazione umoristica del nostro indagatore dell’incubo! Insomma vi saranno le consuete quattro storie con le “solite” sceneggiature, ma con disegni molto ma molto particolari..


Il tutto mantenendo forma e prezzo: 132 pagine a colori, volume brossurato 21×16, Euro 4.80.

Tra le altre cose già Giorgio Cavazzano aveva realizzato nel lontano 1992 un disegno in chiave umoristica.. per altro molto bello a mio parere!

(http://ddcomics.blogfrog.it/wp-content/uploads/2009/12/Dylan-Dog-divertente-268x300.jpg)

Tratto da: http://ddcomics.blogfrog.it/2009/12/29/dylan-dog-color-fest-4
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: conker - Giovedì 31 Dic 2009, 10:28:53
L”uscita è prevista nell’Agosto 2010..

no, quello è il classico Dylan Dog Color Fest (in cui già sappiamo, fonte il Blog della Barbato, ci sarà, tra le altre, una storia Barbato/Burchielli)

in primavera uscirà un DYD Color Fest speciale con disegni umoristici, mi pareva fosse scritto chiaramente sull'ultimo DYD

Craven Road Forum (http://www.cravenroad7.it/forum/topic.asp?TOPIC_ID=4777&whichpage=78)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: RiZzUs - Giovedì 31 Dic 2009, 12:24:21
oh si ! lol sorry sorry primavera è vero!
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Bacci - Martedì 2 Feb 2010, 01:10:11
Avete visto l'interpretazione in chiave umoristica di Dylan ad opera di Massimo Carnevale per il DYD Color Fest Speciale di prossima uscita?
Si tratta di disegni di tecnica oserei dire estasiante, ma io continuo a preferire la versione di Cavazzano. Comunque c'è da attendere con ansia questo speciale, visti i nomi coinvolti.
(Qui sotto, a sinistra M.Carnevale e a destra G.Cavazzano).
(http://img682.imageshack.us/img682/7800/dylanj.jpg)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: conker - Martedì 2 Feb 2010, 10:04:31
Avete visto l'interpretazione in chiave umoristica di Dylan ad opera di Massimo Carnevale per il DYD Color Fest Speciale di prossima uscita?
Si tratta di disegni di tecnica oserei dire estasiante, ma io continuo a preferire la versione di Cavazzano. Comunque c'è da attendere con ansia questo speciale, visti i nomi coinvolti.
(Qui sotto, a sinistra M.Carnevale e a destra G.Cavazzano).
(http://img682.imageshack.us/img682/7800/dylanj.jpg)

e credo che anche il Masta e Celoni non saranno assolutamente da meno  8-)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: conker - Domenica 28 Feb 2010, 16:29:14
copertina ed un altro paio di tavole dal color fest (http://www.comicus.it/view.php?section=news&id=7090)  :)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: conker - Martedì 6 Apr 2010, 19:46:41
[size=18]APPERO' (http://www.sergiobonellieditore.it/news/1frameset_news.html)[/size]  :o

(cliccare sul color fest)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Bacci - Martedì 6 Apr 2010, 19:56:41
[size=18]APPERO' (http://www.sergiobonellieditore.it/news/1frameset_news.html)[/size]  :o
[smiley=drool3.gif] [smiley=other_dance.gif]
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: PaoloPapero - Mercoledì 7 Apr 2010, 21:14:07
Esce il 27 aprile 2010 ,tenete 4,80 euro pronti,una novita' cosi' in casa Bonelli non s'era mai vista,da comperare anche se DylandDog non piace.
mamma mia ancora quanto manca al 27 sigh.... :'(
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: conker - Lunedì 26 Apr 2010, 10:07:24
è uscito!

Dylan Dog color fest Humor!

son già riuscito a leggere 3 storie su 4 (prima i disneyani... mi son lasciato Carnevale per ultimo), e devo dire che ne vale davvero la pena

delle 3, Gualdoni/Mastantuono (con Intini alle chine! non me lo aspettavo) è quella che mi ha impressionato maggiormente... storia pregevolissima abbinata a disegni impeccabili

poi Faraci/Cavazzano di certo non deludono le aspettative... anche se forse il tutto sembra meno inquietante di quanto dovrebbe

surreale a dir poco il duo Enna/Celoni

Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Lunedì 26 Apr 2010, 20:50:28
Preso ieri nel mio paese....

e mi e' piaciuto un tot...

la mia storia preferita é quella di Carnevale (con testi di Bartoli) :una situazione pesante.

Molto gustosa anche la storia di Cavazzano e Faraci :Manichini - anche se avrei sfruttato a 360° lo stile del maestro veneziano per raffiguare anche solo per un cameo (come con Groucho e Bloch) gli altri personaggi storici della saga , tipo Morgana, Xabaras ecc ecc..

Funzionale al racconto il disegno Cartoonesco di "Morire dal ridere " di Enna e Celoni.

quella che invece mi ha colpito meno é "la lettera bianca" di Mastrantuono e Gualdoni...
allora la storia in se e' molto bella ma non é adatta a mio avviso a un numero umoristico...

Tutte le altre hanno un qualcosa di particolare che si presta alla rilettura comica ma questa no...
poi il disegno...da Mastrantuono mi aspettavo un tratto piu' fumettoso..oddio non sono disegni seri i suoi ma neanche in linea a mio avviso con l'albo...

in pratica la storia l'avrei inserita in un'altro contesto...cmq voto all'album e all'operaz. 8+++ - e solo la copertina e' da applausi...

grandissimo Dylan dog
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: conker - Lunedì 26 Apr 2010, 22:05:36
la storia di Gualdoni è effettivamente seriosa, e avrebbe potuto benissimo essere disegnata con tratto realistico

tuttavia... è una gran bella storia, che sfrutta il disegno umostico per conferire maggior espressività ai personaggi

è fuori contesto? forse, ma IMHO ognuna delle storie del numero punta in direzioni diverse... questa è (immagino) quella che i fan più intransigenti di Dylan possono accettare con maggior facilità
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Bramo - Lunedì 26 Apr 2010, 22:11:08
In mezzo a una "sfortuna" ferroviaria ho potuto trovare pure io già oggi il Color Gest umoristico, che già da mesi è segnato sulla mia agenda degli acquisti per l'originalità dell' esperimento e per i nomi coinvolti.
L'ho solo sfogliato, per ora, e già ne sono entusiasta e tutto elettrizzato. Io di Dylan ho letto molto poco, come già ebbi modo di dire quando acquistai Mater Morbi, ma i disegni sono fantastici. Non vedo l'ora di gustarmi le storie!
PS. Post di Faraci dal suo blog (http://titofaraci.nova100.ilsole24ore.com/2010/04/pari-a-zero.html).
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: conker - Martedì 27 Apr 2010, 10:38:10
niente male anche la storia di Bartoli/Carnevale

un po' telefonata arrivati ad un certo punto, ma decisamente divertente

grandiosi i disegni di Carnevale
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Bramo - Martedì 27 Apr 2010, 22:57:13
Dylan Dog Color Fest # 4 - Humor

(http://images.sergiobonellieditore.it/bonelli/dylan/dylcf04.jpg) (http://nova100.typepad.com/.a/6a00d8341c684553ef0120a89315d3970b-320pi)

Un volumetto decisamente disneyano, guardando ai nomi degli autori coinvolti! L'idea stessa di rendere in maniera più "comica" l'indagatore dell'incubo e il suo universo la ritengo decisamente innovativa e sperimentale da parte della Bonelli, per quel poco che posso conoscere la "tradizione" della casa editrice. Ottimo quindi aver proposto uno speciale su questo inusuale tema, trasferendo nel disegno del fumetto comico il disegno "realistico" tipico del fumetto Bonelli. Solo il disegno, eh, si premura di rassicurare i fan duri e puri l'editoriale di introduzione, ma è innegabile che in alcuni casi anche i testi delle storie siano più orientati a uno stile caricaturale...

Mai come in questo caso qualche parola è da spendere per la copertina. Il grandissimo Silver, uno dei padri del fumetto comico italiano, rirpropone la cover del primo numero di Dylan Dog, dove però gli zombie che accerchiano il protagonista sono Enrico La Talpa, Mosè e Marta! Un Dylan tratteggiato magistralmente in modo caricaturale completa il quadro di un disegno bellissimo e che non mi stanco di guardare e riguardare. Obiettivo centrato in pieno!
Il compito di aprire le danze spetta a Manichini (Faraci, Cavazzano). E' sempre bellissimo per me leggere questi due nomi insieme, mi riporta alla memoria tantissime storie disneyane memorabili, di rado i due realizzano fumetti meno che ottimi, e così è anche stavolta. La storia è forse poco "dylaniata" (per quel poco che conosco io dell'atmosfera classica di questa testata), nel senso che è presente poca inquietudine, ma l'idea alla base della storia è comunque interessante, volendo poteva essere sviluppata un po' più claustrofobicamente. Poco male, perchè la sceneggiatura di Tito è brillante e divertentissima, Dylan è caratterizzato in maniera scanzonata e irrestibile portando all'estremo alcuni clichè (la fidanzata da 2 giorni, che per altro è geniale nel suo conoscere solo due parole di inglese) e fornendo situazioni divertentissime come il bambino. Dalle prime tavole in poi continuavo a ridere! ;D Discorso a parte per i disegni magnifici di Cavazzano, che crea tavole eccellenti, capolavori grafici tanto negli ambienti quanto nei personaggi: Dylan col ciuffo mi convince, la tipa anche, Groucho... bello bello bello, per me la storia migliore del volume.
Segue Una Situazione Pesante (Bartoli, Carnevale), in cui si rientra un po' più nello standard delle avventure di Dylan Dog. Anche se il lato umoristico è fornito dal protagonista che continua misteriosamente a ingrassare, fino all'inverosimile! Qui l'inquietudine è presente, e anche se la soluzione del mistero è abbastanza telefonata la storia è abbastanza godibile.Soprattutto grazie ai disegni eccellenti di Carnevale, che già avevo apprezzato in Mater Morbi e che qui si supera ancora sfoggiando un tratto deformed e allucinato, che ben si presta a dipinger un Dylan obeso.
La terza storia è Morire dal Ridere (Enna, Celoni), altra storia formata da una coppia di disneyani. Bruno Enna costruisce una storia folle e delirante che ho gradito moltissimo, è la mia seconda storia preferita dell'albo. L'andamento folleggiante della trama è dovuto al fatto che questa è un elogio alle freddure di Groucho, collegate l'una all'altra in maniera assolutamente insensata e pazza. Il che mi ha fatto lollare alquanto, cosa facilitata dai disegni di Celoni che ho amato! Le prime tavole col boia sono geniali, ma anche tutto il resto della storia è intriso della follia mutuata dalla trama. Interessante che nelle ultime tavole il suo stile cambi da quello che è il resto della storia, e il finale dell'avventura è geniale!
Infine La Lettera Bianca (Gualdoni, Mastantuono) è la storia che più si discosta dal coro. Segue infatti un andamento naturale, come la seconda avventura del volumetto, ma qui non c'è un solo minimo elemento comico nella trama, che pur racconta una storia interessante e dal risvolto imprevisto molto interessante. Come storia a sè mi è piaciuta, ma non ce la vedo molto insieme alle altre, non la vedo coinvolta nel progetto. Nemmeno sotto il profilo dei disegni: il tratto di Mastantuono è piacevolissimo, ed è "comico", soprattutto per la figura del vecchio professore di Dylan, ma senza eccessi o picchi.

Nel complesso, a parer mio l'esperimento umoristico è riuscito. Due storie molto belle per sinergia tra testi i disegni (la prima e la terza), la seconda storia dagli ottimi disegni e una buona trama, l'ultima fuori tema ma molto convincente come storia a sè. Bello bello, consigliato.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: alec - Mercoledì 28 Apr 2010, 10:56:56
Il DD disegnato dal Cavazza e' senz'altro il migliore...il personaggio dovrebbe essere affidato a lui in pianta stabile!
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: PaoloPapero - Mercoledì 28 Apr 2010, 13:48:41
Comperato ieri e lette solo le primissime pagine della storia Cavazzano/Faraci.
Un 'albo che sino ad ora ha soddisfatto le mie aspettative perche':
la copertina e' bellissima
l'idea di affidare un personaggio di una casa editrice a esterni e' ottima sopratutto se viene dalla Bonelli dove le novita' editoriali sono sempre con il contagocce(escludendo il proporre nuovi personaggi)
I disegni(sembrano) ad una prima occhiata  tutti ottimi.
Per i testi apetto di finire l'albo ma la mia impressione di riproporre l'esperimento(vedi redazionale di 2° di copertina),assaggiato questo numero,e' ottima e peccato se in futuro ,magari,altri autori che si cimenteranno non sono i miei preferiti,val la pena tentare,visto che il mondo dei fumetti,ultimamente,in quanto a novita',latita molto.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Bruce Banner - Mercoledì 28 Apr 2010, 14:52:23
 Tutto sommato sono rimasto soddisfatto.
I disegni sono tutti di livello molto alto.
La storia di Faraci/Cavazzano non è bellissima, ma le battute di Tito sono sempre ottime e tirano su la qualità della storia.
Carine anche le storie di Bartoli e Enna, ma qui a farla da padroni sono i disegni stratosferici di Carnevale e Celoni.
L'ultima storia non ha nulla di comico, sia nei testi che nei disegni. Però alla fine non è malaccio (anzi forse una delle migliori di Gualdoni su Dylan  :P ). Mi ha ricordato un pò Rughe però.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Mercoledì 28 Apr 2010, 15:44:47

che dire???

iniziamo dalla copertina ...splendida, e racchiude a mio avviso l'essenza dell'album..cioé vedere il mitico Dylan Dog sotto un'altra angolazione . Per questo sono andato letteralmente in brodo di giuggiole quando ho visto questo remake della prima copertina (dipinta, e' il caso di dirlo da Silver).

Manichini (di Cavazzano e Faraci) : é quella piu' cartonesca ed é molto gustosa ;ma io avrei sfruttato a 360° lo stile del maestro veneziano per raffiguare anche solo per un cameo (come con Groucho e Bloch) gli altri personaggi storici della saga , tipo Morgana, Xabaras ecc ecc..

la mia storia preferita é quella di Carnevale (con testi di Bartoli) :"una situazione pesante". La struttura infatti rimane da classica storia di Dylan dog accentuando però il lato buffo nell'ingrassaggio del personaggio - una storia del genere ci starebbe stata anche in un album regolare , ma lo stile "comico" sicuramente ne da valore aggiunto.

Funzionale al racconto il disegno umoristico di "Morire dal ridere " di Enna e Celoni. Dove viene redatto un vero atto d'amore verso le barzellette di Groucho

quella che invece mi ha colpito meno é "la lettera bianca" di Mastrantuono e Gualdoni... la storia in se e' molto bella ma non é adatta a mio avviso a un numero umoristico...

Tutte le altre hanno un qualcosa di particolare che si presta alla rilettura comica ma questa no...

poi il disegno...da Mastrantuono mi aspettavo un tratto piu' fumettoso..oddio non sono disegni seri i suoi ma neanche in linea a mio avviso con l'albo...

in pratica la storia l'avrei inserita in un'altro contesto...cmq voto all'album e all'operaz. 8+++ - e solo la copertina, come gia' scritto e' da applausi...

grandissimo Dylan dog

p.s.: ma come é stato convincere Bonelli (abbastanza tradizionalista mi sembra) a "sponsorizzare" un'operazione del genere??? si una sua presentazione ad hoc mi é un po' mancata...
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Bruce Banner - Mercoledì 28 Apr 2010, 16:12:48


p.s.: ma come é stato convincere Bonelli (abbastanza tradizionalista mi sembra) a "sponsorizzare" un'operazione del genere??? si una sua presentazione ad hoc mi é un po' mancata...

Ma alla fine l'albo non è che sia tutto questo esperimento. Le storie di Bartoli e Gualdoni potevano benissimo stare in un color fest qualsiasi o in un gigante. E quella di Enna poteva benissimo essere un Grouchino.
L'unica un pò atipica è quella di Faraci/Cavazzano, ma più per i disegni.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Bacci - Giovedì 29 Apr 2010, 02:38:31
Finalmente l'ho comprato anch'io! Mi facevate invidia ad averlo letto prima di me :P ;)

Questo primo numero del [size=12]Dylan Dog Color fest - Humor[/size], che accompagna quest'anno il DYD Color fest "tradizionale", si presenta davvero come un bel prodotto interessante. A cominciare dai nomi coinvolti, quattro sceneggiatori e quattro disegnatori di altissimo livello, la maggior parte esperti del fumetto umoristico (molti in ambito disneyano) e tutti grandi professionisti, senza contare la copertina ad opera di Silver.

[size=12]Manichini[/size], di Faraci e Cavazzano. Una storia che attendevo da tanto, tanto tempo, vista la preventiva presentazione da parte di Tito Faraci sul suo blog, molto tempo fa, quando la storia era ancora in fase di elaborazione. Presenta un bel ribaltamento di prospettiva, con il mondo "vero" e quello alternativo dei manichini che si confondono. Dialoghi divertentissimi e Cavazzano bravissimo a interpretarli. Lettura davvero molto piacevole!

[size=12]Una situazione pesante[/size], di Bartoli, Carnevale. La mutazione fisica che Carnevale apporta al protagonista varrebbe da sola tutta la storia, e infatti la spiegazione del perchè questa sia accaduta non mi è piaciuta tantissimo. Molto meglio la spiegazione in svedese della storia di Faraci! Davvero curata la parte grafica, che appunto è la cosa che mi ha fatto apprezzare di più la storia.

[size=12]Morire dal ridere[/size], di Enna e Celoni è una storia dalla struttura molto dinamica, con repentini cambi di scena che fanno vedere tutta la abilità registica di Celoni, nello spostare di volta in volta il centro dell'azione seguendo i vari personaggi che l'attraversano in un percorso molto vario che segue il filo conduttore delle battute di Groucho. La sequenza disegnata in modo realistico è stata per me una sorpresa, anche se ho preferito graficamente la parte comica, ma è inserita molto bene nel contesto. Non riesco a ricordarmi da quale film/fumetto provenga la citazione del cinema a pag. 83, ma sono sicuro di aver già visto quella sequenza.

[size=12]La lettera bianca[/size], di Gualdoni e Mastantuono. Due altri grandi autori, di Gualdoni come sceneggiatore avevo già letto e apprezzato Wondercity e Mastantuono, qui coadiuvato da Intini alle chine, non ha certo bisogno di presentazioni. La storia è certamente la più seria del numero, a volte forse fin troppo, come nel finale, bello, ma che stona davvero tanto con tutto il resto visto nell'albo. D'altronde nella prefazione viene chiaramente specificato che la carica umoristica avrebbe invaso soprattutto i pennelli e i colori, piuttosto che le penne e i calamai.
Disegni impeccabili, insieme a quelli di Manichini sono quelli che mi sono piaciuti di più di questo Color Fest. Una buona storia anche questa, a mio parere.

In conclusione un numero sicuramente bello e da leggere!!!! E la storia che mi è piaciuta di più è quella di Faraci, che è anche quella che mi ha divertito maggiormente ;)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: L._Vertighel - Giovedì 29 Apr 2010, 21:26:02
Vorrei segnalare che è uscito oggi Dylan Dog #284 - Nel Segno del Dolore, con i testi di Bruno Enna e disegni di Nicola Mari. Una storia molto bella, piuttosto angosciante e opprimente.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Venerdì 30 Apr 2010, 19:25:19
Vorrei segnalare che è uscito oggi Dylan Dog #284 - Nel Segno del Dolore, con i testi di Bruno Enna e disegni di Nicola Mari. Una storia molto bella, piuttosto angosciante e opprimente.
cavoli devo prenderlo..cmq verro' linciato su pubblica piazza..ma a me Mari non piace...anche se tutti lo vedono un grande
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: L._Vertighel - Venerdì 30 Apr 2010, 19:35:00
Io sono un profano di DD, ho letto molto poco, ma di quel che ho visto neanche a me Mari piace molto, per il momento il mio disegnatore dylaniato preferito resta Corrado Roi.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: conker - Sabato 1 Mag 2010, 02:33:25
Io sono un profano di DD, ho letto molto poco, ma di quel che ho visto neanche a me Mari piace molto, per il momento il mio disegnatore dylaniato preferito resta Corrado Roi.

una vita fa piaceva tanto anche a me Roi... poi l'ho ridimensionato

in fondo è parecchio ripetitivo, qualcuno potrebbe anche ipotizzare sfaticato perchè lesina su sfondi e dettagli con gran utilizzo del nero (magari in molti si appelleranno alla questione dello stile), certamente non eccelso in scene di azione...

è innegabile che il suo stile abbia però un certo appeal

su DYD, se devo citare disegnatori bravi bravi, direi Soldi, Stano, Dall'Agnol, Mari e Carnevale

di chi si è visto poco e mi piacerebbe vedere di più... il Masta e Villa

Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Sabato 1 Mag 2010, 08:59:29
i miei disegnatori preferiti di Dylan Dog sono invece :Corrado Roy e Bruno Brindisi che negli anni, almeno il secondo é molto maturato...poi va be Villa e' fuori gara :D
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: L._Vertighel - Sabato 1 Mag 2010, 10:49:48
in fondo è parecchio ripetitivo, qualcuno potrebbe anche ipotizzare sfaticato perchè lesina su sfondi e dettagli con gran utilizzo del nero
Sì, questo è vero, a volte fa degli sfondi totalmente vuoti, ma in diverse occasioni questo può trasformarsi in un pregio acuendo il senso di angoscia.
La cosa di Roi che però mi ha stregato è l'uso delle chine: caspita, fa dei chiaroscuri pazzeschi, con quell'effetto sfumato che ancora non capisco come faccia a realizzare, e poi a parte questo riesce a fare delle proporzioni ed espressioni perfette nei personaggi.

Tra i disegnatori nuovi ho una voglia matta di vedere all'opera il grande Celoni.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: conker - Sabato 1 Mag 2010, 10:58:41
Sì, questo è vero, a volte fa degli sfondi totalmente vuoti, ma in diverse occasioni questo può trasformarsi in un pregio acuendo il senso di angoscia.
La cosa di Roi che però mi ha stregato è l'uso delle chine: caspita, fa dei chiaroscuri pazzeschi, con quell'effetto sfumato che ancora non capisco come faccia a realizzare, e poi a parte questo riesce a fare delle proporzioni ed espressioni perfette nei personaggi.

Tra i disegnatori nuovi ho una voglia matta di vedere all'opera il grande Celoni.

gli effetti? inchiostro di china e spugnetta  ;)

quoto per Celoni, davvero grandissimo
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: L._Vertighel - Sabato 1 Mag 2010, 11:37:12
Ah, grazie per la precisazione. Sì, Celoni è davvero bravissimo, purtroppo però mi sembra che l'unico suo lavoro su DD sia stato Anima d'Acciaio.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Sabato 1 Mag 2010, 11:50:34
Ah, grazie per la precisazione. Sì, Celoni è davvero bravissimo, purtroppo però mi sembra che l'unico suo lavoro su DD sia stato Anima d'Acciaio.
invece no...ho "ravanato" nel sito della bonelli ed e' emerso questo...

 Fabio Celoni, disegnatore e sceneggiatore, ha realizzato: Dylan Dog nn. 197, 221, 248, Speciale Dylan Dog 17, Dylan Dog Gigante 18.  
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: L._Vertighel - Sabato 1 Mag 2010, 12:18:17
Ah bene, allora ero male informato io. Grazie.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Sabato 1 Mag 2010, 12:18:52

una vita fa piaceva tanto anche a me Roi... poi l'ho ridimensionato

in fondo è parecchio ripetitivo, qualcuno potrebbe anche ipotizzare sfaticato perchè lesina su sfondi e dettagli con gran utilizzo del nero (magari in molti si appelleranno alla questione dello stile), certamente non eccelso in scene di azione...

Identica cosa per me, all'inizio (e parlo di 20 anni fa) mi piaceva perchè lo trovavo un pò "meno bonelliano", come fosse qualcosa di nuovo e sofisticato (e magari lo era davvero per l'epoca) però poi mi ha stufato abbastanza in fretta, proprio perchè molto, troppo ripetitivo, anche nelle inquadrature dei personaggi. Comunque uno stile affascinante ma limitativo perchè adatto solo a particolari atmosfere (e infatti su martin mystere non mi è mai piaciuto)
Tra quelli che preferisco dall'agnol, mari e la new entry carnevale

Bellino assai anche il color fest, unico appunto come diceva bruce banner alla storia di gualdoni che ricorda molto rughe di paco roca, anche un pò nei disegni e nei colori. Appena ho visto che la lettera bianca era stata inviata da una persona anziana son arrivato subito al finale e non è la prima volta con gualdoni. Però almeno gli rendo merito per la battuta che salva tutto: "Viviamo in un mondo in cui la limonata si fa con gli aromi artificiali e il detersivo per piatti con limoni veri" ;D
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Domenica 1 Ago 2010, 19:46:51
I NUOVI BARBARI

Nuovo episodio davvero interessante. Una trama in vero stile Dylan Dog dei vecchi tempi, con uno sceneggiatore Recchioni, che già aveva dato una buona prova di sè in un precedente albo, ma che in questo entra davvero in quel misto di soprannaturale e ironico che dovrebbe essere l'anima del nostro Dylan.
La trama è piuttosto in tema con il periodo: l'esodo estivo e i grandi ingorghi che si formano sulle autostrade...in un ritmo pieno di gag, con Groucho in grande forma e colpi di scena non indifferenti veniamo catapultati in una situazione surreale, in cui se usciamo per un momento dal sempllice paino narrativo possiamo scorgere un feroce metafora dell'animo umano, che nonostante millenni di evoluzione in situazioni di difficoltà si comporta sempre come un branco di bestie...
Ho voluto recensire il numero per segnalare una crescita della serie, che piano piano sta tornando a partorire storie davvero belle.
Un ottimo brindisi ai disegni
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Andrea87 - Domenica 1 Ago 2010, 21:56:07
domanda: il vostro numero preferito?

io non ne ho uno in particolare, ne potrei citare una decina tranquillamente tra i primi 100, però mi è sempre rimasto nel cuore "I Delitti della Mantide".

Non tanto per la storia (ottimo giallo con finale a sorpresa), ma soprattutto per la sottotrama dei single che si radunano al locale in cerca dell'anima gemella dove ogni personaggio è approfondito anche con poche vignette. Magari è un metodo per allungare la storia e giungere così alle fatidiche 95 tavole, però ho sempre provato una intrinseca tenerezza per quei personaggi "che sono stati presi a pugni dalla vita".
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Samuele - Domenica 1 Ago 2010, 23:00:36
domanda: il vostro numero preferito?

io non ne ho uno in particolare, ne potrei citare una decina tranquillamente tra i primi 100, però mi è sempre rimasto nel cuore "I Delitti della Mantide".

Non tanto per la storia (ottimo giallo con finale a sorpresa), ma soprattutto per la sottotrama dei single che si radunano al locale in cerca dell'anima gemella dove ogni personaggio è approfondito anche con poche vignette. Magari è un metodo per allungare la storia e giungere così alle fatidiche 95 tavole, però ho sempre provato una intrinseca tenerezza per quei personaggi "che sono stati presi a pugni dalla vita".

Leggo con costanza Dylan Dog da un anno (speciali inclusi) e ho recuperato molto del passato grazie alla fornitissima biblioteca di mio cognato.

Forse la storia che più mi è piaciuta è Jhonny Freak.

Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Domenica 1 Ago 2010, 23:06:35
Nonostante ci siano molte storie bellissime e memorabili quelle che preferisco in assoluto sono due:

-La dama in nero/Il castello della paura
-Partita con la morte
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Andrea87 - Domenica 1 Ago 2010, 23:17:44

Leggo con costanza Dylan Dog da un anno (speciali inclusi) e ho recuperato molto del passato grazie alla fornitissima biblioteca di mio cognato.

Forse la storia che più mi è piaciuta è Jhonny Freak.

mh... johnny freak è un bel numero, però sembra uno di quelli scritti a tavolino. Purtroppo uno dei difetti di DYD è il suo essere manicheo tra ricchi cattivissimi e poveri innocenti e candidi e questo numero non è altro che la sublimazione di questa teoria...
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Samuele - Domenica 1 Ago 2010, 23:25:13

mh... johnny freak è un bel numero, però sembra uno di quelli scritti a tavolino. Purtroppo uno dei difetti di DYD è il suo essere manicheo tra ricchi cattivissimi e poveri innocenti e candidi e questo numero non è altro che la sublimazione di questa teoria...

Ma Dylan Dog - credo - non abbia mai brillato per enorme originalità. Lo leggo volentieri, mi fa trascorrere quel buon quarto d'ora.
Però a volte è anche particolarmente citazionista, soprattutto a livello cinematografico.
Oggi ho letto La sfida (numero 96) e quando ho visto la testa volante con ali da pipistello (che fa la sua bella figura sul piano astratto e simbolico) ho notato l'ennessimo fine rimando alla produzione cinematografica orrorifica, col solito neo di essere fine a se stessa.

Nonostante tutto un albo tira l'altro :D
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Domenica 1 Ago 2010, 23:48:48
Jhonny Freak fa parte di quelle storie che a me non piacciono, proprio per il manicheismo che incarnano.
Io leggo dylan dog dal 92 e devo dore che negli anni ha subito un forte calo, soprattutto da quando il creatore, Sclavi ha un po' abbandonato il progetto. Chiaverotti, autore che inizialmente ha creato delle storie meravigliose come appunto I delitti della mantide e partita con la morte, ma anche molte altre, ha poi preso una strada tutta diretta verso "chi sono i veri mostri" di cui Jhonny Freak fa parte (pur essenso scenaggiato da Mauro Marcheselli).
Diaciamo che io preferisco le storie in cui la realtà si mischia con l'ironia e con l'idealismo di Dylan e non quando è eroe puro, ma quando quasi diviene antieroe. Al riguardo consiglio una storia che mi è particolarmente piaciuta che è L'occhio del gatto 119, in cui ci sono citazioni letterarie e cinematografiche ma non assolutamente fini a se stesse....
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Bacci - Domenica 1 Ago 2010, 23:55:47
Io non ne ho letti moltissimi, ma ricordo con piacere Storia di nessuno (43), sia per i testi che per i disegni.

Poi anche Memorie dall'invisibile e Il lungo addio.

Invece ricordo che per cercare di imparare a disegnare ho copiato e ricopiato tantissime vignette prese da numeri disegnati da Brindisi, tanto che di alcuni episodi so a memoria le inquadrature ;)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: L._Vertighel - Lunedì 2 Ago 2010, 10:06:59
A me Dylan Dog piace, non lo amo alla follia, ma mi piace. E' un ottimo fumetto, forse non un capolavoro assoluto in senso generale, ma comunque una lettura molto piacevole per passare quella mezz'oretta/quaranta minuti. Quoto quando dite che non brilla certo per originalità.
Se dovessi scegliere un paio dei numeri più belli fra quel non molto che mi è capitato fra le mani direi Partita con la Morte e Alfa & Omega (a parte la spudorata citazione a Blade Runner che mi fa imbufalire).
Oggi ha preso una piega diversa, è vero, ma non è detto che ciò non possa produrre storie apprezzabili e valide. Tra i nuovi, tanto per cambiare, io ADORO Bruno Enna, che ci volete fare, impazzisco per il suo modo di sceneggiare, pur se a volte non supportato da eccellenti soggetti (su DD, non parlo in generale).
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Lunedì 2 Ago 2010, 12:20:59
Come storia migliore di dyd potrei citarne diverse di sclavi (che però oscillava tra l'ottimo e la demagogia/retorica da quattro soldi con facilità impressionante) o della barbato (che a me personalmente piace molto), ma se devo scegliere voglio scegliere un outsider: michele medda, poche, ottime storie (tranne il fiume del tempo) su tutte il battito del tempo, ma anche la famiglia milford, la collina dei conigli, il feroce takkur ( ::)), etc...
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Bacci - Sabato 14 Ago 2010, 18:32:56
Ho comprato ieri in numero 5 del Dylan Dog Color Fest, che esce a poca distanza dallo speciale Humor, e che sfoggia in copertina un disegno di Milo Manara e all'interno 4 storie brevi complete e a colori.
Ecco l'indice:

Il Grido Muto di Mignacco e Frisenda;
Lacrima di stella di Marzano e Caluri;
Cattiva sorte di Cajelli e Bigliardo;
L'uomo che non c'è di Gualdoni e Nizzoli.

Tutte le storie sono a mio papere interessanti e ognuna ha almeno qualche trovata di spessore, molto interessante l'approfondimento del dietro le quinte della sua storia che fa Diego cajelli sul suo blog, leggibile qui (http://diegozilla.blogspot.com/2010/08/un-paio-di-cose-su-dylan-dog.html).
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: PaoloPapero - Mercoledì 1 Set 2010, 14:32:53
Comperatevi il DylanDog mensile di questo mese "LAvori Forzati" ,e' veramente molto bello.
Poi magari fatemi sapre se e' piaciuto anche a Voi come a me.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Domenica 5 Set 2010, 21:25:56
SPOILER SPOILER SPOILER

Lavori forzati è l'ultimo numero del nostro Dylan. E' a mio avviso una storia vecchio stampo, soprannaturale, ma con gusto.
La trama pur partendo dalla solita casa infestata, in questo caso grattacielo infestato, getta le basi per una critica sociale, una riflessione sul lavoro sottopagato o la schiavitù dei giorni nostri e affrontando questo tema parla anche della poca sicurezza nei cantieri, la poca coscienza di chi li dirige, di come di fronte al danno sia più semplice nascondere, seppellire, dimenticare.
Così i protagonisti della storia iniziano la loro discesa nell'inferno, in quell'inferno che chiede giustizia e alla fine l'ottiene. Non racconto di più sulla trama per non rovinare la sorpresa, ma mi vorrei soffermare slla figura di Dylan Dog..
Dylan, il protagonista, torna ad essere spettatore, niente eroismi, niente scene d'azione, le uniche che compie sono del tutto inutili, solo uno spettatore e testimone di quella che è la verità che sottende a ciò che vede.
Gli altri personaggi sono caratterizzati molto bene e rappresentano i vari modi di reagire a una tragedia, ma tutti sbagliati in egual modo e tutti puniti, come per dimostrare che la colpa anche se di tratta di un peccato di omissione verrà punita.
Direi una bella storia che ci parla di qualcosa che va oltre il piano narrativo e tocca tematiche che devono stare a cuore per la loro importanza.
Inutile dire che mi è piaciuto molto
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Dr.Paperus - Domenica 5 Set 2010, 21:48:32
Comperatevi il DylanDog mensile di questo mese "LAvori Forzati" ,e' veramente molto bello.
Poi magari fatemi sapre se e' piaciuto anche a Voi come a me.

Molto bello. forse appena un pò pedante nella sua denuncia sociale
Titolo: dylan dog
Inserito da: nik - Domenica 31 Ott 2010, 11:14:59
una semplice domanda: a voi piace dylan dog ? se si perchè ? io sono veramente un grande appassionato e mi piacerebbe sapere se altri condividono con me la passione per questo capolavoro del fumetto italiano.
Titolo: Re: dylan dog
Inserito da: Fillo Sganga - Sabato 6 Nov 2010, 13:35:12
una semplice domanda: a voi piace dylan dog ? se si perchè ? io sono veramente un grande appassionato e mi piacerebbe sapere se altri condividono con me la passione per questo capolavoro del fumetto italiano.

io lo seguo da anni...pensa che comprai il mio primo numero nel 1987 (era il n.12 :killer) e tra alti e bassi l'ho seguito fino a oggi...

le storie subito dopo il 100 non sono un granche...come nemmeno quelle pubblicate negli ultimi anni, l'esilio di Sclavi si nota ...pero' negli ultimi 3 numeri ho rivisto il dylan di una volta...l'ultima storia doppia e' veramente un ritorno al passato...cupa..il giusto horror e il finale aperto come non si vedeva da anni...speriamo il bene
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: PaoloPapero - Domenica 7 Nov 2010, 14:40:53
La prima parte della storia e' veramente bella,la seconda parte invece mi sembra molto tirata via con l'idea di dover arrivare all'ultima pagina.Peccato perche' in effeti,come dice Turk,sembrava che il tentativo di rianimare la testata,alla Bonelli sembrava riuscita.Altro che finale aperto,io lo considero un finale incompleto.in tre vignette 1 sparisce del tutto senza senso(Costantin Almanegra),un'altro(l'enigmista amico di DD) si riappacifica con lo stesso senza un perche' dopo avegli preso la lancia e dato una mazzata in testa.
Il nanetto mago che sta' male a meta' albo e sparisce del tutto dal contesto della storia.Bah! spero che lo sceneggiatore abbia fatto il tutto con l'idea di riprendere il lasciato in sospeso per un futuro nuovo albo altrimenti mi da' solo l'idea che ha messo troppa carne al fuoco e poi l'ha lasciata bruciare.Peccato pero' perche' il primo albo prometteva veramente bene e mi aveva dato l'idea di una storia coi fiocchi che ormai raramente si ritrova nella serie regolare.Dalle preview sembra che i prossimi 2 numeri per arrivare  a fine anno siano interessanti ,speriamo bene perche' da gennaio 2010 ad oggi salvo solo 3 storie.(mater morbi,lavori forzati e,forzatissima ,il persecutore).mi auguro che in Bonelli ci lavorino sopra perche' l'old boy tutto sommato e' uno dei miei fumetti preferiti(nonostante abbiano ormai tagliato lo splatter a favore dell'onirico/psicologico)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Lunedì 8 Nov 2010, 12:42:38
A me l'ultima storia di dylan non è piaciuta affatto: storco subito il naso quando si tira fuori la caccia al tesoro perchè ci sono 80 probabilità su 100 che non ci sarà una vera trama o qualcosa di importante da ricordare ma sarà solo un divertissement dell'autore, un giochino intellettuale per riempire pagine e più in generale un meccanismo fin troppo facile per tenere agganciato il lettore in mancanza di argomenti "più concreti". In questo caso poi, anche l'"interattività" promessa nel redazionale e che mi ingolosiva (sono un patito di rompicapo) è abbastanza illusoria: si incomincia con il lettore che ha le stesse info di dylan (ma con quiz abbastanza datati) ma poi man mano questa parità viene sempre meno per potersi presumibilmente giocare la carta del doppio finale a sorpresa, a mio parere, abbastanza confuso (quello della corda e i nodi).  Mcleod è un personaggio interessante, sicuramente difficile da gestire non potendo lasciare la sua casa, ma qui la sua presenza è del tutto marginale, insomma la storia mi ha parecchio deluso
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Mercoledì 16 Feb 2011, 18:28:46
qualcuno ha preso il maxi dylan dog????????

finalmente un numero degno....

e' da un po' che non lo prendevo piu, perche' il monopolio di Montanari e Grassani mi aveva veramente stancato, e pure la qualita' delle storie non mi sembrava eccelsa...son tornato a prendere quest'ultimo numero spinto dall'amore che nutro per Roi...ammetto che ho letto solo la prima storia e mi e' piaciuta moltissimo. a pensarci bene , se la stessa storia l'avesse disegnata "il magico duo" credo mi sarebbe piaciuta assai meno...

spieghiamoci, non disegnano male, ma per una serie come dylan dog credo abbiano un tocco abbastanza anonimo..e dire che agli inizi erano tra i miei preferiti :D
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: UomoCheSapevaTroppo - Mercoledì 16 Feb 2011, 18:44:14
qualcuno ha preso il maxi dylan dog????????

finalmente un numero degno....

e' da un po' che non lo prendevo piu, perche' il monopolio di Montanari e Grassani mi aveva veramente stancato, e pure la qualita' delle storie non mi sembrava eccelsa...son tornato a prendere quest'ultimo numero spinto dall'amore che nutro per Roi...ammetto che ho letto solo la prima storia e mi e' piaciuta moltissimo. a pensarci bene , se la stessa storia l'avesse disegnata "il magico duo" credo mi sarebbe piaciuta assai meno...

spieghiamoci, non disegnano male, ma per una serie come dylan dog credo abbiano un tocco abbastanza anonimo..e dire che agli inizi erano tra i miei preferiti :D

Si sono staticizzati troppo col tempo.. numeri vecchi come il #21-Giorno Maledetto erano belli belli... comunque restano come coppia fissa per il Maxi.. semplicemente ne usciranno due all'anno, uno misto e uno con M&G  :)

Io pur non apprezzando pienamente certi disegnatori (vedi loro due) compro sempre tutto, ho ormai quasi tutta la produzione di Dylan Dog (mi mancano solo qualche speciale, la serie regolare ce l'ho tutta) e lo amo troppo, ho bisogno di continue razioni dylaniate" per sopravvivere xD

L'ultimo Maxi devo ancora pigliarlo comunque, lo farò al più presto!
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Mercoledì 16 Feb 2011, 18:49:21

Si sono staticizzati troppo col tempo.. numeri vecchi come il #21-Giorno Maledetto erano belli belli... comunque restano come coppia fissa per il Maxi.. semplicemente ne usciranno due all'anno, uno misto e uno con M&G  :)

Io pur non apprezzando pienamente certi disegnatori (vedi loro due) compro sempre tutto, ho ormai quasi tutta la produzione di Dylan Dog (mi mancano solo qualche speciale, la serie regolare ce l'ho tutta) e lo amo troppo, ho bisogno di continue razioni dylaniate" per sopravvivere xD

L'ultimo Maxi devo ancora pigliarlo comunque, lo farò al più presto!

be'...anche nei primi numeri c'era un disegnatore che non riuscivo a reggere..e' quello che disegno' vivono tra noi e l'isola misteriosa...proprio non mi piaceva...Montanari e Grassani mi piacevano ai tempi de il castello della paura (e la dama in nero) , una delle mie storie preferite....

pero' il Dylan migliore era quello degli esordi..molto anni 80 ma veramente bello ..mi spiace solo che ero troppo piccolo per i vari dylan dog horror fest....
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: UomoCheSapevaTroppo - Mercoledì 16 Feb 2011, 19:05:22

be'...anche nei primi numeri c'era un disegnatore che non riuscivo a reggere..e' quello che disegno' vivono tra noi e l'isola misteriosa...proprio non mi piaceva...Montanari e Grassani mi piacevano ai tempi de il castello della paura (e la dama in nero) , una delle mie storie preferite....

pero' il Dylan migliore era quello degli esordi..molto anni 80 ma veramente bello ..mi spiace solo che ero troppo piccolo per i vari dylan dog horror fest....

Anche io non lo sopporto quello xD Così come Nicola Mari
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Mercoledì 16 Feb 2011, 19:45:51
anche Mari...e' vero...son quelli li che proprio non mando giu'..e dire che Mari e' visto come un gran disegnatore e sicuramente lo e' ..ma non per dylan dog..agli inizi ammetto che non amavo troppo Roi...troppi chiaroscuri...disegni poco puliti e chiari...con gli anni ho cambiato il mio giudizio notevolmente...poi adoro Brindisi ..un'altro che non mi fa impazzire e' Freghieri anche se disegna molto bene ma e' un po' harmony e Ugolino Cossu
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: UomoCheSapevaTroppo - Mercoledì 16 Feb 2011, 19:58:09
anche Mari...e' vero...son quelli li che proprio non mando giu'..e dire che Mari e' visto come un gran disegnatore e sicuramente lo e' ..ma non per dylan dog..agli inizi ammetto che non amavo troppo Roi...troppi chiaroscuri...disegni poco puliti e chiari...con gli anni ho cambiato il mio giudizio notevolmente...poi adoro Brindisi ..un'altro che non mi fa impazzire e' Freghieri anche se disegna molto bene ma e' un po' harmony e Ugolino Cossu

Cossu invece è un altro che non sopporto, mi spiace xD

AMO Luigi Piccatto invece  :D E oltre quelli citati anche ovviamente l'intramontabile Stano
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Mercoledì 16 Feb 2011, 20:21:57

Cossu invece è un altro che non sopporto, mi spiace xD

AMO Luigi Piccatto invece  :D E oltre quelli citati anche ovviamente l'intramontabile Stano

ti spiace???leggi bene ..ho detto che non piace neanche a me...

anche piccatto e stano sono mitici....quando non esagera col grottesco apprezzo anche Caserano...

Come sceneggiatori amo Chievarotti (che ora fa praticamente solo Brandon), Ruju , la Barbato e ovviamente Sclavi ..prima che fosse rapito dalla crisi creativa
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: UomoCheSapevaTroppo - Mercoledì 16 Feb 2011, 20:31:42

ti spiace???leggi bene ..ho detto che non piace neanche a me...

anche piccatto e stano sono mitici....quando non esagera col grottesco apprezzo anche Caserano...

Come sceneggiatori amo Chievarotti (che ora fa praticamente solo Brandon), Ruju , la Barbato e ovviamente Sclavi ..prima che fosse rapito dalla crisi creativa

Idem, e anche io apprezzo Casertano quando non "esagera"  ;) Eheh fra l'altro ha aperto uno studio a Peschiera Borromeo (o dintorni), ed è amico della madre di un amico, ce lo ha fatto conoscere, ho visto il suo studio, un dylan che sta disegnando e che arriverà presto (dal titolo I Segni del Male, parlerà tipo di writers e graffiti che prendono vita.. ho visto le tavole in preparazione e letto un po' della sceneggiatura in anteprima  :D  ) e mi sono fatto autografare Dopo Mezzanotte  ;D  (volevo portargli il suo primo, mitico Memorie dall'Invisibile ma era disperso in casa  :-/
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Mercoledì 16 Feb 2011, 20:45:34

Idem, e anche io apprezzo Casertano quando non "esagera"  ;) Eheh fra l'altro ha aperto uno studio a Peschiera Borromeo (o dintorni), ed è amico della madre di un amico, ce lo ha fatto conoscere, ho visto il suo studio, un dylan che sta disegnando e che arriverà presto (dal titolo I Segni del Male, parlerà tipo di writers e graffiti che prendono vita.. ho visto le tavole in preparazione e letto un po' della sceneggiatura in anteprima  :D  ) e mi sono fatto autografare Dopo Mezzanotte  ;D  (volevo portargli il suo primo, mitico Memorie dall'Invisibile ma era disperso in casa  :-/

il primo Casertano era splendido....quello di Dopo Mezzanotte per intenderci , poi ha virato troppo verso il grottesco....e a proposito di quell'albo..e' una delle copertine preferite..si adoravo anche Villa come copertinista...io iniziai a comprarlo con il numero 12, poi mi son interrotto un paio di volte e col tempo ho pero' recuperato tutti i numeri regolari....lascio li' i gigante e i maxi (a parte questo) e prendo sempre i color fest..gli speciali dipende dal soggetto e disegnatore... gli almanacchi li lascio li' ultimamente..bella conversazione (a 2 ) :)

io ho invece avuto modo di fare 2 chiacchiere con Freghieri alla mostra del fumetto di Reggio emilia..disponibilissimo
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: UomoCheSapevaTroppo - Mercoledì 16 Feb 2011, 21:52:25

il primo Casertano era splendido....quello di Dopo Mezzanotte per intenderci , poi ha virato troppo verso il grottesco....e a proposito di quell'albo..e' una delle copertine preferite..si adoravo anche Villa come copertinista...io iniziai a comprarlo con il numero 12, poi mi son interrotto un paio di volte e col tempo ho pero' recuperato tutti i numeri regolari....lascio li' i gigante e i maxi (a parte questo) e prendo sempre i color fest..gli speciali dipende dal soggetto e disegnatore... gli almanacchi li lascio li' ultimamente..bella conversazione (a 2 ) :)

io ho invece avuto modo di fare 2 chiacchiere con Freghieri alla mostra del fumetto di Reggio emilia..disponibilissimo

Io ho cominciato col concentrarmi su tutta la serie regolare, riuscito nell'impresa di avere tutti i quasi 300 numeri attuali (nemmeno difficile per la verità, ovviamente anche ristampe, a me interessano le storie) son passato agli speciali... ora acquisto tutto, in un anno.. questo 2011 vedrà dunque:

12 Mensili
1 Speciale
2 Maxi
1 Albo Gigante
2 Color Fest
1 Almanacco della Paura

Credo di non aver dimenticato nulla... ci credo che si becca i premi come "maggior numero di pagine stampate"  ;D

Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fa.Gian. - Giovedì 17 Feb 2011, 09:50:03
qualcuno ha preso il maxi dylan dog????????

finalmente un numero degno....

e' da un po' che non lo prendevo piu, perche' il monopolio di Montanari e Grassani mi aveva veramente stancato, e pure la qualita' delle storie non mi sembrava eccelsa...son tornato a prendere quest'ultimo numero spinto dall'amore che nutro per Roi...ammetto che ho letto solo la prima storia e mi e' piaciuta moltissimo. a pensarci bene , se la stessa storia l'avesse disegnata "il magico duo" credo mi sarebbe piaciuta assai meno...

spieghiamoci, non disegnano male, ma per una serie come dylan dog credo abbiano un tocco abbastanza anonimo..e dire che agli inizi erano tra i miei preferiti :D
Preso anche io, soprattutto per Roi (lo adoro al punto che, tanti anni fa, ho fatto i salti mortali per procurarmi perfino una tavola originale di "Mefistofele")

Di questo albo mi ha molto colpito la terza storia che, senza spoilerare troppo, ha quel gusto onirico e manicheo delle fiabe classiche, e anche la soluziojne finale, per il ritorno a casa (che in condizioni normali bollerei come escamotage da due soldi) ne esce perfettamente contestualizzato

La seconda storia è una classica situazione di DYD, con un personaggio femminile che rischia di essere riesumato in futuro dato che ha il sapore di una di quelle donne importanti per il nostro Dylan, un po' da compatire, un po' da ammirare e un po' "troppo potente" per sparire nel nulla.

La prima storia non mi ha colpito tanto che non la ricordo nemmeno sforzandomi

Ho preso anche la storia di Barbato/Stano, uscita il mese scorso, che mi è parsa "strana"

Sicuramente un buon approccio al vecchio concetto di fantasma, e Stano è davvero in stato di grazia per quanto concerne disegni e regia delle tavole, ma nell'insieme non mi ha convinto al 100%
Diciamo che verso il finale scade un po' troppo verso il "patetico", sentimento che da troppo tempo associo a Dylan Dog, tanto che mi sono allontanato dal personaggio, proprio per tutelare la mia sanità mentale  ;D
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Bacci - Mercoledì 4 Mag 2011, 11:24:30
(http://i.imgur.com/CSORn.jpg)

Ho comprato ieri in numero 6 del Dylan Dog Color Fest, che questa volta è composto da storie realizzate da sole donne, testi, disegni, colori, lettering e copertina compresi. L'illustrazione della cover è di Laura Zuccheri.

Ecco l'indice:

La villa degli amanti di Vanna Vinci;
La camera chiusa di Rira Porretto e Silvia Mericone - disegni di Simona Denna;
La predatrice di Paola Barbato e Lola Airaghi;
Tagli aziendali di Chiara Caccivio e Valentina Romeo.

Sempre della Barbato e di Casertano c'è in edicola ora La seconda occasione, un albo molto intenso in tutti i sensi ;)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: PaoloPapero - Mercoledì 4 Mag 2011, 13:48:09
L'ho comperato anche io il DD ColorFest ,e devo dire che a me e' sembrato,come storie,veramente osceno.
Poi ho anche l'albo mensile,ho letto le prime pagine  e l'ho riposto in attesa che mi venga voglia di finirlo.
Io le storie della Barbato(quelle che ho letto) proprio non le digerisco.
Rispetto al Dylan di Sclavi,il suo e' proprio l'antitesi.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: conker - Mercoledì 4 Mag 2011, 16:48:14
essì... adesso abbiamo sperimentato pure il Dylan Dog "tutto al femminile"

se siamo fortunati, non si azzarderanno a rifarlo  ::)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Mercoledì 4 Mag 2011, 22:49:35
@paolopapero  ti consiglio di leggerlo, perchè è una storia davvero bella, secondo me una delle più belle degli ultimi anni.  Quanto alla Barbato mi sembra una brava sceneggiatrice ( qui sul forum è noto il mio distacco per le donnine emancipate , pari solo all' odio per gli alieni  ;D ), ma lei, la Ziche e la Molinari fanno eccezione.

Questa storia e se qualcuno l'ha letta ne possiamo discutere è davvero bella e il tratto della personalità di Dylan è molto ben caratterizzato... sembra la storia che si racconta nel bianco tra una vignetta e l'altra.

Il dylan descritto è secondo me, che leggo la serie da sempre, quanto di più vicino al dylan di sclavi, è come il dylan di sclavi affronterebbe quella situazione, è il dylan che si trova di fronte alle conseguenze delle sue azioni...  insomma credo che sclavi non avrebbe scritto un soggetto del genere, ma se lo avesse fatto il "suo" dylan si sarebbe comportatao così...
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: PaoloPapero - Giovedì 5 Mag 2011, 13:58:37
Ieri sera ho letto anche l'albo mensile e continuo a dire che a me la BArbato non piace.
E' sempre la solita zuppa.....Dylan che vede Dylan che fa' qualcosa che rivede e poi si sveglia...
maddai....fa' tutte le sceneggiature uguali.
Altro che paragone con Sclavi !
Su TV SETTE della settimana scorsa c'e' una bellissima intervista a Sclavi dove il giornalista vuole far parlare il Tiziano di Dylan e lui non vuole toccare l'argomento.
Ecco ,nelle risposte di Sclavi,senza nemmeno citarlo ,c'e' il vero DylanDog,quello dei primi 50 numeri,quello nato dalla sua penna.
Altro che gli altri sceneggiatori......
p.s. Ah ! Dimenticavo! anche io leggo DylanDOg dal settembre 1986
p.s.s.Ed e' peggiorato parecchio da allora
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Giovedì 5 Mag 2011, 14:44:14
Allora vuol dire che è questione di gusti :-)

del resto io leggo da sempre Julia è odio la protagonista ehehehe  
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Andrea87 - Giovedì 5 Mag 2011, 14:46:44
Ieri sera ho letto anche l'albo mensile e continuo a dire che a me la BArbato non piace.
E' sempre la solita zuppa.....Dylan che vede Dylan che fa' qualcosa che rivede e poi si sveglia...
maddai....fa' tutte le sceneggiature uguali.
Altro che paragone con Sclavi !
Su TV SETTE della settimana scorsa c'e' una bellissima intervista a Sclavi dove il giornalista vuole far parlare il Tiziano di Dylan e lui non vuole toccare l'argomento.
Ecco ,nelle risposte di Sclavi,senza nemmeno citarlo ,c'e' il vero DylanDog,quello dei primi 50 numeri,quello nato dalla sua penna.
Altro che gli altri sceneggiatori......
p.s. Ah ! Dimenticavo! anche io leggo DylanDOg dal settembre 1986
p.s.s.Ed e' peggiorato parecchio da allora

mi pare che Sclavi odi un pò DYD semplicemente perchè non era il progetto con cui voleva sfondare. Per questo non ne parla spesso o comunque quando lo fa è controvoglia...
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Giovedì 5 Mag 2011, 14:57:07
Io ho trovato l'ultimo albo ben sceneggiato e anche il soggetto mi è piaciuto.

Il gioco di specchi a cui ci sottopone non è originale, sono d'accordo, ma come ho spesso detto non è la banalità di un soggetoo a determinare la buona riuscita di una storia.

Per quanto riguarda Sclavi, da quel poco che ci è dato sapere e che ho letto nelle interviste del passato non odia Dylan, ma sente di aver detto tutto quello che lui poteva fargli dire e lo ha affidato ad altri.
Io non so se posso dire che è peggiorato, di sicuro amo le storie che lo hanno visto esordiente, la mia preferita rimane La dama in nero e il castello della paura, ma quello che ho visto negli anni è stato un voler testare e cercare altri lati del carattere di dylan, variopinto personaggio le cui tinte vanno dal pastello al blu oltrenotte, come tutti noi del resto.

Non so se Sclavi avesse continuato a scrivere per venticinque anni storie ogni mese cosa avrebbe deciso di fare.... se andare in questa direzione oppure cristallizzarsi sul solito personaggio sempre uguale a se stesso; è un uomo intelligente il nostro Sclavi e ha deciso di lasciare il compito ad altri.

Quello che io adoro, adoravo.. di sclavi erano i soggetti più che le sceneggiature... in fondo le ballate della morte non le ho mai apprezzate tante, ma erano gli scenari onirici in cui venivamo catapultati le situazioni al limite del paranormale a volte e propro fantastiche atre...

Io posso capire che non ti piaccia, ma perchè dici che è sceneggiata male?

Ci sono poche battute, c'è poca ironia, ma la situazione lo richiede, non mi sembra che Dylan pronunci frasi che non gli si addicano o che ci siano tempi morti.

Alcuni espedienti sono senza dubbio "forzati", ma anche su questo credo che la trovata di porre una sorta di continuity rispolverando un Mastro Hora che di carisma ne ha da vendere...

Non so, forse come al solito vedo cose che non ci sono, ma mi farebbe piacere sapere che cosa ne pensano anche altre persone... più punti di vista ci sono e più si vedono le opere nel loro insieme... non essendo io un artista e non avendo questa visione olistica di nessuna opera ehehehe
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Giovedì 5 Mag 2011, 14:58:26
Credo di essere intervenuto già altre volte sull'argomento ma tanto una più, una meno... ;)
A me la barbato non dispiace, anzi insieme a medda (che però si vede poco) la considero la migliore dopo sclavi. Il fatto è che dylan dog è un personaggio troppo peculiare, troppo "personale". Non è un personaggio classico alla zagor, per dire, dove qualunque bravo autore con del mestiere riesce ad ottenere dei buoni risultati. E' un personaggio talmente atipico e caratteristico, quasi in simbiosi col suo autore che chiunque altro vi si cimenta comunque non può non tradirlo anche solo in minima parte.
A meno che non fai come chiaverotti e ti limiti a scimmiottare sclavi commettendo un errore anche maggiore.
Ruju che forse è il secondo per quantità di storie, non è male, è anche apprezzato dai fans (anche se forse troppo sfruttato e in molte storie si vede) ma il suo dylan è diverso da quello di sclavi.
Faraci non sa ancora bene dove andare a parare, etc.
La barbato non credo proprio sia la peggiore di questi, nè si può dire che scriva storie sempre uguali. Certo, ha scritto anche delle cose brutte (il 200, quasi donrosiano nella su inutilità! o il seguito del volo dello struzzo, anche questo più inutile che brutto ed è brutto assai!) ma comunque è il suo dylan e io preferisco lei allo sclavi bollito dei tempi più recenti, ad un gualdoni per me inadeguato o a un imitatore senza talento
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fa.Gian. - Giovedì 5 Mag 2011, 14:58:30
Che io sappia, a Scalvi, DYD venne "prescritto" dal suo medico come metodo per visualizzare le proprie fobie.

In pratica gli suggerì di scrivere di tutte queste cose "horror" proprio per esorcizzarle.

Una volta ripresosi è ovvio che abbia "perso l'ispirazione", in quanto la cura aveva avuto effetto e si era esaurita

La Barbato, soprattutto in questo ultimo numero, mi pare che spinga molto sulla questione "fidanzamento ---> gli uomini sono tutti uguali" che traspare anche dalla sua storia del Color fest

Se invece che mettere i sospiri di Twiligth in tutto, si ritornasse a qualche bel giallo stile Martina, con tanta sana cattiveria catartica, credo che Dylan ne trarrebbe giovamento e di personaggio, e di vendite
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Andrea87 - Giovedì 5 Mag 2011, 15:10:58
Che io sappia, a Scalvi, DYD venne "prescritto" dal suo medico come metodo per visualizzare le proprie fobie.

In pratica gli suggerì di scrivere di tutte queste cose "horror" proprio per esorcizzarle.

Una volta ripresosi è ovvio che abbia "perso l'ispirazione", in quanto la cura aveva avuto effetto e si era esaurita

non sapevo che fosse addirittura una cosa terapeutica, ma sapevo che lui si sente più romanziere che sceneggiatore di fumetti, quindi un pò di astio verso DYD lo prova visto che rimarrà per sempre legato ad un fumetto...

Se invece che mettere i sospiri di Twiligth in tutto, si ritornasse a qualche bel giallo stile Martina, con tanta sana cattiveria catartica, credo che Dylan ne trarrebbe giovamento e di personaggio, e di vendite

ed è il motivo per cui ho smesso di leggerlo! ho resistito fino al 150 circa, salvo poi leggere qualche numero sparso dopo (il 200, quello del ventennale) ma non si è mai riaccesa la fiammella...
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: PaoloPapero - Giovedì 5 Mag 2011, 20:06:14
Scusate ma non ho scritto che Sclavi odia DD.
Anzi nell'intervista proprio non ne' fa' cenno in merito a questo presunto odio.
Non mi e' facile riassumere l'intervista e comunque non ne sarei capace.
Ma vi assicuro che Sclavi,dalle risposte date sui temi piu' svariati,trausuda di DD da tutti i pori.Rileggiando alcune frasi ho pensato che potevano tranquillamente essere trasposte in alcuni baloon.
PEr la Barbato....be non ho letto tutte le sue storie ma a me non piace.
Capisco il ricambio generazionale,che i gusti sono gusti...etc etc ....ma a DD e' successo lo stesso che successe a Tex quando GLBonelli lascio' il timone a Nizzi.Stesso nome dell'eroe,ma ripreso da tutt'altra angolazione ,con "sommo giubilo" (nel caso della scelta Nizziana),dello zoccolo duro dei texiani,che ad oggi,e finalmente dopo dieci anni,possono solo aspettare l'uscita dell'ultimo numero del buon Nizzi.
P.s(OT) la storia di Tex edita questo mese non e' malaccio.Non a caso lo sceneggiatore e' Boselli.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Giovedì 5 Mag 2011, 20:34:36
sicuramente il dylan dog a tema ros(s)a porta alle sue spalle un attesa assai minori di quello umoristico (almeno nei disegni) dell'anno scorso - vuoi che li c'era il Cavazzano di mezzo , vuoi che come operazione almeno sulla carta sembrava piu' amalgamabile con lo stile DYLAN DOG...e qui invece???? mi sembra una variazione sul tema futile e inutile..intanto che ci siamo il prox anno facciamo un bel DYLAN MANGA e non se ne parla piu'..

riguardo a Sclavi...mi sembra un po' una leggenda il fatto che avesse scritto dylan in quanto spinto dal suo psichiatra..c'e da dire che Sclavi all'epoca era un gran sceneggiatore di fumetti e aveva creato storie a tema cupo per Martin Mistere e zagor..ricordiamoci che erano gli anni 80 e il suo Dylan Dog era veramente 80's.. storie inspiegabili..poi alla fine una soluzione logica che nell'ultima vignetta si rivela illogica...titoli di coda...

credo che il dylan dog abbia toccato il fondo dopo il numero 100 (quando sclavi si prese una bella pausa), in quel periodo ho letto numeri veramente osceni...molte storie della Barbato sono a mio avviso molto belle (o almeno interessanti), vedi quella dell'uomo in coma (non ricordo il titolo)..credo pero' che il top sia stato toccato (a parte il primo Sclavi) da Chiavarotti prima di creare Brandon..
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Venerdì 6 Mag 2011, 10:51:38
Se invece che mettere i sospiri di Twiligth in tutto, si ritornasse a qualche bel giallo stile Martina, con tanta sana cattiveria catartica, credo che Dylan ne trarrebbe giovamento e di personaggio, e di vendite
Ricadiamo nello stesso discorso, dire che quelli di sclavi sono dei gialli è assai riduttivo. I gialli "alla martina" sono quelli di ruju che, pur con risultati mediamente buoni, sono appunto un po' più classici nello sviluppo, per quanto di tanto in tanto intrisi di soprannaturale, di fantascienza e quel che si vuole.
Sclavi aveva una diversa cifra stilistica, quando scriveva dei cosidetti "gialli" non avevi quasi mai una cosa lineare ma un sacco di roba insieme, vicende parallele, spesso una forte connotazione politica/ideologica, rielaborazioni personali di altre opere (le famigerate "citazioni", che più tardi, in mano ad altri ma anche a lui stesso, son diventati plagi a tutti gli effetti e hanno quasi affossato dylan).
Storie come jack lo squartatore, gli uccisori, memorie dall'invisibile (capolavoro), grand guignol (di recente "rielaborato" da de nardo se non vado errato) non sono semplici gialli, storie come "inferni" e "golconda" che hanno quasi dato vita a uno spin off interno alla serie, sono completamente diverse dalle precedenti eppure altrettanto dylaniane.
Stare qui a rimpiangere i primi 100 numeri non credo abbia senso: se non piacciono la barbato e gli altri è meglio smettere, pretendere che ci ridiano quel dylan è impossibile e porterebbe a risultati ben peggiori.
Forse era il caso di chiuderlo passato il momento magico del suo creatore. Ma come puoi chiudere una testata che ti vende (all'epoca) centinaia di migliaia di copie e che ti manda avanti metà della baracca?
Detto ciò stasera vado a leggermi il numero di questo mese e vi dirò :P
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: PaoloPapero - Venerdì 6 Mag 2011, 13:45:44
X Piccolo Bush:
non smetto di comperarlo DD perche' non tutte le storie sono brutte.
E poi se  smetto poi come faccio a criticarlo?  ;D
E poi DD e' il primo fumetto che comperai iniziando dal numero 1(che purtroppo,per mio errore,come spiegato in altro topic non ho piu',anzi......il mio compagno di banco lo sta' ancora conservando per ,e :-/  )
con DD ho un rapporto di odio/amore tale che dopo 10 anni che non lo leggevo piu' ho sentito il bisogno di ricomperarlo.
Vai DD !
p.s. concordo con Turk . L'horror Fest con Cavazzano era/e' proprio bello come albo.Un must da avere, anche solo per i disegni del Cavazza e della copertina di Silver.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Venerdì 6 Mag 2011, 15:06:18
X Piccolo Bush:
non smetto di comperarlo DD perche' non tutte le storie sono brutte.
No che non sono tutte brutte, ci sono storie brutte e storie belle come in ogni serie. Il mio intervento era per i "nostalgici", per le vedove di sclavi (tra le cui fila ci sono anche io).
Ma poi da quando è cominciata la svolta rosa della barbato? Che io ricordi si è sempre divertita a tenere a "stecchetto" dylan e a fargli perdere quelle abitudini da playboy (che tenda ad indulgere nel melodramma quello sì, ma proprio romantica non mi sembra)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Sabato 7 Mag 2011, 10:44:06
Detto ciò stasera vado a leggermi il numero di questo mese e vi dirò :P
L'ho letto: è una vaccata!
 ;D
No, seriamente. Potrei quasi riscrivere le stesse cose che ho scritto per la storia di faraci sul topo: la barbato si concentra più su una specie di suggestione che sulla storia. Cioè sembra che le interessi più questo fatto di dylan che insegue se stesso (tra l'altro per nulla originale, come diceva già nubulina) che costruirci una storia intorno. Anche il ricorso alla vedova di mastro hora mi sembra del tutto pretestuoso e campato in aria. Poi se parliamo di caratterizzazione, beh, certo quel dylan è quello che tutti si aspettano (e sì che proprio la barbato ci ha fatto conoscere anche un dylan "giustiziere", quindi assolutamente agli antipodi), a me è sembrato appunto il dylan di sclavi. Bellissimi i disegni di casertano ma è il prodotto finale che è sbagliato e denota secondo me poca cura da parte della bonelli: un titolo del genere e una copertina del genere ammazzano il piacere di scoprire quel poco di trama che c'è

P.S.: anche io odio julia e infatti ho smesso di comprarla :P
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Bacci - Sabato 7 Mag 2011, 11:06:19
Bè, in effetti quando durante la storia dylan spara per la prima volta all'assassino e questo casca in acqua facendo un attimo mente locale grazie alla copertina si capisce quello che è successo... Ma nonostante ciò a me questo numero è piaciuto molto, perché ho trovato trattato molto bene il soggetto, aldilà della banalità di questo.

La cosa che più mi è piaciuta è il fatto che questa ossessione di Dylan nasce penso non tanto dall'amore vero che provava per la ragazza, quanto per il rimorso e il senso di colpa che provava per quello che è successo, una specie di sentimento egoista, insomma.
A me la Barbato piace, rispetto ai numeri degli ultimi tempi le sue storie sono tra quelle che mi piacciono di più. Casertano bravo anche se in alcuni volti Dylan non sembra tanto lui...
Io non avendo letto tanti numeri precedenti la vedova di mastro hora manco sapevo chi fosse :(

  
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Sabato 7 Mag 2011, 14:30:40
Io non avendo letto tanti numeri precedenti la vedova di mastro hora manco sapevo chi fosse :(
E' una protagonista dell'albo "l'uomo che vende il tempo" di chiaverotti (il 132 a quanto leggo nella nota su questo numero): mastro hora era una figura affascinante come "idea" ma al contempo resa in maniera troppo poco credibile da chiaverotti. Non vorrei spoilerare per chi non ha letto la storia anche se ha quasi quindici anni.
Il fatto è che qui la vedova viene tirata in ballo in maniera abbastanza (anzi molto, se non totalmente) gratuita perchè si vede che proprio la barbato non sapevo cosa altro farsi venire in mente
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Sabato 7 Mag 2011, 15:37:59
la storia e' cosi' cosi' e copia abbastanza un certo film di 5-6 anni fa di tony scott ..ovviamente non dico quale ...

il tirare in ballo una storia vecchia e neanche famosissima di Dylan Dog mi e' sembrata un po' una GRATUITA'..anche perche in D.D a parte rari casi (sopratutto legati a storie celebrative) la continuity non esiste..ok esistono seguiti di racconti ma non e' questo il caso... qui semplicemente per giustificare un azione assurda si ripescano personaggi che erano morti e sepoliti con un vecchio albo..e si fa di piu'...si gettano le basi per un eventuale seguito ..dell'albo vecchio ovviamente.. :)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Andrea87 - Sabato 7 Mag 2011, 20:14:08
a me l'uomo che vende il tempo è sempre piaciuta... è la classica storia dove si danno tanti indizi verso la soluzione soprannaturale ed invece ::)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Sabato 7 Mag 2011, 21:25:22
del tutto d'accordo con andrea87.....

come ho già detto prima a me piace molto la storia mensile e ancora non riesco a capire le critiche, perchè il soggetto è banale è chiaro, ma la sceneggiatura e soprattutto l'introspezione in Dylan è molto ben svolta.

In fondo la barbato svela quello che sapppiamo da sempre, Dylan si trova sempre invischiato in storie d'amore che all'albo successivo finiscono... ma perchè questo avviene? ecco questo viene svelato almeno una volta e io credo che lo sappia fin dall'inizio che La ragazza di turno si è suicidata per copa sua... e quello che lui fa è solo sfuggire, nascondersi e rincorrere i suoi sensi di colpa, il suo rimorso, la sua codardia.
Penso che vada letta con questa chieve di lettura la trama, se poi vogliamo si può anche ridurre ad una storia trita e ritrita che svela fin dalla copertina quale sia il fulcro, ma io torno a ripertere che il fulcro della storia non sta nella componente "gialla" ma in quella, diciamo intrispettiva.

Mi è piaciuto vedere dylan alle prese con i suoi limiti e la sua incapacità di affrontare la realtà, in questo lo vedi davvero come il Dylan di sclavi in una situazione della Barbato.

Non per tediare oltre modo, ma della storia sull' almanacco della paura che mi dite???
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Domenica 8 Mag 2011, 08:44:45
ma io torno a ripertere che il fulcro della storia non sta nella componente "gialla" ma in quella, diciamo intrispettiva
Son d'accordo che il fulcro della storia sia la parte introspettiva, ma allora bastavano una trentina di pagine, perchè le altre settanta sono del tutto inutili. E mi riallaccio allo speciale color fest: l'unica che salvo è quella della barbato, non originale manco questa ma che in un albo della serie mensile avrebbe avuto il giusto respiro per essere una bella storia. Ecco, avessero invertito le destinazioni delle due storie, con conseguente adattamento del numero di pagine saebbe stato molto meglio ;)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Andrea87 - Domenica 8 Mag 2011, 12:07:09
In fondo la barbato svela quello che sapppiamo da sempre, Dylan si trova sempre invischiato in storie d'amore che all'albo successivo finiscono...

davvero? ed io che pensavo fosse a causa di Morgana il suo più grande amore senza sapere che si trattasse della madre come spiegato nel #100 ::)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Domenica 8 Mag 2011, 13:11:59
sai il numero cento è un po' sui generis... come dissero quando uscì andrebbe messo alla fine della serie come ultimo numero... :-)

Quindi è vero che in quell'albo c'è quella spiegazione, ma dylan è anche fatto della vita di tutti i giorni ed in quella realtà che il mi discorso si trova ad avere la sua logica, se poi prendiamo la storia a tutto tondo hai ragione te....
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: PaoloPapero - Lunedì 9 Mag 2011, 13:53:42
Citazione da: piccolobush link=1089305098/150#159 date=1304757846
L'ho letto: è una vaccata!

Te l'avevo detto !!!! Miscredente!!!!!
E se leggi il numero 279 sempre sceneggiato dalla BArbato vedrai che la sceneggiature e' uguale.
Tralascio poi l'espediente della vedova.
Ma alla Barbato hanno spiegato che se si richiama un precedente personaggio non basta scrive vedi il numero...... perche' poi mica tutti hanno riletto quell'albo.
La verita' e' che in Bonelli DylanDOg e' attaccato alla bombola dell'ossigeno solo perche' ancora vende altrimenti avrebbe gia' chiuso.S.Bonelli(intervista 7)lo dice esplicitamente quando parla della chiusura di MIster No (sua creatura) perche' vendeva poco e non valeva piu' la pena nonostante il personaggio meritasse (guarda caso anche qui entro' in scena Mignacco e poi.....chiuse).
Se ha interrotto la serie per una sua creatura figuriamoci per una non sua che non ha mai amato fino in fondo.  
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Lunedì 9 Mag 2011, 14:23:34
Te l'avevo detto !!!! Miscredente!!!!!
Beh, no aspetta, ho detto vaccata così giusto per fare la battuta. Poi ho scritto cosa effettivamente ne penso. Non brutto ma forse troppo prolisso e prevedibile (anche per colpe non tutte della barbato)

Citazione
E se leggi il numero 279 sempre sceneggiato dalla BArbato vedrai che la sceneggiature e' uguale.
Al di là del fatto che si assomiglino o no, penso che la barbato si sia incamminata su una strada un pò particolare che rischia di alienarle il consenso dei nuovi lettori. Mi riferisco alle molte storie in cui, come questa, si mette a "psicanalizzare" dylan, che per un lettore di vecchia data è interessante, ma per uno che non lo ha mai letto, cominciare con questa storia o con quella che citi o con altre simili, non so fino a che punto possa invogliarli a proseguire, considerando la frequenza con cui si presentano. Comunque queste son considerazioni mie, non suffragate da nulla, giusto per chiacchierare ;)

Citazione
Tralascio poi l'espediente della vedova.
Ma alla Barbato hanno spiegato che se si richiama un precedente personaggio non basta scrive vedi il numero...... perche' poi mica tutti hanno riletto quell'albo.
Nel color fest hanno fatto anche di peggio, hanno ripescato lama di rasoio, roba di vent'anni fa (di una storia che non ho mai amato perchè non mi piaceva lo stile di tacconi). Ma puoi tirare in ballo un personaggio tutto sommato secondario nell'universo di dylan dog, in una breve in cui quindi non hai nemmeno lo spazio per qualche tavola di flash back? Boh, 'sto color fest sembrava promettere chissà che ma a parte il colore e qualche nome eccellente finora non è che sia valso il prezzo dei vari numeri. Tra l'altro se qualcuno che l'ha letta può spiegarmi la seconda, "la camera chiusa", perchè proprio mi ci sto arrovellando da tre giorni. Non è questione di trovarle un senso ma anche solo un non senso. Aspetto suggerimenti

Citazione
La verita' e' che in Bonelli DylanDOg e' attaccato alla bombola dell'ossigeno solo perche' ancora vende altrimenti avrebbe gia' chiuso.S.Bonelli(intervista 7)lo dice esplicitamente quando parla della chiusura di MIster No (sua creatura) perche' vendeva poco e non valeva piu' la pena nonostante il personaggio meritasse (guarda caso anche qui entro' in scena Mignacco e poi.....chiuse)
Oddio, non farei raffronti di questo tipo, mister no era solo questione di tempo, mi meraviglio anzi che sia durato tanto, ma era troppo particolare, quasi "elitario" per caratterizzazione e ambiente (quando è stato ideato magari no, ma poi sì). Non credo che mignacco abbia colpe particolari. Mister no agonizzava da anni, da quando tentarono di cambiare aria trasportandolo in africa e poi negli ultimi tempi tentando una terapia d'urto a new york. Ma mister no è amazzonia e l'amazzonia vende poco, l'equazione irrisolvibile era questa e alla bonelli hanno provato a risolverla "per assurdo" (supponiamo per assurdo che mister no non viva più in amazzonia) senza riuscirvi.
Dylan vende e rimane in edicola, anche perchè come spiega bonelli nella stessa intervista e come sanno tutti da sempre (recchioni fece anche una sorta di ipotesi-provocazione a suo tempo) è quello che insieme a tex gli permette di mandare in edicola anche le altre e non scontentare i lettori che le seguono (non quindi perchè lui vi sia affezionato). Questo finchè è possibile, altrimenti come mister no, nick raider, johnatan steele, etc... si chiude o si passa il personaggio ad altri
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Bacci - Lunedì 9 Mag 2011, 14:39:09
Aldilà dei gusti personali sugli altri aspetti della narrazione e sulle altre scelte della sceneggiatrice, secondo me la doppia riproposizione dell'inseguimento tra dylan dog e l'assassino nell'ultimo numero è spettacolare... nei tempi, nella scelta delle inquadrature con diversi punti di vista, nella capacità sia della Barbato che di Casertano di curare i minimi particolari... Non era facile proporre una trama strutturata in questo modo (un antefatto + corpo centrale con due blocchi di sequenze che si ripetono + conclusione) facendo sì che lettura non ne perdesse in leggibilità o dinamismo...Veramente una bella lezione su come si può fare un fumetto, almeno secondo me...
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fa.Gian. - Lunedì 9 Mag 2011, 16:14:56
... Tra l'altro se qualcuno che l'ha letta può spiegarmi la seconda, "la camera chiusa", perchè proprio mi ci sto arrovellando da tre giorni. Non è questione di trovarle un senso ma anche solo un non senso. Aspetto suggerimenti...
Non so se sia l'interpretazione giusta, io l'ho vista più che altro come una metafora del lavoratore precario, costretto a vivere la vita negli angusti confini di in un mondo che si riduce al monolocale, senza futuro, senza aspirazioni, solo "sopravvivere" al nulla che è la vita del precario, temendo di perdere quel poco di stabilità, ritrovandosi ogni giorno sempre allo stesso punto, senza possibilità di uscirne

Il finale mi è parso volutamente ancora più criptico, forse perchè si è scelto di NON dare una soluzione (che obiettivamente nessuno possiede, ora come ora) invece che dare false speranze o alimentare la confusione con un deus ex-machina che nella realtà non esisterebbe.

Paradossalmente avrei fatto "suicidare" Dylan, magari gettandosi dalla finestra, o lasciando aperto il gas, per poi farlo "svegliare" in stile Little Nemo
Così invece mi è parso che la morale fosse: "rassegnatevi"  :-/
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Lunedì 9 Mag 2011, 17:58:46
Il finale mi è parso volutamente ancora più criptico, forse perchè si è scelto di NON dare una soluzione (che obiettivamente nessuno possiede, ora come ora) invece che dare false speranze o alimentare la confusione con un deus ex-machina che nella realtà non esisterebbe.
Infatti mi riferivo al finale, lo svolgimento era anche per me riferito alla "vita da precario", visrta anche la cliente. Però quel finale non lo capivo. Probabilmente è corretta la tua interpretazione, me la rileggo e vedo se alzargli il voto :P
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Lunedì 9 Mag 2011, 20:13:12
per colpa vostra ho speso 4,80 per il color fest  :P

ora lo leggo poi vi faccio sapere che ne penso....

ma nessuno nessuno ha letto l'almanacco della paura?
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: PaoloPapero - Lunedì 9 Mag 2011, 20:45:50
per colpa vostra ho speso 4,80 per il color fest  :P

ora lo leggo poi vi faccio sapere che ne penso....

ma nessuno nessuno ha letto l'almanacco della paura?
Io no ,sto' gia facendo troppa beneficenza gratuita alla Bonelli   ;D
E poi devo risparmiare perche' fino alla fine di giugno ho gia' un sacco di numeri in uscita di personaggi vari che voglio assolutamente prendere.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Martedì 10 Mag 2011, 11:19:58
per colpa vostra ho speso 4,80 per il color fest  :P

ora lo leggo poi vi faccio sapere che ne penso....

ma nessuno nessuno ha letto l'almanacco della paura?
Scusa nubulina, avevo letto il tuo messaggio dove parlavi dell'almanacco ma ero convinto che fosse un lapsus e intendessi il color fest! Per cui mi sono riallacciato a quello. Comunque ti rispondo anche sull'almanacco:
qua ho un problema, ammetto di essere prevenuto verso gualdoni :P E lui non fa nulla per farmi ricredere: la storia sull'almanacco pecca anche lei di una scarsa originalità, è praticamente di routine, in più va a toccare un'ambientazione particolare come quella degli inferni sclaviani che andrebbe usata, secondo me, con parsimonia e per storie degne.
Una storia in fin dei conti "tecnicamente" buona ma che non aggiunge nulla alla caratterizzazione di dylan, non aggiunge nulla al suo universo narrativo e non è nemmeno particolarmente avvincente o originale: insomma puro dylan by gualdoni :P (no, gualdoni non mi ha ammazzato il gatto, è che per lo più proprio non mi comunica nulla)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Martedì 10 Mag 2011, 11:56:04
I'ho trovata davvero molto poco entusiasmente.

Il soggetto di per se non sarebbe neppure brutto, per quanto poco originale ed usato tante volte, ma la sceneggiatura... è proprio una cosa illeggibile.

Non perchè da un punto di vista tecnico sia pessima, i vari punti cardine sono rispettato, ma per la serie di riferimenti, come dicevi te, al mondo Sclaviano e al suo modo di intendere Dylan.

C'è una differenza abissale tra la Barbato e Gualdoni, in questo caso, altre storie mi sono pure piaciute, infatti abbiamo nella prima un soggetto banale sceneggaito in modo davvero particolare ed avvincente e nel secondo un soggetto tuttosommato interessante sceneggaito in modo del tutto sottotono....

Allora mi sono chiesta più volte in questi giorni, in cui questa interessante discussione ha preso campo:
cosa ci si aspetta da una storia affichè questa risulti bella ai nostri occhi? Lasciando fuori i gusti personali, poichè propriom perchè del singolo non possono essere analizzati in  modo oggettivo.

Quello che a me interessa è che la storia abbia in primo luogo una premessa credibile e un finale all'altezza della storia; il corpo centrale dovrebbe essere come minimo convincente; ma questo è qualcosa che chiunque può fare, si tratta di tecnica e la tecnica la si impara... allora cos'è che fa di una storia una grande storia?

Faccio dei paragoni una delle storie che preferisco che è La dama in nero e Il castello della paura cos'ha di cos' stupendo da farmela rileggere all'infinito? Non so, forse si rientra nei gusti personali, neell'ambientanzione....

ecco mi piacerebbe sapere che cosa ne pensate...

P.S. scusate la lunghezza come al solito
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fa.Gian. - Martedì 10 Mag 2011, 12:14:35
Premetto che se avessimo la risposta al quesito di Nubulina avremmo la formula per fare SEMPRE storie perfette, e siccome così non è, immagino che anche la risposta definitiva non la avremo mai.

Per parte mia, una storia mi piace quando alla fine mi lascia qualcosa.
Attualmente ciò che chiedo a un racconto, è di farmi evadere con la fantasia, ma senza abbandonare la realtà

L'esempio più chiaro potrebbe essere "Harry Potter", le sue avventure sono ammantate di fantasy e di epica, ma rispecchiano situazioni riconoscibili anche per noi "normali" che non abbiamo polverine magiche, bacchette, elfi e draghi intorno.

Ecco, una storia che parli di cose normali, ma con il velo della fantasia.
credo che il segreto introvabile stia nel dosaggio di questi ingredienti, sempre diverso e sempre irripetibile  ;)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Martedì 10 Mag 2011, 13:41:14
Tra l'altro se qualcuno che l'ha letta può spiegarmi la seconda, "la camera chiusa", perchè proprio mi ci sto arrovellando da tre giorni. Non è questione di trovarle un senso ma anche solo un non senso. Aspetto suggerimenti


Allora mia personale interpretazione:
Visione di Dylan come personaggio e non come protagosnista, personaggio rinchiuso nei suoi clichè, che cerca di fuggire in tutti i modi da "quelle quattro mura" che determinano i limiti della sua personalità. Il personaggio cerca di uscire dagli schemi impostogli dal suo creatore in tutti i modi senza riuscirci, l'unica cosa che riesce a fare è attingere da altre fonti, (come tutte le citazioni che si trovano nei vari albi). Il finale lo vedo come chiave di lettura, cioè come un aiuto ad interpretare il tutto.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Martedì 10 Mag 2011, 14:36:44
Allora mi sono chiesta più volte in questi giorni, in cui questa interessante discussione ha preso campo:
cosa ci si aspetta da una storia affichè questa risulti bella ai nostri occhi? [...]

ecco mi piacerebbe sapere che cosa ne pensate...

P.S. scusate la lunghezza come al solito
Contento innanzitutto che condividi sostanzialmente il giudizio sulla storia di gualdoni ;), riguardo al tua questione è veramente una domanda da un milione di dollari!
Io non credo di essere un lettore molto "razionale": mi spiego, non sempre giudico le storie in base agli stessi criteri, e non sempre dò a questi criteri lo stesso peso, anche per storie che sono simili tra loro. Diciamo che se la storia ha un che in grado di coinvolgermi posso passare sopra ad alcuni difetti, se invece mi lascia sostanzialmente freddo, quei difetti magari li ingigantisco e mi ci accanisco.
Magari leggendo qualche mio topic sul settimanale topolino, qualcuno se ne sarà accorto: in alcune storie mi incaponisco a evidenziare magari delel piccole sbavature, in altre che possono avere dei difetti anche più grandi mi lascio andare a giudizi più benevoli.
E' una questione, come dice fa. gian. di cosa mi lasciano dentro.
Tanto per restare nel paragone cinematografico, l'esempio che faccio sempre è "profondo rosso": è a tutti gli effetti un giallo (non v'è traccia di soprannaturale come in suspiria) eppure ha dei buchi nella sceneggiatura clamorosi, ti accorgi che la trama è proprio scritta con i piedi, ma rimane uno dei miei preferiti per la messa in scena, per l'inventiva, per la fascinazione che genera.
In un film come "delitto perfetto" di hitchcock, la trama è perfetta e tale deve essere, un orologio, guai alla minima increspatura, non c'è virtuosismo registico che potrebbe farla passare in secondo piano, il film sarebbe rovinato irrimediabilmete.
Con i fumetti, con i libri e in genere con tutto, ho lo stesso approccio:
una storia può avere un soggetto non originale ma magari è ben sceneggiata o il protagonista è particolarmente azzeccato e allora son soddisfatto. Un'altra storia che ha lo stesso soggetto ma magari è sviluppato male o il protagonista non mi "prende" e allora pollice verso. Un esempio in questo caso è "julia", nonostante il genere rientri nei miei gusti, la protagonista l'ho odiata un pò alla volta sempre di più, numero dopo numero fino a lasciare la serie.
Con tex è successo il contrario, pur stravedendo per lui e i suoi pards (nonostante un ventaglio di spunti abbastanza ridotto), l'interpretazione data da nizzi per diversi anni mi ha spinto ad abbandonarlo per riprenderlo solo ora, col 600, che l'autore è ormai in pensione.
Non so se ho spiegato bene i meccanismi del mio cervello ;D

P.S.: interessante la tua interpretazione de "la camera chiusa", eh sì devo proprio rileggermela
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Brigitta MacBridge - Martedì 10 Mag 2011, 15:04:24
Magari leggendo qualche mio topic sul settimanale topolino, qualcuno se ne sarà accorto: in alcune storie mi incaponisco a evidenziare magari delel piccole sbavature, in altre che possono avere dei difetti anche più grandi mi lascio andare a giudizi più benevoli.
Perché mi viene in mente una certa storia (http://www.papersera.net/cgi-bin/yabb/YaBB.cgi?num=1302623428/0#7) di Andrea Fanton? ;D ;)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Martedì 10 Mag 2011, 16:31:51
Perché mi viene in mente una certa storia (http://www.papersera.net/cgi-bin/yabb/YaBB.cgi?num=1302623428/0#7) di Andrea Fanton? ;D ;)
Perchè è emblematica del mio modo di apprezzare un qualcosa (un fumetto in questo caso) ;) Brava che mi hai tirato fuori il giusto esempio!
Mi rendo conto che è una storia strampalata come poche, con dei salti logici incomprensibili, con dei personaggi anche senza senso, eppure, nella sua balordaggine e per motivi che non riesco a esplicitare, ai miei occhi ha un fascino che ad esempio la storia di vitaliano (spero non passi da queste parti sennò si incacchia davvero!) sulle galline-dinosauri, pur molto più sensata, non ha.

Vammi a capire! ;D
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Bacci - Mercoledì 11 Mag 2011, 00:38:48

cosa ci si aspetta da una storia affichè questa risulti bella ai nostri occhi? Lasciando fuori i gusti personali, poichè propriom perchè del singolo non possono essere analizzati in  modo oggettivo.

La domanda è davvero interessante e complessa e mi ritrovo anche in molte delle cose che ha detto Piccolobush… Io non sono assolutamente in grado di stimare quando una storia sia un capolavoro o quando non lo è, posso però dire con certezza quali sono quelle storie che mi hanno emozionato più di altre o semplicemente che mi sono piaciute di più…di solito quando mi appresto a leggere o guardare qualcosa cerco prima di tutto di godermelo senza pregiudizi iniziali, e dopo cerco dei parametri piuttosto soggettivi che in genere sono quelli che determinano se un  prodotto alla fine mi piace o no…Tenendo sempre conto appunto che le storie che riescono a “lasciarmi qualcosa”, qualunque essa sia, sono sicuramente quelle che poi mi troverò anche a rileggere più e più volte…. Per me i due elementi più importanti sono il “che cosa” viene raccontato e “il come” viene raccontato. A mio avviso dopo averci ragionato un bel po’ su non esiste una supremazia assoluta di un elemento al di sopra dell’altro, ma bisogna vedere come le due cose si amalgamano in quella data storia… Certo è che il “come” può fare davvero la differenza, parafrasando quello che ho letto su una lezione di fumetto, se dovessimo scegliere tra una storia bellissima, unica e originale raccontata con la stessa regia del Tenente Colombo o una storia banale, scopiazzata, inconcludente, ma raccontata con la regia de L’infernale Quinlan, credo che ognuno di noi potrà trovarsi un po’ in difficoltà…(o magari anche no, dipende). Quale delle due potrà creare il patto di complicità migliore? E appunto…. Vai a saperlo! Se lo sapessi sarei ricco, diceva quello là che scriveva…Per fortuna credo nel costruire storie la tecnica conti ma fino a un certo punto e che non esistano regole matematiche per ottenere un prodotto del genere e alla fine quello che fa la differenza è la mano e la sensibilità e l’abilità dell’autore, la passione e la competenza che mette nello svolgere il suo lavoro e che contagia alla lettura e si percepisce veramente come un di più…insomma l’apporto artistico che è difficile da decifrare o quantificare a parole ma colpisce ognuno di noi a lettura ultimata, e questo credo valga per qualunque prodotto artistico… Per me leggere un bel libro significa anche riuscire ad assaporare il modo, il tempo e l’ordine con cui il testo sceglie di rivelarci le sue pieghe nascoste… tutti elementi che hanno la funzione di accompagnarci lungo il percorso emotivo e narrativo che l’autore ha predisposto per noi…

Parlando più in generale anche io apprezzo di più o cerco di apprezzare con tutte le forze le storie che hanno più sottotrame, una caratterizzazione dei personaggi non banale e più chiavi o diversi livelli di lettura (e qui si fa sempre l'esempio di asterix ehehe sfruttato varie volte nei discorsi qui sul forum anche da me.)..anche se magari capita spesso che faccia fatica a coglierli in un primo momento... :)

Mi rendo conto che però di oggettivo alla fin fine ho detto ben poco... ::)



Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Mercoledì 11 Mag 2011, 11:26:51
Io non sono assolutamente in grado di stimare quando una storia sia un capolavoro o quando non lo è, posso però dire con certezza quali sono quelle storie che mi hanno emozionato più di altre o semplicemente che mi sono piaciute di più…
Come diceva non mi ricordo chi: "non capisco niente di arte moderna, ma so quello che mi piace e quello che no"

Citazione
raccontata con la stessa regia del Tenente Colombo
Ohè! Cos'hai contro il tenete colombo? >:( ;)

Citazione
L’infernale Quinlan
Beeeeeeeeeello!

Citazione
Per fortuna credo nel costruire storie la tecnica conti ma fino a un certo punto e che non esistano regole matematiche per ottenere un prodotto del genere e alla fine quello che fa la differenza è la mano e la sensibilità e l’abilità dell’autore, la passione e la competenza che mette nello svolgere il suo lavoro e che contagia alla lettura e si percepisce veramente come un di più
Ecco questo passaggio è interessante, perchè mi capita a volte di percepire nei lavori di alcuni autori (potrei fare il nome di berardi ma lo sto già massacrando in privato quindi evito ;D) proprio delle regole matematiche, una sorta di sceneggiature scritte col pilota automatico. Per cui ti ritrovi alla fine con delle storie buone, inappuntabili ma che manca loro qualcosa, chiamiamola "anima" per usare un termine esagerato. E più questa impressione forte, minore sarà la probabilità che riprenda in mano quella storia successivamente.
Poi è chiaro che anche quello dell'autore di fumetti è un lavoro, ha i suoi orari, le sue regole e forse l'idea degli autori mezzi artisti, mezze rockstar, che scrivono come possono e quando possono (vedi recchioni) preda di impulsi irrazionali è romantica e fa molto "personaggio" ma poco attinente alla realtà. Probabilmente la maggior parte di loro si mette lì al tavolo dalle otto di mattina alle 6 del pomeriggio da lunedì al venerdì come degli impiegati qualsiasi :P Ciò non toglie che in quelle otto ore potrebbero cercare di far qualcosa di più che seguire il manuale. Quando rileggo le storie di pezzin/cavazzano degli anni 70/80, percepisco chiaramente che i due giorgi sono i primi a divertirsi, me li vedo che si scompisciano mentre gli viene in mente una gag o una trovata assurda! Quando leggevo julia (ebbene sì! alla fine l'ho dovuta citare!) quelle storie ad un certo punto erano diventate fredde! Perfette, inappuntabili, ma senza emozioni (almeno a me non ne lasciavano). Ora mi viene in mente peter milligan, quasi rivoluzionario all'epoca di enigma e shade (ma nessuno può terminare la pubblicazione di questo?) e ora vivacchia senza infamia e senza lode. Nomi ce ne sarebbero tanti, ma non è che uno pretende sempre la storia epocale, basterebbe che si intuisse che l'autore c'ha messo un pò di passione e questo non accade sempre.
Credo che gianfranco manfredi esprima molto bene questi concetti nel suo corso di sceneggiatura (http://www.gianfrancomanfredi.com/premessa.html)

Citazione
Parlando più in generale anche io apprezzo di più o cerco di apprezzare con tutte le forze le storie che hanno più sottotrame, una caratterizzazione dei personaggi non banale e più chiavi o diversi livelli di lettura (e qui si fa sempre l'esempio di asterix ehehe sfruttato varie volte nei discorsi qui sul forum anche da me.)..anche se magari capita spesso che faccia fatica a coglierli in un primo momento... :)
Qua posso solo quotare :)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Bacci - Mercoledì 11 Mag 2011, 11:48:52

Ohè! Cos'hai contro il tenete colombo? >:( ;)

Io proprio niente, anzi mi piace da matti! Come la signora in giallo e ellery queen ;) In realtà è che come accennavo l'esempio non era proprio mio, ma di cajelli... per distinguere due diversi tipi di modo di narrare e di mettere in scena una storia mi pare che sia comunque piuttosto calzante :)

Beeeeeeeeeello!
Eheheh anche qui non posso che essere d'accordo!

Ecco questo passaggio è interessante, perchè mi capita a volte di percepire nei lavori di alcuni autori (potrei fare il nome di berardi ma lo sto già massacrando in privato quindi evito ;D) proprio delle regole matematiche, una sorta di sceneggiature scritte col pilota automatico. Per cui ti ritrovi alla fine con delle storie buone, inappuntabili ma che manca loro qualcosa, chiamiamola "anima" per usare un termine esagerato. E più questa impressione forte, minore sarà la probabilità che riprenda in mano quella storia successivamente.[...]
 Nomi ce ne sarebbero tanti, ma non è che uno pretende sempre la storia epocale, basterebbe che si intuisse che l'autore c'ha messo un pò di passione e questo non accade sempre.
Credo che gianfranco manfredi esprima molto bene questi concetti nel suo corso di sceneggiatura (http://www.gianfrancomanfredi.com/premessa.html)

Anche qui la penso allo stesso modo, e capita spesso di avere queste sensazioni leggedo molti fumetti... anche lì è difficile capire quanto in quel caso sia io che mi pongo con più freddezza rispetto alla storia, o quanto effettivamente questa sia stata scritta col pilota automatico... ecco perché prima di criticare qualcosa cerco sempre di capire bene quello che sto leggendo e tutto ciò che riesco a cogliere nei dintorni, perché sicuramente sarebbe più facile fermarsi a un primo giudizio negativo e bella lì... ma mi sembrerebbe poco corretto nei confronti di chi scrive e anche nei confronti di me stesso...Sarà una cavolata ma la vedo così... poi, oh, ne ho lette di ciofeche sulle quali non cambio opinione! ;D
Darò un occhiata al manuale che hai linkato, lo conoscevo ma non ho mai cominciato a leggerlo...

Ecco, l'esempio dei "due Giorgi" è ottimo per capire quello che dicevo prima, quando stesura e la realizzazione di una storia va aldilà di un semplice lavoro, ma c'è proprio dentro la passione, e da fuori si vede proprio!

L'argomento é interessante e quasi sarebbe bello aprire un altro topic perché qui si sta parlando di tutto tranne che di DYD ehehehe
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Bacci - Mercoledì 11 Mag 2011, 11:58:05
Secondo te in berardi non è anche una cosa voluta? Cioè, da quello che so io anche se ho letto pochissimo, la scelta di avere disegnatori o disegnatrici con stili tutti molto simili anche se molto bravi, la griglia della pagina rigidissima, la ripetizione di temi e altri elementi simili potrebbero far pensare a prima vista che questa freddezza sia spesso proprio ricercata...Leggevo qualcosa di simile su una opinione di Harry dice... di qualche tempo fa...
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Mercoledì 11 Mag 2011, 14:33:13

Io proprio niente, anzi mi piace da matti! Come la signora in giallo e ellery queen ;) In realtà è che come accennavo l'esempio non era proprio mio, ma di cajelli... per distinguere due diversi tipi di modo di narrare e di mettere in scena una storia mi pare che sia comunque piuttosto calzante :)
Sì, l'avevo capito, volevo solo scherzare ;)

Citazione
Secondo te in berardi non è anche una cosa voluta? Cioè, da quello che so io anche se ho letto pochissimo, la scelta di avere disegnatori o disegnatrici con stili tutti molto simili anche se molto bravi, la griglia della pagina rigidissima, la ripetizione di temi e altri elementi simili potrebbero far pensare a prima vista che questa freddezza sia spesso proprio ricercata
Beh, a 'sto punto usciamo allo scoperto, visto che con nubulina ne stiamo discutendo da ieri!
Per quel che ne so io, in berardi non è semplicemente voluta ma è proprio il suo modo di lavorare. Fu lui a dire, non ricordo se in qualche vecchia posta o dove, che il suo lavoro era quello di un qualsiasi impiegato, si metteva al tavolo la mattina, pausa pranzo e poi fino a sera e sempre in quell'occasione smitizzò il concetto di autore di fumetti che hanno in molti (e che avevo anche io prima che lui mi facesse perdere l'innocenza :P), dell'artista.
Ovvio che non saranno tutti così (pratt non mi dava proprio quest'idea per dirne uno), però non dubito che lo sia la maggior parte e non bisogna neanche stupirsene.
Ciò non toglie che, pur non avendo la sregolatezza, non si possa avere almeno di tanto in tanto un po' di genio.
Le avventure di julia, finchè le ho seguite, non erano brutte anzi. Epurate di una retorica che a volte sembrava eccessiva, erano non solo intrattentimento ma anche spunto di riflessione sul mondo. Però, quel modo di narrare un po' manieristico e i personaggi troppo stereotipati, alla lunga mi hanno annoiato. Nubulina suggeriva che col tempo sia prevalsa la voglia di berardi di farne un'icona per quel pubblico femminile che nel fumetto ha pochi riferimenti e penso sia un'interpretazione corretta. Fatto sta che ho comincitao questo messaggio prima di pranzo, l'ho interrotto due volte, l'hoo ripreso ora a pancia piena e non so più cosa volessi dire.
Amen
 ;D

Mercè di me
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: conker - Mercoledì 11 Mag 2011, 14:48:25
Secondo te in berardi non è anche una cosa voluta? Cioè, da quello che so io anche se ho letto pochissimo, la scelta di avere disegnatori o disegnatrici con stili tutti molto simili anche se molto bravi, la griglia della pagina rigidissima, la ripetizione di temi e altri elementi simili potrebbero far pensare a prima vista che questa freddezza sia spesso proprio ricercata...

per essere voluta è voluta

che poi sia cosa buona o meno, è tutto un altro paio di maniche

personalmente non amo le cose eccessivamente limitanti... le potenzialità espressive del fumetto sono enormi!!! vedere un Will Eisner per credere  :)


Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Mercoledì 11 Mag 2011, 15:14:34
a me non dispiacciono a priori le situazioni molto costrette, ma Julia è davvero troppo...come ha già anticipato Piccolobush all'inizio secondo me c'era una volontà diversa da parte dell'autore, il quale dice sempre in quella sottospecie di posta che c'è in seconda si copertina che i personaggi vivono di vita propria dopo che il creatore li ha fatti nascere, ma, insomma, Julia avrebbe dovuto fare profili come consulente della procura e sottolineo consulente non come un agente dell' FBI... era intreressante per quello, era bello perchè doveva essere un lavoro di concetto... poi, secondo me, la Bonelli ha visto che a tirare erano le donnine emancipate che si rivedevano in lei, sola a trentacinque anni, in cerca del grande amore, ma circondata da uomini inetti o comunque non all'altezza, con una sorella lontana e con l'unica compagna una gatta....ma lei è piena di ideali, ha una doppia carriera e in qualche modo a rinunciato a tutto per quella.... insomma a mio avviso è una che ha potuto studiare quanto ha voluto perchè è vero che le sono morti i genitori a tre anni, ma è anche vero che i nonni le hanno fatto da mamma e da babbo, pieni di soldi, la sorella strabella se ne è andata lontano a fare la modella, la nonna l'ha spedita in un ospizio e la casa gliela tiene a posto la governante che le fa anche da mangiare.. insomma se ci si mette anche che vuol fare la donnina in carriera... mi sto chiedendo perchè lo compro... perchè spero che torni ad essere il fumetto che era... quello in cui lei faceva i profili e l'assassino o il serial killer si trovave in modo deduttivo..... ma temo che ormai non tornerà più...
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Unchienandalou - Giovedì 12 Mag 2011, 10:47:37
Sì, l'avevo capito, volevo solo scherzare ;)

Beh, a 'sto punto usciamo allo scoperto, visto che con nubulina ne stiamo discutendo da ieri!
Per quel che ne so io, in berardi non è semplicemente voluta ma è proprio il suo modo di lavorare. Fu lui a dire, non ricordo se in qualche vecchia posta o dove, che il suo lavoro era quello di un qualsiasi impiegato, si metteva al tavolo la mattina, pausa pranzo e poi fino a sera e sempre in quell'occasione smitizzò il concetto di autore di fumetti che hanno in molti (e che avevo anche io prima che lui mi facesse perdere l'innocenza :P), dell'artista.
Ovvio che non saranno tutti così (pratt non mi dava proprio quest'idea per dirne uno), però non dubito che lo sia la maggior parte e non bisogna neanche stupirsene.

Piccolobush, la smitizzazione continua: ;)
Proprio in questi giorni ho letto il n. 24 delle opere di Pratt che uscirono un anno or sono.
Sono riportate alcune risposte di Pratt su dubbi e domande varie, e a proposito dell'ispirazione dice: "Il punto di partenza può essere qualsiasi cosa: un libro, un film, una conversazione, una frase sentita. Dopodichè prendo dei libri, li guardo, trovo delle cose, faccio una sintesi, costruisco la mia storia. All'inizio di una storia ci sono otto secondi di ispirazione e poi otto ore di lavoro al giorno, come qualsiasi impiegato."

Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Giovedì 12 Mag 2011, 12:40:49
 :D  Povero piccolobush preso a badilate!!!
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Giovedì 12 Mag 2011, 14:44:37

Piccolobush, la smitizzazione continua: ;)
Proprio in questi giorni ho letto il n. 24 delle opere di Pratt che uscirono un anno or sono.
Sono riportate alcune risposte di Pratt su dubbi e domande varie, e a proposito dell'ispirazione dice: "Il punto di partenza può essere qualsiasi cosa: un libro, un film, una conversazione, una frase sentita. Dopodichè prendo dei libri, li guardo, trovo delle cose, faccio una sintesi, costruisco la mia storia. All'inizio di una storia ci sono otto secondi di ispirazione e poi otto ore di lavoro al giorno, come qualsiasi impiegato."

Nooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo!
E berardi vince su tutta la linea!
Però c'era un'intervista di pratt in cui diceva (vado a memoria): "credo che il mio sia il lavoro più bello che esista, posso andare in giro per il mondo continuando a lavorare, non ho bisogno d'altro che di un'asse di legno dove appoggiarmi e di un ufficio postale da cui spedire le tavole e ritirare del denaro" (dal libro "il desiderio di essere inutile" probabilmente).
Uff! Beh, magari la tua frase era del periodo in cui lavorava in argentina o comunque prima di diventare famoso, poi divenuto una celebrità ha cominciato a godersi la vita ;D
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Unchienandalou - Giovedì 12 Mag 2011, 15:06:37
"credo che il mio sia il lavoro più bello che esista, posso andare in giro per il mondo continuando a lavorare, non ho bisogno d'altro che di un'asse di legno dove appoggiarmi e di un ufficio postale da cui spedire le tavole e ritirare del denaro" (dal libro "il desiderio di essere inutile" probabilmente).

Riflettendo bene, non è incompatibile con il fatto di dover lavorare otto ore al giorno...Lo si può fare in qualunque luogo del mondo. ;D
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: conker - Giovedì 12 Mag 2011, 15:15:15
perchè spero che torni ad essere il fumetto che era... quello in cui lei faceva i profili e l'assassino o il serial killer si trovave in modo deduttivo..... ma temo che ormai non tornerà più...

come fa a tornare quello che è stata inizialmente? l"evoluzione" del personaggio ha preso ben altra piega

ahinoi

Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Giovedì 12 Mag 2011, 16:59:54
ahinoi
Benvenuto nel club!
Prossimo obiettivo, una petizione ;D
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Giovedì 12 Mag 2011, 20:10:48
be' come gia' ho scritto Dylan ha passato tempo ben migliori ..i primi numeri sono insuperabili..ma anche adesso non e' male se si considera che ha passato un certo periodo in cui ogni sua storia era veramente illeggibile..ora direi che tra alti e bassi se la cava..e dico io se continuano a sfornare cosi' tante testate collaterali alla serie regolare vuol dire che il suo pubblico lo continua a tenere..io brucerei il maxi (quello estivo disegnato da Montanari e Grassani )... :-X
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Venerdì 13 Mag 2011, 23:32:00
"credo che il mio sia il lavoro più bello che esista, posso andare in giro per il mondo continuando a lavorare, non ho bisogno d'altro che di un'asse di legno dove appoggiarmi e di un ufficio postale da cui spedire le tavole e ritirare del denaro" (dal libro "il desiderio di essere inutile" probabilmente).

Riflettendo bene, non è incompatibile con il fatto di dover lavorare otto ore al giorno...Lo si può fare in qualunque luogo del mondo. ;D
Beh, sì, ma farlo in una capanna sulla spiaggia delle isole salomone è diverso che farlo in un sottoscala di un condominio di segrate :P
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Lunedì 16 Mag 2011, 13:31:31
cmq al dila' della storia che e' carina ma si rivela alla fin fine nulla di che..questo ultimo numero mi ha colpito per i disegni di Casertano..autore che a volte , a mio avviso, esagera come stile eccessivo..stavolta e' misurato e bravissimo
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Zapotek - Lunedì 16 Mag 2011, 22:58:41
be' come gia' ho scritto Dylan ha passato tempo ben migliori ..i primi numeri sono insuperabili..ma anche adesso non e' male se si considera che ha passato un certo periodo in cui ogni sua storia era veramente illeggibile..ora direi che tra alti e bassi se la cava..e dico io se continuano a sfornare cosi' tante testate collaterali alla serie regolare vuol dire che il suo pubblico lo continua a tenere..io brucerei il maxi (quello estivo disegnato da Montanari e Grassani )... :-X

Ultimamente ho ripreso qualche Dylan dopo un bel pò di anni di pausa. Premetto che sono stato un grande estimatore dell'indagatore dell'incubo e che conservo gelosamente la mia modesta collezione comprendente i primi cento numeri, ma aggiungo anche che ho abbandonato il fumetto quando ho visto che lo stesso stava inesorabilmente lasciandosi andare ad una parabola discendente in termini di qualità narrativa.
In effetti pescando qui e lì , qualche numero di quelli degli ultimi anni è anche abbastanza bello ( su tutti Alma Mater), pur senza sfiorare i picchi del passato. Alla luce di tutto questo avrei preferito però che la Bonelli avesse avuto il coraggio di chiudere la serie quando ormai le idee latitavano, invece di tenere in vita l'universo dylaniano anche quando non c'era più nulla che valesse la pena di leggere. Spesso i lettori di DD si accontentano, mentre secondo me questo fumetto avrebbe meritato qualcosa di più, probabilmente una fine decorosa ma che ci lasciasse un ricordo positivo invece di una lenta agonia nel mare della mediocrità. Non so forse anche una pausa di qualche anno sarebbe servita a rigenerare disegnatori e autori.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Lunedì 16 Mag 2011, 23:09:38
Credo che la quasi totale assenza di continuity nelle storie di d.d. abbia lasciato dei segni..da una parte e' acessibile sempre a tutti..anche a sacrileghi che non lo conoscono..dall'altro , dopo piu' di 25 anni, senza un evoluzione continua nelle vicende diventa difficile che la gente rimanga affezionato ad esso...

ora come ora la qualita' delle storie e' decente..ammetto che non sempre pero' lo leggo..capita che lo prendo per inerzia e poi lo lascio li...
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Lunedì 16 Mag 2011, 23:23:42
io come si sarà capito sono un' affezionata lettrice di dylan e in effetti le storie sono cambiate, con alti e bassi, ma io credo che all'inizio i soggetti erano innovativi, il protagonista molto particolare, io mi ricordo che mi colpì che in un momento in cui l' AIDS terrorizzava tutti i giovani la bonelli ebbe il coraggio di immettere un personaggio che faceva dell'amore libero la sua filosofia di vita, pur innamorandosi sempre seppur in modo molto veloce.
Quello che la Barbato sta cercando di fare è di far evolvere il personaggio, forse snaturandolo un po' ma sta cercando di uscire da quei paletti che venticinque anni di vita hanno imposto e molte volte ce la fa "anime prigioniere" ne è un esempio davvero paradigmatico, alemno secondo me...
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Lunedì 16 Mag 2011, 23:31:35
io come si sarà capito sono un' affezionata lettrice di dylan e in effetti le storie sono cambiate, con alti e bassi, ma io credo che all'inizio i soggetti erano innovativi, il protagonista molto particolare, io mi ricordo che mi colpì che in un momento in cui l' AIDS terrorizzava tutti i giovani la bonelli ebbe il coraggio di immettere un personaggio che faceva dell'amore libero la sua filosofia di vita, pur innamorandosi sempre seppur in modo molto veloce.
Quello che la Barbato sta cercando di fare è di far evolvere il personaggio, forse snaturandolo un po' ma sta cercando di uscire da quei paletti che venticinque anni di vita hanno imposto e molte volte ce la fa "anime prigioniere" ne è un esempio davvero paradigmatico, alemno secondo me...

e' vero...tra l'altro nelle prime storie di Dyd, il nostro eroe faceva l'amore a ogni episodio con il proprio cliente..e l'immagine era ben visibilie (a parte nel numero 12 che visto che il cliente era uomo non si era consumato nulla)...ricordo horror paradise dove battute un po' maliziose c'erano eccome..ora si e' tutto raffreddato, forse per causa di un certo buonismo che dilaga..il buon vecchio dylan si fa travolgere piu' emotivamente che carnalmente secondo me

ma in molti hanno da ridire della Barbato, ma lei almeno ha il pregio di cercare pian piano di creare una continuity anche in dyd...l'inserire un vecchio personaggio nell'ultimo numero uscito non mi sembrava una gran idea..anche perche' l'ho vista proprio come una scelta gratuita, d'altra parte credo ci sia il desidero di dare continuity alla saga..e Paola e' l'unica al momento che riprende momenti e situazioni vecchie di dyd... vedremo come sara' il numerone speciale a colori per  300 numeri usciti
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Andrea87 - Martedì 17 Mag 2011, 00:17:53
tornando a discorsi più generici: ma "Il Lungo Addio" lo considerate tutti il miglior numero dell'investigatore dell'occulto?


Io non ne sono tanto sicuro, visto che è un numero a sè, più retrospettivo che canonico. è sicuramente tra i più poetici, è una bellissima storia ma è come considerare la miglior storia di Paperino il ciclo di Reginella...
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Martedì 17 Mag 2011, 00:20:26
tornando a discorsi più generici: ma "Il Lungo Addio" lo considerate tutti il miglior numero dell'investigatore dell'occulto?


Io non ne sono tanto sicuro, visto che è un numero a sè, più retrospettivo che canonico. è sicuramente tra i più poetici, è una bellissima storia ma è come considerare la miglior storia di Paperino il ciclo di Reginella...

no per me non e' il lungo addio..storia carina ma non capolavoro..preferisco le storie horror tipo partita con la morte :)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fa.Gian. - Martedì 17 Mag 2011, 09:33:05
Onestamente trovo che il DYD migliore sia quello dei numeri 1-25-43-100, che idealmente sono il VERO Dylan Dog, e il nucleo del personaggio, leggibile come una minisaga autoconclusiva

Al di fuori di questa, trovo il n.10 "Attraverso lo specchio", il 18 "Cagliostro", il 19 "Memorie dall'invisibile" e il 48 "Horro Paradise" i migliori intesi come sfacettature caratteriali del personaggio.

In generale nei primi 50 il livello era altissimo comunque (come non citare la "Dama in nero" nonostante i disegni non mi abbiano mai fatto impazzire)

Tra gli speciali trovo il quinto "La casa degli uomini perduti", una delle storie migliori, ma non dimentico nemmeno il terzo "Orrore nero" (con il cross over con "Francesco Dellamorte) e il quarto "Mefistofele" (del quale ho addirittura una tavola originale di Roi)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Zapotek - Martedì 17 Mag 2011, 14:06:34

In generale nei primi 50 il livello era altissimo comunque (come non citare la "Dama in nero" nonostante i disegni non mi abbiano mai fatto impazzire)

Anch'io penso che i primi 50 albi siano davvero di alto livello, difficile trovarne uno in particolare, ognuno a suo modo ha contribuito a creare quel successo sul quale si è adagiata un pò tutta la serie, fino ai giorni nostri. Personalmente adoro Cagliostro, Attraverso lo specchio, Accadde domani, Ti ho visto morire ed anche Il Lungo addio è davvero un ottimo albo (anche grazie al riflesso del capolavoro di Chandler).

Degli albimi dal 100 in poi invece cosa ritenete sia davvero ottimo, voglio dire non solo "decente" ma veramente "da Dylan".
io dico questi

 Mater Morbi 280
Il giardino delle illusioni 279
Fuga dal passato 274
I mostri di Sullivan 253
La locanda alla fine del mondo
Ucronìa    240
Sonata macabra 235
Le due vite di Dream (anche se sa di già letto)
Necropolis 212
200
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Martedì 17 Mag 2011, 14:51:08

Anch'io penso che i primi 50 albi siano davvero di alto livello, difficile trovarne uno in particolare, ognuno a suo modo ha contribuito a creare quel successo sul quale si è adagiata un pò tutta la serie, fino ai giorni nostri. Personalmente adoro Cagliostro, Attraverso lo specchio, Accadde domani, Ti ho visto morire ed anche Il Lungo addio è davvero un ottimo albo (anche grazie al riflesso del capolavoro di Chandler).

Degli albimi dal 100 in poi invece cosa ritenete sia davvero ottimo, voglio dire non solo "decente" ma veramente "da Dylan".
io dico questi

 Mater Morbi 280
Il giardino delle illusioni 279
Fuga dal passato 274
I mostri di Sullivan 253
La locanda alla fine del mondo
Ucronìa    240
Sonata macabra 235
Le due vite di Dream (anche se sa di già letto)
Necropolis 212
200


allora 200 sicuramente
poi 121 (fin che morte non vi separi)
149 (l'alieno)
154 (il battito del tempo)
175 (il seme della follia)
197 (i 4 elementi)
198/99 la legge della giungla e homo homini lupus
228 (oltre quella porta)

dei primi 100 invece la scelta e' piu' ardua anche per un discorso affettivo :)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Martedì 17 Mag 2011, 14:57:46
per fortuna dylan è ancora l'indagatore dell' incubo e non dell occulto eheheh  anche s eprima o poi gli metteranno un turbante in testa a fare le carte  :D

comuqneu tornando sei, a me il lungo addio non è mai piaciuto, ma per nulla, troppo mieloso, troppo e poi marina mi stava davvero sulle scatole (tanto per cambiare)...

Nei primi numeri giocava l'effetto novità come personaggio, ma non erano tutti ad altissimo livello...anche perchè io per altissimo livello intendo una storia originale e non scopiazzata con sceneggaitura quasi perfetta e disegni ottimi.. per cui insomma non ce ne sono atnti.

anche perchè con l'andar del tempo i soggetti originali sono sempre diminuiti e quindi si è dovuto far forza sulla sceneggaitura e per un altro po' si è retto poi.. c'è stato un declino, perchè immagino che far uscire un numero al mese sia dura!!!!   Forse dovrebbero ridurre le uscite...
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Bacci - Martedì 17 Mag 2011, 15:03:52


comuqneu tornando sei, a me il lungo addio non è mai piaciuto, ma per nulla, troppo mieloso, troppo e poi marina mi stava davvero sulle scatole (tanto per cambiare)...

A me di quel numero piacevano tantissimo i disegni... e come al solito sono molto influenzato nel giudizio da questi, anche se non vorrei eheheh

Mmmm...Vorrei averli letti tutti.....!!
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Martedì 17 Mag 2011, 15:44:05
per fortuna dylan è ancora l'indagatore dell' incubo e non dell occulto eheheh  anche s eprima o poi gli metteranno un turbante in testa a fare le carte  :D

comuqneu tornando sei, a me il lungo addio non è mai piaciuto, ma per nulla, troppo mieloso, troppo e poi marina mi stava davvero sulle scatole (tanto per cambiare)...

Nei primi numeri giocava l'effetto novità come personaggio, ma non erano tutti ad altissimo livello...anche perchè io per altissimo livello intendo una storia originale e non scopiazzata con sceneggaitura quasi perfetta e disegni ottimi.. per cui insomma non ce ne sono atnti.

anche perchè con l'andar del tempo i soggetti originali sono sempre diminuiti e quindi si è dovuto far forza sulla sceneggaitura e per un altro po' si è retto poi.. c'è stato un declino, perchè immagino che far uscire un numero al mese sia dura!!!!   Forse dovrebbero ridurre le uscite...

ridurre le uscite ?? con tutti quei popo' di disegnatori e sceneggiatori ???io ridurrei le testate di inediti..cioe' storie nuove sull'almanacco, storie nuove sullo special, storie nuove sui maxi, storie nuove d'appertutto..se si limitassero a fare 12 numeri all'anno puntando sulla qualita' forse sarebbe meglio...

il lungo addio e' la storia migliore per una testata harmony non per dyd.. :) :)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Martedì 17 Mag 2011, 15:57:42
certo le scenegaiture sono importanti, ma lo sono anche i soggetti e appunto come hio cercato di dire prima ( tra un paziente e l'altro e sommersa da un mare di ricette da ripetere non è facile essere chiara :-)  ) il soggetto è estremamente difficile da trovare ogni mese per venticinque anni, trecento numeri e tutti i collaterali... per cui secondo me, ma è solo il mio modesto parere niente di più delle uscite bimensili, con cintocinquata numeri invece di trecento avrebbe giovato alla qualità, ma alla fine è come se fosse stato così, perchè sono la metà le storie che sono da normali a capolavoro... le atre sono da sub normale a orrende... almeno secondo me...
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Martedì 17 Mag 2011, 16:08:51
per me l'ultima storia che mi ha molto colpito e ritengo geniale e' OLTRE QUELLA PORTA.ma son gia' passati un po' di anni :9
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Zapotek - Martedì 17 Mag 2011, 18:07:31
Nei primi numeri giocava l'effetto novità come personaggio, ma non erano tutti ad altissimo livello...anche perchè io per altissimo livello intendo una storia originale e non scopiazzata con sceneggaitura quasi perfetta e disegni ottimi.. per cui insomma non ce ne sono atnti.

Beh no Nebulina, per carità rispetto il tuo punto di vista però almeno i primi 50 numeri (ma anche molti dei successivi) , tranne qualche eccezione, sono tutti di ottima fattura, e non sottolinearlo non renderebbe merito a questo fumetto storico, che ricordiamolo, se è ancora il fumetto italiano più venduto è anche grazie a molti di quegli albi, che hanno fatto avvicinare all'indagatore dell'incubo tantissimi lettori. Anch'io sono molto selettivo però devi sempre giudicare i fumetti con i parametri di un fumetto. Se cerchi la profondità di un libro ne sarai quasi sempre delusa. Anche perchè con tanti fumetti alle spalle posso dirti che di sceneggiature perfette, come dici te, ne ho viste pochissime in commercio.

Per carità l'originalità del soggetto è stata dirompente sotto tanti punti di vista , perchè non esisteva nulla di simile nel panorama italiano : basti pensare che DD frantumò la distanza tra i "generi" così marcata nei fumetti: era infatti indefinibile, un pò noir, un pò horror, un pò giallo, leggermente splatter, un pò introspettivo, un pò satirico, un pò romantico (quindi anche il Lungo Addio ci sta eccome nella serie, riuscendo pienamente nel suo intento), un pò erotico e soprattutto non eccessivamente commerciale. Insomma un mix ideale per rendere un personaggio affascinante. Però da solo non sarebbe bastato o l'effetto sarebbe durato uno o due anni, invece a questo si aggiungeva una struttura narrativa efficace, colpi di scena, e scusate se è poco, un Tiziano Sclavi che con le sue paranoie ed i suoi incubi, probabilmente viveva il momento creativo  più fulgido della sua carriera.

Poi possiamo criticare quanto vogliamo quello che è successo dopo, o discutere della crisi che ha coinvolto lo stesso Sclavi e gli altri autori che si sono succeduti, e torno a ripetere io avrei preferito che la serie si fosse chiusa tanto tempo fa, proprio per rispetto ad un soggetto il cui fascino meritava di essere "preservato" ma si sa per la Bonelli DD è ancora oggi una gallina dalle uova d'oro.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Martedì 17 Mag 2011, 18:57:32
e poi diciamolo..io amavo il Dylan Dog..quello piu' cinefilo..quello delle origini..quello che amava Un lupo Mannaro americano a Londra..e si vantava di averlo visto chissa' quante volte...quello che aveva appeso nello studio la locandina di the rocky horror picture show...quello che aveva avuto una tresca con una strega dalle fattezze di KIm Novack (e casualmente si chiamava Nick)..mi manca tutto questo mondo colto e intellettuale che aveva fatto innamorare anche Umberto Eco...ora e' tutto molto piu' semplice...rimarranno le storie valide ma il fascino di una volta non esiste piu' ...ridateci gli anni 80 e i dylan dog horror fest :)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Venerdì 20 Mag 2011, 14:36:41
Riallacciandomi al discorso della continuity, in dylan dog non esiste una vera e propria continuity, sono generalmente gli autori che generano una continuity all'interno delle proprie storie. Nel senso che il dylan di sclavi è diverso da quello di ruju che è diverso da quello di medda che è diverso da quello della barbato: ognuno crea e gestisce il "suo" dylan e sono rare le "inferenze" nell'opera di un altro (la barbato ci ha provato più volte ma non gli è quasi mai andata bene e lo stesso vale per gli altri)

tornando a discorsi più generici: ma "Il Lungo Addio" lo considerate tutti il miglior numero dell'investigatore dell'occulto?
Mah, direi di no, è una storia anche bella se vogliamo, ma non c'entra niente con dylan, potevano farla interpretare a napoleone semmai.

Quelle che preferisco sono (le prime che mi vengono in mente) memorie dall'invisibile (forse la più bella di sclavi), dietro lo specchio, grand guignol, i segreti di ramblyn (tutte di sclavi), il battito del tempo e il feroce takkur (un dylan "insolito" anche questo ma sono le migliori di medda), nebbia e anime prigioniere della barbato, chi ha ucciso babbo natale di ruju e concordo con la casa degli uomini perduti, una delle migliori di sempre
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Bacci - Venerdì 20 Mag 2011, 15:14:16

il feroce takkur (un dylan "insolito" anche questo ma sono le migliori di medda)

Questo l'ho recuperato e letto proprio l'altro giorno, davvero particolare ma molto piacevole da leggere  ;D

Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Venerdì 20 Mag 2011, 17:34:54

Questo l'ho recuperato e letto proprio l'altro giorno, davvero particolare ma molto piacevole da leggere  ;D

Beh, medda non ha fama di essere un simpaticone, ma sa scrivere bene e su dylan dog si distingue quasi sempre
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Sabato 4 Giu 2011, 18:51:00
ho preso l'ultimo dylan dog 297 ....
allora la storia ha 2 punti a favore...

i disegni di roi (bellissimi)
una scena veramente travolgente in un ambulatorio medico dove e' veramente , almeno a parere di chi scrive, pura vita vissuta...

il resto e' noia..un'idea non originalissima sfruttata in modo noioso senza ritmo e un finale a sopresa in cui c'e' di tutto tranne la sorpresa...

quindi...non un numero orrendo ma nemmeno un capolavoro ..5 e 1/2 per me :)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Sabato 4 Giu 2011, 20:13:29
Andrò controcorrente, ma a me questa storia è piaciuta.

Cercherò di analizzare la trama, quindi se qualcuno ancora non conosce il dipanarsi degli eventi nell'albo può smettere di leggere il mio contributo perchè ho necessità di citare episodi chiave della storia.

Il soggetto è piuttosto originale, considerando che è una storia di dylan Dog, in cui tutti, o quasi, gli argomenti sono stati trattati occulti o meno, soprannatuali o meno.

Il vudù è un argomento piuttosto ostico ed è facile cadere nel banale.

In questo caso Marzano utilizza la magia nera come un rumore di fondo, come uno sfondo sbiadito che tiene uniti i fili della trama, non è importante, potrebbe essere qualunque altro l'espediente, intercambiabile.

Quello che è interessante è la sfaccettatura di ogni personaggio che viene messa in luce, Dylan ha perso la sua aura di buonismo e vincendo la sua tipica riluttanza per i medici si ritrova in un ambulatorio e qui posso dire con cognizione di causa che Marzano ha ricreato l'ambulatorio medico in modo perfetto; non tanto per i dialoghi, che sono divertenti nella loro forzatura, ma per l'ambientazione e soprattutto l'apatia che ci abita sempre, la segretaria che lavora e i pazienti che popolano quelle stanze, come un tempo trascorrevano il loro tempo nella canonica o davanti al focolaio a intrecciare paglia; ci ho visto una critica feroce ad una umanità che non riesce ad adattarsi ad una società sempre più veloce e meno rilassata; l'attesa dal medico, come la coda alla posta, diviene una necessità, un modo per ritrovare quel tempo perduto, una "causa di forza maggiore" che permette di allontanarsi dagli obblighi casalinghi, figli, nipoti e chi sa altro, per parlare, anzi per sparlare, a dimostrazione del fatto che le comari di paese non sono poi così distanti dalle comari di città, le soglie polverose dei porticati delle vecchie case coloniche diventano i pavimenti rivestiti di linoleum degli ambulatori....

Tutta la sequenza dell'ospedale, inoltre, è secondo me un omagio a Sclavi, quel continuo riferimento allo stress come causa di tutti i mali e la poca fiducia del nostro nei confronti dei medici.....

Se da un verso si guarda la vecchiaia come un punto di arrivo e di riposo, dall'altro si infrange il tabù della saggezza dell'età avanzata attraverso le divertenti espressioni di noia di dylan ai discorsi dell'anziano; i quali, secondo i canoni del buonismo che dilagava qualche tempo fa sugli albi, avrebbero dovuto generare quasi devozione da parte del nostro nei confronti dell'anziano.

I personaggi che popolano la storia non sono molti oltre al protagonista c'è la bella di turno, la sua sorella che ama dylan, la madre, a mio avviso una perla di caratterizzazione e alla fine per ultima, purtroppo, l'amica della sorella: l' autrice del sortilegio.

Dico purtroppo perchè se il soggetto, la sceneggaitura e i disegni secondo me sono molto buoni, il finale e la risoluzione della vicenda non è per nulla all'altezza della trama; credo che non fosse intenzione dell'autore creare una sorpresa su chi fosse a piantare spilli nella gola di dylan e tutta la sequenza del ritrovamento dell'altare fa pensare alla solitudine e alla malattia mentale della ragazza, ma è la motivazione che stona, perchè tutto l'albo è impregnato di ironia, mentre il finale è serio e serioso e davvero alemno per me pesante, riporta al buonismo che tanto non mi piace.

Non riesco a capire il perchè di questa risoluzione, non si era creata una trama stringente in cui era necessario un deus ex machina che risolvesse la situazione e neppure c'era la necessità di giustificare la ragazza, perchè non si era creata con lei alcuna empatia.

Mi piacerebbe riuscire a capire il perchè di questa scelta.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Domenica 5 Giu 2011, 08:26:06
io credo che l'autore volesse regalarci un finale a sopresa, e infatti per tutto il racconto sembra che il colpevole fosse uno e uno soltanto (o forse due)...il montaggio delle vignette ci porta a supporre e a CREDERE QUESTO..e forse se non ci fosse stato questo gioco di specchi la storia ne avrebbe guadagnato...per sorprenderci infatti si va verso un finale un po' troppo telefonato e patetico..

cmq...

torno a dire che il soggetto seppur non cosi' originale e' buono..ma la storia a mio avviso non ha ritmo...va via lenta senza emozionare...forse perche' il dylan malato in quella maniera mi sa tutto tranne che credibile..

non capisco pero' tutto quel bagno di sangue nei vari forum..storiella mediocre (secondo me) ma ben migliore di certi numeri carta igienica di qualche hanno fa... :)

e poi la scena in ambulatorio e' per me GENIALE e divertentissima..quella si che regala emozioni..anche se mi sembra piu' una satira su cio' che accade negli ambulatori italiani che un segmento valido allo sviluppo della storia
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Bacci - Domenica 5 Giu 2011, 09:10:32
Sono d’accordo in generale con i vostri commenti, anche se mi verrebbe da essere ancora un po’ più severo col giudizio, perché è vero che la storia ha comunque dei buoni spunti e delle sequenze interessanti, ma anche che il finale manda proprio tutto a quel paese… e questo per me la penalizza davvero tanto.

Si parte abbastanza bene: Dylan è perseguitato da dolori a lui sconosciuti e anche se il modo in cui si manifestano pare ripetitivo e schematico in realtà l’attenzione rimane abbastanza alta e dylan che riesce a farsi forza e andare al dottore  e la parte in cui entra nell’ambulatorio è forse davvero la migliore del numero, con una rappresentazione reale delle comari in sala d’aspetto e dei loro discorsi… In realtà anche qui c’è un po’ un miscuglio di simboli secondo me non molto ben amalgamato nell’insieme, come la morte con la falce usata in modo non molto originale ma comunque funzionale.

Secondo me la compagna di Dylan, la sorella, e la loro madre sono personaggi interessanti ma sviluppati in modo non completamente approfondito, o almeno non tutti… forse si poteva giocare ancora di più sulla morbosità dei loro rapporti e dei sentimenti incrociati nei confronti di Dylan (o magari si sarebbe arrivati così facendo a una conclusione ancora peggiore, io alla fine provo a dire), invece si è scelto di fare della colpevole l’amica, una ragazza con una vita tristissima alle spalle (che ci viene raccontata per filo e per segno in flashback) e quasi certamente con problemi mentali e che piomba nella storia dopo che si è vista per un attimo di striscio alla mostra d’arte…
Purtroppo è vero che i toni qui diventano seri e drammatici e di conseguenza pure meno credibili, anche nello svolgimento dei fatti, con azioni e spiegazioni che paiono spesso poco naturali… Ho letto che l’autore ha voluto riempire la storia di ironia ma questo secondo me non si percepisce in tutte le occasioni, e si creano delle situazioni spesso equivoche anche per via dell’atmosfera creata dai disegni che a mio parere non sempre restituisce le sensazioni che lo scrittore voleva dare (come nella scena del pendolo, ad esempio, oppure la colpa è solo del mio scarso senso dell'umorismo eheheh)… Insomma, sono un po’ deluso nel complesso dal risultato finale.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Domenica 5 Giu 2011, 09:30:01
La mia opinione coincide in buona parte con le vostre, anche a me è piaciuta molto la rappresentazione dell'ospedale e delle esistenze che vi transitano, così come è vero che gli sviluppi sono abbastanza prevedibili (magari non sospetti dell'amica, ma nemmeno di mamma e sorelle proprio perchè l'autore cerca di spingertici contro con tutte le forze ;)). l'autore ha messo una grande attenzione nella caratterizzazione delle "comparse" e dell'ambiente e pochissima nei personaggi. Inspiegabile infatti la 'acidità, la cattiveria nel finale verso la colpevole, in particolare di quella che era la sua migliore amica! Non è per spingere verso il buonismo, ma proprio mi è sembrata troppo "brutale",  sarà che gli erano finite le pagine ;)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Domenica 5 Giu 2011, 12:25:43
Di sicuro il finale ha rovinato del tutto l'albo.

La brutalità della sorella secondo me sarebbe anche giustificabile se si fosse colta una delusione infinita nei confronti dell'amica, ma tutti che se ne vanno come se nulla fosse...

peccato davvero per il finale....
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Bacci - Sabato 2 Lug 2011, 18:32:51
"Nella testa del killer" da una parte mi ha convinto molto di più rispetto al numero del mese scorso, dall'altra mi ha di nuovo lasciato l'amaro in bocca perchè è un'altra occasione abbastanza sprecata...
E' una storia che nel soggetto mi è piaciuta, ma secondo me non è sviluppata proprio al massimo delle potenzialità...
Durante la lettura mi è proprio parso per tutto il tempo che i dialoghi fossero piuttosto costretti e poco spontanei... nel senso che spiegano, rispiegano e ribadiscono tutto quello che succede, senza lasciare il minimo dubbio a chi legge su quello che sta succedendo...In una scatola chiusa e afissiante in cui non c'è il minimo spazio per interpretare qualcosa... Il tema del doppio secondo me per lo stesso motivo non è sfruttato appieno perchè è tutto poco anbiguo, e molto lineare: si sa perfettamente quando nel corpo del tipo c'è il personaggio buono e quando invece la personalità cattiva prende il sopravvento... bianco o nero, senza molte sfumature...Poi Altre cose discutibili sono certe soluzioni sbrigative...capisco che non è il formato di stria, che ha a disposizione 320 pagine e il tempo di approfondire bene le personalità dei personaggi, ma qui a volte sembra proprio tutto forzatamente sbrigativo.
In compenso il finale mi è piaciuto, e anche la copertina. Ma diciamo che nonostante tutto si è lasciato leggere tranquillamente...
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Sabato 2 Lug 2011, 18:38:12
quoto quanto scritto da bacci sull'ultima storia di Dylan dog...sicuramente e' una storia che poteva essere sviluppata meglio, viste le potenzialita' che ne scaturiva, dall'altra parte pero' vista la tematica straritrita (quella del doppio) ne esce un prodotto dignitoso...
se avessi letto questa storia 20 anni fa avrei detto che vomito, ma ora direi che e' una di quelle storie senza infamia e ne gloria che pero' appassiona e che reputo tra quelle piu' carine che ho letto negli ultimi tempi su dyd...un bel sei e mezzo glielo do'...ma con gli accorgimenti e una certa ambiguita' del dyd prima maniera si poteva arrivare tranquillamente a un 8... poi ho apprezzato molto i disegni di freghieri..autore meritevole ma che non mi ha mai detto molto, perche' il suo tratto mi sembra troppo romantico di solito..e invece qui no..ha fatto un ottimo lavoro.. :)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Domenica 3 Lug 2011, 23:35:28
mi accodo ai giudizi Baccieschi e turkeschi :D la stora è così così...

Il soggetto è piuttosto carino ma la sensazione claustrofobica c'è tutta, si riprende molto sul finale è stato l'unico colpo di scena :)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Simone McD - Sabato 30 Lug 2011, 22:24:16
Ed è uscito da qualche giorno il numero 299: ora la grande attesa per il numero 300, album interamente a colori che quasi sicuramente tratterà dell'infanzia di Dylan!
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Domenica 31 Lug 2011, 11:52:02
il numero in edicola è imbarazzante...sia per soggetto che per sceneggiatura... il finale poi è senza dubbio fuori luogo, una serie di luoghi comuni inutili.

Speriamo nel trecento in effetti....
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Samuele - Domenica 31 Lug 2011, 14:53:23
il numero in edicola è imbarazzante...sia per soggetto che per sceneggiatura... il finale poi è senza dubbio fuori luogo, una serie di luoghi comuni inutili.

Speriamo nel trecento in effetti....

Concordo... :-X

L'ultimo numero che mi è piaciuto molto è stato quello, decisamente da commedia macabra, della "sposa perfetta": Tra moglie e marito.
Che però in molti hanno stroncato...
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Simone McD - Domenica 31 Lug 2011, 18:49:43
Circa il numero in edicola non posso dire nulla: non l'ho comprato. In edicola nuovo non compro quasi mai nulla, il 300 sarà una delle scarse eccezioni, solitamente preferisco comprare numeri usati e vecchi, di gran lunga migliori! ;)
E a proposito del numero 300, un mio amico aveva letto l'anteprima su una qualche rivista che non ricordo, dove c'erano le prime tavole: mi sono rifiutato di leggerle per non rovinarmi la sorpresa, so solo che l'inizio riprenderà la fine di "Morgana", e non chiedetemi come perchè non lo so, è l'unica cosa che mi son lasciato rivelare!
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Domenica 31 Lug 2011, 19:17:56
Ammettiamolo :) a me le prime dieci pagine son piaciute e mi hanno appassionato! Mi son trovato davanti a un buon preambolo rovesciato! Purtroppo pero ci son state le sucessive 84 pagine :( e quello che ho letto era totalmente fuori luogo! Una storia debole intinta di melassa ..una storia che poteva essere la congiunzione tra romero e Frank capra e invece e' brutta e noiosa e inutile! Speriamo nel color fest e nel 300
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Lunedì 1 Ago 2011, 10:22:02
Idem come gli altri, all'inizio mi sembrava il classico incipit alla dylan dog (anche se appunto alla rovescia) e già speravo in una indagine "classica" (per quanto possa essere classica una indagine di dylan dog ;)) e invece mi ritrovo l'ennesimo pistolotto sui centri commerciali senza cuore e sulla calda atmosfera dei piccoli negozietti di quartiere (dove tutto costa il doppio! Non possono fare diversamente lo so, ma comunque costano il doppio!), pistolotto tra l'altro arrivato in ritardissimo, sulle pagine del topo si è cominciato a parlare dell'argomento almeno 15 anni fa :P
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Dippy Dawg - Lunedì 1 Ago 2011, 11:43:16
...sulle pagine del topo si è cominciato a parlare dell'argomento almeno 15 anni fa :P
Passavo di qui per caso e non ho potuto fare a meno di intervenire...

In questa (http://coa.inducks.org/story.php?c=I+TL+1570-A) storia, addirittura, Paperino ha inventato un centro commerciale, molto prima che si diffondessero (almeno, in Italia) come oggi!

Comunque, tornando in tema, il numero 300 lo comprerò anch'io... vedremo come sarà! (Il numero 200 mi era piaciuto...)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Bacci - Lunedì 1 Ago 2011, 11:47:07
Concordo con tutti voi... questo ultimo numero è proprio bruttarello... Ha queste metafore banali calate in un contesto ancora più abusato, e poi la rivolta dei fantasmi umarell era una cosa che ancora mi mancava di vedere :o
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Lunedì 1 Ago 2011, 12:33:29
fantasmi umarell
;D ;D ;D ;D
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Lunedì 1 Ago 2011, 19:23:16
Questo numero bruttissimo e' una mera mossa d marketing ! Dopo sto numero il 300 sara' visto in ogni modo come un capolavoro assoluto :)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Martedì 9 Ago 2011, 00:37:21
Ho preso il color fest :) dove sono al mare e' gia uscito! E mi e' proprio piaciuto ! Direi che e' uno dei più notevoli :) a parte l'ultima storia le altre tre le ho amate sia come disegni che come racconto anche se nel caso del primo racconto ormai il tema e' stra abusato sopratutto nell ultimo anno di dyd :)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: UomoCheSapevaTroppo - Martedì 9 Ago 2011, 02:52:45
Domani lo compro!

Ultimo numero, sì, niente di che... e fra l'altro l'argomento market e supermarket (e persino centri commerciali) è statao già usato nel mondo di Dylan almeno 3/4 volte che ricordi chiaramente..

Attendo il 300, ho visto la preview sul sito, 4 pagine.. e cavolo, si prospetta un numerone.. però mooooolto fanservice, a un novizio dubito dirà qualcosa il prossimo numero.. per gli altri? Morgana a go-go, galeoni in procinto di essere completati, bare col vetro per il viso, disegnatori in mondi morenti...
Sono impaziente!  :D
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Venerdì 26 Ago 2011, 09:41:39
ed ecco finalmente arrivare in edicola il numero 300...ennesimo numero celebrativo..ok ufficialmente esce domani ma da me e' arrivato oggi..che dire ??? per me e' stata una grande occasione sprecata...

ok i bellissimi disegni di Stano e i colori che a mio avviso danno vigore alle magistrali tavole ;ma la storia a mio avviso e' debole..partendo da spunti interessanti si riprende a rinarrare cose dette e ridette, aggiungendo particolari a mio avviso inutili.Insomma una celebrazione di 4 storie di Stano che secondo me era superflua..ammetto che ci sta creare un numero celebrativo accessibile praticamente solo ai fan veri, e non ai lettori occasionali..ma il punto e' che facilmente pure il lettore d.o.c (:)) preferiva una storia completamente nuova sul passato di dyd (vedi ad esempio il numero 200) che tutti sti rimandi ormai triti e ritriti....nel complesso il tutto non e' da cestinare ma non e' a mio avviso nemmeno un prodotto da portare nel cuore .
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fa.Gian. - Venerdì 26 Ago 2011, 10:59:17
Preso anche io e sfogliato superficialmente, per ora, ma concordo

Da anni aspetto che mi raccolgano in volume il vero corpus imprescindibile di Dylan Dog, cioè i 4 volumi qui citati: 1-25-43-100, che sono tutto ciò che è necessario sapere sul personaggio (ci aggiungerei anche qualche altro numero tipo il 10, il 18, il 19, il 30 e pochi altri, ma come accessorio a parte)

Vederli citati e basta in un albo celebrativo, mi fa pensare a un bignami riassuntivo, che trovo inutile avendo modo di leggere invece la "miniserie" vera e propria.

Mah.... torno ad attendere
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Venerdì 26 Ago 2011, 12:25:55
per me i veri numeri celebrativi erano il 121 e il 200..che mi erano piaciuti un sacco..l'idea di xabaras e morgana genitori di dyd erano un bel colpo di scena nel numero 100 anche se da fare accaponare la pelle dei puristi..ma doveva tutto fermarsi li..ora si gratta solo il barile...il passato di dyd e' abbastanza inesplorato e allora perche' non prendere altre strade ???
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Bacci - Venerdì 26 Ago 2011, 19:43:26
Uhm, mi avete incuriosito, domani vado a vedere se c'è in edicola...
Spero che non sia troppo brutto che è da un po' di numeri che le storie fanno abbastanza cilecca :(
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: UomoCheSapevaTroppo - Domenica 28 Ago 2011, 06:06:25
per me i veri numeri celebrativi erano il 121 e il 200..che mi erano piaciuti un sacco..l'idea di xabaras e morgana genitori di dyd erano un bel colpo di scena nel numero 100 anche se da fare accaponare la pelle dei puristi..ma doveva tutto fermarsi li..ora si gratta solo il barile...il passato di dyd e' abbastanza inesplorato e allora perche' non prendere altre strade ???

Vero, sono d'accordo con Turk totalmente. Per carità, carino, tanti ricordi, disegni magistrali, ma niente più.. un enorme "trailer" al passato. Aspettiamo il numero 350... i 30 anni... e il 400 già xD Ci vorrebbe qualcosa stile numero 200, appunto, che narri meglio l'infanzia del Dylan odierno, del suo padre "odierno", che pare fosse un'occultista e che avesse addirittura come nemico Xabaras (o forse fosse davvero Xabaras stesso, stile multi-personalità...) boh insomma del passato remoto ormai sappiamo tutto, della "maledizione del galeone", di Morgana dormiente.. voglio un Dylan dalla nascita all'entrata in polizia, i tasselli mancanti.. poi per carità, un po' di mistero ci vuole sempre, un po' di "sogno e realtà", se no non sarebbe Dylan, ma Ruju non si è sprecato moltissimo...
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Simone McD - Domenica 28 Ago 2011, 10:19:58
Purtroppo devo convenire con voi che non è stato un numero all'altezza delle aspettative...
Per carità carino, bei disegni, valorizzati da una colorazione bellissima, ma come numero celebrativo risulta piuttosto fiacco.
Il numero 100 ci aveva rivelato nuove cose sul passato remoto di Dylan, il numero 200 nuove cose sul passato prossimo. E il numero 300? Assolutamente nulla, solo cose che un lettore esperto conosceva già e che un lettore inesperto non avrebbe potuto capire: una serie di citazioni e una rinvangata di storie del passato.
Bah. Torno a comprarmi i miei Dylan usati vecchi! :P
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Samuele - Domenica 28 Ago 2011, 12:05:16
Per certi versi, l'impostazione di metafumetto dà quel quid di particolare.
Alcune vignette finali danno un senso onirico degno delle storie più deliranti di Sclavi.
Qualche passaggio (soprattutto in merito al rapporto con Dylan e sua madre) rafforza parte della poetica del personaggio.

Per il resto è un esercizio di stile (ruffiano in senso buon0) che lascia l'amaro in bocca se non sei un lettore di vecchia data di DD.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Domenica 28 Ago 2011, 12:38:53
Odio quando quelli dello staff di dylan si fanno queste pippe mentali, 100 pagine di nulla e senza idee e stavolta te lo vengono a dire di persona tramite la partecipazione in "carta e ossa" di stano :P Come dice samuele, un giochino ruffiano che può andar bene per un racconto breve, ad esempio come fa castelli che questi espedienti li usa da decenni, ma non puoi camparci per un intero albo regolare! Se non sapete cosa scriverci nel numero celebrativo passate direttamente al 301! Peccato per lo spreco di tanta bellezza dei disegni e dei colori (qua davvero belli, nel color tex invece non aggiungono assolutamente nulla), sarà un'eresia per alcuni ma stano mi piace decisamente di più così!
A me andava bene anche qualcosa anche come il 200, magari meno sdolcinato please, o come "finchè morte non vi separi" o qualsiasi altra cosa, ma così è un qualcosa che non aggiunge niente a quel che già si sa su dylan e non è neanche una storia che personalmente fa venir voglia di rileggere. Uff!
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Domenica 28 Ago 2011, 12:48:56
Odio quando quelli dello staff di dylan si fanno queste pippe mentali, 100 pagine di nulla e senza idee e stavolta te lo vengono a dire di persona tramite la partecipazione in "carta e ossa" di stano :P Come dice samuele, un giochino ruffiano che può andar bene per un racconto breve, ad esempio come fa castelli che questi espedienti li usa da decenni, ma non puoi camparci per un intero albo regolare! Se non sapete cosa scriverci nel numero celebrativo passate direttamente al 301! Peccato per lo spreco di tanta bellezza dei disegni e dei colori (qua davvero belli, nel color tex invece non aggiungono assolutamente nulla), sarà un'eresia per alcuni ma stano mi piace decisamente di più così!
A me andava bene anche qualcosa anche come il 200, magari meno sdolcinato please, o come "finchè morte non vi separi" o qualsiasi altra cosa, ma così è un qualcosa che non aggiunge niente a quel che già si sa su dylan e non è neanche una storia che personalmente fa venir voglia di rileggere. Uff!

completamente d'accordo...e rispondo a Samuele..io leggo il dd dal numero 12 (anno 1987) e ti posso dire che pur essendo un lettore di vecchia data, sono rimasto ben oltre l'amaro in bocca..un occasione bruciata.. colori e disegni bellissimi ma l'episodio in se' mi sembra come quando nei telefilm americani a fine di alcune serie facevano episodi riassuntivi, con un esile pretesto narrativo, che ripercorreva a mo' di flashback i punti salienti della serie..be' quelle puntate erano di una noia mortale..cosi' come questo numero...uno puo' essere fan sfegatato ma bisogna sempre dare il giusto peso alle cose..cavoli stiamo parlando di un numero celebrativo sia dei 300 numeri che dei 25 anni in edicola. era cosi' impossibile fare qualcosa di si' celebrativo ma piu' originale???? si potevano fare sfilare con un qualche escamotage i protagonisti dimenticati dei primi numeri e invece ..si torna sempre su sta pappa fritta e rifritta..

la mia paura e' che ruju abbia dovuto limitarsi alle linee guida storiche di sclavi senza poter aggiungere nulla di nuovo..e' un po' come quando uno a scuola dovendo scrivere un tema di storia ripeteva sempre quei 2-3 concetti che conosceva a menadito..tanto fumo e poca sostanza.

ba' aspettiamo il numero del trentennale allora :)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Samuele - Domenica 28 Ago 2011, 15:27:05
Guarda turk182: leggo con costanza tutto ciò che di nuovo viene editato di DD da ben poco tempo (ottobre 2009) recuperando i numeri più vecchi poco per volta.
Tuttavia nel web molti fan storici hanno speso ottime parole e pensavo che molti particolari mi erano sfuggiti proprio per questo.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Domenica 28 Ago 2011, 16:05:42
Guarda turk182: leggo con costanza tutto ciò che di nuovo viene editato di DD da ben poco tempo (ottobre 2009) recuperando i numeri più vecchi poco per volta.
Tuttavia nel web molti fan storici hanno speso ottime parole e pensavo che molti particolari mi erano sfuggiti proprio per questo.

e infatti ieri mi sono iscritto al forum di dyd, craven road 7 perche' c'era chi spendeva solo belle parole, su una storia secondo me insulsa e ruffiana (anche se torno a dire non e' bruttissima, e' solo bruttina per il potenziale che aveva)e io ho voluto dire la mia..intanto pero' ..stanno spundando anche critiche per quella storia..credo che piaccia a chi vuol sempre vedere le stesse cose..e io speravo in qualcosa di un po' piu' sorprendente..ripeto cmq che non e' brutta nel complesso..un 6 generale lo prende..ma io confidavo in un 8...
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: UomoCheSapevaTroppo - Domenica 28 Ago 2011, 16:07:54
Guarda turk182: leggo con costanza tutto ciò che di nuovo viene editato di DD da ben poco tempo (ottobre 2009) recuperando i numeri più vecchi poco per volta.
Tuttavia nel web molti fan storici hanno speso ottime parole e pensavo che molti particolari mi erano sfuggiti proprio per questo.

Ho la collezione completa di Dyd, e ti posso dire che questo è un vero riciclo... Stano già compariva in Morgana, a disegnare in quel futuro morente, così come tutti i riferimeti "meta-fumettistici" erano già stati usati. Leggi il numero 1, il 25, il 43 e il 100 e poi rileggiti questo 300, ti accorgerai che "serve" a ben poco, se non appunto, celebrare cose già sapute e risapute (e fra l'altro odiate dallo stesso Sclavi, come detto più volte nelle sue interviste, che non ama svelare il passato dei personaggi, prefendo a suo dire "Protagonisti senza un passato", dove ognuno puo' vederci quel che vuole.) Solo che ormai che han cominciato a svelarci un po' del passato di Dylan, che facciano le cose per bene e, ripeto, si dedichino piuttosto al "passato prossimo" dell'indagatore.  :)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: gongoro72 - Domenica 28 Ago 2011, 18:04:17
Forse non aggiunge niente di più alla continuity (se così si puo dire...) di Dylan, ma è più una stori autocelebrativa (come per la maggior parte dei numeri centenari della Bonelli).

I disegni mi sono molto piaciuti, e anche i colori contribuiscono molto a creare la giusta atmosfera nei vari periodi in cui si svolge la storia.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Quackmore - Lunedì 29 Ago 2011, 18:27:24
Io mi accodo alla schiera dei delusi.
Dai tempi del mio amato Numero Cento, io attendo questi numeri celebrativi per anni, con un sentito personale countdown... lo shock è stato cocente.
Ero convinto, anche dal titolo, che sarebbe stata fatta luce sui genitori adottivi di Dylan, sulla sua adolescenza, in modo da proseguire la tradizione.
E invece il pur buon Ruju ci propina questa sbobba meta-fumettistica che farebbe fare grasse risate a un Grant Morrison.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Martedì 30 Ago 2011, 10:18:38
Vado controcorrente, ma a me è piaciuto tantissomo, una delle storie più belle. Per l'occazione ho riletto anche il numero uno e il numero cento, non il numero dl ventennale che non ho letto.
Se poi ne avete voglia vi ammorberò con le motivazioni che me lo hanno fatto amare, ma per il momento io credo che ci si debba soffermare sulla componete essenziale, che è il metafumetto.

Lo stratagemma narrativo può piacere o meno, su questo non si discute, ma resta il fatto che è svelato fin dall'inizio e non come un deus ex machina, quindi deve far parte del patto narrativo.

Penso che proprio per questo motivo non sia possibile chiedere una storia con uu inizio e una fine nel senso classico del termine.

Se metastoria deve essere che lo sia anche nell'interpretrazione.

Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Martedì 30 Ago 2011, 13:19:48
Per Silvia ! Ma tu lo hai mai letto morgana (numero 25) ? L' idea del metafumetto con un simil stano che deve scrivere una storia e' li! Qua e' una ripetizione patetica secondo me! La mia idea e' che il povero ruju sua stato costretto a scrivere una storia in cui non emergesse nulla di nuovo ma proprio nulla ! Come ho gia scritto il metafumetto e' sviluppato in modo uguale nel numero 25!se uno legge o 4 numeri chiave (1,25,43 e 100) da una parte capira' questa storia ma dall altra può anche evitare di leggerla visto che e' tutto riciclato
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Martedì 30 Ago 2011, 14:03:45
Io penso che la storia di per se non sia una storia, ma una sorta di sfida, una dimostrazione che le storie "scialbe" che stanno facendo adesso non sono mancanza di talento, ma solo la ricerca di una direzione, che le storie come quella di una volta sono ancora in grado di farle, che i dialoghi ta groucho e dylan sono capaci di ricrearli, ma che esplorano cercano altre strade, solo che a volte anche l'esploratore più bravo che segue un fiume si trova davanti una cascata e nel tentativo di aggirarla si perde nella foresta... ma tornare indietro o cristallizzarsi non è difficile... il fatto che i lettori si siano divisi su una storia che è bellissima proprio perchè è una non storia ma trasuda di emozione credo sia significativo...

è bello lascarsi trasportare dal flusso onirico che c'è nelle vignette, spostarsi come per incanto da un tempo all'altro, Morgana madre, amante, donna, bambina... l'autore vuole farci camminare sulle tavole e creare delle atmosfere, dare vita alla sceneggaitura con un tocco di magia che è portato di passi felpati di cagliostro... sembra di stare lì accanto.. quasi sia lui stesso a guidare la mano di Stano quando cera le meravigliose tavole...

Io trovo che sia un omaggio non solo al personaggio, ma atuti coloro che lo realizzano e una iniezione di fiducia per il futuro.. quella fonte la troveranno... nonostante gli errori e le giornate stanche di Dylan....
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Martedì 30 Ago 2011, 16:11:38
E' che io proprio soffro in generale gli speciali bonelli, perchè di solito di speciale hanno solo il colore (e a volte nemmeno quelli, nel caso degli speciali propriamente detti). Questo un po' per "vocazione" visto che alla bonelli sono abbastanza legati ad un certo tipo di fare fumetto, un po' per forza, perchè non è mica facile fare una storia speciale, cioè qualcosa di davvero alternativo, con tex o zagor o dampyr.
Per come la vedo io gli unici personaggi (tra gli storici) che sono più adatti alla sperimentazione sono martin mystère e dylan dog. Ma se su martin mystère non ci si è mai risparmiati (probabilmente anche nel continuo tentativo di salvare la testata) con formule diverse, storie diverse, spin off (il docteur mystère, zona x, storie da altrove), iniziative di vario tipo, con dylan il massimo che fanno è arrovellarsi sul suo passato/presente/futuro quando forse sarebbe il caso di indagare il meno possibile e lasciare un po' di mistero.
Poi è anche colpa mia che sono un fan delle cose non dette :P (il n° 200 non mi era piaciuto del tutto proprio perchè esplicitava troppo il rapporto tra bloch e dylan e non ve ne era assolutamente bisogno, sembrava di guardare quei programmi tipo "c'è posta per te"), però questo numero 300 non dice nulla che non si sapesse già e non è nemmeno originale per come lo dice (come ricorda turk182, "morgana" era narrato con la stessa tecnica).

P.S.: ma la colpa di ciò è sicuramente di gualdoni, assolutamente inadatto a curare una testata del genere :P

P.P.S.: gualdoni è stato assunto in bonelli da berardi! :P :P :P
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: gongoro72 - Martedì 30 Ago 2011, 21:20:11

P.P.S.: gualdoni è stato assunto in bonelli da berardi! :P :P :P

berardi?
spiegazione prego!
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Martedì 30 Ago 2011, 23:21:57

berardi?
spiegazione prego!
Niente, si fa per scherzare, controlla il topic di julia per saperne di più ;)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: conker - Mercoledì 31 Ago 2011, 22:13:42
ottimo numero questo 300, davvero  :)

fatto di sogni, di immagini, di emozioni... al di là del fatto che nulla di nuovo (giustamente) sia stato detto sul personaggio o sulla tecnica del metafumetto (già utilizzata, già vista... ma cosa non lo è per i lettori più smaliziati), la lettura scorre, le vignette affascinano e incantano, l'essenza di Dylan è lì

mi dichiaro soddisfatto  :)


Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: gongoro72 - Mercoledì 31 Ago 2011, 23:09:24
ottimo numero questo 300, davvero  :)

fatto di sogni, di immagini, di emozioni... al di là del fatto che nulla di nuovo (giustamente) sia stato detto sul personaggio o sulla tecnica del metafumetto (già utilizzata, già vista... ma cosa non lo è per i lettori più smaliziati), la lettura scorre, le vignette affascinano e incantano, l'essenza di Dylan è lì

mi dichiaro soddisfatto  :)



almeno non sono il solo
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Giovedì 1 Set 2011, 12:29:50
ehi ci sono anch'io!!!
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: UomoCheSapevaTroppo - Domenica 11 Set 2011, 16:19:44
Sapete cos'è? Che non è che il 300 sia brutto, ma una storia così da mega-fan di Dylan avrei saputo scriverla anche io. Sa molto di "concorso: scrivi una storia di tot pagine che celebri i 25 anni di vita di DyD!", solo che a Ruju l'han pagato. E lui è uno di quelli della scuderia al top di Bonelli, si parla di almeno un centinaio di euro a pagina (considerate che per i novizi siamo sulla 30/40ina). Non scherzo. 9400 euro. Fossero anche la metà, vine da pensarci su a questo 300.

E intanto riproponiamo un po' di passato, che non fa mai male, con questo piccolo capolavoro.  :)

[media]http://www.youtube.com/watch?v=l8eezoNeK9k[/media]
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Zapotek - Domenica 11 Set 2011, 16:32:02
ehi ci sono anch'io!!!

Scusami ma tu non eri quell'utente che diceva che i primi 50 numeri non erano secondo i tuoi canoni poi così belli? :o

e poi sei soddisfatta di questo numero 300? :o

Io non dico che sia una ciofeca inenarrabile, perchè non lo è anzi se ci si accontenta è anche piacevole, però ecco come dice UomoCheSapevaTroppo da un numero celebrativo di un fumetto che ha fatto storia, beh mi sarei aspettato qualcosa di più elaborato, un lavoro più articolato, invece mi sembra che non si siano sforzati più di tanto e si siano limitati al compitino facile facile, senza sbavature per carità ma che mi sembra lontano dall'essere memorabile.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Domenica 11 Set 2011, 17:14:48
E' difficile parla di questo trecento, perchè non è una storia.
E' difficile e infatti non l'ho fatto, analizzare la sceneggiatura perchè per quanto mi riguarda è qualcosa di diverso dal racconto di una avventura.
Questo trecento è qualcosa che va oltre la serie, supera quella pagina disegnata e fa dialogare con colui che la crea, col disegnatore che si fa sceneggiatore in una fusione di ruoli che è davvero inebriante.
Dylan diviene metafora della desolazione dei nostri anni, come lo era ai suoi albori, ma la speranza di un futuro migliore aveva ancora un suo posto negli anni novanta, quando io ero adolescente, oggi là fuori c'è poco, come poco c'è fuori dallo studio del disegnatore, non si può uscire a fare due passi per trovare l'ispirazione perchè là fuori c'è poco e allora cosa rimane se non guardarsi dentro e tornare all'inizio, attraverso Dylan che torna indietro per portare in mano allo sceneggiatore le proprie origini, quelle vere, la sua prima avventura, lo vuole riportare là dove tutto è nato, ma cosa trova? un mondo diverso, modificato e imprigionato in una gabbia dalla quale non riesce ad uscire.
Vedi nei primi cinquata numeri ci sono storie belle che io adoro, ma non tutte sono meravigliose, di sicuro all'inzio c'era la novità e la freschezza di uno Sclavi che era entusiasta, poi anche lui è cambiato e così cambia anche il personaggio che invece vogliamo cristallizzato in una dimensione spazio temporale che è quella in cui lo abbiamo conosciuto  come se fosse quel tempo a voler cristallizzato o comunque il tempo in cui la nostra cusiosità per quel prodotto era tale da farcelo apprezzare.

Il trecento ha suscitato in me emozioni belle, l'ho riletto diverse volte e ogni volta ci trovo una chiave di lettura diversa, perchè la chiave di lettura è nelle pagine finali, come Cagliostro si  posa lieve sulle pagine della sceneggiatura dobbiamo farci trasportare da un alito di vento che lieve  porta gli odori di un mondo fantastico dove vivere delle fantastiche emozioni, credere che in futuro l'alito di vento che dà vita alla magia di Dylan tornerà a soffiare un vento forte ed emozionante.

Queste sono le cose che ho provato quando ho finito l'albo e per questo credo che sia un albo celebrativo, perchè rinnova e celebra le emozioni che Dylan Dog ha regalato senza aggiungere nulla alla storia, perchè nulla c'è da aggiungere...
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: UomoCheSapevaTroppo - Domenica 11 Set 2011, 17:35:47
Nuby, tu hai ragione su tutto, ma io provo e ho provato le stesse cose leggendo e rileggendo Morgana.. o Storia di Nessuno.

Storie che lo stesso Sclavi dice: "Ho riletto oggi e.. non ci capisco niente" xD
Questo 300 è stato una buona celebrazione, ripeto, ma discorso "monetario" a parte, lo sforzo fatto mi è sembrato minimo, minimo davvero.

Ho appena finito (pochi secondi fa) di rilegger il doppio Xabaras e In nome del Padre, by Barbato/Brindisi. Ed è tutt'altra cosa, piaccia o non piaccia la storia, il lavoro fatto da Paola si nota in ogni passaggio.

'cipicchia.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Lunedì 12 Set 2011, 10:20:47
Dylan diviene metafora della desolazione dei nostri anni, come lo era ai suoi albori, ma la speranza di un futuro migliore aveva ancora un suo posto negli anni novanta, quando io ero adolescente, oggi là fuori c'è poco, come poco c'è fuori dallo studio del disegnatore, non si può uscire a fare due passi per trovare l'ispirazione perchè là fuori c'è poco e allora cosa rimane se non guardarsi dentro e tornare all'inizio, attraverso Dylan che torna indietro per portare in mano allo sceneggiatore le proprie origini, quelle vere, la sua prima avventura, lo vuole riportare là dove tutto è nato, ma cosa trova? un mondo diverso, modificato e imprigionato in una gabbia dalla quale non riesce ad uscire.
Se ruju mi dimostra che questo era davvero quello che aveva intenzione di comunicare con la sua storia, glieli dò di tasca mia i 9400 euro ;D

Però evocativa come sempre la tua interpretazione ;)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Mercoledì 14 Set 2011, 14:07:48
ma del duecento che mi dite?
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Mercoledì 14 Set 2011, 14:56:47
ma del duecento che mi dite?
Mi sembrava di aver scritto qualcosa prima, comunque ripeto, troppo zuccheroso, troppo scontato, per di più esplicita in maniera fin troppo plateale il rapporto tra bloch e dylan senza che ce ne sia nessun bisogno: si sa che dylan è come e più di un figlio per l'ispettore. Metterlo in concorrenza con un figlio naturale è un trucchetto di bassa lega che manco nelle telenovelas di veronica castro! Unito poi alla morte di lui che pretende che il padre faccia una scelta definitiva, alla morte della moglie (ovviamente giovane) di bloch, al etc... insomma una carrellata di stereotipi.
Poi però c'è da dire che, turandosi il naso davanti all'eccesso di melodramma berardiano ( :P), si lascia leggere perchè comunque mi  prende, e infatti mi capita di rileggerlo abbastanza spesso. E' solo che dopo ho la sensazione di avere dei denti cariati ;D
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: UomoCheSapevaTroppo - Giovedì 15 Set 2011, 05:58:48
Tolta la zuccherosità.. beh DyD compra il maggiolino, si fa amico e assistente Groucho.. lo spettro nel frigorifero... boh tutta questa continuity e questi omaggi made in Barbato fanno tanto fan. Incastrare indizi lasciati qua e là fa molto Don Rosa, o la si odia o la si ama, io la amo  :D
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Giovedì 15 Set 2011, 14:10:01
A me  il 200 era piaciuto tanto :) molta melassa e' vero ma aggiungeva dettagli alla serie ! Poi era bella l'idea di sto numero ponte ! Partendo dal 121 e arrivando al numero 1 ! Invece cavoli per me il 300 e' come colorare un film in  B/n tipo Casablanca :( non si fa!
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Giovedì 15 Set 2011, 19:52:41
Il Numero duecento è così particolare...ho respirato un'aria di realtà leggendo quelle pagine, un Dylan così vero come mai lo avevo trovato, come mai lo avevo capito, quasi da rileggere tutta la serie sotto un'ottica diversa, capire Groucho soprattutto e piangere per Bloch...
Non ci avevo visto melodramma, non lo avevo neppure sospettato, leggendo i forum ho scoperto questa chiave di lettura, ma comunque non riesco a scovarla fino in fondo.
Dylan è un ragazzo, è debole, è adorabile nel suo credere all'amore e credere che con Lilly finisca tutta la sua vita.
Groucho è stupendo e viene descritto in un modo che è tenerissimo, due uomini allo sbando che si aggrappanno uno all'altro.
Bloch, che ha un figlio che tiene chiuso da sempre nel suo cuore, come una spina che punge e un rimorso che non troverà mai la fine, un dolore che ha cancellato per sempre il sorriso dalle labbra e che ha tolto la leggerezza dal cuore.
Non lo trovo melodrammatico, non credo che Bloch si sia trovato a dover scegliere, non credo che considerasse Dylan come suo figlio, credo che in quella situazione in cui il proprio figlio è così lontano o crede di esserlo, cercare un ragazzo di cui parlare, a cui insegnare le cose e trasmettere il proprio essere non sia, come crede il figlio, un sostituire, bensì un capire che non solo le proprie aspirazioni sono quelle che contano e che è necessario imparare a guardare quanto di buono c'è in coloro che sono diversi. Quello che noi abbiamo è solo il punto di vista dei Virgil, Bloch rimane fermo nella sua disperazione, nel suo silenzio, nella sua dignità, tutti crederanno di averlo capito, di aver capito le sue debolezze e i suoi sbagli, ma egli rimane uguale a se stesso e come sempre si attiene ai fatti senza far trapelare nulla.
Io credo che la "melassa" si voglia vedere per il fatto che Dylan per Bloch  è come un figlio, ma Dylan per Bloch non è come un figlio, è la propria proiezione nel futuro, è un se stesso migliorato.
Questo un figlio non può capirlo, perchè anche da adulto vuole fagocitare il padre, non vuole assecondarlo, lo vuole contenere e non capisce che, in questo caso, il proiettare se stesso su un altro ragazzo, lo avrebbe salvato da inutili paragoni, perchè non avendo più bisogno di lui per avere un po' di futuro oltre la morte, avrebbe potuto amarlo per quello che era.
Non lo ha capito, non è riuscito a sopravvivere a sè stesso, non lascerà che una traccia nel mondo e neppure un po' di empatia in me.

Per tutti questi motivi l'ho trovato un albo maturo e molto profondo, senza dimenticare le divertenti gag tra Dylan e Groucho che però sono evidenti e quindi non commento.

Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Sabato 17 Set 2011, 09:48:01
Al mio paese e' uscito oggi l'albo speciale ! E devo dire che e' un occasione sprecatissima ! L' idea di base e' carina anche se nono originale, c' e' secondo me una grossa forzatura che non rivelerò e in più il preambolo dura troppo 100 pagine di intro e meno di 60 di azione vera ! Peccato! La stessa storia poteva benissimo essere pubblicata in un albo normale di 96 pagine! Anzi forse se ne guadagnava
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: UomoCheSapevaTroppo - Sabato 17 Set 2011, 21:01:33
Ecco qui la più volte citata intervista a Sclavi, datata 2004, nello speciale Il Caso Dylan Dog!

[media]http://www.youtube.com/watch?v=uLO5AukuGcI[/media]
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Domenica 18 Set 2011, 15:11:40
Ecco qui la più volte citata intervista a Sclavi, datata 2004, nello speciale Il Caso Dylan Dog!

[media]http://www.youtube.com/watch?v=uLO5AukuGcI[/media]
Miiiiiiiiii! Ma qui sclavi è uguale allo gnaghi!
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Domenica 18 Set 2011, 18:53:15
Miiiiiiiiii! Ma qui sclavi è uguale allo gnaghi!

quoto piccoloBush...anche se a me il Tiziano ricorda li' anche Augusto Zucchi..attore di teatro e caratteristica apparso in molte pellicole di aldo, giovanni e giacomo..be' tante..rispetto a quelle che hanno fatto..

(http://i.imgur.com/Hs23N.jpg)

cmq grande Uomo che ha condiviso una bella intervista..e lunga..ora lo sclavi e' molto meno bendisposto a raccontare della sua creatura ..
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Bacci - Domenica 18 Set 2011, 22:28:40
Grazie per l'intervista Uomo! L'ho vista ieri sera appena tornato da milano e l'ho trovata davvero bella... anche se mi avevi spoilerata tutta pure questa :D
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Lunedì 19 Set 2011, 00:19:16
anche se mi avevi spoilerata tutta pure questa :D
Non a caso è l'uomochesapevatroppo :P
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: UomoCheSapevaTroppo - Lunedì 19 Set 2011, 03:39:21
Ahahahah è vero, mi faccio perdonare con UN'ALTRA INTERVISTA!  ;)

[media]http://www.youtube.com/watch?v=NxeWoCeY5RA[/media]

Alcune cose che dice sono le stesse dell'altra, ma c'è anche roba nuova.. forse per questo è "freddo".. su DyD ha detto tutto quello che voleva dire

 :) Oltre a queste due non c'è altro, tranne qualche mini-video..

[media]http://www.youtube.com/watch?v=ZCi9WH4KKKU[/media]

Ma è già tanto, considerando appunto che il Tiz è schivo al mondo..  :)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Venerdì 30 Set 2011, 19:15:10
E' uscito l'imbalsamatore che è davvero notevole... appena qualcuno l'ha letto parliamone :)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Venerdì 30 Set 2011, 19:48:51
E' uscito l'imbalsamatore che è davvero notevole... appena qualcuno l'ha letto parliamone :)

ECCO a me proprio ha fatto skifo :) e volevo proprio scriverlo..disegni ottimi e un imput da fare supporre a un ritorno al passato di dyd ..e invece secondo me e' un bel pasticcio mal sceneggiato..anche se l'idea finale risolleva un po' il tutto..sicuramente molto meglio del 300 sia chiaro ma in bei tempi di dylan sono ormai andati..porta pazienza Nubulina io e te ultimamente in quanto gusti dylandogosi non andiamo molto daccordo :) ;)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Venerdì 30 Set 2011, 20:50:49
ehehehe  direi proprio di no... ;)


in compenso ho letto lo speciale e non sono ancora riuscita a finirlo.. non ce la faccio proprio....
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Lunedì 3 Ott 2011, 11:33:00
Io l'ultimo dylan l'ho trovato un po' indefinito, nel senso che mi è parsa una storia senza una vera direzione. Anche io ho avvertito echi di un lontano passato, ma poi ruju ha imboccato una strada un po' "farraginosa" (può una strada essere farraginosa? Boh!). Non mi è dispiaciuta ma comincio a pensare (e lo penso da un po' in realtà) che ruju abbia fatto il suo tempo su dylan ;)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Lunedì 3 Ott 2011, 12:20:52
Io l'ultimo dylan l'ho trovato un po' indefinito, nel senso che mi è parsa una storia senza una vera direzione. Anche io ho avvertito echi di un lontano passato, ma poi ruju ha imboccato una strada un po' "farraginosa" (può una strada essere farraginosa? Boh!). Non mi è dispiaciuta ma comincio a pensare (e lo penso da un po' in realtà) che ruju abbia fatto il suo tempo su dylan ;)

le storie di ruju per me anni fa erano una garanzia ...ora non piu'...sono d'accordo con Piccolo bush sull'ultimo numero..c'e' una timida voglia di riprendere in mano lo stile passato di dylan ma la direzione che di fatto si prende e' confusa e un po' un pastrocchio ..peccato..e come direbbe Moretti ..andiamo avanti cosi', facciamoci del male..

@Nubulina :lo special l'ho letto in treno mentre venivo a milano..un bel preambolo che pero' diventa insostenibile visto che di fatto supera le 100 pagine mentre la storia vera occupa meno di un terzo della storia..poi a me Roi piace tanto ma son stanco di tutti questi suoi personaggi Playmobile che son sempre uguali..cavoli, diamogli un aspetto diverso :)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Lunedì 3 Ott 2011, 15:24:32
poi a me Roi piace tanto ma son stanco di tutti questi suoi personaggi Playmobile che son sempre uguali..cavoli, diamogli un aspetto diverso :)
Non vorrei sbagliare ma ricordo un'intervista di roi (sui 15 anni fa probabilmente, forse su un "fumo di china"), in cui diceva di non amare particolarmente il fumetto e il disegno in genere e che la sua vera passione era la musica. Il che spiegherebbe tante cose ::) Quell'intervista fu per me un vero colpo al cuore visto che ero nel periodo in cui consideravo roi una sorta di "dio" del fumetto. Poi vabbeè, mi son ravveduto :P
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Lunedì 3 Ott 2011, 18:55:56
Non vorrei sbagliare ma ricordo un'intervista di roi (sui 15 anni fa probabilmente, forse su un "fumo di china"), in cui diceva di non amare particolarmente il fumetto e il disegno in genere e che la sua vera passione era la musica. Il che spiegherebbe tante cose ::) Quell'intervista fu per me un vero colpo al cuore visto che ero nel periodo in cui consideravo roi una sorta di "dio" del fumetto. Poi vabbeè, mi son ravveduto :P

aaaaaaaaaaaaaaa io ho avuto un rapporto piu' conflittuale con roi ..subito non mi piaceva tanto perche' era troppo scuro e in piu' certi suoi disegni mi sembravano poco chiari, poi mi son lasciato andare e l'ho iniziato ad amare..ora invece ti dico che e' bravo ma sopravvalutato per quello che ci siamo detti..pensa PiccoloBush che quando conobbi Freghieri a reggio emilia mi disse che per lui il vero disegnatore di dyd era roi :)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Lunedì 3 Ott 2011, 23:31:36

aaaaaaaaaaaaaaa io ho avuto un rapporto piu' conflittuale con roi ..subito non mi piaceva tanto perche' era troppo scuro e in piu' certi suoi disegni mi sembravano poco chiari, poi mi son lasciato andare e l'ho iniziato ad amare..ora invece ti dico che e' bravo ma sopravvalutato per quello che ci siamo detti..pensa PiccoloBush che quando conobbi Freghieri a reggio emilia mi disse che per lui il vero disegnatore di dyd era roi :)
Beh, a me freghieri piace tantissimo, quando si sforza un po' di più però e non quando tira via! Non a caso a reggio mi feci un bel po' di fila per un suo groucho ;)
E poi mi piacciono tantissimo le sue donne, che è vero che tendono ad essere tutte molto simili, ma quanto sono sexy :P
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Martedì 4 Ott 2011, 20:35:35
Beh, a me freghieri piace tantissimo, quando si sforza un po' di più però e non quando tira via! Non a caso a reggio mi feci un bel po' di fila per un suo groucho ;)
E poi mi piacciono tantissimo le sue donne, che è vero che tendono ad essere tutte molto simili, ma quanto sono sexy :P

concordo pienamente..a me tempo fa non faceva impazzire ma ho capito che e' invece molto molto bravo ma troppo spesso sembra che disegni un tanto al kilo :) e infatti a reggio emilia ha poi ammesso di essere uno dei disegnatori piu' rapidi nel consegnare le tavole :)

ho ripreso in mano ieri uno speciale dyd del 2002...che penso sia stato l'ultimo di quella serie a piacermi davvero..si chiama COSA E' SUCCESSO A DYLAN DOG ??? e mi e' piciuto tantissimo...senza rivelare nula della trama, onde evitare sgridate come a milano da parte di Piccolobush :) :) ritengo che li Ruju (con Freghieri ai disegni ) fosse al suo top..e per il numero 300 poteva benissimo creare una roba cosi' :) :)..di speciali sempre disegnati da freghieri mi appassiono' molto anche SOGNI :) ma non lo ricordo proprio..forse e' ora di "riesumarlo" :)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: UomoCheSapevaTroppo - Martedì 4 Ott 2011, 21:52:49
Il problema dei disegnatori di Dylan Dog è che tutti ormai hanno perso in "dettaglio"... ormai disegnao in modo molto graffiante, sempre più "spigoloso".. credo il cambio genherazionale sia ora che arrivi... Roi ormai si sforza poco poco, siamo ben lontani dai suoi primi lavori su Dylan.. Piccatto lo AMO, ma anche qui, roba come Verso un mondo lontano.. beh, è proprio.. lontana! Cioè il loro stile lo mantengono, ma sembra sempre che siano più "frettolosi" nel finire il lavoro, di un tempo...

Concordo sulle opinioni del 301.. il tizop che imbalsama per ricreare alla donna persa la festa..persa, ci sta, e anche io inbtravedevo un "ritorno alle origini", il ballo mi ricordava quello di DyD n.10 addirittura... perde un po' sul finale e la cosa dei pensieri condivisi.. bah.. non è che non ci sia, in DyD tutto è plausibile.. ma magari un po' più di motivazioni... dopo un albo dedicato alla "scienza" e la tassidermia, il finale mi è sembrato un po' troppo buttato lì..

In attesa del prossimo, da quel che ho capito tratterà di fan di Dylan.. nel suo mondo, ovviamente, niente meta-narrazione.. vedremo... e suppongo ci sarà uno speciale editoriale per ricordare il grande Sergio. :-[
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Mercoledì 5 Ott 2011, 10:58:31
Il problema dei disegnatori di Dylan Dog è che tutti ormai hanno perso in "dettaglio"... ormai disegnao in modo molto graffiante, sempre più "spigoloso".. credo il cambio genherazionale sia ora che arrivi... Roi ormai si sforza poco poco, siamo ben lontani dai suoi primi lavori su Dylan.. Piccatto lo AMO, ma anche qui, roba come Verso un mondo lontano.. beh, è proprio.. lontana! Cioè il loro stile lo mantengono, ma sembra sempre che siano più "frettolosi" nel finire il lavoro, di un tempo...
Condordo su tutto, anche io trovo che motli disegnatori storici siano un po' appannati, ma forse appunto è solo troppa fretta (poi il top credo si sia raggiunto con montanari & grassani, ormai da anni inguardabili, quando all'inizio dell'avventura di dylan, la loro linea chiara mi affascinava tantissimo)

Citazione
e suppongo ci sarà uno speciale editoriale per ricordare il grande Sergio. :-[
Forse faranno un comunicato ad "albi unificati" in seconda di copertina e poi l'editoriale personalizzato a pag. 4, sarebbe la cosa più logica ;)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Mercoledì 5 Ott 2011, 19:10:09
Condordo su tutto, anche io trovo che motli disegnatori storici siano un po' appannati, ma forse appunto è solo troppa fretta (poi il top credo si sia raggiunto con montanari & grassani, ormai da anni inguardabili, quando all'inizio dell'avventura di dylan, la loro linea chiara mi affascinava tantissimo)

Forse faranno un comunicato ad "albi unificati" in seconda di copertina e poi l'editoriale personalizzato a pag. 4, sarebbe la cosa più logica ;)

ancora una volta d'accordo :) il mio primo numero di dyd che comprai in diretta nel 1987 era Killer , disegnato da montanari e grassani e agli albori della mia passione per dyd adoravo questo magico due..ora non mi piacciono piu' tanto..anzi...e non ho ancora capito se pubblicare le loro storie solo o quasi sul maxi sia un premio o altro :P

a proposito..piccolo cappellino per il mitico Piccolobush..che a Milano sosteneva che SETTE ANIME DANNATE prendeva spunto da seven e non da 10 piccoli indiani, come invece sostenevo io ..allora, come immaginavo..nell'editoriale di quello speciale c'e' scritto chiaramente che la fonte d'ispirazione e' 10 PICCOLI INDIANI ..in piu' l'albetto e' del 1992 mentre seven usci' in america 3 anni dopo QUINDI...e' seven che si e' ispirato a dyd :) :) vogliamo i diritti d'autore :) ...cio' non toglie che anche Piccolo Bush ha ragione nel sostenere che pure nel castello della paura e nella dama in nero c'e' una citazione (anzi piu' di una) al mitico romanzo inglese :)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: UomoCheSapevaTroppo - Mercoledì 5 Ott 2011, 20:18:10
Montanari & Grassani me li ricorderò sempre in Giorno Maledetto.. erano perfetti! Ma anche nella doppia storia I segreti di Ramblyn e La belva delle caverne.. c'è anche da dire che sono vecchiotti come disegnatori, se non ricordo male la loro data di nascita si avvicinano agli 80 anni.. quindi credo che l'averli "confinati" al Maxi sia stata una scelta voluta.. :-X
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Giovedì 6 Ott 2011, 13:09:42
a proposito..piccolo cappellino per il mitico Piccolobush..che a Milano sosteneva che SETTE ANIME DANNATE prendeva spunto da seven e non da 10 piccoli indiani, come invece sostenevo io ..allora, come immaginavo..nell'editoriale di quello speciale c'e' scritto chiaramente che la fonte d'ispirazione e' 10 PICCOLI INDIANI ..in piu' l'albetto e' del 1992 mentre seven usci' in america 3 anni dopo QUINDI...e' seven che si e' ispirato a dyd :) :) vogliamo i diritti d'autore :) ...cio' non toglie che anche Piccolo Bush ha ragione nel sostenere che pure nel castello della paura e nella dama in nero c'e' una citazione (anzi piu' di una) al mitico romanzo inglese :)
Forse sbagli (o forse io ricordo male), ma non mi sembra di aver associato sette anime dannate a seven (a parte il "7" non vedo grandi somiglianze), mentre è palese la somiglianza con "10 piccoli indiani", c'è pure la filastrocca!
Vero invece che sostenevo la connessione del romanzo con "la dama in nero" viste le tante affinità (pur senza filastrocca), soprattutto nella risoluzione del caso ;)

@uomochesapevatroppo: non pensavo che m&g fossero così anziani! Che cavolo hanno fatto prima di dylan? :-?
Comunque se è così direi che la sistemazione sul maxi, senza voler essere indelicato, è una classica pensione-bonelli (non è mai stato un mistero che abbia sempre dato lavoro a persone a cui era legato da amicizia e che avevano bisogno, anche quando i risultati potevano non essere eccelsi)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fa.Gian. - Giovedì 6 Ott 2011, 15:25:29
Classe 1936, non ci avevo mai fatto caso  :o

http://it.wikipedia.org/wiki/Giuseppe_Montanari

A me Montanari&Grassani non sono mai dispiaciuti

Certo non sono i migliori sulla piazza e certe vignette davvero non le apprezzo, ma nell'insieme li trovo tra i più addentro allo spirito originario di DYD, insieme a Claudio Villa
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Giovedì 6 Ott 2011, 16:08:01
Forse sbagli (o forse io ricordo male), ma non mi sembra di aver associato sette anime dannate a seven (a parte il "7" non vedo grandi somiglianze), mentre è palese la somiglianza con "10 piccoli indiani", c'è pure la filastrocca!
Vero invece che sostenevo la connessione del romanzo con "la dama in nero" viste le tante affinità (pur senza filastrocca), soprattutto nella risoluzione del caso ;)



io mi ricordo che sostenevi appunto che il racconto legato a 10 piccoli indiani era la dama in nero :) e ricordo che qualcuno ha poi sparato seven..io avevo associato a te..ma mi saro' sbagliato...non son stato io di certo perche' mi ero completamente scordato della similtutine tra seven e questa storia..il campo pero' si stringe :) o Uomo o Nubulina..fuori il colpevole :) :) :)

ho imparato ora questo :) :) http://www.comicsblog.it/post/12307/clamoroso-enrique-breccia-su-dylan-dog-proporra-il-suo-remake-delleternauta
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Venerdì 7 Ott 2011, 16:31:58
Ma qui qualcuno ci deve ancora dire se è soddisfatto di come gli abbiamo fatto spendere un mezzo capitale in dylan dog (peraltro spoilerandoglieli tutti!) ::)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: UomoCheSapevaTroppo - Sabato 8 Ott 2011, 00:13:37
Bacci ha tanta roba da leggere.. ha ancora illeggiuto Tre Per Zero, di due raduni fa!! :P

Carinissimi Montanari e Grassani dal vivo... hanno un milione di anni!
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Sabato 8 Ott 2011, 05:45:52

Carinissimi Montanari e Grassani dal vivo... hanno un milione di anni!
Il top e' stata la descrizione che ci ha fatto Mignacco all'inaugurazione della mostra di dyd :).. Che pero ' non rivelo qui ma nel commento , nell apposito topic domani ;)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Bacci - Sabato 8 Ott 2011, 07:37:29
Bacci ha tanta roba da leggere.. ha ancora illeggiuto Tre Per Zero, di due raduni fa!! :P

Sono riuscito a leggere tutto tutto, invece :D Devo dire che non ho trovato nemmeno un albo che non mi sia piaciuto :) Tutti ottimi consigli [smiley=thumbup.gif] Rimando a tra un po' per dei commenti più soddisfacenti, che non ce  li ho sottomano e ho una memoria veramente pessima! Spero che vi siate divertiti alla mostra di Dylan... del forum c'erano solo Uomo e Turk? Aspettiamo resoconti eh eh...
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Bramo - Mercoledì 12 Ott 2011, 22:21:14
Un articolo dal Tg3 Comics (http://www.rai.it/dl/tg3/articoli/ContentItem-ecd86025-eb2b-4cf9-8977-e5dc132138b1.html) sul prossimo DD Color Fest :)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: UomoCheSapevaTroppo - Giovedì 13 Ott 2011, 04:27:24
Grazie Bramush! ANche se in realtà sapevo già tutto, me l'ha detto proprio Turk! Direi che è il caso di recuperarlo.. Turk va sul risparmio, io voglio l'edizione più superfiga che ci sia in circolazione. A cosa punto, Bramo???

Mignacco è un figo.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Bramo - Giovedì 13 Ott 2011, 14:22:33
A cosa punto, Bramo???
All'edizione superfiga, of course ;)

Mignacco è un figo.
Lol, pensa che sul Comicus Forum lo stanno smerdando... ::)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Giovedì 13 Ott 2011, 15:31:55
Mignacco e' veramente un grande :) lo abbiamo conosciuto venerdi' e si e' dimostrato di una disponibilita' unica..cmq della versione dylaniata dell'eternauta vi avevo gia' linkato un articolo pochi commenti fa..anche se veniva accennato al progetto senza dire quale sarebbe stata la collocazione..se e' un color fest gia' sappiamo che dovrebbe essere una storia di una trentina di pagine abbinata ad altre 3..e io son moooooooolto curioso..tante' che ho gia' preso su ebay l'eternauta originale.non lo avevo mai letto e sta cosa ha destato la mia curiosita'.. :)

io invece sono in attesa dell'edizione economica..son un lettore e basta :) e non colleziono :)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: UomoCheSapevaTroppo - Venerdì 14 Ott 2011, 03:46:32
Mignacco e' veramente un grande :) lo abbiamo conosciuto venerdi' e si e' dimostrato di una disponibilita' unica..cmq della versione dylaniata dell'eternauta vi avevo gia' linkato un articolo pochi commenti fa..anche se veniva accennato al progetto senza dire quale sarebbe stata la collocazione..se e' un color fest gia' sappiamo che dovrebbe essere una storia di una trentina di pagine abbinata ad altre 3..e io son moooooooolto curioso..tante' che ho gia' preso su ebay l'eternauta originale.non lo avevo mai letto e sta cosa ha destato la mia curiosita'.. :)

io invece sono in attesa dell'edizione economica..son un lettore e basta :) e non colleziono :)

Anche io sono un lettore e basta! Ma proprio per quello punto alle edizioni uber, di solito con tavole a grandezza originale, colori così come erano pensati all'epoca am magari non fu possibile realizzarli, traduzione spesso più fedele, soprattutto perchè se si parla di fumetti vecchi le edizioni italiane si sbizzarrirrono, ecc ecc.. oltre ch eper solitamente un interessantissimo comprato di extra ;)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Sabato 15 Ott 2011, 09:25:41

Anche io sono un lettore e basta! Ma proprio per quello punto alle edizioni uber, di solito con tavole a grandezza originale, colori così come erano pensati all'epoca am magari non fu possibile realizzarli, traduzione spesso più fedele, soprattutto perchè se si parla di fumetti vecchi le edizioni italiane si sbizzarrirrono, ecc ecc.. oltre ch eper solitamente un interessantissimo comprato di extra ;)

ok ma io spendere 40 euro per un capolavoro assoluto ma di cui non ho la certezza se mi piacera' o meno non se ne parla..piuttosto sono quello che prende la versione economica 8 euro e poi al massimo col tempo si fara' pure la versione lusso :)

fine O.T. eh
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Giovedì 3 Nov 2011, 06:42:21
e ho preso il numero 302 di Dyd...e finalmente ho trovato un numero che mi e' piaciuto tanto ..senza rovinare nulla a nessuno è interessante che finalmente dopo tanti anni si torna a una storia ad episodi e al tempo stesso si parla di un argomento che a noi dovrebbe interessare...i fan nei forum...

sceneggiatura divertente e disegni di Brindisi come al solito perfetti :)
vedendo gli ultimi 2 numeri mi pare evidente la voglia di guardare un po' alle stile delle storie degli anni 90 di dyd e questo scalda il cuore ..
intendiamoci nn e' un capolavolo ma  finalmente dopo tanto tempo ho trovato una storia che reputo BELLA senza tanti fronzoli
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Giovedì 3 Nov 2011, 11:47:43
Scusate ma mi sono perso con i commenti sul prossimo color fest: ci saranno più versioni? Addirittura una da 40 euro? Ho seguito il link di bramo ma mi sembra che mignacco non ne parli. Dove trovo qualche informazione in più?
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Giovedì 3 Nov 2011, 13:24:37
Scusate ma mi sono perso con i commenti sul prossimo color fest: ci saranno più versioni? Addirittura una da 40 euro? Ho seguito il link di bramo ma mi sembra che mignacco non ne parli. Dove trovo qualche informazione in più?
T sei proprio perso :) si parlava che con il prox color fest c sarà una versione dylandoghiana Dell eternauta! Ed e' questo classico del fumetto che conta una versione da 40 euro e non il color fest
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Giovedì 3 Nov 2011, 13:36:11
T sei proprio perso :) si parlava che con il prox color fest c sarà una versione dylandoghiana Dell eternauta! Ed e' questo classico del fumetto che conta una versione da 40 euro e non il color fest
Ah, ok! L'eternauta da 40 euro ce l'ho (insieme ad altre versioni), pagata meno, ma ce l'ho. Se l'hai presa sappi che li vale tutti e, secondo me, anche di più ;)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Giovedì 3 Nov 2011, 13:46:11
Ah, ok! L'eternauta da 40 euro ce l'ho (insieme ad altre versioni), pagata meno, ma ce l'ho. Se l'hai presa sappi che li vale tutti e, secondo me, anche di più ;)
A Lucca c era una versione lusso da 200 euro ! Devo ancora leggerlo ma ammetto d aver preso una versione economica :)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Giovedì 3 Nov 2011, 15:43:12
A Lucca c era una versione lusso da 200 euro!
Ne ho sentito parlare: oltre ad una custodia di legno (!) dovrebbe comprendere anche alcuni volumi extra tra cui dei fumetti di solano lopez praticamente introvabili e una versione dell'eternauta autografata dal disegnatore. Ma io stavolta passo: al di là del fatto che sicuramente è una trovata del marketing (fare uscire una edizione extra lusso subito dopo quella più economica è una cosa che fanno in tanti), che per me costa troppo e che comunque ho appena preso quella da 40, immagino che quei fumetti di solano lopez vedranno la luce anche singolarmente e vedrò allora se si tratta di materiale interessante (per i miei gusti ne dubito, solano lopez non mi ha mai fatto impazzire, ma non si può mai dire)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Venerdì 4 Nov 2011, 23:18:24
Ho letto infine il nuovo numero di Dylan...e strano ma vero sono d'accordo con Turk: mi è piaciuto davvero tanto.
Se non fosse stato per quel "i veri mostri siamo noi", di Chiaverottiana memoria, sarebbe stata davvero bella :D

a parte gli scherzi, mi è sembrata una storia davvero, divertente da leggere e da rileggere, una ventata di freschezza, acnhe se Dylan non fa niente, si parla di Dylan e io credo che quello che accade sia davvero credibile!

Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Mercoledì 30 Nov 2011, 08:43:51
IL DIVORATORE DI OSSA

Un discorso a parte va fatto per la bella lettera di presentazione di Davide Bonelli, che sembra proprio stato indirizzato sulla buona strada, umanità e voglia di fare bene deve essere un tratto della genetica Bonelli, speriamo che sul serio  riesca ad avere lo spirito del padre unito ad un pizzico di modernità.

Venendo all'albo, direi senza infamia e senza lode, soggetto classico, la storia si fa leggere piuttosto bene; ho letto in giro che c'è un finale un po' poco da Dylan, ma io credo invece che Di Gregorio avrebbe voluto creare in noi, empatia per tutti i personaggi presenti, il custode del cimitero, gli spettri e il mostro, ma purtroppo l'empatia si forma quasi solo per il mostro e il finale appare affrettato e fuori personaggio.
Io invece credo che Dylan uccida il mostro anche se in quel momento mansueto, non tanto per vendire gli uomini di carne uccisi, ma per vendicare gli spiriti del cimitero, ai quali il divoratore aveva sottratto da anni le ossa...

Qualcuno lo ha letto?
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Domenica 4 Dic 2011, 01:01:06
Effettivamente è una storia che pur piacedomi lascia dei punti interrogativi, soprattutto sul perchè dylan uccida il ghoul o meglio a chi sono rivolte le accuse degli spettri: se gli spettri ce l'avessero col ghoul sarebbe giusta la tua interpretazione, ma dalla storia non è chiaro se ce l'hanno effettiamente con lui o con gli operai o addirittura con il becchino, boh!
Un'altra cosa che non mi era chiara è cosa avesse letto dylan nel libro dopo aver capito che la creatura che era stata vista assomigliava ad una iena: prende un libro, legge e capisce che è un ghoul, ma non spiega nè sul momento nè dopo perchè lo ha capito. Son dovuto andare a cercare su internet per sapere che i ghoul nella tradizione araba prendono forma principalmente di iena!
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: UomoCheSapevaTroppo - Domenica 4 Dic 2011, 05:27:58
Come annunciato sul suo blog (da me prontamente commentato), il mio (quest'anno ex) Prof Alex Crippa, scriverà una storia che apparirà sul Color Fest di quest'estate!!! Ce l'ha fatta, un fan di Dylan, dell'horror, uno di quelli che si è fatto i due ultimi horror fest con Bonelli, insomma un sogno. Felice per lui lo annuncio anche qui, per ora sono solo 32 pagine, ma chissà in futuro di vederlo sulla regolare :)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Domenica 4 Dic 2011, 19:18:06
Per me l'ultimo numero e' bello :) non un capolavoro ma si legge e posso dire che l'ultimo trittico di storie da l'idea della voglia di tornare un po' alle origine del dyd...ammetto come ho gia' scritto qua che l'imbalsamatore non mi e' piaciuta tanto ma e' cmq una storia vecchio stampo, come lo e' questa e come lo era il numero scorso con il ritorno delle storie a episodi ...

diciamo che a livello di disegni siamo a buoni livelli e anche a livello di storia secondo me..oddio nulla di che rispetto al passato ma un capolavoro rispetto a come mi ero abituato negli ultimi anni...

riguardo al finale spoileroso tutti o quasi qua gridano allo scandalo e al fatto che dylan non si sia comportato da dylan..io non ne sono troppo convinto..alla fine ci sta tutto ma ricordiamoci sempre che la iena si era poi messa a uccidere persone vive e come ha poi sempre detto il custode del cimitero bisogna pensare ai vivi e non ai morti :)

piccola menzione anche all'editoriale di Davide Bonelli..dopo la dipartita di Sergio avevo espresso qualche timore su come sarebbero andate le cose..be' ora son piu' sereno..prima il dare la possibilita' ai lettori di scrivere un cordoglio sul sito, poi la lettera aperta su tutte le testate , poi questo saluto da parte del nuovo leone..be' oltre l'industria ci sono persone e io son un po' rasserenato :)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Venerdì 30 Dic 2011, 14:25:21
Archiviato anche il numero di gennaio di dylan dog: somma delusione, tutta la storia è pervasa da una sensazione di già visto abbastanza opprimente. Ma soprattutto già intuisci che, nonostante il climax che si viene a creare, sarà tutto risolto con una vaccata come puntualmente avviene (ovviamente opinione personale: spero per il bene della testata, che a qualcun altro sia piaciuto). E' uno di quei classici vicoli ciechi in cui gli autori si ficcano con ingenuità: è facile far crescere la curiosità del lettore con degli eventi misteriosi, inspiegabili, poi però al momento di tirare le fila vengono fuori tutte le magagne. Insieme a gualdoni, di gregorio è un altro degli sceneggiatori di dylan che non mi dà proprio nessuna speranza, uff! Non ricordo una sua storia che mi sia piaciuta o che sia andata oltre una sufficienza di incoraggiamento :-/
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: UomoCheSapevaTroppo - Venerdì 30 Dic 2011, 16:04:31
Sempre meglio che il penultimo con quell'orrribile Iena di serie B!! xD

A me questo è piaciuto molto! Tutto l'albo è permetao dello stile di Dylan, e delle sue "situazioni improbabili in cui si ritrova con un altro gruppo di persone". Un plauso a Di Gregorio, 94 pagine tutte in un aereo non sono facili da tirare fuori! Sì, il finale è un po' tirato per i capelli,poi se uno non ha mai letto il 77 praticamente gli cascano le p**** con un finale così, però io sono un fan della "continuity", e vedere il ritorno di Incubus mi ha particolarmente galvanizzato, e paradossalmente ha fatto salire parecchio la valutazione finale dell'albo!
Che gli sia piaciuto o meno, credo che a Turk il suo ritorno sia piaciuto di sicuro (mi dicesti che addirittura nel numero 77 preferisti Incubus a L'Ultimo Uomo sulla Terra, a differenza mia) :)

Dalla copertina vedo che dopo l'aereo/claustrofobia il nostro DyD dovrà affrontare le vertigini durante il prossimo albo.. altina quella cupola :P Vedremo :)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Venerdì 30 Dic 2011, 20:50:48
incubus la amai...
e pure molto piu' dell'ultimo uomo sulla terra..anche se il racconto scoppiazzava un episodio del film I DELITTI DEL GATTO NERO versione cinematografica di una serie tv conosciuta in italia col titolo UN SALTO NEL BUIO ..

CMQ...

Ho letto dyd ..e mi e' piaciuto abbastanza :P e non per Incubus

Diciamolo chiaramente ..son sempre piu' convinto che ci sia un tentativo di riportare dyd allo spirito dei primi numeri (con risultati meno favolosi ovviamente)..
nelle ultime storie infatti, si sta provando a tornare al puro horror e mistero dei primi anni  e si cerca appunto di riprendere personaggi ormai dimenticati..

L'incipt e' bellissimo ..questa simulazione che poi non si rivela piu' tale..tanti disperati fifoni di volare che fanno via via una brutta fine..un quasi 10 piccoli indiani..

MA il finale non e' cosi' bello..anzi..si e' trovata una soluzione un po' stiracchiata..io personalmente lo avrei fatto finire molto in sospeso lasciando aperto il tutto...senza rivelare nullla e lasciando al lettore la propria interpretazione..invece qui si e' cercato un personaggio nello zoo di dyd a cui fare cadere ogni colpa per terminare il racconto in modo risolutivo al 100% ma una fine totale, a mio avviso sta storia non la meritava proprio.

Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Sabato 31 Dic 2011, 20:32:12
poi se uno non ha mai letto il 77 praticamente gli cascano le p**** con un finale così
Son cascate pure a me che incubus l'avevo letto! E' che è un finale abbastanza di comodo e senza un vero significato :-/
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Lunedì 20 Feb 2012, 12:22:18
Mi ero ripromesso di non prendere più un albo extra-serie regolare di dylan dog a meno di imbeccate sicure da parte di chi lo aveva già letto, ma la prospettiva di un noioso fine settimana in abruzzo ha avuto la meglio e ho comprato il maxi in edicola.
Qua dentro tante volte ce la prendiamo con la redazione disney, ma se provassimo a guardare un po' anche in casa d'altri forse saremmo più clementi con quelli di via sandri (o ex-via sandri).
Su tre storie dell'albo ben due hanno la medesima idea di fondo, tra l'altro un'idea talmente vecchia che dai tempi di "accadde al ponte di owl creek" fino al "sesto senso" è stata sviscerata in tutti i modi possibili che è davvero difficile provare a tirarne fuori qualcosa di originale. E il bello è che in dylan non ci provano nemmeno quindi provate ad immaginare quante tavole sono necessarie per intuire il "colpo di scena".
La terza storia infine è una classicissima storia di dylan, riproponendo tutto il repertorio d'annata, cosa che fa sempre felice il lettore bonelli medio. Peccato che questa sia talmente classica da essere uguale a mille altre passate risolvendosi infine con l'ennesimo demone che si nutre dei sentimenti delle persone: una roba che ti verrebbe da prendere a calci nel sedere l'autore se solo ce l'avessi davanti, tanta è la svogliatezza dimostrata.
Io continuo a pensare che il problema maggiore sia la cura editoriale: senza marcheselli il personaggio mi sembra allo sbando, non c'è nessuno che abbia voglia di dare una sua visione personale del personaggio (come fece la barbato, il suo dylan può non piacere ma almeno è suo), si naviga a vista scrivendo per inerzia.
Basta riflettere un attimo su queste tre storie per rendersene conto: gli autori si occupano solo di dylan, c'è solo lui, non c'è spazio per nessun altro. Groucho compare fugacemente solo nell'ultima e solo per qualche cretinata (lui, che è una delle spalle più interessanti e potenzialmente dirompenti della scuderia), bloch compare in tutte e tre ma in pratica fa solo il galoppino di dylan: "vecchio, mi serve un favore", "non se ne parla old boy, sai la pensione..., sai il soprintendente..., mi devi un favore", "grazie vecchio".
Bloch sarebbe un personaggio di grandissimo spessore, penso potrebbe persino reggere uno spin off ed è costretto a ripetere le stesse battute in continuazione. Non c'è più una donna o un cliente o un comprimario che si fissi nella memoria del lettore, non c'è nessuno che duri più della singola storia e a volte non arrivano neanche a tanto. 6 euro buttati, potevo pagarci un irish coffe e una brioche e passare la serata in caffetteria a guardare inter - bologna e sarebbe stati comunque spesi meglio :P
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Lunedì 27 Feb 2012, 14:18:45
Ho l'impressione di essere rimasto l'unico a seguire la bonelli qui dentro :P Comunque ecco le mie impressioni sull'ultimo dylan, "il baule infernale": normalissima storia a là dylan, vista, rivista, ri-rivista ma che si fa leggere (furbetta ma toccante la parentesi grouchiana) per 90 pagine, peccato che le ultime 10, quelle in cui si tirano le fila, sono veramente una cosa allucinante, demenziale, un epilogo così farlocco, così scemo, non me lo sarei aspettato! A questo punto sto pensando seriamente di tagliare anche la serie regolare oltre agli speciali, aspettando di comprare gli albi veramente meritevoli solo su suggerimento di qualcun altro che si sacrifichi in nome mio :P
Marzano per quanto mi riguarda, va a tenere compagnia a gualdoni nel club di quelli che "vorrebbero ma non possono"
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Martedì 28 Feb 2012, 06:49:20
vai tranquillo piccolobush che ci sono pure io a farti compagnia..solo che il numero scorso, quello coi disegni di Mari, non ho avuto la forza di leggerlo..o meglio ho letto 20 pagine per 2-3 volte poi son sempre crollato..sto numero ha un imput classicissimo ma idee potenziali carine, ma si rivela una porcata di quelle lette poche volte..si perche' la chiave di volta dell'intera vicenda e' veramente insulsa...spero di rifarmi con il color fest di aprile..
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Martedì 28 Feb 2012, 10:04:52
si rivela una porcata di quelle lette poche volte..si perche' la chiave di volta dell'intera vicenda e' veramente insulsa
Felice di non essere il solo a pensarlo ;)
Per quello scorso, io sono andato oltre le 20 pagine leggendolo tutto, ma per pura inerzia e non credo lo riprenderò più. Cioè davvero sto pensando che potrei quasi scriverlo persino io dylan dog, quasi quasi provo a mandare un paio di idee in via buonarroti, hai visto mai che trovo il modo di arrotondare lo stipendio :P
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Dialga - Giovedì 1 Mar 2012, 16:39:33
io ho preso ad un mercatino un albo di dylan dog...è la prima volta che lo prendo... questo volume si chiama feste di sangue... qualcuno lo conosce?
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Giovedì 1 Mar 2012, 19:03:00
io mi sacrifico e prometto di scrivere con più assduità :-)  domani li compro entrambi
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Giovedì 1 Mar 2012, 23:42:30
io mi sacrifico e prometto di scrivere con più assduità :-)  domani li compro entrambi
Non lo fare! Sono una decina di euro in totale, compra piuttosto qualche paio di calzini al primo venditore di colore che incontri, almeno saranno spesi meglio (e avrai i piedi al caldo!)
Anzi se vieni a cartoomics (vieni, dài!), te li regalo io!
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Sabato 3 Mar 2012, 10:20:39
Letto...

che vi devo dire..a me è piaicuto...ma neanche poco!

Secondo me il finale non è così campato in aria, anche perchè, forse, dico forse, la chiave di volta sta nel fatto che la madre era come impazzita e la perdita di una persona cara può fare di questi scherzi.
Il modo in cui io ho interpretato il finale, lascio perdere il resto che mi sembra ben fatto, è il seguente:
Non si sa bene che cosa sia il baule, io credo che all'interno ci sia qulacosa di stupefacente e allucinogeno che droga chi lo apre, ma possiamo anche sospendere l'incredulità e ammettere che sia magico davvero e che privi le persone delle proprie sovrastrutture sociali.
Come spesso accade si da agli oggetti significati che non hanno, quindi immagino che il cugino buono e gentile divenga un serial killer perchè privato della logica vada ad uccudere i vicini che tutto sommato non facevano che sparlare e la cosa interessante è che sembra proprio che pensi di fare una cosa bupona e giusta.
Agli occhi di Dylan invece, diviene un oggetto farlocco, il viaggio che compie in un altro mondo è un viaggio nel suo mondo e nel suo mondo la componente razionale è bene presente e allora la sua spiegazione è quella della truffa.
Infine la moglie che ha bisogno di un motivo per andare avanti, un motivo per espiare la colpa di aver gettato tutto il lavoro del marito, la collezione di una vita, prima odiata poi rimpianta e quale miglior motivo di una maledizione e di coincidenze, che sfruttando il pensiero magico ( intendo da un punto di vista psichiatrico), trovare un motivo per continuare a vivere; la dolcezza del figlio che l'asseconda in tutto è secondo me davvero toccante; noi sappiamo come la pensa e qual è il suo punto di vista del tutto incredulo e rassegnato, ma comunque veste la madre, la mette in carrozina per portare a compimento quello che è il fine della sua vita, che con un gesto quasi infantile toglie la maledizione.
Non so, vedo cose che non ci sono, di sicuro leggo le storie con la mia ottica, ma l'ho trovata di una profondità estrema e molto adulta, forse troppo.
Una cosa che apprezzo tantissimo di questa nuova gestione e che odiavo dell'epoca Sclavi è il distacco dal citazionismo ( si potrà usare come termine)... non so se è presente, ma di sicuro è meno sfacciato!
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Sabato 3 Mar 2012, 12:20:32
Non so, vedo cose che non ci sono
Fossi stata un maschietto, dicendo una cosa del genere alla visita militare ti avrebbero portata dallo psicologo ;D
Tutto quello che hai detto può anche essere (pur non credendo e non lo crederò mai che marzano avesse in mente tutto ciò, continuo a pensare che sia stata una storia di comodo, per far numero :P) ma uno deve mettercisi di impegno per arrivare a quella chiave di lettura e mettendoci quasi tutto di suo! Perchè una interpretazione come la tua, decisamente più intrigante ma soprattutto meglio circostanziata, richiede spazio, una dose di approfondimento, e magari anche un disegnatore più coinvolto. L'autore invece chiude tutto in 3 tavole per di più con i disegni di un cossu molto molto ordinario.
Capisco lasciare qualcosa alla fantasia del lettore, è sacrosanto e auspicabile sempre, ma qualcosa, non pretendere che la storia me la costruisca io ;D
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Sabato 3 Mar 2012, 19:23:33
forse hai ragione, ma io davvero non ho fatto sforzo a leggerla così, mi era parsa lineare, che ci fossero elementi che lo facessero pensare.
Non so "Un' affezionata clienetela", anche con tutta la buona volontà non sono riuscita a trovare  ricca di nessus spunto, ma proprio di nessuno.
Questa invece mi è parsa un tentativo di andare oltre al solito thriller, di voler cercare qualcosa di più, non so a te  ma a me il mostro di Cossu ha ricordato tanto "ZED" di Sclavi.
Insomma, te l'ho detto un po' troppo adulta forse, ma non di comodo!
Per esempio, il fatto di far vedere la madre in punto di morte e il racconto del figlio, che è in qualche modo l'oggettività, mi ha fatto pensare a questo...non credo che il ridurre tutto, da parte di Dylan, in conclusione, a qualcosa di "terreno" tipo: una droga che  alcuni trafficanti di droga  cinquant'anni prima avessero nascosto nel baule e poi una volta arrestati dimenticata là dentro e col tempo aerosolizzata nel baule avrebbe potuto generare uno stato allucinogeno avrebbe reso la conclusione migliore... io lo ripeto continuo a vedere a piccoli passi il progetto di Gualdoni prendere forma, staccarsi dallo stile di Sclavi, irriproducibile, senza snaturare Dylan, ma credo che ci voglia tempo e utilizzare Groucho e Bloch senza cadere nel banale non è per nulla facile....
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Sabato 3 Mar 2012, 19:23:55
forse hai ragione, ma io davvero non ho fatto sforzo a leggerla così, mi era parsa lineare, che ci fossero elementi che lo facessero pensare.
Non so "Un' affezionata clienetela", anche con tutta la buona volontà non sono riuscita a trovare  ricca di nessus spunto, ma proprio di nessuno.
Questa invece mi è parsa un tentativo di andare oltre al solito thriller, di voler cercare qualcosa di più, non so a te  ma a me il mostro di Cossu ha ricordato tanto "ZED" di Sclavi.
Insomma, te l'ho detto un po' troppo adulta forse, ma non di comodo!
Per esempio, il fatto di far vedere la madre in punto di morte e il racconto del figlio, che è in qualche modo l'oggettività, mi ha fatto pensare a questo...non credo che il ridurre tutto, da parte di Dylan, in conclusione, a qualcosa di "terreno" tipo: una droga che  alcuni trafficanti di droga  cinquant'anni prima avessero nascosto nel baule e poi una volta arrestati dimenticata là dentro e col tempo aerosolizzata nel baule avrebbe potuto generare uno stato allucinogeno avrebbe reso la conclusione migliore... io lo ripeto continuo a vedere a piccoli passi il progetto di Gualdoni prendere forma, staccarsi dallo stile di Sclavi, irriproducibile, senza snaturare Dylan, ma credo che ci voglia tempo e utilizzare Groucho e Bloch senza cadere nel banale non è per nulla facile....
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Domenica 4 Mar 2012, 11:55:27
forse hai ragione, ma io davvero non ho fatto sforzo a leggerla così
Grazie per aver distrutto la mia autostima ;D
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Domenica 4 Mar 2012, 12:12:34
ehehhe ma dai... sono io che come ho già detto vedo cose che non ci sono....:-)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: UomoCheSapevaTroppo - Martedì 6 Mar 2012, 03:34:45
Tipo della bellezza nel 300!  8-)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Martedì 6 Mar 2012, 06:52:48
Tipo della bellezza nel 300!  8-)
quoto in pieno :)
Nubulina ma non e' che ti pagano quelli della bonelli per recensire gli albi piu' beceri..sto ultimo numero mi sembra una gran ca.....volata ..davvero con sto finale campato in aria piu' che mai...poi ovviamente degustibus...spero che il nostro dylan si riprenda perche' le ultime 2 storie mi hanno fatto scendere l'entusiasmo
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: UomoCheSapevaTroppo - Mercoledì 7 Mar 2012, 03:58:55
QUalcuno sta leggendo il Maxi tutto disegnato da Freghieri? Ho letto solo la storia di mezzo, perchè sceneggiata da Mignacco.. davvero bella, molto old style, mi ha ricordato il vecchio Dylan.. povero Mignacco, invece di relegarlo al Maxi potevano piazzarlo sulla regolare al posto del baule?  :P
Anche una sotria dell'ultimo Dylandogone mi piacque assai, nell'ultimo anno parecchie storie extra-mensili mi stan piacendo di più.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Mercoledì 7 Mar 2012, 10:25:00
QUalcuno sta leggendo il Maxi tutto disegnato da Freghieri? Ho letto solo la storia di mezzo, perchè sceneggiata da Mignacco.. davvero bella, molto old style, mi ha ricordato il vecchio Dylan.. povero Mignacco, invece di relegarlo al Maxi potevano piazzarlo sulla regolare al posto del baule?  :P
Anche una sotria dell'ultimo Dylandogone mi piacque assai, nell'ultimo anno parecchie storie extra-mensili mi stan piacendo di più.
L'avevo commentato nella pagina precedente, ma non ne ero rimasto entusiasta, nemmeno della storia di mignacco! Boh, sarà che è un periodo che vedo tutto nero, deve essere l'influenza di albes.DGL, sono diventato un nichilista, non credo in niente, non credo in niente, in niente (cit.) ;D
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Bacci - Giovedì 29 Mar 2012, 01:31:32
Ho comprato L'almanacco della paura 2012 e il nuovo numero della serie regolare.... chi ha preso l'almanacco? La storia è di Recchioni/Uzzeo/ Brindisi, e mi sembra molto ben riuscita, aldilà del tema piuttosto banale (tanto che io e un mio amico anni fa volevavo fare una storia a fumetti con uno spunto identico, un reality show in cui i concorrenti eliminati ad un certo punto iniziano ad essere eliminati per davvero, ma può pure voler dire che l'idea era buona, chissà? Ehehe). Brindisi come al solito è bravissimo, anche se a volte l'inchiostrazione sembra realizzata un po' velocemente e senza troppi dettagli rispetto ad altre sue storie ( al contrario invece, nel paragone dei due albi che ho in mano ora, mi ha fatto una buonissima impressione per la cura e la resa dei particolari il bravo Sergio Gerasi nel DYD di questo mese).
La storia dell'almanacco, dicevo, ha secondo me un buon sviluppo e delle buone trovate che non annoiano e la rendono piacevole da leggere, sicuramente di più degli ultimi numeri della serie regolare, che a parte qualche eccezione viaggiano secondo me su un livello di piattezza trooppo stabile. Il discorso di dylan alla tv e il messaggio della storia possono essere retorici o abusati quanto volete, ma a me non hanno annoiato per nulla, e la storia mi sembra che si regga in piedi molto bene così com'è. Molto carino il finale con groucho, e il personaggio del mediatore della polizia. La tipa con cui sta dylan questo mese è effettivamente troppo diversa da lui, ma direi che ormai si è visto di tutto e di più in questo campo, e ci può anche stare.
Qui trovate delle curiosità sulla storia dell'almanacco, scritte sul blog di Roberto Recchioni (http://prontoallaresa.blogspot.it/2012/03/dylan-dog-almanacco-della-paura-2012.html).
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: UomoCheSapevaTroppo - Giovedì 29 Mar 2012, 03:31:32
Niente aqcuisti per ora, in settimana li recupero entrambi!
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Giovedì 29 Mar 2012, 17:18:39
Su consiglio di bacci volevo prendere l'almanacco, ma l'unica copia nell'edicola del mio paese era messa malissimo..ma proprio male..vediamo quindi se arriva una nuova copia.ho preso cmq l'ultimo dyd e pare notevole ....almeno dai disegni..
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: UomoCheSapevaTroppo - Venerdì 30 Mar 2012, 03:04:30
Presi sia il mensile che l'almanacco, a presto col giudizio  :P
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Mercoledì 4 Apr 2012, 14:33:20
Presi sia il mensile che l'almanacco, a presto col giudizio  :P
Letti entrambi, sulla storia dell'almanacco, mi riservo di esprimere un parere quando e se la rileggerò perchè pur godibile mi sembra troppo ma troppo retorico-banale per essere stata scritta da recchioni (che normalmente apprezzo per essere abbastanza fuori dagli schemi. Oddio, spesso studiatamente fuori dagli schemi, un po' come mourinho per intenderci ;)), forse l'ho letta con la predisposizione d'animo sbagliato.
Bella invece la storia del mensile, trasmette una inquietudine sottile anche senza che si arrivi a una qualche resa dei conti. La storia è molto diversa e non ha certo la stessa profondità, ma mi ha ricordato le atmosfere della "promessa " di durrenmatt (e relativo film)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: UomoCheSapevaTroppo - Mercoledì 4 Apr 2012, 20:49:59
Sì niente male il mensile, per quanto si senta un po' l'inconcludenza del tutto, che puo' starci di più su una storia surreale, ma un po' meno in una cosa così "delineata".. comunque niente male, sceneggiatore nuovo e si nota la "novità" forse.

Recchioni bah, niente di originale e lo sviluppo non è che sorprenda poi molto.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Mercoledì 4 Apr 2012, 22:11:28
Il mensile mi è piaciuto, sarà che adoro i finali aperti, ma mi è sembrato davvero fatto bene, per non parlare dei disegni che mi sono sembrati stupendi. Il cattivo di turno è davvero reale, quasi più da Julia che da Dylan, niente di sopranaturale, ma un orrore re, un serial killer che ha una sua reale personalità e anche gli altri personaggi mi sono sembrati ben caratterizzati...

L'almanacco devo dire che è stata una delusione incredibile e come sapete è difficile che critichi su tutta la linea una storia, ma l'ho trovata proprio inconsistente; tema straabusato e morale direi abbastanza banale e nessuna spiegazione per i gesti inconsulti... nessuno tra il pubblico riconosce Dylan - e passi -, tutti che continuano a votare per far uccidere la gente, non dico gli spettatori a casa che potevano pensare ad una finzione (cosa che penserei anch'io se succedesse), ma il pubblico in sala.. insomma mi pare che si possa capire se unoti muore a due metri... non so credo di non riuscire ad apprezzare Recchioni...forse invecchiando riuscirò a farlo
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Bacci - Mercoledì 4 Apr 2012, 23:29:16
La storia del mensile mi è piaciuta proprio tanto.... e ho anche un bel disegno autografato di Sergio Gerasi 8-)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: prezio - Giovedì 12 Apr 2012, 15:55:49
Letto in colpevole ritardo il numero di gennaio.

Mha... ho sensazioni sia positive che negative, sono combattuto sul giudizio finale. Di per sé la storia non è brutta, ma nemmeno da ricordare. Rimanda ai vecchi albi, ma sa appunto di già visto. Il terrore è presente, ma fino a un certo punto.

Insomma... un albo "a metà", inconcludente... anche a causa del finale non proprio all'altezza.

6 d'ufficio per me!
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Bacci - Martedì 1 Mag 2012, 02:18:07
C'è qualcuno che ha letto il color fest?
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: conker - Martedì 1 Mag 2012, 09:51:17
C'è qualcuno che ha letto il color fest?
giusto ieri e non mi è sembrato davvero niente di particolarmente entusiasmante... fatico un po' a riconoscere Dylan nelle caratterizzazioni grafiche di questi autori della scuola argentina e spagnola
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Martedì 1 Mag 2012, 09:53:07
io sono a meta' del color fest e i disegni non mi dispiacciono ma le storie sono abbastanza un gia' letto...diciamo che gia' l'agomento dell'albo non è che mi interessava molto. son molto piu curioso per quello che dovrebbe essere il prossimo color fest a tema (che uscirà tra un anno), quello sui mondi paralleli per intenderci.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Martedì 1 Mag 2012, 21:25:27
Ma il numero del mese qualcuno lo ha letto?
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: conker - Martedì 1 Mag 2012, 22:27:22
Ma il numero del mese qualcuno lo ha letto?
aha, sì, niente di entusiasmante anche questo  :)

non male i disegni di Nizzoli, all'esordio su DD, la storia invece va via dritta per dritta con diverse cose che ti lasciano un po' perplesso

Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Giovedì 3 Mag 2012, 20:09:53
ho finito il color fest..un albetto senza infamia e senza lode secondo me..credo che fare un albetto che ha come filo conduttore i disegnatori spagnoli e messicani non e' proprio una bella idea e mi sa pure una forzatura..a parte la prima storia che rimanda all'eternauta !!! secondo me deve essere il tema a fare da padrone e non i padroni a essere il tema :)..cmq attendo con impazienza quello sui mondi paralleli che secondo me arrivera' tra un anno esatto..

cmq la prima storia ..quella che si riallaccia all'eternauta e' carina ma e' come le altre letta e riletta..nessun colpo di scena e nessun sconvolgimento..c'e' anche da dire che difficilmente in 32 pagine ci si emoziona ma d'altra parte una bella idea puo' essere ben sviluppata pure in una manciata di paginette ...
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Venerdì 4 Mag 2012, 09:05:09

cmq la prima storia ..quella che si riallaccia all'eternauta e' carina ma e' come le altre letta e riletta..nessun colpo di scena e nessun sconvolgimento..c'e' anche da dire che difficilmente in 32 pagine ci si emoziona ma d'altra parte una bella idea puo' essere ben sviluppata pure in una manciata di paginette ...

La prima storia, sapendo della presenza degli alieni non l'ho ancora letta, ma le altre non mi son sembrate così male, soprattutto quella del patto coll'angelo a me è piaciuta tanto, proprio non mi aspettavo una cosa del genere :-) e anche le altre sue mi sono sembrate originali, non così scontate.

L'albo del mese, anche quello li è piaciuto molto, anche se si sentiva la mancanza di groucho...tantissimo...
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Venerdì 4 Mag 2012, 14:06:32

La prima storia, sapendo della presenza degli alieni non l'ho ancora letta, ma le altre non mi son sembrate così male, soprattutto quella del patto coll'angelo a me è piaciuta tanto, proprio non mi aspettavo una cosa del genere :-) e anche le altre sue mi sono sembrate originali, non così scontate.

L'albo del mese, anche quello li è piaciuto molto, anche se si sentiva la mancanza di groucho...tantissimo...

forse non ci siamo capiti ..a me e' gustato piu' che altri albi..ma sono storielle secondo me...e l'idea del famoso patto e ' palesemente ipotecata da un episodio dei confini della realta'...L'ALTRO POSTO per intenderci e infatti ero arrivato alla conclusione basandomi su quell'idea..ma che hai contro gli alieni ???? l'ultimo albo non l'ho ancora letto..vedremo :)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Venerdì 4 Mag 2012, 17:42:10
Ah, non lo sapevo che era un episodio de Ai confini della realtà, non li ho visti tutti....ma il mio preferito rimane comunque quello dei manichini sia in versione B/N che colori...

comunque mi è paiciuta tanto, non me lo aspettavo, ma anche se me lo fossi aspettato mi è sembrata fatta bene, sono storielline è vero, ma devono essere storie brevi...sono molto d'accordo con te quando dici che non è una buona cosa che sia il filo conduttore siano i disegnatori, è molto più interessante che sia il tema...anche quello scritto da tutte donne insomma...non è che mi abbia comvinto tanto, come filo condittore intendo....

Comunque anche la storia di cavaletto è intrisa di cose già viste, da un sacso di film di paura, ma a me è piaciuta un sacco...


mi sento di promuoverlo anche se devo ancora leggere la prima...
Perchè odio gli alieni? non gli odio a priori, se una storia è ambientata su un altro pianeta può anche andare è quando si mischiano con gli umani che non mi piacciono..ricordo che ne I mercoledì di Pippo lo diceva sempre anche Topolino a Pippo che non poteva infilarceli sempre per spiegare le cose  ;D
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Samuele - Sabato 26 Mag 2012, 14:56:22
Gli albi della serie regolare subiscono un rincaro di 20 centesimi da questo numero. Ora costano € 2,90.

Per la storia: si salva un po' per il finale, nichilista. Per il resto senza infamia e lode, nel senso che ho letto di peggio come DD.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Dante_94 - Sabato 26 Mag 2012, 20:21:29
Onestamente DD non si può più comprare .... il prezzo non è più accessibile ma già da 2 o 3 anni .... io ormai mi sono affidato all'usato se mi va bene mi porto a casa numeri un po' vecchi, scritti anche meglio a solo 70 cent .....
non sapete che significa portarsi a casa la prima edizione de "Il Lungo Addio " perfetta e a 70 cent .....  
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Mercoledì 30 Mag 2012, 18:28:07
Letto il nuovo numero.. L'autopsia.
A me come capita spesso è piaciuto, non c'è sovrannaturale, ma è una storia che si legge bene e che è anche divertente per il ritono si Groucho e di Bloch nelle loro vesti tradizionali, il che mio sembra sia a favore del povero Gualdoni.
Tra le altre cose mi sembra che ci sia un lento ritorno al sesso, il nostro che si consola in modo molto veloce e anche un po' allo splatter anche se ancora non si vede del tutto, insomma credo che il progetto di Gualdoni abbia un ampio respiro e che i primi timidi segnali si stiano iniziando a vedere.
Per la parte grafica direi che sono troppo di parte, adoro Saudelli...
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Lunedì 18 Giu 2012, 06:52:48
ho letto l'ultimo numero (l'imbalsamatore) e mi e' piaciuto..anzi delle ultime storie e' quella che ho gradito di piu'..Gualdoni, e non sparatemi, a me piace come sceneggiatore, e anche come direttore responsabile, perche' come scritto sopra, da proprio l'idea di cercare di riportare finalmente dyd alle origini...ecco finalmente lo sciupafemmine di una volta, alle prese con un caso in cui manca il soprannaturale, ma moooooolto misterioso...si proprio un bel numero
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Andrea87 - Lunedì 18 Giu 2012, 15:36:07

forse non ci siamo capiti ..a me e' gustato piu' che altri albi..ma sono storielle secondo me...e l'idea del famoso patto e ' palesemente ipotecata da un episodio dei confini della realta'...L'ALTRO POSTO per intenderci e infatti ero arrivato alla conclusione basandomi su quell'idea..ma che hai contro gli alieni ???? l'ultimo albo non l'ho ancora letto..vedremo :)

lol l'altro posto è stato parodiato anche in Futurama all'interno del programma di fantasia "La Porta Spaventosa" (insieme ad un guazzabuglio di altri episodi ai confini della realtà, come quello del genio, o quello dell'invasione di piccoli esseri alieni)

Purtroppo in rete sono stati rimossi, ma sono sempre godibili!
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Zapotek - Lunedì 18 Giu 2012, 16:46:55
Tra l'altro, essendo un amante della serie Ai confini della realtà (in particolare la prima produzione anni 60), mi permetto di dire che Dylan dog si è spesso liberamente ispirato alle storie di Rod Serling e più in generale a film celebri del genere horror o fantascientifico. Mi sbaglio? Anche se bisogna ammettere che quella serie, rivoluzionaria per l'epoca e in alcuni episodi con tematiche ancora attuali, ha influenzato molti scrittori (S. King)  autori cinematografici (Spielberg), quindi che tocchi anche ad un fumetto ci sta.

Bisogna però analizzare in che modo questa influenza si sviluppi, perchè da sola non può bastare a fare una bella storia. Turk mi ha indirettamente convinto ad acquistare questo albo, tra l'altro a giorni vi chiederò qualche consiglio su alcuni episodi recenti da recuperare :)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Domenica 29 Lug 2012, 22:48:24
E con "il giudizio del corvo", arriva a completamento la santificazione di dylan! Con recchioni ho un rapporto a zig-zag, come autore di fumetti non mi fa impazzire: per dirla tutta, a parte john doe (almeno le prime due stagioni, le uniche che ho letto) ma che per sua stessa ammissione è tanto suo quanto di bartoli, altri suoi lavori mi hanno lasciato abbastanza indifferente. Come "opinionista" invece lo seguo con piacere anche per sentire ogni tanto una voce provocatoriamente (e studiatamente ;)) contro.
Però l'albo attuale non saprei proprio dire com'è: già questo tipo di storie non mi piace, perchè non c'è una trama vera, è solo un giochino per macinare pagine su pagine. Ma soprattutto mi chiedo se questo sia dylan. O meglio può darsi che lo sia ma il dylan di sclavi, a cui comunque bisogna raportarsi vista la peculiarità del personaggio, sarà stato anche lui una sorta di nuvo cristo redentore sceso sulla terra per accogliere in sè tutti i nostri peccati e purificarci, ma certo la cosa non era così esibita.
Anzi, quel dylan in fondo, pur con tutti gli stessi valori morali tratteggiati oggi da recchioni (ma questa deriva "messianica" è una cosa che va avanti da tempo anche se in modo meno eclatante) era profondamente umano, aveva delle debolezze in cui ci si poteva riconoscere. E l'autoironia, la sua arma vincente? Se qualcuno la avvista faccia un fischio per favore! Per tutto la duarata del "gioco" ho continuato a pensare che recchioni stesse prendendo in giro il lettore e che prima o poi avrei trovato delle scene (http://www.fratellimattioli.it/v1.jpg) così (http://www.fratellimattioli.it/v2.jpg)! Ma mi sbagliavo, era tutto tremendamente serio!
Alla fine il personaggio migliore, seppur non certo originale (puro sclavi al 100%, questo sì), è capitan fantastic!
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fa.Gian. - Lunedì 30 Lug 2012, 13:56:22
Recchioni è in edicola, oltre che con questo DYD, anche con la storia conclusiva della saga di "John Doe", dove si capisce una lezione che lui dimostra di avere appreso molto bene: un personaggio non può andare avanti in eterno.

A tal proposito, l'ultima stagione di John Doe ha sviscerato proprio questo concetto, approfittandone anche per una stilettata alla bonelli:
Nella scena in cui John è stato trasformato in uno schiavo, costretto a far girare una ruota di legno, in un deserto, sotto lo sguardo di guardie mostruose, i suoi compagni di tormento sono un maciste "che sembra fatto della stessa sostanza delle montagne", e con un caratteristico foulard nero da Tex al collo, e un ragazzo stremato che "non ce la fa evidentemente più", grazie alla prospettiva del disegno si intuisce solo che sia proprio Dylan.

Anche nel "Giudizio del corvo" si vede un approccio del genere al personaggio bonelliano, Recchioni, che con questa storia si accomiata (forse definitivamente) prende le distanze dalla serialità, si concetra sulla personalità del personaggio, unico elemento fisso, che lo distingue dagli altri fumetti, e lo mette in una situazione banalmente nerd (la citazione di "SAW"), come piace ai lettori occasionali, e così facendo ne fa il fulcro della storia.

Credo che alla fine mi sia piaciuta proprio per questo.
È più Dylan Dog questa singola avventura, degli ultimi 100 numeri messi assieme.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Bacci - Lunedì 30 Lug 2012, 14:27:46

A tal proposito, l'ultima stagione di John Doe ha sviscerato proprio questo concetto, approfittandone anche per una stilettata alla bonelli:
Nella scena in cui John è stato trasformato in uno schiavo, costretto a far girare una ruota di legno, in un deserto, sotto lo sguardo di guardie mostruose, i suoi compagni di tormento sono un maciste "che sembra fatto della stessa sostanza delle montagne", e con un caratteristico foulard nero da Tex al collo, e un ragazzo stremato che "non ce la fa evidentemente più", grazie alla prospettiva del disegno si intuisce solo che sia proprio Dylan.



Ecco la sequenza http://i.imgur.com/Tw9sO.jpg
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Lunedì 30 Lug 2012, 15:11:45


Ecco la sequenza http://i.imgur.com/Tw9sO.jpg
Bellissima questa sequenza! E che inquadra perfettamente la situazione delle cose.
Ora mi spiego anche perchè recchioni (al di là delle dichiarazioni di prammatica) ha lasciato dylan per tex: il secondo, in virtù di una serie limitata e consolidata di schemi narrativi, ha una vita praticamente infinita ed è sicuramente meno problematico da gestire (ormai lo scrive persino ruju!). Dylan no, chi glielo fa fare alla rockstar del fumetto italiano di mettersi pesantemente in gioco con un personaggio allo stremo? ;D
Comunque non sono d'accordo che questo dylan sia più dylan degli ultimi visti. Ho visto solo un ripetuto gioco citazionistico,

SPOILER

dal ribadire che le sue donne le amate sempre tutte (ormai è diventata stucchevole 'sta cosa), al francescano amore per gli animali (cavolo dylan, non è un cucciolo indifeso, ma una bestia assetata di sangue!), al sacrificio supremo (che però come l'albero delle 3333 pere, è solo un bluff! Non sia mai che ci giochiamo il protagonista), troppa melassa per i miei gusti, io ci avrei visto davvero bene tex alla fine, tutti secchi e aff...o i pipponi moralistici ;D
In fin dei conti anche il mancato ravvedimento dello slash-killer non coglie di sorpresa.

FINE SPOILER

Come è stato, detto il lettore occasionale potrà esserne contento, quello nerd pure, ma io che non sono nè l'uno nè l'altro rimango con una voglia insoddisfatta.
Però il personaggio del corvo ha un suo fascino, temo soltanto che a questo punto non potrà essere ripreso da recchioni
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Bacci - Lunedì 30 Lug 2012, 15:29:24

Però il personaggio del corvo ha un suo fascino, temo soltanto che a questo punto non potrà essere ripreso da recchioni

Speriamo allora che non lo riprenda nessun altro: già mi immagino storie con spiegate tutte le origini del corvo, a cui daranno nome e cognome e tante chiacchiere del genere, meglio che rimanga un personaggio così misterioso, una volta tanto. Recchioni ha spiegato che aveva intenzione di riprenderlo, ma che non se ne farà più nulla.

Recchioni ha già pubblicato qualche storia per tex o sono soltanto progetti in lavorazione?
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fa.Gian. - Lunedì 30 Lug 2012, 15:50:06
Ultimamente Dylan era sempre più una specie di "Edward", il vampiro-emo di "Twilight", senza più nulla del personaggio originale di Sclavi.

Recchioni, in questa singola storia, recupera invece tutti i clichè del personaggio, e ne analizza la personalità, le scelte possibili, il rapporto con la sua realtà, togliendolo dalla NOSTRA realtà.

Il corvo (che se non fosse impossibile, direi che mi ricorda il cattivo della recente serie "Lupin III - Mine Fujiko to iu onna") è un personaggio molto "sclaviano", onirico, quasi impossibile ed è una cosa che da troppo tempo mi mancava nelle storie, dove abbondavano isterici killer, pazzi, mostri assurdi, ma nessuno così palesemente surreale, potente e carismatico.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Bramo - Martedì 31 Lug 2012, 23:02:25
Come è stato, detto il lettore occasionale potrà esserne contento, quello nerd pure, ma io che non sono nè l'uno nè l'altro rimango con una voglia insoddisfatta.

Dal momento che io invece sono sia nerd che lettore (molto) occasionale di Dylan Dog ;) , incuriosito dai commenti vostri e altrove per il web, invitato da Bacci e apprezzando Recchioni come autore, oggi ho comprato e letto Il Giudizio del Corvo. :)
Oh, a me è piaciuto! L'idea di base dell'essere che giudica chi sia meritevole e chi no, originale o ripresa da Saw che sia, mi ha intrigato moltissimo, e come dicono FaGian e piccolobush il personaggio stesso del Corvo mi ha molto colpito, misterioso, dotato di una certa classe, freddo e calcolatore, che si arroga il diritto di giudicare il valore delle persone... da solo, è denso di riflessioni morali :)
Veder recitare questo Dylan, poi, m'è piaciuto: ho apprezzato il gioco meta-letterario del far puntare il dito del Corvo contro i difetti/paure di Dylan , che riflette sulle caratteristiche del personaggio e della testata senza però intaccare minimamente il livello di lettura più "normale".

Il tutto appare come il viaggio di un uomo dentro sé stesso, dove capire quali sono i propri peccati e quali i limiti da superare, in un gioco al massacro del nostro Io più intimo e nascosto che il Corvo sa far emergere con precisione chirurgica.
In tutto questo, ho trovato efficace il personaggio di Capitan Fantastic, capace di offrire molto più di quanto non si creda. Un colpo di genio di Recchioni questo personaggio e il suo sviluppo.

I disegni del buon Caluri (non sapevo lavorasse anche per la Bonelli!) li ho trovati davvero buoni, molto bello il suo Dylan, efficace il Corvo, buona la "donna del mese" e anche qui, comunque, spicca Capitan Fantastic che è proprio emblematico. :P

Insomma, soddisfatto! Ho trovato una storia con più livelli di lettura, che si concentra sulle angosce degli esseri umani, sui propri rimpianti, debolezze, colpe attraverso una trama dichiaratamente non originale ma che presenta varie finezze di sceneggiatura e una svolta interessante verso la fine.

PS: Rrobe ha pubblicato oggi sul suo blog i dietro le quinte di questa storia (http://prontoallaresa.blogspot.it/2012/07/dylan-dog-311-il-giudizio-del-corvo.html) ;)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Sabato 4 Ago 2012, 09:56:49
Probabilmente sono io che non sono preparato ad un nuovo dylan ;)
Il dylan che piace a me è quello dove l'introspezione (riguardo dylan o altri personaggi) si coniuga ad una trama degna di questo nome. Un esempio e forse una delle storie più belle, non solo dylaniane, è "memorie dall'invisibile", quasi un simbolo della scrittura sclaviana. Ma anche, per citarne solo un altro, "la strada per babenco" di accatino (credo). E che poi era lo stesso meccanismo, seppur amplificato, che era alla base di napoleone, serie scritta da ambrosini che ho letteralmente amato.
Se c'è solo la parte di "indagine" può andare lo stesso, almeno l'albo si fa leggere.
Ma storie come questa dove c'è solo la parte "rfilessiva",  "analitica", io trovo debbano essere di minor lunghezza, un intero albo a leggermi le eleucubrazioni e i tormenti di chicchessia, non ce la faccio! Sarà che sono un insensibile. E' che dopo un po', se non c'è altra carne al fuoco, mi stanco di quello che considero solo un esercizio narrativo (poi mi sbaglio, sarà un capolavoro, ma sto parlando di cosa piace a me ;))

PS: Rrobe ha pubblicato oggi sul suo blog i dietro le quinte di questa storia (http://prontoallaresa.blogspot.it/2012/07/dylan-dog-311-il-giudizio-del-corvo.html) ;)

Interessante quando dice del progetto che era allo studio con barbato e medda: di recchioni, eccetto mater morbi (che in effetti costituisce un'eccezione a quanto dicevo sopra, perchè mi è piaciuta, sono un tipo che ama contraddirsi!), le altre prove di dylan non mi hanno soddisfatto molto, mentre medda e la barbato sono stati i miei due unici riferimenti extra-sclavi, pur se sostanzialmente diversi fra loro. Oddio, l'idea dei cattivoni ricorrenti che poi si sarebbero uniti contro dylan, non mi fa impazzire, fa troppo super-eroi (e qualcosa mi dice che l'idea iniziale era di recchioni, sarebbe il suo stile!), soprattutto in un universo narrativo come quello di dylan, ma sarebbe stato interessante vedere come sarebbe stato.

Curioso piuttosto che nei suoi commenti recchioni critichi il fatto che dylan è circondato di figure amorevoli che lo aiutano (ma io trovo che sia giusto così, è dylan, non è tex, non è un eroe e non può, non deve, diventarlo) e poi gli "regala" un capitan fantastic che gli toglie le castagne dal fuoco! Proprio vero che tra il dire e il fare c'è di mezzo il mare ;D
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Sabato 4 Ago 2012, 19:08:28
A me l'ultimo albo non è piaciuto quasi per niente.
Si fa un gran parlare del fatto che non abbiamo più il Dylan di una volta, che le storie di oggi sono insipide e poi una storia fatta di nulla come questa riesce a trovare una grande risposta tra il pubblico, almeno quello che poi commenta su intenet. Io sono un po' come Piccolobush, a me piace Dylan dal 92 quando ho iniziato a leggerlo e mi piace perchè prima di tutto è un investigatore, con i problemi delle persone normali, le bollette e tutto il resto, per questo ho amato il "numero duecento" perchè la Barbato mostra come sia iniziato un mestiere un po' particolare. Le storie di Sclavi avevano come protagonista, un Dylan con dei principi, l'animalismo in primis, che poi porta come consegueza il suo essere vegetariano, ma a parte questo, tutti gli altri, fobie comprese, sono sempre state quasi un "essere personaggo" più che fobie vere e proprie, sfido una persona che soffre di vetigini a salire su un cornicione per andare dalla sua belle, mi è capitato la Iena tra le mani l'altro giorno e lì, pur non essendo una storia culto  si vede questo, un Dylan che indaga, che pur di arrivare al suo scopo, conoscere la tipa della iena, fa di tutto per poi innamorarsene alla fine...insomma tutta questa lunga disamina solo per dire che io trovo aberrante il progetto che descrive Recchioni e non mi stupisco che Gualdoni li abbia allontanati tutti e tre.
Che creino un personaggio nuovo con le caratteristiche che descrivono ma ci lascino il nostro Dylan, fatto di ironia, di savalderia, di probemi quotidiani e soprattutto di indagini.... poi comepiccolobush io esprimoo solo la mia idea ...ora vado a leggere l'albo di Julia...
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Bacci - Sabato 4 Ago 2012, 20:22:11
Sono andato a rileggere bene sul blog di recchioni e devo dire che quel progetto naufragato di cui parlava in trio con la barbato e medda sarebbe stato sicuramente interessante per certi versi, ma ragionavo sul fatto che come ha scritto, pensavano di togliere di mezzo bloch per sostituirlo con un altro ispettore più carognoso; secondo me sarebbe stato uno sbaglio enorme e vi dico perché: bloch, come groucho, è un personaggio bellissimo, in molte delle prime storie vecchie secondo me era usato stra-bene ma negli ultimi empi non facevano altro che fargli dire "qui mi  gioco la pensione" trasformandolo in una macchietta bidimensionale, lo stesso vale per groucho, personaggio geniale ma che in mano agli scrittori di oggi sembra solo un disco rotto e quando provano afargli fare qualcosa di nuovo (mi ricordo una storia recente in cui commentava la morte di una signora grassa rimanendo serio serio) sembra
ridicolo....

E recchioni e gli altri invece di mettersi lì a scrivere bene di questi due personaggi preferiscono farli fuori e mettere axel con l'ascia e mater morbi e il corvo che si alleano contro dylan e pure un nuovo ispettore? Troppo facile eludere il problema della mancanza di inventiva con in personaggi classici togliendoli di mezzo così, come nell'ultimo suo dylan... Sinceramente dylan dog non è john doe ma forse recchioni voleva trasformarlo in qualcosa di simile

Quindi sono contento di aver visto questa storia del corvo perchè ci ha mostrato cosa questo progetto avrebbe potuto essere e che direzione avrebbe potuto prendere, e poi perché il corvo e capitan fantastic mi sono piaciuti un sacco (ma attenzione, mi sono piaciuti proprio perché spero che rimarranno per questa storia e basta) ma sinceramente non rimpiango di molto la mancata realizzazione di questo progetto, anche se il mio parere non conta un gran che.

D'altronde, o si prova a cambiare le carte in tavola come stavano pensando di fare, o si prova a scrivere storie in modo più classico (e a parte qualcuna, di recenti non ne trovo di particolarmente riuscite, anzi, ricordo delle fetecchie belle e buone come un'affezionata clientela, che del classico dylan non aveva proprio niente) oppure ci si arrende a questa visione qui

Citazione
http://i.imgur.com/Tw9sO.jpg

e buonanotte.

io so solo che sono anni che queste storie non mi coinvolgono più... un po' di continuity in più tra un mese e l'altro l'apprezzerei volentieri, quello sì, ma senza cambiamenti di rotta così bruschi.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Domenica 5 Ago 2012, 02:10:49
bloch, come groucho, è un personaggio bellissimo, in molte delle prime storie vecchie secondo me era usato stra-bene ma negli ultimi empi non facevano altro che fargli dire "qui mi  gioco la pensione" trasformandolo in una macchietta bidimensionale, lo stesso vale per groucho, personaggio geniale
Sì, è quello che dicevo anche io nei post precedenti. Bloch è una figura di uno spessore pazzesco. Ricordo una storia (forse in uno dei primi almanacchi) in cui un tale, indiziato, gli chiedeva di aiutarlo, perchè lui era solo, non aveva nessuno e l'ispettore sicuramente poteva capirlo. E quando bloch gli chiede come fa a dire una cosa del genere, quello gli risponde "perchè lei è solo come me, lo capisco dalle scarpe sciolte che porta"! Una scena che forse sembrerà cretina (a causa anche della mia memoria imperfetta che mi impedisce di scriverla testualmente, perchè l'effetto era molto migliore) ma che in realtà testimonia la tragicità di questo personaggio, che non merita di essere ridotto a fare il passacarte di dylan come succede da anni.
Per groucho vale lo stesso, sembra incredibile che quasi nessuno abbia compreso le sue potenzialità, il suo essere dirompente, la sua totale indipendenza, quello tosto del duo è lui, lui è l'unico che resta in piedi quando dylan vacilla: in "marionette", contenuta in un gigante di diversi anni fa, scritta da gonano (l'autore del commissario spada), una sorta di burattinaio ambulante riusciva ad irretire le persone, a farne delle vere marionette viventi, di cui lui tirava i fili. Solo con groucho fallì e il complice del brattinaio, mentre il baffuto barzelletiere si allontana, dice: "nessuno potrebbe costringerlo a fare ciò che non vuole".
Groucho è l'unico a capire davvero dylan e i suoi tormenti, è la sua ancora di salvezza, era quello che dava ritmo alle storie con le sue battute e in tutto questo mi tocca leggere che la barbato lo reputa il personaggio più difficile perchè è un casino inventarsi tutte quelle barzellette!
Mi sembra giusto: non sappiamo usare i personaggi, allora togliamoli e mettiamone di nuovi! Bello!
Vado al ristorante "vorrei del pollo arrosto". "No mi spiace, il pollo non lo sappiamo cuocere, le porto dell'insalata di riso" :P
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Domenica 5 Ago 2012, 10:04:11
Infatti, il problema è proprio quello...sono personaggi difficili, sono profindi e pieni di sfaccettature, non riescono ad usarli, perchè forse non li capiscono, non riescono a percepire l'umanità cheNon hanno.
Io credo che la cosa migliore sarebbe cercare di imparare a capire i comprimari e non rendere un Eroe Dylan, che non lo è  e non lo è mai stato.
Tornando alla storia del mese quello che risulta stonato non è tanto l' ispirazione a Saw, che io non ho neanche mai visto, amando i l'horror più classico, ma il motivo per cui Dylan di trova in quella stuazione, ci si ritrova all'improvviso, andando a perdere tutta quella che è la sua quotidianità...Sclavi spesso si ispirava a film dell'orrore, ma di solito Dylan indagava, si faceva aiutare da tanti comprimari che sono tutti tanto interessanti Wells per esempio. così folle da rendere possibile tutto, ma calato nel reale...insomma qua si vuol scrivere di un altro personaggio, con altre caratteristiche e con altri compagni...questo mi pare chiaro...la domanda è perchè?
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Domenica 5 Ago 2012, 10:41:39
insomma qua si vuol scrivere di un altro personaggio, con altre caratteristiche e con altri compagni...questo mi pare chiaro...la domanda è perchè?
Secondo me un po' perchè non sono capaci, un po' perchè pensano che questo dylan sia ormai al limite (d'altronde il pensiero di recchioni è esplicito). Su questa seconda parte, come detto, non sono d'accordo, ma non sono un autore e quindi probabilmente sbaglio io, però voglio pensare che quello di recchioni (ma anche la barbato ha smesso con dylan? E' detto da qualche parte? Su medda non saprei, è sempre stato molto occasionale) sia davvero un allontanamento voluto da gualdoni e non opportunisticamente volontario, segno che il curatore (pur piacendomi poco come autore) non si è ancora arreso all'idea di dover alzare bandiera bianca
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Domenica 5 Ago 2012, 11:04:00
Anch'io non penso che sia al limite, anzi io credo he abbia ancora tanto da dire...i possibili casi da risolvere sono infiniti...se solo si iniziasse a farlo lavorare...io credo che sia questa la cosa che manca di più...non per essere ripetitiva, ma io credo che l'unica strada per far delle belle storie sia ripartire dai fondamentali del personaggio e tanta umiltà, sapendo che l'Idea l'ha avuta Sclavi e la sfida è quella di rigenerare la magia del personaggio,io vedo albo dopo albo che Gualdoni ci sta provando, io penso che sappia di non essere all'altezza di Sclavi, ma cerca di limitare i danni...e poi forse prima o poi arriverà un umile sceneggiatore senza manie di proagonismo che sentirà come un onore poter scrivere una storia di Dylan....

Se si leggono i commenti sull'ultimo numero si vede che c'è entusiasmo, entusiasmo perchè c'è introspezione, c'è analisi del personaggio, psicologia insomma... mi sembra di leggere dei saggi su dylan non storie di Dylan....
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fa.Gian. - Domenica 5 Ago 2012, 11:44:36
Sul catalogo per i 50 anni di Diabolik, ho letto un breve articolo scritto da Berardi, su come negli anni '70 avesse proposto due sceneggiature alle sorelle Giussani, e queste gli avessero risposto (con tanto e gentilezza, ma molto fermamente) che lui non aveva scritto una sceneggiatura di Diabolik, ma di un suo (di Berardi) personaggio, con calzamaglia nera.

Diabolik sono 50 anni che racconta sempre la stessa storia, che ha sempre gli stessi clichè ed è amato PROPRIO per quello dal suo pubblico (alcuni difetti sono diventati punti di forza, come le battute sul fatto che a Clerville non esistono elicotteri, o Diabolik soccomberebbe a ogni albo ^^), ma siamo sicuri che questo approccio sarebbe adatto a Dyd e soprattutto ai suoi lettori?

Credo che da questo punto di vista, la storia di Recchioni sia valida, perchè non si limita a fare una storia di Dylan, ma cerca di mettere a nudo il personaggio, anche a beneficio dei futuri sceneggiatori.

Interessanti le analisi che ho letto qua sopra su Welles, Bloch e Groucho, se l'approccio di Recchioni venisse fatto anche sui comprimari, si avrebbe un ottimo punto di partenza, per riavere il vecchio DYD senza scadere nel clichè, perchè si potrebbe raccontare qualsiasi storia (Berardianamente), senza uscire dalla filosofia della serie e dei personaggi
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Domenica 5 Ago 2012, 12:54:55
Il discorso su Diabolik è giustissimo e sempre viene alla mente quando si affronta il discorso. A me Diabolik piace tantissimo,non lo colleziono più perchè si deve fare una scelta ad un ceto punto, ma ogni albo che mi capita di leggere è sempre una sensazione piacevole; la differenza con Dylan però è molto profonda, lameno dal mio punto di vista.
Diabolok è un ladro e di principi ne ha uno solo, l'amore eterno per la sua Eva; tutto il resto è solo un'eterna sfida con se stesso più che con Ginko, il quale si sa, non riuscià mai a far giustiziare il suo acerrimo nemico, non ci sono comprimari e non c'è possibilità di far evolvere il canovaccio, ripeto Diabolik è un ladro che ruba non per denaro, ma per continuare ad affinare le tecniche per dimostrare a se stesso che è Lui il migliore. Dylan Dog è su un altro livello, più terreno e più umano; il canovaccio, secondo me, dovrebbe essere l'indagine, non per forza la bella ragazza di turno, ma un cliente sì, da cui poi dar vita a tutta la fantasia di cui sono capaci gli sceneggiatori, ma senza perdere lo spirito del personaggio, che è quello di un "ragazzo" di trent'anni, che cerca l'amore della sua vita, che vuole innamorarsi, che ha dei principi, ma non poi così validi e una valanga di conoscenti a cui rivolgersi....negli ultimi numeri è diventato un moralista, senza ironia che è la sua caratteristica principale, svogliato nelle indagini e troppo pieno di se... questo secondo me è santurare il personaggio; inoltre nell'ultima storia non si trova neppure a fare delle scelte poi così manichee, non uccide il cane, nonostante si tratterebbe in ogni caso di lettima difesa, riesce in modo del tutto improbabile a non farlo, interessante sarebbe stato porre Dylan, volendo fare un'analisi del personaggio di fronte ai propri principi e mettendoli davvero in dubbio, di fonte a delle scelte senza uno spettatore, in cui i conti doveva farli solo con la propria coscienza, senza uno spettatore che in ogni caso lo giudica e di fronte al quale in qualche modo deve dimostrare di essere coerente...non so, forse nelle intenzioni c'era la volontà di scardinare le sicurezze di Dylan, ma ne esce fuori un personaggio irreale e non comprensibile, non umano, perchè Dylan Dog deve avere dei principi forti, ma delle debolezze umane, altrimenti diventa quello che non è..un eroe e non credo che i lettori vogliano questo.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Bacci - Domenica 5 Ago 2012, 15:23:41
Secondo me un po' perchè non sono capaci, un po' perchè pensano che questo dylan sia ormai al limite (d'altronde il pensiero di recchioni è esplicito). Su questa seconda parte, come detto, non sono d'accordo, ma non sono un autore e quindi probabilmente sbaglio io, però voglio pensare che quello di recchioni (ma anche la barbato ha smesso con dylan? E' detto da qualche parte? Su medda non saprei, è sempre stato molto occasionale) sia davvero un allontanamento voluto da gualdoni e non opportunisticamente volontario, segno che il curatore (pur piacendomi poco come autore) non si è ancora arreso all'idea di dover alzare bandiera bianca

La  versione ufficiale come di certo saprete  è che, tutto questo progetto dei cattivoni contro dylan e di far fuori temporaneamente bloch , era stato approvato e non si è realizzato perché poi gli autori coinvolti hanno avuto percorsi e impegni diversi. Se poi sotto sotto sono stati allontanati questo non è dato sapere eheh
Quello che so solo è che su molti spazi web in passato c’è sempre stato  un grosso discutere sul fatto che recchioni e la barbato sono stati allontanati da dylan contro il loro volere, probabilmente tutte chiacchiere da bar nel 90% dei casi.
A me come progetto anche ora continua a non convincere, su carta, per come è stato presentato. Probabilmente non sarebbe stato neanche orribile vedere una cosa del genere per un breve ciclo di storie, ma secondo me come anche piccolobush ha scritto è un modo come un altro per tirare avanti eludendo i problemi veri.
Per qualunque motivo ciò non sia andato in porto, io credo che gualdoni voglia provare con tutte le sue forze a rimettere in carrellata dylan, e gli auguro di farcela, alla faccia di chi dice che il personaggio è scoppiato e finito da un pezzo

Per groucho vale lo stesso, sembra incredibile che quasi nessuno abbia compreso le sue potenzialità, il suo essere dirompente, la sua totale indipendenza, quello tosto del duo è lui, lui è l'unico che resta in piedi quando dylan vacilla: in "marionette", contenuta in un gigante di diversi anni fa, scritta da gonano (l'autore del commissario spada), una sorta di burattinaio ambulante riusciva ad irretire le persone, a farne delle vere marionette viventi, di cui lui tirava i fili. Solo con groucho fallì e il complice del brattinaio, mentre il baffuto barzelletiere si allontana, dice: "nessuno potrebbe costringerlo a fare ciò che non vuole".

No, ma il la storia di dylan scritta da Gonano voglio leggerla assolutamente (amo il commissario spada!)!
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Domenica 5 Ago 2012, 21:46:32
Diabolik sono 50 anni che racconta sempre la stessa storia, che ha sempre gli stessi clichè ed è amato PROPRIO per quello dal suo pubblico (alcuni difetti sono diventati punti di forza, come le battute sul fatto che a Clerville non esistono elicotteri, o Diabolik soccomberebbe a ogni albo ^^), ma siamo sicuri che questo approccio sarebbe adatto a Dyd e soprattutto ai suoi lettori?
E' fin troppo banale osservare, come ha detto infatti silvia, che siamo di fronte a due personaggi diversi ;). Diabolik è anche più monocorde di tex. Diabolik ancor più di tex, praticamente si scrive da solo, intendendo con questo non che sia semplice, nè che possa farlo il primo che passa, ma che deve essere scritto in un certo modo e basta.
Però tra il dylan di sclavi e quello proposto dalla triade recchioni-barbato-medda, ci sono una discreta varietà di vie di mezzo...

No, ma il la storia di dylan scritta da Gonano voglio leggerla assolutamente (amo il commissario spada!)!

... e mi ricollego proprio a quella storia perchè gonano realizzò appunto una piccola perla (non riuscitissima fino in fondo, ma insomma si parla di dettagli): non imitò pedissequamente sclavi come faceva chiaverotti, semplicemente scrisse una storia sua che poteva sembrare essere stata ideata da sclavi. C'era molto del creatore, un dylan fragile e quasi in balia degli eventi, una indagine portata avanti, un groucho protagonista come sa esserlo lui, quasi senza darlo a vedere, una galleria di personaggi come, purtroppo, può capitare di incontrare davvero.
Però capivi che non era di sclavi perchè non ti dava quel senso di "claustrofobia" che, almeno a me, viene quando leggo una storia scritta ad imitazione di altre, è una lettura assolutamente fluida e scorrevole, non ti fermi a pensare ogni due tavole "cavoli questo sta imitando sclavi".

Tengo a precisare che questa mia "ossessione" per sclavi è dovuta ad un fatto ben preciso: non è che io sia un talebano dell'autore pavese, ma il fatto è che dylan dog ha ragion d'essere perchè pensato in quella maniera. Non è un personaggio "universale" o comunque deformabile (come invece è, entro limiti abbastanza ampi, martin mystere, per esempio) che puoi modellare a tuo piacere, per essere dylan deve avere quelle caratteristiche che il suo ideatore gli ha dato, perchè sennnò semplicemente non è più lui, è un personaggio talmente peculiare che se gli cambi qualcosa non è più lui.
Dopotutto dylan nacque nel periodo d'oro dello splatter, quando in edicola abbondavano riviste come "mostri", "splatter" e altre amenità del genere. A volte contenevano anche materiale interessante, ma al 90% erano cose che oltre l'effetto splatter appunto, non offrivano molto altro. Passata la moda, scomparvero tutte, tutte tranne dylan che si reggeva su pilastri completamente differenti e fino a quel momento praticamente inediti.
Che poi non è che altri personaggi bonelli siano molto diversi: tex è ritornato a piacere appena è tornato ad essere tex. Per zagor, dopo anni in cui non si sapeva come cavolo andare avanti, hanno trovato il colpo di genio, ritornare allo stile-nolitta. Mister no, altro personaggio, come dylan, molto caratterizzato, una volta esaurita l'ambientazione amazzonica, è stato chiuso nonostante tenativi di rianimazione durati anni e rivoltandolo come un calzino. Di julia non serve nemmeno parlarne, è l'immobilità fatta fumetto.
Probabilmente solo MM è abbastanza flessibile, probabilmente grazie anche al tipo di pubblic che lo segue e basta perchè è mezz'ora che scrivo e mi son pure dimenticato quello che volevo dire ;D
I'm sorry :-[
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Domenica 5 Ago 2012, 22:29:28
Diabolik sono 50 anni che racconta sempre la stessa storia, che ha sempre gli stessi clichè ed è amato PROPRIO per quello dal suo pubblico (alcuni difetti sono diventati punti di forza, come le battute sul fatto che a Clerville non esistono elicotteri, o Diabolik soccomberebbe a ogni albo ^^), ma siamo sicuri che questo approccio sarebbe adatto a Dyd e soprattutto ai suoi lettori?
E' fin troppo banale osservare, come ha detto infatti silvia, che siamo di fronte a due personaggi diversi ;). Diabolik è anche più monocorde di tex. Diabolik ancor più di tex, praticamente si scrive da solo, intendendo con questo non che sia semplice, nè che possa farlo il primo che passa, ma che deve essere scritto in un certo modo e basta.
Però tra il dylan di sclavi e quello proposto dalla triade recchioni-barbato-medda, ci sono una discreta varietà di vie di mezzo...

No, ma il la storia di dylan scritta da Gonano voglio leggerla assolutamente (amo il commissario spada!)!

... e mi ricollego proprio a quella storia perchè gonano realizzò appunto una piccola perla (non riuscitissima fino in fondo, ma insomma si parla di dettagli): non imitò pedissequamente sclavi come faceva chiaverotti, semplicemente scrisse una storia sua che poteva sembrare essere stata ideata da sclavi. C'era molto del creatore, un dylan fragile e quasi in balia degli eventi, una indagine portata avanti, un groucho protagonista come sa esserlo lui, quasi senza darlo a vedere, una galleria di personaggi come, purtroppo, può capitare di incontrare davvero.
Però capivi che non era di sclavi perchè non ti dava quel senso di "claustrofobia" che, almeno a me, viene quando leggo una storia scritta ad imitazione di altre, è una lettura assolutamente fluida e scorrevole, non ti fermi a pensare ogni due tavole "cavoli questo sta imitando sclavi".

Tengo a precisare che questa mia "ossessione" per sclavi è dovuta ad un fatto ben preciso: non è che io sia un talebano dell'autore pavese, ma il fatto è che dylan dog ha ragion d'essere perchè pensato in quella maniera. Non è un personaggio "universale" o comunque deformabile (come invece è, entro limiti abbastanza ampi, martin mystere, per esempio) che puoi modellare a tuo piacere, per essere dylan deve avere quelle caratteristiche che il suo ideatore gli ha dato, perchè sennnò semplicemente non è più lui, è un personaggio talmente peculiare che se gli cambi qualcosa non è più lui.
Dopotutto dylan nacque nel periodo d'oro dello splatter, quando in edicola abbondavano riviste come "mostri", "splatter" e altre amenità del genere. A volte contenevano anche materiale interessante, ma al 90% erano cose che oltre l'effetto splatter appunto, non offrivano molto altro. Passata la moda, scomparvero tutte, tutte tranne dylan che si reggeva su pilastri completamente differenti e fino a quel momento praticamente inediti.
Che poi non è che altri personaggi bonelli siano molto diversi: tex è ritornato a piacere appena è tornato ad essere tex. Per zagor, dopo anni in cui non si sapeva come cavolo andare avanti, hanno trovato il colpo di genio, ritornare allo stile-nolitta. Mister no, altro personaggio, come dylan, molto caratterizzato, una volta esaurita l'ambientazione amazzonica, è stato chiuso nonostante tenativi di rianimazione durati anni e rivoltandolo come un calzino. Di julia non serve nemmeno parlarne, è l'immobilità fatta fumetto.
Probabilmente solo MM è abbastanza flessibile, probabilmente grazie anche al tipo di pubblic che lo segue e basta perchè è mezz'ora che scrivo e mi son pure dimenticato quello che volevo dire ;D
I'm sorry :-[
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fa.Gian. - Domenica 5 Ago 2012, 22:50:50
Ma non ero io a paragonare DYD a Diabolik, facevo solo notare come molti volessero un Dylan cristallizzato, PROPRIO come lo è Diabolik da... sempre

Secondo me, APPUNTO perchè diversi, gli esperimenti su DUD sono più fattibili
Buoni o meno Buoni, questo è innegabile, ma c'è appunto maggiore campo d'azione, nel caso dell'Old Boy, che permette di provare altro

Il problema è appunto che Dylan e i suoi compagni d'avventura, non paiono avere più un carattere forte e sfacettato come quando lo scriveva Sclavi, i loro dubbi e incertezze ora riflettono solo quelle di chi li scrive, senza metterci nulla più di un buon mestiere.

Quindi la storia del RRobe, IMHO, era utile appunto per mostrare cosa sia davvero la mentalità del personaggio, e applicando lo stesso metodo anche agli altri deuteragonisti, si poteva avere un "bignami" che poteva essere d'aiuto ai futuri sceneggiatori.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Domenica 5 Ago 2012, 23:28:16
Ma non ero io a paragonare DYD a Diabolik, facevo solo notare come molti volessero un Dylan cristallizzato, PROPRIO come lo è Diabolik da... sempre
L'avevo capito, è che poi son partito per la tangente ;D
Comunque, almeno io, non voglio un dylan cristallizzato. Vorrei che un autore ci desse la sua versione di dylan seguendo però i "precetti" di sclavi. Capisco che sia facile da dire ma da fare non tanto. Ma d'altra parte a cosa serve allora essere un autore di fumetti? Se fosse una cosa alla portata di tutti, lo farei da me.
E' esattamente questo che mi aspetto da recchioni e gli altri, che siano capaci di scrivere le loro storie di dylan rispettandolo, cambiandone eventualmenete degli aspetti, ma non stravolgendolo.
Poi capisco anche il discorso dell'editore: dylan va mantenuto in vita perchè è troppo importante e allora piuttosto che chiuderlo perchè non si riesce a tornare ai livelli passati è meglio stravolgerlo, tanto gente che lo compra a sufficienza ci sarà sempre (anche io continuo a farlo pur piacendomi solo un albo ogni tanto), oltre al fatto che magari il cambiamento potrebbe anche andar bene.
Però io non sono un editore, sono un lettore e ragiono da lettore :P
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Bacci - Venerdì 10 Ago 2012, 22:45:33
Ho letto il Dylan Dog Color Fest numero 9, e ho trovato buone tre storie su 4, e complimenti al "nostro" Paolo Mottura per l'esordio sulle pagine di Dylan  :)
La storia che proprio non mi è piaciuta è l'ultima, mentre le mie preferite sono quelle di Boselli/Rossi e di Baraldi/Mottura.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: conker - Sabato 11 Ago 2012, 12:14:36
Ho letto il Dylan Dog Color Fest numero 9, e ho trovato buone tre storie su 4, e complimenti al "nostro" Paolo Mottura per l'esordio sulle pagine di Dylan  :)
La storia che proprio non mi è piaciuta è l'ultima, mentre le mie preferite sono quelle di Boselli/Rossi e di Saraldi/Mottura.

sono d'accordo con te, Bacci... la migliore IMHO è Il Bottone di Madreperla, buon esordio di Mottura anche se lo stile secondo me tradisce una maggior dimestichezza su altri generi

non mi convince sempre, ma ci sono vignette davvero eccellenti  :)

Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: UomoCheSapevaTroppo - Domenica 12 Ago 2012, 03:38:53
Ho letto il Dylan Dog Color Fest numero 9, e ho trovato buone tre storie su 4, e complimenti al "nostro" Paolo Mottura per l'esordio sulle pagine di Dylan  :)
La storia che proprio non mi è piaciuta è l'ultima, mentre le mie preferite sono quelle di Boselli/Rossi e di Saraldi/Mottura.

Dovrebbe essere quello con una storia di Alex Crippa, mio ex prof! Però nella rpesentazione dell'ultimo albo mica lo citavano! Difatti ho chiesto a lui se è stato "spostato"... confermi che non sia presente come Sceneggiatore?
Comunque a giorni lo piglio anche io.

Sul Giudizio del Corvo. La amo ma NON perchè è una storia DI Dylan, ma CHE PARLA di Dylan.
E' un divertissement. Come LA SCELTA, mitico Speciale di DyD della Barbato.
Son cose per i fan di DyD storici e bona. Poi va beh, questa in particolare è anche accessibile a tutti (La Scelta era un polpettone di continuity!).

Però Dylan è altro.. è Sclavi soprattutto. Ma anche altri han saputo scriverlo bene. Lucarelli con la sua unica prova (affiancato da Sclavi ne La Strada Verso Il Nulla, uno dei miei DyD preferiti) ha dimostrato di saperci fare.

DyD è soprattutto SOGNO. Ancora prima di incubo. Lo dimostrano appunto le storie di Sclavi.

La già citat Memorie Dall'Invisibile è un capolavoro quasi irraggiungibile, chi non la conosce trovi il modo di leggerla (parliamo del lontanissimo numero 19 ) e capirà di che sto parlando.

Tutto il diario dell'"uomo invisibile" è qualcosa di sublime.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Bacci - Domenica 12 Ago 2012, 03:47:58
Non c'è la storia di Crippa... Le storie presenti in questo numero sono firmate Boselli/Rossi, Mantero/Belli/Freghieri, Baraldi/Mottura e Gualdoni/Leomacs.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Domenica 12 Ago 2012, 09:26:06
DyD è soprattutto SOGNO. Ancora prima di incubo. Lo dimostrano appunto le storie di Sclavi
Completamente d'accordo, le storie di dylan davvero irresistibili sono quelle che si muovono in bilico tra sogno (o fantasia) e realtà, dove le due cose si confondono in maniera indistricabile.
C'è stato chi è riuscito a scrivere storie del genere ma mai in maniera continuativa vuoi perchè poco attivi (vedi appunto lucarelli ma anche medda e altri già citati negli ultimi post), vuoi perchè forse portati per un genere di trame più "solide" (la barbato ad esempio scrive degli ottimi gialli, anche densi di riflessioni, ricordo "la sciarada" o "il prezzo della morte", ma quando tenta la via del dylan più puro, a volte riesce ma per lo più fa dei tonfi pazzeschi).

Sull'ultimo color fest (dove non c'è crippa! Uomo me l'avevi anticipato mesi fa e non è vero! Sei un uomo mendace! ;D) mi sono piaciute quelle di boselli e della baraldi (per la quale, forse, la trentina di pagine a disposizione nei color sono un po' pochine per permetterle di mostrare in pieno la sua carta migliore, uno stile di scrittura avvincente), abbastanza l'ultima (una rilettura diversa dal solito di "incontri ravvicinati..." :P), la seconda mi ha lasciato molte perplessità, a cominciare dall'idea di ripescare, in questi albi, personaggi dimenticati della serie regolare, mi sembra una idea poco felice
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Giovedì 30 Ago 2012, 20:49:58
ora verro' bastonato ...
ho preso l'ultimo dylan dog (epidemia aliena ) e mi e' proprio piaciuto..
diciamolo subito..non e' un capolavoro e non porta l'acqua alle storie storiche, ma rispetto allo standard che mi sono abitutato negli ultimi tempi (anni) devo dire che mi son trovato davanti a una storia godibile e divertente. e questa storia segna il ritorno ai pennelli dopo tanti anni di assenza dalla testata di Luca Dell'Uomo (autore di diabolo il grande). ai testi invece c'e' Gualdoni, il quale anche se spesso sceneggia storie opianabili, fa di tutto a mio vedere, di riportare dylan al passato. non solo riesumando personaggi e tematiche dei bei tempi che furono ma cercando di portare avanti la lezione di Sclavi..partendo da uno spunto conosciuto o palesato e buttandoci dentro di tutto..qua si ha come spunto dichiarato una pellicola (divertentissima e che consiglio) dal titolo italiano IL PRIMO DEI BUGIARDI. nel film originale avviene che in un mondo parallelo al nostro non esiste la bugia e per questo motivo chi nasce povero e brutto rimane una cacchetta a vita perche' non ha modo di prevalicare sugli altri ed e' il caso del protagonista. fin quando gli scappa per errore una piccolissima bugia, che cambiera' radicalmente la sua esistenza..ecco dallo spunto di sto mondo senza bugie parte questa storia che ha divertito e ha fatto ripensare un po' al passato :-)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Zapotek - Venerdì 31 Ago 2012, 16:39:30
ho preso l'ultimo dylan dog (epidemia aliena ) e mi e' proprio piaciuto..
Il titolo non mi ispira ma come al solito riuscite sempre a stuzzicare il mio interesse e riconoscendomi spesso nei gusti di Turk credo che lo acquisterò, anche se ho ancora il numero precedente sul comodino nella speranza di leggerlo presto.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Domenica 2 Set 2012, 09:23:51
Il titolo non mi ispira ma come al solito riuscite sempre a stuzzicare il mio interesse e riconoscendomi spesso nei gusti di Turk credo che lo acquisterò, anche se ho ancora il numero precedente sul comodino nella speranza di leggerlo presto.
grazie per la fiducia :-) guarda senza spoilerare ti posso dire che il titolo e' piuttosto ingannevole..e infatti io mi immaginavo un altra roba...dal resto era gia' capitato che dylan facesse incontri del terzo tipo (e anche del quinto senso e mezzo, anziche' no  :D ;D)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Martedì 4 Set 2012, 11:16:54
Finito di leggee l'albo del mese... Epidemia Aliena, temevo il peggio visto il sospetto degli odiati omini verdi nel titolo, invece....

Una storia davvero bella, vecchio stile, piena di citazioni cinematografiche e non solo.

Ho letto sul web che questo Dylan non è Dylan, ma allora io mi chiedo chi è Dylan? Abbiamo,in questa storia un personaggio molto pensieroso e questo è stato tanto criticato..ma io mi chiedo: se uno di notte buca una gomma ed è costretto a tornare a casa a piedi...nel percorso che deve fare, non pensa a niente? Sarà che io penso troppo, ma non credo che ci sia un attimo della mia vita in cui il mio cervello non sia un gomitolo di pensieri...

Come ho avuto già modo di dire mi sembra che Gualdoni piano piano stia faendo ricomparire i temi a noi più cari.... questa storia nonostante sia stata criticata in modo esagerato io credo che sia davvero bella.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Martedì 4 Set 2012, 17:12:37
E' la seconda storia di gualdoni in poco tempo che mi ha quasi soddisfatto, incredibile! Quasi appunto. In effetti per 80 pagine circa è una storia che prende, con echi del passato come dite voi. Però trovo che l'autore sia stato alquanto scorretto nel finale perchè non se la può cavare così! Capisco il voler riprendere una situazione passata, ha il suo perchè, soprattutto in bonelli. Ma risolvere tutto come la prima volta, cambiando giusto una variabile di comodo è veramente una cosa povera! E poi l'ultima tavola, che forse vorrebbe essere il classico ribaltamento di prospettiva alla sclavi, arriva telefonatissima alla luce proprio di quanto spiegato nelle pagine precedenti.
Come direbbero a scuola, gualdoni è intelligente ma non si applica :P
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Venerdì 7 Set 2012, 13:56:42
Non so, io penso che stia facendo un percorso lento per arrivare dove vuole lui.
Mi spiego: piano piano stanno facendo capolino lame di rasoi gocce di sangue, insomma un po' di splatter e un po' di horror e io credo che forse tra un annetto riavremo le storie tipiche di un tempo.
Quale miglior mododi tornare indietro se non riportando i vecchi personaggi?

Io credo che questa storia,quella del mese intendo, abbia intuito la via da percorrere, se si pensa alla Dea Madre, per esempio, si vedono comportamenti del nostro non troppo canonici, tipici del nostro dei primi tempi.
Immagino che sia stato difficile cercare di far sopravvivere il personaggio contro gli attacchi della barbato e di recchioni di stravolgero del tutto.
Penso che per gualdoni il primo imperatico fosse di non distruggere tutto quello che di buono era stato fatto, come quando una donna deve dimagrire,il primo passo è non ingrassare...

Il problema più grosso è che nessno,ma proprio nessuno degli autori possiede la caratterisica fondamentale del nostro del nostro eroe... l'ironia.
questo è un grande problema,poichè anche nellavita io conoscoproprio poche persone che non si prendono sul serio...
Ci vorrebbe qualcuno che riguardasse i dialoghi  e li infarcisse di ironia allora le storie tornerebbero ad essere quelle di un tempo..
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Zapotek - Lunedì 10 Set 2012, 16:37:04
Ho letto anch'io quest'albo e l'ho trovato molto interessante, una storia piacevole e con un'atmosfera decisamente dylandoghiana, particolare che forse si era perso per strada negli ultimi anni. Ho visto anch'io come Nubulina un certo ritorno al passato, anche se per ora ci si è limitati ad un pizzico di autocitazionismo e al ripescaggio di alcuni personaggi ma è già un passo verso il recupero dell'universo di Dylan e di quelle atmosfere che lo avevano reso celebre e alle quali noi lettori più attempati siamo ancora molto legati.

Non che sia una storia trascendentale, condivido quanto detto da piccolobush sul finale un po' scialbo e riciclato, inoltre mi sono mancate le battute di Groucho , ma nella sua semplicità riprende un discorso lasciato a metà e mi lascia ben sperare per il futuro di questo fumetto. Probabilmente a conferma di questa volontà di riscoprire le origini del personaggio, da sottolineare (come ha già fatto Turk) anche il ritorno ai disegni dopo 25 anni di assenza di Luca Dell’Uomo ( che avevamo già viso all'opera nel n.5 - Gli uccisori e nel  n.11 - Diabolo il grande - ).  Peccato per la copertina decisamente bruttina.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Corto Maltese - Lunedì 1 Ott 2012, 21:05:42
A me personalmente Dylan Dog non piace, come personaggio mi sta antipatico e trovo le storie noiose, solo poche fanno eccezione
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Mercoledì 3 Ott 2012, 20:19:02
"Il Crollo" a me è piaciuto molto, in molto lo hanno trovato confusionario, ma a me  è piaciuto...
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Giovedì 4 Ott 2012, 00:13:32
"Il Crollo" a me è piaciuto molto, in molto lo hanno trovato confusionario, ma a me  è piaciuto...
È' sul comodino :-) dovrò leggere con calma il ritorno della barbato!
@8volante : io adoravo dyd e lo logo da quando avevo 11 anni ! Ora va avanti tra alti e bassi anche se la qualità mi pare cresciuta rispetto a periodi non troppo remoti
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Zapotek - Giovedì 4 Ott 2012, 00:36:23
Anche il mio è sul comodino , comprato oggi. Leggendo recensioni varie su alcuni siti dylandoghiani, pare che sto numero sia stato abbastanza stroncato. Vediamo che ha combinato la Barbato.

@Turk io ho iniziato a leggerlo (insieme a Martin Mystère) quando ne avevo 13-14,  l'ho acquistato fino al numero 100 o giù di lì poi le nostre strade si sono divise. Ora ho ricominciato a comprarlo a distanza di tanti anni, ho recuperato qualche albo interessante...e  nonostante la qualità sia altalenante, tutto sommato rimane ancora oggi una piacevole lettura.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Giovedì 4 Ott 2012, 10:16:34
Fino a pagina 70 circa filava che era una bellezza, la storia mi faceva pensare un po' al "memento" di nolan, come struttura. Era intrigante, claustrofobica, "calamitante". Poi però quando è cominciato il maxi spiegone di 30 pagine (una cosa che la barbato pensavo avesse superato ma evidentemente mi sbagliavo), non c'ho capito più niente e onestamente mi ha un po' stancato. Sono arrivato alla fine per inerzia ma delle ultime 10 pagine non ricordo nulla la stessa cosa che mi successe quando vidi vanilla sky :P
Mi toccherà rileggerlo per cercare di dargli un senso e potrei anche riuscirci, ma resta il fatto che ancora una volta c'è solo dylan: tutto il suo universo narrativo da un po' sembra essere scomparso. Tutti i coprotagonisti inesistenti (in primis groucho e bloch), spero sia solo una casulità passeggera e non un trend ben preciso :-/
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Giovedì 4 Ott 2012, 20:48:06

@Turk io ho iniziato a leggerlo (insieme a Martin Mystère) quando ne avevo 13-14,  l'ho acquistato fino al numero 100 o giù di lì poi le nostre strade si sono divise. Ora ho ricominciato a comprarlo a distanza di tanti anni, ho recuperato qualche albo interessante...e  nonostante la qualità sia altalenante, tutto sommato rimane ancora oggi una piacevole lettura.

il mio primo numero di dyd comprato in diretta fu KILLER palesemente mutuato da terminator e mi piacque tantissimo..poi dopo il numero 40 mi stancai e smisi di leggerlo per poi riprenderlo in mano dopo il numero 70 in piena dylan dog mania e da allora non mi son piu' staccato..

io penso che la parabola discendente abbia toccato il fondo dopo il numero 100 con storie orripilanti ..ora si e' rialzato a testa alta, anche se certi livelli non verranno mai toccati penso..pero' ha ragione Piccolobush nel dire che tutti i vari e bellissimi comprimari son stati un po' spodestati...ed e' un peccato..dylan dog aveva un micromondo di fianco a se invidiabilissimo ...
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Giovedì 4 Ott 2012, 23:08:01
A me come ho detto in precedenza è piaciuta, non è un capolavoro questo è certo, ma l'ho letta bene, non l'ho trovata così cervellotica come dite voi, ma può essere che essendo una donna anch'io abbia lo stesso grado di chiarezza delle idee della Barbato  ;D, di conseguenza più le cose sono complicate più mi sembrano logiche!!!!

In ogni caso, tornando al discorso più generale, io credo che ci sia da parte di Gualdoni il disperato tentativo di riportare Dylan agli antichi fasti, ma deve essere difficile, perché nonostante tutto quello che si dice, non ci sono autori in grado di farlo e per quello che vedo, solo lui stesso cerca, ma immagino che si renda conto che non ci riesce fino in fondo, di utilizzare quelli che erano i capisaldi di Dylan, il micromondo, come l'ha definito in modo adorabile Turk,  cioè Groucho che fa battute, Bloch che fa... Bloch, i clienti e le paure, i clichè, il clarinetto e il galeone... insomma cerca di riportare gli ingredienti per fare un buon piatto, ma ancora non è riuscito a trovare le dosi giuste o quel'ingrediente segreto ( che secondo me è l'ironia) che rende una buona storia una bella storia!
Gli altri autori, troppo innamorati di se stessi, non potranno mai, secondo me, portare delle storie memorabili, perché per far vivere Dylan bisogna stare nell'ombra e dedicarglisi, non voler servirsi di lui per emergere, Scalvi questo lo sapeva e gli ha creato intorno un micromondo ( ;)) complicato collegato da tanti fili invisibili che se non sono mossi da un bravo marionettista finiscono per intrecciarsi e produrre dei nodi rovinando tutto.
Io continuo a pensare che Gualdoni sia sulla strada giusta, sa che non sarà lui, ma io credo che stia battendo la strada affinché quando arriverà chi sarà in grado possa trovare gran parte del lavoro fatto e con quel guizzo di genialità riportare Dylan a vivere la sua vita.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Zapotek - Domenica 7 Ott 2012, 01:01:13
Anch'io penso,come Nubulina, che chiunque si avvicini all'universo di DD debba farlo con la consapevolezza di mettersi al servizio del personaggio, dell'atmosfera . Questo non vuol dire rinunciare a qualsiasi tentativo di sperimentazione o di rilancio del fumetto, ma partire da alcune certezze dai quali non si può prescindere, come appunto le battute di Groucho, il paternalismo di Bloch, le suonate al clarinetto, l'umorismo macabro. Senza questi elementi si perde qualcosa.

Poi io ho una personale convinzione, forse sbagliata, che Sclavi benchè abbia materialmente scritto solo una decina di storie di DD, in fondo abbia mosso i fili del personaggio e dei vari autori, anche solo indirettamente, almeno fino a quando non ha preso un po' le distanze e da allora qualcosa è cambiato. Questo fumetto ha una propria identità, una connotazione forte, che all'inizio gli ha creato non pochi problemi, se questa viene meno diventa dura. Comunque vi do ragione, comunque la qualità è sicuramente migliorata rispetto ad alcuni anni fa, forse bisogna solo rassegnarsi che alcuni picchi sono ormai irraggiungibili.

Secondo voi quali sono state le annate migliori e quelle peggiori dell'indagatore dell'incubo? Il numero preferito di DD?
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Domenica 7 Ott 2012, 01:19:13
IL mio albo preferito, quello che legog con maggior frequenza è "I delitti della mantide" di Chiaverotti e subito dopo " L'occhio del gatto".
Ci sono storie di sicuro più belle, più profonde, scritte meglio, con più sfaccettature, ma a me queste due sono rimaste impresse come un sigillo, mi ricordo alla perfezione tutte le vignette e quasi le battute.
Un'atmosfera triste e surreale con una londra triste e dei comprimari ben presenti la prima, divertentessima e intrigante la seconda.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Domenica 7 Ott 2012, 01:19:53
Poi io ho una personale convinzione, forse sbagliata, che Sclavi benchè abbia materialmente scritto solo una decina di storie di DD
Una decina? Sclavi ha scritto circa la metà dei primi 150 numeri più alcune altre negli anni seguire e sicuramente, finchè la salute glielo ha permesso, ha mantenuto la cura editoriale della testata. Poi certo, cè stato il periodo di "crisi" in cui a quanto pare aveva ben altro per la testa che i fumetti e in quel caso non so chi se ne occupasse fattivamente (forse marcheselli, ricordo una intervista della barbato in cui appunto raccontava di come fosse stato marcheselli a seguirla e di fatto ad insegnarle a scrivere sceneggiature per dylan) ;)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Zapotek - Domenica 7 Ott 2012, 01:44:39
Una decina? Sclavi ha scritto circa la metà dei primi 150 numeri più alcune altre negli anni seguire e sicuramente, finchè la salute glielo ha permesso, ha mantenuto la cura editoriale della testata. Poi certo, cè stato il periodo di "crisi" in cui a quanto pare aveva ben altro per la testa che i fumetti e in quel caso non so chi se ne occupasse fattivamente (forse marcheselli, ricordo una intervista della barbato in cui appunto raccontava di come fosse stato marcheselli a seguirla e di fatto ad insegnarle a scrivere sceneggiature per dylan) ;)

ehhe si in effetti ho controllato, avrà scritto almeno un centinaio di numeri,al di là di quella che voleva essere una battuta, onestamente pensavo meno, circa un 40-50  .
Comunque penso che anche quando non sceneggiava direttamente le storie, Sclavi, facesse da supervisore a chiunque mettesse mani sulla sua creatura, poi ha avuto il blocco dello scrittore e da lì ha cominciato ad allontanarsi e secondo me c'è stato un calo qualitativo che è coinciso con altri fattori.

piccolo bush non hai risposto alle mie domande. :P

Per me il periodo migliore è più o meno quello n.1-80 (fermo restando che ci sono stati ottimi numeri anche dopo) e il mio albo preferito è Accadde domani, seguito da Johnny Freak, Memorie dall'invisibile , Dopo Mezzanotte...toh pure il Lungo Addio. Sul periodo peggiore non posso esprimermi, le poche storie che ho letto circa 5-6 anni fa erano parecchio deludenti.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Domenica 7 Ott 2012, 12:36:48
il periodo peggiore secondo me e' in assoluto quello immediatamente dopo il 100..sclavi si era lasciato un po' alle spalle la serie e dyd cercava una sua identita'..persa nel tempo..il periodo migliore i primissimi numeri a mio avviso ..cioe' dall'uno al 50-60 anche se poi sono usciti altri capolavori nel tempo..
storie che amo...partita con la morte, memorie dall'invisibile, jhonny freak, il battito del tempo e direi stop :-)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Zantaf - Domenica 7 Ott 2012, 12:45:54
Da poco tempo mi sono messo a leggere Dylan Dog e mò non riesco più a mollarlo.

Volevo giusto sapere una cosa. Esiste un episodio in cui si spiega come DD sia divenuto indagatore, come abbia incotrato Groucho, un po' di informazioni sulle origini di Groucho, e così via? O é una di quelle cose tradizionalmente lasciate all'immaginario del lettore e svelarlo sarebbe blasfemia da parte degli autori?
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Domenica 7 Ott 2012, 12:50:25
Da poco tempo mi sono messo a leggere Dylan Dog e mò non riesco più a mollarlo.

Volevo giusto sapere una cosa. Esiste un episodio in cui si spiega come DD sia divenuto indagatore, come abbia incotrato Groucho, un po' di informazioni sulle origini di Groucho, e così via? O é una di quelle cose tradizionalmente lasciate all'immaginario del lettore e svelarlo sarebbe blasfemia da parte degli autori?

esiste si...anzi esistono :-)

allora le storie del passato di dyd piu' belle sono
il 121 (fin che morte non vi separi) che racconta di come e perche' lascio' scotland yard ...e il 200 ..(il numero 200) che collega il 121 citato prima al numero 1 di dyd ...li racconta proprio di come divento' l'indeagatore dell'incubo..

poi esistono storie tipo il numero 100 che raccontano cosa collega dyd a Morgana e xabaras
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Zantaf - Domenica 7 Ott 2012, 12:58:04
Ecco appunto, il 100. L'ho comprato di seconda mano proprio l'altra settimana, attratto dal titolo "La storie di DD", ma non era questa la storia che mi aspettavo. Cioé si, é anche bella, ma volevo la storia più terrena del nostro Dylan.

Dovrò cercare il numero 121, allora, e pure il 1. Bè il primo l'ho trovato, solo che io più di 2 euro per un fumetto non li spendo, mi spiace.

E già che ci siamo, quali sono i numeri (o anche periodi) migliori del fumetto? Finora sto leggendo numeri a casaccio.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Domenica 7 Ott 2012, 14:27:54
Ecco appunto, il 100. L'ho comprato di seconda mano proprio l'altra settimana, attratto dal titolo "La storie di DD", ma non era questa la storia che mi aspettavo. Cioé si, é anche bella, ma volevo la storia più terrena del nostro Dylan.

Dovrò cercare il numero 121, allora, e pure il 1. Bè il primo l'ho trovato, solo che io più di 2 euro per un fumetto non li spendo, mi spiace.

E già che ci siamo, quali sono i numeri (o anche periodi) migliori del fumetto? Finora sto leggendo numeri a casaccio.

micca devi per forza cercare i numeri originali..ci sono ristampe dei primissimi numeri che costano una cantata...casomai puoi prenderti le edizioni che stanno uscendo ora 3 numeri alla volta...
cmq ti dicevo il numero 121 e il 200 sono imperdibili...ma a sto punto cercherei le ristampe dei primissimi numeri..e in piu' PARTITA CON LA MORTE e JOHNNY FREAK che a me piaquero molto..ma anche IL BATTITO DEL TEMPO...evita come la peste i numeri subito dopo il 100 che a mio avviso sono i piu' brutti di tutti
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Domenica 7 Ott 2012, 14:46:52
PArtita con la morte è stupendo, sia come storia che come disegni e anche La dama in nero e  il castello della paura che sono  un'unica storia in due albi.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Domenica 7 Ott 2012, 16:27:59
piccolo bush non hai risposto alle mie domande. :P
Hai ragione, scusa!
Ora sono di fretta (sto leggendo solo i post in cui compare il mio nome e che quindi presumo si attendano una risposta), stasera provvederò (devo qualche risposta anche a silvia e altri)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Domenica 7 Ott 2012, 19:42:11
PArtita con la morte è stupendo, sia come storia che come disegni e anche La dama in nero e  il castello della paura che sono  un'unica storia in due albi.
Si la dama in nero e il castello della paura sono una storia in 2 parti bellissima ! Io comunque ripeto che le prime 40 - 50 storie le cercherei tutte ! In mercatini ed edizioni economiche ovviamente
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Zapotek - Domenica 7 Ott 2012, 19:53:26
Si la dama in nero e il castello della paura sono una storia in 2 parti bellissima ! Io comunque ripeto che le prime 40 - 50 storie le cercherei tutte ! In mercatini ed edizioni economiche ovviamente

Io ti consiglierei anche di spingerti fino alle prime 70-80 storie, non è raro trovare gli albi a prezzi interessanti soprattutto in blocco, a meno che tu non voglia la prima edizione. Qui nel mercatino ci sono venditori che mi hanno venduto buoni albi a 1 euro o anche meno, in alternativa ti consiglio di mettere un annuncio sui vari siti dedicati a Dylan Dog, in passato ho scambiato e preso alcuni numeri e raramente sono andato oltre 1 euro l'uno. Se poi opti per gli albi giganti nel mercato dell'usato ci sono buone possibilità di risparmiare.

Se invece vuoi l'albo intonso, tutto sommato il sito della Bonelli vende le seconde ristampe di tutti i numeri (tranne i primi 10) a 2,90 , solo un pochino oltre il tuo budget. Ti sconsiglio Ebay.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Zantaf - Domenica 7 Ott 2012, 23:09:54
Ok grazie. Avevo trovato il numero 1 in un negozio, e mi pareva che sebbene fosse la seconda ristampa il prezzo era comunque alto. Ma ho guardato di fretta e fore ho visto male.

Allora terrò gli occhi aperti per i primi 80 numeri. A me piace molto Celoni, ma lo conosco solo per i Topolini e per la sua storia sul Color Fest Humor. Vale la pena cercare le altre storie DD che ha illustrato? E quelle di Bruno Enna sono buone?

E un ultima domanda.... non linciatemi subito che non so su questo forum com'é vista la cosiddetta "pirateria" (che brutto termine... preferisco "scrocco virtuale")... Ma sono riperibili Dylan Dog in formato pdf o cbz o come diavolo si chiamano? :-X
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Lunedì 8 Ott 2012, 00:09:35
piccolo bush non hai risposto alle mie domande. :P
Finalmente un po' di tempo libero!
Sono d'accordo con gli altri, i primi 100 numeri sono da prendere praticamente tutti (sì anche quelli con chiaverotti :P). Poi l'andamento diventa abbastanza altalenante per i motivi già detti altre volte: finchè sclavi scrive buona parte delle storieamente e presumibilmente fa la supervisioe, singole prove di altri autori sono perfettamente integrate nella sua "idea". Storie come "la scogliera degli spettri", "il mistero del tamigi" sembrano quasi scritte da lui. E' quando i suoi sostituti prendono piede in pianta stabile che si avvertono pesantemente le differenze: di chiaverotti ho detto già altre volte, ruju l'ho sempre trovato bravino ma senza una vera "personalità" e comunque l'hanno sfruttato troppo, la barbato è stata un vero punto di rottura (forse quello che ha portato al dylan odierno) ma con i suoi pro e contro. I vari marzano, de nardo, di gregorio, etc, mi sembrano non abbiano in mente una precisa direzione, mi sembra vivano un po' alla giornata, diciamo così.
Storie migliori per me: "memorie dall'invisibile", "la dama in nero", "il battito del tempo" (di medda) ma anche "i segreti di ramblyn" e "ai confini del tempo" (lo sclavi più goliardico!), ma ce ne sono sicuramente altre che ora non mi vengono in mente
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Lunedì 8 Ott 2012, 07:00:19
Ok grazie. Avevo trovato il numero 1 in un negozio, e mi pareva che sebbene fosse la seconda ristampa il prezzo era comunque alto. Ma ho guardato di fretta e fore ho visto male.

Allora terrò gli occhi aperti per i primi 80 numeri. A me piace molto Celoni, ma lo conosco solo per i Topolini e per la sua storia sul Color Fest Humor. Vale la pena cercare le altre storie DD che ha illustrato? E quelle di Bruno Enna sono buone?

E un ultima domanda.... non linciatemi subito che non so su questo forum com'é vista la cosiddetta "pirateria" (che brutto termine... preferisco "scrocco virtuale")... Ma sono riperibili Dylan Dog in formato pdf o cbz o come diavolo si chiamano? :-X
Tieni conto che i primi numeri son stati ristampati 4 volte (prima e seconda ristampa, collezione book e gran ristampa ) quindi vedrai che in giro qualche cosa alla portata la trovi :-) ! A me e' piaciuta tantissimo pure la storia di Faraci dell'albo gigante  I PECCATORI DI HELLBORN ! Comunque celoni e' molto bravo anche col disegno verista anche se per dyd ha disegnato pochi numeri ! Enna e' un gran sceneggiatore ma francamente non ricordo le storie fatte da lui e quindi non mi sbilancio anche se credo che andresti a botta sicura ! Sui PDF qui si scambiano pareri e non file :-) però esiste emule e i programmi di condivisione file e ciascuno fuori dal forum fa quel che vuole anche se a mio avviso non c'è' nulla di più bello di sfogliare un fumetto  :)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Lunedì 8 Ott 2012, 09:54:59
E un ultima domanda.... non linciatemi subito che non so su questo forum com'é vista la cosiddetta "pirateria" (che brutto termine... preferisco "scrocco virtuale")... Ma sono riperibili Dylan Dog in formato pdf o cbz o come diavolo si chiamano? :-X
"Ho sentito dire" ::) che si trovano in blocco i primi 150 albi sui canali di torrent ma, come dice turk, dylan dog è uno dei fumetti più ristampati e si può avere ad un prezzo contenuto: nulla di paragonabile a una, seppur gratuita, lettura digitale. L'occasione migliore potrebbe essere la maxi ristampa che sta uscendo da un paio di anni e che è facilmente ottenibile come arretrato: 7 euro per tre albi è un buon prezzo ;)
Altrimenti tra ristampe, contro ristampe, book, super book, miti mondadori e via dicendo, non c'è mercatino o edicola di stazione che non offra la sua parte di dylan dog a prezzi abbordabilissimi
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Bacci - Lunedì 8 Ott 2012, 10:17:34
I PECCATORI DI HELLBORN !

Concordo, caro Turk, è piaciuto molto anche a me! :) ;)

"memorie dall'invisibile", "la dama in nero", "il battito del tempo"

Concordo concordissimo!
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Bacci - Lunedì 29 Ott 2012, 17:45:35
Qualcuno ha letto il Dylan nuovo?
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Lunedì 29 Ott 2012, 19:45:15
Qualcuno ha letto il Dylan nuovo?
preso ma non letto..ammetto che il soggetto non mi ispira molto :-)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Unchienandalou - Lunedì 29 Ott 2012, 21:05:52
Avete visto che il Dyd che uscirà a Novembre è tutto di Stano? Copertina, soggetto, sceneggiatura, disegni. Mai successo nella storia di Dylan Dog e penso evento molto raro in Bonelli.

Mi attira, se Stano disegnasse con più frequenza che non un albo ogni tanto, la serie ne guadagnerebbe.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Martedì 30 Ott 2012, 06:55:46
Avete visto che il Dyd che uscirà a Novembre è tutto di Stano? Copertina, soggetto, sceneggiatura, disegni. Mai successo nella storia di Dylan Dog e penso evento molto raro in Bonelli.

Mi attira, se Stano disegnasse con più frequenza che non un albo ogni tanto, la serie ne guadagnerebbe.
ma che spettacolo..proprio non lo sapevo...son andato a verificare sul sito di Bonelli e wow..tra l'altro non credo che lui abbia mai scritto una sceneggiatura prima..staremo a vedere...e' vero stano disegna pochissimo, l'ultimo numero credo appunto sia stato il 300...dai forse come ritmi e' migliorato negli ultimi anni :-)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: conker - Martedì 30 Ott 2012, 11:15:02
be', Stano credo abbia una media di pagine prodotte di poco inferiore alle 50 l'anno, cui vanno però aggiunte tutte le copertine (impegno non da sottovalutare)

non moltissime, è vero, ma guardando la qualità dei suoi lavori non credo ci sia di che lamentarsi  :)

e poi è un bene che le cose migliori si facciano un po' attendere  8-)

Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Lunedì 5 Nov 2012, 23:21:28
Letto " I segni della fine", direi una storia importante, più che bella.
Avevo già letto nelle storie di Gualdoni il tentativo di voler ridisegnare i binari del personaggio, contro coloro i quali lo volevano stravolgere e devo dire che ci sta riuscendo sempre meglio.
La storia di questo fa respirare l'aria di un tempo, riporta Dylan nel suo mondo inglese, con i suoi amici.
Il ripescare personaggi del passato, secondo me non è strizzare l'occhio a i nostalgici, ma ricreare il micromondo con le sue abitudini.
L'ambo di questo mese è proprio così, non una storia memorabile, ma si respira un' aria old style.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Martedì 6 Nov 2012, 09:39:46
L'ambo di questo mese è proprio così, non una storia memorabile, ma si respira un' aria old style.
Direi che questa frase sintetizza perfettamente anche la mia opinione: una storia comunque gradevole, forse un po' "ingenua" nel suo tentativo di emulare il passato ma è proprio quell'aria old style a renderla una lettura piacevole
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Martedì 6 Nov 2012, 14:01:27
Io credo che si vada nella direzione giusta, si sono ritrovati gli ingredienti, ora si devono trovare le dosi!!! Ora aspettiamo la storia All-Stano sperando che abbia fatto un buon lavoro, in fondo lui il personaggio lo conosce meglio di chiunque altro e speriamo che si metta al suo servizio non come tante primedonne che si sono avvicendate sulla testata...
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Mercoledì 7 Nov 2012, 20:13:39
allora non sara' un capolavoro l'ultima storia ma sicuramente e' un enorme tuffo nel passato !! non tanto per il recupero di un vecchio personaggio (che ormai il creare una sorta di continuity con le vecchie storie sembra la missione di Gualdoni)..ma proprio per lo stile della storia in se.. una storia pura, senza pippe mentali..un racconto divertente in cui tornano i mitici comprimari di un tempo...grande dylan ma sopratutto grande gualdoni..
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Mercoledì 7 Nov 2012, 20:20:05
Verissimo, come al solito ho letto un sacco di critiche a giro, ma io spero che Gualdoni possa continuare su questa scia che mi piace un sacco.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: UomoCheSapevaTroppo - Martedì 20 Nov 2012, 02:38:00
Avete letto il Dylandogone?

Turk continui a snobbarli? Anche quest'ultimo com e il precedente merita molto, vuoi anche solo per le due brevi di Gualdoni che anche qui tira in ballo un sacco la continuity, l'ultima storia mostra retroscena dei primi 5 albi di Dylan!! Entrambe poi sono mooooolto Sclaviane

Il DYD di questo mese l'ho visto realizzare in diretta nello studio privato di Casertano.. mentre si guardava la partita inchiostrava ahahaah :P

Ah ma sapevo del "tutto Stano"... Turk non è stato abbastanza attento alla mostra di DyD evidentemente! ;)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Martedì 20 Nov 2012, 09:34:53
Avete letto il Dylandogone?

Turk continui a snobbarli? Anche quest'ultimo com e il precedente merita molto, vuoi anche solo per le due brevi di Gualdoni che anche qui tira in ballo un sacco la continuity, l'ultima storia mostra retroscena dei primi 5 albi di Dylan!! Entrambe poi sono mooooolto Sclaviane

Il DYD di questo mese l'ho visto realizzare in diretta nello studio privato di Casertano.. mentre si guardava la partita inchiostrava ahahaah :P

Ah ma sapevo del "tutto Stano"... Turk non è stato abbastanza attento alla mostra di DyD evidentemente! ;)
Se mi assicuri che ti è piaciuto, lo prendo (ormai, vista la crisi, vado con i piedi di piombo su tutto e non compero più nulla a scatola chiusa :P)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Martedì 20 Nov 2012, 09:45:54
Se mi assicuri che ti è piaciuto, lo prendo (ormai, vista la crisi, vado con i piedi di piombo su tutto e non compero più nulla a scatola chiusa :P)


Bravo..fai spendere soldi a me  :P
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Martedì 20 Nov 2012, 19:48:33
Avete letto il Dylandogone?

Turk continui a snobbarli? Anche quest'ultimo com e il precedente merita molto, vuoi anche solo per le due brevi di Gualdoni che anche qui tira in ballo un sacco la continuity, l'ultima storia mostra retroscena dei primi 5 albi di Dylan!! Entrambe poi sono mooooolto Sclaviane

Il DYD di questo mese l'ho visto realizzare in diretta nello studio privato di Casertano.. mentre si guardava la partita inchiostrava ahahaah :P

Ah ma sapevo del "tutto Stano"... Turk non è stato abbastanza attento alla mostra di DyD evidentemente! ;)

guarda a me sti dylandogoni mi fanno abbastanza ribrezzo ...mi piacevano quelli con un unica storia ..ma questi con storie brevi e insulse anche no :-/ mi sa che con la scusa della crisi rimane dove e' ... per me sto dyd e' venuto bene..finalmente casertano ha ripreso parte del suo tocco magico..per il tutto stano, non ricordavo di un'anticipazione alla mostra :-) forse perche' ero talmente ubriaco di felicita' da rimuovere molte cose
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Martedì 20 Nov 2012, 23:19:36


Bravo..fai spendere soldi a me  :P
Non è vero, stavolta li ho fatti spendere a uomo :P
Un po' per uno!
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Martedì 27 Nov 2012, 18:10:31
ho preso il dyd tutto realizzato da stano (che ufficialmente esce domani ma da me c'e' gia da ieri)..
premetto che devo rileggerlo assolutamente ma di primo archito devo dirvi che i disegni son sempre impeccabili. per la sceneggiatura invece il discorso e' piu' complesso..il soggetto è carino, ricorda le vecchie storie è alcune idee di regia che fan si di ringraziare che lo sceneggiatore sia anche il disegnatore..invece l'ultima parte mi pare confusa e poco comprensibile..ma ripeto ..dovrei rileggerla..intanto sappiatemi dire
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fa.Gian. - Giovedì 29 Nov 2012, 18:27:56
Presa anche io.

La storia è quanto di più classico e sclaviano potessi aspettarmi, molto bella e pienamente promossa, seppure anche io non ho capito cosa cavolo centri il quadro di Bosch, nell'economia del racconto.

Va beh, mi accontento di aver letto una bella storia di DYD, come non mi capitava da TANTO tempo (oddìo, forse avrei calcato un po' di più la mano sullo splatter, in certe scene mi è parso quasi di vedere una sorta di autocensura, ma sono dettagli.)

E poi torna Morgana in perfetta maniera onirica, e le battute di Groucho sono ottimamente contestualizzate.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Lunedì 3 Dic 2012, 12:20:00
Anche a me è piaciuto molto, sembra di essere d nuovo nel mondo di Dylan, la storia è lineare e semplice, ma i comprimari sono usati proprio bene...:-)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Samuele - Lunedì 3 Dic 2012, 14:29:07
Piaciuta molto anche a me: pare un incrocio tra un horror di Charles Band ed uno di Umberto Lenzi.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: UomoCheSapevaTroppo - Martedì 4 Dic 2012, 18:41:57
Presa anche io.

La storia è quanto di più classico e sclaviano potessi aspettarmi, molto bella e pienamente promossa, seppure anche io non ho capito cosa cavolo centri il quadro di Bosch, nell'economia del racconto.

Va beh, mi accontento di aver letto una bella storia di DYD, come non mi capitava da TANTO tempo (oddìo, forse avrei calcato un po' di più la mano sullo splatter, in certe scene mi è parso quasi di vedere una sorta di autocensura, ma sono dettagli.)

E poi torna Morgana in perfetta maniera onirica, e le battute di Groucho sono ottimamente contestualizzate.

Dal quadro Moheena ha tratto "ispirazione" per la legione di scheletri invocati, direi, dato che si avvicinava molto al suo modo di "fare arte"... le inquadrature finali al quadro lo "spiegano", infatti
Poi va beh, in parte è anche citazionsimo puro in stle Dylan, ma la spiegazione c'è!
Niente male comunque, sì
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Zapotek - Domenica 9 Dic 2012, 20:44:24
Acquistato oggi il nuovo albo e letto tutto d'un fiato. Bello, una storia senza frizzi nè lazzi, davvero avvincente nella parte iniziale, meno brillante nel finale, ma che comunque ti sa catturare quel tanto che basta a non farti mollare una pagina. Come è stato già detto, ritorna poi il vero universo "classico" di Dylan, (Groucho torna ad essere quello che conoscevamo) le atmosfere che lo hanno reso celebre, quel senso di familiarità che in molti numeri recenti non riuscivo più a trovare .

Forse in alcuni frangenti troppo "frenata" la sceneggiatura (che mi aspettavo più splatter), meravigliosi i disegni di Stano,  che da solo è una garanzia, anche perchè pochi come lui conoscono il vero Dylan. In poche parole anche se la storia non è indimenticabile, come era forse lecito aspettarsi da cotanto autore, tutto sommato riesce a regalarci un piccolo sprazzo di autenticità e un pizzico del Dylan degli esordi. Impressione positiva! Stano buona la prima (il ritorno) ora però mi aspetto un altro numero con la tua firma, ma qualcosa di veramente memorabile. Speriamo!
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Sabato 15 Dic 2012, 08:36:02
Confermo tutto quanto scritto da voi: una storia dylandoghiana nel senso migliore del termine, anche se ho trovato l'inserimento di morgana un po' fine a se stesso, forse una innocente "autocelebrazione". Il finale è effettivamente meno intrigante di quel che lasciava presagire la vicenda, ma son soddisfatto lo stesso. Poi la storia appartiene al filone che preferisco, quello delle indagini venate di soprannaturale, in  cui tutti e tre i protagonisti danno il meglio (qui bloch [ch279] poco sfruttato ma è la prima sceneggiatura di stano, lo perdono :P)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fa.Gian. - Domenica 16 Dic 2012, 10:25:41
Morgana è "il Quinto senso e mezzo", che avvisa Dylan di stare per causare un incidente d'auto causa abbiocco al volante.
Tra le mille cose che potevano metterci, Morgana è una innoqua autocitazione, e secondo me è stata la scelta migliore.

Nell'insieme, la storia è davvero bella, solo trovo il finale troppo criptico, ma è una colpa veniale.
Nell'insieme preferirei un 2013 tutto di storie così, che troppe sperimentazioni socio-psicologiche, come in passato.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: V - Martedì 15 Gen 2013, 10:13:14
Ufficiale, Dylan Dog con repubblica  a colori: http://www.comicus.it/news/item/54545-dylan-dog-a-colori-con-repubblica-e-l%E2%80%99espresso
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Martedì 15 Gen 2013, 13:32:09
Ufficiale, Dylan Dog con repubblica  a colori: http://www.comicus.it/news/item/54545-dylan-dog-a-colori-con-repubblica-e-l%E2%80%99espresso
Colore e grande formato + redazionali (immagino) ad un euro in più rispetto alla maxi ristampa? :-/
Chi sta prendendo (o ha preso) una fregatura?
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: fdl 98 - Martedì 15 Gen 2013, 14:47:55
Colore e grande formato + redazionali (immagino) ad un euro in più rispetto alla maxi ristampa? :-/
Chi sta prendendo (o ha preso) una fregatura?
Perdonami ma non ti capisco! Te lo chiedo perché sono interessato a questa collana (come poi a tutte quelle con Repubblica) e vorrei sapere se ne vale la pena o no. Comunque devo dire che questa ristampa forse non è tra quelle che mi aspettavo ma comunque potrebbe rivelarsi interessante.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Martedì 15 Gen 2013, 15:02:04
Perdonami ma non ti capisco! Te lo chiedo perché sono interessato a questa collana (come poi a tutte quelle con Repubblica) e vorrei sapere se ne vale la pena o no. Comunque devo dire che questa ristampa forse non è tra quelle che mi aspettavo ma comunque potrebbe rivelarsi interessante.
Intendo dire che in edicola c'è già la grande ristampa, con tre storie per numero, formato bonelli classico e in bianco e nero e costa 5.90 (se non sbaglio).
Questa qui presenta tre storie, ma in grande formato e a colori e immagino con qualche straccio di redazionale, copertine inedite di disegnatori non-dylaniani e costa un euro in più. Diciamo che chi ha cominciato la prima potrebbe anche mordersi le mani. Però siccome i dati sulla seconda sono tutti da confermare (prezzo compreso), è meglio aspettare ;)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Martedì 15 Gen 2013, 18:57:59
Intendo dire che in edicola c'è già la grande ristampa, con tre storie per numero, formato bonelli classico e in bianco e nero e costa 5.90 (se non sbaglio).
Questa qui presenta tre storie, ma in grande formato e a colori e immagino con qualche straccio di redazionale, copertine inedite di disegnatori non-dylaniani e costa un euro in più. Diciamo che chi ha cominciato la prima potrebbe anche mordersi le mani. Però siccome i dati sulla seconda sono tutti da confermare (prezzo compreso), è meglio aspettare ;)

sull'ultimo dylan dog accennavano a una sorpresa che potrebbe essere quella.. diciamo che con zagor hanno fatto bene o male uguale con la sua collezione storica quindi potrebbe essere :-)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Anders And - Giovedì 24 Gen 2013, 21:51:05
Copertina del primo volume:

(http://www.ddcomics.it/wp-content/uploads/2013/01/dylan-dog-repubblica-collezione-storica.jpg)

fonte: http://www.ddcomics.it/2013/01/24/bruno-brindisi-copertina-inedita-per-dylan-dog/
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: fdl 98 - Giovedì 24 Gen 2013, 23:42:40
Il 21 febbraio! Quindi uscirà parallelo a Zagor! Acc...Dannaz...Malediz.... (così mando l'influenza di Cico anche nel topic di Dylan Dog).
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: UomoCheSapevaTroppo - Venerdì 25 Gen 2013, 05:13:53
Il colore va bene ogni tanto, ma (soprattutto pensando agli originali) NON SEMPRE.

Memorie dall'Invisibile... A COLORI? VADE RETRO.

Dal Profondo, ragazzi.. A COLORI? NO.

Andate di Granderistampa, ancora tutta ordinabile di sicuro, ma 100 volte meglio il B/N, i colori distruggono molte delle atmosfere di Dylan, 9 volte su 10
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Venerdì 25 Gen 2013, 11:35:48
Il colore va bene ogni tanto, ma (soprattutto pensando agli originali) NON SEMPRE.

Memorie dall'Invisibile... A COLORI? VADE RETRO.

Dal Profondo, ragazzi.. A COLORI? NO.
Già me li immagino i disegni di roi, ma soprattutto di dall'agnol e mari (come quelli del color fest!) a colori!
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Venerdì 25 Gen 2013, 13:24:48
Il colore va bene ogni tanto, ma (soprattutto pensando agli originali) NON SEMPRE.

Memorie dall'Invisibile... A COLORI? VADE RETRO.

Dal Profondo, ragazzi.. A COLORI? NO.

Andate di Granderistampa, ancora tutta ordinabile di sicuro, ma 100 volte meglio il B/N, i colori distruggono molte delle atmosfere di Dylan, 9 volte su 10
Quoto ! Ma il primo numero me lo faccio di certo a un euro ! Credo pure qualcun altro ! Non tutti sicuramente
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Unchienandalou - Venerdì 25 Gen 2013, 14:57:53
Il colore va bene ogni tanto, ma (soprattutto pensando agli originali) NON SEMPRE.

Memorie dall'Invisibile... A COLORI? VADE RETRO.

Dal Profondo, ragazzi.. A COLORI? NO.

Andate di Granderistampa, ancora tutta ordinabile di sicuro, ma 100 volte meglio il B/N, i colori distruggono molte delle atmosfere di Dylan, 9 volte su 10

Concordo!!

Tra l'altro di una ristampa di Dyd non se ne sentiva proprio il bisogno, visto che si possono recuperare facilmente 1° e 2° ristampa, Collezione Book, GrandeRistampa, e volendo con qualche sacrificio anche gli originali ma senza svenarsi più di tanto.

Le uniche cose nuove saranno i colori, di cui non si avverte l'esigenza, e i redazionali, ma dopo aver visto quelli di Zagor se li possono tenere.

Repubblica ha deciso di fare cassa facilmente e Bonelli gliene da la possibilità, ma io preferisco collane come quelle di RCS tipo Barks e Gott: molto lavoro dietro, tanta competenza e passione, rischio. Ben venga inoltre l'alternanza con semi-ciofeche  tipo la "Storia Disney", ma almeno abbiamo la speranza che con gli introiti facciano qualcosa di valido anche se rischioso.
Al contrario Repubblica non rischia niente, e se le cose vanno non proprio bene o addirittura volgono al peggio (tipo Zagor): chiudono e arrivederci.

Io non ci sto...


...però il primo numero di Dyd lo prendo! :P ;)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: fdl 98 - Sabato 26 Gen 2013, 18:03:37
Anch'io sono molto deluso dall'uscita di Dylan Dog, mi aspettavo qualche personaggio più "anziano" o comunque qualcos'altro (il sogno sarebbe "Un uomo un avventura" con repubblica, ma non ricolorata).
Infine non mi è proprio piaciuto il modo con cui l'hanno inserita, addirittura "sopra" la ristampa di Zagor quasi a dire: "Vabbe' quella è andata, chi la vuole seguire peggio per lui, tutti voi altri guardate qua", sopratutto come lettore assiduo non mi è andata giù questa iniziativa. Bah! La speranza è che facciano qualcosa di degno, anche se mi sa molto di prefabbricato pronto all'uso. Nel frattempo escono notizie come la copertina e i contenuti del primo volume (che non sembrano malaccio):http://www.comicus.it/index.php?option=com_k2&view=item&id=54656:dylan-dog-a-colori-la-copertina&Itemid=89.

P.S.Cosa ci fanno quelle scritte in copertina, abolitele subito!
P.P.S. Almeno il nero ci sta bene! :P
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Bacci - Mercoledì 30 Gen 2013, 00:35:28
Chi ha letto L'impostore?
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Giovedì 31 Gen 2013, 10:28:57
Chi ha letto L'impostore?
Io!
Impressioni? E' sempre più chiaro l'intento di tornare verso il dylan classico, però è una storia che, pur piacendomi, mi ha dato l'impressione di averla letta qualche decina di volte! Forse è troppo "classica" ;D Sarà stato anche per i disegni di mari che aveva fatto anche una storia per certi versi simile, "daisy & queen". Non saprei dire se sono soddisfatto o no, è che messa così sembra più un voler dire "volete il dylan di una volta? Eccolo qua", copiando dal passato, quando invece mi piacerebbe che si provasse a fare qualcosa di nuovo nel rispetto delle caratteristiche classiche del personaggio. In sintesi il giudizio è: boh! ;D
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Bacci - Sabato 2 Feb 2013, 00:49:51
C'entra poco, ma a proposito di doppelgänger, citati nella storia di questo mese, ho scoperto per caso questa faccenda curiosa della quale ignoravo assolutamente dl'esistenza: un tipo che si spacciava per kubrick negli anni novanta e la cui storia ha ispirato anche un film :o Qusto però non ci somigliava fisicamente, a quanto pare

http://www.filmscoop.it/film_al_cinema/colourmekubrick.asp

http://en.wikipedia.org/wiki/Alan_Conway

Beh, tornando all'albo, concordo con l'opinione di piccolobush e devo dire che tuttavia l'ho trovato piuttosto interessante!
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: UomoCheSapevaTroppo - Giovedì 21 Feb 2013, 05:26:52
LONTANI DA DYLAN A COLORI.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Giovedì 21 Feb 2013, 09:45:35
LONTANI DA DYLAN A COLORI.
Eh? :-?
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Bramo - Giovedì 21 Feb 2013, 11:33:12
Lol, l'anatema dell'Uomo! :P
C'è l'Uomo che vuole far crollare le vendite della Collezione Storica a Colori :P
Vedendo l' (usuale... per lui ;) ) orario di postaggio, o è stato investito dal camion del fornitore che portava in edicola l'allegato :P oppure continua semplicemente la sua crociata contro la colorazione di Dylan Dog.
Propendo per la seconda ipotesi ;)
Ad ogni modo, oh, io sono anche interessato al primo volume, per 1 euro, se lo trovo ancora la prima volta che esco di casa... Anatema su di me! :o
Però almeno potrei leggere le prime 3 storie una volta per tutte, sperando che l'Uomo non dica che così facendo stuprerei la mia esperienza di lettura :P
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Giovedì 21 Feb 2013, 15:07:38
Lol, l'anatema dell'Uomo! :P
C'è l'Uomo che vuole far crollare le vendite della Collezione Storica a Colori :P
Ah, ecco, non capivo il senso della frase. "State lontani dai dylan a colori" voleva dire!
Concordo con uomo! Il fumetto non è per le masse incolte e fighette che vogliono il colore e la rilegatura in pelle! A loro lasciate le absolute in versione limitata e numerata de "il tromba" e gli album dei modà :P
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Bramo - Giovedì 21 Feb 2013, 15:18:06
Ah, ecco, non capivo il senso della frase. "State lontani dai dylan a colori" voleva dire!
Concordo con uomo! Il fumetto non è per le masse incolte e fighette che vogliono il colore e la rilegatura in pelle! A loro lasciate le absolute in versione limitata e numerata de "il tromba" e gli album dei modà :P
Lol, che è oggi, la giornata del "lettore snob da libreria vs. lettore popolare da edicola"? :P
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: cianfa88 - Giovedì 21 Feb 2013, 15:36:16
Preso il prima volume, ma mi fermerò qui per ragioni di spazio/portafoglio.
Ovvio che sarebbe meglio senza colore, ma vale lo stesso discorso fatto per "Gli anni d'oro di Topolino".
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Giovedì 21 Feb 2013, 18:26:08
Lol, che è oggi, la giornata del "lettore snob da libreria vs. lettore popolare da edicola"? :P
No, no! Io impersono orgogliosamente il lettore snob da edicola e il lettore popolare da libreria :P


Ovvio che sarebbe meglio senza colore, ma vale lo stesso discorso fatto per "Gli anni d'oro di Topolino".
Fino ad un certo punto però, perchè quella aveva un'attrattiva diversa. Quando ti ricapitava una riedizione completa di gottfredson con quella cura e a quel prezzo (ok, ora sta uscendo la versione italiana della fantagraphics, ma per prezzi e orizzonte temporale è assai differente dall'altra)? E, al limite, si poteva capire per zagor (che ha avuto una sola ristampa che non ho praticamente mai visto in giro).
Dylan invece, con tutte le ristampe che escono e il mercato che ha, si recupera a due soldi ;)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: cianfa88 - Venerdì 22 Feb 2013, 18:39:48
Sì, vero per la reperibilità, ma per raggiungere il grande pubblico pare che il colore sia necessario purtroppo.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Andrea87 - Sabato 23 Feb 2013, 03:30:51
io per ora passo essendo nell'anno sabbatico risparmiadindini... poi magari a bocce ferme ordino il paccone come arretrato (o, meglio, aspetto qualche offerta su ebay iperscontata...)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: UomoCheSapevaTroppo - Sabato 23 Feb 2013, 06:40:10
Eh? :-?

Piccolobush è italiano perfetto, eh!!

Bramo ti perdono per l'1 euro, ma poi ordinati la granderistampa che di euro ne spendi 5 a volume senza colori rovina-tutto  :-X
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Sabato 23 Feb 2013, 10:39:39
pure io ho preso il numero 1 della collezione storica a colori e mi sa che prendero' qualche altro numero mirato...cmq non capisco tutto sto scherno..secondo me e' una bella iniziativa...ok ci sono tante ristampe in giro, ma qui oltre al colore, si parla di grande formato e di redazionali..un modo per rileggere in modo diverso i primi storici numeri

sicuramente in tecnicolor mi faro' anche quello con la dama in nero e il castello della paura , ma sopratutto i conigli rosa uccidono :-)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Sabato 23 Feb 2013, 13:41:29
Piccolobush è italiano perfetto, eh!!
Sì, lo so. E' che ci sono delle mattine in cui ho i riflessi (mentali) di un bradipo ;)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Unchienandalou - Sabato 23 Feb 2013, 14:04:35
io per ora passo essendo nell'anno sabbatico risparmiadindini... poi magari a bocce ferme ordino il paccone come arretrato (o, meglio, aspetto qualche offerta su ebay iperscontata...)


La vuoi quella di Zagor?? ;D E' in vendita sul mercatino la prima metà ::) ::)

Di Dylan comprate la GR o i collezione book. Evitate il colore, e i salassi evitabili ai portafogli. ;)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Paolodan3 - Sabato 23 Feb 2013, 17:24:58
Anch'io ho acquistato il primo numero della collezione storica a colori; considerato il prezzo di questo primo volume non me lo sono fatto scappare. Storie assolutamente inedite per me.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: danuota - Domenica 24 Feb 2013, 10:51:05
Preso anche io questo n.1 per curiosita' , perche' cmq costa solo 1 euro e perche' vabbe' dai e' pur sempre un numero 1 e mi son detto : lo provo !!
Confermati però i miei dubbi personali : dyd a colori per me non "funziona" e perde parecchio rispetto alla ben piu' suggestiva , affascinante , bellissima , versione originale in b/n . Pensata in quel modo dagli autori e disegnata per rendere al massimo sfruttando il chiaroscuro , non il colore .
Il Dylan di Stano a colori proprio non lo posso vedere . :(
Figuriamoci poi come rendera' il DYD di Corrado Roi....  
Gia' Montanari e Grassani col loro disegno particolare tanto tanto....ma gli altri....Stano , Trigo , Freghieri , Brindisi , Roi , ecc. ecc.

Sicuramente mi fermo al primo numero uscito .
Son gusti personali , chiaramente .  ;)


p.s. se si vogliono leggere/rileggere le prime bellissime storie dylaniate e non si vuol spendere soldi per la splendida versione originale , mi permetto di consigliare la + economica ristampa in versione BOOK . Li è stato mantenuto il bianconero ed il formato originale , in più la copertina è cartonata ed il fumetto si legge benissimo senza rovinare la copertina . Versione molto molto carina per me ! :)

Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Domenica 24 Feb 2013, 13:43:48
Figuriamoci poi come rendera' il DYD di Corrado Roi....  
Gia' Montanari e Grassani col loro disegno particolare tanto tanto....ma gli altri....Stano , Trigo , Freghieri , Brindisi , Roi , ecc. ecc.
Brindisi è quello che forse trovo più adatto. Anche stano ha fatto un ottimo lavoro, ma il problema è che parliamo di storie concepite per essere a colori e in cui l'autore ha la possibilità di organizzarle come meglio credeva (un po' come il color fest).
E' colorare a prescindere storie che sono nate per il bianco e nero che rischia di rovinare tutto.
Comunque auguro alla bonelli che venda un bel po' in ogni caso, hai visto mai che mi ristampano "un uomo, un'avventura"
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Unchienandalou - Domenica 24 Feb 2013, 14:14:33

Comunque auguro alla bonelli che venda un bel po' in ogni caso, hai visto mai che mi ristampano "un uomo, un'avventura"

 [smiley=other_bow.gif] Speriamo! A me piacerebbe anastatica, in questo modo potrei spernacchiare coloro che la vendo a 500/600 euro (e anche più) completa sul web!
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: conker - Domenica 24 Feb 2013, 17:18:42
Brindisi è quello che forse trovo più adatto. Anche stano ha fatto un ottimo lavoro, ma il problema è che parliamo di storie concepite per essere a colori e in cui l'autore ha la possibilità di organizzarle come meglio credeva (un po' come il color fest).
E' colorare a prescindere storie che sono nate per il bianco e nero che rischia di rovinare tutto.
Comunque auguro alla bonelli che venda un bel po' in ogni caso, hai visto mai che mi ristampano "un uomo, un'avventura"

in generale, è la "linea chiara" che si presta bene al colore, sempre e comunque

tutto il resto, più o meno, può essere colorato, purchè con la dovuta cura ed attenzione

detto questo, non mi pare che la colorazione di questa collana sia particolarmente rovinosa... chiaro che chi già ha la versione b/n questa la può benissimo saltare a piè pari
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Domenica 24 Feb 2013, 23:30:48

in generale, è la "linea chiara" che si presta bene al colore, sempre e comunque

tutto il resto, più o meno, può essere colorato, purchè con la dovuta cura ed attenzione
Questo è corretto ma io ne faccio non un discorso di possibilità ma di opportunità: colorare per colorare non è una cosa che incontra i miei gusti (al di là del fatto che evidentemente al pubblico "mainstream" piace di più il colore, perchè... boh, non lo so il perchè) e preferisco tenermi il disegno in bianco e nero a meno che il colore non aggiunga veramente qualcosa. Il colortex di brindisi, per fare un esempio, aveva una colorazione totalmente anonima, è stato proprio un colorare per poter dire che era a colori e niente più. Viceversa il dylan a colori di stano è stato qualcosa di soprendente, perchè il colore aveva ragione di essere e si vedeva che il disegnatore aveva fatto tutto un lavoro enorme.
Poi ovviamente sono questioni di lana caprina, il colore vende e quindi si stampa a colori, però il pubblico andrebbe anche un po' educato e non solo assecondato :P
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: UomoCheSapevaTroppo - Giovedì 28 Feb 2013, 06:22:29
Corrado Roi a colori ragazzi è bestemmia fumettistica, chiunque si è lamentato di Gottfredson a colori, con Roi si impicca. :-X
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Domenica 3 Mar 2013, 12:18:28
La riflessione di bloch nelle ultime pagine è anche il commento che trovo più adatto a quest'albo: una storia senza capo, nè coda. Una carrellata di leggende metropolitane (tutte stranote tra l'altro), di cui pure sono un appassionato. Ma non può bastare questo a costruire una storia, così come non può bastare l'ultima pagina, un tentativo un po' goffo di donare organicità a una cosa che non ce la può avere per come è stata scritta e far dire un "ohhhhhhhh" di meraviglia. O forse perchè, a quel punto, un finale decente era impossibile scriverlo.
Qualche citazione che indubbiamente manderà in visibilio i nerd duri e puri della serie, che per queste saranno contentissimi di averlo comprato e letto :P
Se ci aggiungo cossu, che non mi è mai particolarmente piaciuto realizzo, per i miei gusti, di aver buttato 2.90 nel water :P
L'unico che si salva è bloch, ma non è che incida più di tanto.
Qaundo alla bonelli si renderanno conto che di sclavi ce n'è (anzi ce n'è stato, perchè pure le sue ultime storie erano agghiaccianti) soltanto uno, sarà sempre troppo tardi.

Qualcuno ha letto il maxi attualmente in edicola? Com'è? Posso sperare di rifarmi la bocca con quello? Occhio che costa 5,70, se mi fate buttare altri soldi vengo a casa vostra e vi faccio leggere per 100 volte "il santuario" ;D
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Domenica 3 Mar 2013, 20:46:03
Secondo me sei troppo drastico, a me è piaciuta la storia, è vro è vero. a me piacciono quasi tutte, forse perché non urlavo al capolavoro all'inizio, ma in modo molto lento e molto faticoso mi sembra che si stia cercando di ripristinare i binari giusti.. infondo anche la nostra direttrice ci ha messo del tempo a riportare il Topo a questi livelli....  io sono contenta che non ci sia stata la deriva desiderata da Recchioni & Co.
Se riescono a ripristinare questo registro, secondo me è più facile che possano uscire storie che hanno qualcosa da dire.
Io credo che il problema non sia tanto la storia in se che a me è piaciuta appunto, ma che non c'è niente di più, ma non è del tutto necessario ad un fumetto, solo che se ci sono più piani narrativi le storie sono più belle...
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Domenica 3 Mar 2013, 21:44:08
Secondo me sei troppo drastico, a me è piaciuta la storia, è vro è vero. a me piacciono quasi tutte, forse perché non urlavo al capolavoro all'inizio, ma in modo molto lento e molto faticoso mi sembra che si stia cercando di ripristinare i binari giusti..
Beh,ok, magari alla fine riavremo un dylan come si deve, ma se nel frattempo escono storie brutte bisogna dirlo lo stesso, come lo abbiamo detto anche della de poli ;)

Citazione
Io credo che il problema non sia tanto la storia in se che a me è piaciuta appunto, ma che non c'è niente di più, ma non è del tutto necessario ad un fumetto, solo che se ci sono più piani narrativi le storie sono più belle...
Ma in realtà qua non c'è nemmeno la storia :P Non c'è nemmeno un piano narrativo. Hai presente il film "urban legend"? Non è che sia un capolavoro, ma almeno gli autori hanno cercato di mettere in piedi una trama. La storia di dylan invece è' soltanto un elenco risaputo.
Cioè elio l'ha fatto quasi vent'anni fa, pari pari, ma quello era divertente:

"Mi ha detto mio cuggino che una volta si e' schiantato con la moto, mio cuggino mio cuggino.
Mi ha detto mio cuggino che poi si e' tolto il casco e si e' aperta la testa, mio cuggino mio cuggino"


 ;D
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Bacci - Martedì 5 Mar 2013, 01:39:25
La riflessione di bloch nelle ultime pagine è anche il commento che trovo più adatto a quest'albo: una storia senza capo, nè coda. Una carrellata di leggende metropolitane (tutte stranote tra l'altro), di cui pure sono un appassionato. Ma non può bastare questo a costruire una storia, così come non può bastare l'ultima pagina, un tentativo un po' goffo di donare organicità a una cosa che non ce la può avere per come è stata scritta e far dire un "ohhhhhhhh" di meraviglia. O forse perchè, a quel punto, un finale decente era impossibile scriverlo.
Qualche citazione che indubbiamente manderà in visibilio i nerd duri e puri della serie, che per queste saranno contentissimi di averlo comprato e letto :P
Se ci aggiungo cossu, che non mi è mai particolarmente piaciuto realizzo, per i miei gusti, di aver buttato 2.90 nel water :P
L'unico che si salva è bloch, ma non è che incida più di tanto.
Qaundo alla bonelli si renderanno conto che di sclavi ce n'è (anzi ce n'è stato, perchè pure le sue ultime storie erano agghiaccianti) soltanto uno, sarà sempre troppo tardi.

Il finale in cui si tirano le fila del discorso non è neanche malaccio, ma per tutto lo svolgimento della storia mi son fatto una dormitona epocale
Non mi è dispiaciuto del tutto questo numero, ma il "come" è stato raccontato, anche se qualche passaggio buono c'è, e mi spiace dirlo ma i disegni non aiutano a renderlo più interessante.
Sono tanti numeri che si intravede qualcosa di bello ma per trovarlo bisogna scavare e scavare... ed è sempre il minimo sindacale, è un peccato...
In questa puntata mi dà un po' da pensare l'assenza di Groucho, il tema pareva adatto, ma forse avrebbe distratto troppo l'attenzione da quel che lo sceneggiatore ha scelto di raccontare? Non saprei dire.
Le citazioni ai numeri vecchi di Leggende urbane non le ho nemmeno potute cogliere perché gli albi vecchi tirati in ballo non li ho letti, quindi non ho nemmeno un effetto nostalgia che mi possa supportare in questi momenti difficili  ;D
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Mercoledì 6 Mar 2013, 15:38:54
posso dire la mia sull'ultimo numero ???
a mio avviso e' una delle storie piu' becere e mal riuscite degli ultimi anni..prendere una serie di leggende metropolitane, e cucirle cosi' senza dargli un perche'..senza metterci un cuore...diciamo che potrei vederla come la bruttissima copia della canzone MIO CUGGGINO di elio e le storie tese :-)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Mercoledì 6 Mar 2013, 21:47:50
posso dire la mia sull'ultimo numero ???
a mio avviso e' una delle storie piu' becere e mal riuscite degli ultimi anni..prendere una serie di leggende metropolitane, e cucirle cosi' senza dargli un perche'..senza metterci un cuore...diciamo che potrei vederla come la bruttissima copia della canzone MIO CUGGGINO di elio e le storie tese :-)
Copione di commenti altrui :P
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Giovedì 7 Mar 2013, 23:41:38
Copione di commenti altrui :P
Ehm ! Ho scritto prima di leggere i commenti :-p ! Però sta sintonia mi preoccupa ! :-/
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Venerdì 8 Mar 2013, 09:59:39
Però sta sintonia mi preoccupa ! :-/
Ah, grazie per la stima :P

 ;D
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Venerdì 8 Mar 2013, 19:16:55
Ah, grazie per la stima :P

 ;D
Ehm qua sto mescolando sempre più della cacca :-p

Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Venerdì 8 Mar 2013, 19:56:42
a me la storia è piaciuta...

vedi che c'è chi sta peggio eheheh
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: UomoCheSapevaTroppo - Domenica 10 Mar 2013, 03:49:11
Beh,ok, magari alla fine riavremo un dylan come si deve, ma se nel frattempo escono storie brutte bisogna dirlo lo stesso, come lo abbiamo detto anche della de poli ;)

Ma in realtà qua non c'è nemmeno la storia :P Non c'è nemmeno un piano narrativo. Hai presente il film "urban legend"? Non è che sia un capolavoro, ma almeno gli autori hanno cercato di mettere in piedi una trama. La storia di dylan invece è' soltanto un elenco risaputo.
Cioè elio l'ha fatto quasi vent'anni fa, pari pari, ma quello era divertente:

"Mi ha detto mio cuggino che una volta si e' schiantato con la moto, mio cuggino mio cuggino.
Mi ha detto mio cuggino che poi si e' tolto il casco e si e' aperta la testa, mio cuggino mio cuggino"


 ;D

QUesta storia è una citazione a ELio infatti ahahah, guardate IL NOME DEL PUB DA DOVE ESCE DYLAN quando Bloch non passa a trovarlo!!!!

Per il resto, una storia buttata lì, l'ennesimo "smascheramento", DYlan è solo un fumetto, blablabla... manca di qualcosa, Crippa o Aicardi un soggetto simile me lo tiravano dietro se glielo presentavo!

Mi appresto ora a cominciare il MAXI, poi ti dirò Piccolobush!!
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Domenica 10 Mar 2013, 09:56:23
Crippa o Aicardi un soggetto simile me lo tiravano dietro se glielo presentavo!
E avrebbero fatto bene! Certi autori è meglio ammazzarli da piccoli ;D
Ehm... ammazzarli metaforicamente, meglio specificare che se no di gregorio (o era di vincenzo?) si arrabbia, non tutti possono avere l'autoironia di berardi :P

Citazione
Mi appresto ora a cominciare il MAXI, poi ti dirò Piccolobush!!
[smiley=thumbsup.gif]
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Samuele - Domenica 10 Mar 2013, 10:07:45
Del Maxi salvo il secondo racconto. Il terzo per alcune parti.
L'ultimo Dylan Dog è meno peggio di altri, e non vuol dire che sia un numero memorabile.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Venerdì 12 Apr 2013, 08:31:13
oooooooooo piu' di un mese che nessuno scrive qui ????
ma dico, si puo???' :D :D :D :D

scherzi a parte, ho letto l'ultimo dyd e mi e' piaciuto tantissimo, malgrado le critiche in certi forum..una storia misteriosa che poi ai piu' svelti puo' risultare scontata, ma non a me..
disegni eccelsi del grande Rinaldi...che dire compratelo!!!

una domanda pero'..
solo a me il custode del cimitero, ha ricordato come fisionomia un certo politico ??????
 :P :P :P
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: UomoCheSapevaTroppo - Mercoledì 17 Apr 2013, 02:48:43
No dai l'ultimo DyD è scontatissimo, a metà albo avevo già capito TUTTO ahaah ma proprio TUTTO, era palese anche vedendo le altre vittime...

Il maxi devo ancora leggerlo lol!!!!
E ho appena recuperato L'Almanacco col nuovo look!
Poi arriveranno le impressioni
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Bacci - Mercoledì 17 Apr 2013, 13:00:13
E' vero che è un po' scontato, ma l'ho trovato piacevole pure io :) Rinaldi disegna Dylan come alle origini! Bello!
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fa.Gian. - Mercoledì 17 Apr 2013, 15:11:13
E' vero che è un po' scontato, ma l'ho trovato piacevole pure io :) Rinaldi disegna Dylan come alle origini! Bello!
Scusate... "Rinaldi" chi?
Mica "PINO Rinaldi"? o___0

Spero sia davvero lui, ma la vedo dura; sapevo che i suoi rapporti con la Bonelli erano stati un po'... burrascosi, ai tempi di Nathan Never
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Bacci - Mercoledì 17 Apr 2013, 15:19:25

No, è Roberto Rinaldi  ;)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fa.Gian. - Mercoledì 17 Apr 2013, 21:00:17
Ah!
Peccato, un pochino ci speravo =^___^=
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Martedì 23 Apr 2013, 06:59:21
ho preso il dyd sui mondi paralleli ..aka l'altroquando..e a me e' piaciuto :-) sul forum craven road 7 c'e' chi dice che potrebbe essere il color fest migliore di sempre..su questo non lo so, di certo son tutte storie interessanti e da leggere
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: ZioWalt - Martedì 23 Apr 2013, 11:15:39
[size=14]c'e' chi dice che potrebbe essere il color fest migliore di sempre..[/size]

Ach! In ogni caso, mi fiondo in edicola ;D
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: doublepik99 - Martedì 23 Apr 2013, 17:48:19
Entro nella discussione,pur sapendone pochissimo,perchè qualche giorno fa,ad un mercatino dell'usato,ho trovato,tra vari fumetti, il numero tre di Dylan e ci tenevo a farvi sapere che adesso questa serie è diventata una delle mie passioni :D Avete qualche numero in particolare da consigliarmi per iniziare?
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: ZioWalt - Martedì 23 Apr 2013, 17:59:22
Entro nella discussione,pur sapendone pochissimo,perchè qualche giorno fa,ad un mercatino dell'usato,ho trovato,tra vari fumetti, il numero tre di Dylan e ci tenevo a farvi sapere che adesso questa serie è diventata una delle mie passioni :D Avete qualche numero in particolare da consigliarmi per iniziare?

Direi quasi tutti i primi 100 numeri, ma intanto puoi recuperarti il numero uno, tutti i numeri dal 12 al 24, 41, 63, 74, 81, 83, 84, il 100 e molta, molta altra roba... Però direi che per cominciare possono bastarti questi per ora :)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: doublepik99 - Martedì 23 Apr 2013, 18:16:50

Direi quasi tutti i primi 100 numeri, ma intanto puoi recuperarti il numero uno, tutti i numeri dal 12 al 24, 41, 63, 74, 81, 83, 84, il 100 e molta, molta altra roba... Però direi che per cominciare possono bastarti questi per ora :)
Ok,inizierò con questi,grazie dell'aiuto [smiley=thumbsup.gif]
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: ZioWalt - Martedì 23 Apr 2013, 21:48:29
Ok,inizierò con questi,grazie dell'aiuto [smiley=thumbsup.gif]

Figurati! Ti direi anche il 43, 61, 66, 71, 241-242... Ma dopo non finirei più ;D
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fa.Gian. - Martedì 23 Apr 2013, 22:18:37
Io di solito, ai neofiti, suggerisco i numeri 1, 25, 43 e 100, tanto per avere la saga completa del "Vero" Dylan Dog (quello di Sclavi e Stano, per capirci che è una storia unica, in 4 parti)

Poi aggiungo i numeri 10, 18, 19, 30, 48 e il quinto speciale estivo "La casa degli uomini perduti", come base di partenza.

In genere comunque tra i primi 100 non ce n'è nessuno da scartare a priori, e nelle due centinaia successive ci sono comunque delle belle perle (i numeri 240 e 241, per i 20 anni, ad esempio)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: ZioWalt - Mercoledì 24 Apr 2013, 13:48:36
Invece io tendo a suggerire i numeri, cercando di essere il più oggettivo possibile, che maggiormente rappresentano le tematiche dell'opera e tutto quello che riguarda l'essenza del DYD di Sclavi, magari anche a scapito di cicli ben precisi (il 66, il 74 e l'81 vanno letti il prima possibile, almeno secondo me).

Comunque, per evitare confusioni, la storia per i 20 anni del fumetto è sui numeri 241-242.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fa.Gian. - Mercoledì 24 Apr 2013, 14:01:49
Ma infatti, per me la visione di Sclavi, è maggiormente presente proprio nelle storie che ho indicato

La quadrilogia (1-25-43-100) è praticamente inizio, sviluppo e fine del personaggio, in senso compiuto.

Il 10 e il 19 (entrambi di Casertano, come il 5° speciale estivo) sono storie in cui il pessimismo e l'angoscia di vivere di Sclavi escono benissimo, insieme alle sue paure, ai suoi gusti un po' strani e affascinanti sui "diversi".

Il 18, il 30 e il 48 sono l'anima "citazionista" di DYD, e 30 e 48 sono anche disegnati da Claudio Castellini al suo esordio, che male non fa.

Poi ovviamente ci sono tante altre sfumature, tanti altri argomenti toccti nell'avventura quasi trentennale dell'indagatore (il n.74 però a me non piace, troppo "mieloso")

Grazie della precisazione sui numeri del 20nnale, non avevo modo di verificare, quando ho scritto =^___^=
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Bacci - Mercoledì 24 Apr 2013, 14:11:16
ho preso il dyd sui mondi paralleli ..aka l'altroquando..e a me e' piaciuto :-) sul forum craven road 7 c'e' chi dice che potrebbe essere il color fest migliore di sempre..su questo non lo so, di certo son tutte storie interessanti e da leggere

Il comparto grafico pare bello, vediamo come saranno le storie :)

Per chi vuole iniziare a seguire il personaggio... Potrebbe seguire la collana della collezione storica a colori :)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Domenica 28 Apr 2013, 20:41:07
Anche a me il color fest è piaciuto, con l'esclusione della storia di serra: mi aspettavo qualcosa di più di una semplice trasposizione di un racconto di sherlock holmes ("la fascia maculata" nella fattispecie), con solo il finale che vira verso l'horror "soprannaturale" solo per dargli la patente di storia alla dylan.
Una cosa vorrei dire alla bonelli (non ci leggono ma non si può mai sapere): mettere due spoiler enormi (per quanto parziali) in quarta di copertina non è proprio intelligente, eh :P
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Bacci - Mercoledì 1 Mag 2013, 17:36:44
A proposito dell'ultimo dylan dog, La fuggitiva, leggo pareri che sostengono che la dimensione dei mostri fosse realmente esistente, e non solo un parto della mente malata della ragazza, Berenice. Voi che ne pensate? Io penso che il dubbio ci possa anche essere, ma leggendo la storia non sento il bisogno per forza di considerare questa cosa. Il finale, dopo la prima lettura, penso semplicemente appartenga alla mente della ragazza, come le altre scene "mostruose". Però effettivamente il fatto che alcune sequenze vengano deformate quando la ragazza non è presente, mi avevano fatto pensare a una reale storia parallela, ma credo che sia stata realizzata in questo modo per rendere più avvincente la doppia caccia alla ragazza e al mostro. Carino Ben Kingsley, preso da Shutter Island!
Comunque quello che mi è piaciuto di più dell'albo è stato l'inizio semplice e che mi ha preso subito e la malinconia di Dylan
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Unchienandalou - Lunedì 20 Mag 2013, 22:05:14
[size=14]Notizia dell'Ultim'ora: Roberto Recchioni nuovo curatore di Dylan Dog!![/size]


Annunciato da Marcheselli in un incontro presso una libreria Feltrinelli, il Rrobe lo conferma via FB.

 :o

(http://imageshack.us/scaled/landing/198/20130520204447.png)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Unchienandalou - Lunedì 20 Mag 2013, 22:12:48
Stacco un altro post per lasciare la notizia in evidenza.

Pare che Sclavi in persona abbia dato il suo assenso; la notizia sta già facendo il giro dei forum (Comicus, Craven Road 7, etc...); grida di giubilo si levano, perchè tanto come si dice dalle mie parti "cchiu scuru i mezzannotti nun pò fari" (cioè più buio di mezzanotte non può fare ;D).

Lo attende un compito davvero arduo, ma personalmente confido nelle sue capacità (almeno come sceneggiatore) e nel ritorno di autori che non si trovavano d'accordo con l'attuale linea editoriale. Certo, i risultati non si vedranno dal mese prossimo, ci dobbiamo sorbire almeno un anno e mezzo di scaletta già decisa, ma almeno abbiamo una speranza. ;)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Bacci - Lunedì 20 Mag 2013, 23:41:10
Ma sostituisce Gualdoni? Vedremo che tipo di cambi di direzione ci saranno...
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Martedì 21 Mag 2013, 09:43:29
Ma recchioni non aveva abbandonato dylan per dedicarsi a tex?
Comunque, per rifarmi a un'altra discussione di qualche giorno fa, recchioni lo vedo come lo zichichi del fumetto italiano :P
Bravo "politicamente", nella (auto)promozione, nella (auto)divulgazione, nell'organizzazione (e non è un caso che ci sia lui dietro la sinergia bonelli-multiplayer), però se dovessi dire qualche suo lavoro davvero irrinunciabile, a parte le prime stagioni di john doe, scritte comunque con bartoli, non è che mi viene in mente molto.
Però magari quello di curatore è proprio la mansione che più gli si addice, staremo a vedere, speriamo bene e che non abbia intenzione di svecchiare troppo il parco lettori ::)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Unchienandalou - Martedì 21 Mag 2013, 13:41:01
Sostituisce Gualdoni.
Per quanto riguarda "l'abbandono", non penso sia stato per Tex. Lui e altri autori si trovavano in contrasto con il curatore. Tex è stato una conseguenza, almeno credo.

Riporto un articolo del sito CravenRoad7.it:

"E’ di dominio pubblico la nuova carica di Roberto Recchioni come curatore di Dylan Dog. In una conferenza di presentazione dell’albo della Bao Publishing ha confermato che questo progetto di rinnovamento, che alcuni autori hanno chiamato impropriamente “Dylan Dog 2.0” anche se la stessa definizione di “2.0” in ambito informatico è già vecchia,  è partito da Tiziano Sclavi.
Infuriato dalle numerose proteste dei lettori e di alcuni autori sull’andamento qualitativo di Dylan Dog, Tiziano Sclavi ha indetto una riunione con tutti gli autori per discuterne seriamente. Alla riunione però alla fine vengono invitati soltanto Paola Barbato e Roberto Recchioni. Tiziano Sclavi quindi, in due fogli scritti a mano, spiega come deve essere scritta una storia di Dylan Dog e come non deve essere scritta. Niente più horror adolescenziale, vampiri giovani e cose simili.
La parte finale di questo scritto invece riguarda l’andamento futuro di Dylan Dog, cosa deve cambiare per svecchiare il personaggio.
Roberto Recchioni quindi viene investito della nuova carica. Giovanni Gualdoni rimane comunque in redazione anche se il nome probabilmente non figurerà. Non si sa se nel tamburino dei prossimi albi verrà scritto il nome del curatore. Dylan Dog infatti cambierà anche formato grafico. Non ci sarà l’horror club, conoscendo Rrobe forse verranno messi contenuti extra, ma questa è soltanto una mia ipotesi. Forse verrà indicato come responsabile Mauro Marcheselli, o addirittura Tiziano Sclavi anche se Sclavi oltre a queste indicazioni iniziali non parteciperà ai cambiamenti. Almeno per ora.
Roberto Recchioni e Paola Barbato riediteranno le cinquanta storie già pronte e che usciranno da qui a un paio di anni per renderle compatibili con i cambiamenti in atto.
Le novità importanti riguardanti Dylan Dog sono le seguenti:

- Bloch andrà in pensione. Probabilmente non scomparirà del tutto ma cambierà ruolo. Ci sono possibilità che Bloch venga sostituito dall’ispettore Gorman apparso nell’albo 292 (che doveva essere il primo di una miniserie abortita sul nascere per volontà di Gualdoni). Probabilmente anche la miniserie a questo punto vedrà la luce.

- H.G. Wells e Madame Trelkovsky moriranno.

- Dylan Dog non dirà più Giuda Ballerino. Si sta ancora valutando cosa fargli dire, qualcosa come “Devil” o “Hells Bells”.

- Dylan Dog userà con molta più destrezza cellulari e computer.

- Cambierà anche la sua tariffa: da 100 sterline al giorno a 100 sterline l’ora.

Tutti questi cambiamenti sono allo studio della redazione e verranno inseriti gradualmente. Immagino che la citazione degli AC/DC “Hells Bells” sia dello stesso Recchioni. Tiz ci mette il nome, ma il contenuto no. Sarebbe interessante sapere cosa pensano realmente gli stessi autori, molti dei quali hanno espresso forti dubbi in proposito. Le storie miglioreranno? Probabile. Ma un Dylan Dog che usa il cellulare e non dice Giuda Ballerino è veramente Dylan Dog o diventerà qualcos’altro? John Mystére? Martin Doe?
Lo scopriremo presto. Fortunatamente non ci sono nuove su Groucho, quindi dovrebbe rimanere nel cast.

xoxo
Il vostro webmostro"



Non è che sia proprio questo il cambiamento che mi aspettavo, anzi. [smiley=sm.gif]
Spero non confondano cambiamento di rotta con stravoglimento e inutile rivoluzionamento di caratteristiche essenziali del personaggio.
Non parlo tanto dei cellulari o dei computer, ma di personaggi fondamentali come Bloch, Trelkwski e lo stesso Wells.

Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Bacci - Martedì 21 Mag 2013, 13:48:51
Spero non confondano cambiamento di rotta con stravoglimento e inutile rivoluzionamento di caratteristiche essenziali del personaggio.
Non parlo tanto dei cellulari o dei computer, ma di personaggi fondamentali come Bloch, Trelkwski e lo stesso Wells.



Quoto e sono un bel po' impensierito da quello che ho letto nell'annuncio, per usare un eufemismo ;) Ovviamente vale sempre il "prima leggere per giudicare" anche se le perplessità sono altissime ;) Vedrem!
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Martedì 21 Mag 2013, 13:49:16
Se le cose scritte verranno confermate sarà un duro colpo per me, non posso credere che Dylan Dog si ridurrà a qualcosa di diverso e soprattutto che Scalvi sia d'accordo con tutto questo.
Ci sono ancora due anni per fortuna dopo i quali sarò vicina ai quarant'anni :-) vorrà dire che sarà il momento di smettere di comprare il fumetto!

Poi passare da cento sterline al giorno a cento sterline all'ORA..mi sa davvero di bufala pazzesca, praticamente lavora una volta l'anno, se un caso dura dieci giorni guadagna ventiquattromila sterline!!! quello che guadagna in un anno adesso!!!

Comunque questi cambiamenti sembrano le trame del color fest...madame che muore (o quasi), Dylan tecnologico....mah
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fa.Gian. - Martedì 21 Mag 2013, 13:59:32
Invece io sono bendisposto.

DYD era ormai avvitato su se stesso, era diventato un paradosso, se è vero che lo stesso Sclavi ha dato indicazioni su "come si scrive Dylan Dog", il RRobe è il primo che credo si adeguerà.

Onestamente ciò che ormai mancava nella serie è l'approccio sclaviano, la sua personale visione pessimistica-ma-non-troppo della vita e della società.

Far morire la Trelkowsi e Welles (che sono GIÀ morti, sull'ultimo Color fest, vi ricordo), non vuol dire che dovranno sparire dalle storie (ricordate la nonna e la mamma di Prue, Phoebe e Piper, nel telefilm "Streghe"?) e far usare il cellulare a Dylan (che in una storia finiva con un chip nel cervello, che rischiava di brucuarglielo se si avvicinato a un cellulare) non mi pare così scandaloso.

Credo che il nucleo del personaggio Dylan, sia un altro, sia il suo approccio alle cose, non la sua talebana rinuncia a qualsiasi aggiornamento.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Martedì 21 Mag 2013, 14:30:21
Ma se è vero, come anch'io sono d'accordo, che quello che manca è " l'approccio sclaviano, la sua personale visione pessimistica-ma-non-troppo della vita e della società." non vedo come il cambiare i vestiti al personaggio possa far riemergere questo tipo di approccio, tanto più da da un nuovo curatore che non mi sembra sia proprio indirizzato su quella strada.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fa.Gian. - Martedì 21 Mag 2013, 14:35:31
Io sono il primo a considerare l'abbigliamento di DYD un suo elemento caratteristico, ma non sono così deciso a conservarlo a tutti i costi, se il cambiamento può essere funzionale.

E comunque non si è parlato di cambiargli abbigliamento, ma "abito mentale" del curatore della serie ;)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Martedì 21 Mag 2013, 14:53:11
Boh, quell'articolo quanto è affidabile? No, perchè ci può stare togliere wells e la trelkowski (soprattutto wells credo abbia già dato tutto dopo la seconda apparizione), ci può stare bloch in pensione (che non significa necessariamente che sparirà, ma che avrà un altro ruolo), ci può anche stare l'uso del cellulare e del computer, ma perchè mai "hells bells" dovrebbe essere meno ridicola di "giuda ballerino" come espressione?

Condivido ma non del tutto che il nucleo di dylan sia l'approccio: è anche quello ma non solo.
Spero almeno che recchioni richiami un po' di gente che ha dimostrato di saper scrivere dylan, tipi come ambrosini, medda, anche la barbato e trovi qualche nome nuovo, basta con marzano, di gregorio, de nardo, per carità!
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Martedì 21 Mag 2013, 14:57:50
Come al solito concordo con piccolobush, spero che l'ego smisurato di Recchioni non abbia il sopravvento e che riesca a chiamare autori più bravi di lui...
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fa.Gian. - Martedì 21 Mag 2013, 15:05:38
Ma poi scusate: Welles, genio nerd per eccellenza, potrebbe esimersi dal travasare la sua mente in un computer senziente tipo U.N.O, oppure tipo il dott. Shiba?

Ve lo immaginate quante cose potrebbero essere raccontate, senza più un approccio cristallizzato, alle storie di Dylan?

Fintanto che le storie faranno ridere, piangere e appassionare, e il protagonista avrà la faccia di Ruper Everett e il cuore di Sclavi, per me qualsiasi altra modifica sarà accettabile
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Unchienandalou - Martedì 21 Mag 2013, 15:12:32
Boh, quell'articolo quanto è affidabile? No, perchè ci può stare togliere wells e la trelkowski (soprattutto wells credo abbia già dato tutto dopo la seconda apparizione), ci può stare bloch in pensione (che non significa necessariamente che sparirà, ma che avrà un altro ruolo), ci può anche stare l'uso del cellulare e del computer, ma perchè mai "hells bells" dovrebbe essere meno ridicola di "giuda ballerino" come espressione?

Condivido ma non del tutto che il nucleo di dylan sia l'approccio: è anche quello ma non solo.
Spero almeno che recchioni richiami un po' di gente che ha dimostrato di saper scrivere dylan, tipi come ambrosini, medda, anche la barbato e trovi qualche nome nuovo, basta con marzano, di gregorio, de nardo, per carità!

Circa l'affidabilità dei contenuti dell'articolo nutro dei dubbi anche io, ma non penso che il webmaster sia impazzito dando notizie folli, da 1° Aprile.  A questo punto aspettiamo magari un post illustrativo del Rrobe sul suo blog. ;)

In ogni caso il punto è quello, e penso che i fans di Dylan siano tutti d'accordo: manteniamo tutte le caratteristiche del personaggio, ma rivitalizziamolo. Buone e solide trame, storie sentite e non scritte via solo per poter rispettare l'uscita in edicola. Se potesse aiutare, io eliminerei gran parte dei collaterali alla serie mensile perchè, a mio parere, altro non sono ormai che un iper-sfruttamento del personaggio e un usura inutile dello stesso. Proporrei anche un inedito bimestrale se potesse servire ad avere ad ogni uscita Qualità.

Facendo un confronto forse un pò forzato, quasi apprezzo più Berardi con Ken Parker che non il dover per forza avere il personaggio in edicola ma in piena agonia.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Martedì 21 Mag 2013, 17:13:24
Facendo un confronto forse un pò forzato, quasi apprezzo più Berardi con Ken Parker che non il dover per forza avere il personaggio in edicola ma in piena agonia.
Idem.
Comunque più che il personaggio penso sia necessario mantenere le atmosfere e le tematiche: recchioni al proposito ha detto una cosa che condivido (era su you tube, ma non lo ritrovo) cioè che dylan deve essere l'esatto opposto di tex. Tex è la sicurezza granitica che ti fa dormire tranquillo, dylan deve essere l'inquietudine che non ti abbandona mai del tutto, nemmeno alla fine della storia.
A me come punto di ri-partenza questo basterebbe già.

Citazione
Fintanto che le storie faranno ridere, piangere e appassionare, e il protagonista avrà la faccia di Ruper Everett e il cuore di Sclavi, per me qualsiasi altra modifica sarà accettabile
Trovo sia inutile pensare ancora a sclavi, quel dylan (inteso come personaggio) non può tornare perchè quel dylan era sclavi, aveva le sue paure, le sue fobie, le sue idiosincrasie, le sue depressioni, nessun altro poteva scriverlo così perchè era troppo personale e nessuno infatti ci è riuscito. Hanno presentato quasi tutti il proprio dylan, come era normale che fosse. Ma dylan, come tutti i fumetti non è fatto solo di quello, ma di un sacco di altre cose.
Se mi lasciano solo la faccia di rupert everett e il cuore di sclavi e cambiano tutto il resto, beh, verrà pure fuori un fumetto ottimo ma non è più dylan, dategli un altro nome piuttosto, magari "francesco dellamorte" così dopo vent'anni finalmente il cerchio si chiuderà ;D
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Martedì 21 Mag 2013, 17:49:48
io lo dico chiaramente..
all'inizio pensavo fosse un vecchio scoop risalente al primo di aprile :-/ a me sta cosa ha dell'incredibile...prima leggo che recchioni, meno di un anno fa avrebbe abbandonato la testata (e mi pare che congedandosi, si levo' fuori un paio di sassolini dalla scarpa, nel suo blog). ora non solo torna ma diventa curatore.

che dire ????? secondo me e' una scelta molto forte che forse in bonelli non era mai successa di prendere come curatore un personaggio del genere..io spero vivamente che si limiti a innaffiare la pianta e concimarla come si deve ! invece di sdradicarla e rifarla rinascere completamente.
staremo a vedere...secondo me siamo al 50 e 50 tanto bene e tanto male..poi sbagliero' ma credo che sara' un incarico a tempo..3-4 anni al massimo! un personaggio del genere difficilmente si fossilizza in un ruolo :-)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Unchienandalou - Martedì 21 Mag 2013, 20:56:35
Dalle parole di Fillo mi pare di capire che egli non stimi molto Recchioni.

Comunque, il Rrobe ha lasciato su Facebook il seguente messaggio:

"Una cosa importante (per me): mi spiace dirlo ma il pezzo apparso cu Craven Road 7 contiene poche verità e molte gravi, e lesive, imprecisioni. Domani, appena tornato a Roma, vi spiegherò per filo e per signo qual è la situazione per Dylan Dog."
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Martedì 21 Mag 2013, 21:01:31
Meno male... allora aspettiamo domani...
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Martedì 21 Mag 2013, 23:10:17
Dalle parole di Fillo mi pare di capire che egli non stimi molto Recchioni.

Comunque, il Rrobe ha lasciato su Facebook il seguente messaggio:

"Una cosa importante (per me): mi spiace dirlo ma il pezzo apparso cu Craven Road 7 contiene poche verità e molte gravi, e lesive, imprecisioni. Domani, appena tornato a Roma, vi spiegherò per filo e per signo qual è la situazione per Dylan Dog."
No come fumettista lo stimo molto :-) lo stimo meno quando si improvvisa critico cinematografico ;-) ! Io penso che però sia una persona molto creativa e che potrebbe far fatica a portare avanti una creatura non sua senza abbattere dei paletti inviolabili ! Non vedo l ora di sapere la realtà come sarà ! Qualcosa sotto vedete che c'era :-)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Bacci - Mercoledì 22 Mag 2013, 00:12:50
Citazione
"Una cosa importante (per me): mi spiace dirlo ma il pezzo apparso cu Craven Road 7 contiene poche verità e molte gravi, e lesive, imprecisioni. Domani, appena tornato a Roma, vi spiegherò per filo e per signo qual è la situazione per Dylan Dog."

Però, capita spessissimo di leggere comunicati "più o meno" ufficiali con notizie che poi si rivelano infondate - e non mi riferisco solo al mondo dei fumetti - di cui quel comunicato su craven road è solo l'ultimo esempio (peraltro ancora da verificare)... Proprio come è successo con la notizia "pk torna su topolino", poi in parte messa in dubbio da faraci, o quell'altra in cui si parlava di cambi di direzione su topolino, secondo fonti e pettegolezzi non specificati ... cavoli aspettiamo un attimino, le notizie o ci sono o non ci sono, e piuttosto che parlare di cose dubbie si fa meglio a volte a cogliere aspettare, almeno io la penso così... e mi riferisco all'articolo e a tutto il tam-tam che sta nscendo sugli altri forum... Scusate mi son fatto un po' prendere dal discorso, parlando troppo a mia volta ahah  :)
Tra l'altro queste sono cose interessanti e a me piacerebbe avere anche pochi dati ma sicuri, non tanto per sparare giudizi a caldo, ma per capire un po' l'evoluzione dei fumetti che mi/ci piacciono... meno male che con un po' di fortuna parleranno i diretti interessati e tra un po' sapremo com'è la faccenda, e capiremo quali di quelle cose del comunicato sono attendibili e quali meno :) Poi una volta fatte le storie si vedrà se sono buone o meno... anche perché sinceramente per quanto molto discutibili, i punti elencati  come novità del nuovo corso di dylan paiono tutt'altro che punti fermi e importanti da mettere come garanzia di nuove belle storie...
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: UomoCheSapevaTroppo - Mercoledì 22 Mag 2013, 02:09:31
La risposta di Craven Road:

"Questo sito è nato l’8 settembre del 2000 e mai, e ribadisco mai, abbiamo dato notizie che non avessero un minimo di fondamento. Ognuno di noi ha una vita legata a cose più importanti, a bollette da pagare, problemi da risolvere, figli da tirare su. Il nostro sito non ha nessun vantaggio a creare disinformazione su Dylan Dog anzi, vivremmo tutti meglio se noi blogger avessimo tutti un buon rapporto con la casa editrice e tutti i suoi autori.
Non rispondo quindi a chi ci giudica dicendo che diciamo cazzate, che siamo alla stregua di Studio Aperto, o ai tanti fan boy di Roberto Recchioni che ci insultano a priori.
Tra l’altro, se leggete i miei commenti sul forum, io ho sempre sostenuto Rrobe. In tempi non sospetti quando la qualità di Dylan stava diminuendo (almeno otto anni fa), sono stato il primo a parlare di cambiare nemesi, di reboot, di nuovi personaggi ecc. Tutte cose che Rrobe è in grado di portare su Dylan Dog.

Noi abbiamo riportato delle notizie. E siamo stati gli unici a farlo. Del cambiamento di Dylan Dog ne eravamo certi da giorni. La notizia ci è stata confermata da Mauro Marcheselli, ovviamente senza entrare nel merito e molto vagamente. Le nostre fonti sono altre quindi.
Nessuno ha smentito ciò che ho detto. Lo stesso Roberto Recchioni su facebook ha parlato di “inesattezze” e poche verità. Non ci sono quindi le cazzate di cui sopra (può smentire la questione della riunione o le varie dinamiche interne, ma non la sostanza dei vari punti elencati nel precedente post). Le bufale da primo aprile di chi cerca a tutti i costi di fare audience (ma quando mai CR7 ha fatto questo?). Cravenroad7.it vive soprattutto grazie al forum non grazie al gossip. CR7 non è della Bonelli, non è neanche di mia proprietà, nonostante io paghi le spese e il tempo tecnico di realizzazione, dodici anni di lavoro per l’esattezza: è dei forumisti che lo popolano e che ogni mese scrivono dettagliate recensioni sull’ultimo albo uscito. Le dinamiche della rete sono queste, e in fondo vanno accettate per quello che sono. Ci sono forumisti quindi che a volte la prendono troppo alla leggera con le loro recensioni negative e a volte offendono. Non posso sempre rendere conto della loro condotta, posso soltanto rendere conto della mia. Io qui ci metto il mio nome e il mio cognome. Molti autori di Dylan Dog mi hanno visto almeno una volta, qualcuno mi ha telefonato. Altri non sanno chi io sia, ma non ho problemi a presentarmi in quel di Lucca Comics se dovesse esserci l’occasione.

Piuttosto chiedetevi perché queste cose sono uscite fuori in questo modo e in questi termini. Roberto Recchioni domani scriverà le sue precisazioni sull’argomento e anch’io non vedo l’ora di leggerle. Mi scuso con lui se in qualche modo pensa di avergli leso la sua professionalità. Posso fare ammenda delle imprecisioni riportate nel post precedente, ma rivendico il fatto che non si trattano di bufale o di cazzate sparate per fare audience o avere nuovi utenti. Quelle imprecisioni sono frutto di notizie che da qualche parte ci sono arrivate e che non sono state smentite.
Che poi i personaggi non vengano utilizzati per niente o che muoiano direttamente poco cambia. Sarà sempre un Dylan Dog senza HG Wells, Morgana, Bree Daniels e compagnia bella. Che Dylan possa usare il cellulare una volta sola ad albo poco conta. Conta che lui avrà un cellulare. Aggiornare la sua tariffa per renderla verosimile è un’idea, ma è un’idea che va contro quel senso di estemporaneità del personaggio per cui sembra sempre senza un soldo eppure vive in una città cara come Londra e per di più mantiene Groucho.
Quindi la sostanza del messaggio precedente rimane. E’ da precisare che sono tutte ipotesi al vaglio, ma sono ipotesi vere e documentate da un foglio distribuito in redazione. Decisioni del genere poi è normale che non si prendano velocemente. Alcune di questi cambiamenti, a mio modesto parere, sono assurdi (opinione personale, così com’era un’opinione personale il fatto che Bloch verrà sostituito da Gorman. Ma che Bloch vada in pensione vedremo). Ho deciso di riportarli perché era giusto informarvi e perché se la Bonelli tiene un minimo conto di ciò che diciamo in rete forse su alcune cose cambierà idea. E’ chiaro che i cambiamenti importanti li vedremo fra un anno e mezzo o due, quando usciranno i primi albi del nuovo corso. Ciò che la redazione sta facendo adesso è un lavoro di svecchiamento del linguaggio (usare il lei e non il voi). Editing di poca importanza in confronto.
Mi prendo la responsabilità di avervi detto cose vere o imprecise che siano perché ritenevo giusto farlo e perché le fonti della notizia erano qualificate per averle. Sono cose che nessuno avrebbe saputo mai altrimenti, se non troppo tardi.
Se dovessero essere TUTTE sbagliate allora andrò in pensione insieme a Bloch.
E mi firmo.

Il vostro webmostro
Mirco Corridori"

Io sono spaventato solo dall'Hells Bells.... per il resto tutto ok, è bello anche dare nuovi comprimari, penso che peggio non si possa finire, ormai... non credo Recchioni sia un pazzo, anzi..
Aspettando la sua risposta :-X
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Bacci - Mercoledì 22 Mag 2013, 02:40:41
Spero di no, ma vedendo come vanno le cose su internet, si preannuncia una bella baruffa... Eheheh
Comunque ho letto che le modifiche che si starebbero attuando su storie già prodotte per adattarle al nuovo corso in sostanza sarebbero un passaggio dal voi al lei nel linguaggio parlato e altre cose così... A leggere altri commenti ci si aspettava chissà cosa... Vedremo  :)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Mercoledì 22 Mag 2013, 09:51:13
Ma poi chi si è mai preoccupato della tariffa di dylan dog? Chi ha mai pensato a come si guadagna da vivere?
E' come topolino, una questione per nerd che devono trovare una spiegazione a tutto se non non dormono la notte (don, se ti fischiano le orecchie, sono io :P), ma non per lettori normali.

Bonelli, a chi gli chiedeva come fosse possibile che zagor in 30 anni avesse dato solo un bacio a una sola donna (frida) rispondeva: "ma che ne sapete voi di cosa combina lui quando chiudete l'albo?" ;D
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Samuele - Mercoledì 22 Mag 2013, 14:44:35
L'unica delle presunte novità che salvo è il pensionamento di Bloch.
Le altre mi fanno piangere :'(
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fa.Gian. - Mercoledì 22 Mag 2013, 15:06:33
Recchioni sta risposndendo a tono sul web, e sta confermando che NESSUNA delle cose scritte su craven road7 era vera.
nel senso che erano delle indicazioni volanti, fatte in fase di brain-storming, solo degli accenni, da vagliare con il resto delle proposte.

Lui ha detto chiaro e tondo che è stato messo lì per raccontare storie di Dylan Dog, se volesse raccontare storie di un altro personaggio non avrebbe accettato, quindi sono abbastanza tranquillo che ogni cambiamento sarà funzionale e non gratuito.

Qui si tratta di cambiare l'approccio al modo di raccontare le storie, non il personaggio che le interpreta; e il RRobe questo lo sa e lo sta dicendo da stamattina.

Citazione
"Rendere più attuale un personaggio non vuol dire semplicemente mettergli un cellulare in mano, sì certo, verrà introdotto un elemento tecnologico, perché con la sua scarsissima presenza di tecnologia, Dylan Dog ormai sfiora il fantasy, ma io penso più al linguaggio, all’evitare gli spiegoni, a rendere i dialoghi più funzionali, ridurre i tempi di lettura".
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Unchienandalou - Mercoledì 22 Mag 2013, 15:28:00
Visto che è intervenuto il diretto interessato, vi propongo i testi integrali. Mi pare che rispetto al post apparso su CravenRoad7.it, possiamo tirare un sospiro di sollievo, perchè in fondo Recchioni afferma ciò che noi stessi auspicavamo in queste ore (ho grassettato la parte in questione).

1° INTERVENTO:

" Dunque, se oggi fosse un giorno come tanti, vi racconterei di quanto ci siamo divertiti al Salone Internazionale di Torino, di quanto le vendite di Mater Morbi stiano andando bene, di quanto abbia trovato bizzarra la mia visita negli studi di Deejay e di come l'incontro in Feltrinelli fosse gremito.
Però oggi non è proprio un giorno come tanti perché, proprio durante l'incontro in Feltrinelli, Mauro Marcheselli, direttore editoriale della Sergio Bonelli, ha deciso di farmi un bello scherzo e ha reso pubblica una notizia che pensavo sarebbe rimasta privato ancora per qualche giorno (se volete vedere come sono andate le cose, QUI ci sono i video).
In brevissima: su incarico diretto di Tiziano Sclavi, sono stato nominato nuovo curatore di Dylan Dog, che significativo che mi prenderò cura di mandare in edicola ogni mese tutte le testate legate al personaggio, sceglierò gli autori, approverò i soggetti, supervisionerò le sceneggiature, rivedrò i disegni, stilerò la programmazione e cose così.
Un mucchio di lavoro che, fortunatamente, non farò da solo visto che, accanto a me, ci sarà Franco Busatta, già mio curatore su Orfani.
Franco lavorerà dalla sede di via Buonarroti, dove si occuperà degli aspetti più pratici e organizzativi del lavoro (dal coordinamento, alla revisione finale) mentre io lavorerò da Roma, badando agli aspetti creativi e a quelli legati alla comunicazione di tutta la faccenda.

Come siamo arrivati a questa cosa?
E' presto detto: Tiziano Sclavi e la Sergio Bonelli Editore hanno ritenuto necessario un cambio di rotta per il l'Indagatore dell'Incubo. Dylan Dog è la seconda testata più venduta della casa editrice (e, di conseguenza, la seconda testata più venduta d'Italia) ma è anche quella che, in termini percentuali, perde più lettori ogni anno. E' una situazione problematica a cui bisogna provare a mettere riparo perché l'approccio portato avanti fino a questo momento non si è rilevato sufficiente.
Quindi, iniziamo a smentire le voci che già hanno iniziato a circolare:

Non ci sono stati complotti e riunioni segrete.
Ma solo delle normali consultazioni tra la casa editrice, Tiziano Sclavi e un novero di autori che sono stati chiamati a esprimere il loro parere. Queste riunioni, alla luce del rinnovamento fortemente voluto da Tiziano, hanno portato a identificare nel sottoscritto la persona a cui affidare l'incarico.

Giovanni Gualdoni non è stato crocefisso in sala mensa e nemmeno cacciato dalla casa editrice con ignominia. Giovanni ha fatto il suo lavoro, secondo la sua visione del personaggio. Lo ha fatto in piena autonomia e con il sostegno e l'avallo della casa editrice (la stessa autonomia e sostegno che avrò pure io). Se ha fatto degli errori di valutazione (e tutti ne fanno), sono errori tanto suoi quanto della casa editrice e nessuno (io per primo) pensa che la situazione in cui si trova oggi Dylan Dog, dipenda da lui. Io non sono chiamato a correggere gli errori di Giovanni. Io sono chiamato a provare un approccio diverso, nel segno del rinnovamento, quando a Giovanni era stato chiesto un lavoro nel segno di un certa tradizione. Tutto qui.
Detto questo, Giovanni è sempre in forze alla redazione della Sergio Bonelli Editore (anche se non più nella redazione di Dylan Dog) e già al lavoro su un nuovo progetto. E io gli faccio il mio in bocca al lupo sin da adesso.

Detto questo, passiamo a noi.
Cosa sono chiamato a fare?
Rinnovare il personaggio senza stravolgerlo.
Adeguare il linguaggio (narrativo) delle sue storie al sentire dei tempi moderni.
Riportare Dylan Dog nel presente.
Tornare a fare storie di Dylan Dog che non solo piacciano ai lettori e alla casa editrice ma in cui il suo creatore, Tiziano Sclavi, si possa riconoscere.
Come intendo farlo?
Ve ne parlo nel prossimo pezzo."


2° INTERVENTO:

"22.5.13
Dylan Gate!!


Dunque, la mia intenzione sarebbe stata quella di iniziare a parlare sul serio dell'approccio e del tipo di lavoro che aspettano me e Franco Busatta nei prossimi giorni ma Internet è quello che è, e sembra che tutti siano interessati solo a sapere quanto c'è di vero in una serie di indiscrezioni circolate sul web.
Vediamo quindi di fare chiarezza per passare  poia parlare di cose più rilevanti

Come ho detto, è in atto un processo di riflessione e rinnovamento per Dylan Dog. È un processo a cui sta prendendo parte attivamente Tiziano Sclavi e che ha coinvolto me e Paola Barbato in maniera particolare. Questo processo ha fatto sì che Tiziano abbia mandato una mail piena di spunti, idee, suggerimenti, preferenze e, soprattutto, consigli e indirizzi di massima, a un gruppo (estremamente ristretto) di sceneggiatori che non hanno partecipato in prima persona alle nostre discussioni.
Ovviamente, questa mail non sarebbe dovuta essere divulgata.
Non perché contenesse chissà quale indiscrezioni ma, semplicemente, perché conteneva ipotesi e proposte, non realtà assodate.
Metterla in giro è stato stupido.
Spacciarla come verità, scorretto.

Quindi andiamo a chiarire.

Moriranno davvero alcuni personaggi del cast? Se dipenderà da me (e pare che dipenderà proprio da me), no. Uccidere un personaggio, a meno che la cosa non sia narrativamente davvero utile, non è mai un bene.

Dylan sostituirà davvero la sua esclamazione tipica? No. Le persone parlano in un modo e non lo cambiano. Detto questo, magari la gente si stufa di dire sempre la stessa roba e, ogni tanto, varia (o ve lo siete scordati che ogni tanto Dylan esclama pure "Bloody Hell!").

Dylan avrà un cellulare e un computer? Probabilmente sì, se trovo una maniera sensata di metterglieli in mano senza che la cosa appaia posticcia e se mi tornerà di effettiva utilità in termini narrativi.

Bloch andrà in pensione? Questo è un mio pallino da anni quindi è probabile che lavorerò per fare in modo che accada.
Ma questo non significa che Bloch (che è il mio personaggio preferito della serie) uscirà di scena.

La tariffa oraria di Dylan aumenterà?
Non mi pare una cosa così rilevante in termini narrativi ma sì. Ma, soprattutto, che vi frega? Pensate di assumerlo?

Comunque sia, tutte questo cose sono dettagli. Non è di queste cosine che sarà fatto il rilancio del personaggio.
Se me ne darete modo, ve ne parlerò con calma nei prossimi giorni. Un passo alla volta."


Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Mercoledì 22 Mag 2013, 17:55:04
Bloch (che è il mio personaggio preferito della serie)
Rrobe, ho appena rivisto il mio giudizio su di te: ti amo!
 ;D

Citazione
La tariffa oraria di Dylan aumenterà?
Non mi pare una cosa così rilevante in termini narrativi ma sì. Ma, soprattutto, che vi frega? Pensate di assumerlo?
;D C.v.d.
Se recchioni mantiene solo la metà di quello che sta dicendo, sono già contento.

E comunque, se tanto mi dà tanto, abbiamo davanti il futuro direttore della bonelli :P
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Mercoledì 22 Mag 2013, 19:49:31
la cosa interessante e' che e' stato palesato il fatto che pure sclavi ha rimesso mano a dyd e le nuove linee guide saranno concordate con lui...beeeeeeeeeene
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Bacci - Mercoledì 22 Mag 2013, 21:05:44
http://www.ddcomics.it/2013/05/22/futuro-dylan-dog-recchioni-curatore/
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Mercoledì 22 Mag 2013, 23:45:00
http://www.ddcomics.it/2013/05/22/futuro-dylan-dog-recchioni-curatore/
Yum! Barbato, medda, ambrosini, bilotta, simeoni!

Poi anche chiaverotti e ruju e va beh... se da una parte guadagni dall'altra devi perdere :P
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: UomoCheSapevaTroppo - Giovedì 23 Mag 2013, 02:56:29
Rincuoratissimo, non vedo l'ora di questo "nuovo" Dylan... magari la finiremo coi "giovani vampiri" anche pensando al prossimo albo ;D
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Unchienandalou - Giovedì 23 Mag 2013, 09:21:24

Poi anche chiaverotti  e va beh... se da una parte guadagni dall'altra devi perdere :P


Ma che t'ha fatto Chiaverotti, se po sapè? Hai trovato un altro capro espiatorio tipo Berardi? ;D

Io personalmente sono legatissimo a innumerevoli storie di Chiaverotti, ad alcune più che a quelle dello stesso Sclavi (!)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Giovedì 23 Mag 2013, 09:34:04
Citazione
Ma che t'ha fatto Chiaverotti, se po sapè? Hai trovato un altro capro espiatorio tipo Berardi?

I veri mostri siamo noi! :D

Comunque devo dire che ciò che ha scritto Recchioni sembra sensato e animato da ottimi propositi, riportare autori di quel calibro mi sembra la notizia migliore e anche l'uscire dalla griglia di disegno è un segno buono, poiché dimostra la volontà di uscire dagli schemi, di un cambio di mentalità.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Venerdì 24 Mag 2013, 10:40:26


Ma che t'ha fatto Chiaverotti, se po sapè? Hai trovato un altro capro espiatorio tipo Berardi? ;D
Sì, ma con la differenza che con chiaverotti è cominciata molto prima ;D

E' che non mi è mai piaciuto il suo copiare sclavi, che poi era una copia soltanto di facciata, perchè non ha la stessa sensibilità.
Gli rendo merito di aver mantenuto l'approccio corretto (leggi "originale") al personaggio, ma al di là di questo la maggior parte delle sue storie, oltre ad irritarmi per quel "vorrei ma non posso", mi sembrano proprio brutte. Qualcuna mi è piaciuta e anche tanto (penso a "partita con la morte"), ma le altre, brrr... :P
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Unchienandalou - Venerdì 24 Mag 2013, 13:10:53
Sì, ma con la differenza che con chiaverotti è cominciata molto prima ;D

E' che non mi è mai piaciuto il suo copiare sclavi, che poi era una copia soltanto di facciata, perchè non ha la stessa sensibilità.
Gli rendo merito di aver mantenuto l'approccio corretto (leggi "originale") al personaggio, ma al di là di questo la maggior parte delle sue storie, oltre ad irritarmi per quel "vorrei ma non posso", mi sembrano proprio brutte. Qualcuna mi è piaciuta e anche tanto (penso a "partita con la morte"), ma le altre, brrr... :P

Potresti esplicitare meglio che intendi con "vorrei ma non posso"? E quali storie non ti sono piaciute?
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Unchienandalou - Venerdì 24 Mag 2013, 16:18:20
Prima che piccolobush risponda alla mia domanda del post precedente, pubblico una lista con le storie di Chiaverotti sulla serie mensile inedita di DYD sino al n. 300, così si può discutere meglio sulla base dei titoli.

NUMERO - TITOLO DELLA STORIA

34 - IL BUIO
36 - INCUBO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE
45 - GOBLIN
47 - SCRITTO CON IL SANGUE
49 - IL MISTERO DEL TAMIGI
53 - LA REGINA DELLE TENEBRE
54 - DELIRIUM
55 - LA MUMMIA
58 - LA CLESSIDRA DI PIETRA
60 - FRANKENSTEIN
66 - PARTITA CON LA MORTE
68 - LO SPETTRO NEL BUIO
70 - IL BOSCO DEGLI ASSASSINI
71 - I DELITTI DELLA MANTIDE
73 - ARMAGEDDON
78 - I KILLER VENUTI DAL BUIO
79 - LA FATA DEL MALE
82 - LONTANO DALLA LUCE
85 - FANTASMI
87 - FESTE DI SANGUE
89 - I CAVALIERI DEL TEMPO
90 - TITANIC
91 - METAMORFOSI
92 - IL MOSAICO DELL'ORRORE
93 - PRESENZE
94 - LA DONNA CHE UCCIDE IL PASSATO
96 - LA SFIDA
98 - LO SGUARDO DI SATANA
103 - I DEMONI
106 - LA RIVOLTA DELLE MACCHINE
115 - L'ANTRO DELLA BELVA
118 - IL GIOCO DEL DESTINO
122 - IL CONFINE
124 - PHOENIX
132 - L'UOMO CHE VENDE IL TEMPO
142 - ANIMA NERA
171 - POSSESSIONE DIABOLICA
188 - IL LABIRINTO DI BANGOR
194 - LA STREGA DI BRENTFORD
205 - IL COMPAGNO DI SCUOLA


Bush mi hai fatto fare una faticaccia ;D
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Venerdì 24 Mag 2013, 16:35:13

Potresti esplicitare meglio che intendi con "vorrei ma non posso"? E quali storie non ti sono piaciute?
Intendevo "vorrei esssere come sclavi ma non posso". Ma attenzione, considerando che sclavi (e in questi giorni ne abbiamo avuto la conferma) è sempre stato molto presente nella gestione di dylan, tranne il risaputo periodo "difficile", e che girano voci che nei primi anni di fatto anche gli albi non suoi avrebbero in realtà avuto dei pesanti interventi da parte sua, può darsi che chiaverotti ripspondesse a delle precise indicazioni. Effettivamente io di lui non ho letto null'altro che i suoi dylan, quindi non so dire ad esempio se brendon è invece un fumetto fantastico (e non l'ho mai comprato proprio perchè sapevo che era una creatura tutta sua :P) e lui uno sceneggiatore bravissimo.
Come ho detto mille altre volte la scrittura di sclavi è troppo caratteristica perchè in dylan c'erano grosse parti di lui. Pensare "ora faccio una storia in cui le didascalie sono i versi di una totentaz" non ti rende automaticamente come lui, ma anzi, finisce con l'accrescere il senso di disagio perchè è tutto il resto che non è in armonia.
E' un po' quel che è successo per mister no: il fatto che fosse una serie avventurosa e quindi più "classica", poteva far pensare che fosse più semplice da scrivere. Poi però quando bonelli ha smesso (di fatto dopo i primi 150 numeri) son cominciati i guai e le varie trasferte (africa, america, ...) per sopperire al vuoto lasciato dal creatore. Perchè le storie scritte da bonelli le vedi subito che sono diverse da quelle di mignacco, hanno un respiro diverso, si vede che sono storie scritte da qualcuno che quei paesi li ha visti e li ha visti esattamente come erano all'epoca del fumetto e non come sono oggi. E quelle sensazioni bonelli riusciva a metterle sulla carta, mentre mignacco & c. scrivevano "per sentito dire"! :P (Senza offesa per mignacco & c., si intende, tutti ottimi professionisti).

Quali storie non mi sono piaciute? Beh , a memoria tutte quelle con mana cerace, goblin, delirium, mister fear, il mosaico dell'orrore, quella che imitava "la moglie dell'astronauta" e... boh, ora non me le ricordo tutte, ma tu dì le tue e ti dico se mi piacciono ;D

P.S.: non che sclavi abbia scritto solo capolavori. Di schifezze ne prodotte anche lui, soprattutto quando la sua vena politico-retorica prendeva il sopravvento (doktor terror su tutte, credo) o quando, al contrario, prendeva sopravvento il politically corretness essasperato (johnny freak) , ma qui si parla di chiaverotti :P
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Unchienandalou - Venerdì 24 Mag 2013, 20:43:47
Intendevo "vorrei esssere come sclavi ma non posso". Ma attenzione, considerando che sclavi (e in questi giorni ne abbiamo avuto la conferma) è sempre stato molto presente nella gestione di dylan, tranne il risaputo periodo "difficile", e che girano voci che nei primi anni di fatto anche gli albi non suoi avrebbero in realtà avuto dei pesanti interventi da parte sua, può darsi che chiaverotti ripspondesse a delle precise indicazioni. Effettivamente io di lui non ho letto null'altro che i suoi dylan, quindi non so dire ad esempio se brendon è invece un fumetto fantastico (e non l'ho mai comprato proprio perchè sapevo che era una creatura tutta sua :P) e lui uno sceneggiatore bravissimo.
Come ho detto mille altre volte la scrittura di sclavi è troppo caratteristica perchè in dylan c'erano grosse parti di lui. Pensare "ora faccio una storia in cui le didascalie sono i versi di una totentaz" non ti rende automaticamente come lui, ma anzi, finisce con l'accrescere il senso di disagio perchè è tutto il resto che non è in armonia.
E' un po' quel che è successo per mister no: il fatto che fosse una serie avventurosa e quindi più "classica", poteva far pensare che fosse più semplice da scrivere. Poi però quando bonelli ha smesso (di fatto dopo i primi 150 numeri) son cominciati i guai e le varie trasferte (africa, america, ...) per sopperire al vuoto lasciato dal creatore. Perchè le storie scritte da bonelli le vedi subito che sono diverse da quelle di mignacco, hanno un respiro diverso, si vede che sono storie scritte da qualcuno che quei paesi li ha visti e li ha visti esattamente come erano all'epoca del fumetto e non come sono oggi. E quelle sensazioni bonelli riusciva a metterle sulla carta, mentre mignacco & c. scrivevano "per sentito dire"! :P (Senza offesa per mignacco & c., si intende, tutti ottimi professionisti).

Quali storie non mi sono piaciute? Beh , a memoria tutte quelle con mana cerace, goblin, delirium, mister fear, il mosaico dell'orrore, quella che imitava "la moglie dell'astronauta" e... boh, ora non me le ricordo tutte, ma tu dì le tue e ti dico se mi piacciono ;D

P.S.: non che sclavi abbia scritto solo capolavori. Di schifezze ne prodotte anche lui, soprattutto quando la sua vena politico-retorica prendeva il sopravvento (doktor terror su tutte, credo) o quando, al contrario, prendeva sopravvento il politically corretness essasperato (johnny freak) , ma qui si parla di chiaverotti :P

Sul fatto che Sclavi non abbia scritto solo capolavori siamo d'accordo, come tutti gli scrittori che abbiano una produzione copiosa. Certo gli esempi da te citati mi suonano strani, Johny Freak può essere anche esageratamente "politicamente corretto" ma resta un capolavoro. Magari di Sclavi citerei Il cane infernale e altre che non mi vengono in mente.

Comunque, ritornando a Chiaverotti, anche senza citare singoli titoli, basta dare un'occhiata all'elenco che ho postato per vedere che lui è presentissimo in quello che, a detta di quasi tutta la miriade di fans dylandoghiani, è considerato il periodo aureo (numeri 1-100).

In ogni caso, ti riporto l'elenco e ti evidenzio in verde quei numeri che per me sono pari ai capolavori sclaviani, e in giallo le storie che non penso possano essere definite capolavori, ma magari averle oggi:

NUMERO - TITOLO DELLA STORIA

34 - IL BUIO
36 - INCUBO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE
45 - GOBLIN
47 - SCRITTO CON IL SANGUE
49 - IL MISTERO DEL TAMIGI
53 - LA REGINA DELLE TENEBRE
54 - DELIRIUM
55 - LA MUMMIA
58 - LA CLESSIDRA DI PIETRA
60 - FRANKENSTEIN
66 - PARTITA CON LA MORTE
68 - LO SPETTRO NEL BUIO
70 - IL BOSCO DEGLI ASSASSINI
71 - I DELITTI DELLA MANTIDE
73 - ARMAGEDDON
78 - I KILLER VENUTI DAL BUIO
79 - LA FATA DEL MALE
82 - LONTANO DALLA LUCE
85 - FANTASMI
87 - FESTE DI SANGUE
89 - I CAVALIERI DEL TEMPO
90 - TITANIC
91 - METAMORFOSI
92 - IL MOSAICO DELL'ORRORE
93 - PRESENZE
94 - LA DONNA CHE UCCIDE IL PASSATO
96 - LA SFIDA
98 - LO SGUARDO DI SATANA
103 - I DEMONI
106 - LA RIVOLTA DELLE MACCHINE
115 - L'ANTRO DELLA BELVA
118 - IL GIOCO DEL DESTINO
122 - IL CONFINE
124 - PHOENIX
132 - L'UOMO CHE VENDE IL TEMPO
142 - ANIMA NERA
171 - POSSESSIONE DIABOLICA
188 - IL LABIRINTO DI BANGOR
194 - LA STREGA DI BRENTFORD
205 - IL COMPAGNO DI SCUOLA
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Venerdì 24 Mag 2013, 22:14:27
Innanzitutto mi scuso per la risposta sommaria sulle storie, ma mi sono sforzato di andare a memoria e non avevo visto la lista che avevi preparato appena sopra ;D


Comunque, ritornando a Chiaverotti, anche senza citare singoli titoli, basta dare un'occhiata all'elenco che ho postato per vedere che lui è presentissimo in quello che, a detta di quasi tutta la miriade di fans dylandoghiani, è considerato il periodo aureo (numeri 1-100).
Tornando a chiaverotti di 40 storie ne consideri ottime 8, il 20%, non esattamente una percentuale da fuoriclasse :P E anche aggiungendo le "gialle" arriviamo circa a 15, insomma non sono numeri che fanno pensare ad un autore che ti piaccia tantissimo ;)

Venendo a quelle che piacciono a me, strano come una delle mie preferite tu non la consideri proprio, "la clessidra di pietra", evidentemente abbiamo proprio gusti diversi :-/
Il mistero del tamigi tutto sommato sì, ma son ricordi di 20 anni fa se non di più, è una storia invecchiata male, nata nel periodo d'oro degli horror adolescenziali, con tutti i clichè del genere. Allora mi era piaciuta, ma se uscisse oggi gli darei fuoco ;D

Scritto con il sangue è quella che io chiamo "mister fear"? E' di chiaverotti? Maledizione, stavolta me l'ha fatta ;D Ha scritto una storia che sembrava davvero sclavi! Lo sclavi meno brillante e dal pistolotto moralistico facile ma ho sempre pensato che fosse lui.

Il buio? Qua chiaverotti scrive, tecnicamente parlando, un'ottima storia, peccato proprio per il soggetto e il cattivo di turno, una copia non molto originale di freddy krueger. Sì anche sclavi ha copiato a man bassa etc... ma qui parliamo di chiaverotti :P

Piaciute anche la mantide e, anche se èuno speciale e quindi fuori concorso, "labirinti di paura" ;)

Citazione
Sul fatto che Sclavi non abbia scritto solo capolavori siamo d'accordo, come tutti gli scrittori che abbiano una produzione copiosa. Certo gli esempi da te citati mi suonano strani, Johny Freak può essere anche esageratamente "politicamente corretto" ma resta un capolavoro. Magari di Sclavi citerei Il cane infernale e altre che non mi vengono in mente.
Johnny non sarà mai tra le mie preferite per l'alto tasso di melassa vanamente camuffatto con un po' di cattiveria posticcia. Tutti quei personaggi così scontati, tutto così manicheo, dylan difensore degli oprressi, la crocerossina caritatevole (e bona!), il povero johnny mutilato ma con un immenso talento, i genitori cattivi il fratello cattivo... ho una crisi glicemica tutte le volte che mi capita tra le mani ;D

Sul cane infernale sono d'accordo, mai capita quella storia, forse sclavi voleva solo divertirsi un po' o forse aveva una bolletta urgente ;D

Ma, pur con diversi passi flasi disseminati qua e là, il punto più basso credo l'abbia toccato col suo ultimo riavvicinamento: storie come "l'assassino è tra noi", "marty" & c. credo siano quasi mortificanti per un autore che è lo stesso di "memorie dall'invisibile" o "golconda" 8-)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Venerdì 24 Mag 2013, 22:19:27
Di quelle che hai indicato direi che mi sono piaciute le seguenti:

47 - SCRITTO CON IL SANGUE
49 - IL MISTERO DEL TAMIGI
53 - LA REGINA DELLE TENEBRE
54 - DELIRIUM (solo per i disegni di frighieri )
55 - LA MUMMIA (ma solo per i disegni di dell'agnol, la storia non era nulla di che)
66 - PARTITA CON LA MORTE
71 - I DELITTI DELLA MANTIDE (che però è la mi
73 - ARMAGEDDON
92 - IL MOSAICO DELL'ORRORE (questa è tremenda)
124 - PHOENIX
132 - L'UOMO CHE VENDE IL TEMPO (divertente nulla di più)
94 - LA STREGA DI BRENTFORD (anche se è quasi un plagio)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Unchienandalou - Sabato 25 Mag 2013, 15:26:51
Innanzitutto mi scuso per la risposta sommaria sulle storie, ma mi sono sforzato di andare a memoria e non avevo visto la lista che avevi preparato appena sopra ;D


Tornando a chiaverotti di 40 storie ne consideri ottime 8, il 20%, non esattamente una percentuale da fuoriclasse :P E anche aggiungendo le "gialle" arriviamo circa a 15, insomma non sono numeri che fanno pensare ad un autore che ti piaccia tantissimo ;)

Venendo a quelle che piacciono a me, strano come una delle mie preferite tu non la consideri proprio, "la clessidra di pietra", evidentemente abbiamo proprio gusti diversi :-/
Il mistero del tamigi tutto sommato sì, ma son ricordi di 20 anni fa se non di più, è una storia invecchiata male, nata nel periodo d'oro degli horror adolescenziali, con tutti i clichè del genere. Allora mi era piaciuta, ma se uscisse oggi gli darei fuoco ;D

Scritto con il sangue è quella che io chiamo "mister fear"? E' di chiaverotti? Maledizione, stavolta me l'ha fatta ;D Ha scritto una storia che sembrava davvero sclavi! Lo sclavi meno brillante e dal pistolotto moralistico facile ma ho sempre pensato che fosse lui.

Il buio? Qua chiaverotti scrive, tecnicamente parlando, un'ottima storia, peccato proprio per il soggetto e il cattivo di turno, una copia non molto originale di freddy krueger. Sì anche sclavi ha copiato a man bassa etc... ma qui parliamo di chiaverotti :P

Piaciute anche la mantide e, anche se èuno speciale e quindi fuori concorso, "labirinti di paura" ;)

Johnny non sarà mai tra le mie preferite per l'alto tasso di melassa vanamente camuffatto con un po' di cattiveria posticcia. Tutti quei personaggi così scontati, tutto così manicheo, dylan difensore degli oprressi, la crocerossina caritatevole (e bona!), il povero johnny mutilato ma con un immenso talento, i genitori cattivi il fratello cattivo... ho una crisi glicemica tutte le volte che mi capita tra le mani ;D

Sul cane infernale sono d'accordo, mai capita quella storia, forse sclavi voleva solo divertirsi un po' o forse aveva una bolletta urgente ;D

Ma, pur con diversi passi flasi disseminati qua e là, il punto più basso credo l'abbia toccato col suo ultimo riavvicinamento: storie come "l'assassino è tra noi", "marty" & c. credo siano quasi mortificanti per un autore che è lo stesso di "memorie dall'invisibile" o "golconda" 8-)

Scuse accettate ;D

Ma comunque tu assolutizzi il discorso, perchè pensi che le storie non evidenziate non mi piacciono e invece il mio è un discorso relativo a quelle storie che si possono paragonare (colore verde) o si avvicinano ad essere dei capolavori rispetto alla serie in generale. Le non evidenziate, rispetto alle serie in generale e soprattutto dopo il 150, sono per me di un livello molto alto. Anche la tanto vituperata "Il mosaico dell'orrore", o "La mummia". ;D

Poi certo, anche Chiaverotti ha fatto ciofeche ("Il compagno di scuola"? Ma sinceramente chi se la ricorda com'era? ;D) ma questo vale anche per Sclavi (e tu concordi con me su "Il cane infernale", e io con te sulle ultime).

Ah, sono contento che ti piaccia "Mister Fear" ;)

@Nubulina: hai scritto:"I DELITTI DELLA MANTIDE (che però è la mi)". E' la mi....???????
Ti prego, ultima la frase [smiley=other_bow.gif]


Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Sabato 25 Mag 2013, 15:44:17
Ma comunque tu assolutizzi il discorso, perchè pensi che le storie non evidenziate non mi piacciono e invece il mio è un discorso relativo a quelle storie che si possono paragonare (colore verde) o si avvicinano ad essere dei capolavori rispetto alla serie in generale. Le non evidenziate, rispetto alle serie in generale e soprattutto dopo il 150, sono per me di un livello molto alto. Anche la tanto vituperata "Il mosaico dell'orrore", o "La mummia". ;D
Ok, allora avevo interpretato male il codice colorato! Beh, che dire? Siamo parzialmente in disaccordo su chiaverotti, non morirà nessuno per questo ;D

"Il mosaico dell'orrore" però al momento non mi viene in mente, ma se è tanto vituperata un motivo ci sarà :P

Citazione
ma questo vale anche per Sclavi (e tu concordi con me su "Il cane infernale", e io con te sulle ultime).
E' che Sclavi, rispetto agli altri che si sono alternati con lui, era più vario nell'approccio alle storie, indipendentemente dalla qualità del risultato. C'era quella politicamente/socialmente impegnata, quella introspettiva, il giallo, la genialata inaspettata, la surreale, la rivisitazione di vecchi classici, il cazzeggio puro: a me per esempio una sua storia che piace tanto ma che mi rendo conto che con dylan non c'entra niente è "tre per zero"! Lo so che è terribile pensare che è un'avventura di dylan, ma mi diverto troppo quando la leggo ;D

Citazione
@Nubulina: hai scritto:"I DELITTI DELLA MANTIDE (che però è la mi)". E' la mi....???????
Ti prego, ultima la frase [smiley=other_bow.gif]
Sì, anche io ti prego! Dobbiamo sapere cosa volevi dire!
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Unchienandalou - Sabato 25 Mag 2013, 16:10:06


"Il mosaico dell'orrore" però al momento non mi viene in mente, ma se è tanto vituperata un motivo ci sarà :P


Pure io. Allora urge una rilettura da parte di entrambi!!


E' che Sclavi, rispetto agli altri che si sono alternati con lui, era più vario nell'approccio alle storie, indipendentemente dalla qualità del risultato. C'era quella politicamente/socialmente impegnata, quella introspettiva, il giallo, la genialata inaspettata, la surreale, la rivisitazione di vecchi classici, il cazzeggio puro: a me per esempio una sua storia che piace tanto ma che mi rendo conto che con dylan non c'entra niente è "tre per zero"! Lo so che è terribile pensare che è un'avventura di dylan, ma mi diverto troppo quando la leggo ;D


D'accordissimo con te. E tre per zero è un'ottima storia. Ripenso sempre a quella storia del frigorifero e della crisi economica( :P )


Sì, anche io ti prego! Dobbiamo sapere cosa volevi dire!

Non lasciarci morire con questo dubbio!! ;D
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Sabato 25 Mag 2013, 21:55:06
Citazione
Ti prego, ultima la frase

è la mia preferita... è la mia storia preferita di dylan.
Non ti so dire perchè, un po' per i disegni, un po' per l'atmosfera, ma mi è sempre piaciuta tantissimo!

Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Mercoledì 29 Mag 2013, 21:39:32
Preso oggi il numero 321 di dylan dog ! Prima cosa che casca all'occhio  è lo sparire di A CURA DI GIOVANNI GUALDONI !mi sa che siamo in piena fase zona franca !
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Mercoledì 29 Mag 2013, 23:55:19
Preso oggi il numero 321 di dylan dog ! Prima cosa che casca all'occhio  è lo sparire di A CURA DI GIOVANNI GUALDONI !mi sa che siamo in piena fase zona franca !
Poi dicci com'è, così decido se comprarlo o no, perchè il titolo mi attira poco ;)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Giovedì 30 Mag 2013, 00:42:14
Mi aspettavo ben peggio ! Alla fine è carino ! Poi i disegni di piccatto valgono da solo il prezzo e per una volta il finale non mi pare tirato coi dadi !
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Bacci - Giovedì 30 Mag 2013, 01:35:48
e per una volta il finale non mi pare tirato coi dadi !

Ahahah grandissimo  :)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Giovedì 30 Mag 2013, 10:12:53
Mi aspettavo ben peggio ! Alla fine è carino ! Poi i disegni di piccatto valgono da solo il prezzo e per una volta il finale non mi pare tirato coi dadi !
Uhm, il disegnatore è piccatto? Ultimamente i suoi disegni mi piacevano poco, non mi piace l'evoluzione che ha avuto, ma ovviamente sono gusti miei. Insomma, considerando che non mi sembra un numero imperdibile dalle tue parole, risparmio qualcosa, che male non fa ;)
Anche perchè immagino i testi siano di uno della trimurti marzano-de nardo-di gregorio :P
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Giovedì 30 Mag 2013, 10:50:05
L'ho appena comprato anch'io...se ce la faccio a leggerlo stasera vi dico le impressioni! (PS ho preso anche l'almanacco del giallo :P)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: UomoCheSapevaTroppo - Martedì 18 Giu 2013, 00:32:22
https://www.facebook.com/DylanDogSergioBonelliEditore?ref=stream

Buonissime nuove :)

E IMMAGINE BELLISSSSSSSIMAAAAA :D

Copio per chi non ha voglia di cliccare (ma vi perdete l'immagine :P )

DYLAN DOG: UMMAREL!

Dunque, molto sono le domande che circolano sul futuro dell'Investigatore dell'Incubo.
E' ovvio.
A tutti piace vedere i lavori in corso. Quindi, oggi, è nostra intenzione fare un poco di chiarezza.
Come sapete, è in corso un lavoro di revisione e rinnovamento che investirà tutte le testate legate al mondo di Dylan Dog.

Molte cose non possono essere ancora rivelate ma, alcune, sì.

Prima di tutto, possiamo dire che questo rilancio di Dylan passa attraverso due fasi.
La Fase Uno, quella che inizierà questo settembre e dovrebbe, se tutto fila liscio, concludersi nel settembre 2014, si articolerà attraverso tutta una serie di piccole novità, aggiustamenti e revisioni.
A partire dal numero di settembre 2013, infatti, vedrete un nuovo Horror Club, un nuovo approccio alle copertine di Angelo Stano e la prima delle storie riviste nell'ottica del nuovo corso.

Nei mesi successivi, continueremo a cercare di offrirvi il meglio delle storie a nostra disposizione, riviste (all'occorrenza e a seconda della necessità) da Tiziano Sclavi, Roberto Recchioni, Paola Barbato e Mauro Marcheselli.

Nel frattempo, procedono i lavori per quella che chiamiamo la Fase Due, che rappresenterà il nuovo inizio di Dylan e che porterà con sé alcune sostanziali novità, sia nella struttura delle storie sia nell'aspetto delle stesse. La fase due investirà tutte le testate dylaniante, cambiando la natura di alcune di esse.
E dovrebbe prendere avvio a ottobre 2014, magari con un bell'evento alla manifestazione di Lucca Comics & Games.

Ma, come dicevo, è troppo presto per parlarne.
Per il momento, a noi non resta altro da fare che lavorare sodo.
E a voi, se vi va, di seguirci con la passione di sempre.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Martedì 18 Giu 2013, 13:00:46
L'ho appena comprato anch'io...se ce la faccio a leggerlo stasera vi dico le impressioni! (PS ho preso anche l'almanacco del giallo :P)
È una sera lunga vedo :-) allora che ne pensi del dyd ?
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Martedì 18 Giu 2013, 14:11:05
eheheh hai ragione, mi sono del tutto dimenticata!

Direi che è un albo carino, senza infamia e senza lode.
Il fatto che siano passati venti giorni e non mi ricordi quasi più nulla non è che deponga molto a suo favore...comunque l'ho letto con piacere...
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: UomoCheSapevaTroppo - Lunedì 24 Giu 2013, 05:20:46
https://www.facebook.com/DylanDogSergioBonelliEditore?ref=stream

Buonissime nuove :)

E IMMAGINE BELLISSSSSSSIMAAAAA :D

Copio per chi non ha voglia di cliccare (ma vi perdete l'immagine :P )

DYLAN DOG: UMMAREL!

Dunque, molto sono le domande che circolano sul futuro dell'Investigatore dell'Incubo.
E' ovvio.
A tutti piace vedere i lavori in corso. Quindi, oggi, è nostra intenzione fare un poco di chiarezza.
Come sapete, è in corso un lavoro di revisione e rinnovamento che investirà tutte le testate legate al mondo di Dylan Dog.

Molte cose non possono essere ancora rivelate ma, alcune, sì.

Prima di tutto, possiamo dire che questo rilancio di Dylan passa attraverso due fasi.
La Fase Uno, quella che inizierà questo settembre e dovrebbe, se tutto fila liscio, concludersi nel settembre 2014, si articolerà attraverso tutta una serie di piccole novità, aggiustamenti e revisioni.
A partire dal numero di settembre 2013, infatti, vedrete un nuovo Horror Club, un nuovo approccio alle copertine di Angelo Stano e la prima delle storie riviste nell'ottica del nuovo corso.

Nei mesi successivi, continueremo a cercare di offrirvi il meglio delle storie a nostra disposizione, riviste (all'occorrenza e a seconda della necessità) da Tiziano Sclavi, Roberto Recchioni, Paola Barbato e Mauro Marcheselli.

Nel frattempo, procedono i lavori per quella che chiamiamo la Fase Due, che rappresenterà il nuovo inizio di Dylan e che porterà con sé alcune sostanziali novità, sia nella struttura delle storie sia nell'aspetto delle stesse. La fase due investirà tutte le testate dylaniante, cambiando la natura di alcune di esse.
E dovrebbe prendere avvio a ottobre 2014, magari con un bell'evento alla manifestazione di Lucca Comics & Games.

Ma, come dicevo, è troppo presto per parlarne.
Per il momento, a noi non resta altro da fare che lavorare sodo.
E a voi, se vi va, di seguirci con la passione di sempre.

Mi ricito che qui nessuno pare aver letto le parole di Recchioni o visto l'immagine con lui e Sclavi che stan "lavorando" per noi :D
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Venerdì 28 Giu 2013, 10:21:54
ho letto l'ultimo dyd (di gualdoni - roi) e proprio non mi e' piaciuto...trama scontata con un finale ancora piu' scontato..per fortuna ci son i bei disegni di roi..aspetto a sto punto settembre per l'inizio della fase uno della premiata ditta recchioni, barbato, sclavi..quindi di numeri non elaborati manca solo quello di agosto.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Venerdì 28 Giu 2013, 18:00:31
ho letto l'ultimo dyd (di gualdoni - roi) e proprio non mi e' piaciuto...trama scontata con un finale ancora piu' scontato..per fortuna ci son i bei disegni di roi..
Idem, storia risaputa fino alla nausea. E da un po' non mi piacciono più tanto nemmeno i disegni di roi.
Ma il sosia di bloch con i baffi non si era già visto in un'altra storia? Giurerei di sì, anche se non saprei proprio dove. A meno che non mi stia confondendo con il sosia di jenkins, sempre con i baffi :-/
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Venerdì 28 Giu 2013, 19:42:20
Idem, storia risaputa fino alla nausea. E da un po' non mi piacciono più tanto nemmeno i disegni di roi.
Ma il sosia di bloch con i baffi non si era già visto in un'altra storia? Giurerei di sì, anche se non saprei proprio dove. A meno che non mi stia confondendo con il sosia di jenkins, sempre con i baffi :-/
secondo me ti confondi col sosia di jenkins quando bloch va finalmente in vacanza ne I PECCATORI DI HELLBORN di faraci e si trova dinnanzi un sosia in tutti i sensi di jenkins...
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Sabato 29 Giu 2013, 00:16:41
secondo me ti confondi col sosia di jenkins quando bloch va finalmente in vacanza ne I PECCATORI DI HELLBORN di faraci e si trova dinnanzi un sosia in tutti i sensi di jenkins...
Infatti quello lo ricordavo, eppure sono quasi convinto di ricordare anche un sosia di bloch, boh! Sarà l'arterio-sclerosi ;D
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: UomoCheSapevaTroppo - Giovedì 4 Lug 2013, 03:31:19
Non ci resta che sopportare da Settembre 2013 a Settembre 2014 per vedere cosa cambierà...
Intanto nuovo Horror Club!
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: UomoCheSapevaTroppo - Martedì 9 Lug 2013, 18:35:40
https://www.facebook.com/DylanDogSergioBonelliEditore?ref=stream

Buonissime nuove :)

E IMMAGINE BELLISSSSSSSIMAAAAA :D

Copio per chi non ha voglia di cliccare (ma vi perdete l'immagine :P )

DYLAN DOG: UMMAREL!

Dunque, molto sono le domande che circolano sul futuro dell'Investigatore dell'Incubo.
E' ovvio.
A tutti piace vedere i lavori in corso. Quindi, oggi, è nostra intenzione fare un poco di chiarezza.
Come sapete, è in corso un lavoro di revisione e rinnovamento che investirà tutte le testate legate al mondo di Dylan Dog.

Molte cose non possono essere ancora rivelate ma, alcune, sì.

Prima di tutto, possiamo dire che questo rilancio di Dylan passa attraverso due fasi.
La Fase Uno, quella che inizierà questo settembre e dovrebbe, se tutto fila liscio, concludersi nel settembre 2014, si articolerà attraverso tutta una serie di piccole novità, aggiustamenti e revisioni.
A partire dal numero di settembre 2013, infatti, vedrete un nuovo Horror Club, un nuovo approccio alle copertine di Angelo Stano e la prima delle storie riviste nell'ottica del nuovo corso.

Nei mesi successivi, continueremo a cercare di offrirvi il meglio delle storie a nostra disposizione, riviste (all'occorrenza e a seconda della necessità) da Tiziano Sclavi, Roberto Recchioni, Paola Barbato e Mauro Marcheselli.

Nel frattempo, procedono i lavori per quella che chiamiamo la Fase Due, che rappresenterà il nuovo inizio di Dylan e che porterà con sé alcune sostanziali novità, sia nella struttura delle storie sia nell'aspetto delle stesse. La fase due investirà tutte le testate dylaniante, cambiando la natura di alcune di esse.
E dovrebbe prendere avvio a ottobre 2014, magari con un bell'evento alla manifestazione di Lucca Comics & Games.

Ma, come dicevo, è troppo presto per parlarne.
Per il momento, a noi non resta altro da fare che lavorare sodo.
E a voi, se vi va, di seguirci con la passione di sempre.

http://sergiobonellieditore.it/gallery/10152/Una-nuova-identita.html

Nuova grafica delle copertine con idee di Sclavi in persona (il puntinato pop)

E si comincia! :D
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Dante_94 - Martedì 9 Lug 2013, 18:45:57
aspe' che cosa è questa storia?
Mi son reso conto che negli ultimi anni DD agonizzava un po' anche perchè ha alle spalle più di 300 numeri ma non mi aspettavo che la Bonelli scegliesse per il restyle della testata ... che cosa vuol dire poi restyle? Può significare tutto il contrario di tutto .. sono sempre un po' sospettoso nei confronti delle novità ... a naso non mi penso che i fan debbano aspettarsi uno straordinario rinnovamento in meglio, comunque spero vivamente di sbagliarmi
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: UomoCheSapevaTroppo - Martedì 9 Lug 2013, 19:01:34
aspe' che cosa è questa storia?
Mi son reso conto che negli ultimi anni DD agonizzava un po' anche perchè ha alle spalle più di 300 numeri ma non mi aspettavo che la Bonelli scegliesse per il restyle della testata ... che cosa vuol dire poi restyle? Può significare tutto il contrario di tutto .. sono sempre un po' sospettoso nei confronti delle novità ... a naso non mi penso che i fan debbano aspettarsi uno straordinario rinnovamento in meglio, comunque spero vivamente di sbagliarmi

Ho linkato anche l'articolo sulla nuova copertina, da settembre si cambia un po' l'aria con Recchioni e Sclavi dietro a tutto, da settembre 2013 al 2014 rimaneggiano le sceneggiature  ela grafica del gornale, da settembre 2014 invece ci sarà di sicuro l'innalzamateno qualitativo che ci voleva.. perlomeno quello che Sclavi stesso pare ritenga necessario
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Dante_94 - Martedì 9 Lug 2013, 19:10:20
Se dietro c'è Sclavi il cambiamento nno può che essere positivo ... scusa ma rimango con le mie riserve. Ora aspettiamo un paio di mesi e vediamo cosa ci riserva la Bonelli
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Lunedì 2 Set 2013, 19:08:47
consiglio vivamente di prendere il numero di dyd attualmente in edicola..e' una bella storia, per certi versi assai classica ma scritta molto bene da mignacco e solo i disegni di Alessandrini (in prestito da Martin mystere) valgono tanto.

poi e' il numero che precede la fase uno del tanto chiacchierato cambiamento e pertanto c'e' un editoriale ad hoc di Sclavi, proprio lui..

si avra' a che fare con molte soprese dice, tra cui 2 gia' palesate da tempo : il pensionamento di Bloch (che non vuol dire che sparisce dalla serie ma che le vicende prenderanno nuove pieghe), un nuovo villan e miniserie all'interno della collana .
insomma dopo aver storto il naso ora inizio a nutrire qualche speranza..staremo a vedere.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Andrea87 - Giovedì 5 Set 2013, 03:35:23
Riprendo un attimo la discussione di un paio di mesi (e pagine) fa: sto facendo finalmente una cronologica di DyD ed inevitabilmente il calo post decennale l'ho avvertito (retrodaterei il calo proprio all'uscita del 121...). Quindi non parlo di "ricordi adolescenziali sulle belle storie di una volta invece ora signora mia...", ma ho cominciato a leggerli OGGI proprio a maratona (2-3 numeri al giorno anche) ed ho notato che il confronto è impossibile, come se da un numero all'altro avessero azzerato la redazione: dei primi 121 numeri una serie di storie una più bella delle altre con il top "I Delitti della Mantide" che mi sono entrate sottopelle, poi un'ottantina di numeri, sono arrivato al vituperato "Compagno di scuola" (ma anche il poco precedente sulla famiglia della tv che mi sono dimenticato proprio), che dimentico 5'' dopo aver letto.

Ed il bello è che quindi niente ha potuto nemmeno l'esordio di un grandissimo Tito Faraci o i ritorni una tantum di Sclavi (che ormai sembra essersi arenato sul solito poveri=buoni, ricchi=cattivi cominciata con Johnny Freak ma ormai degenerato). Non parliamo della Barbato, che fa fa e poi scrive storie boh! (vedi il 200... o l'illeggibile "requiem per un mostro"!!!). Toh dei ricorrenti si salva solo Ruju ma perchè sembra l'ultimo che ancora ci prova con l'horror!

Sembra svanita l'ironia (e l'autoironia...), l'horror, lo splatter, il fantascientifico tipo "Alfa e Omega", la poesia (perchè DyD era anche poesia!) e addirittura sembra sparito anche Xabaras che era la nemesi di Dylan, come se il numero #100 ne avesse decretato la fine.

Ed il bello è che spoilerandomi qualcosa dal futuro, sembra che la rotta non sia stata ancora aggiustata: qualcuno ha detto vampiri nazisti? :P
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Martedì 17 Set 2013, 12:52:01
Ho appena preso lo speciale dyd 2013 e ora posso dire che Recchioni è diventato ufficialmente il curatore della testata ! Il suo nome appare infatti in quella veste nei crediti della testata

ho appena letto la storia...mi e' proprio piaciuta ed e' per certi versi il capolavoro di Gualdoni..anche se le 2 parole (Gualdoni e capolavoro) un po' cozzano...pero' ne parlero' piu' avanti..vi consiglio cmq prima di leggerla di ripassarvi bene il numero 27 (ti ho visto morire)...
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Domenica 22 Set 2013, 20:25:42
Mancano pochi giorni al nuovo numero di Dylan Dog, quello che dovrebbe aprire il nuovo ciclo.

La copertina sembra davvero ben fatta, con quel gusto retrò che è d'impatto, poi vedremo, a me Ambrosini non ha mai convinto molto, ma sembra che non fosse in buoni rapporti con Gualdoni (almeno così ho letto a giro per la rete) anche se non ne so il motivo.

Insomma vediamo dove andiamo a parare, io non ho mai criticato in modo eccessivo Gualdoni, spero che si riesca a creare storie belle che appassionino.

Volevo sapere che cosa ne pensate dell'introduzione della tecnologia, che sempre leggendo nella rete, pare una cosa da tenere fuori e che snaturerebbe il personaggio.

A me non sembra che lo farebbe, anche perché entrerebbe piuttosto poco nella vita quotidiana di Dylan, tra farlo diventare un fighetto tuttoapple e fargli usare un cellulare ce ne corre, saper utilizzare un motore di ricerca ed essere un fanatico di face book lo stesso!

Insomma io credo che se cambiamento ci sarà sarà nel lasciare liberi gli autori e questo secondo me avverrà e mi sento di dire che è merito di davide Bonelli!
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Venerdì 27 Set 2013, 00:40:24
oggi e' uscito...e dalle prime pagine sembra proprio una superstoria..staremo a vedere :-) sui forum ho cmq letto solo di bene per ora
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Venerdì 27 Set 2013, 09:52:47
ragazzi ho letto il numero di dylan dog .....che dire???

l'indagatore dell'incubo e' tornato e gode di ottima salute :-) :-)

senza spoilerare nulla...

come gia' scritto altrove nessuna novita' o rivoluzione per il momento, solo una storia scritta e messa in scena egregiamente (in verita' pure l'ultimo numero della vecchia gestione l'ho trovato bello).

un racconto non semplice da leggere e rileggere..io ho ancora un paio di dubbi che pero' non son dettati da falle di sceneggiatura ma da proprio dal racconto.

uno dei dyd piu' inquietanti che ho letto da un bel po' di tempo a questa parte...ci sono un paio  di personaggi che non ve li scorderete tanto facilmente..
insomma compratelo e...
COMMENTATELO, visto che qua ormai si latita.

aspetto commenti anche sulla BOMBA uno speciale a mio avviso speciale
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Luxor - Venerdì 27 Set 2013, 12:31:09
Non vedo l'ora di comprarlo e leggerlo, anche se mi spiace che bisogna aspettare un anno per vedere le vere "modifiche" nella vita del nostro Indagatore dell'Incubo!!!
Ho letto La Bomba, ed è un bellissimo numero, soprattutto perchè è la continuazione di uno dei primi numeri della serie regolare di DYD (e a mio parere anche uno dei più belli), ma non dirò quale per non rovinare la sorpresa! Rivedere certe scene, certe frasi e alcuni personaggi mi hanno fatto fare un tuffo nel passato, che ricordi!!!

Una domanda: si sa quando sarà presente Recchioni al Romics? Se possibile vorrei farmi autografare qualche numero e il libro di Mater Morbi della BAO!
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Andrea87 - Sabato 28 Set 2013, 16:44:32
chi mi spiega il 228 - Oltre quella porta?

è davvero la barbato che muore (su internet sembra la spiegazione più in voga)?

e perchè questo suicidio?
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Sabato 28 Set 2013, 19:38:10
Letti entrambi ed entrambi li ho trovati davvero belli.

La Bomba è direi geniale, un'idea davvero notevole e una realizzazione ancora migliore e la nuova vita una storia inquietante e con una caratterizzazione dei personaggi che avevamo dimenticato.

Al riguardo devo dire che anche avendo difeso sempre Gualdoni, forse mi sbagliavo un po'....come ha fatto a lasciare da parte una storia come questa? E' puro stile Dylan, bella, inquietante, ma comunque alla portata di tutti, non ci sono argomenti scottanti, pura e semplice inquietudine....

Devo dire che sono rimasta sorpresa del fatto che una storia così fosse rimasta nel cassetto!

Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Domenica 29 Set 2013, 02:40:19
chi mi spiega il 228 - Oltre quella porta?

è davvero la barbato che muore (su internet sembra la spiegazione più in voga)?

e perchè questo suicidio?
non e' la barbato..ma un ipotetico autore...direi piu' sclavi..visto che nel momento che muore lui muoiono tutti i personaggi..quindi alla fine non e' neppure lui,,si ipotizza che muoia un autore unico ..che di fatto dylan dog non ha..e in quel caso, se ci pensi morirebbero anche tutti i suoi personaggi

Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Bacci - Lunedì 30 Set 2013, 22:44:12
Qualche foto di Sclavi e del suo studio sul blog di Recchioni:

http://prontoallaresa.blogspot.it/2013/09/la-repubblica-xl-di-ottobre-2013-di.html
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Martedì 1 Ott 2013, 12:48:14
Ma che ne pensate di "Una nuova vita"? Il finale è piuttosto enigmatico, così come tutta la vicenda.

L'ho già riletta un paio di volte ed ogni volta un particolare mi rende più chiaro il puzzle...
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Martedì 1 Ott 2013, 16:36:46
Ma che ne pensate di "Una nuova vita"? Il finale è piuttosto enigmatico, così come tutta la vicenda.

L'ho già riletta un paio di volte ed ogni volta un particolare mi rende più chiaro il puzzle...
purtoppo l'ho letto solo una volta..e al momento ho percepito solo un finale mooooolto aperto...questa e' una di quelle storie da discuterne
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: UomoCheSapevaTroppo - Giovedì 3 Ott 2013, 03:16:43
OGNI MESE QUI:

http://www.radiodimensionemusica.it/drupal/canale666

In collaborazione con RDM, nasce CANALE 666

Salvatevi la pagina che verrà aggiornata con le nuove puntate. Durano un'ora, sono podcast da ascoltarsi mentre fate altro, con RECCHIONI sempre presente. Ogni mese, se possibile assieme allo sceneggiatore e diosegnatore dell'albo, si parla del numero in uscita e un po' del futuro che aspetta Dylan.... io già non vedo l'ora di arrivare all'autunno 2014, cazzarola.......
PS: Buonissima musica, la sceglie il Rrobe di persona. Intanto godiamoci la prima puntata, dove si introduce la FASE UNO del nuovo corso!

Ospite speciale della prima punatat, Ambrosini ovviamente!

PS: TENETE D'OCCHIO semrpe la pagina Facebook "DYlan Dog - Sergio bonelli Editore" l'unica vera ufficiale curata da Recchioni, assieme al sito Bonelli e al Blog di Rrobe, insomma tutto, che postano sketches, prove, bonus, imamgini, regalini (c'è già la bellissima copertina del 327 addirittura, con Recchioni che fa da comparsa assieme a tanti altri autori..)

Diciamo che la cose da fare mentre il nuovo corso si fa strada non ci mancheranno...
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Paolodan3 - Lunedì 14 Ott 2013, 23:33:41
Ma che ne pensate di "Una nuova vita"? Il finale è piuttosto enigmatico, così come tutta la vicenda.

L'ho già riletta un paio di volte ed ogni volta un particolare mi rende più chiaro il puzzle...


Acquistato! Mi accingo a leggerlo.
Non avendo ancora chiarissime le dinamiche di Dylan Dog (ricordo di un numero letto l'anno scorso in cui non capii niente o quasi) e non conoscendo quello degli inizi, se dovessero rimanermi lacune e dubbi chiederò il vostro aiuto :)

Concordo con Fillo sulla bontà del numero di agosto; mi è piaciuto e tutto mi fila.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Unchienandalou - Domenica 20 Ott 2013, 14:51:36
(https://fbcdn-sphotos-h-a.akamaihd.net/hphotos-ak-frc1/1174550_500603696703193_1792048492_n.jpg)

Anteprima del n. 328 "Trash Island".

Vi convince?? Personalmente, non troppo...anzi.

Dopo il tatuaggio, gli umanoidi catalettici pseudo-zombies in fila, ancora zombies e un gruppo di guerriglieri tra cui Dylan.

Sarà che ormai mi ero assuefatto al piattume totale delle copertine, e queste nuove spezzano molto, ma spero vivamente che il tocco di "fighettismo" non degeneri.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Domenica 20 Ott 2013, 16:27:06
Sarà che ormai mi ero assuefatto al piattume totale delle copertine, e queste nuove spezzano molto, ma spero vivamente che il tocco di "fighettismo" non degeneri.
Ora c'è recchioni al comando, il fighettismo è il suo credo ;D
Toccherà farsene una ragione sperando sia il prezzo da pagare per delle belle storie
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Domenica 20 Ott 2013, 16:38:50
Citazione
Ora c'è recchioni al comando, il fighettismo è il suo credo Grin
Toccherà farsene una ragione sperando sia il prezzo da pagare per delle belle storie

Infatti, ma io credo, in ogni caso che la scelta di copertine così sia dovuto al fatto che quando l'albo è in mezzo agli altri si nota molto di più ( a parte nell'emporio dove lo compro io, in cui il proprietario li tiene come in libreria eheheh)... sono così diverse da tutte le altre che incuriosiscono e danno nell'occhio...

Il primo numero del nuovo ciclo mi è sembrata una bella storia come ho già avuto modo di dire..a me Recchioni non sta particolarmente simpatico e le sue idee rivoluzionarie non ispirano molto, ma fino a quando deciderà di chiamare a lavorare autori come Ambrosini ed Enna credo che sia un bene..e poi on è che le ultime copertine fossero questo granché :-)

Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Andrea87 - Domenica 20 Ott 2013, 18:56:34
toh finalmente dopo taaaanti numeri ho trovato una storia old style che m'è piaciuta tantissimo: il custode [smiley=other_bow.gif] [smiley=other_bow.gif] [smiley=other_bow.gif]
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: UomoCheSapevaTroppo - Lunedì 21 Ott 2013, 06:06:03
Ragazzi ma leggete il titolo della storia...
Io ci vedo tanto Robert Rodiguez in questa copertina
E' di un trash-pop perfetto, secondo me, credo sia giusto ogni copertina rispecchi più che puo' l'albo
RIpercorrendole tutte ce ne sono di pen peggiori io credo :P
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Astrongman - Sabato 2 Nov 2013, 21:07:18
Interessantissimo articolo fresco da Lucca (http://www.badcomics.it/2013/11/lucca-comics-bonelli-rivela-il-destino-dylan-dog/4371), che svela alcuni dettagli sul futuro dell'Old boy
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Domenica 3 Nov 2013, 12:10:03
Sembra molto interessante, sembra che si cerchi di dare al fumetto una vera e propria evoluzione; se così sarà credo ne sarò molto contenta!

Tra le cose citate nell'articolo due mi sembrano ottime: la prima è il ripensamento editoriale, il dare un senso alle varie testa che rende molto accattivante l'acquisto e la seconda il ridimensionamento della Barbato, ha senza dubbio (IMHO) bisogno di qualcuno che le insegni l'ironia per alleggerire le sue storie.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: UomoCheSapevaTroppo - Lunedì 4 Nov 2013, 04:59:11
La conferneza a Lucca è stata bellissima, grande Recchioni e sì, ha espressamente detto di aver ringiovialito la Barbato, e lei stessa ha ammesso di non essere il massimo dell'allegria
Non vedo l'ora arrivi il 2014, ora, tutte le premesse sono bellissime, l'idea dei tre univeris narrativi è fantastica, molto americana, ovvio, stamo a parlà di Recchioni
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Mercoledì 6 Nov 2013, 22:22:37
Ho concluso adesso, con un ritardo incredibile, "Sulla pelle" e devo dire che l'ho trovato davvero bello.
La trama mi è sembrata ben strutturata e piacevole e poi c'è un cattivo che è cattivo davvero e senza traumi infantili o giustificazioni...è cattivo e basta...quell'atmosfera inquietante che è un valore aggiunto..Dylan che indaga...e poi Dell'Agnol che disegna che è qualcosa di sublime...un'espressività, una dinamicità che si trova di rado..
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: UomoCheSapevaTroppo - Giovedì 7 Nov 2013, 05:37:45
COmunque ci saranno anche le avventure di Bloch nel nuovo posto dove andrà a stare post-pensione sapete?? :)

Nuovo corso del 2014: Prologo di Recchioni nel primo albo, pensionamento di Bloch con la Barbato nel secondo, arrivo di CARPENTER, il nuovo ispettore e di Ranya, l'assistente, nel terzo
E nel 4 e ultimo di questo primo "ciclo" (credo già nel 4) qualcosa di sconvolgente che Recchioni non ha voluto dire... un grosso evento

In arrivo anche una nuova nemesi, Xabaras per volere di Sclavi è definitivamente eliminato, tornerà soltanto quando Dylan finirà il Galeone in un lontano futuro già narratoci.... a meno ovviamente di altri ribaltoni redazionali :P
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Giovedì 7 Nov 2013, 06:53:33
COmunque ci saranno anche le avventure di Bloch nel nuovo posto dove andrà a stare post-pensione sapete?? :)

Nuovo corso del 2014: Prologo di Recchioni nel primo albo, pensionamento di Bloch con la Barbato nel secondo, arrivo di CARPENTER, il nuovo ispettore e di Ranya, l'assistente, nel terzo
E nel 4 e ultimo di questo primo "ciclo" (credo già nel 4) qualcosa di sconvolgente che Recchioni non ha voluto dire... un grosso evento

In arrivo anche una nuova nemesi, Xabaras per volere di Sclavi è definitivamente eliminato, tornerà soltanto quando Dylan finirà il Galeone in un lontano futuro già narratoci.... a meno ovviamente di altri ribaltoni redazionali :P
io non ero alla conferenza ma da cio' che si e' appreso aggiungo che:
1- il prologo, di recchioni e Mari sara' a colori ma e' stato ben chiarito che dyd rimarra' in bianco e nero
2- la storia del pensionamento di bloch sara' di 110 pagine di Brindisi e Barbato e sara' quasi una commedia (c'e' gia' il contesto della pensione tragico).
3- l'arrivo di Carpenter sara' di Simeoni (aime' solo come sceneggiatore) e Casertano.
4- persone care ai lettori potrebbero morire nel corso del tempo (ma sappiate che la morte non e' un'uscita di scena in una serie come dyd).
5- le storie rimarranno autoconclusive ma di volta in volta faranno parte di un miniciclo di un anno.

insomma non vedo l'ora che parta l'operazione 2.0 :-)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Andrea87 - Giovedì 7 Nov 2013, 11:40:35
bof a me tutto questo cambiamento non mi attira affatto.

sì sono un vecchiodimmerda, una volta era tutta campagna, ah sti giovini di oggi signora mia!
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Unchienandalou - Giovedì 7 Nov 2013, 15:10:42
COmunque ci saranno anche le avventure di Bloch nel nuovo posto dove andrà a stare post-pensione sapete?? :)

Nuovo corso del 2014: Prologo di Recchioni nel primo albo, pensionamento di Bloch con la Barbato nel secondo, arrivo di CARPENTER, il nuovo ispettore e di Ranya, l'assistente, nel terzo
E nel 4 e ultimo di questo primo "ciclo" (credo già nel 4) qualcosa di sconvolgente che Recchioni non ha voluto dire... un grosso evento

In arrivo anche una nuova nemesi, Xabaras per volere di Sclavi è definitivamente eliminato, tornerà soltanto quando Dylan finirà il Galeone in un lontano futuro già narratoci.... a meno ovviamente di altri ribaltoni redazionali :P

Tacciatemi di essere incompetente o maligno, ma già immagino il possibile sviluppo della sottotrama riguardante i rapporti tra: il nuovo ispettore-l'aiutante-Dyd.

Il nuovo ispettore; da quello che si è capito sarà onesto ma contrario a Dylan perchè affetto da scetticismo, immagino quindi una sorta di rapporto tipo quello di Julia con Webb, con tanto di cazziatoni e sfuriate varie, e qualche vignetta in cui invece i due personaggi si stupiscono dell'altro (in positivo) e si ammirano di sottecchi.

L'aiutante; sarà sicuramente un tipo figo, possibilmente più giovane dell'ispettore, caratterizzata da ammirazione incondizionata per il suo capo; e magari avrà qualche aspettativa amorosa verso lo stesso. E magari Dylan avrà con lei un rapporto di amore/odio con qualche incursione sotto le lenzuola (questo magari non subito, ma dopo qualche tempo).

Spero di essere smentito ;D Ma se dovessi azzeccare, esigo di essere cooptato in redazione Bonelli ;D :D

Invece aspetto con curiosità i nuovi avversari "soprannaturali".

 
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Giovedì 7 Nov 2013, 17:48:43

Tacciatemi di essere incompetente o maligno, ma già immagino il possibile sviluppo della sottotrama riguardante i rapporti tra: il nuovo ispettore-l'aiutante-Dyd.
A me la cosa che non piace è il nome del nuovo ispettore: siamo tornati nel pieno degli anni '80!
Per il resto aspetto di leggere, inutile lanciarsi in suposizioni, anche se ammetto di non essere favorevolmente impressionato dalle notizie che si sentono
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Gaber Ricci - Sabato 9 Nov 2013, 22:08:58
Citazione
A me la cosa che non piace è il nome del nuovo ispettore: siamo tornati nel pieno degli anni '80!
A parte che come ha detto qualcuno più su stamo a parlà de Recchioni... poi è stato detto espressamente che si voleva far tornare Dylan a(i fasti de)i primi anni.

Già che abbiano eliminato l'irritante "voi" dalle conversazioni è un passo avanti, comunque.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Domenica 10 Nov 2013, 22:17:04
A parte che come ha detto qualcuno più su stamo a parlà de Recchioni...
E c'hai ragione (tra quei "qualcuno" c'ero anche io) ;)

E' che probabilmente sono uno dei pochi, tra quelli cresciutici (si dirà?), a non aver nessuna nostalgia di quegli anni, nè in campo sociale, nè cinematografico (con alcune eccezioni, tra cui proprio carpenter), nè musicale :P
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Lunedì 11 Nov 2013, 21:59:39
Ci sono anch'io! ;)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Andrea87 - Martedì 12 Nov 2013, 01:09:29
io non ho alcun ricordo degli '80, visto che il mio primo ricordo vero e non indotto è stato Schillaci con l'italia nel Giugno '90 ;D
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Martedì 12 Nov 2013, 13:49:22
Ci sono anch'io! ;)
No, tu sei più giovane, non puoi averli vissuti in piena adolescenza come me 8-)

C'erano gli smiths, indiana jones e full metal jackets sì, ma cosa possono contro mtv, sabrina salerno, i paninari e rocky IV?
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Martedì 12 Nov 2013, 19:42:49
Vero...ma nell'ottantasette avevo dieci anni...purtroppo ricordo ancora quel decennio così osannato e che io ho sempre detestato, anche crescendo.

Non che gli anni novanta siano stati migliori, pur essendo il fulcro della mia adolescenza...

Credo che dopo gli anni settanta il vuoto....questa è realtà!!! :D (Fine OT)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Gaber Ricci - Venerdì 22 Nov 2013, 23:56:14
Io sono nato nell'ottantanove, e quindi credo di poter guardare a quegli anni con maggior distacco. E non posso che cavarmela con un banalissimo: dipende. Ci sono state tante cose buone, e tante cattive: ma è così per ogni epoca.
Per dire: nei Sessanta c'erano i Beatles, d'accordo, ma anche il Vietnam. Nei Settanta c'erano gli Zeppelin (di cui porto una maglietta addosso mentre scrivo), ma anche i Sex Pistols (la più grande montatura della storia della musica. Più delle Spice Girls).

E tanto per non andare OT: gli Ottanta possono essere stati un decennio in cui la bilancia ha inclinato maggiormente verso il "male". Ma ci sono stati i più begli albi di Dylan Dog di sempre (be', forse fa eccezione il più bello in assoluto, che è del '96. L'ho già detto che sono banale?). Bene che si torni a quegli anni, no?
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Andrea87 - Sabato 23 Nov 2013, 00:43:24
sapevate? :D

https://www.facebook.com/photo.php?v=552022528205957
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Gaber Ricci - Sabato 23 Nov 2013, 12:37:10
E questo lo sapevate?

http://leortola.wordpress.com/2013/11/13/un-giorno-magari-dylan-dog/

Sto sbavando all'idea.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Andrea87 - Sabato 23 Nov 2013, 14:53:50
per un comic fest perchè no? :D
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Domenica 24 Nov 2013, 09:26:17
i Sex Pistols (la più grande montatura della storia della musica. Più delle Spice Girls).
Se ci tieni allo scalpo, certe cose dille a bassa voce ;D
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Gaber Ricci - Domenica 24 Nov 2013, 17:35:58
Citazione
per un comic fest perchè no? :D

Ma anche no! Io voglio una storia di Ortolani nella serie regolare. Così forse finalmente ci renderemo conto che Ortolani non è solo quello che scrive le "cose divertenti" di Ratman.

Citazione
Se ci tieni allo scalpo, certe cose dille a bassa voce ;D

L'integralismo dei loro fan rafforza il mio giudizio: sono stati pop. E del più commerciale ;D.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Domenica 24 Nov 2013, 19:10:45

Ma anche no! Io voglio una storia di Ortolani nella serie regolare. Così forse finalmente ci renderemo conto che Ortolani non è solo quello che scrive le "cose divertenti" di Ratman.


L'integralismo dei loro fan rafforza il mio giudizio: sono stati pop. E del più commerciale ;D.

capisco la tua idea, ma penso che per una persona stra impegnata come il Leo un albo di 94 pagine potrebbe portare via una vita..poi ci starebbe a mio avviso una storia "breve" di 30 pagine in un color fest (che non deve per forza essere umoristico), visto che l'intenzione di Recchioni per quella testata pare appunto essere chiamare piu' guest possibili, provenienti da diverse realta' fumettose.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fa.Gian. - Lunedì 25 Nov 2013, 11:04:57

capisco la tua idea, ma penso che per una persona stra impegnata come il Leo un albo di 94 pagine potrebbe portare via una vita..poi ci starebbe a mio avviso una storia "breve" di 30 pagine in un color fest (che non deve per forza essere umoristico), visto che l'intenzione di Recchioni per quella testata pare appunto essere chiamare piu' guest possibili, provenienti da diverse realta' fumettose.
Pensa un albo di 94 pagine, SCENEGGIATO da Ortolani, e DISEGNATO da qualcun altro (Gabriele dell'Otto, Claudio Castellini, Sara Pichielli, tanto per citare qualche autore Marvel attivo), che magari ne riprenda le influenze "kirbiane".

Sarebbe l'apoteosi, IMHO

Niente contentini, per me, voglio un albo normale
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Mercoledì 4 Dic 2013, 13:35:50
Continua il reclutamento (http://quotidianodelfumetto.blogspot.it/2013/11/ausonia-e-akab-nuovi-autori-di-dylan.html) di recchioni: akab non lo conosco, ma ausonia è, a mio parere, bravissimo e su dylan non ce lo vedo male come autore completo
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Andrea87 - Mercoledì 4 Dic 2013, 15:16:26
Continua il reclutamento (http://quotidianodelfumetto.blogspot.it/2013/11/ausonia-e-akab-nuovi-autori-di-dylan.html) di recchioni:

io ho smesso di credere definitivamente a Recchioni dopo questo post suo su fb.

Citazione
Roberto Recchioni
"Non ho mai letto un fumetto di supereroi da quando finii con Watchmen. Odio i supereroi. Penso siano degli abomini. Non significano più ciò per cui sono stati usati per significare. Sono stati inizialmente nelle mani di scrittori che avrebbero dovuto espandere l’immaginazione di un pubblico di nove e tredici anni. Era questo ciò che dovevano fare e lo stavano facendo in maniera eccellente. Oggigiorno, i fumetti di supereroi non sono più pensanti per un pubblico di quell’età, non hanno niente a che fare con loro. Si tratta di un pubblico in gran parte di trentenni, quarantenni, cinquantenni e sessantenni, solitamente uomini. Qualcuno se ne uscì fuori con il termine graphic novel e i lettori bloccati su questo termine cercavano un modo che potesse convalidare il loro amore per Lanterna Verde o Spider-Man, senza apparire in qualche modo emotivamente subnormali (in altre parole: ritardati, minorati). Questo è un groppone del pubblico dipendente da supereroi e dal mainstream. Non credo che il supereroe stia per qualcosa di buono e penso sia un fenomeno abbastanza allarmante se abbiamo un pubblico adulto che guarda The Avengers, deliziandone i concetti e i personaggi che avevano lo scopo di intrattenere dei dodicenni degli anni cinquanta."

QUANTA CAZZO DI VERITA'.
E magari si applicasse solo al fumetto di supereroi.

Il virgolettato è naturalmente di Alan Moore.

Se il fumetto è roba di dodicenni che ci fa lui da DyD che è il fumetto maturo made in italy per definizione?
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Mercoledì 4 Dic 2013, 16:51:25
Se il fumetto è roba di dodicenni che ci fa lui da DyD che è il fumetto maturo made in italy per definizione?
Alan moore parlava di fumetti di supereroi, difficile che pensasse ad un pubblico di dodicenni quando scriveva "from hell" o altri suoi lavori ;)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Andrea87 - Mercoledì 4 Dic 2013, 19:09:13
Alan moore parlava di fumetti di supereroi, difficile che pensasse ad un pubblico di dodicenni quando scriveva "from hell" o altri suoi lavori ;)

beh ma: 1) riduce tutto il media fumetto a cosa per dodicenni
2) recchioni in ogni caso estende il discorso a tutta la casistica di fumetti anche non supereroici
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Giovedì 5 Dic 2013, 11:50:40
beh ma: 1) riduce tutto il media fumetto a cosa per dodicenni
Boh, non so come fosse l'intervento originale in inglese, ma in quello che hai riportato si riferisce ripetutamente al fumetto di supereroi e i suoi lettori, accusandoli anche di aver cercato di "nobilitarli" usando le graphic novel

Citazione
2) recchioni in ogni caso estende il discorso a tutta la casistica di fumetti anche non supereroici
Non do mai troppo peso ai commenti di recchioni perchè fa spesso lo stesso giochino: dice e non dice, scrive mezze cose e aspetta che siano gli altri poi a costruirci sopra il pezzo ;)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Gaber Ricci - Giovedì 5 Dic 2013, 17:21:46
Citazione
Boh, non so come fosse l'intervento originale in inglese, ma in quello che hai riportato si riferisce ripetutamente al fumetto di supereroi e i suoi lettori, accusandoli anche di aver cercato di "nobilitarli" usando le graphic novel
E per quello che ha scritto "Watchmen" (CAPOLAVORO!, a scanso d'equivoci) affermare questo è un po' come darsi del cretino da solo.

Citazione
Non do mai troppo peso ai commenti di recchioni perchè fa spesso lo stesso giochino: dice e non dice, scrive mezze cose e aspetta che siano gli altri poi a costruirci sopra il pezzo
Senza dubbio Recchioni è uno furbo, che ha costruito la sua carriera sul vendere se stesso più che la "roba" che produce. E fa male: perché sicuramente scrive bene ed anche questo lavoro come curatore di Dylan Dog lo sta facendo (finora) benissimo.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: FL0YD - Venerdì 6 Dic 2013, 18:45:33
Quando era uscito, DD era letto moltissimo da dodici/quindicenni, e Recchioni mi sembra abbia dichiarato di voler tornare proprio a quelle origini... Che ci riesca o meno, che se ne condivida o meno il progetto, non vedo dove stia l'incoerenza del suo ragionamento.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Gaber Ricci - Sabato 7 Dic 2013, 00:07:32
Quello che ha reso Dylan Dog una leggenda del fumetto italiano, tanto da farlo arrivare a vendere più di Tex (rendiamoci conto), è stato il fatto che forse, come dici tu, era letto (diciamo acquistato?) da dodicenni/quindicenni, ma era apprezzato da TUTTI. Andando per luoghi comuni: dai maschi per le sparatorie e le scene di sesso, dalle femmine per i sentimenti; dagli intellettuali per le mille citazioni, al "popolo" per l'horror; dagli impegnati per i temi trattati (il diverso è un tema principe, in Dylan Dog), ai fancazzisti per Groucho... ce n'è un po' per tutti, e tutto è nelle quantità adatte.
Se Recchioni vuole rifare QUESTO, può anche andare in giro a dire cose brutte brutte brutte su mia madre. Ma io non solo Dylan Dog lo compro lo stesso: gli dico pure bravo.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Domenica 8 Dic 2013, 13:45:38
Mi son letto uno dietro l'altro gli ultimi due numeri di dylan. Impressioni contrastanti.

Sulla pelle: ho fatto una fatica enorme per terminare la lettura, non tanto per la storia in sè, che non è nulla di particolare, ma per i disegni di dall'agnol. Io lo ricordo fin dai tempi de "l'uccisiore di streghe" e trovavo il suo tratto perfetto! Era uno dei miei preferiti. Poi col tempo è andato un po' cambiando ma restando sempre riconoscibile. Ora mi si presenta con uno stile che davvero non mi è piaciuto.
Sarà che non capisco l'arte, ma è stata veramente un impresa seguire la storia, cercare di capire cosa c'era disegnato. A tratti mi sembrava di fare il test di rorschach, macchie di inchiostro in cui dovevo cercare di indovinare cosa era raffigurato!
Boh, diciamo che sono ignorante, ma la prossima volta sfoglio prima e poi decido se comprarlo!

I sonnambuli: praticamente un "gli uccisori 2" fatto e finito. Sembra proprio di leggere una storia di 30 anni fa, anche le battute di groucho hanno più o meno la stessa età se non di più ("groucho, sei qui?", "no. E non sono nemmeno quo o qua" :-X), stessi meccanismi identici ripetuti pari pari, l'indagine a braccetto con bloch, la bella che è poi colpevole, con tanto di doppio finto finale.
Peccato che manchi tutta la carica sovversiva (ipocrisie e perbenismo messi alla berlina) e al tempo stesso dissacrante (lord wells) che aveva la storia di 30 anni fa.
Questa non è davvero nulla, una storia scritta col pantografo, un tentativo di ripetere solo la facciata di quelle storie, dimenticandosi delle vere caratteristiche per cui sono invece diventate dei classici
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Gaber Ricci - Domenica 8 Dic 2013, 18:10:04
Se non te n'è piaciuto nessuno dei due, quali sono le impressioni contrastanti? ;)
A me "I sonnambuli" è piaciuto moltissimo, forse perché studio medicina, e quindi quei temi lì li sento vicini, forse perché non ho letto "Gli uccisori".
Su Dell'Agnol... no, non sei tu.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Domenica 8 Dic 2013, 18:23:21
Insomma, da un punto di vista medico è davvero fantascienza! :-)

A me in ogni caso son piaciute tutte e due le storie...e Dell'Agnol lo adoro...sempre!!
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Lunedì 9 Dic 2013, 18:12:23
Se non te n'è piaciuto nessuno dei due, quali sono le impressioni contrastanti? ;)
Nel senso che entrambe, ognuna per proprio conto, mi hanno lasciato impressioni contrastanti ;)
La prima sarebbe stata anche carina ma come detto, ho faticato tantissimo per leggerla. Per la seconda, beh, se non hai letto "gli uccisori" non puoi capire le mie perplessità.
E ancor meno lo puoi se non hai letto i primi dieci anni di dylan.
Quello che rendeva dylan (come fumetto) speciale erano non solo le storie in sè, ma le sue prese di posizione, il suo saperti lasciare dentro qualcosa. Non erano delle semplici indagini (più o meno paranormali), ma storie che veicolavano dei messaggi. Dylan (sempre come fumetto) interpretava anche le angosce di determinate situazioni, come la solitudine, la diversità e via discorrendo.
Certo non erano tutte così e c'erano anche storie "normali", come "i sonnambuli". Il fatto è che cavaletto si è andato a scegliere una delle storie più iconiche da omaggiare ma lo ha fatto senz'anima: ne ha semplicemente ripercorso il plot di base (l'indagine appunto) ma togliendo tutto il di più che c'era (il messaggio). A questo punto tanto valeva scriverne una originale ed evitare paragoni scomodi
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Andrea87 - Lunedì 9 Dic 2013, 21:04:32
Quello che rendeva dylan (come fumetto) speciale erano non solo le storie in sè, ma le sue prese di posizione, il suo saperti lasciare dentro qualcosa. Non erano delle semplici indagini (più o meno paranormali), ma storie che veicolavano dei messaggi. Dylan (sempre come fumetto) interpretava anche le angosce di determinate situazioni, come la solitudine, la diversità e via discorrendo.

vedi "I delitti della mantide" il mio preferito
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Unchienandalou - Lunedì 9 Dic 2013, 21:22:50

vedi "I delitti della mantide" il mio preferito

UH Andrè, che hai detto... :o

Hai citato l'autore sbagliato...ora piccolobush ti uccide  [smiley=ahsisi.gif](senza guanti e guêpière...però ;D)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Andrea87 - Lunedì 9 Dic 2013, 22:31:58
lol!

oh l'avevo scritto qualche pagina fa pure. è davvero il mio preferito proprio per il fatto che è una storia che va oltre l'indagine soprannaturale: tutte le storie collaterali, con i vari avventori del locale mi sono entrate dentro e mi hanno segnato sin dalla prima lettura!
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Lunedì 9 Dic 2013, 23:13:05

UH Andrè, che hai detto... :o

Hai citato l'autore sbagliato...ora piccolobush ti uccide  [smiley=ahsisi.gif](senza guanti e guêpière...però ;D)
;D

No, va beh, non ho detto che chiaverotti non ha mai scritto delle buone storie. Io gli ho sempre rimproverato la sua mancanza di originalità però, dovendo scegliere, sempre meglio le sue di questa di cavaletto ;)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: UomoCheSapevaTroppo - Mercoledì 11 Dic 2013, 02:08:52

capisco la tua idea, ma penso che per una persona stra impegnata come il Leo un albo di 94 pagine potrebbe portare via una vita..poi ci starebbe a mio avviso una storia "breve" di 30 pagine in un color fest (che non deve per forza essere umoristico), visto che l'intenzione di Recchioni per quella testata pare appunto essere chiamare piu' guest possibili, provenienti da diverse realta' fumettose.

La gestione Recchioni si fa già sentire dall'ultimo Albo Gigante,è a prova di Turk, a questo giro devi leggertelo!
C'è pure tra le storie il sequel de Il Vicino di Casa, con un tripudio di citazioni ai vecchi numeri visive e anche con pezzi di dialoghi  :D
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Sabato 4 Gen 2014, 09:33:58
Trash island: come riempire 98 pagine di nulla. Più su si parlava di rodriguez e in effetti lui e tarantino sembrano gli ispiratori di questa "storia". Il problema è che cinema e fumetto sono due linguaggi diversi e uno come mignacco dovrebbe saperlo! In un film puoi anche tirare avanti un'ora o due semplicemente coreografando un po' di omicidi e di ammazzate varie, ma su pagina è dura! E' dura andare avanti per un intero albo senza un'idea di trama, senza una battuta (nei film di cui sopra è la violenza stessa portata all'estremo che paradossalmnte allegerisce il tutto), senza approfondire un minimo i personaggi, ben quattro escluso dylan, che restano degli anonimi figuranti.
Come sarà venuto in mente a recchioni di paragonarla ai "conigli rosa", lo sa solo il cielo.
In più mi permetto di far notare come forse mari, grande disegnatore, non sia il più adatto per questo tipo di storie, che avrebbe avuto bisogno di un disegnatore un tantino più "classico". Son tre mesi di seguito che butto letteralmente i soldi per dylan, a febbraio chi si fa volontario?
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: UomoCheSapevaTroppo - Martedì 25 Feb 2014, 03:15:47
E LASCIA UN BEL CADAVERE è molto classico, molto Dylan Dog dei bei tempi. Niente di nuovo, ma l'atmosfera era vecchio stile, belle le tavole "alla Sin City"...
Ma il Dylandogone??? Fillio Sganga basta odiarlo, questo dovevi leggerlo, eh, ribadisco! A Cartoomics ti tiro le orecchie

Mentre Dylan 330 avrà forse la copertina più bella di sempre (sì Recchioni conferma che sarà pubblicata COSI' COME LA VEDETE)

(https://scontent-a-lhr.xx.fbcdn.net/hphotos-frc3/t1/1538788_538123199617909_624067858_n.jpg)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Martedì 25 Feb 2014, 17:25:14
Ma il Dylandogone???
Il dylandogone non so, ma il maxi è brutto. Brutto. La prima storia non ha nè capo nè coda, la seconda è una imitazione tra "gli occhi e il buio" e pupi avati, la terza è una storia vista mille volte. Altri 6,90 buttati, maledizione alla sindrome da astinenza :P
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: UomoCheSapevaTroppo - Martedì 25 Feb 2014, 23:18:56
Il dylandogone non so, ma il maxi è brutto. Brutto. La prima storia non ha nè capo nè coda, la seconda è una imitazione tra "gli occhi e il buio" e pupi avati, la terza è una storia vista mille volte. Altri 6,90 buttati, maledizione alla sindrome da astinenza :P

Ahaha ottimo, io devo ancora leggerlo... col nuovo corso speriamo in miglioramenti, anche se il Maxi diverrà Old Boy con storie di stampo molto classico

Il ylandogone con il Dylan futuro del pianeta dei morti e il sequel de Il Vicino di Casa secondo me merita parecchio, recuperatelo se riuscite
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Mercoledì 26 Feb 2014, 23:47:34
col nuovo corso speriamo in miglioramenti, anche se il Maxi diverrà Old Boy con storie di stampo molto classico
:-?
Non sono informato, cosa vuoi dire? Più "classiche" di queste che già ci mettono...

Sul dylandogone ci penso, ancora devo riprendermi dall'esborso del maxi :P
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: UomoCheSapevaTroppo - Giovedì 27 Feb 2014, 06:01:59
:-?
Non sono informato, cosa vuoi dire? Più "classiche" di queste che già ci mettono...

Sul dylandogone ci penso, ancora devo riprendermi dall'esborso del maxi :P

Direi niente cellulare, avanzamento tecnologico, Bloch in pensione, nuova gente, ecc.. tutto resterà il solito vecchio dylan.. l'old boy appunto :P
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fa.Gian. - Giovedì 27 Feb 2014, 12:38:41

Direi niente cellulare, avanzamento tecnologico, Bloch in pensione, nuova gente, ecc.. tutto resterà il solito vecchio dylan.. l'old boy appunto :P
Immagino che abbiano creato un contenitore in cui infilare le storie già pronte (e pagate), ma non in linea con il nuovo andazzo del personaggio, dalla gestione Recchioni in poi.

Così facendo possono ammortizzare la spesa fatta, senza scontentare nessuno, e la collana rimane per quei nostalgici che non sono d'accordo col nuovo corso.

Inoltre è chiaro che la tengono come eventuale possibile ripiego, se il nuovo corso dovesse fare flop e venire chiuso.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: UomoCheSapevaTroppo - Venerdì 7 Mar 2014, 02:40:34
Immagino che abbiano creato un contenitore in cui infilare le storie già pronte (e pagate), ma non in linea con il nuovo andazzo del personaggio, dalla gestione Recchioni in poi.

Così facendo possono ammortizzare la spesa fatta, senza scontentare nessuno, e la collana rimane per quei nostalgici che non sono d'accordo col nuovo corso.

Inoltre è chiaro che la tengono come eventuale possibile ripiego, se il nuovo corso dovesse fare flop e venire chiuso.

E non solo, pare esordiranno sull Old Boy anche nuove leve o comunque gente mai arrivata sul mensile, forse come rodaggio, uscirà tre volte l'anno pare (ora sono due o già tre?) e Recchioni vuole dargli una buona importanza, quasi come andare in parallelo col mensile

Sì insomma, il paracadte ce l'anno, dato che Recchionz dice che per quanto possa non sembrarlo il Maxi ha le sue discrete vendite
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Andrea87 - Venerdì 7 Mar 2014, 08:31:07
io per trovare un pò di verve in dylan dog, dopo che Gli Almanacchi della Paura avevano fatto la stessa orrida fine del mensile, sono andato a leggermi i Color Fest... beh che dire, la cronologica ha ripreso la piega del piacere e non più del "DEVO RECUPERARE... RESISTERE... URGH!"
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Lunedì 17 Mar 2014, 11:34:42
La notizia che il gigante di dd non ci sarà più, scomparso insieme a quelli di mm e zagor, mi spinge a fare alcune considerazioni sulle uscite speciali di bonelli.
Il problema è che queste, generalmente, di speciale non hanno nulla: la gran parte non si distingue dal resto della produzione regolare.
Vale per gli albi "centenari" che, esclusi alcuni albi di mm, sono delle semplici storie colorate.
Vale per molti speciali che, al 90%, sono soltanto storie più lunghe (o più corte nel caso di zagor!).
Vale per i giganti, storie in grande formato ma niente più o per i maxi, di fatto solo un modo per incrementare fittiziamente la periodicità della serie regolare o per smerciare roba avanzata (come nel caso dei mm bis).
E non sono molto diversi nemmeno gli ultimi arrivati, gli albi a colori di tex e zagor.
E' chiaro che il colore di per sè è un evento su un albo bonelli, però diciamo che per speciale io intendo qualcosa di un po' diverso.
Infatti gli unici che ho trovato riusciti sono stati solo i capostipiti delle varie tipologie:
- il texone ha una sua identità fin quando rimane come bonelli l'aveva pensato, cioè come la possibilità di vedere all'opera in bonelli, disegnatori che sono lontani da questo tipo di fumetto: i texoni di buzzelli, magnus, milazzo, kubert, al di là dei testi non sempre felici, restano delle perle. Mi hanno convinto molto meno quando sono diventati una sorta di premio alla carriera, facendovi approdare artisti meritevolissimi, come galep, ticci, civitelli, che si vedono (o si vedevano) tutti i mesi; gli altri giganti (mm, dd, zagor) non aggiungono nulla alla serie regolare;
- gli speciali sono un altro equivoco. La formula originale è targata castelli/mm e non è un caso che è l'unico, a mio parere, a funzionare davvero (anche se ora dopo quasi trent'anni, comincia a mostrare la corda!). Primo perchè castelli ha avuto l'intuizione di creare appositamente per quella collana, una sorta di spin-off, con ambientazioni e personaggi che sono stati per molto tempo esclusive di questa collana. Poi per l'abbinamento con gli albetti, che all'epoca trattavano argomenti comunque difficili da reperire per i non appassionati, a differenza di quelli di zagor o mister no le cui informazioni si trovavano su dei semplici libri di storia o simili. Ed è ancora grazie alle peculiarità del personaggio e delle tematiche che la formula albo+libretto sopravvive ancora, quando quelli delgi altri personaggi sono spariti dopo aver tentato invano nuove vie (tipo gli albetti dedicati alle spalle);
- dd color fest: tra gli albi a colori mi sembra l'unico con una motivo di esistenza. Anche qui la forza è data dalle caratteristiche del personaggio che permettono di scrivere storie impensabili per altri come tex o zagor. Finora come qualità è stato un po' altalenante, ma è l'unico tra le uscite a colori a dare qualcosa di più.

Tutto questo per dire che spero che la nuova dirigenza in bonelli, decida di dare alla parola "speciale" il giusto significato, per non sprecare, annegando nella banalità, quelle che sono le potenzialità offerte dai vari formati
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: UomoCheSapevaTroppo - Martedì 18 Mar 2014, 03:40:06
La notizia che il gigante di dd non ci sarà più, scomparso insieme a quelli di mm e zagor, mi spinge a fare alcune considerazioni sulle uscite speciali di bonelli.
Il problema è che queste, generalmente, di speciale non hanno nulla: la gran parte non si distingue dal resto della produzione regolare.
Vale per gli albi "centenari" che, esclusi alcuni albi di mm, sono delle semplici storie colorate.
Vale per molti speciali che, al 90%, sono soltanto storie più lunghe (o più corte nel caso di zagor!).
Vale per i giganti, storie in grande formato ma niente più o per i maxi, di fatto solo un modo per incrementare fittiziamente la periodicità della serie regolare o per smerciare roba avanzata (come nel caso dei mm bis).
E non sono molto diversi nemmeno gli ultimi arrivati, gli albi a colori di tex e zagor.
E' chiaro che il colore di per sè è un evento su un albo bonelli, però diciamo che per speciale io intendo qualcosa di un po' diverso.
Infatti gli unici che ho trovato riusciti sono stati solo i capostipiti delle varie tipologie:
- il texone ha una sua identità fin quando rimane come bonelli l'aveva pensato, cioè come la possibilità di vedere all'opera in bonelli, disegnatori che sono lontani da questo tipo di fumetto: i texoni di buzzelli, magnus, milazzo, kubert, al di là dei testi non sempre felici, restano delle perle. Mi hanno convinto molto meno quando sono diventati una sorta di premio alla carriera, facendovi approdare artisti meritevolissimi, come galep, ticci, civitelli, che si vedono (o si vedevano) tutti i mesi; gli altri giganti (mm, dd, zagor) non aggiungono nulla alla serie regolare;
- gli speciali sono un altro equivoco. La formula originale è targata castelli/mm e non è un caso che è l'unico, a mio parere, a funzionare davvero (anche se ora dopo quasi trent'anni, comincia a mostrare la corda!). Primo perchè castelli ha avuto l'intuizione di creare appositamente per quella collana, una sorta di spin-off, con ambientazioni e personaggi che sono stati per molto tempo esclusive di questa collana. Poi per l'abbinamento con gli albetti, che all'epoca trattavano argomenti comunque difficili da reperire per i non appassionati, a differenza di quelli di zagor o mister no le cui informazioni si trovavano su dei semplici libri di storia o simili. Ed è ancora grazie alle peculiarità del personaggio e delle tematiche che la formula albo+libretto sopravvive ancora, quando quelli delgi altri personaggi sono spariti dopo aver tentato invano nuove vie (tipo gli albetti dedicati alle spalle);
- dd color fest: tra gli albi a colori mi sembra l'unico con una motivo di esistenza. Anche qui la forza è data dalle caratteristiche del personaggio che permettono di scrivere storie impensabili per altri come tex o zagor. Finora come qualità è stato un po' altalenante, ma è l'unico tra le uscite a colori a dare qualcosa di più.

Tutto questo per dire che spero che la nuova dirigenza in bonelli, decida di dare alla parola "speciale" il giusto significato, per non sprecare, annegando nella banalità, quelle che sono le potenzialità offerte dai vari formati

Ma mica doveva contenere le storie ambientate nell'universo futuro di Dylan? Dove le dirottano? Nello speciale che esce una volta l'anno? Non sarebbe male perchè anche lui ha perso l'identità...
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Martedì 18 Mar 2014, 05:12:26

Ma mica doveva contenere le storie ambientate nell'universo futuro di Dylan? Dove le dirottano? Nello speciale che esce una volta l'anno? Non sarebbe male perchè anche lui ha perso l'identità...
Ma perchè, è previsto pure l'universo futuro oltre al presente della serie regolare e il "vintage" del maxi? Ma lo stanno trasformando in un personaggio marvel? :P
Comunque non so, io ho ripreso la notizia riportata da fillo
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Martedì 18 Mar 2014, 06:55:55
Ma perchè, è previsto pure l'universo futuro oltre al presente della serie regolare e il "vintage" del maxi? Ma lo stanno trasformando in un personaggio marvel? :P
Comunque non so, io ho ripreso la notizia riportata da fillo

confermo ..e' stato chiesto da un appassionato in conferenza stampa e recchioni ha confermato che il gigante non uscira' piu' ..perche' non vende e perche' appunto con quella formula non andava bene (e inoltre non sapevano con che alternative presentarlo).

anche io avevo sentito che sarebbe diventato dedicato solo a dyd vecchio ma probabilmente l'ultimo gigante (con una sorta di pilot ) ha avuto esiti disastrosi tanto da far cambiare idea...
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: UomoCheSapevaTroppo - Mercoledì 19 Mar 2014, 05:41:08
Ma perchè, è previsto pure l'universo futuro oltre al presente della serie regolare e il "vintage" del maxi? Ma lo stanno trasformando in un personaggio marvel? :P
Comunque non so, io ho ripreso la notizia riportata da fillo
Eh già, aggiungici lo spin off con Bloch, dal prossimo anno l'Almanacco della puara ospita le storie con protagonista Bloch in pensione in un paesino costiero non tanto tranquillo come sembrerebbe...
E no, non scherzo. :P

Tutta roba interessante, comunque, fidiamoci di Recchioni e vediamo questo 2014 (anzi visto che è ottobre quasi più 2015) cosa ci offrirà :-X
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Mercoledì 19 Mar 2014, 12:36:43
storie con protagonista Bloch in pensione in un paesino costiero non tanto tranquillo come sembrerebbe...
Cabot cove? Il signore in giallo ;D
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Mercoledì 19 Mar 2014, 19:21:27
cmq. alla conferenza su dylan dog di domenica, grosso modo è emerso questo :

su DYD
niente piu' albi giganti..
niente piu' semplici investigazioni..le storie devono inquietare..
vera' introdotto un personaggio musulmano perche' la londra di oggi e' multietnica e per tanto quel personaggio non verra' visto in modo strano ma come una persona integrata. Londra apparirà infatti come è nel 2014..fino ad ora invece appariva una londra degli anni 80 (cioe' come era nelle prime storie della serie). rispetto alla vecchia gestione si e' capovolto tutto: storie che andavano bene e andavano avanti ora non vanno piu' bene. storie strane e inquietanti invece si. ci sara' una continuity dolce: ogni storia infatti sara' si autoconclusiva ma legata dall'avanzare del tempo come nei telefilm americani...un lettore puo', come ora continuare a leggere le singole storie (anche saltandone qualcuno) ma i lettori abituali  potranno godersi di piu' le varie sottotrame e cicli di storie che si andranno a realizzare..
ci saranno storie su esorcismi e in questo caso verra' presa in ballo la chiesa "e' impensabile nel 2014, parlare di certi argomenti senza tirare in ballo la chiesa".
nessun personaggio morira' (anche se a Recchioni sarebbe piaciuto) e difficilmente vedremo Lord Welles ancora (perche' a sclavi non piace  piu')..

poi io aggiungo che casomai il pianeta dei morti si fara' lo stesso ma non in GIGANTE..probabilmente faranno una testata annuale alternativa, come stanno facendo ora con Nathan Never.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Andrea87 - Giovedì 20 Mar 2014, 13:01:38
vera' introdotto un personaggio musulmano perche' la londra di oggi e' multietnica

a quando il primo amore frocio omosex di Dylan paventato da un famoso appassionato di fumetti???

d'altronde nei tf americani ci sono le "quote": una compagnia di amici deve avere il nero, l'ispanico/asiatico, il frocio dichiarato... altrimenti le lobbies fanno chiudere tutto :P
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fa.Gian. - Giovedì 20 Mar 2014, 13:47:52
C'è già stato.

Dylan Dog #26 "Dopo mezzanotte" ;)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Andrea87 - Giovedì 20 Mar 2014, 17:45:26
oddio l'ho rimosso! cavolo ho appena finito la cronologica e già la dovrei ricominciare?
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fa.Gian. - Giovedì 20 Mar 2014, 23:37:29
oddio l'ho rimosso! cavolo ho appena finito la cronologica e già la dovrei ricominciare?
Beh, è solo una breve comparsata, ma c'è un prostituto gay, che vorrebbe che Dylan lo uccidesse in quanto "mostro", prima di morire a causa dell'aids.

Dylan crede che voglia "sedurlo", ma lui nega immediatamente.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: UomoCheSapevaTroppo - Domenica 23 Mar 2014, 23:42:19
cmq. alla conferenza su dylan dog di domenica, grosso modo è emerso questo :

su DYD
niente piu' albi giganti..
niente piu' semplici investigazioni..le storie devono inquietare..
vera' introdotto un personaggio musulmano perche' la londra di oggi e' multietnica e per tanto quel personaggio non verra' visto in modo strano ma come una persona integrata. Londra apparirà infatti come è nel 2014..fino ad ora invece appariva una londra degli anni 80 (cioe' come era nelle prime storie della serie). rispetto alla vecchia gestione si e' capovolto tutto: storie che andavano bene e andavano avanti ora non vanno piu' bene. storie strane e inquietanti invece si. ci sara' una continuity dolce: ogni storia infatti sara' si autoconclusiva ma legata dall'avanzare del tempo come nei telefilm americani...un lettore puo', come ora continuare a leggere le singole storie (anche saltandone qualcuno) ma i lettori abituali  potranno godersi di piu' le varie sottotrame e cicli di storie che si andranno a realizzare..
ci saranno storie su esorcismi e in questo caso verra' presa in ballo la chiesa "e' impensabile nel 2014, parlare di certi argomenti senza tirare in ballo la chiesa".
nessun personaggio morira' (anche se a Recchioni sarebbe piaciuto) e difficilmente vedremo Lord Welles ancora (perche' a sclavi non piace  piu')..

poi io aggiungo che casomai il pianeta dei morti si fara' lo stesso ma non in GIGANTE..probabilmente faranno una testata annuale alternativa, come stanno facendo ora con Nathan Never.

Sì insomma la solita solfa sentita anche a Lucca, fino a ottobre niente news nuove, mi sa!
Ha parlato dell'ipad intelligente stile Siri che dialogherà con Groucho? pare non shcerzasse recchioni quando diceva ci sarebbe stato.. magai un tentativo lo fanno
Il personaggio musulmano è Ranya (o come si scrive), che è l'aiutante del nuovo ispettore, Carpenter, è una ragazza che invece avrà con dylan un bel rapporto (Rechioni dice solo amicizia e no amore, si vedrà)

Mi spiace per Wells, ma forse Sclavi ha ragione, stava diventando troppo macchiettistico.. spero in suo recupero però prima o poi
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Lunedì 24 Mar 2014, 09:03:35
A parte la copertina la nuova storia è davvero poca cosa....e per dirlo io.....
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fa.Gian. - Sabato 29 Mar 2014, 09:44:44
Preso ieri il nuovo numero.

Bello e "classico"
Tanto splatter, disegni magnifici (adoro i Cestaro), qualche piccolo dubbio (Gloria investita non dovrebbe essere così bella, senza sangue, né ferite), ma nel complesso una storia che potrebbe rientrare tra i primi 100, per spirito.

E Morte mi pare (quasi) uscito da un romanzo di Pratchett.

Voto: 7+
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Sabato 29 Mar 2014, 11:11:06
A parte la copertina la nuova storia è davvero poca cosa....e per dirlo io.....

Bello e "classico"
[...]
una storia che potrebbe rientrare tra i primi 100, per spirito.
Voto: 7+

E ora, a chi do retta? :P

 ;D
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fa.Gian. - Sabato 29 Mar 2014, 16:51:53
Sono due storie diverse, credo.

Il 24 marzo era appena uscito l'Almanacco della Paura, io invece parlavo della serie normale, "la morte non basta", n.331, uscito il 26 ;)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Sabato 29 Mar 2014, 17:46:41
Sono due storie diverse, credo.

Il 24 marzo era appena uscito l'Almanacco della Paura, io invece parlavo della serie normale, "la morte non basta", n.331, uscito il 26 ;)
Eh, sì, non avevo fatto caso alle date! Beh, l'almanacco per fortuna l'ho già visto in edicola e scartato perchè i contenuti mi interessavano poco.
Concederò una chance alla serie regolare ;)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: conker - Lunedì 31 Mar 2014, 17:47:02
a dir poco interessante l'interpretazione del personaggio dei Cestaro bros, molto meno, ahimé, la storia che si lascia leggere, ma ha un che di già visto che non mi ha certo entusiasmato
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Lunedì 31 Mar 2014, 18:40:25
a me l'ultima storia regolare di dyd è piaciuta tantissimo..sia come disegni che come racconto..e'una delle piu' belle che ho letto negli ultimi anni a mio avviso..ed e' in linea imho col personaggio come era stato concepito da tiziano sclavi.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Martedì 1 Apr 2014, 13:14:35
a dir poco interessante l'interpretazione del personaggio dei Cestaro bros, molto meno, ahimé, la storia che si lascia leggere, ma ha un che di già visto che non mi ha certo entusiasmato
Idem. La storia non sarebbe male, ma ha il difetto di essere stata vista e rivista (praticamente su un maxi dylan ce n'era una con la stessa idea*, "chiamata dall'inferno") e per di più recchioni ci ha messo del suo nell'editoriale "spoilerando" più del dovuto. Non era un vero e proprio spoiler, ma per chi segue dylan, era facile fare due più due e rovinarsi tutta la caccia alla soluzione :-X

* senza dimenticare la più importante del genere, "attraverso lo specchio", per certi versi anche "tre per zero" e ne dimentico sicuramente almeno un'altra
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: conker - Giovedì 29 Mag 2014, 15:25:36
in edicola, ORA, "I raminghi dell'autunno", scritto e illustrato da Fabio Celoni  :)

mi è piaciuto, e non poco... è, IMHO, come dovrebbe essere ogni storia di Dylan Dog, inquietante, spaventosa, destabilizzante, surreale e, una volta terminata la lettura, con tanti dubbi e incertezze che ti continuano a frullare in testa

c'è tutto questo ne "I raminghi dell'autunno", un viaggio nell'incubo, nel deforme e nell'orrore in cui ho ritrovato il Dylan Dog delle origini, quello che ti sa spiazzare

da leggere e rileggere!
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Colo - Giovedì 29 Mag 2014, 21:26:41
in edicola, ORA, "I raminghi dell'autunno", scritto e illustrato da Fabio Celoni  :)

mi è piaciuto, e non poco... è, IMHO, come dovrebbe essere ogni storia di Dylan Dog, inquietante, spaventosa, destabilizzante, surreale e, una volta terminata la lettura, con tanti dubbi e incertezze che ti continuano a frullare in testa

c'è tutto questo ne "I raminghi dell'autunno", un viaggio nell'incubo, nel deforme e nell'orrore in cui ho ritrovato il Dylan Dog delle origini, quello che ti sa spiazzare

da leggere e rileggere!

Agghiacciante ( in senso buono ) il progressivo sgretolarsi della personalità dell'Old Boy, che lo porta a una vera emarginazione sociale..... 
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Giovedì 29 Mag 2014, 21:51:18
disegni di celoni veramente da fare venire i brividi letteralmente..consiglio caldamente a tutti la spesa :-)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: cianfa88 - Sabato 5 Lug 2014, 15:07:27
Recchioni:

Citazione
E quindi è vero di Gipi. Dico di Gipi e Dylan...
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Lunedì 7 Lug 2014, 14:29:54
I pigri pomeriggi estivi hanno colpito ancora e sono andato a comprare il maxi: pessimo affare.
Delle tre storie, darei a stento la sufficienza alla seconda.
La prima è una storia che pare scritta 30 anni fa, nel senso che è proprio datata, con una marea di stereotipi. In più la rappresentazione grafica della ragazza di dylan mi lascia alquanto perplesso (forse la inea chiara non è adatta per disegnare i punk? :P).
La seconda mi sarebbe piaciuta assai di più se il personaggio chiave fosse stato introdotto in maniera più "camuffata": così invece si capisce quasi subito chi è il responsabile di tutto, con conseguente diminuzione di interesse.
La terza, boh!, forse voleva essere parodistica, però devo dire che mi è sembrata una cavolata immane. Ma è possibile anche che la rilegga tra un anno e la trovi un capolavoro!
Aggiungiamoci due spoiler nei titoli, giusto per non farci mancare nulla.
L'impressione è che, rispetto al recente passato, abbiano semplicemente calcato un po' di più la mano sullo splatter, ma non è certo quello a rendere dylan ciò che è stato.

Chi ne esce bene in tutte le storie invece è bloch che, evidentemente, saputo che vogliono pensionarlo, sta cercando di far ricredere recchioni ;D
Non pervenuto groucho.
Montanari e grassani, beh, ormai hanno una certa età, si vede anche che alcune situazioni e alcuni particolari decisamente non sono nelle loro corde, ma in fondo ormai sono un classico e restano sempre estremamente leggibili, pur con dei difetti che ogni tanto non si possono non notare
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: conker - Venerdì 8 Ago 2014, 18:11:54
in dettaglio cosa sta per cambiare su Dylan Dog (http://www.sergiobonelli.it/news/news/37645/Tutto-sul-nuovo-Dylan-Dog-.html)  :)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Andrea87 - Venerdì 8 Ago 2014, 19:37:11
in dettaglio cosa sta per cambiare su Dylan Dog (http://www.sergiobonelli.it/news/news/37645/Tutto-sul-nuovo-Dylan-Dog-.html)  :)

bella l'immagine dell'ultimo giorno del vecchio! :(
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Zapotek - Mercoledì 13 Ago 2014, 07:27:48
Ma sono curioso di questo cambiamento. Molti lettori storici storceranno il naso a priori però bisogna anche riconoscere che un fumetto come Dylan Dog era concettualmente invecchiato molto, a questo punto preferisco che provino altre strade , pur con il rischio di toccare il fondo, piuttosto di continuare su livelli medio-bassi. Ho letto di fretta ma non ho ben capito se si tratterà di una sorta di reboot.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Mercoledì 13 Ago 2014, 11:54:06
Ma sono curioso di questo cambiamento. Molti lettori storici storceranno il naso a priori però bisogna anche riconoscere che un fumetto come Dylan Dog era concettualmente invecchiato molto, a questo punto preferisco che provino altre strade , pur con il rischio di toccare il fondo, piuttosto di continuare su livelli medio-bassi. Ho letto di fretta ma non ho ben capito se si tratterà di una sorta di reboot.

niente reebot per carita'...no semplicemente le storie dell'indagatore dell'incubo cambieranno..cioe' nell'evoluzione del personaggio (ormai ferma da anni) verranno inseriti alcuni importanti elementi che modificheranno il corso della testata
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: conker - Mercoledì 13 Ago 2014, 12:54:19

niente reebot per carita'...no semplicemente le storie dell'indagatore dell'incubo cambieranno..cioe' nell'evoluzione del personaggio (ormai ferma da anni) verranno inseriti alcuni importanti elementi che modificheranno il corso della testata

dopo 28 anni, una svecchiata ci sta tutta (cosa che periodicamente si fa negli USA sui supereroi)... non tanto per i vecchi lettori (piccola parte dei quali sta sbraitando a priori), ma per catturarne di nuovi

e non puoi catturare nuovi lettori con un qualcosa di anacronistico come il "vecchio" Dylan Dog che vive in una Londra e relativo ambiente non credibile di questi tempi

che poi ho sempre pensato che una testata creata da autori Italiani non fosse il massimo per catturare l'essenza di un altra città in un'altra nazione (a scopo comparativo, basta leggersi, esempio, Hellblazer per respirare aria londinese), se poi restiamo inchiodati agli anni '80...  ::)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Zapotek - Mercoledì 13 Ago 2014, 20:08:32

niente reebot per carita'...no semplicemente le storie dell'indagatore dell'incubo cambieranno..cioe' nell'evoluzione del personaggio (ormai ferma da anni) verranno inseriti alcuni importanti elementi che modificheranno il corso della testata

Ah beh allora meglio così. Grazie Turk :) Poi sono andato a rileggere con più calma, pare vogliano anche inserire piccoli elementi di continuity tra le storie o almeno tra un certo numero di pubblicazioni. Se vogliamo è un piccolo grande cambiamento in una testata come Dylan che una vera e propria continuity non l'ha mai avuta. C'era Dylan e il suo universo, i personaggi fissi, una base di partenza che spesso ogni autore e disegnatore  a sua volta rielaborava in modo personale di numero in numero. E poi ci sarà questo John Ghost (che come nome non mi sembra particolarmente affascinante) che sostituirà il vecchio Xabaras come nemico.

non puoi catturare nuovi lettori con un qualcosa di anacronistico come il "vecchio" Dylan Dog che vive in una Londra e relativo ambiente non credibile di questi tempi

che poi ho sempre pensato che una testata creata da autori Italiani non fosse il massimo per catturare l'essenza di un altra città in un'altra nazione (a scopo comparativo, basta leggersi, esempio, Hellblazer per respirare aria londinese), se poi restiamo inchiodati agli anni '80...  ::)

Concordo sulla svecchiata necessaria. Ho anche letto che il restyling di Dylan partirà dall'ambientazione meno anni 80 (che però se sfruttata bene poteva anche avere il suo fascino sul pubblico più giovane), dall'introduzione della tecnologia.

A mio avviso però Dylan ha bisogno di una svecchiata più dal punto di vista narrativo che nell'ambiente (che tutto sommato ci sta). Da lettore storico ho sempre avuto l'impressione che Dylan Dog fosse un fumetto particolare, l'horror e l'elemento sovrannaturale erano un po' il tappeto sotto il quale si nascondevano i timori, le paure, le battaglie clandestine le turbe esistenziali degli autori, o meglio dell'autore, di Tiziano Sclavi. Era una sorta di horror introspettivo, psichedelico e l'impatto sul pubblico è stato forte per questo. In più in quel periodo le ambientazioni horror che fungevano da catalizzatori per i timori esistenziali, erano un forte elemento di rottura molto apprezzati dal pubblico giovanile. Non c'era bisogno di continuity perchè Dylan e le sue storie erano incubi, simboli, rappresentazioni astratte. Oggi di quell'impatto non c'è più traccia, il simboli hanno perso evidentemente quella forza evocativa,quello che rimangono sono storie che (a volte) ripetono un copione di fondo con nomi e personaggi diversi, ma in modo spesso banale. Pur amando Dylan  e continuandolo a leggere con piacere ancora oggi di tanto in tanto, mi chiedo se  il "concept" di Dylan abbia ancora qualcosa da dare oppure se abbia esaurito ormai il suo filone aureo e se un fumetto del genere, meno splatter e con solo qualche zombie, senza l'alter ego di Dylan, ovvero Sclavi, abbia oggi motivo di esistere.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Mercoledì 13 Ago 2014, 23:14:25
Mi aspetto molto da questo restyling, certo che parlare di rinnovamento e poi leggere nomi come carpenter e john ghost mi sembra un po' un controsenso :P
Ma mi lascia assai perplesso quello che si dice a proposito dello smartphone: un software donna con spiccata personalità? :-X
Bah, preferisco non dire nulla finché non avrò letto abbastanza
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: conker - Giovedì 14 Ago 2014, 09:50:28
Ma mi lascia assai perplesso quello che si dice a proposito dello smartphone: un software donna con spiccata personalità? :-X

scritta così, a me ricorda la Samantha di "Her" in effetti... vedremo se la cosa si rivelerà poi più affine ad un contemporaneo Siri piuttosto che un qualcosa che è ancora Sci-Fi  :)

Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Giovedì 14 Ago 2014, 11:57:10

scritta così, a me ricorda la Samantha di "Her" in effetti... vedremo se la cosa si rivelerà poi più affine ad un contemporaneo Siri piuttosto che un qualcosa che è ancora Sci-Fi  :)

Spero non sia troppo sci-fi :-/
Continuo a pensare che groucho e bloch siano i personaggi più forti e potenzialmente interessanti della serie, ma quasi nessuno li ha saputi/voluti adoperare come si deve.
Bloch ora sembra avrà la sua occasione sugli almanacchi, per groucho invece (che comunque è decisamente più complesso come personaggio, una carica eversiva notevole ma poco adatto a parti da protagonista) mi sa che toccherà metterci una pietra sopra
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Andrea87 - Giovedì 14 Ago 2014, 13:37:31
per groucho invece (che comunque è decisamente più complesso come personaggio, una carica eversiva notevole ma poco adatto a parti da protagonista) mi sa che toccherà metterci una pietra sopra

in effetti i "grouchini" abbinati agli speciali sono stati la roba migliore uscita in quel periodo.
Anzi l'ultimo episodio (quello di Faraci) è proprio una grouchata assolutamente fantastica, a differenza del penultimo con l'esordio della barbato (che però in questo caso assolvo, perchè aveva pensato la storia come seria per il mensile e poi dirottata...)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Mickeynic00 - Sabato 16 Ago 2014, 19:45:39
Ragazzi, ho letto Il Calvario. La mia domanda è questa: l'albo è buono o no ?
Sinceramente non mi è piaciuta più di troppo e vorrei sapere se è la media della serie o è un albo sottotono. È il primo che leggo e sono indeciso se continuare o no.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Sabato 16 Ago 2014, 23:09:33
Ragazzi, ho letto Il Calvario. La mia domanda è questa: l'albo è buono o no ?
Scusa, ma che domanda è?
Devi essere tu a decidere se l'albo ti è piaciuto o no :-?
Discorso diverso è chiedere se è una tipica storia di dylan oppure no.
Beh, se hai aspettato fino ad adesso per iniziare a leggere dd, tanto valeva aspettare un altro mese e cominciare direttamente con la nuova fase :P
Rispondere ora alla tua domanda non avrebbe molto senso visto che, a quel che si sa, da settembre, le storie cambieranno in maniera sensibile e quindi, se decidessi di proseguire la lettura, ti troveresti comunque qualcosa di assai diverso.
Diciamo che le storie degli ultimi mesi sono state una sorta di ibrido: storie nate durante la precedente gestione ma aggiustate in corso d'opera per accompagnare la fase di transizione.
Quello che mi verrebbe di consigliarti è appunto prendere i prossimi numeri per vedere se il nuovo dd è di tuo gradimento.
Al momento nessuno può dirti se è il caso di continuare o no
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Mickeynic00 - Domenica 17 Ago 2014, 22:56:21
Ma hai letto il resto del post ?

Ho chiesto se l'albo (che non mi ha entusiasmato) è nella media della testata o c'è di meglio.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: UomoCheSapevaTroppo - Lunedì 18 Ago 2014, 05:20:26
Ma hai letto il resto del post ?

Ho chiesto se l'albo (che non mi ha entusiasmato) è nella media della testata o c'è di meglio.

Niente di eccelso, ma nemmeno di orrendo, albo direi medio. Cosa non ti è piaciuto? Entra nel dettaglio... conta che non avendo letto alcuni episodi che cita (vengono indicati nell'albo coi relativi numeri) qualcosina di empatico lo perdi..

Consiglio spassionato, recuperati i primi 100 numeri, nell'ordine che vuoi,  mercatini, fiere, fumetterie, amici e familiari.. a parte i primissimi trovi tutto a non più di 2 euro. Li trovi il top del top..
Poi dal 100 al 200 pure tanti son belli, dal 200 al 300 meno della metà (moolto meno, fai un terzo forse) e poi bon, dopo un po' di alti e bassi si è arrivati al numero 337 che cambierà tutto.. decidi se proseguire dopo i primi 5-6 numeri della prossima fase secondo me, che cambieranno tutto..

Il problema è che sconvolgeranno molto chi come me si è letto tutti 336 (dato che c'è ancora il prossimo di fine agosto) albi più speciali.. per te sarà semplicemente un "inizio" più che un NUOVO inizio, anzi, un cambiamento..

Poi vedremo!
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Lunedì 18 Ago 2014, 10:51:39
Ma hai letto il resto del post ?

Ho chiesto se l'albo (che non mi ha entusiasmato) è nella media della testata o c'è di meglio.

Certo che l'ho letto e avevi chiesto anche se era il caso di continuare o no:
Sinceramente non mi è piaciuta più di troppo e vorrei sapere se è la media della serie o è un albo sottotono. È il primo che leggo e sono indeciso se continuare o no.

Per cui ribadisco che, in questo momento, è una domanda che non è corretto porsi, visti i cambiamenti in programma.
Nel senso che, piaciuto o meno, gli albi successivi saranno assai differenti (almeno questo promette recchioni, poi...)

Concordo invece con uomo: se vuoi il dylan classico, scegli liberamente tra i primi 150-200 numeri che, per via delle tante ristampe con diverse modalità, si trovano facilmente e a prezzi stracciati.
Tieni presente però che anche tra questi ci sarà un certo "scollamento", da un lato quelli scritti da sclavi (e in parte anche da chiaverotti) e dall'altro quelli scritti da ruju e gli altri (grosso modo dal 150).
Se preferisci i primi, ahimè, credo ci sia poco da sperare. Se ti piacciono anche i secondi potresti trovare qualcosa di simile nei maxi dd che escono e usciranno e che saranno di fatto una collana parallela, con 12 avventure l'anno come la serie regolare
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Mickeynic00 - Lunedì 18 Ago 2014, 14:48:34
X Uomo
Non c'è niente di particolare che non mi è piaciuto, è stato il quadro generale che non mi ha convinto molto, ma non mi ha certo schifato. Non ho capito il primo riferimento (quello del mostro all'ospedale) ma non credo incida molto sulla comprensione della trama.

Comunque grazie ad entrambi.  :)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Luxor - Lunedì 18 Ago 2014, 17:28:53
X Uomo
Non c'è niente di particolare che non mi è piaciuto, è stato il quadro generale che non mi ha convinto molto, ma non mi ha certo schifato. Non ho capito il primo riferimento (quello del mostro all'ospedale) ma non credo incida molto sulla comprensione della trama.

Comunque grazie ad entrambi.  :)

Infatti non incide sulla trama, comunque ti consiglio di recuperare la storia dove appare (DYD 14 - Tra la vita e la morte) perchè fa il suo esordio uno dei cattivi storici di Dylan.

Vorrei anche suggerirti il 161 - Il sorriso dell'oscura signora, perchè si vede, se non sbaglio per la prima volta, la Vita
Prima gli consigli una storia e poi gli spoileri la parte essenziale? Diabolico ;D
A me comunque l'albo è piaciuto, mi ha messo molta tristezza la figura del "figlio" di Dylan, che mi ha ricordato moltissimo il bambino che si vede in Mater Morbi :'(
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Mickeynic00 - Lunedì 18 Ago 2014, 22:08:58
Grazie ancora a Uomo  :).

Il riferimento a Johnny l'avevo capito proprio perché una sera, a cena da alcuni amici di famiglia, ebbi il mio primo contatto con Dylan Dog: uno degli anfitrioni, sapendo che leggevo fumetti mi consiglio di leggere Johnny Freak. Io lo cominciai, ma per la paura lo lasciai perdere (ero piccolino, sui 7 anni ).
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Luxor - Martedì 19 Ago 2014, 19:56:08
Grazie a Piccolobush per la modifica al mio post, in effetti rivelavo la parte finale. Farò più attenzione, grazie ancora ;)

P.S. Per chi volesse recuperare "Il sorriso dell'oscura signora" segnalo la sua pubblicazione in volume edita dalla BAO in versione normal e variant.

Sempre della BAO consiglio a tutti il libro "Cronache dal pianeta dei morti", che raccoglie la trilogia di storie ambientate nel futuro apparse finora solo sulle pubblicazioni extra (albi giganti e color fest)!
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: UomoCheSapevaTroppo - Giovedì 28 Ago 2014, 04:25:28
(http://i60.tinypic.com/23jpf5.jpg)

(http://i61.tinypic.com/r8e544.jpg)

Direttamente dalla pagina ufficiale, anteprima del debutto di John Ghost, nuova nemesi per Dylan, dopo il "Pensionamento" di Xabaras, per ora (e forse per sempre) destinato a vagare nel nulla nella sua infinita bara (per citare Hamlin)

Uno Stano in formissima e un JG che se la spassa a letto con donne.. e uomini!!!

Non vedo l'ora che la fase 2 cominci, ormai siamo agli sgoccioli!
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Giovedì 28 Ago 2014, 15:16:32
Uno Stano in formissima e un JG che se la spassa a letto con donne.. e uomini!!!
Ho vinto la scommessa (solo con me stesso purtroppo), ma era troppo facile :(
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: UomoCheSapevaTroppo - Giovedì 28 Ago 2014, 19:29:12
Citazione allo storico numero 50 di Spider-man: Mai più Uomo ragno.

Non aggiungo altro ma ho già il magone

(http://i61.tinypic.com/11alp9t.jpg)

Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Luxor - Venerdì 29 Ago 2014, 18:46:34
Citazione allo storico numero 50 di Spider-man: Mai più Uomo ragno.

Non aggiungo altro ma ho già il magone

(http://i61.tinypic.com/11alp9t.jpg)


Quando è prevista l'uscita? Certo che dopo tanti anni mette un pò di tristezza l'addio di Bloch, spero solo che il suo personaggio non venga accantonato del tutto, anche se non so quanto e come potrà essere utilizzato ora che diventa un comune cittadino a tutti gli effetti :'(
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fa.Gian. - Venerdì 29 Ago 2014, 19:12:08
va in pensione l'ispettore, NON il personaggio.

Block sarà il protagonista degli almanacchi, come ispettore in pensione vivrà avventure ogni anno e tornerà pure nelle storie di Dylan come figura paterna, che non può più salvargli il "popò" con Scotland Yard

Cavolo, lo hanno detto in lungo e in largo.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Mickeynic00 - Mercoledì 3 Set 2014, 14:38:00
Ragazzi, dopo un'ultima visita alla Tana del Drago ieri ho comprato Alfa e Omega e Killer in edizione ristampa più Cagliostro e Fra la vita e la morte in edizione Superbook, in buone condizioni tutti e il prezzo massimo singolo è stato 4,50€.

Che dite, ho preso albi meritevoli ?
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: UomoCheSapevaTroppo - Giovedì 4 Set 2014, 01:05:38
Ragazzi, dopo un'ultima visita alla Tana del Drago ieri ho comprato Alfa e Omega e Killer in edizione ristampa più Cagliostro e Fra la vita e la morte in edizione Superbook, in buone condizioni tutti e il prezzo massimo singolo è stato 4,50€.

Che dite, ho preso albi meritevoli ?

Assolutamente sì, quando andiamo fra i primissimi della serie è difficile sbagliarsi, diciamo che sono più i gusti personali a regnare
Conta che Killer è Terminator :P
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Unchienandalou - Giovedì 4 Set 2014, 16:12:01

Ragazzi, dopo un'ultima visita alla Tana del Drago ieri ho comprato Alfa e Omega e Killer in edizione ristampa più Cagliostro e Fra la vita e la morte in edizione Superbook, in buone condizioni tutti e il prezzo massimo singolo è stato 4,50€.

Che dite, ho preso albi meritevoli ?

Gli albi che hai preso sono meritevoli, eccome. Solo che non capisco quanto tu li abbia pagati.

Se 4,50 ad albo per ristampe e book, mi pare enorme, considerato che per chi non ha la velleità di avere gli originali, grandi blocchi di Dyd si trovano a prezzi irrisori...


Assolutamente sì, quando andiamo fra i primissimi della serie è difficile sbagliarsi, diciamo che sono più i gusti personali a regnare
Conta che Killer è Terminator :P

Killer mi è sempre piaciuto moltissimo...dalla faccina non riesco a comprendere il tuo giudizio, invece.

Sarà che non ho mai visto terminator ;D
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fa.Gian. - Giovedì 4 Set 2014, 16:21:35
Killer mi è sempre piaciuto moltissimo...dalla faccina non riesco a comprendere il tuo giudizio, invece.

Sarà che non ho mai visto terminator ;D
Sostituisci il golem con un androide venuto dal futuro, il vecchio rabbino con una virago e avrai il film di "Terminator", pari-pari ^^

Ah, e al posto del maggiolone di Dylan che esplode, un'autocisterna piena di benzina
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Mickeynic00 - Giovedì 4 Set 2014, 22:38:43
Grazie per aver evitato spoiler  ::)

Non vi dico i miei amici quando hanno cominciato a sfogliare Alfa e Omega  [smiley=grin.gif]

I superbook costavano 4 e 4,50, le ristampe entrambe 3.

Ho comprato anche due Maxi Tex, quelli si che costicchiavano (6)

Considerando però che sono tutti in condizioni perfette, alcuni anche imbustati, credo che attenui un po' il prezzo
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fa.Gian. - Venerdì 5 Set 2014, 08:54:56
Grazie per aver evitato spoiler  ::)
Vuoi che ti dica ANCHE chi è davvero l' "Haund" che cerca il "terminator"? ^^
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Luxor - Venerdì 5 Set 2014, 17:32:34
va in pensione l'ispettore, NON il personaggio.

Block sarà il protagonista degli almanacchi, come ispettore in pensione vivrà avventure ogni anno e tornerà pure nelle storie di Dylan come figura paterna, che non può più salvargli il "popò" con Scotland Yard

Cavolo, lo hanno detto in lungo e in largo.

A parte che non capisco il perchè del tono acido della risposta, so perfettamente che non andrà in pensione il personaggio (Bloch, non Block), esprimevo dei dubbi sul suo futuro utilizzo perchè temo che, come molti altri personaggi (Madame Trelkovski, Wells), possa diventare poco più che un comprimario.

Per cercare di esprimermi meglio, nel caso ce ne fosse bisogno, copio qui un passaggio da questo articolo: http://www.comicsblog.it/post/211722/dylan-dog-lispettore-bloch-va-in-pensione-nel-numero-338

"Ma che fine farà Bloch? Questo ancora non è dato saperlo, non sappiamo se lo vedremo comparire come guest star ogni tanto, spero solo che non lo facciano morire subito dopo essere arrivato alla pensione, sarebbe una crudeltà eccessiva. Immagino che possa comparire di tanto in tanto in stile Madame Trelkovski, magari anche solo per mangiare una pizza con Dylan Dog."

Naturalmente nessuna intenzione di fare polemica, ma sono dell'idea che sia meglio non rispondere affatto piuttosto che farlo con una risposta stizzita.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: UomoCheSapevaTroppo - Sabato 6 Set 2014, 05:03:06

A parte che non capisco il perchè del tono acido della risposta, so perfettamente che non andrà in pensione il personaggio (Bloch, non Block), esprimevo dei dubbi sul suo futuro utilizzo perchè temo che, come molti altri personaggi (Madame Trelkovski, Wells), possa diventare poco più che un comprimario.

Per cercare di esprimermi meglio, nel caso ce ne fosse bisogno, copio qui un passaggio da questo articolo: http://www.comicsblog.it/post/211722/dylan-dog-lispettore-bloch-va-in-pensione-nel-numero-338

"Ma che fine farà Bloch? Questo ancora non è dato saperlo, non sappiamo se lo vedremo comparire come guest star ogni tanto, spero solo che non lo facciano morire subito dopo essere arrivato alla pensione, sarebbe una crudeltà eccessiva. Immagino che possa comparire di tanto in tanto in stile Madame Trelkovski, magari anche solo per mangiare una pizza con Dylan Dog."

Naturalmente nessuna intenzione di fare polemica, ma sono dell'idea che sia meglio non rispondere affatto piuttosto che farlo con una risposta stizzita.

Conoscendo FaGian di persona penso fosse più incredulità che stizza, del resto è difficile non sapere che avrà addirittura una sua storia ogni anno e che Recchioni combatte da mesi con questa domanda, dicendo che Bloch ci sarà sempre, anzi, ora E' un comprimario, un mezzuccio tristissimo che serve a consultare archivi gratis o tuirare dylan fuori di prigione, è di un meccanico sfrontato, si è persa l'aura della loro amicizia, che ora credo tornerà molto più forte di prima

Spero anche la trelkosvski ormai troppo presente come mezzuccio torni ad essere usata se necessaria

Wells ha un enorme potere ma Sclavi non lo ama e per ora ha chiesto di limbizzarlo, vedremo...

Unchienandalou (particolare nick Dalìano il tuo!) Killer mi piace, era per dire che se uno non ama il Dylan "action" ovviamente potrebbe gradirlo meno :P
Specificavo che i primi 100 numeri (non tutti, nè, sfatiamo sto mito) sono ben scritti, e che quindi a vincere sono i gusti personali, ecco :)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fa.Gian. - Sabato 6 Set 2014, 09:16:10

Conoscendo FaGian di persona penso fosse più incredulità che stizza...

Grazie, effettivamente la mia era proprio incredulità, a dire il vero, visto che non si può aprire una discussione su internet sul "nuovo corso" di DYD, senza trovare decine di discussioni su questa cosa di Bloch.

Piccolo appunto su Wells:

Ma solo a me ha sempre fatto pensare ad una versione Bonellide di Archimede Pitagorico?
Se così fosse, capisco perché a Sclavi non piaccia.

Se proprio deve essere riesumato, preferirei che perdesse la sua aria "deus-ex-MACHINA" assoluto per diventare una figura psicologicamente più sfacettata.

per ora è un miliardario geniale che crea macchine assurde e onnipotenti.
Se ne desse almeno una spiegazione, ma così è scopertamente un mezzo per far uscire dall'imbarazzo gli sceneggiatori che non sanno come far uscire Dylan da una situazione impossibile
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Luxor - Sabato 6 Set 2014, 15:48:38
Io conosco Fa.Gian. solo attraverso il forum e proprio per questo mi sono sorpreso del suo commento al mio intervento. Non ho nessun motivo per non credere che la sua fosse incredulità, ma il "non" rimarcato in grassetto e la riga finale possono facilmente ingannare se il dialogo avviene tramite tastiera e non a voce.

Archiviata questa piccola sciocchezza, tengo a precisare che i nomi di Trelkovski e Wells li ho tirati fuori solo perchè spero che a Bloch non venga fatta fare la stessa fine e non perchè mi auguri che tornino (al limite solo la Trelkovski). Auspico che Bloch resti comunque una figura regolare e quotidiana nella vita e nelle avventure dell'Old Boy, quasi come una seconda spalla assieme a Groucho, ma per questo dovremo aspettare che inizi il nuovo ciclo e vedere che piega prenderanno gli eventi.

Avrei voluto discuterne con Recchioni all'Etnacomics, ma si era già infastidito dopo una discussione riguardante il film su Dylan Dog e quindi ho preferito soprassedere ;D
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Unchienandalou - Domenica 7 Set 2014, 13:27:26

Recchioni combatte da mesi con questa domanda, dicendo che Bloch ci sarà sempre, anzi, ora E' un comprimario, un mezzuccio tristissimo che serve a consultare archivi gratis o tuirare dylan fuori di prigione, è di un meccanico sfrontato, si è persa l'aura della loro amicizia, che ora credo tornerà molto più forte di prima

Spero anche la trelkosvski ormai troppo presente come mezzuccio torni ad essere usata se necessaria

Wells ha un enorme potere ma Sclavi non lo ama e per ora ha chiesto di limbizzarlo, vedremo...

Unchienandalou (particolare nick Dalìano il tuo!) Killer mi piace, era per dire che se uno non ama il Dylan "action" ovviamente potrebbe gradirlo meno :P
Specificavo che i primi 100 numeri (non tutti, nè, sfatiamo sto mito) sono ben scritti, e che quindi a vincere sono i gusti personali, ecco :)

Avevo capito che apprezzassi il blocco 1-100, seppure non tutti; non avevo capito il tuo giudizio specifico su Killer, se lo apprezzavi o meno :)

Riguardo ai comprimari, l'idea di Bloch in pensione un po' spiazza; e potrebbe anche essere letta, con pregiudizio malevolo, come una mossa di marketing per smuovere l'interesse del pubblico che da Dyd si è distaccato nel tempo.

Io invece, come te, e come ha specificato Rrobe, credo che questo rilancio ci sarà, e sarà positivo.

Spero si recuperi pure la Trelkovsky, che però come personaggio è molto limitante in sé.

A parte una nipote, che compariva in un numero, e qualche altra variazione, è solitamente legata al classico stereotipo del "tavolo da seduta spiritica", e alla simpaticissima presenza delle amiche Glenda e Dora (mitiche!).
Il rilancio, se ci sarà, investirà le trame e il ruolo del personaggio nelle stesse, piuttosto che una diversificazione della stessa.

Wells mi pare invece che offra molte più possibilità. Per questo mi spiace del veto di Sclavi; credo si offra a tantissime variazioni. Io lo adoro come personaggio e mi manca molto.

P.S. grazie per aver apprezzato il nick, e soprattutto per averlo compreso... ;D non capita spesso! :P

Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Bramo - Domenica 7 Set 2014, 14:08:15
Dylan Dog - Cronache dal pianeta dei morti

(http://i61.tinypic.com/2d7xcns.jpg)

Mi intrigava da un po' questo volumetto pubblicato qualche mese fa dalla BAO, e il mese in cui tutti i titoli della casa editrice sono scontati del 25% era l'occasione giusta per provvedere all'acquisto.
Uno dei motivi di questa attrazione è essenzialmente il protagonista: Dylan è sempre stato un personaggio che mi ha istintivamente interessato, pur avendo letto poche storie in generale. Approfitterò infatti della fase 2 della testata che parte con il numero di questo mese, ma intanto poter leggere storie di Dylan ambientate 15 anni nel futuro mi ha permesso di addentrarmi in una dimensione "alternativa" per il personaggio e quindi di più facile comprensione per un neofita.
Altro quid della raccolta è lo sceneggiatore: Alessandro Bilotta è uno scrittore con un animo malinconico e riflessivo in cui mi rispecchio, ho letteralmente adorato Valter Buio e quello che ha scritto per Le Storie, tutte opere intrise di quelle sensazioni decisamente affascinanti, almeno per me.
La cosa che invece mi frenava un po' era il contesto: pollice alzato per il cupo futuro post-apocalittico, ma pollice verso per il fatto che il disastro dal quale emerge questa Londra sia un'invasione di zombie, che di per sé non mi sono mai piaciuti.

Ad ogni modo, lo stile di Bilotta non delude, e relega gli zombie a mero contesto: intendiamoci, il ruolo dell'epidemia e dei "ritornanti" (così vengono chiamati questi esseri a metà tra la vita e la morte) è assolutamente peculiare all'interno delle vicende raccontate, e non potrebbe essere sostituito da altri avvenimenti senza far perdere di senso alle avventure, ma la loro presenza non è invasiva o ridondante, solo funzionale a quello che l'autore voleva raccontare.
Un Dylan Dog di mezza età, spossato, disilluso, dedito all'alcool, senza più il fascino di un tempo e senza più amici: un Dylan solo, che sopravvive in una società in cui non si riconosce e in cui si trova completamente smarrito, privo dell'amicizia di Groucho e del supporto di Bloch.
È proprio questa atmosfera decadente, aiutata da una Londra sempre piovosa e da un contesto apatico, ad avermi conquistato e ad avermi fatto apprezzare fortemente le tre storie di Bilotta qui raccolte. Queste sensazioni vengono aiutate anche dalla particolare scansione degli eventi: le storie sono infatti riproposte in ordine di pubblicazione (la prima era originariamente comparsa sul Color Fest #2, la seconda sul Gigante #22 e la terza sul Color Fest #10), che però vanno indietro nel tempo, un una sorta di discesa verso l'orrore da cui tutto è cominciato. Una lettura in ordine cronologico (dalla terza alla prima storia, che pure ad una seconda lettura sarebbe interessante provare) avrebbe in qualche modo smorzato quel senso di disperazione senza speranza che ritrova il lettore seguendo questa lettura a mò di prequel su prequel.

Complimenti anche ai disegnatori qui arruolati: ottimo DI Giandomenico, con il suo tratto americano affinato lavorando per la Marvel, bravissima Daniele Vetro che dalla Disney (dove la apprezzo) trovo ora in Bonelli a fare un lavoro egregio anche con il tratto realistico, e infine monumentale Martinello che sfoggia uno stile quasi pittorico, molto curato e ricercato, davvero evocativo.

L'edizione BAO, manco a dirlo, è pressoché perfetta. Copertina cartonata con splendido disegno inedito di Martinello, prefazioni ad ogni storie di Bilotta, copertine originali, sketch e bozzetti dei disegnatori, che dicono la loro su queste storie e su cui è presente una breve nota biografica. Come sempre un volume completo e pregiato.
Il formato, poi, è pensato per essere in armonia con quello dello speciale annuale di Dylan Dog, che in questa fase di rilancio ospiterà infatti ogni anno una nuova storia di questo Dylan del futuro, sempre con Alessandro Bilotta ai testi.
Testata che seguirò, uscendo più che soddisfatto dalla lettura di queste avventure.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Domenica 7 Set 2014, 16:09:42
e il mese in cui tutti i titoli della casa editrice sono scontati del 25%
:o
Ma perchè a queste notizie non si dà mai il giusto risalto?
Non ho il tempo di seguire le pagine fb di tutte le case editrici :P
Vado a vedere cosa posso prendere!

Riguardo i comprimari di dyd, effettivamente la trelkowskij non offre molte possibilità.
Discorso diverso per wells che, vedo con piacere, ha diversi ammiratori! E' un personaggio che anche a me piace tantissimo, ma penso che oggi possa apparire meno "efficace": quando è stato concepito, in inghilterra (e nel mondo) si era ancora in piena epoca tatcheriana, per cui un lord in canottiera, playboy, alternativo nel modo di pensare e di comportarsi, era una figura assai dissacrante. Ora sembra una figura che ha fatto un po' il suo tempo. Andrebbe ripensato per renderlo attuale e soprattutto eliminare il "bad detector", una delle cose più oscene mai partorite da sclavim a cominciare dal nome :P
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Bramo - Domenica 7 Set 2014, 16:26:25
:o
Ma perchè a queste notizie non si dà mai il giusto risalto?
Non ho il tempo di seguire le pagine fb di tutte le case editrici :P
Vado a vedere cosa posso prendere!
Attento però che la promozione non è applicata dappertutto, anche se la BAO dice che la maggior parte delle librerie e fumetterie su suolo nazionale hanno aderito. (http://www.baopublishing.it/news/dettaglio/584-Tutto_il_catalogo_BAO_con_il_25_di_sconto!;jsessionid=908131905525C20C813EEEC0C9A332E0)
I negozi che aderiscono comunque lo segnalano con l'apposito cartello.
È inerente solo ai negozi fisici e non allo store online del sito BAO.
È valida fino al 24 settembre.

Tornando a Dylan, ci voleva questa discussione per farmi capire che Wells non è un personaggio inventato da Bilotta da citare nella trilogia del "pianeta dei morti" ma fa parte del cast canonico :P
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Andrea87 - Domenica 7 Set 2014, 23:03:00
Tornando a Dylan, ci voleva questa discussione per farmi capire che Wells non è un personaggio inventato da Bilotta da citare nella trilogia del "pianeta dei morti" ma fa parte del cast canonico :P

(http://img1.wikia.nocookie.net/__cb20120714004316/onceuponatime8042/images/0/0f/FACEPALM.gif)

te ti devi fare una bella maratona di DYD!
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Di Giustinianantonio La Pimpa - Martedì 9 Set 2014, 23:23:48
Anche io, non ci capisco una beata
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Luxor - Mercoledì 10 Set 2014, 17:26:20
Anche io, non ci capisco una beata

Dylan Dog è, insieme a Topolino, Diabolik e Tex, uno dei mostri sacri del fumetto italiano. Fatevi un favore e approfittate delle numerose ristampe in edicola (se non sbaglio solo per DYD ce ne sono ben 4) per recuperare ed apprezzare le storie dell'indagatore dell'incubo, non ve ne pentirete mai!
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Di Giustinianantonio La Pimpa - Mercoledì 10 Set 2014, 22:25:10
Si.. si.. avete perfettamente ragione, ma io inserirei anche Zagor e già che ci sono anche il Comandante Mark.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Mickeynic00 - Mercoledì 10 Set 2014, 23:03:14
Zagor si, ma Mark lo si sente appena nominare. Io direi più Lupo Alberto e forse anche Rat-Man (personaggio che vorrei approfondire)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Luxor - Giovedì 11 Set 2014, 11:15:38
In effetti Rat-Man, a poco a poco e con il suo umorismo dissacrante, è entrato di prepotenza nello scenario fumettistico italiano. Potresti approfittare della recentissima ristampa per iniziare a conoscerlo e poi passare anche alle sue famose e divertentissime parodie (Il Signore Dei Ratti, Star Rats, 299+1...). Se dovessero piacerti, allora sempre di Ortolani mi sento di consigliarti altre sue storie, come Venerdì 12 e l'Ultima Burba ;D
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fa.Gian. - Giovedì 11 Set 2014, 13:46:55
Ultimamente la saga di Rat-man si sta avviando alla conclusione e seppur godibilissime anche da sole, le ultime uscite sono legate da una forte continuity che potrebbe risultare pesante per un neofita.

Suggerisco di recuperare prima le parodie ("Ratolik", "Star-Rats", "il rignore dei ratti", ecc. ...), in quanto meno impegnative, e assolutamente esilaranti
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Luxor - Giovedì 11 Set 2014, 15:07:27
Proprio per il fatto della continuity avevo suggerito di cominciare a leggere Rat-Man dalla più recente ristampa, però mi ero dimenticato di specificarlo, grazie ;)

In effetti le parodie sono un ottimo modo per cominciare a leggere Rat-Man e capire se si apprezza o meno lo stile e l'umorismo del grande Leo :)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Mickeynic00 - Venerdì 12 Set 2014, 23:21:04
Grazie per i consigli. Ma la nuova ristampa è la Color Special ?
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fa.Gian. - Sabato 13 Set 2014, 07:59:10
Grazie per i consigli. Ma la nuova ristampa è la Color Special ?
No, la nuova ristampa è il "Gigante"
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: UomoCheSapevaTroppo - Sabato 27 Set 2014, 04:41:08
[media]https://www.youtube.com/watch?v=o98wrRN8tjA&list=UUza0n6MRBcnWFDJezCbkcAw[/media]

Mamma mia che bel 2015 (e fine 2014 ovviamente) ci aspetta, una bomba!
E domani si va nello Spazio Profondo...

Riassumere è buona cosa, ma davvero cercate di seguirvi queste paio d'ore appena potete (sul palco sale TIZIANO SCLAVI), cito comunque recchioni dal profilo Fb:

"Per riassumere:

- la Bonelli entra nella produzione di prodotti derivati. Film, serie televisive, cartoni animati ma anche altro. Entra in PRODUZIONE. Non cede licenze. Anzi, se le ricompra.

- la prima opera è un movie comics co-prodotto con Rai. I movie-comics li producono oggi anche Marvel e DC. Non sono Supergulp (con tutto il rispetto per Supergulp). Il prodotto è pensato per l'esportazione.

- la Bonelli prende un padiglione a Lucca e avvia una nuova stagione con la manifestazione.

- arrivano le variant con copertine di Gipi, Breccia e Dell'Otto e arriva anche qualcos'altro, legato a John Ghost.

- la Bonelli entra direttamente nel mercato della libreria di varia.

- la Bonelli entra nel digitale.

E fortuna che, secondo alcuni non si è detto nulla."
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Giovedì 9 Ott 2014, 17:55:04
ecco questa e' una supermaximega notizia

http://www.mangaforever.net/172236/dylan-dog-nel-2015-il-primo-color-fest-dedicato-a-groucho
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: conker - Giovedì 9 Ott 2014, 19:07:13
il primo Dylan Dog del nuovo corso è davvero una bella storia, atipica quanto si vuole per DYD ma intrigante (pur andando a pescare su temi ben conosciuti)

atmosfere Sci-Fi ma di quello (vedi Alien ad esempio) che sconfina più nell'horror, Mari ispiratissimo e un plauso anche colorazione che nulla toglie e qualcosa aggiunge  :)

è un po' un manifesto di quello che Dylan è stato finora e, soprattutto, di come sarà nell'immediato futuro

a tal proposito un lettore, come riportato da Roberto Recchioni in un post su FB il 28 Settembre, ha centrato (parola di RRobe stesso) tutto il sottotesto meta-editoriale del numero... vi invito, se interessati, ad andarvi a leggere il post in questione ;)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Astrongman - Giovedì 9 Ott 2014, 20:30:41
ecco questa e' una supermaximega notizia

http://www.mangaforever.net/172236/dylan-dog-nel-2015-il-primo-color-fest-dedicato-a-groucho

Puoi dirlo forte! Color fest da comprare a scatola chiusa, già solo la presenza del binomio Faraci/Ziche mi spingerebbe all'acquisto, in più abbiamo due pezzi da novanta come Calcare e Ortolani! Imperdibile.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Mickeynic00 - Giovedì 9 Ott 2014, 21:58:26
ALLERTA SPOILER

Io non riesco a farmi un parere ben definito su quest'albo.

L'idea di fondo della divisione in 5 anime è buona, ma non mi sembra sia stata gestita al meglio.

Poi io non amo particolarmente la fantascienza
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: UomoCheSapevaTroppo - Venerdì 10 Ott 2014, 16:50:04
ALLERTA SPOILER

Io non riesco a farmi un parere ben definito su quest'albo.

L'idea di fondo della divisione in 5 anime è buona, ma non mi sembra sia stata gestita al meglio.

Poi io non amo particolarmente la fantascienza

Ecco il post a cui si riferiva Conker, postato da recchioni sulla pagina ufficiale (è lungo ma ne vale la pena):

___________________

Un lettore (mr. Glass) centra il pieno la metafora meta-testuale di Dylan Dog 337, Spazio Profondo.
Visto che la fatica l'ha fatta lui, ve la riproponiamo.

"Fuori dal tempo e dagli schemi, è un albo (quasi celebrativo) che può essere collocato in qualsiasi punto della cronologia dylandoghiana ma, al tempo stesso, è fortissimamente rappresentativo del cambiamento in atto.
Forse sono io che vado troppo oltre con le interpretazioni, ma a me è sembrato un vero e proprio manifesto metafumettistico.
C'è una nave alla deriva (la testata di Dylan Dog), troppo preziosa per essere abbandonata e ancora "in grado di prestare servizio per altri cinquantanni".

SPOILER

La nave è piena di prigionieri (i lettori) tormentati da spettri allontanatisi dall'inferno, così come i i fan sono tormentati dagli echi di personaggi (non a caso, Bree e Bloch) e paure ormai lontani dalla loro fonte di origine.
Periodicamente (mensilmente?), una replica di Dylan Dog viene inviata sulla nave nel tentativo di metterla in salvo, ma fallisce ogni volta.
La replica viene affiancata da creature artefatte (quasi parodie dell'originale), nelle quali vengono accentuati solo alcuni aspetti del personaggio, finendo ogni volta per tradirlo (il Dylan Dog ipersensibile e moralista, il Dylan Dog saputello e spettatore).
Queste creature sono però fini a loro stesse: agiscono (sono scritte?) col pilota automatico e non sono in grado di aiutare Dylan a completare la sua missione di salvataggio ("la mia programmazione mi impedisce di andare oltre questo punto").
L'unico modo per salvare la nave è distruggerla e ribaltare la dinamica che l'ha portata a perdersi nello spazio in balia degli spettri: anziché portare avanti lo stallo limitandosi a subire i tormenti dei fantasmi usciti dall'inferno, bisogna spalancare le porte di questo inferno e tuffarcisi dentro, risalendo all'origine di tutto e accogliendo le sfide che seguiranno.
Il finale, aperto e spiazzante come nella miglior tradizione della serie, sembra volere ammettere che che, nonostante la riapertura dell'inferno e la rivoluzione alle porte, anche questo Dylan sarà, necessariamente, una replica dell'originale.
Questa volta, però, si tratta di una replica consapevole, che è stata in grado di andare oltre i limiti della sua programmazione e ha deciso di distruggere per ricostruire, finendo (ricominciando) significativamente non dallo spazio ma dal classicissimo letto e dalla classicissima fidanzata del mese.

_____________


Non avevo colto "tutto tutto", ma mi sento di concordare grossomodo con questa visione dell'albo, del resto già Recchioni aveva messo sottostesti meta fumettistici nel suo John Doe man mano che la storia prosefguiva, anche con un analisi "critica" dell'editoria italiana e di Bonelli (col sosia di tex che  stava in piedi ma comunque faticava a fare tutto da solo e il sosia di Dylan subito dietro che ormai si "trascinava stancamente" )
Poi ovviamente Recchioni da amante dell'Alien style ha voluto buttare tutto dentro al calderone della fantascienza horror, di cui anche io non sono così tanto amante

Alla fine fine ragionandoci uesto albo è spiazzante a anche controverso, fa disuctere, era proprio l'intento secondo me, destabilizzare il pubblico per prepararlo al prossimo corso dove tutto puo' succedere :)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Emanuele676 - Venerdì 10 Ott 2014, 21:27:33
ecco questa e' una supermaximega notizia

http://www.mangaforever.net/172236/dylan-dog-nel-2015-il-primo-color-fest-dedicato-a-groucho

Come detto da qualcuno, "Il gotha del fumetto italiano sta convergendo su Dylan Dog e c'è ancora qualcuno che si lamenta del curatore della testata." Se lo fanno bello la metà di quello della copertina (l'avrò riletto una decina di volte e mi sfugge sempre qualcosa, molto più bello di quello di Dylan Dog "principale" nella sua brevità), viene fuori un capolavoro.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Luxor - Sabato 11 Ott 2014, 18:26:54
Cover variant di DYD che sarà presentata a Lucca:

http://www.badcomics.it/2014/10/ecco-la-variant-cover-di-gipi-per-dylan-dog-spazio-profondo/24481/

"Sul sito della Bonelli e sulla pagina Facebook dell’Indagatore dell’Incubo è stata svelata la copertine dell’edizione speciale in tiratura limitata di “Spazio profondo”, l’albo del rilancio di Dylan. Sarà, come le altre, in vendita solo a Lucca, al padiglione Bonelli – sì, la Bonelli avrà un proprio padiglione e non più un semplice stand – e tutt’al più, qualora avanzasse qualche copia, sul sito della casa editrice di via Buonarroti.

Realizzata da Gipi, farà da copertina a un’edizione deluxe con bandelle arricchita anche da 16 pagine a colori con contenuti extra: approfondimenti e studi. Come tutte le variant che saranno presentate quest’anno dalla Bonelli, è una wrap around, ossia continua per tutta la parte posteriore dell’albo, anche in quarta.

Per evitare facili speculazioni, hanno sottolineato dalla Bonelli, si venderanno solo un determinato numero di copie a persona. Insomma, niente lista della spesa per gli amici."

Inoltre domani sarà presentato a Cosenza, sempre a tiratura limitata, un albo speciale:

http://www.cosenzapost.it/dyla-dog-a-cosenza-un-amore-mostruoso061014/

Poche copie per chi sarà presente, per tutti gli altri sarà scaricabile l'ebook.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: V - Martedì 14 Ott 2014, 19:11:31
Ecco qua il mio articolo sul rilancio di DYD, sarebbe dovuto uscire una settimana fa, ma va bene lo stesso ;)

http://www.tempi.it/blog/fumetto-dylan-dog-nello-spazio-per-riaffermare-se-stesso#.VD0DN9SsXAA

Likatelo, criticatelo, commentatelo, condividetelo ;)

E grazie a Conker per la dirtta metafumettistica :)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: prezio - Martedì 14 Ott 2014, 19:25:16
Io non ho quasi mai letto Dylan perché non mi piace, ho preso questo albo per curiosità e, pur non aspettandomi granché, mi è piaciuto.


A voi è piaciuto?
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Martedì 14 Ott 2014, 19:48:26
Io non ho quasi mai letto Dylan perché non mi piace, ho preso questo albo per curiosità e, pur non aspettandomi granché, mi è piaciuto.


A voi è piaciuto?

a me molto anche se non mi ha fatto impazzire..ma e' un numero a se (slegato per cosi' dire da cio' che ci attendera')..quindi aspettiamo tutti il prox numero
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Bryfab - Domenica 2 Nov 2014, 22:03:00
Condivido questo bel film su Dylan Dog creato grazie al contributo degli utenti su internet.
[media]https://www.youtube.com/watch?v=9G62vLlqUBI[/media]

Buona visione  :)

Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Martedì 11 Nov 2014, 10:13:08
Che ne dite di Mai più ispettore Bloch?

A me, come al solito, è piaciuta, anche se ci sono delle falle, tipo lo spiegone finale che non finiva più, ma nel complesso ho molto apprezzato il tono grottesco che si è voluto dare alla trama.
L'idea che ho percepito nel leggerla è stata quella del primo pezzetto di un progetto a più ampio respiro.
Mi spiego meglio, se nel 200 (che io ho apprezzato) si capiva che la storia lì nasceva e lì finiva, che gli eventi narrati erano per spiegare un passato, ma dalle storie successive tutto sarebbe tornato normale, qui si capisce che il "dramma" del pensionamento e l'adattamento di Bloch è ancora tutto da svelare, penso che nelle storie successive si vedrà come Bloch  prenderà la decisione di andare a vivere in periferia e di come condurrà la propria vita.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Martedì 11 Nov 2014, 20:28:07
http://www.sergiobonelli.it/news/news/38016/Dylan-Dog-a-Lucca-.html

qui la conferenza stampa su dyd tenutasi a Lucca comics !!
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Mickeynic00 - Martedì 11 Nov 2014, 22:42:27
Che ne dite di Mai più ispettore Bloch?

A me, come al solito, è piaciuta, anche se ci sono delle falle, tipo lo spiegone finale che non finiva più, ma nel complesso ho molto apprezzato il tono grottesco che si è voluto dare alla trama.
L'idea che ho percepito nel leggerla è stata quella del primo pezzetto di un progetto a più ampio respiro.
Mi spiego meglio, se nel 200 (che io ho apprezzato) si capiva che la storia lì nasceva e lì finiva, che gli eventi narrati erano per spiegare un passato, ma dalle storie successive tutto sarebbe tornato normale, qui si capisce che il "dramma" del pensionamento e l'adattamento di Bloch è ancora tutto da svelare, penso che nelle storie successive si vedrà come Bloch  prenderà la decisione di andare a vivere in periferia e di come condurrà la propria vita.

Io ho adorato quest'albo. Leggo DYD da pochissimo e quindi non mi ha fatto un effetto troppo strano il "pensionamento" dell'ispettore. La spiegazione finale non l'ho trovata eccessivamente pesante

Voto: 7,5
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Mercoledì 12 Nov 2014, 06:51:52
Che ne dite di Mai più ispettore Bloch?

A me, come al solito, è piaciuta, anche se ci sono delle falle, tipo lo spiegone finale che non finiva più, ma nel complesso ho molto apprezzato il tono grottesco che si è voluto dare alla trama.
L'idea che ho percepito nel leggerla è stata quella del primo pezzetto di un progetto a più ampio respiro.
Mi spiego meglio, se nel 200 (che io ho apprezzato) si capiva che la storia lì nasceva e lì finiva, che gli eventi narrati erano per spiegare un passato, ma dalle storie successive tutto sarebbe tornato normale, qui si capisce che il "dramma" del pensionamento e l'adattamento di Bloch è ancora tutto da svelare, penso che nelle storie successive si vedrà come Bloch  prenderà la decisione di andare a vivere in periferia e di come condurrà la propria vita.

be' si, come è gia' stato annunciato l'anno scorso, da ora anche per Dylan Dog partirà una continuity, anche se lieve : in pratica le storie continueranno a essere autoconclusive ma legate tra loro da un filo conduttore..tra 2 numeri ad esempio sapremo dove bloch si andrà a ritirare e via discorrendo e i 2 nuovi personaggi introdotti in questo numero riappariranno piu' avanti in una storia disegnata da Brindisi (tutte informazioni dette in conferenza a Lucca).
Ma veniamo a questo numero: a me è piaciuto abbastanza..non mi ha fatto impazzire ma e' ben sceneggiato e divertente..vedo molto interessante la svolta grottesca alla storia. Vediamo quindi nei prox numeri che accadra'..mi pare che cmq rispetto all'era Gualdoni si stiano facendo grandi passi avanti.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Mercoledì 12 Nov 2014, 11:39:22
Come ho già avuto modo di dire a silvia, il pensionamento di bloch io non l'avrei fatto scrivere alla barbato: a me piace tanto la barbato su dylan ma non negli albi commemorativi dove mi sembra dia il peggio di sè (secondo i miei gusti, ovviamente).
La storia mi è parsa un po' confusa, senza una vera direzione, tutti pezzi slegati fra loro e (ecco il suo peccato in questo tipo di albi) melodrammatica in maniera plateale. Oltre al fatto che la morte ultimamente compare un po' troppo spesso e per di più con una idea già usata almeno un paio di volte.
Aspetto che il nuovo ciclo entri nel vivo per capire come sarà il nuovo dylan, ma spero almeno che si impegnino un po' di più anche sul maxi così, male che va, avrò un'ancora di salvezza :P :P
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Andrea87 - Mercoledì 12 Nov 2014, 22:17:56
piccolobush, ma davvero ti piace la barbato? a me è piaciuta solo nel numero 200 (e solo perchè è celebrativa) le altre non mi sono piaciute affatto... il doppio numero "Nel nome del padre" e "Xabaras" poi è stato il suo punto più basso!

toh, le abbuono "Oltre quella porta" ma solo perchè mi aspettavo di conoscere chi fosse il morto tanto caro a DYD (quindi sa come catturare l'attenzione!)

Un'autrice che fa, fa e poi ti lascia con una spiegazione WTF? che rovina tutto il buono che aveva tirato fuori prima...
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Giovedì 13 Nov 2014, 11:21:51
piccolobush, ma davvero ti piace la barbato? a me è piaciuta solo nel numero 200
Curioso, il 200 per me è uno dei peggiori dylan di sempre, anzi non lo considero quasi nemmeno un albo di dylan :P
E ne ha scritti altri pessimi, come "il santuario" o proprio il doppio xabaras che dici tu.
Però quando è venuta fuori lei, c'era un ruju ormai spremuto, i veri de nardo, di gregorio che non hanno mai detto alcunchè, uno sclavi ormai in pensione e poco altro. Quindi pur con tutte le sue pecche da esordiente (compresi i maxi- spiegoni) era stata una bella ventata di novità per me. Non dico che fosse il dylan migliore, anzi, forse nemmeno ci si avvicinava, però erano storie che si facevano leggere con interesse: medusa, phobia, il prezzo della morte, sciarada, nebbia e altri.
E' pur vero che dopo il tonfo dell'avventura di xabaras è quasi scomparsa, ma appunto vedendo i risultati di albi in qualche modo "commemorativi" (il santuario è il seguito de il volo dello struzzo e xabaras, beh, è un personaggio di sclavi), io non gliel'avrei fatto fare ;)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Andrea87 - Giovedì 20 Nov 2014, 19:42:02
Buona visione  :)

mah, a parte Groucho e la Trelkovsky (grandissima Vukotic!) l'ho trovato come il classico fanmade film che strizza più l'occhio all'appassionato, ma che come film in sè vale poco...

Gli altri appassionati che dicono?

PS: peggiore del lotto Alessandro Haber, che pare passare di lì per caso...
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Di Giustinianantonio La Pimpa - Giovedì 20 Nov 2014, 21:49:40
..di solito non leggo DYD, ma complice la pubblicità su Tex l'ho comprato.. ma forse sono capitato male.. con il 338. Rivedibile.
Quali sono la serie di numeri migliori che vale la pena recuperare, forse i primi 135 numeri ?
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Andrea87 - Giovedì 20 Nov 2014, 23:10:59
fino al 200 direi che sono ottime storie, ma ci sono già le prime avvisaglie di calo... sul sicuro quindi direi i primi 100!
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Di Giustinianantonio La Pimpa - Sabato 22 Nov 2014, 16:01:10
recuperarli è comunque una bella spesa...
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Andrea87 - Sabato 22 Nov 2014, 22:44:45
dipende... se ti interessano le storie c'è la collana allegata ai giornali.

Se non ti interessa nemmeno cartaceo ci sono ehm coff coff modi alternativi per avere tutto DyD ;)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Di Giustinianantonio La Pimpa - Domenica 23 Nov 2014, 14:23:47
coff coff pref... coff ...ricso la carta.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: LYLA.it - Domenica 23 Nov 2014, 14:36:08
OT/ Io ho un bel lotto di originali che potrei vendere. Condizioni perfette. Sequenze senza buchi tra 100 e 200. Nel caso: MP.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Di Giustinianantonio La Pimpa - Domenica 23 Nov 2014, 22:28:05
DYD verrà dopo.. adesso ho fatto uno sforzo economico per recuperare i numeri vecchi di Zagor.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Lunedì 24 Nov 2014, 11:30:43
OT/ Io ho un bel lotto di originali che potrei vendere. Condizioni perfette. Sequenze senza buchi tra 100 e 200. Nel caso: MP.
non voglio essere polemico ma a me sti messaggi fuori mercatino mi piacciono davvero poco..c'e' una sezione apposita, che si usi (E SOPRATUTTO SI PALESI IL PREZZO)...
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Andrea87 - Lunedì 24 Nov 2014, 16:41:53
ot/ lyla.it si è sempre dimostrato come un utente serio e non un profittatore.

ha semplicemente esplicitato a richiesta che potrebbe vendere la sua collezione, senza però fare mercato nel tempio...
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Lunedì 24 Nov 2014, 18:36:45
ot/ lyla.it si è sempre dimostrato come un utente serio e non un profittatore.

ha semplicemente esplicitato a richiesta che potrebbe vendere la sua collezione, senza però fare mercato nel tempio...
non metto in dubbio che sia serio anzi..ma esiste un area mercatino e non capisco un motivo logico per cui si dovrebbero sporcare varie sezioni del forum per fare spot pubblicitari ...cmq mi fermo :-) se no sporco pure io  :)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: LYLA.it - Lunedì 24 Nov 2014, 19:27:31
"OT" - così comincia il mio messaggio - sta Per "off topic" cioè segnala agli utenti che il messaggio riguarda sì, ma solo marginalmente, la discussione (del resto si parlava negli ultimi post prima del mio, di come procurarsi i volumi con le storie migliori di DD)
Non posto in mercatino - dice bene Andrea - perché, chissà *in futuro*, potrei effettivamente volermi separare di parte della mia collezione. Non oggi. Se *in futuro* Paper Bat, o chi per lui, fosse interessato... si vedrà; frattanto, ci si scambia i contatti in privato.
Un ultimo suggerimento: quando un utente tiene un comportamento "dubbio" (come poteva tranquillamente essere il mio), prima di fare considerazioni pubbliche, proviamo la carta del PM ! È più discreto e cortese  ;)
Per me la faccenda è chiusa qui:rientriamo in tema.
/OT ( = fine off topic)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Lunedì 24 Nov 2014, 22:51:44
"OT" - così comincia il mio messaggio - sta Per "off topic" cioè segnala agli utenti che il messaggio riguarda sì, ma solo marginalmente, la discussione (del resto si parlava negli ultimi post prima del mio, di come procurarsi i volumi con le storie migliori di DD)
Non posto in mercatino - dice bene Andrea - perché, chissà *in futuro*, potrei effettivamente volermi separare di parte della mia collezione. Non oggi. Se *in futuro* Paper Bat, o chi per lui, fosse interessato... si vedrà; frattanto, ci si scambia i contatti in privato.
Un ultimo suggerimento: quando un utente tiene un comportamento "dubbio" (come poteva tranquillamente essere il mio), prima di fare considerazioni pubbliche, proviamo la carta del PM ! È più discreto e cortese  ;)
Per me la faccenda è chiusa qui:rientriamo in tema.
/OT ( = fine off topic)
non volevo seminare zizzania, sorry e me ne scuso..non succedera' piu' ...fine O.T. pure io
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Domenica 7 Dic 2014, 19:46:13
Ma nessuno ha letto "Anarchia nel Regno Unito"?
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Domenica 7 Dic 2014, 21:39:03
Ma nessuno ha letto "Anarchia nel Regno Unito"?
io io....e mi e' piaciuta parecchio..l'apertura poi l'ho trovata molto cinematografica ..e ho gradito anche come son stati introdotti i nuovi personaggi e del come mai dylan si rassegna a passare alle nuove tecnologie...
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Zapotek - Venerdì 2 Gen 2015, 17:13:13
Ho finito di leggere i primi due numeri di questo nuovo corso di Dylan Dog coordinato da Recchioni, ovvero "Anarchia nel Regno Unito" e "Benvenuti a Wickedford". Il primo è stato un piacevole albo, bella atmosfera, ricca di rimandi e citazioni, nuovi personaggi e  anche se probabilmente nella parte conclusiva la storia perde parecchio pathos. Nel secondo numero presentato questo Bloch in versione pensionato che sembra molto interessante, bella anche questa nuova interazione con Dylan anche se la storia in sè lascia un po' a desiderare (la vicenda del freak mi è sembrata banale, qualcosa di già visto tante altre volte e anche trattata a velocità della luce). Per quel che mi riguarda per il momento non ci sono stati miglioramenti colossali nella qualità delle storie, anzi da questo punto di visa sono rimasto un po' deluso, ma qualcosa sembra che stia gradatamente cambiando in positivo, se non altro nel modo di ripensare l'universo di Dylan, attraverso questo arduo tentativo di rivitalizzarlo e rimodernizzarlo riprendendone però le origini.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Luxor - Lunedì 2 Feb 2015, 15:20:17
Qualcuno ha letto l'ultimo albo, "Al servizio del Caos",
Spoiler: mostra
quello dove viene presentato il villain che dovrebbe prendere il posto di Xabaras, John Ghost?


Sarei curioso di sapere le vostre impressioni, per quel che mi riguarda dire che sono rimasto deluso è un eufemismo bello e buono... >:( :(

Da rimarcare, in senso buono, l'omaggio per il compleanno di Alan Moore :)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: conker - Lunedì 2 Mar 2015, 11:59:02
Dylan Dog #342, Il Cuore degli Uomini

la storia, che indaga i frequenti innamoramenti del nostro old boy, è gradevole e ha pure i suoi momenti forti

la cosa rilevante del numero però sono, secondo me, i disegni (espressionisti) di Dall'Agnol, che abbandonano l'usuale punto di vista freddo e distaccato cui il lettore bonelliano è abituato a favore di un continuo cambiamento del registro grafico a seconda di quello che l'artista ritiene necessario raccontare in quella determinata vignetta o tavola

sorprendente tanto nel concetto quanto nell'esecuzione  :)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Il mistero della Sachertorte - Lunedì 2 Mar 2015, 22:47:24
Aridateme il Dall´Agnol di ´GOBLIN´...Gia´ non mi piaceva allora che era molto meglio di adesso,figuriamoci adesso...

La prossima cover poi sembra scopiazzata dal PK GIANT DOUBLE....

Io intanto continuo il mio amarcord del DD  fedele alla linea con la rilettura de IL CASTELLO DELLA PAURA   la prima doppia storia del nostro Indagatore dell´Incubo (continua in LA DAMA NERA) con gli splendidi disegni di Montanari & Grassani,mi vuoi mettere l´eleganza di questi due artisti con l´astrusita´ del nuovo Dall´Agnol ? Cos´ e´ ? Vuole fare concorrenza a Ticci anche lui passato da anni all´espressivita´ semplicista?....E pensare che anni e anni fa disegno´ SULLE PISTE DEL NORD e FUGA DA ANDERVILLE....

Mi sa´ che i veri RAMINGHI DELL`AUTUNNO dylaniato sono i lettori di vecchia data che cercavano UNA NUOVA VITA per Dylan e invece hanno trovato SULLA (loro) PELLE le recchionate e ora vagano SONNAMBULI alla ricerca del Dylan che fu,spaesati dal fatto che Dylan Dog non e´ piu´ l´isola felice dei fumetti Bonelli ma e´ diventato una TRASH ISLAND,recchionate che LASCIANO UN BEL CADAVERE (il fu Dylan di Sclavi) ...E pensare che DD fu un tempo una MAGNIFICA CREATURA ma al limite non c´e´ peggio e LA MORTE (qualitativa del personaggio) NON BASTA,personaggio DESTINATO ALLA TERRA degli scomparsi (direbbe la brava Federica Sciarelli di CHI L`HA VISTO)..Comprare questo DYLAN PHONE e´ come dare LA PAGA DI GIUDA e pare proprio che IL CALVARIO sia appena agli inizi e i lettori di vecchia data BRUCIANO,STREGATI...BRUCIANO dalla rabbia perche´ sentono il vuoto attorno a loro,uno SPAZIO PROFONDO che ha risucchiato tutto il buono fatto da Sclavi e molti non lo comprano piu´ e hanno fatto tabula rasa delle innovazioni di RR e gridano ´MAI PIU´,DYLAN DOG o meglio DYLAN PHONE´,e schiere di lettori dylaniati dai vari forum e da FB invocano all´indirizzo del curatore della testata ANARCHIA E SDEGNO UNITO,il quale non si cura minimamente di loro e li apostrofa cosi´ BENVENUTI A WICKEDRECCHIONI,e tutti gli addetti ai lavori di Dylan sono ormai AL SERVIZIO DEL CAOS..
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Martedì 3 Mar 2015, 09:42:49
Io intanto continuo il mio amarcord del DD  fedele alla linea con la rilettura de IL CASTELLO DELLA PAURA
A proposito delle opinioni su dell'agnol, non ho nessuna voglia di partire per una crociata contro l'imbecillità come enrico, perciò lascio perdere. Faccio semplicemente notare, perchè mi pare ti sia sfuggito, che il dd "classico" lo trovi in edicola, 3 storie a cadenza trimestrale, cioè 12 storie l'anno, come la serie regolare e complessivamente costa pure un 30% in meno... che vuoi di più dalla vita?
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Il mistero della Sachertorte - Martedì 3 Mar 2015, 16:32:55
Ti capisco piccolobush...A molti Dall´Agnol piace ,a me no  ma questo e´ un ´altro discorso che non trattiamo altrimenti disquisendo disquisendo si fa´ notte..Quello che adesso mi preme scriverti e´ che da sempre la Bonelli (vuoi per vendite vuoi per tradizione,vuoi per impostazione) predilige le Serie GIGANTI (oddio per Zagor e Tex questo e´ un termine consueto ma per il Dylan Dog mensile possiamo usare lo stesso la dicitura GIGANTE?)

Ne consegue che a parte rari casi IL MEGLIO DELLA PRODUZIONE DEBBA PASSARE PER I MENSILI e io invecchiando sto diventando molto conservatore  e lo accentuo pure ´IL MEGLIO DEI BONELLI STA NELLE COLLANE MENSILI´..

Le uscite  fuori serie della Bonelli sono come contorni ,insalate o Antipasti o dolce  insomma quello che e´ mente io mi sazio del primo piatto (mensile e dai ;)) e lo voglio pure abbondante nonche´ gustoso...

Il DD OLD BOY e´ un contentino per i fan della prima ora ,per non farli arrabbiare troppo visti i cambiamenti epocali e bidonali cui la serie e´ virata e piu´ che dall´animo sensibile di chi ha cuore i lettori che hanno decretato il successo di Dylan Dog nonche´ la ricchezza della Bonelli questo´contentino´ e´ stato fatto in virtu´ del MARKETING.... :o

IL MARKETING PRIMA DI TUTTO,do U remember? ;)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Il mistero della Sachertorte - Martedì 3 Mar 2015, 16:38:18
Piccola provocazione del sottoscritto

Giacche´ l´ultima storia decente dell´Indagatore dell´Incubo e´ stata UNA NUOVA VITA (testi e disegni by Ambrosini) che con le recchionate non c´entra nulla ,perche´ mai non hanno affidato il rilancio della testata allo stesso Ambrosini? Napoleone capolavoro,John Doe moda (gia´ passata) del momento...Non sono io che sono svanito,e´ Dylan Dog che e´ scomparso .... :D
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Astrongman - Martedì 3 Mar 2015, 16:53:22
Io davvero non capisco le critiche degli haters di Recchioni... leggo tantissimi commenti dei detrattori della nuova gestione che accusano Recchioni di aver snaturato il personaggio di Sclavi.
Ma quali sarebbero i terribili, epocali cambiamenti della nuova gestione di DD? L'unica grande novità che vedo io è il pensionamento di Bloch. Il resto  (John Ghost, gli smartphone, una Londra più attuale...) sono piccoli accorgimenti che avrebbero potuto essere attuati anche senza sbandierare un rivoluzionario nuovo corso. Da quanto ho capito la "rivoluzione" che Recchioni&Co. vogliono portare sulle pagine di Dylan è più che altro nel mood delle storie, nel modo di approcciarsi al personaggio. Lo scopo è dare nuova freschezza alle trame dell'Indagatore dell'incubo, tornando a spaventare. Questa "rivoluzione" (se così vogliamo chiamarla) può considerarsi riuscita o meno ma parlare di cambiamenti epocali o di stravolgimento del personaggio è IMHO del tutto fuoriluogo.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Il mistero della Sachertorte - Martedì 3 Mar 2015, 17:11:32
Scorrendo il tuo profilo utente,ho notato che sei ancora un bambino...Dunque tu non c´eri dal 1986 al 1996 e non puoi capire l´eccezionale momento in cui e´ stato partorito Dylan,la sua gestazione,il suo modo di porsi alla realta´ (soprattutto dei primi anni) ,le sue critiche alla societa´ malata (critiche che dovrebbe riprendere oggigiorno che la nostra societa´ e´ ancora piu´ marcia e depravata che non a meta´ anni ´80)....


E se poi e´ vero che Recchioni non ha fatto cambiamenti epocali o stravolto il character ,perche´ allora tanto se ne vanta di averli fatti questi cambiamenti e si spertica nelle autolodi e autocelebrazioni da quel di Facebook  facendosi tanta pubblicita´ che neanche Calimero alla Miralanza?

Se i cambiamenti sono innocui come dici tu (maddecheaooo)  non li poteva benissimo fare,chesso´,qualcun altro miglior conoscitore della genesi e della storia editoriale del personaggio?

Hey Astrongman sono in buona fede comunque ;)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Martedì 3 Mar 2015, 19:10:25
[...]
Yawn!!!!
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Il mistero della Sachertorte - Martedì 3 Mar 2015, 19:20:34
Eh lo so....  ;)

Io comunque ormai Dylan Dog lo compro solo per le belle copertine di Stano (a parte il selfie),non lo leggo (l´inedito) da alcuni mesi e vedere sui vari forum i detrattori di Recchioni mi rafforza e mi convince che sono sulla strada giusta...Perche´ comprare Orfani e DYLAN PHONE quando le edicole scoppiano di manga piu´ interessanti e originali? Al momento esco fuori di testa per L`ATTACCO DEI GIGANTI  e il solito NARUTO (ormai concluso)....
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Il mistero della Sachertorte - Martedì 3 Mar 2015, 22:49:38
 ::)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Mercoledì 4 Mar 2015, 18:52:59
scusatemi..forse sarò sturlone, ma non capisco tutte ste polemiche!
Il trattamento che sta facendo Recchioni su D.D può essere condiviso o meno; a Lucca in fila allo stand Bonelli c'era addirittura gente schifata. La questione però è che quando la gente parla pare quasi che si sia passati direttamente dai primi geniali numeri a questa discussa era!!! In mezzo c'è stato di ogni..è vero che c' è stato un periodo lungo e splendente ma gli utlimi anni erano storie scialbe e spesso illegibili (anche se ho massimo rispetto per Gualdoni).
Con Recchioni si tenta la carta del rinnovamento e questo lo apprezzo..che poi non condivida molte sue scelte ci puo' anche stare ma almeno ha il merito di buttarsi a capofitto e rischiare.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: conker - Mercoledì 4 Mar 2015, 23:42:39
Perche´ comprare Orfani e DYLAN PHONE quando le edicole scoppiano di manga piu´ interessanti e originali? Al momento esco fuori di testa per L`ATTACCO DEI GIGANTI  e il solito NARUTO (ormai concluso)....

eh, come no, Naruto è originalissimo  ;D
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Il mistero della Sachertorte - Giovedì 5 Mar 2015, 00:05:21
La prima parte della saga SI´....
Quando Kishimoto aveva ancora bisogno di YEN.... ;)

Poi  si e´ accorto che gli YEN venivano pure se scriveva e disegnava di Naruto al bagno per evidente indigestione di ramen e siamo passati alla seconda parte che nell´anime conosci come SHIPPUDEN e che sembra scopiazzata dalla parte Z di DRAGON BALL....
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: conker - Giovedì 5 Mar 2015, 09:26:46
La prima parte della saga SI´....
onestamente, a me pare palesemente ispirato a Dragonball sin dall'inizio, tanto la struttura generale quanto lo stile grafico utilizzato da Kishimoto rimandano chiaramente al lavoro di Toriyama

ad un certo punto Kishimoto dimostra solo di non saper neanche copiare... diventa tutto inutilmente intricato e verboso, nonché noioso

uno di quei manga che si è perso per strada
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Il mistero della Sachertorte - Giovedì 5 Mar 2015, 09:39:28
onestamente, a me pare palesemente ispirato a Dragonball sin dall'inizio, tanto la struttura generale quanto lo stile grafico utilizzato da Kishimoto rimandano chiaramente al lavoro di Toriyama

ad un certo punto Kishimoto dimostra solo di non saper neanche copiare... diventa tutto inutilmente intricato e verboso, nonché noioso

uno di quei manga che si è perso per strada

Conker Conker e´ questo il destino di essere uno shonen dopo il planetario successo di Goku ,L`EMULAZIONE E UN PO` DI SANA ISPIRAZIONE...

Guarda quanti super eroi americani si assomigliano,quanti  western bonellidi nei cinquanta e sessanta cozzavano tra di loro,guarda il successo di Sailor Moon quante epigoni ha creato e talune di successo pure,pensa solo uff alle Pretty Cure,a Doremi´,alle guerriere delle Clamp (RAYEarth),a MEW MEW....Insomma Naruto a quello e´ ispirato ma scopiazzato scopiazzato no  no no,lo nego veemente...

Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: conker - Giovedì 5 Mar 2015, 11:00:17
Insomma Naruto a quello e´ ispirato ma scopiazzato scopiazzato no  no no,lo nego veemente...

possiamo discutere sui termini (copiare, omaggiare o quant'altro), ma Naruto è abbondantemente ispirato a Dragonball ed è cosa ammessa candidamente da Kishimoto stesso (che poi ha inserito spesso omaggi e citazioni all'opera di Toriyama) :)

su, che in fondo ne esistono di manga più originali e meglio realizzati  ;)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Il mistero della Sachertorte - Giovedì 5 Mar 2015, 11:08:06
L´ha pure omaggiato in art book  con dei motivi che richiamano alla mente il manga di Toriyama....Io a breve inizio a leggere Bakuman....Un manga da non perdere ?´Deadman Wonderland´´..

Poi visto che siamo OT si potrebbe continuare sul Topic die manga.... ;)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: conker - Giovedì 5 Mar 2015, 15:32:29
sì, direi che qui siamo decisamente OT

tornando in topic, leggo su altri lidi le parole di Claudio Villa (sì, intendo proprio il disegnatore e copertinista di Tex) sull'ultimo numero di Dylan Dog e su Dall'Agnol che lui definisce "pioniere", "coraggioso" e "artista", oltre che in grado di "ottenere cose impossibili" e di mettere segni in posti dove a lui tremerebbe la mano, matita, foglio e studio :)

e che la storia "bella e intimistica" è stata valorizzata da questi disegni

(inutile dire che sottoscrivo in tutto e per tutto)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Il mistero della Sachertorte - Giovedì 5 Mar 2015, 17:45:24
Claudio Villa  e´un Dio e puo´dire quello che vuole e noi pendiamo sempre dai suoi pennelli (ancora complimenti vivissimi per la sua nuova cover del Dylan Book) ma stavolta non lo seguo....Intendiamoci ,io non ho scritto che Dall´Agnol e´ una schiappa ma solo che a me non piace,non mi piaceva vent´anni fa e non mi piace adesso ,solo ai tempi de L`UOMO NERO (2002) pensavo finalmente di essermene innamorato ma poi nisba...Ho rivolto altrove i miei cuoricini...


Io sono uno che si fa piacere tanti stili diversi ma predilige e adora lo stile chiaro,leggibile,morbido  che caratterizza  taluni autori e ne esclude altri....Tanto per intenderci,Letteri e Civitelli (TEX),Montanari & Grassani (DYD e dapprima l´indimenticabile Piccolo Ranger) sono tra i miei disegnatori preferiti  viventi e non....

L´unico ´chiaro´ che non mi ha mai convinto (e si che l´ho letto per tanti anni fino alla sua scomparsa negli anni ´90) e´ stato Donatelli da sempre IMHO schiacciato su Zagor dal peso del vero Maestro della serie quel Gallieno Ferri che ancora oggi quasi novantenne  disegna cover e storie...

E che ci vuoi fare? Io sono come il Puffo Brontolone (il mio puffo preferito) e non sono mai contento...Sono un bastiancontrario per natura ,chiedilo ai miei che hanno paura quando ,appunto,faccio sempre e per partito preso ,il rompi EDIT ;)...

Memorabili sono le mie raffiche d´ira quando su Tex per tanti anni apparivano per lo piu´ disegnatori argentini e spagnoli a scapito dei disegnatori italiani (meno male che la musica sta cambiando adesso con Boselli curatore),e io inveivo contro la perdita di nazionalita´ italiana del fumetto italiano per antonomasia...
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Venerdì 6 Mar 2015, 11:28:27
Sono solita leggere Dylan Dog e tutti gli altri fumetti senza farmi condizionare dal suo autore, è difficile perché comunque la curiosità di sapere in anticipo prende sempre il sopravvento e non potendo leggere subito le storie finisce sempre che non solo conosco l'autore, ma in linea di massimo conosco anche la trama ed eventuali errori che ne fanno parte, sia a livello di soggetto che di sceneggiatura.
Anche questa volta è più o meno andata così, ho letto "Il cuore degli uomini" sapendo cosa e chi avrei incontrato.
Così ieri sera dopo una giornata piuttosto intensa mi sono immersa in un bagno pieno di schiuma e ho iniziato a leggere quest'avventura.
ad oggi, son passate circa dodici ore, ho in mente ogni vignetta, per la sua forza evocativa, come se il tratto, più intenso a volte, più nitido altre, sostituisse la musica che sottolinea le scene più importanti di un film.
Fin dalle prime pagine, si respira una un'atmosfera inquietante, ogni espressione dei personaggi trasmette ansia, la tensione che si crea è quasi insostenibile: siamo in un centro commerciale e già nella prima pagina Dylan mette in campo tutto ciò per cui sarà poi "processato"!
Un esempio su tutti è la fanciullesca espressione di fronte alla rappresentazione di Darth Vader. Deve lasciare la sua fidanzata, alla quale ha dichiarato il suo amore, sorride a un giocattolo!
Ciò che colpisce è la sintesi e la perfetta sintonia, tra autore e disegnatore, si potrebbe anche non aver mail letto Dylan Dog, non conoscere la sua sfaccettata personalità, ma la sua essenza è lì, rappresentata in modo completo.
il proseguo della vicenda mette in scena attori ben caratterizzati, con un passato, un presente, reazioni coerenti che seguono azioni ragionate.

A volte leggo che in queste avventure Dylan Dog tradisce se stesso; ho ragionato molto su questo punto e la mia conclusione è che non si tratta di tradimento, si tratta di rappresentare il protagonista in situazioni atipiche, ma dotarlo di una certa esperienza; mi riferisco alla sua reazione di fronte al rapimento e alle frivole battute con Mary nelle sequenze oniriche.

Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Andrea87 - Martedì 24 Mar 2015, 03:44:57
Recchioni da FB:

Citazione
Facendola brevissima:
- nel prossimo futuro ci sarà una nuova iniziativa editoriale legata a Dylan ma non facente parte delle pubblicazioni Bonelli. Nell'ambito di questa iniziativa ci serviva un modo per reintrodurre il personaggio. Da qui è nata l'idea di una storia remake di 32 pagine, a colori, del n.1. Che lo raccontasse nuovamente secondo un nuovo punto di vista. Rimanendo fedeli alla storia originale. Una volta deciso che quella storia si sarebbe fatta, abbiamo pensato di andare fino in fondo e mettere in cantiere un Color Fest tutto a tema remake. Visioni parallele di quattro storie classiche di Tiziano, raccontate da altri autori. A bordo ci sono Paola Barbato, che racconterà il suo Lungo Addio, e Accatino, che ci racconterà di nuovo la storia di Diabolo il Grande. Infine, Celoni, con una storia ancora da definire.
Quindi, cosa avrete nel fururo?
- una nuova iniziativa editoriale legata a Dylan (di cui non si può ancora parlare) che esordirà con una una storia inedita (il remake dell'Alba dei Morti Viventi, reallizato da me e da Emiliano Mammucari).
- un Color Fest a tema remake (che conterrà tanto la storia mia e di Emiliano, quanto altre tre storie).
Come al solito, tutto questo è realizzato con l'approvazione di Tiziano Sclavi.
Non è un attentato alle storie originali, ma è un tributo d'amore e un gioco.
Fatevi una risata ogni tanto.
Non stiamo operando al cervello la gente.


aaargh! il lungo addio remakato dalla Barbato? :-X


Seriamente, ad una prima lettura (remake di storie classiche a foliazione ridotta, iniziativa extra Bonelli) pensavo stessero lavorando ad altri episodi di Dylan Top...
Però poi leggo che usciranno in un Color Fest... quindi?
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Martedì 24 Mar 2015, 12:39:32
Recchioni da FB:



aaargh! il lungo addio remakato dalla Barbato? :-X


Seriamente, ad una prima lettura (remake di storie classiche a foliazione ridotta, iniziativa extra Bonelli) pensavo stessero lavorando ad altri episodi di Dylan Top...
Però poi leggo che usciranno in un Color Fest... quindi?
Recchioni sta marvelizzando la bonelli ;D ;D
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Martedì 24 Mar 2015, 17:30:35
Recchioni sta marvelizzando la bonelli ;D ;D

quoto in pieno..
ma credo che questo color fest fatto di remake non sia un male, anzi !!!

inanzitutto perchè sarà un operazione unica (se avessero deciso come appunto in marvel di ripartire da zero con tutte le storie rifatte, sarei scappato in Africa).

Poi c'e' da dire che noi tutti abbiamo il raccapriccio per la parola remake accostandola al cinema. Dove appunto diventa un pretesto per fare soldi.
Nel fumetto è diverso anche perchè girano introiti piu' limitati. L'idea 30 anni dopo di ripresentare alcune storie rilette da autori di adesso è per me un omaggio e può essere un interessante punto di vista. Certo i puritisti potrebbero impietrirsi, ma dopo tutte le vaccate che hanno visto su dyd negli ultimi anni possono provare a essere un po' indulgenti (anche se NON SO PERCHE' vedono Recchioni come il male assoluto). I nuovi lettori invece possono cogliere l'attimo per recuperare i primi mitici numeri. No dai è un operazione che appunto limitata ha un suo senso.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Luxor - Martedì 24 Mar 2015, 18:30:55
Ad ora sono molto tentato di prendere sia il Color Fest che il remake del primo numero, vediamo se le notizie che usciranno più in là mi convinceranno del tutto o mi faranno cambiare idea :)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Kim Don-Ling - Martedì 24 Mar 2015, 19:20:31
Non sono un lettore di DD, ma sono pur sempre un bonelliano abbastanza fedele e, devo dire, mi fanno un po' paura tutte queste novità previste per l'indagatore dell'incubo.
SBE ha pur sempre rappresentato una certa tradizione oltre che una certa presenza rassicurante all'interno delle edicole. Capisco la necessità di innovare, ma allo stesso tempo non vorrei assistere ad uno stravolgimento delle caratteristiche fondanti della casa editrice!
Poi, come dicevo sopra, non essendo un lettore di DD, se proprio c'è una testata su cui devono sperimentare, ben venga farlo su questa. :P
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Martedì 24 Mar 2015, 19:54:06
Non sono un lettore di DD, ma sono pur sempre un bonelliano abbastanza fedele e, devo dire, mi fanno un po' paura tutte queste novità previste per l'indagatore dell'incubo.
SBE ha pur sempre rappresentato una certa tradizione oltre che una certa presenza rassicurante all'interno delle edicole. Capisco la necessità di innovare, ma allo stesso tempo non vorrei assistere ad uno stravolgimento delle caratteristiche fondanti della casa editrice!
Poi, come dicevo sopra, non essendo un lettore di DD, se proprio c'è una testata su cui devono sperimentare, ben venga farlo su questa. :P

ATTENZIONE:
Recchioni su fb e' stato chiarissimo..
il remake del primo numero e' stato concepito per un operazione EDITORIALE NON legata a Bonelli.

Questa storia pero' verra riproposta anche in un color fest con altri 3 remake (questi ultimi creati invece ad Hoc).

quindi chi prende il color fest avra' tutti i remake realizzati.

Bonelli è vero, è sempre stato legato alla tradizione e questo molto per volere di Sergio..però con la crisi del fumetto e il calo delle vendite bisogna fare scelte forti...alla fine un personaggio come dyd si presta a queste sperimentazioni..il problema nascerebbe se facessero altrettanto con tex o zagor secondo me.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Mercoledì 25 Mar 2015, 10:43:01
il problema nascerebbe se facessero altrettanto con tex o zagor secondo me.
Su tex e zagor non lo farebbero mai, almeno non in questi termini e non se continuano a rendere perchè comunque il pubblico di queste due serie è mediamente più "vecchio", dubito accetterebbero esperimenti troppo esagerati. Poi se ci metti delle idee sbagliate in partenza, tipo far disegnare un texone a roi...
Dylan si presta molto e un altro avrebbe potutto esserlo ancora per molto martin mystere se non gli avessero dato una biografia così rigida :P
I remake comunque mi lasciano abbastanza freddino ma in questo caso siccome tre su quattro non sono tra i miei titoli preferiti (mai piaciuta l'alba dei morti viventi, troppo melenso per i miei gusti il lungo addio, comunque apprezzabile diabolo) voglio vedere se ne vengono fuori un po' meglio.
Terrore invece per memorie dall'invisibile, per me forse la più bella tra le storie di dylan
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Luxor - Mercoledì 25 Mar 2015, 17:38:39
Su tex e zagor non lo farebbero mai, almeno non in questi termini e non se continuano a rendere perchè comunque il pubblico di queste due serie è mediamente più "vecchio", dubito accetterebbero esperimenti troppo esagerati. Poi se ci metti delle idee sbagliate in partenza, tipo far disegnare un texone a roi...
Dylan si presta molto e un altro avrebbe potutto esserlo ancora per molto martin mystere se non gli avessero dato una biografia così rigida :P
I remake comunque mi lasciano abbastanza freddino ma in questo caso siccome tre su quattro non sono tra i miei titoli preferiti (mai piaciuta l'alba dei morti viventi, troppo melenso per i miei gusti il lungo addio, comunque apprezzabile diabolo) voglio vedere se ne vengono fuori un po' meglio.
Terrore invece per memorie dall'invisibile, per me forse la più bella tra le storie di dylan

Scusa la domanda, ma dove hai letto che la quarta storia sarà "Memorie dall'invisibile"?

Io sopra leggevo che la quarta storia è ancora da definire e sarà di Celoni, ma non essendo registrato su Facebook può darsi che non sia aggiornato... :-/
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Andrea87 - Giovedì 26 Mar 2015, 07:22:33
infatti, celoni non avrebbe ancora scelto la storia, quella di piccolocespuglio era una battuta immagino.


Personalmente le riduzioni da 32 pagine non mi sconfinferano molto: il bello di DyD non è mai (o quasi mai) la trama ma più che altro tutta l'atmosfera che si respira nella storia compresi i vari racconti collaterali (che magari sono stati inseriti anche per raggiungere le 96 pagine standard, però aumentano indubbiamente il pathos dell'indagatore dell'incubo!).

Ecco, riducendo ad 1/3 lo spazio disponibile delle storie classiche si rischia di avere una spiffonata nuda e cruda.

ovviamente la lunghezza non è obbligatoria per un incubo inedito (come alcuni dei primi scritti da Sclavi tipo "La Cantina" nel primo Almanacco) bastano anche poche tavole per tratteggiare ottime storie "minime" che vanno diritte al punto!
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Giovedì 26 Mar 2015, 10:31:03
Scusa la domanda, ma dove hai letto che la quarta storia sarà "Memorie dall'invisibile"?
Mi ricordo lo aveva detto recchioni su fb ma va a ritrovare il post....
A meno che non fosse una sua battuta e io, traumatizzato all'idea, non l'abbia capita :P
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Luxor - Giovedì 26 Mar 2015, 18:21:13
Mi ricordo lo aveva detto recchioni su fb ma va a ritrovare il post....
A meno che non fosse una sua battuta e io, traumatizzato all'idea, non l'abbia capita :P

In effetti l'idea che facciano un remake di quella storia spaventerebbe qualunque appassionato di DyD, però tra i pochi che potrebbero riuscire nell'impresa vi è sicuramente Celoni :)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Bramo - Sabato 28 Mar 2015, 14:45:40
Qui ho parlato degli ultimi due numeri usciti (http://www.ilsollazzo.com/forum/viewtopic.php?f=79&t=1035&p=60125#p60125) (quello del mese scorso e quello in edicola da oggi).

Se interessati a capire cosa ne penso anche degli albi precedenti a partire da Spazio Profondo, invece, commento nei post precedenti a partire da qui (http://www.ilsollazzo.com/forum/viewtopic.php?f=79&t=1035&p=60125#p56813) ;)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Sabato 28 Mar 2015, 17:01:56
Qui ho parlato degli ultimi due numeri usciti (http://www.ilsollazzo.com/forum/viewtopic.php?f=79&t=1035&p=60125#p60125) (quello del mese scorso e quello in edicola da oggi).

Se interessati a capire cosa ne penso anche degli albi precedenti a partire da Spazio Profondo, invece, commento nei post precedenti a partire da qui (http://www.ilsollazzo.com/forum/viewtopic.php?f=79&t=1035&p=60125#p56813) ;)
per me il numero di aprile e' un ottimo numero e concordo con te Bramo..poi se ami Simeoni devi credo un pelo ringraziarmi :-)
ma cosa e' emerso a mantova della fase 3 ????
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Bramo - Domenica 29 Mar 2015, 23:07:02
poi se ami Simeoni devi credo un pelo ringraziarmi :-)
Ho conosciuto e iniziato ad apprezzare Simeoni con Stria, e questo grazie a te e a Bacci: non lo dimentico di certo ;)

ma cosa e' emerso a mantova della fase 3 ????
L'avevo letto nei giorni immediatamente successivi alla fiera nel reportage di qualche sito, ma purtroppo non lo ritrovo... ad ogni modo da quel che ricordo Recchioni ha accennato alla fase 3 dicendo che sarà strutturata come una saga a tema unico per 12 numeri. Altro non rammento.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Zapotek - Venerdì 10 Apr 2015, 08:39:57
Ops, mi assento un attimo dal mondo dei fumetti , ritorno qui e leggo di questo putiferio in casa Dog. Avevo lasciato il caro Dylan alle prese con un rilancio del marchio voluto da Recchioni, e adesso addirittura leggo che probabilmente l'avventura del nostro investigatore dell'incubo proseguirà lontano dalla Bonelli. Ho letto troppo in fretta e mi sbaglio?

Oddio a differenza di Tex, Zagor che hanno lo zoccolo duro di vecchi lettori che comprano sempre e comunque, forse Dylan cominciava a perdere colpi e aveva bisogno di un sferzata decisiva nelle storie (verso cosa non lo so ancora) che probabilmente la Bonelli non poteva sostenere,anche per la crisi editoriale che non favorisce esperimenti.

D'altronde Dylan è sempre stato un fumetto coraggioso, rischioso a tratti psichedelico e onirico. Negli ultimi anni si era un po' fossilizzato e quasi "borghesizzato" (passatemi il termine)  forse sarebbe anche giusto riprovare a rischiare invece di appiattirsi sempre di più. Il vero Dylan era quello che scandalizzava alcuni genitori e le associazioni di perbenisti, non dimentichiamolo. 
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Venerdì 10 Apr 2015, 16:52:01
Ops, mi assento un attimo dal mondo dei fumetti , ritorno qui e leggo di questo putiferio in casa Dog. Avevo lasciato il caro Dylan alle prese con un rilancio del marchio voluto da Recchioni, e adesso addirittura leggo che probabilmente l'avventura del nostro investigatore dell'incubo proseguirà lontano dalla Bonelli. Ho letto troppo in fretta e mi sbaglio? (cut)

che cavolo stai dicendo Willys ??? (cit.)
 ;D ;D ;D ;D

nono vai tranquillo hai letto male..
Dylan Dog è dopo Tex il gioiello di casa Bonelli, è impossibile che venga ceduto ad altri. Semplicemente verrà fuori un'iniziativa legata al personaggio . E (solo) questa iniziativa non è gestita da Bonelli in prima persona. punto !! tutto qua.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Zapotek - Venerdì 10 Apr 2015, 21:10:31

che cavolo stai dicendo Willys ??? (cit.)
 ;D ;D ;D ;D

nono vai tranquillo hai letto male..

 ;D ;D Mi sembrava strano. Grazie per la spiegazione.

Dylan Dog senza la Bonelli non riesco ad immaginarlo o forse non riesco ad inquadrarlo in nessun'altra realtà editoriale.

Comunque da queste iniziative mi pare di capire REcchioni sempre più plenipotenziario. Giustamente anche.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Martedì 12 Mag 2015, 16:13:36
Su face book è successo un putiferio per un post di Simeoni; qualcuno lo ha letto? Che ne pensate?
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Andrea87 - Martedì 12 Mag 2015, 16:39:51
Su face book è successo un putiferio per un post di Simeoni; qualcuno lo ha letto? Che ne pensate?

cioè? nenti sacciu e nenti vitti!
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Unchienandalou - Martedì 12 Mag 2015, 19:13:50

cioè? nenti sacciu e nenti vitti!

Mi associo alla richiesta...che è successo?
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Martedì 12 Mag 2015, 20:31:07
diciamo che a mio avviso e' un post provocazione derivato da un altro suo post..
qualche giorno fa Sime ha fatto presente che attaccare Dylan Dog è una moda..ha scritto tutto in modo piu' approfondito ma ho colto quel succo..e oggi secondo me seguendo quel post ha chiesto ai fan consigli su storie ecc..e li si è aperto un po' di vaso di pandora..
io personalmente son d'accordo con sime..la gente ama un dyd legato agli anni 80..ma purtoppo il personaggio cosi' come e' stato concepito sarebbe anacronistico e poco efficace..son contento delle scelte che stan facendo..discutibili fin che volete alcune, ma son sempre scelte..fino a un paio di anni fa invece il buon dylan mi pareva bloccato in un limbo..
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: el_pikappa - Domenica 5 Lug 2015, 14:17:33
Ehm...senza girarci troppo: Ma dal 22/07 con la Gazzetta usciranno le ristampe di Color Fest?! :-?
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Bruce Banner - Martedì 7 Lug 2015, 13:25:10
Ehm...senza girarci troppo: Ma dal 22/07 con la Gazzetta usciranno le ristampe di Color Fest?! :-?

Si. Prima uscita inedita col remake del primo numero. Poi ristampe delle singole storie.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Bramo - Martedì 7 Lug 2015, 17:23:32
Ma invece del numero nuovo non parla nessuno?
Io ho saltato i due precedenti, ma questo me lo sono comprato e non me ne sono affatto pentito... anzi!

Dylan è ormai allo stremo, ossessionato dalle troppe sconvolgenti novità che si sono abbattute sulla sua vita negli ultimi mesi: Bloch in pensione, il suo sostituto Carpenter che non lo sopporta, John Ghost, la ragazza innamorata di lui che voleva punirlo... tante situazioni che hanno colpito l'Indagatore dell'Incubo sul personale, minandone la tranquillità e la sanità mentale.
La storia di Paola Barbato è un lungo declino verso il baratro della follia, dell'isolamento, della perdita di riferimenti sociali e più generalmente della speranza. Dylan è allo sbando, preda di allucinazioni visive che lo assalgono. Qui c'è da complimentarsi con Raul e Gianluca Cestaro, che hanno disegnato bellissime tavole in grado di cogliere l'inquietudine di quanto il protagonista vede attorno a sé, senza sfociare in un'estetica puerile o irreale, ma dando al tutto una connotazione grottesca che rende anche le visioni più assurde credibili e inquietanti.
Inquietante è l'aggettivo migliore anche per la sceneggiatura della Barbato: più che mostri o strane apparizioni, è lo scontro con le difficoltà della vita quotidiana in vero orrore che ci schiaccia senza tregua (da quel che so, d'altronde, è la formula che utilizzava spesso Tiziano Sclavi stesso), e vedere Dylan sopraffatto da questa situazione appare disturbante, anche per il lettore che non è un lettore fedele della testata.
Vedere poi le ultime due tavole che, anche quando tutto sembra essersi risolto, ribaltano la prospettiva per rimettere tutto in discussione e per aprire tutto un universo narrativo di possibilità che non può essere ignorato ma che necessariamente troverà uno sviluppo nei prossimi mesi, fa apprezzare ancora di più un numero che si pone tra i migliori (se non il migliore) di questa Fase 2 della rinascita del personaggio.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Castyano - Martedì 7 Lug 2015, 22:04:26
No, non mi convince. Dylan che impazzisce per Carpenter che lo perseguita (ma quando?), per John Ghost (comparso in un solo albo e poi sparito). Groucho che "trama" alle sue spalle. Lo stesso Dylan che accetta in dono la casa senza porsi domande. Non so se riconosco ancora il personaggio.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Mercoledì 8 Lug 2015, 10:08:05
No, non mi convince. Dylan che impazzisce per Carpenter che lo perseguita (ma quando?), per John Ghost (comparso in un solo albo e poi sparito). Groucho che "trama" alle sue spalle. Lo stesso Dylan che accetta in dono la casa senza porsi domande. Non so se riconosco ancora il personaggio.
a parte che certe cose andrebbero contrassegnate come spoiler :-)....e ovviamente i gusti sono gusti...ma oggettivamente c'è da dire una cosa, tra i tanti cambiamenti della serie c'e' anche quello di seguire una trama orizzontale (e cioe' dipanata su piu' numeri)..Fino a poco tempo fa invece eccetto rari casi tutto iniziava e finiva sempre nel giro di uno-due albi e poi la storia ripartiva..ora invece si va verso una continuity che man mano potrebbe sempre piu' essere serrata. questo albo è speciale, da una parte fa il punto su quello che è successo di nuovo (con buona dose di metafumetto e strizzata d'occhio ai lettori) e dall'altra, getta le basi su pesanti interrogativi e presunti futuri svolgimenti. Quello che voglio dire è che il finale (non finale) è si un omaggio ai primissimi albi quando tutto si chiudeva e poi veniva rimesso in discussione nell'ultima inquadratura ma è anche e sopratutto un PREPARATEVI AL MEGLIO (O PEGGIO).
Ottimo albo e ottimi disegni..la Barbato è piu' in forma che mai.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Andrea87 - Mercoledì 8 Lug 2015, 13:02:35
la Barbato è piu' in forma che mai.

è mai stata in forma? :P
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Giovedì 9 Lug 2015, 10:06:42

è mai stata in forma? :P
Diciamo che, a mio giudizio, ha alternato cose notevoli (almeno come soggetti) ad altre sciatte. Basti leggere la prima storia nel maxi, anonima sarebbe già un complimento, è proprio scritta con l'obiettivo di riempire quelle pagine e niente altro
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Giovedì 9 Lug 2015, 10:29:52

è mai stata in forma? :P
per me le sue prime storie son qualcosa di meraviglioso..poi la qualita' è spesso scesa pero' è a mio avviso una degli sceneggiatori con piu' talento di DYD..ho apprezzato molto anche la storia del pensionamento di Groucho cosi' come mi piacque ai tempi il numero 200
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Bruce Banner - Giovedì 9 Lug 2015, 13:46:59

è mai stata in forma? :P
Quasi sempre. Sia su Dylan che nei libri e nelle Storie.
Eccezione è l'ultimo maxi però.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Andrea87 - Giovedì 9 Lug 2015, 17:13:43
per me le sue prime storie son qualcosa di meraviglioso..poi la qualita' è spesso scesa pero' è a mio avviso una degli sceneggiatori con piu' talento di DYD..ho apprezzato molto anche la storia del pensionamento di Groucho cosi' come mi piacque ai tempi il numero 200

a memoria direi che appena il 200 è stata una discreta storia, ma il resto non mi ha mai convinto... almeno non ai livelli di come viene decantata!
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Pacuvio - Lunedì 13 Lug 2015, 14:26:52
Enjoy!
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Luxor - Lunedì 13 Lug 2015, 15:43:40
Il primo volume lo prenderò sicuramente, il resto si vedrà!

Qualcuno più informato di me sa se in questa collana usciranno anche gli altri 3 remake di storie celebri a colori? Oppure usciranno su un prossimo Color Fest?
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Lunedì 13 Lug 2015, 15:58:07
Il primo volume lo prenderò sicuramente, il resto si vedrà!

Qualcuno più informato di me sa se in questa collana usciranno anche gli altri 3 remake di storie celebri a colori? Oppure usciranno su un prossimo Color Fest?
solo questo ...gli altri 3 dovrebbero andare direttamente sul color fest
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Luxor - Lunedì 13 Lug 2015, 17:00:11
solo questo ...gli altri 3 dovrebbero andare direttamente sul color fest

Grazie, Fillo ;)

Ne approfitto per chiederti se si già quando dovrebbe uscire questo Color Fest :)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Andrea87 - Lunedì 13 Lug 2015, 17:43:42
e gli altri numeri cosa contengono?
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Luxor - Lunedì 13 Lug 2015, 18:45:35
e gli altri numeri cosa contengono?

Dovrebbero esserci tutte le storie uscite sinora sui Color Fest!
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Andrea87 - Lunedì 13 Lug 2015, 19:11:35

Dovrebbero esserci tutte le storie uscite sinora sui Color Fest!

cioè, per capirci, ogni Color Fest che contiene 4 storie = 4 uscite e mi viene a costare 8€?

mecojoni, passo alla grandissima!
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Luxor - Lunedì 13 Lug 2015, 19:13:48

cioè, per capirci, ogni Color Fest che contiene 4 storie = 4 uscite e mi viene a costare 8€?

mecojoni, passo alla grandissima!

Dovrebbe essere proprio così, ecco un elenco provvisorio delle uscite:

http://www.badcomics.it/2015/07/dylan-dog-i-colori-della-paura-in-edicola-con-gazzetta-piano-dellopera/71591/
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Bruce Banner - Lunedì 13 Lug 2015, 19:34:01

cioè, per capirci, ogni Color Fest che contiene 4 storie = 4 uscite e mi viene a costare 8€?

mecojoni, passo alla grandissima!

Ha cover inedite, redazionali e formato maggiore. A quanto dovevano metterlo?
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Samuele - Lunedì 13 Lug 2015, 21:36:31
Ho tutti i Color Fest usciti.
La Gazzetta mi sta antipatica ;D per diversi motivi.

Al massimo prendo il primo volume ;)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Andrea87 - Lunedì 13 Lug 2015, 22:56:53

Ha cover inedite, redazionali e formato maggiore. A quanto dovevano metterlo?

anche questo è vero... intanto prendo il primo numero, che da quello che ho visto il CF è forse l'unica testata degna di DyD negli ultimi anni!
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Martedì 14 Lug 2015, 06:28:51

Grazie, Fillo ;)

Ne approfitto per chiederti se si già quando dovrebbe uscire questo Color Fest :)
eh no..
diciamo che i color fest a tema escono sempre a fine aprile..pero' era stato annunciato anche un color fest comico dedicato a groucho, quindi non saprei ..o che esce come uscita a sè speciale o dobbiamo aspettare la prossima primavera, o anche quella dopo :-/
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: DarkSideOfQuack - Mercoledì 15 Lug 2015, 20:56:40
Queste iniziative mi fanno felice a metà. Sicuramente delle pubblicazioni del genere sono interessanti, e probabilmente comprerò solo il numero 1 con il remake de l'Alba dei morti viventi. Ma allo stesso tempo smorza la mia speranza di rivedere delle raccolte dei primi numeri che mi servirebbero come il pane visto che mi mancano e ho potuto leggerli anni fa solo su internet  :-/ La collezione storica (di cui non ero a conoscenza all'epoca) è durata  solo 50 numeri, mentre mio padre continua a comprare quella di Zagor ogni settimana ... le ingiustizie della vita! (anche se adoro Zagor)  ;D
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Samuele - Mercoledì 15 Lug 2015, 22:24:46
La Collezione storica di DD, a colori, ha venduto ben poco. Si è conclusa per il rotto della cuffia. Zagor prosegue perché vende a sufficienza. Comunque, si vociferava che mentre in edicola compravi i volumi di DD a 7,99, in certi mercatini "ufficiali" i volumi si vendevano a 3,99 :-/, dato che il reso era, comunque, considerevole.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: DarkSideOfQuack - Mercoledì 15 Lug 2015, 23:34:09
La Collezione storica di DD, a colori, ha venduto ben poco. Si è conclusa per il rotto della cuffia. Zagor prosegue perché vende a sufficienza. Comunque, si vociferava che mentre in edicola compravi i volumi di DD a 7,99, in certi mercatini "ufficiali" i volumi si vendevano a 3,99 :-/, dato che il reso era, comunque, considerevole.

Un vero peccato, avevo dato un'occhiata su internet e non mi sembrava così male... comunque ordinare tutti i volumi in modo da avere i primi 150 numeri sarebbe bello, ma troppo costoso; e io vorrei veramente recuperare i primi numeri, ma mi riesce difficile. Però non ho capito, perchè vendeva così poco? Non piaceva la pubblicazione di un Dylan Dog a colori?
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Andrea87 - Mercoledì 15 Lug 2015, 23:44:09

Un vero peccato, avevo dato un'occhiata su internet e non mi sembrava così male... comunque ordinare tutti i volumi in modo da avere i primi 150 numeri sarebbe bello, ma troppo costoso; e io vorrei veramente recuperare i primi numeri, ma mi riesce difficile. Però non ho capito, perchè vendeva così poco? Non piaceva la pubblicazione di un Dylan Dog a colori?

evidentemente alla 5^ ristampa in 20 anni non avevano più seguito...
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: V - Martedì 21 Lug 2015, 15:36:24
Approfitto di questo topic per inserire una mia piccola riflessioni sui cambiamenti in casa Bonelli: http://www.tempi.it/blog/fumetto-la-rivoluzione-della-sergio-bonelli-editore#.Va5JlaTtlBc
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Samuele - Mercoledì 22 Lug 2015, 22:14:22
Seppur titubante, ho preso il primo DD con la Gazzetta.
Paragonandolo ad altre storie del CF, tenendo presente del limite delle pagine di tale storie (una trentina), è un fumetto che, tutto sommato, si lascia leggere, ma senza infamia e senza lode. Possiamo poi domandarci quanto sia opportuno o no un remake di tale storia, ma questo è un altro discorso.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Giovedì 23 Lug 2015, 11:47:21
Seppur titubante, ho preso il primo DD con la Gazzetta.
Paragonandolo ad altre storie del CF, tenendo presente del limite delle pagine di tale storie (una trentina), è un fumetto che, tutto sommato, si lascia leggere, ma senza infamia e senza lode. Possiamo poi domandarci quanto sia opportuno o no un remake di tale storia, ma questo è un altro discorso.
Allora..dal mio punto di vista..
a livello artistico fare il remake del primo numero non è affatto opportuno ma dal punto di vista commerciale ha un suo senso.
provo a spiegarmi..qua abbiamo una collana di 50 e passa numeri con storie brevi a colori ..difficilmente chi è un fan incallito di dylan prendera' la collection.credo invece sarà piu' appetibile ai meno fan e allora perche' non introdurre in qualche modo la serie/il personaggio con una sorta di prologo ?? l'idea nel contesto ci sta almeno a livello di marketing
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: el_pikappa - Giovedì 23 Lug 2015, 12:27:34
Da non fan di Dylan Dog ho comunque preso il primo albo che sostanzialmente nel formato quasi pocket e nella veste grafica ha il suo perché! Con lo stesso prezzo e formato però avrei preferito una riedizione a colori simile a quella che uscì un anno fa con La Repubblica (anche se la colorazione e' quel che e'... :P)! Del resto abbiamo anche bravi "coloristi" e tecniche di colorazione computerizzate che avrebbe fatto gola a molti...
Io molto probabilmente mi fermerò a questo numero anche perché ho avuto molti pareri negativi su ciò che posso trovare nei Color Fest, da parte di lettori amici che seguono da tempo il personaggio e le testate satellite!
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: V - Giovedì 23 Lug 2015, 15:47:02
Credo che le storie più interessanti siano quelle uscite nell'albo dedicato agli autori umoristici: Cavazzano e Mastantuono hanno realizzato un gran bel lavoro.

http://www.lospaziobianco.it/14595-Dylan-Dog-Color-Fest-4-Humor
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Andrea87 - Venerdì 24 Lug 2015, 23:47:21
Io molto probabilmente mi fermerò a questo numero anche perché ho avuto molti pareri negativi su ciò che posso trovare nei Color Fest, da parte di lettori amici che seguono da tempo il personaggio e le testate satellite!

personalmente invece ritengo che il CF sia stata la testata che negli ultimi anni ha proposto le migliori storie su DyD (compresa la serie regolare)!

Sarà che con storie "minime" di 30 pag è più facile tenere alta la tensione, ma è davvero una signora testata e se non la conosci, recuperane le storie ;)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: DarkSideOfQuack - Venerdì 25 Set 2015, 19:08:23
Vorrei fare una domanda a chi è più esperto di me:  pensavo di acquistare lo speciale di Dylan Dog "Il pianeta dei morti" ma da quello che ho capito, per poterlo leggere, devo prima recuperare le storie che anticipano quelle contenute in questo albo ( che sono sparse per  vari color fest...). Sinceramente non mi va di comprare tutti gli albi  per poter recuperare le storie ergo c'è un modo più veloce ed economico per farlo?  :)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Luxor - Sabato 26 Set 2015, 02:45:47
Vorrei fare una domanda a chi è più esperto di me:  pensavo di        acquistare lo speciale di Dylan Dog "Il pianeta dei morti" ma da quello che ho capito, per poterlo leggere, devo prima recuperare le storie che anticipano quelle contenute in questo albo ( che sono sparse per  vari color fest...). Sinceramente non mi va di comprare tutti gli albi  per poter recuperare le storie ergo c'è un modo più veloce ed economico per farlo?  :)

Le storie che dici non sono solo nel color fest, ma anche in altre pubblicazioni come il gigante, quindi ti conviene recuperare il libro che la Bao Publishing ha pubblicato l'anno scorso e che contiene tutte le storie ;)

Il libro si intitola "Cronache dal pianeta dei morti" e lo puoi ordinare dal sito della Bao o comprare in libreria :)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Sabato 26 Set 2015, 08:29:41
Vorrei fare una domanda a chi è più esperto di me:  pensavo di        acquistare lo speciale di Dylan Dog "Il pianeta dei morti" ma da quello che ho capito, per poterlo leggere, devo prima recuperare le storie che anticipano quelle contenute in questo albo ( che sono sparse per  vari color fest...). Sinceramente non mi va di comprare tutti gli albi  per poter recuperare le storie ergo c'è un modo più veloce ed economico per farlo?  :)
la risposta è ni, perche' come rivelato in un'intervista all'autore della storia, se è vero che questo è un sequel di storie gia' uscite, è anche vero che è il primo speciale incentrato su questa saga.Pertanto si è pensato di rispiegare e per certi versi reintrodurre tutta la base di questo mondo alternativo in qui vive dyd.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Luxor - Sabato 26 Set 2015, 15:52:36
la risposta è ni, perche' come rivelato in un'intervista all'autore della storia, se è vero che questo è un sequel di storie gia' uscite, è anche vero che è il primo speciale incentrato su questa saga.Pertanto si è pensato di rispiegare e per certi versi reintrodurre tutta la base di questo mondo alternativo in qui vive dyd.

Proprio così, aggiungo anche che oggi ho sfogliato in edicola l'albo in questione e, oltre alla cosa detta da Fillo e al fatto che cita il libro che dicevo nel post precedente, nella prefazione viene spiegato che uscirà un volume speciale all'anno dedicato a questo universo alternativo ;)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Sabato 26 Set 2015, 17:42:51

Proprio così, aggiungo anche che oggi ho sfogliato in edicola l'albo in questione e, oltre alla cosa detta da Fillo e al fatto che cita il libro che dicevo nel post precedente, nella prefazione viene spiegato che uscirà un volume speciale all'anno dedicato a questo universo alternativo ;)
eh si..da adesso in avanti ogni speciale annuale sara' ambientato in questa sorta di universo alternativo..ed è anche per questo che in sto primo numero hanno rispiegato cose che i cultori gia' conoscono...
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: DarkSideOfQuack - Sabato 26 Set 2015, 21:48:19
Vi ringrazio per le risposte  :)

In effetti non sapevo reintroducessero questo mondo alternativo nelle nuove storie, perchè lessi sulla pagina facebook di Dylan Dog che per poter leggere lo speciale era consigliato recuperare le varie storie pubblicate in passato... ma a quanto pare non è strettamente necessario (anche se penso di comprare ugualmente "Cronache dal pianeta dei morti")
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Domenica 27 Set 2015, 12:43:39
Vi ringrazio per le risposte  :)

In effetti non sapevo reintroducessero questo mondo alternativo nelle nuove storie, perchè lessi sulla pagina facebook di Dylan Dog che per poter leggere lo speciale era consigliato recuperare le varie storie pubblicate in passato... ma a quanto pare non è strettamente necessario (anche se penso di comparare ugualmente "Cronache dal pianeta dei morti")

Dall'intervista all'autore sul sito Bonelli.

D: Con "La casa delle memorie", torna la saga del Pianeta dei Morti: è necessario che i lettori facciano un piccolo ripasso delle precedenti storie di questo filone, oppure ci hai pensato tu, nel tuo nuovo racconto, a metterli in pari con la vicenda?

R: Ci ho pensato io. La nuova serie di speciali è fruibile in maniera autonoma. Così anche ogni singola storia, seppure avrà delle trame che andranno avanti nel tempo, sarà leggibile da sola. Non potrebbe essere altrimenti per degli episodi a cadenza annuale, ma a parte questo, è il modo in cui io concepisco la serialità. Lavoro su ogni storia di una serie come se fosse un romanzo a sé, capace di catturare il lettore di passaggio, ma allo stesso tempo di offrire un quadro più generale al lettore fedele.

La nuova serie di speciali è fruibile in maniera autonoma. Così anche ogni singola storia, seppure avrà delle trame che andranno avanti nel tempo, sarà leggibile da sola.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Bruce Banner - Domenica 27 Set 2015, 20:00:09
Visto il finale non so come potrà essere leggibile da solo il prossimo Speciale. Comunque recuperate il volume Bao che sono tre grandi storie. E questa è allo stesso livello.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: DarkSideOfQuack - Mercoledì 30 Set 2015, 19:27:37
Visto il finale non so come potrà essere leggibile da solo il prossimo Speciale.

Effettivamente non so se porteranno avanti la storia da quel punto oppure no. Io immagino che questi volumi debbano essere letti come una serie (alternativa a quella regolare di Dyd), anche se nell'intervista si dice che sono quasi degli episodi autoconclusivi...

Per quanto riguarda questo speciale, ho solo una parola: FAVOLOSO. Sono rimasto incollato dalla prima all'ultima pagina come non facevo da tempo, lo consiglio vivamente a tutti!

Ora aspetto solo di recuperare "Cronache dal pianeta dei morti" (e aspetto ovviamente il prossimo speciale, nonostante la lunga attesa)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Mercoledì 30 Set 2015, 19:40:35
Visto il finale non so come potrà essere leggibile da solo il prossimo Speciale. Comunque recuperate il volume Bao che sono tre grandi storie. E questa è allo stesso livello.
fermo restando che devo ancora finire lo speciale..
era stato annunciato solo che questo speciale era alla portata di tutti;quindi per gli altri non si sono pronunciati. E' chiaro che nessuno esclude che potrebbe venirne fuori una sorta di saga annuale legata a una sua continuity...
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Garalla - Giovedì 1 Ott 2015, 11:45:01
Leggendo tutti questi commenti positivi sullo speciale sono tentato di acquistare lo special(di cui mi aveva intrigato la copertina del volume BAO con le prime 2 parti ma anche se il prezzo non era eccessivo 16 € a vuoto non me la sentivo di spenderli ma se questo è leggibile potrei recuperarlo).

Il problema è che oltre a Dylan Top (e il film amatoriale "Vittima degli eventi") non conosco per niente il personaggio.

Date queste premesse lo speciale lo posso acquistare?
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: DarkSideOfQuack - Giovedì 1 Ott 2015, 12:44:01
Il problema è che oltre a Dylan Top (e il film amatoriale "Vittima degli eventi") non conosco per niente il personaggio.

Date queste premesse lo speciale lo posso acquistare?

Allora ti dico ciò che penso, ma ovviamente è solo un mio parere...
Questo Dylan Dog è quello del futuro o comunque di un universo alternativo, per cui è ovvio che abbia alle spalle un "suo" passato (che è quello della serie regolare) il quale però  ha preso, ad un certo punto, un brutta e diversa piega e ha portato alla situazione che l'anziano Dylan sta vivendo.

Quindi se tu comprassi direttamente lo speciale sapendo poco o nulla del personaggio, verresti comunque introdotto in questo nuovo mondo, con qualche importante riferimento del passato di Dylan, ma che è appunto funzionale solo a sapere come si è arrivati al "pianeta dei morti": dunque potresti leggerlo tranquillamente godendoti l'attualità della storia (anzi storie) di questo filone.

Ovviamente chi non ha mai letto Dylan potrebbe non cogliere citazioni e riferimenti sparsi qua e là a livello di disegno e sceneggiatura, ma l'albo scorre bene anche senza conoscere tutte le vicende del giovane Dylan.

Ciò che ti consiglio è di recuperare, se puoi, almeno i primissimi albi della serie regolare, cioè quelli che pongono le basi del passato di Dylan richiamato nello speciale, così ti puoi fare un'idea delle somiglianze e differenze tra i due Dylan. Anche i primi 10 basterebbero, poi non so se nei prossimi speciali ci saranno riferimenti più consistenti che non potresti cogliere e limiterebbero la lettura.


Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Garalla - Giovedì 1 Ott 2015, 13:10:47
Citazione
Ovviamente chi non ha mai letto Dylan potrebbe non cogliere citazioni e riferimenti sparsi qua e là a livello di disegno e sceneggiatura, ma l'albo scorre bene anche senza conoscere tutte le vicende del giovane Dylan.

Chiaro non mi becco dei riferimenti, come non me li becco in magari un episodio di una lunga serie.

Citazione
Ciò che ti consiglio è di recuperare, se puoi, almeno i primissimi albi della serie regolare, cioè quelli che pongono le basi del passato di Dylan richiamato nello speciale, così ti puoi fare un'idea delle somiglianze e differenze tra i due Dylan. Anche i primi 10 basterebbero, poi non so se nei prossimi speciali ci saranno riferimenti più consistenti che non potresti cogliere e limiterebbero la lettura.

In molti consigliano di recuperare tutti i numeri scritti da Sclavi cosa che potrei fare in un secondo momento (adesso sia economicamente sia materialmente non saprei come recuperarli) se effettivamente il personaggio mi prendesse, ma penso che continuerei a seguirlo più una tantum e dato l'apprezzamento verso questo speciale annuale mi sono detto... perché no?

Ma è un po' il mio problema delle serie italiane. Per dire compro "Il Grande Diabolik" e sono partito proprio da DK (una versione alternativa) per poi proseguire con l'acquisto dei grandi. Ma i fan mi consiglierebbero di acquistarmi 2-3-400 numeri di Diabolik (di cui ho preso solo i primi 4 numeri) e di acquistare la serie regolare inedita. Ma un po' economicamente, un po' perché sì mi piace ma non troppo non me la sentirei di acquistare 12 albi l'anno.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Giovedì 1 Ott 2015, 16:15:53
Qualche impressione su questo primo anno del nuovo dylan?
Io sinceramente mi aspettavo qualcosa in più a questo punto mentre sembra si sia ancora un po' in alto mare. A parte il discorso che si sta portando avanti sul personaggio (con episodi tipo ".... e cenere tornerai") che un po' mi lascia perplesso, le altre avventure mi sono sembrate tutte abbastanza senza "sapore". Simeoni pensavo avrebbe fatto bene ma "il sapore dell'acqua" mi ha deluso assai (meno quella precedente). La barbato personalmente la trovavo meglio con il "vecchio" dylan, mignacco è anni luce distante come stile da quelli attualmente al lavoro sui testi e infatti mi ha sorpreso trovare una sua storia, la baraldi con la sua per ora unica avventura dimostra come scrivere libri e scrivere fumetti (di un determinato personaggio) siano due cose diverse.
Paradossalmente l'impressione è che stia uscendo alla grande il personaggio di bloch, nell'ultimo numero ma non solo. Alla fine è quello che emerge più di tutti e fa sempre una gran figura. D'altra parte dylan non si capisce bene cosa è diventato, groucho è sempre meno considerato, carpenter al momento è una macchietta, recita sempre la stessa scena e con la stessa espressione (arrabbiato con dylan, sempre, anche quando motivi non ce ne sarebbero), rania sta lì solo perchè è trendy mostrare una polizia multietnica e multi religiosa.
Immagino che col tempo tutti acquisteranno spazio e spessore o perlomeno me lo auguro, per adesso voglio considerare questo un anno di transizione, però mi auguro che presto si arrivi a una definizione completa della nuova collana, perchè sinceramente nessuno o quasi di questi 12 numeri vale molto di più dei 100-140 che li hanno preceduti
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: DarkSideOfQuack - Lunedì 5 Ott 2015, 17:00:37
Qualche impressione su questo primo anno del nuovo dylan?

Ti dirò la mia, anche se in realtà sto ri-seguendo Dylan Dog solo dal numero 343 e non ho potuto vedere l'inizio di questa "nuova era" dell'indagatore dell'incubo ( in passato ho letto i primi 200 numeri circa, quindi mi mancano quelli fra il 200 e il 343).

Trovandomi di fronte a nuove situazioni e personaggi (Bloch in pensione, il musone Carpenter a Scontland Yard), mi sono ritrovato in un primo momento spiazzato. Però albo dopo albo mi sono ritrovato ad apprezzare la nuova strada presa: non li considero dei capolavori ovviamente, ma alcuni numeri mi hanno tenuto incollato alla sedia fino alla fine ( ... e cenere tornerai, Gli abbandonati, La morta non dimentica).

Ci sono ovviamente albi dimenticabili e poco coinvolgenti (Il sapore dell'acqua, Gli spiriti custodi), ma in generale l'idea di uno svecchiamento del personaggio mi è piaciuta. Il limite che ritrovo io può essere talvolta il comparto grafico, altre volte una sceneggiatura poco chiara.

Dunque il cambiamento apportato alla testata io lo ritengo inevitabile: si possono poi contestare le modalità con le quali è stato fatto, ma io spero che una volta che il cambiamento sarà diventato la normalità, allora Dylan prenda nuovamente il volo.

L'unico rimpianto rispetto ai vecchi numeri (e che faceva di quelli, dei capolavori) è la mancanza di poesia: ora Dylan mi sembra molto più concreto  rispetto al passato e ha perso quel lato poetico e idealizzato che faceva sognare (o avere gli incubi!)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Martedì 6 Ott 2015, 13:59:14
alcuni numeri mi hanno tenuto incollato alla sedia fino alla fine ( ... e cenere tornerai, Gli abbandonati, La morta non dimentica).
Il primo non ho capito cosa volesse dire, è un discorso che recchioni (qui con la barbato) sta prodtando avanti ma non so dove vuole andare a finire. Gli altri due buoni ma con bloch che è il vero protagonista, soprattutto nell'ultimo

Citazione
Il limite che ritrovo io può essere talvolta il comparto grafico, altre volte una sceneggiatura poco chiara.
Qua si va nel gusto specifico perchè mari, dall'agnol e altri dividono da sempre, ma direi che il comparto grafico di dylan è da sempre tra i migliori se non il migliore della bonelli

Citazione
Dunque il cambiamento apportato alla testata io lo ritengo inevitabile
Questo è fuor di dubbio, è che non ho ancora trovato qualcosa di davvero convincente in questo primo ciclo (escluso, e mi ripeto, bloch). Anche john ghost, nome demoralizzante, è stato presentato in maniera assai poco convincente. Ripeto, probabilmente nel lungo periodo, il disegno complessivo sarà ottimo, però sono i singoli episodi che personalmente, fanno fatica a piacermi

Citazione
L'unico rimpianto rispetto ai vecchi numeri (e che faceva di quelli, dei capolavori) è la mancanza di poesia: ora Dylan mi sembra molto più concreto  rispetto al passato e ha perso quel lato poetico e idealizzato che faceva sognare (o avere gli incubi!)
Questo scaturisce direttamente dal curatore: recchioni è agli antipodi rispetto a sclavi, come scrittura. Oltre al fatto che mentre sclavi in fondo scriveva solo per se stesso, recchioni ha principalmente il compito di risollevare la testata passando sopra tutto ciò che ritiene necessario
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Garalla - Lunedì 19 Ott 2015, 12:56:19
[media]https://www.youtube.com/watch?v=Vs3Gfz0hDYU[/media]

Alla fine ho acquistato, letto e goduto de "La casa delle Memorie" tanto da farci un video, che è combaciato col 50° video del canale.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Zapotek - Mercoledì 4 Nov 2015, 16:48:37
Ieri ho finito di leggere il numero 349, La Morta non dimentica. Nell'albo rientrano due personaggi (Nora e Gus) che erano stati già presentati ai lettori in una storia che personalmente non avevo letto. Tuttavia questo nulla ha tolto alla piacevolezza della lettura. Volevo sottolineare che questo è per me il numero migliore della nuova gestione Recchioni, o almeno dei pochi numeri che ho letto.

Splatter quanto basta, cupo, con un Bloch molto presente, giusta interazione dei personaggi, storia convincente, forse non indimenticabile ma...una di quelle storie che ha il retrogusto di quel primo ciclo storico sclaviano, l'ho praticamente divorata in un solo colpo e non mi succedeva da un po'. Questo numero mi ha ricordato molto il taglio del primo Dylan, coraggioso, eccessivo, con arti mozzati e situazioni paradossali, citazioni, con in più un po' di continuity con una storyline che prevede questi due personaggi di cui parlavo. Se proprio devo trovargli un difetto , ho trovato sotto tono le battute di Groucho , ma per il resto davvero un buon numero firmato Paola Barbato, che mi sembra molto migliorata. Buona anche la prova di Bruno Brindisi. Felice dell'acquisto.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: smart - Sabato 26 Dic 2015, 17:36:03
Ciao a tutti, vorrei fare una domanda a voi esperti in Dylan Dog.
Vorrei acquistare un albo del mensile ma ho letto pareri contrastanti sui recenti albi. Quale mi consigliate di acquistare? Forse il numero 348?
Grazie
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Lunedì 1 Feb 2016, 12:38:07
Giorni fa recchioni scriveva a proposito del cinema di inarritu che si immaginava il regista mentre si masturbava allo specchio facendosi le smorfie di autocompiacimento pensando ai suoi film (la metto un po' meno volgare). Al di là del giudizio sul regista (che non mi interessa), è curioso come io mi immagini recchioni nello stesso modo quando escono gli albi di dylan dog, particolarmente quello di questo mese.
Una storia che ha un grosso difetto: accattino l'ha scritta per se stesso e basta. Voleva evidentemente dedicare un omaggio a michael revees e per farlo è passato sopra a tutto, storia, personaggi e lettori inclusi.
La banalità del trio di inquisitori è sconfortante (a cominciare dall'ennesimo ragazzetto sfigato con le donne), il pretesto per coinvolgere dylan molto labile, un pre-finale trash e arruffato con dylan trasformato in una sorta di bruce willis, che incassa sprangate come niente fosse (sinceramente il protagonista che in piena lotta per la sua vita continua a fare battute idiote è una cosa che non vorrei mai vedere su un albo di dylan. Su spiderman forse, ma non su dylan).
Per di più la storia non ha nulla della profondità del film a cui si ispira, che non è un semplice film horror ma un atto di denuncia di un preciso periodo storico. Qua invece non ci sono altri livelli di lettura, è solo la descrizione di una follia, peraltro vista e rivista mille volte sulla stessa collana in modi anche migliori. Non scomodiamo "caccia alle streghe" per carità, che pur in un modo un po' naif era un albo fatto con coraggio e per un motivo preciso.
Ad accattino frega niente di tutto ciò, l'unica cosa che gli preme è omaggiare il suo mito, esemplare a questo proposito è la riproposizione, (inutile ai fini della storia) del realmente avvenuto battibecco tra il regista e vincent price. Sarebbe dovuto essere inutile persino la figura dell'archivista, dato che è ben strano che un inglese cultore dell'horror come dylan non conosca reeves, ma poi come si faceva ad inserire una donna da torturare nella storia?
Ciliegina sulla torta il finale, bello, per certi versi toccante ma che ha due difetti enormi: non c'entra niente con tutto il resto, è appiccicato lì non si sa bene perchè e soprattutto è fortemente debitore di "contratto per uccidere" di don siegel, regista culto di reeves, a sua volta regista culto di accattino e il pippone davanti lo specchio trova il suo compimento.
Quindi chi non conosce il film di siegel (o il racconto originale) fatica a capire il finale, chi lo conosce si chiede il perchè.
Una storia che sembra vecchia di venti anni, che col nuovo corso non ha molto a che fare. Ci sta un albo di puro intrattenimento, non è che dylan debba per forza indurre ogni volta a riflessioni sui massimi sistemi, ma anche le storie di routine dovrebbero essere, a maggior ragione in quanto tali, più trasversali e sensate, non ridursi a gomitate complici tra addetti ai lavori e iniziati
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Dani_Delux - Lunedì 1 Feb 2016, 15:11:31
Ho appena finito di rileggere Orrore Nero (Speciale n. 2, anche se io la ho nella ristampa cartonata da collezione).. Solo a me quella storia è piaciuta davvero molto?

Tra l'altro, anche DellaMorte è un personaggio niente male.

Se una storia si giudica anche da quanto rimane impressa dopo la prima lettura, questa è una storia fantastica  :D Anche se l'ho letta l'anno scorso certe sequenze ce l'ho ancora impresse, stressa cosa per Sette Anime dannate, anch'essa stupenda   :D
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: DarkSideOfQuack - Venerdì 5 Feb 2016, 16:48:48
Utenti "dylaniati" del forum vorrei chiedervi una cosa: come posso fare per recuperare i numeri di Dylan Dog senza sborsare un capitale? Specifico che non mi interessa raccogliere le storie tutte in una sola volta ma poco a poco e soprattutto non ho bisogno di prime edizioni ma vanno benissimo anche le più recenti ristampe. Semplicemente vorrei arrivare ad avere tutti i numeri di Dylan Dog usciti finora (quelli attuali li sto comprando in edicola).

P.S. Ho notato che vendono su Ebay le "grandi ristampe" a 2,50 euro che raccolgono ogni volta tre storie... mi converrebbe recuperare queste?
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Luxor - Venerdì 5 Feb 2016, 17:39:39
Se una storia si giudica anche da quanto rimane impressa dopo la prima lettura, questa è una storia fantastica  :D Anche se l'ho letta l'anno scorso certe sequenze ce l'ho ancora impresse, stessa cosa per Sette Anime dannate, anch'essa stupenda   :D

Storia che è stata appena pubblicata pure dalla BAO ;)

http://www.baopublishing.it/search.xhtml?q=sette+anime+dannate

@ DarkSideOfQuack: Sicuramente i volumi de le Grandi Ristampe sono la versione più conveniente se li trovi a quel prezzo, meno di 1 euro a storia... :)

Comunque, tra fumetterie e mercatini è relativamente facile trovare anche le seconde ristampe all'incirca allo stesso prezzo, devi solo valutare se vuoi recuperare tutte le storie nello stesso formato ;)

Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Andrea87 - Venerdì 4 Mar 2016, 15:21:23
allora? nessuno si esprime sul remake de "Il lungo addio"??? :-/
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Luxor - Venerdì 4 Mar 2016, 15:31:06
allora? nessuno si esprime sul remake de "Il lungo addio"??? :-/

Ci credi se ti dico che l'ho letto un paio di volte e ancora non sono riuscito a capire se mi piace o meno? :-?

Più che altro non so se come idea può dirsi riuscita o se visto il risultato era meglio non toccare una delle storie più belle di Dylan Dog :-/

La tua opinione?
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Andrea87 - Venerdì 4 Mar 2016, 16:32:56
guarda, l'ho appena coff coff presa in versione digitale coff coff... e prima di leggerla volevo sapere come approcciarmi ;D
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Luxor - Venerdì 4 Mar 2016, 17:33:48
guarda, l'ho appena coff coff presa in versione digitale coff coff... e prima di leggerla volevo sapere come approcciarmi ;D

;D ;D ;D

Guarda, come remake non è malvagio, certo secondo me non rende merito appieno all'originale, ma considerando anche le poche pagine a disposizione si può dire che comunque il lavoro finale sia egregio ;)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Zapotek - Giovedì 10 Mar 2016, 19:55:57
Ieri sera ho finito di leggere Miseria e Crudeltà di Gigi Simeoni, autore che stimo molto. Un numero discreto, con alti e bassi . Lo sguardo di Dylan torna a volgersi sulle piaghe della società, in questo caso sul popolo degli invisibili, i senza tetto. Carina la copertina di Stano, storia che parte bene con buoni spunti e un'atmosfera interessante, la sceneggiatura è solida per buona parte dell'albo. Finale  decisamente fiacco e quasi frettoloso (ed è  una costante di alcuni degli ultimi numeri) che ridimensiona un po' tutto.

Di sicuro lascia uno spunto degno di discussione. In alcune scelte sembra un po' un passo indietro, anche se sicuramente si tratta solo di un episodio. Nella sua nuova gestione, Recchioni aveva promesso dei cambiamenti dell'universo dylaniato. Cambiamenti che avrebbero favorito delle varianti narrative e di conseguenza avrebbero portato un po' di aria fresca ad un copione diventato ormai ripetitivo ed asfittico. Bloch era andato in pensione perchè secondo il Rrobe, a livello di sceneggiatura era diventato un cliché, faceva il lavoro sporco  e Dylan aveva sempre la pappa pronta, porte aperte, rendergli dunque le cose più difficili avrebbe reso più accattivanti le sue peripezie. Carpenter, il sostituto di Bloch, era nato non solo per mettere fine a questo stratagemma narrativo, ma anzi proprio per mettere il bastone tra le ruote del nostro investigatore dell'incubo.

In questo numero si ritorna al passato. Spediscono Carpenter a Liverpool (mi pare) per seguire un caso e a Londra resta Rania, che senza il fiato sul collo di quel rompiscatole, mostra apertamente tutta la propria simpatia per Dylan, collaborando con lui e ripronendo quel sodalizio con la polizia e interpretando quella figura di collegamento che una volta era di Bloch. Un finale che lascia sottintendere...anche risvolti da questo punto di vista.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Zapotek - Domenica 1 Mag 2016, 19:46:08
E' appena arrivato il numero 356, ma essendo in ritardo ho appena finito di leggere quello precedente ovvero L'uomo dei tuoi sogni, che presenta una piccolissima particolarità dal punto di vista collezionistico, cioè la copertina ha una scritta luminescente. Scelta che ha suscitato diverse perplessità, visto che il lettore medio di DD si aggira sui 30/35/40 anni.

Al di là di questo dettaglio che tutto sommato mi pare irrilevante, la storia della Barbato mi ha sorpreso non poco. Il titolo lasciava intendere una storia dai risvolti "onirici", un tema non certo nuovo nell'universo dylaniato e più in generale nel mondo dei fumetti (se pensiamo a Sandman di quel Gaiman che il Recchioni pare non amare). Poi sin dalla prefazione del Rrobe con i suoi riferimenti filmici a Freddy Krueger avevo avuto il timore di ritrovarmi una tematica pop rimasticata, cioè qualcosa di già visto, già sentito.

In effetti le prime pagine scorrono così, lasciandosi leggere senza grandi effetti narrativi, per fortuna a deliziare almeno gli occhi ci pensano gli ottimi tratti di Martinello, che si conferma un grande disegnatore.

La tematica centrale risale anche ad una leggenda metropolitana che si è diffusa qualche anno fa e per la quale molti hanno addirittura scomodato Freud.

Non vado oltre per non spoilerare, ma più o meno Dylan si ritrova inghiottito in una situazione paradossale nella quale tanta gente sogna la stessa cosa o meglio la stessa persona. Come dicevo la storia scorre, niente di che. Continuity che conta fino ad un certo punto, poco o nulla Rania e Carpenter. La classica donna di turno di Dylan non è neanche tra le più interessanti.

Dopo metà albo però le atmosfere si fanno particolarmente cupe e le parole della Barbato e i disegni di Martinello cominciano a ballare un bellissimo tango, che personalmente mi ha spinto a leggere fino all'ultima pagina senza pause, in un colpo solo. Mi sono ritrovato a finire l'albo nel cuore della notte, cosa che non mi capitava da tempo, anzi avevo trovato gli ultimi albi un po' accomunati da storie interessanti ma con un finale un po' tirato via. Qui succede il contrario storia che parte fiacca, o almeno con dei presupposti che non entusiasmano, ma che cresce in pathos e tensione narrativa, con piccoli acuti horror, riportando  sprazzi di quell'atmosfera surreale del Dylan classico che il lettore cerca ormai come l'acqua nel deserto. Brava la Barbato, che spesso divide, ma che ormai sembra essersi assestata su buoni livelli.  Non un capolavoro, ma nonostante gli alti e bassi, sicuramente lo inserirei tra i tre numeri più belli della gestione Recchioni.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Lunedì 2 Mag 2016, 21:09:24
Anche a me è piaciuto tantissimo, la tematica di fondo è davvero notevole e realistica.
Il rapporto poi tra Dylan e la protagonista è davvero ben delineato.
Una delle migliori del nuovo corso.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: giulial - Sabato 23 Lug 2016, 18:24:25
Anche a me è piaciuto tantissimo, la tematica di fondo è davvero notevole e realistica.
Il rapporto poi tra Dylan e la protagonista è davvero ben delineato.
Una delle migliori del nuovo corso.

Rispondo solo ora perchè sono arrivata da poco nel Forum, ma sono una grande fan di Dylan Dog da molto tempo. E devo ammettere che sono d'accordo, mi sembra il numero migliore di questa ultima seria (sono molto legata al vecchio Dylan Dog, da cui proprio non riesco a disamorarmi).
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Luxor - Sabato 23 Lug 2016, 19:07:48
Letto anch'io da poco questo albo e come voi rimasto piacevolmente sorpreso, ottima l'idea di fondo e direi magistrale come questa viene sviluppata, sia a livello di ritmo sia di narrazione, con dei dettagli come l'avvicinarsi a poco a poco del personaggio misterioso a rendere il tutto più inquietante, tanto è vero che a me ha ricordato questa famosa scena di Twin Peaks, che a vederla da piccolo mi spaventò tantissimo [smiley=as.gif]

[media]https://www.youtube.com/watch?v=c5WC0TW_0qc[/media]

Di certo è uno dei migliori numeri della gestione Recchioni e, come è già capitato altre volte di recente, dobbiamo aspettarci un sequel visto che non viene svelato chi urla o cosa succede nella visione di Dylan :o

Vorrei anche far notare che questa storia ha, almeno secondo me, diversi punti in comune con un'altra storia che adoro, numero 193, l'Eterna Illusione, ma non aggiungo altro per non raccontare troppo a chi volesse leggerla e ancora, colpevolmente, non l'ha fatto ;)

http://www.sergiobonelli.it/scheda/5956/L-eterna-illusione.html

Approfitto infine della parte finale del post di Giulial sul vecchio Dylan Dog per dare il mio giudizio, molto positivo, sul nuovo Maxi Old Boy, forse il primo che mi ha convinto appieno di quelli usciti sinora, tre belle storie del classico Dylan Dog disegnate dai mitici Montanari & Grassani :D

http://www.sergiobonelli.it/scheda/dylan-dog/40699/Maxi-Dylan-Dog-n-27.html
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Martedì 16 Ago 2016, 18:05:45
"Sul fondo" secondo me è una storia davvero bella, molto adulta, profonda (e vorrei vedere con quel titolo).
Sarà il tema trattato con il quale empatizzo molto, sarà la caratterizzazione dei personaggi, soprattutto il cliente, ma mi ha convinto davvero su tutta la linea, rendendolo uno dei miei albi preferiti di tutti i tempi!
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Luxor - Mercoledì 17 Ago 2016, 00:50:19
"Sul fondo" secondo me è una storia davvero bella, molto adulta, profonda (e vorrei vedere con quel titolo).
Sarà il tema trattato con il quale empatizzo molto, sarà la caratterizzazione dei personaggi, soprattutto il cliente, ma mi ha convinto davvero su tutta la linea, rendendolo uno dei miei albi preferiti di tutti i tempi!

Potresti dirmi, anche sotto spoiler o in privato, qual è il tema? :)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Mercoledì 17 Ago 2016, 08:24:53
@ Luxor

Spoiler: mostra
Di fatto è un'indagine, ma tutta la storia è impregnata dal senso di colpa che è analizzato a più livelli in modo originale e non banale, inquietante e intenso.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Luxor - Mercoledì 17 Ago 2016, 13:53:03
@ Luxor

Spoiler: mostra
Di fatto è un'indagine, ma tutta la storia è impregnata dal senso di colpa che è analizzato a più livelli in modo originale e non banale, inquietante e intenso.

Grazie mille, sembra davvero interessante :)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Mercoledì 17 Ago 2016, 22:20:54
A me è piaciuto davvero tantissimo, non vedo l'ora che tu lo legga così mi dici che ne pensi!
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Dani_Delux - Giovedì 25 Ago 2016, 10:30:34
Letto l'albo, bello sì ma non l'ho trovato un capolavoro.
Diciamo che il soggetto iniziale era riuscito davvero ad attirarmi molto, è una idea che davvero non può far altro che colpire e incuriosirti a leggere tutta la storia, così come Holden.
Il problema è però che, nello sviluppo, di difetti non mancano. Alcuni dialoghi potevano essere fatti in modo migliore ed essere usati per rendere molti passaggi molto più logici. Durante la parte centrale ci sono infatti molti elementi a cui ho trovato difficile dare un senso perfino dopo lo spiegone finale. Forse è perché lo sceneggiatore ha deciso di mettere mooolta carne sul fuoco, forse lo devo rileggere, ma secondo me l'idea poteva essere gestita meglio.
Disegni non eccezionali nè troppo caratteristici. Belli e basta, diciamo, soprattutto nel caratterizzare Holden
Spoiler: mostra
e la sua "ex"
.
In totale una storia che ho tanta voglia di rileggere perché mi è piaciuta, retta soprattutto dall'idea principale, ma non priva di difetti che non la rendono il capolavoro che, molto probabilmente, poteva essere.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Giovedì 25 Ago 2016, 14:36:31
@ Dani_Delux

A me, come avevo scritto in precedenza è piaciuto tantissimo, più che per il soggetto, proprio per la sceneggiatura, il non detto è inquietante e si insinua
Spoiler: mostra
quel senso di di colpa che come un virus è subdolo ma attacca tutti ed è alla base delle mille contraddizioni umane
.
Ripeto sarà l'argomento a cui sono molto sensibile, ma mi sembra davvero condotto in modo magistrale.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Dani_Delux - Giovedì 25 Ago 2016, 15:33:31
@ Dani_Delux

A me, come avevo scritto in precedenza è piaciuto tantissimo, più che per il soggetto, proprio per la sceneggiatura, il non detto è inquietante e si insinua
Spoiler: mostra
quel senso di di colpa che come un virus è subdolo ma attacca tutti ed è alla base delle mille contraddizioni umane
.
Ripeto sarà l'argomento a cui sono molto sensibile, ma mi sembra davvero condotto in modo magistrale.

E su questo hai ragione, la parte del
Spoiler: mostra
senso di colpa di Holden
funziona molto bene, ma sul non detto avrei alcune cose da aggiungere. Alla fine, quel non-detto poteva davvero funzionare se non fosse stato che alla fine lo sceneggiatore spiega tutto. E il fatto che perfino dopo la spiegazione qualche passaggio risulta poco logico stona un po'. Ecco, poteva lasciare comunque un senso di inquietudine alla fine cercando di non spiegare tutto nei minimi dettagli ma, beh, non l'ha fatto.
Comunque come ripeto è un albo che mi è piaciuto ma non l'ho trovato un capolavoro. Però avendo letto solo numeri tra i primi 150 e comprando i nuovi Dylan solo qualche volta d'estate (e quello del'anno scorso, Gli Abbandonati, non che mi fosse piaciuto molto) credo che si alzi molto dalla media generale degli ultimi anni, vedendo in giro.
Quindi forse la vediamo diversamente  ;)

Spoiler: mostra
 So che non c'entra ma potresti dirmi i tuoi albi preferiti? Così per curiosità sperando di crearci una bella discussione in cui si possono unire altri utenti

Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Giovedì 25 Ago 2016, 19:39:25
Io leggo Dylan Dog dal 91 circa, il primo che ho comprato è stato I Vampiri.
Il mio albo preferito in assoluto è "La dama in nero" e "Il castello della Paura" mitica storia in due parti in cui c'è tutto, mistero, horror, ironia.
A seguire "la zona del crepuscolo", "I delitti della mantide", "La governante", "L'occhio del gatto" con un Saudelli meraviglioso.
Per rimanere nel vecchio corso, nell'era Recchioni mi è piaciuto tantissimo "Il prezzo della carne", ma più o meno ho trovato cose piacevoli in tutti.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Solomon Cranach - Giovedì 25 Ago 2016, 21:35:14
Molto bella anche Mater Morbi :)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Giovedì 25 Ago 2016, 22:55:32
@ Solomon Cranach

Sì, ma per qualche motivo non mi è rimasta molto impressa nella memoria.
A differenza di quest'ultimo albo il tema mi è fin troppo abituale per stupirmi e coinvolgermi troppo.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Venerdì 26 Ago 2016, 08:47:37
Io leggo Dylan Dog dal 91 circa, il primo che ho comprato è stato I Vampiri.
Il mio albo preferito in assoluto è "La dama in nero" e "Il castello della Paura" mitica storia in due parti in cui c'è tutto, mistero, horror, ironia.
A seguire "la zona del crepuscolo", "I delitti della mantide", "La governante", "L'occhio del gatto" con un Saudelli meraviglioso.
Per rimanere nel vecchio corso, nell'era Recchioni mi è piaciuto tantissimo "Il prezzo della carne", ma più o meno ho trovato cose piacevoli in tutti.
Il prezzo della carne è a mio avviso un albo bello che ammicca al primo periodo scavi : tanti testi di canzoni e mistero parzialmente irrisolto . Aspetto con ansia le celebrazioni del trentennale
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Venerdì 26 Ago 2016, 16:59:20
anch'io aspetto il trentennale, ma devo dire che questo nuovo corso mi piace molto, nonostante fossi scettica all'inizio.
Quello che mi piace è la creazione di storie, anche se non sempre del tutto riuscite, mai banali, mai scontate; oltre al fatto che i disegnatori sono davvero notevoli!
Mi dispiace un po' la marcia indietro sulle copertine, ma avranno avuto i suoi buoni motivi.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Paperinika - Venerdì 26 Ago 2016, 20:24:54
Molto bella anche Mater Morbi :)
Dopo la parodia di Dylan Top mi ero incuriosita notevolmente al personaggio, e, per un curioso giro di coincidenze, questa è la prima storia che ho letto del personaggio, alcuni mesi fa.
Come primo approccio, direi che è stato bello forte... vuoi per la profondità con cui è stato trattato - magistralmente, oserei dire - l'argomento, con la dovuta ambiguità e "pesantezza" (intesa come contrario di leggerezza d'animo, quindi non vuole essere una cosa dispregiativa), vuoi per i trascorsi personali non troppo distanti dall'argomento. E' stata una storia che mi ha colpito molto, a lettura ultimata era quasi come se avessi preso un pugno nello stomaco, per quanto è diretta e schietta... ma accidenti, se mi è piaciuta!
Non so dire quanto questa storia possa considerarsi atipica o meno all'interno della produzione del personaggio, ma di certo vedrò di leggere volentieri anche altri episodi.
Su consiglio di Luxor ne ho già identificati alcuni, quindi probabilmente nelle prossime settimane interverrò ancora su questo topic (sperando di non spararle troppo grosse).
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Solomon Cranach - Venerdì 26 Ago 2016, 21:12:42
E' una storia decisamente atipica: l'"orrore" che si trova a vivere Dylan è diversamente dai mostri o dalle creature soprannaturali che affronta in altri albi, umanissimo.

La lettura mi lasciò un po' sconvolto, anche se ora che ho avuto modo di convivere anch'io con una malattia, come il buon Dylan, riesco un po' a capire quello che dovette provare Recchioni, l'autore della storia, nella quale riversò le sue (purtroppo) esperienze personali.
Molto forti, in questo senso, le allucinanti scene in ospedale, ben più "paurose", a mio parere, di quelle ambientate nella realtà onirica di Mater Morbi.

Bellissimi i disegni (non troverai tanti disegnatori, fra gli autori di Dylan Dog, altrettanto bravi). Ma d'altronde li ha realizzati quel geniaccio di Carnevale, non ci si poteva aspettare di meno ;)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Sabato 27 Ago 2016, 13:10:04
anch'io aspetto il trentennale, ma devo dire che questo nuovo corso mi piace molto, nonostante fossi scettica all'inizio.
Quello che mi piace è la creazione di storie, anche se non sempre del tutto riuscite, mai banali, mai scontate; oltre al fatto che i disegnatori sono davvero notevoli!
Mi dispiace un po' la marcia indietro sulle copertine, ma avranno avuto i suoi buoni motivi.
Allora ..sicuramente le storie sono tornate a far paura e a livello di sceneggiatura e disegni la qualità è tornata in alto. Ma alla fine la continuity e le tante novità promesse mi pare che vadano in modo molto rallentato... Più che un passo in avanti mi é parso un tornare al passato...vediamo ora che accadrà col ritorno di Sclavi..per i novizi consiglio caldamente di recuperare i primi storicizzare numeri ..non ce ne è uno sbagliato
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Dani_Delux - Sabato 27 Ago 2016, 14:05:42
Io leggo Dylan Dog dal 91 circa, il primo che ho comprato è stato I Vampiri.
Il mio albo preferito in assoluto è "La dama in nero" e "Il castello della Paura" mitica storia in due parti in cui c'è tutto, mistero, horror, ironia.
A seguire "la zona del crepuscolo", "I delitti della mantide", "La governante", "L'occhio del gatto" con un Saudelli meraviglioso.
Interessante, anche io ho letto La Dama in Nero e il Castello della Paura  e l'ho trovata una storia davvero bella, ma non la mia preferita.
Ora, trovo sempre un po' difficile scegliere un "preferito", quindi mi limito a dire un po' in modo sparso degli albi che mi hanno colpito tantissimo e che mi sono piaciuti a livelli esagerati (oltre alla dama in nero): parto con Mefistofele, che è la perfezione. Uscita in Dylan Dog speciale 4, ha una trama davvero fantastica e uno Sclavi ai massimi livelli. Molte sequenze sono qualcosa che deve entrare nella storia del fumetto italiano. Tutto accompagnato da un Roi fantastico che riesce a dare dei disegni perfetti. La storia che qualsiasi fan di Dylan deve leggere.  :D
Poi ci sono altre storie, tra cui Sette Anime Dannate, Morgana, Graint Gugnol, Accadde domani, Il cervello di Krillex e Il Mondo Perfetto.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Hugh McDuck - Sabato 27 Ago 2016, 15:13:27
Interessante, anche io ho letto La Dama in Nero e il Castello della Paura  e l'ho trovata una storia davvero bella, ma non la mia preferita.
Ora, trovo sempre un po' difficile scegliere un "preferito", quindi mi limito a dire un po' in modo sparso degli albi che mi hanno colpito tantissimo e che mi sono piaciuti a livelli esagerati (oltre alla dama in nero): parto con Mefistofele, che è la perfezione. Uscita in Dylan Dog speciale 4, ha una trama davvero fantastica e uno Sclavi ai massimi livelli. Molte sequenze sono qualcosa che deve entrare nella storia del fumetto italiano. Tutto accompagnato da un Roi fantastico che riesce a dare dei disegni perfetti. La storia che qualsiasi fan di Dylan deve leggere.  :D
Poi ci sono altre storie, tra cui Sette Anime Dannate, Morgana, Graint Gugnol, Accadde domani, Il cervello di Krillex e Il Mondo Perfetto.


Mefistofele è oggettivamente un capolavoro come non concordare?
Alla tua lista aggiungerei "Dopo mezzanotte", "Memorie dall'invisibile", "Ti ho visto morire", "La casa degli uomini perduti".
Albi che avrò riletto cento volte, indimenticabili. Senza dimenticare anche i primi due albi giganti firmati Sclavi con storie eccellenti...
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Lunedì 29 Ago 2016, 18:10:54
Allora ..sicuramente le storie sono tornate a far paura e a livello di sceneggiatura e disegni la qualità è tornata in alto. Ma alla fine la continuity e le tante novità promesse mi pare che vadano in modo molto rallentato... Più che un passo in avanti mi é parso un tornare al passato...vediamo ora che accadrà col ritorno di Sclavi..per i novizi consiglio caldamente di recuperare i primi storicizzare numeri ..non ce ne è uno sbagliato
Più che altro, nonostante le premesse, il microcosmo dylniato si è ridotto praticamente al solo dylan. Trovo che nel nuovo corso non ci sia una buona gestione dei personaggi. Nelle storie c'è quasi sempre solo lui, bloch in pensione, groucho continua ad essere utilizzato in maniera sbagliata, carpenter e rania non incidono mai (anche in questo albo arrivano giusto per incassare il gettone di presenza), john ghost scomparso (tranne il suo cellulare, magari tornerà a farsi vivo in maniera inaspettata)....
I comprimari o si scansano o gli rubano la scena (come succede quando sale in cattedra bloch), sembra non riescano ad essere delle vere spalle.
Io credo che alla serie manchi uno sceneggiatore di riferimento, non un curatore che può solo indirizzare e supervisionare, proprio qualcuno che ne tracci chiaramente la strada, scrivendo una buona parte delle storie e alternandosi ad altri che possono adattarsi a quella caratterizzazione o piuttosto darci una loro interpretazione.
Nella maniera attuale c'è troppa variabilità da un albo all'altro e non solo in termini di qualità. Tutti grandi nomi che lavorano al personaggio ma non vedo un disegno globale. Per dire, i 23 albi del nuovo corso sono stati scritti da 13 sceneggiatori diversi, chi ne ha scritto di più dovrebbe essere la barbato con 4 o 5... Non sono un curatore nè un editor, ma mi sento di dire che, tendenzialmente, in un fumetto periodico la situazione dovrebbe esse l'esatto contrario.
Per adesso continuo a comprarlo spinto, per lo più, proprio dai nomi (casali mi ha conquistato dai tempi di bonerest, poi quebrada e sotto un cielo cattivo, non mi aspettavo niente di meno di una bella storia)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: R-Westbrook0 - Martedì 30 Ago 2016, 03:31:30
Dopo la parodia di Dylan Top mi ero incuriosita notevolmente al personaggio, e, per un curioso giro di coincidenze, questa è la prima storia che ho letto del personaggio, alcuni mesi fa.
Come primo approccio, direi che è stato bello forte... vuoi per la profondità con cui è stato trattato - magistralmente, oserei dire - l'argomento, con la dovuta ambiguità e "pesantezza" (intesa come contrario di leggerezza d'animo, quindi non vuole essere una cosa dispregiativa), vuoi per i trascorsi personali non troppo distanti dall'argomento. E' stata una storia che mi ha colpito molto, a lettura ultimata era quasi come se avessi preso un pugno nello stomaco, per quanto è diretta e schietta... ma accidenti, se mi è piaciuta!
Non so dire quanto questa storia possa considerarsi atipica o meno all'interno della produzione del personaggio, ma di certo vedrò di leggere volentieri anche altri episodi.
Su consiglio di Luxor ne ho già identificati alcuni, quindi probabilmente nelle prossime settimane interverrò ancora su questo topic (sperando di non spararle troppo grosse).

A chi vuole avvicinarsi a DYD, e non ha modo/voglia di cercare nell'usato, consiglio di provare qualche oscar mondadori http://www.sergiobonelli.it/sezioni/1036/pubblicazioni-a-fumetti. Sui grandi siti, tipo amazon, i più vecchi, cioè i migliori  :) ,  sono spesso scontati e con 8/10€ vi portate a casa 5 grandi storie.

Per iniziare direi di partire con :

Tutti gli incubi, tutti i mostri e tutte le donne.

Ahhh a settembre uscirà il nuovo numero della serie " il pianeta dei morti " hypeeeeeeeeee :D
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Luxor - Martedì 30 Ago 2016, 16:50:54
A me è piaciuto davvero tantissimo, non vedo l'ora che tu lo legga così mi dici che ne pensi!

Eccomi qui, solo da poco ho potuto leggere questo numero di Dylan Dog :)

Metto tutto sotto spoiler per sicurezza:

Spoiler: mostra
Veramente un gran bel numero, senza dubbio uno dei migliori dell'epoca Recchioni e che potrebbe benissimo far parte dei primi 100-150 numeri di DyD, prima del successivo, e forse inevitabile, calo :(

La parte del leone in questa storia, e forse proprio per questo motivo è così affascinante, la fa il cervello umano, o ancora meglio la mente, che ha portato praticamente alla follia Holden a tal punto da creare nel lettore un continuo senso di stupore per come si sviluppa la trama misto ad un connubio di curiosità/incredulità, credi di aver trovato la chiave di volta e di aver capito tutto e scopri che non è affatto così :o

Ottime le scene con visuale dal fondo, quelle dove si vede un giovanissimo Dylan, perchè ingannano rispetto alla trama principale, sempre molto belli i richiami a storie e personaggi del passato del nostro Indagatore, totalmente inaspettato, almeno per me, il finale, e quindi ancora più apprezzato :)

Ho letto l'albo già un paio di volte perchè volevo essere sicuro di non aver tralasciato qualche dettaglio e ammetto che il finale mi è piaciuto di più alla seconda lettura perchè all'inizio mi era sembrato quasi banale il fatto che tutti quei problemi fossero sorti per la rottura di una storia d'amore, ma dopo la rilettura ne ho colto meglio il significato e mi ha fatto veramente effetto capire come il male interiore che Holden sapeva aver causato alla compagna lo abbia indotto addirittura a pensare di averle provocato il dolore supremo, e cioè la morte :o

In definitiva è un numero che consiglio anch'io, lo adoro perchè si presta a diverse riletture per capirne significati più o meno nascosti e ringrazio Nubulina per avermelo fatto scoprire ;)


E ora via col trentennale, dopo Remington House arriva finalmente Mater Dolorosa, che aspetto di leggere da quando è stata annunciata e spero di cuore renda merito alla bellissima e struggente Mater Morbi, storia che ha un forte messaggio sociale come Goblin, I Vampiri o Il Marchio Rosso ma che mi ha sempre lasciato qualcosa dentro, un qualcosa di indefinibile che so proverò sempre anche alla centesima rilettura :D

Come avrete capito, Mater Morbi è uno dei miei albi preferiti, al pari di storie come La Zona Del Crepuscolo, Il Castello Della Paura/La Dama In Nero, Memorie Dall'Invisibile, Partita Con La Morte, Il Lungo Addio, Johnny Freak, La Metà Oscura, Finchè Morte Non Vi Separi, Scanner, L'Angelo Sterminatore, ecc. ecc. [smiley=mm4.gif]
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Mercoledì 31 Ago 2016, 06:47:11
Poi ci sono altre storie, tra cui Sette Anime Dannate, Morgana, Graint Gugnol, Accadde domani, Il cervello di Krillex e Il Mondo Perfetto.

di storie che amo di dylan dog ce ne sono parecchie..in ordine sparso mi viene appunto in mente il castello della paura (e la dama in nero) prima storia a puntate della serie, johnny freak, il battito del tempo, oltre quella porta, partita con la morte, fantasmi, il fantasma di anna never, dopo mezzanotte, cagliostro.....anche i primi speciali (quelli a episodi erano perfetti)
.ora dopo 3 anni di gestione Recchioni pare che si stia rialzando il tiro: dopo tante promesse di cambiamenti, solo in parte mantenuti (all'inizio della fase 2 con bloch in pensione e l'introduzione di nuovi personaggi)pareva che tutta l'operazione si fosse un po' arenata (continuity ad esempio che non procedeva ecc ecc) e invece ora mi pare proprio che almeno lo stile stia ritornando come era agli arbori la serie..e' pero' necessario ricordarci CHE NON SIAMO PIU' NEGLI ANNI 80 (e quindi certe cose di allora non le vedremo piu') e, sopratutto noi non siamo piu' le stesse persone di allora... ;D.. aspetto con ansia il numero celebrativo del trentennale...
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Mercoledì 31 Ago 2016, 21:57:51
avete visto la copertina del numero che ha scritto Sclavi? :D :D :D :D
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Giovedì 1 Set 2016, 06:53:40
avete visto la copertina del numero che ha scritto Sclavi? :D :D :D :D
secondo me è geniale e azzeccata..e direi come speravano ha mosso una bella discussione su fb (su chi la considera geniale e chi la considera una cavolata)..ecco cosa scrive Recchioni direttamente sul suo profilo FB:

Dylan Dog 362.

Con tutto il sentimento e l'onestà che posso.

- la copertina è così perché si
sposa con la storia che parla di incomunicabilità, silenzio, e di questo vuoto bianco che ci opprime.

- la copertina è così perché rimanda e omaggia la copertina del libro capolavoro di Tiziano Sclavi "Non è successo niente".

- la copertina è così perché rimanda alla lunga assenza dalle pagine di Dylan di Tiziano.

- la copertina è così perché dopo il Black Album bisognava fare per forza il White Album.

- la copertina è così perché potrete portarla alle fiere e farvela disegnare dagli autori di Dylan.

- la copertina è così per emozionare e far parlare.

- la copertina è così per vendere.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: james joyce - Giovedì 1 Set 2016, 16:46:00
La copertina è un omaggio al White Album dei Beatles che infatti compariranno in questa storia sotto forma di zombie.































... no, però mancava solo questa motivazione.
Approvo totalmente la copertina, comunica la sensazione di silenzio e contemporaneamente di calma e disagio. La giusta copertina dopo... un lungo silenzio.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Giovedì 1 Set 2016, 20:05:28
A me piace molto, è curiosa e poi non esistono immagini per omaggiare il ritorno di Sclavi!
Non ho ancora preso il numero del mese che dovrebbe essere della Barbato. Qualcuno ne sa qualcosa?
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Solomon Cranach - Giovedì 1 Set 2016, 20:29:13
O magari in Bonelli hanno preso spunto dalla variant di PK Giant 1! ;D
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Venerdì 2 Set 2016, 00:12:04
Povere le mie tasche ..ho appena sfogliato preview di novembre e ci saranno diverse uscite importanti ( in tutti i sensi ) per festeggiare i 30 anni dell'indagatore dell'incubo ..
A parte l'edizione lusso con extra del ritorno a casa di sclavi , va segnalato il dvd + libro del documentario nessuno siamo perfetti ( su sclavi ) e il volume speciale sui 30 anni di dylan dog che racconta a mó di diario la realizzazione di alcune storie capolavoro ..
Questo e altro qui
https://issuu.com/previewbb/docs/preview_11
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: DarkSideOfQuack - Venerdì 2 Set 2016, 21:27:40
Non le capisco 'ste polemiche sulla cover... adesso un editore o autore non ha neanche la libertà di fare la copertina come vuole?

Che poi, vuoi mettere la possibilità di sfruttare questo albo scritto da Sclavi per eventuali sketch degli autori?  :P
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Lunedì 5 Set 2016, 17:47:12
Non ho ancora preso il numero del mese che dovrebbe essere della Barbato. Qualcuno ne sa qualcosa?
L'ho preso io e me ne pento, brutto davvero. Più che altro non sembra nemmeno scritto dalla barbato. Una trama esile, che non viene mai sviluppata, solo una sequenza di scene splatter, senza approdare davvero a qualcosa. Sembra uno slasher movie, di quelli pessimi però, proprio girati con i piedi e destinati al direct-to-video, dato che il genere è morto una ventina d'anni fa. Per di più c'è battuta di dylan che trovo davvero pessima e out-of-character
Spoiler: mostra
(come direbbe gandalf il grigio, "tu non puoi passare")
.
I disegni invece non riesco a definirli, mi danno una sensazione strana, forse è l'inchiostrazione, ma pur sembrandomi molto belli è come se non riuscissi a vederli bene, a metterli a fuoco, c'è qualcosa che mi disturba la vista, è capitato anche a qualcun altro?
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Zapotek - Mercoledì 14 Set 2016, 22:03:31
Sono d'accordo con piccolobush. Sul Fondo , il 359, è stato un buon numero, nulla di eccezionale ma una buona storia d'atmosfera.

L'ultimo numero Remington House invece mi ha deluso parecchio, tanto splatter  gratuito e in salsa paranormale, ma senza un canovaccio solido che reggesse questa sequenza di squartamenti. Una storia insipida da B movie del genere horror e fatta di rimandi cinematografici piuttosto banali. Insomma davvero uno scivolone per la Barbato che ultimamente mi era sembrata una garanzia di "solidità narrativa" per Dylan e non solo. Evidentemente erano tutti troppo presi per il trentennale ormai alle porte, a me è sembrato un numero "riempitivo" realizzato senza grosse idee. Tra le peggiori del ciclo Recchioni.

p.s. sui disegni dell'ultimo numero non ho avuto problemi, peraltro davvero pregevoli. Mi sono piaciuti un po' meno quelli di Marco Nizzoli nel numero precedente.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Venerdì 16 Set 2016, 14:54:58
uno scivolone per la Barbato che ultimamente mi era sembrata una garanzia di "solidità narrativa" per Dylan
Ridendo e scherzando, la barbato è su dylan da più di 15 anni, seppur con una produzione non immensa. Ma se nella prima parte della sua "carriera" l'ho sempre difesa (anche qua, basta scorrere indietro le pagine) perchè vedevo qualcosa di intrigante nei suoi lavori, al di là di alcuni difetti e di caratterizzazioni non sempre gradite, da quando ha rallentato molto la produzione (dal 2007 in poi ha scritto anche meno di una storia l'anno, con eccezione di questo ultimo), trovo che sia peggiorata notevolmente, alternando storie troppo pretenziose (il santuario, mai più ispettore bloch,...) ad altre proprio tirate via (la morta non dimentica, quella di questo mese,...), boh, non capisco se è stanca di scrivere dylan dog o stanca di scrivere del tutto. Ricordo che dopo aver iniziato a scrivere per bonelli, cominciò anche la sua attività di scrittrice di noir e sembrava fosse un crack (comprai "bilico" e mi era piaciuto), contratto con mondadori per un tot di libri, etc... ora anche in questo ambito sembra ferma
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: james joyce - Venerdì 16 Set 2016, 21:41:31
Avete letto Ut (sempre Barbato)?
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Zapotek - Sabato 17 Set 2016, 20:24:08
(dal 2007 in poi ha scritto anche meno di una storia l'anno, con eccezione di questo ultimo), trovo che sia peggiorata notevolmente, alternando storie troppo pretenziose (il santuario, mai più ispettore bloch,...) ad altre proprio tirate via (la morta non dimentica, quella di questo mese,...),

Hmm non so, la mia è più una sensazione a pelle, non ho proprio ben impressa in mente tutta la sua produzione, però è da un po' che gioca un ruolo non proprio di secondo piano nella produzione Bonelli, tra DD , Storie e Romanzi a Fumetti UT. La mia impressione è un po' diversa, cioè secondo me inizialmente aveva idee ma non venendo da un "retroterra" fumettistico ben definito forse andava un po' a braccio , romanzi e fumetti sono due mezzi diversi, seppure simili. Ultimamente mi sembra più padrona del mezzo fumetto e lo notavo nel ritmo narrativo e nella capacità di gestire la storia nell'arco delle 100 pagine o giù di lì, mentre prima secondo me faceva fatica in questo. Mi pare lo abbia ammesso lei stessa in una intervista. Lo avevo notato anche nei numeri precedenti di Dylan targati Barbato, che mi erano piaciuti molto, senza andare troppo a ritroso nel tempo, come Gli Abbandonati, La Morta non dimentica, E cenere ritornerai, L'uomo dei tuoi sogni . So che è un'autrice che spesso divide, ma personalmente mi era sembrata una Barbato più sicura e solida, che almeno ti garantiva una storia di discreto livello. PEr non parlare di quel gran bel racconto di Sighma di RaF, che è del 2008.  Poi magari capita la storia sciapa come in questo caso ma spero sia solo uno scivolone.

Sulla sue velleità romanzesche , non so. Ma non nascondo che mi piacerebbe leggere qualcosa di suo e di più recente.

Avete letto Ut (sempre Barbato)?

No , mi spiace. Dovrei recuperare anche questa! damn.

Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Solomon Cranach - Domenica 18 Set 2016, 14:16:45
La consiglio anch'io Ut, molto bella :)
E poi ha i disegni fenomenali di un ispiratissimo Roi! Vale la pena acquistarla anche solo per il comparto artistico, credetemi ;)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Garalla - Domenica 18 Set 2016, 16:07:26
La consiglio anch'io Ut, molto bella :)
E poi ha i disegni fenomenali di un ispiratissimo Roi! Vale la pena acquistarla anche solo per il comparto artistico, credetemi ;)

Non concordo affatto. Sul "Vale la pena anche solo per il comparto artistico".
Non mi esprimo sulla storia nella sua globalità ma i primi numeri li ho trovati sia criptici (che ci può stare) che soporiferi. E non ho ancora trovato lo stimolo per leggere gli ultimi tre numeri (li ha acquistati mio fratello perché graficamente gli piacevano).

Ciò detto penso che acquisterò i prossimi due numeri di Dylan (un po' la ricorrenza del trentennale, un po' il ritorno di Sclavi rendono i prossimi due numeri un evento apparentemente imperdibile) e lo speciale annuale (la versione Pianeta dei Morti mi ha conquistato e le storie di quel filone voglio continuarle) ma non penso che continuerò con le letture regolari..
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Lunedì 19 Set 2016, 11:06:24
è da un po' che gioca un ruolo non proprio di secondo piano nella produzione Bonelli, tra DD , Storie e Romanzi a Fumetti UT
Infatti io mi riferivo solo a DD. "Le storie" sono un caso a parte, non equiparabili a un fumetto periodico con protagonisti fissi, UT invece non l'ho preso proprio perchè scoraggiato dall'accoppiata barbato/roi

Citazione
La mia impressione è un po' diversa, cioè secondo me inizialmente aveva idee ma non venendo da un "retroterra" fumettistico ben definito forse andava un po' a braccio , romanzi e fumetti sono due mezzi diversi, seppure simili. Ultimamente mi sembra più padrona del mezzo fumetto e lo notavo nel ritmo narrativo e nella capacità di gestire la storia nell'arco delle 100 pagine o giù di lì, mentre prima secondo me faceva fatica in questo
Certo all'inizio si vedeva che era poco padrona del mezzo, e più volte mi è toccato difenderla, soprattutto sugli infiniti spiegoni conclusivi, però aveva delle idee per me valide e a suo modo originali sul come scrivere dylan. Ora che sicuramente ha preso confidenza con la scrittura, sembra siano finite le idee o forse semplicemente si sta adeguando alle direttive del nuovo corso, non so...

Citazione
Sulla sue velleità romanzesche , non so. Ma non nascondo che mi piacerebbe leggere qualcosa di suo e di più recente.
Purtroppo si trovano, tramite amazon, solo e-book o dei remainders (su ibs nemmeno quelli), il che vuol dire che forse non hanno venduto tantissimo però almeno spendi poco ;)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Mercoledì 28 Set 2016, 18:56:27
Oggi almeno al mio paesello è uscito l'albo del trentennale.aspetto stasera per leggerlo sotto le coperte .Ammetto cmq di essere si molto curioso ma anche preoccupato : se è vero che pare molto sprezzanti nelle anteprime è anche vero che ultimamente gli albi celebrativi non mi hanno fatto molto impazzire
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Mercoledì 28 Set 2016, 22:21:19
@ Fillo Sganga

Io aspetto a gloria domani... comunque varrà la pena anche solo per i disegni di Cavenago, da quello che ho visto sono magnifici.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: paolobar - Giovedì 29 Set 2016, 13:36:00
Per chi può essere interessato, alla Mondadori (on line e in alcuni store selezionati) si può prenotare la copia del trentennale con variant cover e autografata da Giampiero Casertano, e dovrebbe costare meno di quella 'regolare'.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Luxor - Giovedì 29 Set 2016, 15:53:37
Per chi può essere interessato, alla Mondadori (on line e in alcuni store selezionati) si può prenotare la copia del trentennale con variant cover e autografata da Giampiero Casertano, e dovrebbe costare meno di quella 'regolare'.

Ma è la stessa variant di Lucca con copertina disegnata da Zerocalcare?

Puoi mettere un link? Grazie :)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Giovedì 29 Set 2016, 19:30:11
Per chi può essere interessato, alla Mondadori (on line e in alcuni store selezionati) si può prenotare la copia del trentennale con variant cover e autografata da Giampiero Casertano, e dovrebbe costare meno di quella 'regolare'.
c'è un po' di confusione...non stiamo parlando della variant del numero del trentennale ma della versione da libreria solo per Mondadori del ritorno di Sclavi
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Solomon Cranach - Giovedì 29 Set 2016, 19:53:25
Allora, com'è questo Mater Dolorosa? :)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Luxor - Giovedì 29 Set 2016, 23:22:42
Grazie a Fillo per il chiarimento ;)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Solomon Cranach - Venerdì 30 Set 2016, 19:56:07
Copio-incollo da un altro forum un mio intervento:

Mater Dolorosa (Recchioni/Cavenago)

Non sono convinto. Ho adorato Mater Morbi qualche anno fa, e quindi, complice anche il trentennale, ho deciso di recuperare dopo molto tempo un albo di Dylan Dog (cosa che farò sicuramente anche per quello di Sclavi in uscita il prossimo mese).
Non sono convinto perché ciò che rendeva grande Mater Morbi era la lotta intimissima e personale di Dylan contro la malattia, mentre questo Mater Dolorosa mette in scena una storia dal respiro decisamente "epico" che c'entra molto poco con le atmosfere della storia precedente. Farne un calco non avrebbe convinto nessuno e sarebbe stato assolutamente inutile, ma neanche questa operazione può dirsi riuscita, e paradossalmente lo sceneggiatore è quel Roberto Recchioni (mi dicono criticatissimo dai fan di Dylan Dog per le sue scelte come curatore della testata) che aveva scritto pure i testi di Mater Morbi.
Non sono convinto perché un albo commemorativo deve contenere tutti gli elementi che hanno fatto grande una serie, ma questo mi sembra invece un mischione di tutte le trovate che sono state proposte in questi anni e che hanno avuto un qualche riscontro di pubblico: ci sono gli zombie della miniserie Il pianeta dei morti, che ho letto e che posso comprendere perché abbia avuto tanto successo, c'è il ritorno della continuity, con la storia del padre e della madre di Dylan (anche se personalmente la trovo se possibile ancora più incasinata e incomprensibile dei mallopponi Marvel), c'è la stessa sottotrama di Mater Morbi, che fece molto parlare di sé. Un numero fatto per arrivare alla pancia dei lettori, inserendoci quasi "a forza" tutte le cose che Bonelli ha capito che sono state gradite dai suoi fedelissimi.
Non sono convinto perché è una storia estremamente verbosa, e che tuttavia dice poco: Recchioni parla di temi importantissimi come la sofferenza e la morte, e tuttavia lo fa in modo molto superficiale e quasi "sofistico", imbastendo ragionamenti molto astratti, e verso i quali si può nutrire molta poca empatia o comprensione.
Sono convinto da Cavenago, che fa un lavoro semplicemente straordinario con i personaggi, con i colori (M-E-R-A-V-I-G-L-I-O-S-I-!), con la sensualissima Mater Morbi. E' forse una delle storie dal punto di vista grafico più sperimentali mai apparse in Bonelli (il che non equivale a dire che sia una storia particolarmente sperimentale, solo che comparandola con altre dello stesso editore ha quel qualcosa in più). Piccole trovate, come la, forse, prima doppia splash page in assoluto che vedo in un fumetto Bonelli (specifico: in un fumetto Bonelli classico - non sono sicuro che in testate più "moderne", come Orfani, non sia stato fatto già qualcosa del genere, ma d'altronde io non lo seguo, Orfani). Davvero, cose come la succitata doppia splash page, o gabbie di vignette più libere, sono cosette da poco, ma viste nell'ottica del fumetto Bonelli potrebbero essere un primo, importante passo per svecchiare, se non le storie, perlomeno il loro comparto grafico.
In sintesi, compratelo, perché è un gran bel vedere e merita anche solo di essere visto. Però fate come mio nonno, che poveretto non aveva mai avuto un buon rapporto con la parola scritta, e guardate solo le figure.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Dani_Delux - Venerdì 30 Set 2016, 20:24:07
Ho letto solo le prime 40 pagine per ora.
Dico solo una cosa: i disegni di Cavenago sono qualcosa di altamente stupendo: e non si tratta solo di quella paginetta che conoscevamo ma di TUTTE le pagine che fin ora ho visto,e  sfogliandolo velocemente ho notato davvero tantissime splash page. Bellissime anche le vignette quadruple.
Quando l'avrò finito e analizzato ben bene ne parlerò anche qui.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Zapotek - Mercoledì 19 Ott 2016, 20:07:05
Finalmente ho finito di leggere Mater Dolorosa e do le mie prime impressioni "a caldo". I disegni sono assolutamente straordinari, esaltati dai colori, dall'atmosfera e dalle ambientazioni marinare. Cavenago ha veramente tirato fuori il meglio di sè, il suo lavoro vale da solo l'acquisto di questo numero.

La storia è buona, scorrevole, va a ripescare nel (tra)passato di Dylan, in quella storyline tracciata dai tanti numeri precedenti (e che vedono come protagonisti Morgana e Xabaras : per chi non conosce l'origine del personaggio consiglio di riprendere numeri come il 100 - La storia di Dylan Dog, il 121 - Finché morte non vi separi, 151 - Il lago nel cielo, 200 - Il numero duecento , 241 - Xabaras!, 242 - In nome del padre, 300 - Ritratto di famiglia.). Qui pero' l'esito finale è rivisto in un'altra chiave. Appare un'altra oscura signora. La storia non manca di fascino e di azione e si lascia leggere piacevolmente. E' la trama migliore per un numero celebrativo così importante per i lettori di Dylan Dog? onestamente, forse si poteva tirare fuori dal cilindro qualcosa di più incisivo o quantomeno di più personale e d'impatto. Per carità, è solo una mia impressione, ma non mi ha lasciato una sensazione forte.

Il riferimento nel titolo a "Mater Morbi" è stato un può fuorviante, probabilmente mi aspettavo di qualcosa di più collegato a quella storia e personalmente sono rimasto un po' spiazzato. La sofferenza presentata in questo numero, più onirica, e metaforica e soprattutto più legata all'origine del personaggio Dylan , ha poco a che vedere con quel tipo di sofferenza fisica e reale che invece assumeva un'importanza fondamentale in quel numero e che apriva spazi a tante riflessioni, anche rivolte al sociale. Probabilmente lo stesso Recchioni era riuscito a trasmettere più della sua esperienza personale in quel numero che in questo, sebbene qualche frase sembri ritornare sull'argomento. Ripeto, la storia mi è piaciuta, è bella, forse però mi aspettavo qualcosa di diverso, di più reale, anche perchè non so quanto questo episodio aggiunga "qualitativamente" alla continuity, alla storia di Dylan,  rispetto a quello che era già stato detto in altri numeri precedenti. Peraltro in certi passaggi mi è sembrato come se la storia "facesse l'inchino", per lasciare spazio ai spettacolari disegni di Cavenago, perdendo però un po' di densità narrativa e sembrando leggerina in alcuni punti.

In breve, gran bel numero, non memorabile.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Nebulina - Giovedì 20 Ott 2016, 11:10:52
A me è piaciuta tantissimo, proprio per quell'atmosfera da sogno, non si capisce bene dove inizia questo e dove la realtà.
Anche il tanto criticato discorso di Dylan-bambino è secondo me, un ricordo rielaborato dalla mente sofferente di un adulto.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Zapotek - Giovedì 20 Ott 2016, 17:08:08
Anche il tanto criticato discorso di Dylan-bambino è secondo me, un ricordo rielaborato dalla mente sofferente di un adulto.

Si è una chiave di interpretazione molto plausibile, anche perchè i commenti sembrano troppo adulti e profondi per uscire dalla bocca di un bambino, sebbene Dylan sia un bambino "speciale".

p.s. Nubulina scusa l'O.T aspettavo un tuo comento sul ritorno di Myrna nel topic di Julia :'(  non l'ho letto ma ero curioso.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Dani_Delux - Giovedì 20 Ott 2016, 17:55:31
Copio e incollo alcuni pezzi di quello che ho scritto nel mio blog. In totale un numero che mi è piaciuto molto, ma non un capolavoro.

Mater Dolorosa è una storia che principalmente fa tante cose: crea una trama affatto male, lineare nei tutti i suoi incubi, sogni, sogni negli incubi, incubi nei sogni e flashback, celebra il ritorno di Mater Morbi, nella sua affascinante e misteriosa figura, festeggia un trentennale unendo tanti aspetti di Dylan Dog in una veste di citazioni e rimandi, e continua a mettere tasselli su quello che è stato il colpo di autodistruzione di Sclavi, cioè sulla storia di Dylan Dog, tanto conclusa il prima possibile, tanto continuata e continuata da altri autori.
Quello che viene fuori è, come già detto, una bella storia. Non un capolavoro se pensiamo ai testi, ma una bella storia che si riesce a leggere in pochissimo tempo.
Recchioni cita in più parti della storia altri albi, dal 100 al Lungo Addio, mettendoci dentro tutti i personaggi importanti della serie, che a volte rischiano di passare di fretta, dire la propria e magicamente sparire. Il Dylan Dog qui tracciato è tormentato e alla ricerca di se stesso: in quel poco che effettivamente si vede di lui (nella sua veste adulta, si intende) tende ad assomigliare al DellaMorte DellAmore del romanzo di Sclavi, ma anche ancor più a quelo dell'albo Orrore Nero (Dylan Dog Speciale 3) in cui il personaggio compare, recita nelle quasi stesse sequenze del Dylan di quest'albo, e riesce a dare anche a mandare qualcosa di forte. Qui Dylan invece non riesce a farlo, o almeno in modo non completo. La malattia c'è, sì, ma è una cosa veloce, e non scavata nel profondo. Il tutto non riesce a dare al lettore quello che Recchioni probabilmente voleva. In parole povere, la storia non emoziona, e si mantiene su quella buona trama che sembra non volerti mai colpire.
Cioé, in fondo lo vuole, e forse anche troppo.

Uno dei momenti più importanti della storia, la battaglia tra Morgana e Mater Morbi appare come qualcosa fatto di frasi "epiche", e di scene "fatte", in un certo senso, toccando un momento non eccellente della storia che banalizza un po' l'albo, in quello sfaccettamento dei personaggi e della trama che rischia di farlo...Appiattendosi! Esempio è anche John Ghost, qui più enigmatico che mai e tassello quasi principale sul futuro di Dylan Dog, pur comunque non riuscendo in qualche frase o momento (quando cita il multiverso, cosa che si poteva non inserire affatto, o la scena di quando è al ristorante).
La storia creata da Recchioni "interna", cioè non la trama in se ma ciò che comporta nella "storia generale" di Dylan, sia fumetto che personaggio, nel suo creare un passato più preciso funziona, è una cosa che probabilmente molti fan vogliono, e, tralasciando che come idea non può mai essere perfetta o adatta ad un personaggio fatto di oniriche contraddizioni, Recchioni sembra gestirla bene.

Parentesi a parte per i disegni. Cavenago è qualcosa di stupendo, altamente stupendo. Ti prende e ti trascina, ti incute e ti rilassa tramite fantastici giochi di colore. Non troppe linee servono ai suoi personaggi, bensì belle inquadrature e una gabbia spesso modificata. Tantissime splash page che non fanno che far rimanere il lettura affascinato, e addirittura una doppia splash page. Geniale nella scena in cui Dylan esce fuori e uccide gli zombie, potentissimo in tutte le visioni della nave di Mater Morbi, affiancato anche dai suoi bellissimo colori. Perfetto in ogni singola vignetta, Gigi Cavenago è qualcosa che davvero non ti aspetti in un fumetto Bonelli. Mille applausi.

Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Solomon Cranach - Venerdì 2 Dic 2016, 11:14:20
Segnalo che oggi, alle 16:30, Giampiero Casertano, storico copertinista di DD (che ha da pochissimo lasciato il testimone al bravissimo Cavenago), terrà una conferenza in Accademia Albertina a Torino (e io penso proprio che vi parteciperò)!
Peraltro, fino al 13 dicembre, nella stessa Accademia sarà possibile visitare la mostra dedicata a Dylan per il trentennale ;)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: brigo - Venerdì 2 Dic 2016, 12:00:15
Segnalo che oggi, alle 16:30, Giampiero Casertano, storico copertinista di DD (che ha da pochissimo lasciato il testimone al bravissimo Cavenago)

Ma il copertinista non era Angelo Stano? :-?
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Solomon Cranach - Venerdì 2 Dic 2016, 12:03:43
Che lapsus pazzesco  :-[
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Dani_Delux - Venerdì 2 Dic 2016, 14:54:20
Mettiamola così: uno dei più grandi disegnatori di Dylan Dog  ;)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Domenica 8 Gen 2017, 15:04:58
Non ho mica capito come questa Baraldi sia diventata una sceneggiatrice di Dylan. Solo perché è una scrittrice di horror? Una storia a mio parere non solo indegna (un giovane Dylan difficile da accettare) ma scritta veramente male: un lungo flashback pieno di luoghi comuni, comparsate e dialoghi irritanti. La vicenda portante (nuovissima, sì, sì...) è invece ridotta all'osso. A questo punto era meglio fare direttamente un albo ambientato nel passato e continuare con quei deliri finto-moralistici anche per quelle poche inutili tavole che erano stati loro sottratti.
Sono quasi sicuro che se la leggo al contrario riesco a evocare il Fedez vestito da dylan che appare in copertina ;D ;D
Speriamo in Ambrosini e nel suo nuovo lavoro
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Garalla - Domenica 8 Gen 2017, 17:25:27
A Marzo, nei volumi da libreria da 4 storie a 16 € a colori esca un albo dedicato a Xabaras contenente "La notte dei morti viventi", "Morgana", "Storia di Nessuno", "La storia di Dylan Dog".
Per ora del personaggio ho letto solo gli speciali del mondo dei Morti e il numero del 30ennale e questo albo mi intriga e non poco. Cosa ne pensate?
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Hugh McDuck - Lunedì 9 Gen 2017, 08:47:26
A Marzo, nei volumi da libreria da 4 storie a 16 € a colori esca un albo dedicato a Xabaras contenente "La notte dei morti viventi", "Morgana", "Storia di Nessuno", "La storia di Dylan Dog".
Per ora del personaggio ho letto solo gli speciali del mondo dei Morti e il numero del 30ennale e questo albo mi intriga e non poco. Cosa ne pensate?

Premesso che a comprare le ristampe dei singoli numeri nei mercatini spendi meno  ;D, direi che le prime tre sono capolavori assoluti della serie (numeri 1, 25, 43) e anche il numero 100 "La storia di Dylan Dog" è bello, anche se non l'ho mai amato particolarmente...Quindi vai sul sicuro, sempre che ti piaccia il tratto di Stano (a me piace moltissimo tra parentesi).
p. s. se il volume è a colori direi di evitarlo però e comprare gli albi in b/n (a parte il numero 100 che era a colori anche in origine), Stano a colori non rende assolutamente secondo me...
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Garalla - Lunedì 9 Gen 2017, 10:17:18

Premesso che a comprare le ristampe dei singoli numeri nei mercatini spendi meno  ;D, direi che le prime tre sono capolavori assoluti della serie (numeri 1, 25, 43) e anche il numero 100 "La storia di Dylan Dog" è bello, anche se non l'ho mai amato particolarmente...Quindi vai sul sicuro, sempre che ti piaccia il tratto di Stano (a me piace moltissimo tra parentesi).
p. s. se il volume è a colori direi di evitarlo però e comprare gli albi in b/n, Stano a colori non rende assolutamente secondo me...

Su preview è segnato a colori, ma il primo albo della collana dal titolo Angeli e Demoni (con queste storie L’ANGELO STERMINATORE, I MISTERI DI VENEZIA, IL CIELO PUÒ ATTENDERE, IL TOCCO DEL DIAVOLO, LA BELLEZZA DEL DEMONIO, ANGELI E DEMONI. Anche qui accetto consigli se può valerne la pena) era in b/n ma aveva più pagine e costava 15 € per cui la colorazione potrebbe "giustificare" il prezzo maggiore e la foliazione più bassa.
Come dicevo su Dylan sono proprio a digiuno a parte il ciclo del Pianeta dei Morti e l'albo regolare del 30ennale (e mi piacerebbe leggere le storie che hanno "ispirato" quella storia e credo che le 4 dedicate a Xabaras possano aiutarmi) ma avevo visto qualche immagine del numero 1 e non mi faceva impazzire ma non posso dire che non mi piacesse.
Aspetto magari di vederlo dal vivo per giudicare meglio l'eventuale colorazione e se mi piaccia o meno il colore e il tratto e ti ringrazio per questo consiglio.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: UomoCheSapevaTroppo - Lunedì 6 Feb 2017, 05:53:10
Non ho mica capito come questa Baraldi sia diventata una sceneggiatrice di Dylan. Solo perché è una scrittrice di horror? Una storia a mio parere non solo indegna (un giovane Dylan difficile da accettare) ma scritta veramente male: un lungo flashback pieno di luoghi comuni, comparsate e dialoghi irritanti. La vicenda portante (nuovissima, sì, sì...) è invece ridotta all'osso. A questo punto era meglio fare direttamente un albo ambientato nel passato e continuare con quei deliri finto-moralistici anche per quelle poche inutili tavole che erano stati loro sottratti.
Sono quasi sicuro che se la leggo al contrario riesco a evocare il Fedez vestito da dylan che appare in copertina ;D ;D
Speriamo in Ambrosini e nel suo nuovo lavoro

Giudizio su Cronodramma?
Comunque Gli Anni Selvaggi a me è piaciuto tanto, di certo non innovativo come temi e come gestione degli stessi, ma si sposa bene con l'anima comunque classicamente bonelliana di Dylan per me, interessante poi la fase post alcolizzata di DYlan, magari la rirpenderanno nel dettagliio...
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: R-Westbrook0 - Sabato 11 Feb 2017, 11:47:28

Giudizio su Cronodramma?

Per me è un gran bell'albo, torna il bambino arlecchino del n. 325 " Una nuova vita ".

Però non è un seguito, quindi anche se non hai letto quel numero, che comunque è ottimo e consiglio di recuperarlo, puoi prendere tranquillamente questo.

Ah, è un numero anche abb particolare visto che è disegnato a 4 mani da Ambrosini (anche sceneggiatore) e Dell'Edera.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: UomoCheSapevaTroppo - Lunedì 13 Feb 2017, 04:41:48

Per me è un gran bell'albo, torna il bambino arlecchino del n. 325 " Una nuova vita ".

Però non è un seguito, quindi anche se non hai letto quel numero, che comunque è ottimo e consiglio di recuperarlo, puoi prendere tranquillamente questo.

Ah, è un numero anche abb particolare visto che è disegnato a 4 mani da Ambrosini (anche sceneggiatore) e Dell'Edera.

No no ho tutto Dylan dall'86 a oggi, speciali e extra compresi, una faticata completare la collezione :D
"Purtroppo" Dylan ce l'ho nel sangue e ormai non posso non comprare sempre tutto, buchi in collezione vietati :D
Era più un "quindi piccolobush alla fine che ne pensi?" (:

Concordo col tuo giudizio comunque
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: piccolobush - Mercoledì 15 Feb 2017, 19:14:14

Giudizio su Cronodramma?
Ciao Marco, scusa se rispondo solo ora ma non avevo visto. Giudizio ancora nessuno poiché non ho avuto modo di leggerlo e mi ci vorrà ancora dato che sono all'estero. Però è di ambrosini e quindi sono molto fiducioso
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: UomoCheSapevaTroppo - Venerdì 17 Feb 2017, 04:20:15
Ciao Marco, scusa se rispondo solo ora ma non avevo visto. Giudizio ancora nessuno poiché non ho avuto modo di leggerlo e mi ci vorrà ancora dato che sono all'estero. Però è di ambrosini e quindi sono molto fiducioso

Tranquillo, io leggo molto e scrivo poco, mancavo da troppo anzi :D
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Luxor - Martedì 21 Feb 2017, 19:01:16
Annunciata la copertina del volume Bao di Mater Dolorosa, disegnata da Cavenago :)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Garalla - Mercoledì 22 Feb 2017, 09:14:39
Bella cover ma mi accontento dell'edizione bonelli originale.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Solomon Cranach - Mercoledì 22 Feb 2017, 10:00:32
Storia abbastanza terribile (salvo i meravigliosi disegni)... Personalmente non spenderei quei 15-20 euro che Bao solitamente chiede per queste edizioni di lusso (http://forum.multiplayer.it/images/faccine/asd.gif)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Solomon Cranach - Mercoledì 1 Mar 2017, 15:27:15
No, vabbé, iniziativa spettacolare per chi non ha mai potuto leggere le storie di Sclavi (http://comicus.forumfree.org/html/emoticons/aboccaperta.gif)
Da maggio, con cadenza mensile, verranno riproposte le avventure di Dylan sceneggiate dal suo creatore, ricolorate a "retina" (e opacizzate), in stile fumetto retrò anni '50. I volumi saranno cartonati 23,5x17, ospiteranno un ricco apparato redazionale (circa una decina di pagine), avranno una cover inedita firmata da Cavenago (ormai una garanzia :D), e saranno venduti all'"esorbitante" prezzo di 4,90 €!
L'unica cosa da capire è se sarà o no una ristampa integrale dei lavori del Maestro: il primo volume non coincide infatti con il primo, storico numero (forse perché in questo periodo sarà riproposto anche nel volume brossurato dedicato a Xabaras), ma è il decimo albo di DD, Attraverso lo specchio (con i disegni di Casertano).
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Dani_Delux - Sabato 4 Mar 2017, 21:27:14
Sembra una iniziativa bellissima, non solo per quello che vuole offrire, ma anche per il prezzo, che sembra eccezionale. Sinceramente, tra le tante storie che ho letto del primo Dyd , Attraverso Lo Specchio era stata lasciata a metà. E il motivo è che era contenuta nel volume del corriere con Memorie dall'Invisibile, e io preso dalla lettura di questa ho fatto passare il mese senza leggere l'altra  ;D Il primo numero lo prenderò sicuramente, quindi. Anche se non credo sia una ristampa integrale, penso si buttano su una specie di best of ;)
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: gallagher81 - Martedì 14 Mar 2017, 16:48:05
Da buon dylaniano prenderò mater morbi e l altra collana.. :D
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: paolobar - Mercoledì 15 Mar 2017, 00:49:58
http://www.becomics.it/dylan-dog-color-fest/
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Zapotek - Sabato 6 Mag 2017, 16:56:35
Ho preso Attraverso lo Specchio, lla ristampa "speciale" a colori dei numeri di Dylan firmati Sclavi. La colorazione sembra fatta bene, l'editoriale non è male anche se me lo aspettavo più lugo. Onestamente non mi piace la qualità della carta sia delle pagine che della copertina, sembra carta reciclata presa  e messa lì , insomma ha davvero scarso appeal "deluxe", potevano presentarla molto meglio, colorarla, insomma renderla più bella esteticamente.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Domenica 7 Mag 2017, 12:09:34
Ho preso Attraverso lo Specchio, lla ristampa "speciale" a colori dei numeri di Dylan firmati Sclavi. La colorazione sembra fatta bene, l'editoriale non è male anche se me lo aspettavo più lugo. Onestamente non mi piace la qualità della carta sia delle pagine che della copertina, sembra carta reciclata presa  e messa lì , insomma ha davvero scarso appeal "deluxe", potevano presentarla molto meglio, colorarla, insomma renderla più bella esteticamente.
Ma secondo me e' un operazione voluta..anche in funzione dei costi dell'operazione (4.90 euro per una collana cartonata e a colori e' veramente un ottimo prezzo)... l'idea era di ricordare i vecchi fumetti horror americani e a parte la rilegatura inesistente il tipo di carta era quella. e' a mio avviso un operazione coraggiosa (non so ormai quanto abbiano ristampato le prime mitiche storie di dyd) ma sicuramente da supportare ..e perche' no, SOPPORTARE.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Zapotek - Domenica 7 Mag 2017, 21:02:05
Ma secondo me e' un operazione voluta..anche in funzione dei costi dell'operazione (4.90 euro per una collana cartonata e a colori e' veramente un ottimo prezzo)... l'idea era di ricordare i vecchi fumetti horror americani e a parte la rilegatura inesistente il tipo di carta era quella. e' a mio avviso un operazione coraggiosa (non so ormai quanto abbiano ristampato le prime mitiche storie di dyd) ma sicuramente da supportare ..e perche' no, SOPPORTARE.

Si certo il costo non e`affatto male, ma proprio perche`si tratta di storie gia`abbondantemente ristampate, secondo me questa operazione aveva un certo senso se presentata in chiave prettamente deluxe e per collezionisti, anche a un paio di euro in piu`. Ormai con l`avvento dei prodotti digitali il mercato editoriale sta andando apertamente in questo senso, anche con i libri si presta molta attenzione alla cover rigida e ricercata, alle illustrazioni interne. La storoa in se`si trova in qualsiasi formato, quindi fondamentalmente acquisti come ti viene ripresentata e secondo me qualcosina in piu`si poteva fare, fermo restando che rimane comunque un`ottima iniziativa da supportare, continuero`infatti ad acquistare gli altri numeri.
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Fillo Sganga - Martedì 9 Mag 2017, 07:08:55

Si certo il costo non e`affatto male, ma proprio perche`si tratta di storie gia`abbondantemente ristampate, secondo me questa operazione aveva un certo senso se presentata in chiave prettamente deluxe e per collezionisti, anche a un paio di euro in piu`. Ormai con l`avvento dei prodotti digitali il mercato editoriale sta andando apertamente in questo senso, anche con i libri si presta molta attenzione alla cover rigida e ricercata, alle illustrazioni interne. La storoa in se`si trova in qualsiasi formato, quindi fondamentalmente acquisti come ti viene ripresentata e secondo me qualcosina in piu`si poteva fare, fermo restando che rimane comunque un`ottima iniziativa da supportare, continuero`infatti ad acquistare gli altri numeri.
essendo un prodotto ANCHE da libreria, i volumi usciranno senza la numerazione progressiva sulla costina..anche per questo motivo io prendero' i volumi che piu' mi aggradano: oltre a questo primo, mi prendo golconda e il terzo gia' annunciato johnny freak poi vedro' di volta in volta
Titolo: Re: Dylan Dog
Inserito da: Bramo - Mercoledì 19 Lug 2017, 22:31:33
Ho recuperato anch'io in questi due giorni i primi 3 volumi della collana Il Dylan Dog di Tiziano Sclavi, attratto dall'edizione e dal prezzo vantaggioso per il tipo di prodotto offerto.
Sono sempre stato vagamente attratto dal personaggio, ma non sono mai andato oltre al comprare qualche numero della serie regolare negli ultimi anni, in occasione di qualche storia particolare o della presenza di qualche sceneggiatore a me caro. Ma per quanto riguarda il Dylan "primigenio", quello firmato dal suo creatore, ero digiuno. Questa nuova testata ha rappresentato la golosa occasione ideale per iniziare a conoscere qualcuno dei titoli più celebri della serie.

Attraverso lo specchio appare senz'altro come una scelta adatta per inaugurare il progetto: il canovaccio è molto classico, Dylan è ben presente, conduce un'indagine, c'è la donna del mese, c'è la morte... ma c'è anche una scrittura atipica per il fumetto seriale (soprattutto di quegli anni), cioè un decentramento dell'attenzione dal protagonista a tante altre piccole storie, personaggi minori, comprimari che nello spazio di poche vignette conosciamo e seguiamo, coinvolti in vite normalissime di perfetti sconosciuti pronti a scomparire quasi subito.
Una storia solida, intrigante e dalla risoluzione sardonica e spiazzante. Davvero ottimo.

Golconda! mi ha lasciato spiazzato. Non posso dire di averlo adorato o anche solo pienamente apprezzato, dal momento che non sono ancora riuscito a farlo mio. Magari, a una seconda lettura... Ad ogni modo sono rimasto piacevolmente sorpreso dalla quantità di umorismo (per quanto black... ma neanche troppo) presente soprattutto nella seconda metà di questa folle vicenda. I dialoghi del demone nelle ultime tavole avrebbero potuti essere infilati in bocca a uno dei diavolacci di Luciano Bottaro nelle sue storie disneyane senza quasi nessuna modifica e non avrebbero stonato affatto. Storia surreale, ricca di elementi intriganti e di spunti, con cui si potevano costruire almeno tre trame separate ma che Sclavi usa tutte in un colpo. Ammirevole, ma per quanto riconosca che ci sia del genio non sono entrato in totale sintonia con lo stile.

Johnny Freak, infine, mi ha colpito al cuore con una violenza inenarrabile. Ero preparato, eh, molti commenti che avevo letto avvertivano del fortissimo lato emotivo del numero, ma non è bastato a tutelarmi dalle lacrime che sono sgorgate nelle ultime 3-4 tavole. È vero, forse è pure un po' *troppo* emozionale e commovente, e personalmente
Spoiler: mostra